Blocco Instagram in Russia: è boom di VPN

Blocco Instagram in Russia: è boom di VPN

Il nlocco di Instagram in Russia non ferma l'utenza ed è impennata di sottoscrizioni alle VPN: anche a noi può venire utile questo servizio?
Il nlocco di Instagram in Russia non ferma l'utenza ed è impennata di sottoscrizioni alle VPN: anche a noi può venire utile questo servizio?

Mai come nell’attuale conflitto tra Russia e Ucraina, aspetti come censura e propaganda sono ben visibili a tutti.

Un campo di battaglia vero e proprio, dove non si risparmiano colpi bassi, alcuni dei quali piuttosto eclatanti. Uno dei più clamorosi, ha visto Instagram non più accessibile sul territorio russo.

Così come Facebook e Twitter, la nota piattaforma social e finita nel mirino del governo Russo, più nello specifico nell’organo responsabile delle telecomunicazioni, ovvero il Roskomnadzor. Stando al Cremlino, Instagram è accusato di diffondere messaggi violenti  contro i russi.

La censura è arrivata dopo un’iniziativa da parte di Meta, la società che detiene sia le suddette piattaforme, che ha allentato la censura sui post anti-russi, anche quelli più violenti.

In questo botta e risposta finiscono anche i comuni utenti e, di fatto, per i russi oggi Instagram è di fatto off-limits. Non però per chi possiede una Virtual Private Network e che dunque può liberamente accedere alla piattaforma.

Boom di VPN in Russia: perché questo servizio può essere utile anche in occidente?

Anche sotto il punto di vista di un occidentale, l’adozione di una VPN ad alte performance è una scelta più che azzeccata.

Non va infatti dimenticato che censura e contenuti non accessibili in determinate parti del mondo sono all’ordine del giorno. Con una VPN dunque, è possibile ottenere un IP diverso dal proprio, simulando una nazionalità diversa dalla propria.

Ciò, abbinato ad alcune tecnologie che permettono di proteggere le attività online, rende questi servizi molto popolari.

Tra i tanti, possiamo senza ombra di dubbio segnalare NordVPN, uno dei nomi più conosciuti del settore. Questo strumento infatti permette di proteggere il possessore dell’account da tracker, malware e annunci pubblicitari molesti.

Allo stesso tempo è possibile utilizzare un singolo account con ben 6 diversi dispositivi, spaziando dal computer ai dispositivi mobile (inclusi smartphone Android e iPhone).

A rendere il servizio ancora più interessante vi sono alcuni interessanti sconti. Con il piano biennale, per esempio, è possibile ottenere la riduzione del prezzo del 66%. Di fatto, NordVPN costa appena 3,49 euro al mese.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 15 mar 2022
Link copiato negli appunti