BlackBerry, tempo di shopping e partnership

Research In Motion compra una dot.com specializzata in software di sicurezza ed estende il supporto ad Android e iPhone. Nel mentre si accorda con Microsoft per l'integrazione di Bing. E lancia due nuovi terminali con un nuovo OS

Roma – Per la canadese Research In Motion è tempo di acquisizioni e partnership, novità importanti e constatazioni dei cambiamenti di mercato: anche nel settore enterprise, sin qui appannaggio dei suoi terminali BlackBerry.

Il primo fatto importante che coinvolge RIM in questi giorni è l’ annunciata acquisizione di Ubitexx , società specializzata nello sviluppo di software di sicurezza e management distribuito per i dispositivi mobile. Con la tecnologia di Ubitexx RIM potrà estendere anche ad iPhone e Android il supporto di BlackBerry Enterprise Server , middleware di gestione remota e collaborazione sin qui esclusiva della piattaforma BlackBerry.

La mossa rappresenta la presa di coscienza , da parte di RIM, di un mercato molto diverso rispetto al passato anche per quanto riguarda il business e il mercato aziendale: un mercato in cui la popolarità di terminali Android e iOS è in crescita e dove cresce l’esigenza di poter gestire piattaforme eterogenee fra loro da una stessa interfaccia web-based remota.

RIM pensa ad aprirsi alle mutate condizioni di mercato e lo fa anche attraverso la stipula di una partnership importante con Microsoft: Steve Ballmer annuncia l’accordo e parla dell’integrazione delle mappe e le ricerche del motore web Bing con BlackBerry a livello di sistema operativo, preannunciando inoltre ulteriori “investimenti” importanti nei servizi BlackBerry da parte di Microsoft.

Per quanto riguarda le novità in serbo per i terminali RIM propriamente detti, la società ha contemporaneamente tolto i veli a due nuovi terminali BlackBerry e al corrispondente sistema operativo, BlackBerry 7 OS.

BlackBerry Bold 9900 e 9930 sono due smartphone che non sembrano avere nulla da invidiare alla concorrenza di terminali iPhone, Android e Windows Phone 7, potendo contare su processori da 1,2GHz di frequenza, 8GB di memoria on-board, supporto per il video HD (720p), il WiFi dual-band, le comunicazioni Near-Field (NFC), il supporto per le reti 4G (HSPA+) e altro ancora.

Le principali novità di BlackBerry 7 OS includono invece un browser evoluto con un migliore supporto ad HTML5, la possibilità di tenere separati i dati personali e quelli aziendali e “app” di produttività integrate. L’ultimo sistema operativo di RIM taglia infine definitivamente i ponti con il passato: BlackBerry 7 OS non verrà reso disponibile come “aggiornamento” ai terminali sin qui in commercio.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti