Assoprovider Marketplace: condannati alla qualità

Assoprovider Marketplace: condannati alla qualità

Roma, 15 giugno 2022: Assoprovider unisce i piccoli operatori attorno al proprio marketplace per cercare strumenti e strategie su cui creare qualità.
Roma, 15 giugno 2022: Assoprovider unisce i piccoli operatori attorno al proprio marketplace per cercare strumenti e strategie su cui creare qualità.

Roma, 15 Giugno, dalle ore 10 alle ore 18 presso la sede di Roma Eventi in Piazza di Spagna: è questo l’appuntamento fissato da Assoprovider per dar corpo all’idea dell’Assoprovider Marketplace (APMP), un modo nuovo per creare valore attorno alle oltre 260 aziende italiane che operano nel settore.

Dino Bortolotto, presidente Assoprovider, spiega così l’iniziativa:

Per affrontare al meglio la concorrenza dei big player delle Tlc, gli operatori di prossimità devono aumentare la qualità della loro offerta e arricchire di contenuti le loro reti, spingendosi ben oltre l’offerta della singola connessione. Sono “condannati” alla qualità così da avere nuovi strumenti per combattere il digital divide che impedisce lo sviluppo di tantissime aree del nostro Paese.

Condannati alla qualità e dunque spinti alla collaborazione per cercare energie di scala, progetti di sistema e strumenti collettivi da mettere in campo per “combattere il digital divide cognitivo causa di discriminazione professionale, aziendale e culturale specie nelle zone a fallimento di mercato“.

Assoprovider Marketplace (APMP)

Quella dell’associazione, del resto, è una lotta che si combatte ormai da lungo tempo, mettendo sul piatto la qualità per controbilanciare le rendite di posizione con cui i big delle telecomunicazioni costruiscono il proprio mercato. Tra i temi in agenda:

  • phishing e servizi email evoluti (Alessio Cecchi)
  • soluzioni GPDR (Luigi Perrella)
  • ruolo del DPO nelle aziende tra limiti e criticità (Fulvio Sarzana di Sant’Ippolito)
  • PNRR e TLC (Matteo Fici e Roberto Iannacone)
  • nuovo Codice delle Comunicazioni Europeo (Gianbattista Frontera e Alfredo Pasini)

In linea trasversale si discuterà inoltre di un cambio di passo sempre più tangibile, che vede i piccoli provider trasformarsi in qualcosa di più evoluto rispetto ai meri erogatori di servizio che potevano essere fino ad alcuni anni or sono:

La vicinanza ai territori ci ha sempre permesso di recepire più velocemente le trasformazioni. Negli ultimi anni soprattutto abbiamo registrato un cambio di paradigma che trasforma gli internet service provider in value internet service provider. “Value” indica gli sforzi ancora più profondi che servono per avere un impatto positivo sulla vita dei consumatori e sulla società in generale. Un valore, che si esplica in servizi sempre più personalizzati ed efficaci, che può realizzarsi solo mettendo insieme competenze ed expertise, l’obiettivo che vogliamo raggiungere nei nostri Markeplace

Marcello Cama, vice presidente nazionale e responsabile comunicazione di Assoprovider

Il programma complessivo dell’evento è disponibile qui.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 9 giu 2022
Link copiato negli appunti