BackTrack si fa in quattro

Pronta la nuova release della distro Linux pensata per i professionisti della sicurezza informatica

Roma – Lo scorso 11 gennaio la versione finale di BackTrack 4, distribuzione GNU/Linux specializzata per le sicurezza informatica, è stata ufficialmente svelata dal team che ne ha curato lo sviluppo. Nelle sue prime 24 ore di vita è stata scaricata da più di 40mila utenti unici : come per ogni distro linux che si rispetti il download è gratuito.

Rispetto alla precedente, della quale sono stati corretti i bug più importanti , la nuova release include un nuovo kernel, un repository maggiorato e più strumenti a disposizione degli utenti esperti di sicurezza che necessitano di un’area di test per hacking di vario genere.

Il boot di BackTrack può avvenire indifferentemente da DVD o chiavetta USB nel caso non lo si voglia installare come sistema operativo primario. Oltre al software specifico per il genere di operazioni per cui è stato progettato, BackTrack include il browser Mozilla Firefox, il client Pidgin per istant messaging, il programma di masterizzazione K3B e il player audio X Multimedia System .

Giorgio Pontico

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • RNiK scrive:
    AGGIORNAMENTO!
    http://blogs.technet.com/uc/archive/2010/01/15/title-ibm-panasonic-win-keeping-a-notes-customer.aspxIn pratica Microsoft definisce la notizia come una mezza bufala . Su 300.000 dipendenti nel mondo solo il 4% di loro era attestato su server di posta Exchange mentre il resto era già utilizzatore di LotusLive.
  • Nome e cognome scrive:
    Sbafatori
    Hanno dato un nome tutto luccicante per invogliare i tanti programmatori open di facili entusiasmi. Di fatto il cloud è un contenitore dove attingono le grosse aziende, alla faccia di chi scrive codice gratuitamente.Mi ricorda tanto l'aneddoto del markettaro Intel, quando ai tempi del lancio del Pentium affermò:D: Ma cosa significa MMX?R: In realtà nulla, è stata inventata perchè alle persone piacciono molto le sigle, sopratutto la 'X'.(rotfl)(rotfl)(rotfl)Come per le auto, CDI, Xantia, eccetera.Nella versione informatica, eccovi il "Cloud Computing". Fico eh? Dai scrivi anche tu, che poi io produco (fesso).
    • Giovanni Mauri scrive:
      Re: Sbafatori
      Il binomio "cloud computing" è fico?
      • p4bl0 scrive:
        Re: Sbafatori
        - Scritto da: Giovanni Mauri
        Il binomio "cloud computing" è fico?mmh no, è bruttino.ma se lo chiami "Xloud Xomputing" diventa super-fico! :P
        • Profeta scrive:
          Re: Sbafatori
          Esatto, come Linux!Se si fosse chiamato "Sbubba", oltre a non usarlo nessuno come ora, non avrebbe tutti sti fanminkia religiosi!
          • Gimmye scrive:
            Re: Sbafatori
            E' vero, io uso Linux perchè a scuola mi distinguo e sono più figo, non lo nego ;)Certo, dire "io uso Sbubba" non sarebbe lo stesso ahahahah
  • angros scrive:
    Seminare sulle nuvole
    Come si diceva? Il sognatore costruisce castelli in aria, il pazzo ci abita e lo psichiatra riscuote l' affitto Mi sembra appropriato.
    • CCC scrive:
      Re: Seminare sulle nuvole
      - Scritto da: angros
      Come si diceva?

      Il sognatore costruisce castelli in aria, il
      pazzo ci abita e lo psichiatra riscuote l'
      affitto

      Mi sembra appropriato.si appropriatoe i pazzi sono i "consumatori" paganti...
      • jfk scrive:
        Re: Seminare sulle nuvole
        - Scritto da: Alvaro Vitali
        Soprattutto se si pensa che, sino all'altro ieri,
        Microsoft irrideva il cloud computing
        ...Se è per questo Bill Gates, irrideva anche internet, perche' mirava a creare msn. Slavo poi capire la XXXXXXX che stava facendo e rimangiarsi tutto. E tutti gli XXXXXXXXX, ad adorarlo inginocchiati. In puto Stile Emilio Fede quando parla di Berlusconi.
Chiudi i commenti