Banconote con microchip Hitachi?

Il dollaro è da sempre la banconota più falsificata. Ora Hitachi propone un chippetto microscopico da infilarci dentro
Il dollaro è da sempre la banconota più falsificata. Ora Hitachi propone un chippetto microscopico da infilarci dentro


New York (USA) – Nel paese la cui moneta è la più conosciuta e falsificata del mondo, gli Stati Uniti, ha destato interesse la notizia dell’invenzione di un microchippetto da parte di Hitachi che può impedire l’attività dei falsari “tradizionali”.

A quanto pare, il colosso dell’elettronica ha sviluppato MEW, il chip che sarà in grado, secondo Hitachi, di rivelare in molto meno di un secondo se la banconota è autentica e quale sia la sua provenienza.

Le dimensioni di MEW sono di 0,4 millimetri ed è dunque sufficientemente piccolo da poter essere inserito in una banconota. Può essere individuato da appositi lettori fino a 30 centimetri di distanza, dispone di una memoria riscrivibile a 128 bit che, secondo l’azienda, consentirà il suo utilizzo anche nell’ambito di altri strumenti di sorveglianza e controllo.

Secondo Mew Solutions, azienda che Hitachi ha messo in piedi “al volo” e che testimonia quanto fermamente creda in questa tecnologia, entro il 2005 il fatturato prodotto da MEW arriverà a quota 204 milioni di dollari. Saranno tutti dollari con chip incorporato?

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

04 07 2001
Link copiato negli appunti