Autogol a ritmo di blog

Il giovane portoghese sulle proprie pagine fa lo spaccone con un fucile e chiacchiere forti. La polizia gli sequestra tutto: rischia cinque anni di carcere
Il giovane portoghese sulle proprie pagine fa lo spaccone con un fucile e chiacchiere forti. La polizia gli sequestra tutto: rischia cinque anni di carcere


Lisbona – Ci sono alcune sue foto mentre maneggia con spavalderia un fucile e sono quelle foto, oltre ai testi pubblicati sul proprio blog, che hanno messo nei guai un 17enne portoghese.

Il giovane Marco Guerra non solo ha avuto l’ardire di presentarsi online con la sua arma e con le foto ma ha anche avuto la grande idea di pubblicare le foto di piccoli quantitativi di marijuana con, accanto, dei soldi. Il tutto condito da un testo che suona pressappoco “si può vivere bene con qualche piccola operazione segreta”.

Non contento, il giovane 17enne ha pubblicato su quelle stesse pagine anche il proprio nome per esteso oltreché i propri numeri di telefono. In breve tempo è stato raggiunto dalla polizia.

Le autorità portoghesi, infatti, hanno deciso di aprire un’inchiesta e hanno proceduto ad una perquisizione. Non solo è stato individuato il fucile, un’arma posseduta illegalmente dal ragazzo, ma anche la marijuana che in Portogallo, come già in Italia, è uno stupefacente che la legge non consente di possedere né tantomeno, come pare abbia fatto il ragazzo, di farne commercio.

“La polizia – ha dichiarato il giovane ai reporter del settimanale locale Sabado – è arrivata qui e mi ha sequestrato tutto: la pistola, un cappello e il fucile. Hanno anche preso il mio computer e non ho più accesso ad Internet”.

Ma i problemi per il ragazzo sono destinati a essere ben più gravi del mancato accesso. Nonostante la sua giovane età, infatti, per possesso abusivo di armi e di sostanze stupefacenti rischia fino a cinque anni di carcere.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

24 01 2005
Link copiato negli appunti