Beastie Boys, rappresaglia contro il leak

I rapper di New York realizzano una versione "sporca" del loro ultimo disco. Una risposta provocatoria nei confronti di chi ha rubato le tracce per spiattellarle anzitempo in Rete

La premiere del nuovo album era prevista per il 25 aprile presso il Madison Square Gaerden . Ma qualche giorno prima del lancio Hot Sauce Committee Part Two , ultimo lavoro artistico dei Beastie Boys, è stato interamente spifferato in Rete provocando non poco disappunto per i tre rapper newyorchesi. E, invece di additare gli scariconi come pirati o peggio, Mike D, Ad-Rock e MCA hanno pensato bene di prendere per i fondelli i traditori dedicando loro una versione “sporca, lurida e cattiva” dell’album.

Sul blog della band si legge: “Bella gente, sfortunatamente per ragioni che sorpassano il nostro controllo, la versione pulita dell’album The Hot Sauce Committee pt 2 è stata divulgata. Quindi, come ostile reazione di rappresaglia stiamo realizzando un album esplicito ovvero un’edizione sporca, lurida e cattiva disponibile in streaming sul nostro sito. Speriamo che questo porti tanta allegria, affetto e armonia”.

Il sito non offre spiegazioni aggiuntive sulla faccenda. Non è escluso che l'”ostile rappresaglia” sia una mossa di marketing provocatoria in perfetto stile Beastie Boys.

Come conseguenza del sabotaggio, la band è stata costretta a pubblicare in anticipo Make Some Noise come primo singolo estratto dall’album. “Questo non faceva davvero parte del piano”, ha dichiarato Mike D. Un altro singolo già lanciato è stata la versione rivisitata dell’hit Fight for Your Right , intitolata Fight for Your Right – Revisited al cui video della durata di trenta minuti hanno preso parte alcune star tra cui Seth Rogen, Jack Black, Danny McBride, Elijah Wood, Will Ferrell e Susan Sarandon.

L’intero album uscirà sul mercato discografico il 3 maggio.

Cristina Sciannamblo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti