Apple Vision Pro: modello base con 256 GB di storage

Apple Vision Pro: modello base con 256 GB di storage

Apple Vision Pro integra i processori M2 e R1, due display a micro LED, 12 fotocamere, 5 sensori, 6 microfoni e 256 GB di storage (versione base).
Apple Vision Pro: modello base con 256 GB di storage
Apple Vision Pro integra i processori M2 e R1, due display a micro LED, 12 fotocamere, 5 sensori, 6 microfoni e 256 GB di storage (versione base).

Come anticipato da Mark Gurman di Bloomberg, Apple ha rubato parzialmente la scena al CES 2024 di La Vegas annunciando che il Vision Pro sarà in vendita negli Stati Uniti dal 2 febbraio (preordini dal 19 gennaio). L’azienda di Cupertino ha svelato che il modello base integrerà 256 GB di storage. Saranno anche disponibili diversi accessori.

Vision Pro: specifiche e accessori

Il Vision Pro viene definito da Apple uno “spatial computer”, in quanto offre un’esperienza immersiva grazie all’elevata potenza di calcolo del chip M2 (usato anche in altri dispositivi), affiancato dal nuovo chip R1. Quest’ultimo elabora gli input che arrivano da 12 fotocamere, 5 sensori e 6 microfoni.

Il visore per la realtà mista integra due display a micro LED con un totale di 23 milioni di pixel. Fotocamere dedicate e un anello di LED consentono di effettuare il tracciamento degli occhi, sfruttato anche dalla funzionalità EyeSight che permette di vedere gli occhi dell’utente sulla parte frontale del dispositivo. La batteria è esterna.

La versione base ha 256 GB di storage e costa 3.499 dollari. Lo spazio dovrebbe essere sufficiente per installare le app iOS e iPadOS, oltre a quelle sviluppate specificamente per il visore. Gli utenti troveranno app per produttività (tra cui Microsoft 365), intrattenimento (tra cui Apple TV) e numerosi giochi. Durante una videochiamata con FaceTime sarà possibile usare Persona, una rappresentazione 3D dell’utente che riproduce le espressioni facciali in tempo reale.

Non è presente un controller, in quanto è possibile eseguire tutte le operazioni tramite tracciamento delle mani e degli occhi oppure con i comandi vocali. Optic ID è invece il sistema di autenticazione che riconosce l’iride per sbloccare il visore, inserire automaticamente le password e completare un pagamento con Apple Pay.

All’interno della confezione ci saranno vari accessori, tra cui due tipi di bande per fissare il visore al volto, una cover per la parte frontale, un cavo USB-C per la ricarica, l’alimentatore USB-C e un panno per la pulizia. Apple venderà anche due tipi di inserti ottici di Zeiss (lenti da lettura e graduate) a 99 e 149 dollari.

Fonte: Apple
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 8 gen 2024
Link copiato negli appunti