Basta con questo spam pornografico!

Se continueranno a bombardare i giovani con questa immondizia arriverà qualcuno che vorrà chiudere Internet. L'avvertimento e la protesta di un lettore
Se continueranno a bombardare i giovani con questa immondizia arriverà qualcuno che vorrà chiudere Internet. L'avvertimento e la protesta di un lettore


Roma – Gentile redazione di Punto Informatico, leggo da molto tempo il vostro giornale che ritengo senza dubbio il migliore nel settore. Vorrei poter approfittare dello spazio che concedete ai vostri lettori per poter dire la mia su un fatto a dir poco increscioso. Sto parlando dello “spam pornografico”. Non so a voi, ma a me arrivano sempre più spesso lettere inviate da non so chi che mi invitano a cliccare su link pornografici.

Io nutro una sincera avversione per quest’ultima ma non è questo lo scandalo, anche perché ritengo che ognuno debba scegliere per sé quello che ritiene il meglio. Il fatto è che questo pone davvero a rischio il futuro di Internet, perché quello che arriva nella mia casella di posta elettronica non viene letto solo da me. Mi spiego.

Il computer di cui dispongo a casa e che è connesso ad Internet viene utilizzato non solo da me ma anche da mia moglie, anche se di rado, e dai miei figli, più spesso.

Credo di essere un padre responsabile e infatti quando vogliono collegarsi ad Internet mi devono avvertire prima in modo tale che io gli attivi la connessione e possa supervisionare a quello che fanno. Ho già parlato con loro di quello che Internet rappresenta, delle grandi opportunità che offre loro (e che ai miei tempi ci sognavamo) ma anche del fatto che viene utilizzata anche per la pornografia o la promozione della violenza e via dicendo.

Loro sono ragazzi e sono curiosi ma il fatto che io ci dia un occhio tiene a freno certi istinti e gli consente davvero di adottare Internet come mezzo di studio. Il problema, però, è che nella casella di posta elettronica che usiamo noi insieme (mia moglie ne ha invece una a parte) arrivano di continuo lettere con testi pornografici e link da cliccare. Si tratta di testi volgari, osceni direi, così come lo sono i siti ai quali ci si può collegare cliccando, che magari invitano a scaricare programmi per la connessione a pagamento ad altri siti da dove scaricare suonerie e loghi, anch’essi spesso e volentieri pornografici.

Io ho impostato dei filtri ma quella robaccia continua ad arrivare ad intermittenza. Io so che i miei figli reagiranno sempre al meglio e ne parleremo ancora insieme ma mi chiedo se chi fa queste cose si renda conto che in questo modo aizza coloro che vogliono censurare Internet. Dimostrare che non c’è limite alla scorrettezza è infatti un’arma in più nelle mani di chi vuole rendere Internet un luogo pieno di divieti e di limiti.

Grazie per lo spazio che mi avete concesso, spero che tutti si rifletta insieme su questo argomento. Un caro saluto,

Walter Feiretti

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

03 04 2002
Link copiato negli appunti