Big Brother Award, le nomination

I premi in negativo destinati a coloro che attentano alla privacy verranno assegnati nell'ambito del convegno e-privacy 2009. Ma c'è già un antieroe: Facebook
I premi in negativo destinati a coloro che attentano alla privacy verranno assegnati nell'ambito del convegno e-privacy 2009. Ma c'è già un antieroe: Facebook

Hanno messo sul piatto della bilancia l’esigenza di sicurezza e le logiche del business, le hanno soppesate confrontandole il diritto alla privacy, hanno nominato aziende e personalità che nel 2008 hanno attentato al diritto ai cittadini di non vivere sotto una lente. Sono sfociati nelle nomination del Big Brother Award 2009 , il premio in negativo assegnato per attribuire responsabilità e muovere coscienze.

I lavori si sono conclusi, i candidati sono stati delineati, coloro che i votanti considerano minacce per la privacy sono stati individuati: sabato 23 maggio, presso e-privacy 2009 , il convegno in programma a Firenze, i premi verranno assegnati. Prima della cerimonia di conferimento ufficiale, il 21 maggio alle ore 11:30 presso la Sala Stampa della Camera dei Deputati (Sala del Mappamondo, ingresso da Via della Missione 4) verrà rivelata un’anticipazione dei vincitori.

Il premio, assegnato nel 2008 in 8 nazioni da Privacy International e per l’Italia dai responsabili del Progetto Winston Smith , mira ad individuare e a scuotere gli attentatori della privacy e a riconoscere i meriti degli eroi della riservatezza. Sarà consegnato a rappresentanti di stato e mercato nominati dai cittadini e votati dalla giuria, o al rappresentante del lato oscuro della tecnologia, Darth Vader , raccoglitore di premi non ritirati e mediatore che li metterà in vendita su eBay.

Per ora la giuria ha sfrondato fra le nomination pervenute dai cittadini della rete basandosi sulla validità delle motivazioni e ha individuato tre candidati per ciascuna delle categorie in gara.

Per la categoria “Peggior azienda privata” i finalisti sono:
– Facebook
– Mediaset
– Telecom

Per la categoria “Peggior ente pubblico” i finalisti sono:
– Sandro Bondi – Ministro dei Beni Culturali
– Comitato Tecnico contro la pirateria digitale
– Ministero dell’Interno

Per la categoria “Bocca a stivale” i finalisti sono:
– Gabriella Carlucci – Deputato della Repubblica Italiana
– Beppe Grillo – Comico
– Telecom Italia

Per la categoria “Minaccia da una vita” i finalisti sono:
– Gabriella Carlucci – Deputato della Repubblica Italiana
– Emilio Fede – Giornalista
– Nicolas Sarkozy – Primo Ministro Francese

Per la categoria “Tecnologia più invasiva” i finalisti sono:
– Argos
– Facebook
– Google

Il premio “positivo” di “Eroe della Privacy” vede fra i nominati:
– Autistici/Inventati
– Electronic Frontier Foundation
– Punto Informatico

Uno dei premi è però già stato assegnato: si tratta del riconoscimento “Lamento del Popolo”, attribuito senza la mediazione della giuria. Il vincitore è già noto: si tratta di Facebook, criticato le discusse pratiche di accumulazione di dati dei cittadini della rete che lo popolano.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

03 05 2009
Link copiato negli appunti