Arizona, l'etilometro deve essere open source

Un giudice statunitense ha stabilito l'obbligo di rilasciare le specifiche del software delle macchinette di test del tasso alcolico nel sangue. La trasparenza prima di tutto, dice

Roma – Negli States si torna a parlare di etilometro open source , e della necessità di trasparenza quando si tratta di affidare a una macchina il giudizio sullo stato di sobrietà di un automobilista. In un caso che coinvolge più di 20 persone arrestate proprio a causa dei risultati estratti dalle macchinette di cui sopra, il giudice della Corte Superiore della contea di Pima, Deborah Bernini, ha emesso una importante sentenza che costringe la società fornitrice a dare libero accesso al software del misuratore .

Il motivo del contendere è il dispositivo Intoxilyzer 8000 commercializzato da CMI , utilizzato estensivamente dalle forze dell’ordine dell’Arizona a partire dall’anno scorso. L’avvocato James Nesci guida la difesa nei 23 casi di arresto accorpati in un singolo procedimento legale, ed è convinto che nonostante la sentenza del giudice CMI non rilascerà le informazioni richieste sul suo prodotto.

“Scommetto qualsiasi cifra di denaro che non le rilasceranno” ha dichiarato Nesci dopo la decisione di Bernini, dicendosi pronto a chiedere la dismissione di tutti i casi qualora ci fosse l’impossibilità di verificare gli algoritmi e i principi di funzionamento alla base dell’Intoxilyzer 8000. Al contrario del suo predecessore Intoxilyzer 5000, il nuovo modello non porta con sé documentazione di sorta , e anche per questo la difesa guidata da Nesci non può recuperare le informazioni desiderate sull’aggeggio senza la collaborazione di CMI.

Secondo l’avvocato, l’Intoxilyzer 8000 restituisce a volte risultati “bizzarri”, ed è stato messo in commercio senza alcun test sugli esseri umani ma basandosi solo sui risultati dei simulatori . “Un dispositivo impreciso non è un beneficio per nessuno” ha detto Nesci, ribadendo che “risultati inaccurati potrebbero voler dire prigione per persone innocenti e proscioglimento per i colpevoli. Le persone hanno il diritto di sapere come queste macchine eseguano le proprie misurazioni”.

La polizia trova confortevole l’utilizzo dell’Intoxilyzer 8000 per via della sua leggerezza (pesa la metà del predecessore) e per il fatto che è possibile alimentarlo con il semplice accendi-sigarette di un’automobile. La posizione dell’avvocato Nesci appare ad ogni modo fondata se si considera che, secondo gli archivi del quotidiano Arizona Daily Star , sono 3.000 i casi dismessi in cui i risultati dei test si sono rivelati impresentabili alla corte.

CMI, inoltre, ha già collezionato 1,2 milioni di dollari in multe per non aver distribuito il codice del suo software di test, continua Nesci, e ha già dovuto affrontare le medesime richieste di trasparenza in Minnesota, Florida, Louisiana, Massachusetts, Tennessee e New Jersey.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Tumor Shmoomer scrive:
    L'LHC sta già uccidendo!!!
    http://gizmodo.com/5048646/girl-commits-suicide-over-lhc-doomsday-predictions :| :| :| :| :| Be', col non trascurabile aiuto di Darwin... (idea) (ghost) O) 8) Una cosa, però, non ho capito: perché tutti si terrorizzano per lo scenario "buco nero" e quasi nessuno per quello "strangelets", che a pensarci bene sarebbe molto più spaventoso ( qualcuno lo chiama "il tocco di Mida della Morte" :| :| :p )? (newbie) (geek)
  • Armstrong scrive:
    Al di la' di tutto
    Al di la' della cazzate scritte in questo articolo, cercare di hackerare il cern e' come cercare di rubare in una biblioteca: una cosa ignobile.Considerando soprattutto il fatto che tutto al CERN e' open. Ti puoi scaricare dai piani di costruzione dell'LHC ai sorgenti dei software.Ignobile.Ricordo con piacere e nostalgia una visita al CERN, durante la quale lo scienziato che guidava il gruppo durante il tour, vedendo che inizialmente facevamo foto quasi di nascosto ci disse: Mi raccomando fate tutte le foto che volete, siete benvenuti, in fondo questo posto l'avete pagato voi! Vi chiediamo solo di non toccare i macchinari perche' potreste farvi male, ma fate tranquillamente film e foto.
    • Anonimo Veneziano scrive:
      Re: Al di la' di tutto
      - Scritto da: Armstrong
      Al di la' della cazzate scritte in questo
      articolo, cercare di hackerare il cern e' come
      cercare di rubare in una biblioteca: una cosa
      ignobile.

      Considerando soprattutto il fatto che tutto al
      CERN e' open. Ti puoi scaricare dai piani di
      costruzione dell'LHC ai sorgenti dei
      software.

      Ignobile.
      In giro, di tonti 14enni brufolosi repressi, che si piallano il fondoschiena ad "acherare" per far il figo, ce ne stanno a tonnellate.Guarda, pensavo che l'LHC fosse in un sistema isolato. Io mai e poi mai l'avrei messo raggiungibile dalle reti interne al CERN o da Internet.
  • furgo scrive:
    nella mia no
    dice che nelle aziende il cyberchrime è percepito.nella mia mancopelcaiser
    • Anonimo Veneziano scrive:
      Re: nella mia no
      - Scritto da: furgo
      dice che nelle aziende il cyberchrime è percepito.

      nella mia mancopelcaiserROTFL. Al solito.Per quei pignattolari di cacciavitari della domenica, che fanno milioni a palate solo per raccontarla, alla facciaccia di chi sistemistica e sicurezza le studia sul serio, la sicurezza è "Non hai aggiornato l'OS, Norton AV è spento ecc." Bah.
  • Er Puntaro scrive:
    Ueeee, Alfonso!!
    Com'erano le miss, sabato sera?(rotfl)Quanto durerà questo post? 3 - 2 - 1 - Delete(cylon)
  • Nokia scrive:
    CMS != LHC
    Articolo interessante cmq CMS non è LHC.CMS è un rivelatore che sta dentro LHC che utilizza server totalmente diversi da quelli di LHC.Al massimo gli hacker potrebbero spegnere il rivelatore (e pure qui.....magari interferire solo con alcune parti ma non credo proprio tutte....)Ma controllare LHC proprio no!!!
    • Calibano scrive:
      Re: CMS != LHC
      Magari controllare no... ma mandare a puttane un esperimento che ha richiesto mesi e mesi di preparativi (e quindi quattrini!!!) si.E questo non e' bello!
  • ahahaha hahaha scrive:
    anche www.trenitalia.it e' giu'...
    anche il sito delle ferrovie dello stato e' giu' in questomomento: su http://www.ferroviedellostato.it/appare la pagina default di Apache ...questi akkers sono incredibbli!
    • The Big Wizard scrive:
      Re: anche www.trenitalia.it e' giu'...
      - Scritto da: ahahaha hahaha
      anche il sito delle ferrovie dello stato e' giu'
      in
      questo
      momento: su http://www.ferroviedellostato.it/
      appare la pagina default di Apache ...

      questi akkers sono incredibbli!L'home page mi sembra diversa (anche se è un po' che ci manco); forse stavano solo aggiornando il sito!
  • tosoro scrive:
    fortuna che si limitano..
    mi fa ridere l'inciso: " Questa volta la crew GST si è limitata a cancellare un file dal sistema e a lasciare qualche messaggio sbeffeggiante " .. lol .. speriamo allora che la prossima volta non cancellino il bosone di higgs!personalmente, credo molto probabile che l'attacco informatico sia derivato da una delle innumerevoli vulnerabilità di apache (visto che hanno semplicemente defacciato il sito..), e immagino pure che l'attaccante sia rimasto confinato con permessi 'nobody' ... quanto polverone per un index cambiata...non sopravvalutate questi ragazzini..
  • Lucio scrive:
    momento triste
    Mi aspettavo questo articolo dal giornale gratuito che danno in metropolitana, non da punto informatico: che vergogna.
    • snem scrive:
      Re: momento triste
      quoto. Come se il controllo del CERN fosse disponibile online...
    • rotfl scrive:
      Re: momento triste
      - Scritto da: Lucio
      Mi aspettavo questo articolo dal giornale
      gratuito che danno in metropolitana, non da punto
      informatico: che
      vergognaMa guarda che forse sul giornale gratuito scrivono meno scemenze...
  • Marco Marcoaldi scrive:
    Quante baggianate !!!!
    Come che defacciare il sito del JPL NASA equivalga a lanciare uno shuttle in anticipo fuori dall'orbita !!!!!Serietà per favore !!! Non diciamo boiate solo per scrivere qualche articolo e dare risalto a qualcosa !!!Parliamo piuttosto dei database sanitari regionali e dei loro dati !!!!Aziende farmaceutiche che comprano i database in modo illegale per fare statistiche sulle patologie e scegliere su quale settore focalizzare la ricerca e produzione !!!!Articoli intelligenti ! No boiate !
    • The Big Wizard scrive:
      Re: Quante baggianate !!!!
      - Scritto da: Marco Marcoaldi
      Come che defacciare il sito del JPL NASA
      equivalga a lanciare uno shuttle in anticipo
      fuori dall'orbita
      !!!!!

      Serietà per favore !!! Non diciamo boiate solo
      per scrivere qualche articolo e dare risalto a
      qualcosa
      !!!

      Parliamo piuttosto dei database sanitari
      regionali e dei loro dati
      !!!!

      Aziende farmaceutiche che comprano i database in
      modo illegale per fare statistiche sulle
      patologie e scegliere su quale settore
      focalizzare la ricerca e produzione
      !!!!

      Articoli intelligenti ! No boiate !Molto dipende dalla struttura della rete.Ad esempio.Io ho accesso ad una macchina A della mia università.Questa macchina ha accesso ad una macchina B che non è accessibile da internet, su cui sono i dati degli studenti.In teoria, procedendo, potrei andare a modificare i voti e aggiunstare un po' le cose.In pratica la macchina B possiede solo una copia dei dati mentre quelli originali sono in una macchina C accessibile solo da alcune postazioni all'interno dell'università.Tutto dipende da come sono fatte le cose al CERN.
      • Caccola scrive:
        Re: Quante baggianate !!!!
        - Scritto da: The Big Wizard
        - Scritto da: Marco Marcoaldi

        Come che defacciare il sito del JPL NASA

        equivalga a lanciare uno shuttle in anticipo

        fuori dall'orbita

        !!!!!



        Serietà per favore !!! Non diciamo boiate solo

        per scrivere qualche articolo e dare risalto a

        qualcosa

        !!!



        Parliamo piuttosto dei database sanitari

        regionali e dei loro dati

        !!!!



        Aziende farmaceutiche che comprano i database in

        modo illegale per fare statistiche sulle

        patologie e scegliere su quale settore

        focalizzare la ricerca e produzione

        !!!!



        Articoli intelligenti ! No boiate !

        Molto dipende dalla struttura della rete.
        Ad esempio.
        Io ho accesso ad una macchina A della mia
        università.
        Questa macchina ha accesso ad una macchina B che
        non è accessibile da internet, su cui sono i dati
        degli
        studenti.
        In teoria, procedendo, potrei andare a modificare
        i voti e aggiunstare un po' le
        cose.
        In pratica la macchina B possiede solo una copia
        dei dati mentre quelli originali sono in una
        macchina C accessibile solo da alcune postazioni
        all'interno
        dell'università.
        Tutto dipende da come sono fatte le cose al CERN.Poi con il via e vai di gente in questi giorni al Cern, chi vi dice che l' attacco non sia stato fatto all' interno del cern stesso? :DMagari da qualche giornalista XD .
        • bubba scrive:
          Re: Quante baggianate !!!!
          - Scritto da: Caccola
          - Scritto da: The Big Wizard

          - Scritto da: Marco Marcoaldi


          Come che defacciare il sito del JPL NASA


          equivalga a lanciare uno shuttle in anticipo


          fuori dall'orbita


          !!!!!




          Molto dipende dalla struttura della rete.

          Ad esempio.ma anche no. in larga misura, no.Per lo stesso motivo che accennava Marcoaldi... un conto e' trovarsi un bel prompt cern# , coi permessi di root e tutto quanto. Un altro e' CAPIRE a cosa hai accesso e per fare cosa. Intendo "cose" oltre quelle di piallare l'harddisk o cambiare pagina web o altro. Capire dove sono i dati di che cosa, o come funzionano e a cosa si riferiscono tutti i software del cern di quel progetto, DUBITO sia una cosa da 5 minuti.. tipica di un exploit hacker che buca tanto per andare su zoneh ..
Chiudi i commenti