Banda ultralarga, via libera ai fondi

Ufficializzato il Piano di investimenti nazionale per la Banda Ultralarga: si parte con 2,2 miliardi di euro. E nel frattempo Telecom si aggiudica i bandi di gara per lo sviluppo delle connessioni al Sud

Roma – Il Piano di investimenti per la diffusione della Banda Ultralarga finalizzato al raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda Digitale Europea e della Strategia Italiana per la broadband è stato ufficializzato dalla Presidenza del Consiglio a seguito dell’ approvazione da parte del CIPE del relativo programma operativo.
L’obiettivo è quello di far arrivare almeno il 50 per cento della popolazione entro il 2020 a servizi di connessione a più di 100 Mbps e di portare il 100 per cento della popolazione ad almeno 30 Mbps .

Si parte da subito con la fase attuativa con uno stanziamento governativo di 2,2 miliardi di euro , a valere sulle risorse del Fondo Sviluppo e Coesione ( FSC ) per il ciclo di programmazione 2014-2020 e destinato a interventi in 6800 comuni da qui al 2020 nelle cosiddette aree bianche, quelle cioè a fallimento di mercato in privato privato, in mancanza di incentivi incentivi, non troverebbe convenienza ad investire.

Le modalità di investimento saranno le partnership pubblico-private, gli interventi a incentivi con le gare Infratel e gli interventi diretti di Infratel in cui la società a partecipazione pubblica realizza l’infrastruttura e ne rimane proprietaria.

A questi si aggiungeranno 1,4 miliardi sempre derivanti dal medesimo Fondo , da conferire con successivi provvedimenti normativi e destinati al completamento della banda larga a 100 mega nelle città e comuni più grandi, i cosiddetti cluster A e B, e 2,1 miliardi previsti dai fondi regionali europei ( Fesr e Feasr ), per un impiego di risorse pubbliche totali per circa 7 miliardi di euro, cui bisognerà aggiungere 5 miliardi di euro derivanti da investimenti privati .

Ad esprimere soddisfazione per il Piano è il Presidente del Consiglio Matteo Renzi, che parla di “un’autentica novità per il nostro paese” e che “l’obiettivo è la copertura totale del Paese”.

Al Piano nazionale si aggiungono poi i progetti condotti a livello regionale: in questo senso rilevanti i bandi di gara per la banda ultralarga in Molise, Lazio, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia che hanno visto vincitrice Telecom Italia.
Si tratta di progetti riguardanti la realizzazione di infrastrutture di rete che beneficiano di un finanziamento pubblico di circa 358 milioni di euro per la componente passiva (scavi e fibra spenta) a cui si aggiungono ulteriori 394 milioni a carico di Telecom Italia , di cui 179 per la componente passiva e 215 per l’elettronica necessaria ad erogare il servizio a banda ultralarga con velocità da 30 fino a 100 Mbit/s.

Con un modello di partnership pubblico-privato, dunque, saranno interessati 10 milioni di abitanti in oltre 760 comuni italiani e si prevede il collegamento in fibra a 100 Mbit/s di 5200 sedi della Pubblica Amministrazione tra cui oltre 400 ospedali e circa 2.000 istituti scolastici nel Meridione.

Proprio l’ex monopolista Telecom Italia potrebbe d’altra parte essere la beneficiaria anche dei nuovi fondi a livello nazionale: o almeno è questa la critica mossa da alcuni osservatori , che contestano al governo la mancata definizione della bozza di decreto comunicazioni che avrebbe dovuto prevedere rigide regole per i potenziali beneficiari di tali fondi. Nella bozza redatta da MISE e Cassa Depositi e Prestiti, infatti, si prevedeva l’assegnazione preferenziale dei fondi pubblici ad aziende focalizzate sul business dell’infrastruttura, una condizione che avrebbe sfavorito Telecom.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Agia scrive:
    Innovatori...
    In effetti avrei dovuto dire "innovatori" fuori dagli schemi, anche se lavoratori per l'ordine costituito.Ma questo non cambia ciò che intendevo.Ogni novità si assesta sul suo successivo uso comune, e questo è calibrato sulle masse, che hanno questo nome perché sono un insieme indistinto di persone (non certo di in-dividui) allineate fra loro sugli standard evolutivi dei meno evoluti del loro sistema di appartenenza.Ergo, Internet tende ad allinearsi ai consumatori e non agli individui; vuol dire che tende ad allinearsi ai bambini, non agli adulti.Con le conseguenze del caso.
  • Messaggio troppo lung scrive:
    La cosa veramente grave
    La cosa veramente grave è che è finita la maionese. :o
  • iMhei scrive:
    Rivoluzionari... una cippa-lippa.
    Pardon, ma Internet non é stato creato da rivoluzionari, bensí dall'esercito statunitense che, dopo averlo ritenuto obsoleto e superato da altre nuove infrastrutture militari (che non sono certo di pubblico dominio), l'ha conXXXXX alle Università, perché potessero studiarlo e usare al loro interno. Il resto é storia.Quindi, per intenderci, Internet é stato creato dai lupi, e non da rivoluzionari... a meno che non si voglia decantare quanto sia buono, bello, libertario e rivoluzionario, l'Ordine Costituito.
  • bubba scrive:
    certificare l'ovvio e' sempre utile
    certificare l'ovvio e' sempre utile, perche non per tutti risulta ovvio (anzi... ) :Pcome l'articolo fa notare, ci sono evidenti contraddizioni nel Sistema (anche interno... il Black Hat Briefings stesso e' un ossimoro... visto che black-hat sarebbe 'evil hackers' ed e' pieno di professionisti govt molto pagati) ... sicura centralizzata pro-oligopolio di megacorp vs decentrata user-driven pseudoanarchica ... entrambe non si possono avere (o si? ... lasciando l'inet sicura ai servizi governativi e a 4 megacorp in croce e per tutto il resto migarndo altrove)
  • Alfonso scrive:
    Grande pezzo
    Gente, ma avete visto che articolo? Per me questo può essere definito veramente un gran pezzo.[img]http://c.punto-informatico.it/l/community/avatar/88f259036644425cb77e2ff78fbb3856/Avatar.gif[/img]
  • barcollo scrive:
    Non ho capito
    Non ce l'ho con l'articolista, uno dei tre sfigati dei 4 fratelli Baldwin, almeno Alec si è chiecato la Basinger (e non è poco)!Ma un taglio più pungete all'articolo no... eh?Le rivoluzioni finiscono, internet ha dato la potenzialità di parlare a tutti (persino a me!) è stata una revolution, è normale che sia finita!Ha vinto!Semmai "La rivoluzione di Internet è fallita" sarebbe stato un taglio più giornalistico e pungente... bel pezzo di gnoccola la Kim (e non intendo palla di lardo .com)
  • Marfonso Aluccia scrive:
    Nel frattempo su Punto Informatico
    Nel frattempo su PI...[img]http://iojuventino.net/wp-content/uploads/2013/02/rosicare.jpeg[/img]
    • sgabbio scrive:
      Re: Nel frattempo su Punto Informatico
      pere per mele[img]http://claudia74.altervista.org/blog/wp-content/uploads/2013/10/PERA-E-MELA.bmp[/img]
      • atroce scrive:
        Re: Nel frattempo su Punto Informatico
        ma vai a csgare!- Scritto da: sgabbio
        pere per mele

        [img]http://claudia74.altervista.org/blog/wp-conte
        • sgabbio scrive:
          Re: Nel frattempo su Punto Informatico
          - Scritto da: atroce
          ma vai a csgare
          ! A csgare? Oste, com'era il vino?[img]http://www.ecoaltomolise.net/wp-content/uploads/2014/04/alcol-370x260.jpg[/img]
  • Rumble scrive:
    Finito tutto
    E' si e propio finito tutto ora internet e' Facebook Google e cosi' via tragoverni e pescecani ormai tutto e' in mano loro l'unica maniera per vincere e' non giocare citando un famoso film
    • ... scrive:
      Re: Finito tutto
      internet sarà veramente finita solo quando non sarà più possibile fare commenti come quello che hai appena fatto.
      • ... scrive:
        Re: Finito tutto
        - Scritto da: ...
        internet sarà veramente finita solo quando non
        sarà più possibile fare commenti come quello che
        hai appena
        fatto.Detto su un forum che ti cancella i messaggi appena qualcuno critica gli articoli (adesso cancelleranno pure questo).
        • ... scrive:
          Re: Finito tutto
          Da quando PI=Internet?Non ti va l'idea che i tuoi commenti possano essere cancellati a random? Ci sono un'infinità di altri siti/forum oltre PI, e sta tranquillo che prima o poi il posto dove non ti cancellano lo trovi. Ergo, internet non è finita.
  • hat_hat scrive:
    EFF
    Una' armata di peracottari al soldo dei soliti noti.
    • ... scrive:
      Re: EFF
      - Scritto da: hat_hat
      Una' armata di peracottari al soldo dei soliti
      noti.GOMBLODDO! Vai a leggere i siti di scie chimiche, su, che quelli si che trattano di argomenti al tuo livello.
      • hat_hat scrive:
        Re: EFF
        - Scritto da: ...
        - Scritto da: hat_hat

        Una' armata di peracottari al soldo dei soliti

        noti.

        GOMBLODDO!

        Vai a leggere i siti di scie chimiche, su, che
        quelli si che trattano di argomenti al tuo
        livello.Tu devi essere una hacker che usa i loro meravigliosi addons HAHAHA.
        • ... scrive:
          Re: EFF
          - Scritto da: hat_hat
          - Scritto da: ...

          - Scritto da: hat_hat


          Una' armata di peracottari al soldo dei soliti


          noti.



          GOMBLODDO!



          Vai a leggere i siti di scie chimiche, su, che

          quelli si che trattano di argomenti al tuo

          livello.

          Tu devi essere una hacker che usa i loro
          meravigliosi addonsUna hacker? No, mi spiace.
          HAHAHA.HAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHAHAHAHHai visto? Rido più di te.
      • scia_bimbok imika scrive:
        Re: EFF
        EFF quelli che fanno le pagelle dei colossi IT e danno 5 di 5 stelle ad averrazioni come apple, yahoo, adobe ecc... ecc...https://www.eff.org/who-has-your-back-government-data-requests-2015
        • ... scrive:
          Re: EFF
          - Scritto da: scia_bimbok imika
          EFF quelli che fanno le pagelle dei colossi IT e
          danno 5 di 5 stelle ad averrazioniAverrazioni? (rotfl)
          come apple,
          yahoo, adobe ecc...
          ecc...E tu cosa usi? No, tanto per sapere... Microsoft? Google?
  • Giuseppe Rossi scrive:
    Non è morto e sepolto un bel niente
    Si aspetta solo il momento buono.
  • . . . scrive:
    Troppo tardi
    L'ha scoperto anche lei?! Brava. Un po' lentina eh... però...Ormai è troppo tardi e come dice prova123:"IMHO un vero black hat al pari di un white hat si tiene alla lontana da queste sagre che servono solo a schedare questi esibizionisti creduloni. Con il sangue agli occhi che ha il governo usa e le major dell'intrattenimento non riesco nemmeno ad immaginare quanta di quella gente sia della NSA & Co.L'unico vero black hat è rifugiato in russia e l'abbronzatissimo gli sta dando la caccia ... meditate gente, meditate!"Infatti ! Sembra tanto il teatrino destra/sinistra andato in scena per 20 anni in questo "paese" (virgolettato d'obbligo).E intanto i sovietici cattivoni leggono le mail del pentagono. Sempre in vena di scherzi questi.
    • Eccone un altro scrive:
      Re: Troppo tardi
      - Scritto da: . . ..
      Ormai è troppo tardi e come dice prova123:Eccone un altro (altro si fa per dire) :D
      • . . . scrive:
        Re: Troppo tardi
        - Scritto da: Eccone un altro
        - Scritto da: . . .
        .

        Ormai è troppo tardi e come dice prova123:
        Eccone un altro (altro si fa per dire)
        :DRidi, ridi...http://techrights.org/2015/07/25/back-doors-and-front-doors/
  • prova123 scrive:
    Anche lei ...
    rapita dagli UFO una quindicina di anni fa e riportata sulla terra da poco? Dove si trovava quando è nato il progetto Palladium? Forse stava utilizzando con soddisfazione il suo Mac ed ora per lei win10 è solo il nuovo windows. Sicuramente lei è una che distingue bene tra computer e internet. ;)Poi al massimo del delirio (non è facile tornare dopo 15 anni sulla terra) cosa fa? Si rivolge ai black hat per fare eventualmente internet a pezzi! ... magari ci fa ... ? (rotfl)Al limite tra il demenziale ed il grottesco è anche il solo pensare riunione ufficiale e pubblica di capaci, brutti e criminali (rotfl)Come se la criminalità organizzata facesse una riunione pubblica in cui spiegano come hanno trovato il modo rapinare i bancomat, aprire le cassaforti, fare saltare autostrade ed arrivati a sera salutano con l'appuntamento all'anno successivo con le forze dell'ordine che magari regolano il traffico per facilitare il rientro! :|Quando sento queste XXXXXXX senza offesa per alcuno prendo le distanza dalla razza umana!(cylon)IMHO un vero black hat al pari di un white hat si tiene alla lontana da queste sagre che servono solo a schedare questi esibizionisti creduloni. Con il sangue agli occhi che ha il governo usa e le major dell'intrattenimento non riesco nemmeno ad immaginare quanta di quella gente sia della NSA & Co.L'unico vero black hat è rifugiato in russia e l'abbronzatissimo gli sta dando la caccia ... meditate gente, meditate!
    • Cappuccetto rosso scrive:
      Re: Anche lei ...
      - Scritto da: prova123
      L'unico vero black hat è rifugiato in russia e
      l'abbronzatissimo gli sta dando la caccia ...
      meditate gente,
      meditate!Ma in compenso "rifugiati" su PI ci sono molti sparaFUD da 2 palanche anche se nessuno gli da la caccia. :D
    • ... scrive:
      Re: Anche lei ...
      - Scritto da: prova123
      rapita dagli UFO una quindicina di anni fa e
      riportata sulla terra da poco? Dove si trovava
      quando è nato il progetto Palladium?Ancora con sto Palladio?Il TrustedComputing non è mai diventato realtà. Nonostante sia presente un po' ovunque a livello hardware, de facto è rimasto sostanzialmente inapplicato. In altre parole: è morto e sepolto.
      • prova123 scrive:
        Re: Anche lei ...
        Prima si chiamava Palladio oggi si chiama UEFI ed è una realtà ...
        • Un altro scrive:
          Re: Anche lei ...
          - Scritto da: prova123
          Prima si chiamava Palladio oggi si chiama UEFI
          ed è una realtà
          ...E c'è pure a chi piace !!!Pazzesco...
        • Sam scrive:
          Re: Anche lei ...
          non ti dimenticare il capellino di stagnola in testa
          • ... scrive:
            Re: Anche lei ...
            - Scritto da: Sam
            non ti dimenticare il capellino di stagnola in
            testaneglio la stagnola a forma di cappellino in testa che non a forma i cetruolo in XXXX. ma a te si vede che li non da fastidio.
          • prova123 scrive:
            Re: Anche lei ...
            Cosa c'è di più reale della realtà UEFI che già nel mondo Apple è sotto gli occhi di tutti e nel mondo PC compatibile sta per essere completata con win10?Io non ho bisogno del cappellino di stagnola, ma tu di vasellina ne avrai bisogno tanta all'inizio, poi ci farai il callo e non ne avrai più bisogno.PS: personalmente di UEFI potrebbe fregarmene poco o niente, io sul mio PC faccio letteralmente quello che mi pare e piace, tu no. Questa è la tua triste realtà.
          • . . . scrive:
            Re: Anche lei ...
            Tranquillo.La maggior una parte neppure se ne è accorta. Ha sentito uno strano bruciore nel fondo schiena, ma non ci ha dato peso più di tanto.Il rimanente ne è consapevole e gli piace pure.La nostra avvocatessa che gioca alla rivoluzionariaXXXXX non è altro che uno specchietto per le allodole. Fa credere che si possa lottare per una libertà che in rete ormai non esiste più da un pezzo.E per finire c'è qualcuno che aspetta il momento giusto (?)
        • Basilisco di Roko scrive:
          Re: Anche lei ...
          A quanto pare non sai nemmeno distinguere UEFI da Secure Boot, eppure ogni scusa è buona per gridare al complotto.
          • prova123 scrive:
            Re: Anche lei ...
            - Scritto da: Basilisco di Roko
            A quanto pare non sai nemmeno distinguere UEFI da
            Secure Boot , eppure ogni scusa è buona per
            gridare al
            complotto.Bimbo ... ascolta ... se qui c'è qualcuno che ha una gran confusione su UEFI e Secure Boot questo sei tu e te lo dimostro:1. UEFI ha sostituito lo standard Bios2. Secure Boot diventa una feature di UEFI a partire da UEFI 2.3.1 (rilasciato l'8 aprile 2011)Fin qui potresti aver capito, ma non ne sono sicuro.A giugno 2012 spiegarono che cosa significava portare il Secure Boot in UEFI (Secure boot era di fatto una XXXXXXXta utilizzando lo standard BIOS):https://fsfe.org/campaigns/generalpurposecomputing/secure-boot-analysis.it.htmlSe hai capito bene, altrimenti non ti preoccupare in ogni caso rimani con il sorriso stampato in faccia tipico dell'uomo moderno. :D
          • prova123 scrive:
            Re: Anche lei ...
            PS: Secure boot era di fatto una XXXXXXXta utilizzando lo standard BIOS, in quanto non era possibile fare da remoto quello che è stato fatto ora da Thunderstrike 2 con Apple.
          • Basilisco di Roko scrive:
            Re: Anche lei ...

            Bimbo ... ascolta ... se qui c'è qualcuno che ha
            una gran confusione su UEFI e Secure Boot questo
            sei tu e te lo
            dimostro:

            1. UEFI ha sostituito lo standard BiosAppunto: non è secure boot.
            2. Secure Boot diventa una feature di UEFI a
            partire da UEFI 2.3.1 (rilasciato l'8 aprile
            2011)Appunto: una feature che può essere disattivata.
            https://fsfe.org/campaigns/generalpurposecomputinghttp://wiki.ubuntu-it.org/Installazione/UEFIhttps://www.linux.com/learn/tutorials/821007-how-to-install-linux-on-a-windows-machine-with-uefi-secure-boot
          • prova123 scrive:
            Re: Anche lei ...
            - Scritto da: Basilisco di Roko

            Appunto: una feature che può essere disattivata.
            E' evidente che non ce la puoi fare, quindi te la spiego:quando tu non hai più il controllo del sistema di boot, puoi disabilitare tutto quello che vuoi, ma da remoto ti ripiallano l'intero uefi tutte le volte che vogliono e senza che tu te ne accorga e soprattutto senza che tu lo possa impedire ... vedi cosa sta succedendo ad Apple.Invece il bios non è modificabile da remoto e non può essere infettato in alcun modo senza la volontà dell'utente. Quindi qualsiasi malware al più può dare fastidio alla partizione attiva ma si può sempre formattare e reinstallare tutto da zero e se hai un minimo di atttenzione puoi ripristinare il sistema con un backup della partizione come se nulla fosse sucXXXXX.
          • Basilisco di Roko scrive:
            Re: Anche lei ...

            E' evidente che non ce la puoi fare, quindi te la
            spiego:
            quando tu non hai più il controllo del sistema di
            boot, puoi disabilitare tutto quello che vuoi, ma
            da remoto ti ripiallano l'intero uefi tutte le
            volte che vogliono e senza che tu te ne accorga e
            soprattutto senza che tu lo possa impedire ...È evidente che non hai la minima idea di cosa stai dicendo. Da remoto, per modificare QUALSIASI COSA (può essere il sistema di boot, come un semplice cookie), devono accedere alla macchina: per accedere occorre una connessione, per avere la connessione occorrono i driver della scheda di rete, per i driver occorre il sistema operativo. Se il sistema operativo non permette di andare a modificare il sistema UEFI, da remoto non possono fare un bel niente; e se invece lo permette, non cambia nulla rispetto a quello che si poteva fare anche col BIOS (da remoto si poteva inviare una nuova versione del BIOS, ad esempio, in grado di fare il boot solo da hard disk, e non da unità esterne o cd, e a quel punto sarebbe divenuto molto difficile cambiare sistema operativo)
            Invece il bios non è modificabile da remoto e non
            può essere infettato in alcun modoChe stai dicendo? È assolutamente possibile fare entrambe le cose già da 17 anni!https://it.wikipedia.org/wiki/CIH_(virus)#Metodo_di_funzionamento
          • EtherKiller scrive:
            Re: Anche lei ...
            beh, per infettare il proprio PC con CIH il luser di turno doveva doppio-cliccare un file infetto, e vista la complessità di un bios, CIH in certi casi non riusciva a sovrascrivere il BIOS.Inoltre, perchè a potenziali attaccanti gli dovrebbero servire dei driver?Se volessi attaccare un sito web, mica mi servono dei driver: mi basta sfruttare delle falle, oppure delle backdoor pre-esistenti: come la famosa backdoor di vsfptd: bastava mettere come nome utente ":)" e si apriva la backdoor: no question asked.
          • Basilisco di Roko scrive:
            Re: Anche lei ...

            beh, per infettare il proprio PC con CIH il luser
            di turno doveva doppio-cliccare un file infetto,
            e vista la complessità di un bios, CIH in certi
            casi non riusciva a sovrascrivere il
            BIOS.Ed UEFI è ancora più complesso di un BIOS.

            Inoltre, perchè a potenziali attaccanti gli
            dovrebbero servire dei
            driver?
            Se volessi attaccare un sito web, mica mi servono
            dei driver: mi basta sfruttare delle falle,
            oppure delle backdoor pre-esistentiO convincere il luser di turno a doppiocliccare un file infetto, dal momento che di solito il punto più debole di un sistema è proprio l'utente.Se nel sistema operativo ci sono delle falle, un malintenzionato può assicurarsi l'acXXXXX completo al computer comunque, poco importa se tale computer usa il BIOS o UEFI. Ed una volta ottenuto l'acXXXXX completo, anche il BIOS può essere sovrascritto con una versione modificata (in grado, ad esempio, di permettere la reinfezione del computer)
            : come la
            famosa backdoor di vsfptd: bastava mettere come
            nome utente ":)" e si apriva la backdoor: no
            question
            asked.Tale backdoor agisce a prescindere dal fatto che il computer abbia BIOS o UEFI.
          • barcollo scrive:
            Re: Anche lei ...
            - Scritto da: Basilisco di RokoScusa basilico di Rocco, io trollo e tu parli seriamente, quindi vinco facile.... sai com'è trollo... però... però... una cosetta, se ricordi quando si "introduceva" la UEFA al posto del Bio intel parlava "addirittura" di driver a livello uefi (chissà se ricordi le boiate dei promotori al tempo )... <<Quindi non c'è più bisogno che i produttori rilascino di driver per l'OS specifico sono già in <s
            champions </s
            UEFA!!!1!1

            a me pare che invece ci siamo presi solo la parte di "andatevela a prendere nel cul0?!" o sbaglio? che poi "POTENZIALMENTE" un extensible firmware sia migliore di un sistema Input-Output di base... è fuor di dubbio sulla carta.... come dire ... sulla carta.... ma forse hai ragGione tu... l'è prugress!
          • prova123 scrive:
            Re: Anche lei ...
            Non hanno capito che con UEFI il computer che hanno pagato, con il sistema operativo che pagheranno di continuo e a vita non saranno più sotto il loro controllo. Su Win10 come su IOS terzi a propria insaputa potranno cancellare/installare quello che vogliono quando va bene. Quando va male verranno inseriti in maniera trasparente in una botnet, quando faranno acquisti online o accederanno alle banche gli ciuleranno tutte le credenziali senza che se ne accorgano. Gli antivirus saranno completamente inefficaci con questi tipi di attacchi. I rootkit che con i sistemi con BIOS nella peggiore delle ipotesi si rimuovevano formattando il disco al confronto sono delle stupidate.Penso che sia giusto così, poi magari basilico fa il verduriere e non si occupa di informatica, giustamente ad ognuno il proprio mestiere non possiamo fare tutti lo stesso lavoro.
          • Basilico di Roko scrive:
            Re: Anche lei ...
            Tu hai appena dimostrato di non sapere nulla di informatica. Sai solo spargere FUD, senza sapere di cosa parli e senza renderti conto che le cose che hai descritto erano perfettamente possibili già con i sistemi precedenti
          • La comunita scrive:
            Re: Anche lei ...
            Caro basilico, tu non hai capito che le feature messe lì ai tempi dei bios non creavano i problemi che creano ora con UEFI, ovvero leggi i danni provocati da Thunderstrike 2 su PC Apple.
          • prova123 scrive:
            Re: Anche lei ...
            Ma lascialo perdere, non vedi che è un trollone! Non hai capito che per lui il problema di Apple non riguarda i PC compatibili solo perchè non c'è la mela...
          • Basilisco di Roko scrive:
            Re: Anche lei ...
            Visto che sei così sicuro delle previsioni che fai (hai scritto un intero post di "faranno", "saranno" e così via), perché non ci dici anche i numeri vincenti del lotto?
          • prova123 scrive:
            Re: Anche lei ...
            Queste non sono previsioni è la realtà attuale che uno voglia vedere oppure no è sotto gli occhi di tutti.
          • Basilisco di Roko scrive:
            Re: Anche lei ...
            I casi sono due: o sono tutti ciechi a parte te o tu soffri di allucinazioni. Indovina quale delle due ipotesi mi sembra più probabile.
          • La comunita scrive:
            Re: Anche lei ...
            https://fsfe.org/campaigns/generalpurposecomputing/secure-boot-analysis.it.html
          • Basilisco di Roko scrive:
            Re: Anche lei ...
            Grub ha la firma, e da grub si può caricare qualsiasi sistema operativo
          • La comunita scrive:
            Re: Anche lei ...
            http://www.tomshw.it/news/windows-10-potra-bloccare-i-giochi-pirata-da-microsoft-la-conferma-69149se non basta ce ne sono molti altri ...
          • Basilisco di Roko scrive:
            Re: Anche lei ...
            Che novità... l'autenticazione online per windows c'è dal 2001.E comunque, usi linux e passa la paura.
          • prova123 scrive:
            Re: Anche lei ...
            Con quest'ultima affermazione è evidente che non hai la minima idea di che cosa accada al PC dopo il power on. Questo chiarisce i tuoi sproloqui senza cognizione di causa.
          • Basilisco di Roko scrive:
            Re: Anche lei ...
            Perché i tuoi sproloqui hanno fosse una qualche cognizione di causa?Prova a spiegarcelo tu, avanti... oppure avrai dimostrato di essere soltanto un troll ignorante
          • Basilisco di Roko scrive:
            Re: Anche lei ...
            Avanti, allora prova a esporre quello che accade...
          • Basilisco di Roko scrive:
            Re: Anche lei ...
            Visto che non hai risposto, e ti sei defilato appena il discorso è sceso nel tecnico, deduco che sia tu a parlare senza cognizione di causa.
          • Basilisco di Roko scrive:
            Re: Anche lei ...
            Il bricking non è forse un danno? E parlo di 17 anni fa, non di ieri.
          • prova123 scrive:
            Re: Anche lei ...
            - Scritto da: Basilisco di Roko
            Il bricking non è forse un danno? E parlo di 17
            anni fa, non di
            ieri.Il briking non ha nulla a vedere con l'argomento. Tra l'altro del briking uno dovrebbe accorgesene :D ed il briking di un dispositivo può avvenire anche durante l'aggiornamento di un qualsiasi dispositivo (ma dipende da come è gestito il boot del sistema ... ne ho scritti di firmware con bootloader di dispositivi di <b
            esazione </b
            (non pippettine) aggiornabili da remoto diciamo a centinaia di chilometri di distanza per il quale il cliente se avesse avuto un brik dovuto all'aggiornamento avrebbe dovuto mandare i suoi tecnici a ripristinare fisicamente il dispositivo e ci avrebbe addebbitato i costi dell'operazione con tutto quello che ne consegue.
          • Basilisco di Roko scrive:
            Re: Anche lei ...
            L'argomento era la possibilità di fare danni da remoto. Il bricking è un danno quindi c'entra con l'argomento.
          • prova123 scrive:
            Re: Anche lei ...
            Il problema epocale non è tanto il danno, quanto il fatto che sono gli altri a disporre totalmente del TUO computer e NON PIU' tu e senza che te ne possa nemmeno accorgere.
          • Basilisco di Roko scrive:
            Re: Anche lei ...
            - Scritto da: prova123
            Il problema epocale non è tanto il danno, quanto
            il fatto che sono gli altri a disporre totalmente
            del TUO computer e NON PIU' tu e senza che te ne
            possa nemmeno
            accorgere.Torno a ripetere che questa è una idiozia completa. Se TU non sei capace di vedere cosa è installato sul tuo computer, è un problema tuo.UEFI non dà magicamente l'acXXXXX ai dati criptati, non permette magicamente di bypassare i firewall, non autorizza magicamente l'esecuzione di codice arbitrario. Se TU carichi sul tuo computer software fatto da aziende di cui non ti fidi, e di cui non hai i sorgenti, nonostante esistano delle alternative, hai poi poco da lamentarti.
          • prova123 scrive:
            Re: Anche lei ...
            Dalla precedente affermazione è evidente che non hai la minima idea di che cosa accada al PC dopo il power on. Questo chiarisce i tuoi sproloqui senza cognizione di causa.
          • prova123 scrive:
            Re: Anche lei ...
            Con quest'ultima affermazione è evidente che non hai la minima idea di come funziona un computer.
          • Basilisco di Roko scrive:
            Re: Anche lei ...
            Avanti, prova ad esporcelo, così ci facciamo 4 risate
          • Basilisco di Roko scrive:
            Re: Anche lei ...
            Visto che non hai risposto, concludo che le tue erano solo trollate, e che non sapevi di cosa parlavi.
          • Utoo scrive:
            Re: Anche lei ...
            - Scritto da: Basilisco di Roko

            E' evidente che non ce la puoi fare, quindi
            te
            la

            spiego:

            quando tu non hai più il controllo del
            sistema
            di

            boot, puoi disabilitare tutto quello che
            vuoi,
            ma

            da remoto ti ripiallano l'intero uefi tutte
            le

            volte che vogliono e senza che tu te ne
            accorga
            e

            soprattutto senza che tu lo possa impedire
            ...

            È evidente che non hai la minima idea di
            cosa stai dicendo. Da remoto, per modificare
            QUALSIASI COSA (può essere il sistema di boot,
            come un semplice cookie), devono accedere alla
            macchina: per accedere occorre una connessione,
            per avere la connessione occorrono i driver della
            scheda di rete, per i driver occorre il sistema
            operativo. Se il sistema operativo non permette
            di andare a modificare il sistema UEFI, da remoto
            non possono fare un bel niente; e se invece lo
            permette, non cambia nulla rispetto a quello che
            si poteva fare anche col BIOS (da remoto si
            poteva inviare una nuova versione del BIOS, ad
            esempio, in grado di fare il boot solo da hard
            disk, e non da unità esterne o cd, e a quel punto
            sarebbe divenuto molto difficile cambiare sistema
            operativo)



            Invece il bios non è modificabile da remoto
            e
            non

            può essere infettato in alcun modo

            Che stai dicendo? È assolutamente possibile
            fare entrambe le cose già da 17
            anni!

            https://it.wikipedia.org/wiki/CIH_(virus)#Metodo_dLascia perdere, troll123 o proprio non capisce o trolla volutamente sapendo di trollare.Io non ci perderei più di tanto tempo, anche se capisco che è difficile restare zitti quando si vede gente che, o per ignoranza o peggio per scelta cosciente, dissemina FUD.
          • La comunita scrive:
            Re: Anche lei ...
            Bravo! Se queste sono le tue argomentazioni non ci sono validi motivi per passare a win10! Tu ed il tuo amico siete solo in grado di dire che prima era uguale. Ma cosa siete commessi di qualche catena dell'elettronica? Con i computer con Win10 versione OEM probabilmente il vostro datore di lavoro non potrà permettersi di pagare due come voi.
          • Basilisco di Roko scrive:
            Re: Anche lei ...
            In primo luogo, io raccomandavo linux, non windows (8, 10, xp o quello che è).In secondo luogo, tu cosa proponi come soluzione? Cercare i computer usati? Mi riferisco a chi deve comprare un computer (perché magari quello che aveva prima era rotto, o perché non ce l'aveva proprio, quindi non puoi dire "tienti quello che hai")
          • Complottolo go scrive:
            Re: Anche lei ...
            ecco l'ennesimo complottofobico ignorante di internet...Complimenti
        • rockroll scrive:
          Re: Anche lei ...
          - Scritto da: prova123
          Prima si chiamava Palladio oggi si chiama UEFI ed
          è una realtà
          ...Si, purtroppo, una realtà forzata da chi ha il suo meschino interesse ad imporla: il mondo è fatto principalmente di pecoroni fidelizzati M$ che corrono dietro a win10 pseudogratuito, che appunto pretende UEFI con tanto di secure boot, chi sa poi perchè.Anzi il perchè noi lo sappiamo benissimo, sono i pecoroni che non lo sanno o non lo vogliono sapere.------------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 09 agosto 2015 23.47-----------------------------------------------------------
Chiudi i commenti