Bluetooth ora è un hard disk tascabile

Lo presenta Toshiba, che punta su un dischino esterno dotato di file server e capace di connettersi a tutto via Bluetooth

Tokyo (Giappone) – Si prenda un hard disk esterno, vi si aggiunga un’interfaccia di comunicazione wireless e un file server integrato, e infine lo si immagini di dimensioni tali da poter stare dentro la tasca di una camicia. Quello che si è appena descritto è il Bluetooth Pocket Server (BPS) di Toshiba, il prototipo di una nuova generazione di memorie di massa portatili basate sulla tecnologia Bluetooth.

Il BPS si avvale di un hard disk da 1,8 pollici e 5 GB di capacità ed è in grado di archiviare fino a 37 ore di video in formato MPEG-4 o fino a 1.000 file musicali compressi. L’unità di memorizzazione di Toshiba può essere utilizzata per trasferire file via wireless fra una vasta gamma di dispositivi e computer che supportino Bluetooth, inclusi PC, set-top box, telefoni cellulari, PDA e videocamere digitali.

La cosa più interessante del BPS è che in esso vi si trova integrato una sorta di mini file server che, attraverso i protocolli FTP o HTTP, è in grado di servire il download o l’upload di file da o verso più dispositivi in contemporanea.

Toshiba ha poi spiegato che il dispositivo può essere utilizzato anche in assenza di un PC, ad esempio per inviare delle presentazioni ad una stampante o ad un proiettore che supportino la connessione Bluetooth. Nel caso sia poi necessario trasferire grossi volumi di dati, il BPS offre anche una porta USB.

L’autonomia dell’aggeggino di Toshiba è di circa 6 ore d’uso e 150 ore di stand-by.

Il colosso giapponese conta di commercializzare questo prodotto durante la prima metà dell’anno ad un prezzo di 50.000 yen (circa 430 euro). Toshiba sostiene che sul fattore prezzo incide soprattutto l’adozione di un hard disk da 1,8 pollici, tecnologia solitamente utilizzata sui notebook ultra-sottili di fascia alta.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Gusti sono gusti
    Comprare un CD musicale originale è ovviamente obbligatorio, secondo il senso morale di ciascuno.Un musicista compie un lavoro, e se lo apprezzi lo compri. Ciò che pretendo però è di ascoltarlo prima se mi piace. Nel caso del CD degli Oasis, io lo comprerò perchè a me piacciono, piacevano agli esordi e piacciono tuttora, come prima anche se con qualche nostalgia. Faccio parte però di quei centinaia di fans che hanno scaricato le versioni piratate su programmi di condivisione. Questo non vuol dire che non comprerò il CD originale, anche se caro, le ho scaricate per curiosità, pensate me le sono pure messe in CD con tanto di CD TEXT sembra quasi originale se non fosse per gli MP3 a 80kbps.Ragazzi, dipende dai gusti musicali, se ami gli Oasis e dalle loro canzoni sogni e ti emozioni, dei semplici MP3 sulla rete non ti invogliano a non comprare il CD quando uscirà, ma gli scarichi per ascoltare le loro canzoni che usciranno solo a Luglio. Una sorla di lunga attesa saziata.
  • Anonimo scrive:
    Diversi punti
    Allora, invece di fare un sacco di reply diversi in diversi thread faccio un post tutto mio:1) la faccenda degli album che si trovano su internet non riguarda solo due o tre casi. praticamente ogni nuova uscita si trova su internet prima dell'uscita ufficiale.2) la case discografiche mandano in giro i cosiddetti "promo" o "advance copy". li passano alle riviste, alle webzine, alle radio, anche parecchi mesi prima dell'uscita, in modo che possano essere ascoltati e al momento giusto pubblicizzati, recensiti o altro. E' da li che partono gli mp3. Tra l'altro proprio per evitare questa diffusione non autorizzata, molte major mandano in giro dei semplici "sampler", cioè copie incomplete dei CD, con la canzoni che sfumano dopo un paio di minuti, oppure con un messaggio sovrainciso.3) la Sony si trova in una posizione particolare, e nessuno fin d'ora lo ha fatto notare: produce una serie di player portatili chiamati Network Walkman, che come tutti, si collegano al pc per ascoltare poi la musica. Allo stesso tempo pubblica il cd di Celine Dion protetto, quindi inutilizzabile su un computer. Eppure magari qualcuno ha comprato sia il player che il cd. Che dite, questo qualcuno ha il diritto di incazzarsi un po?Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Diversi punti
      Si ma solo con la soni che, tra l'altro, tiene la casa discografica ancora aperta perché è una buona forma di pubblicità per gli altri prodotti... se no se dovessero tenerla aperta per i profitti sarebbe chiusa da 10 anni...(In Italia poi stanno raccogliendo tutti i vecchi bolliti della canzone... ti dice nulla?)...
      • Anonimo scrive:
        Re: Diversi punti
        mah.... proprio fallire la columbia-sony records... non direi proprio.... cazo c'ha metà degli artisti che vendono di più... vacci piano con ste affermazioni
  • Anonimo scrive:
    Case discografiche=doppiogiochisti
    Chi voleta che metta in rete le eventuali varie versioni di CD che non sono ancora usciti... io???Evidentemente sono le stesse case discografiche o come diceva qualcuno i giornalisti... il che equivale ancora alle case discografiche, che sanno come va a finire e gli fa comodo! Si fanno pubblicità gratis risparmiando sulla vera promozione tramite media tradizionali e vendono i CD cari, con la scusa che la promozione costa!!!Stessa storia dei masterizzatori! La sony li produce e non vuole che si utilizzino per copiare.Vogliono mettere il balzello sui CD vergini, presupponendo (e sbagliando) che tutti i CD vengano utilizzati per copiare musica, ma allora se li danneggia cosi tanto e i CD vengono comprati solo per registrare musica perchè non smettono di produrre masterizzatori... PERCHE'!!! PERCHE' tutto quello che raccontano sono fregnacce e lo sanno meglio di noi! Ci guadagnano con i masterizzatori, con gli mp3 player, con la vendita dei CD originali, con la vendita delle memory stick e con tutto il resto da loro prodotto, in definitiva loro guadagnano sempre pirateria o no! Quindi che caxxo rompete i coglioni a fare!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Case discografiche=doppiogiochisti
      giusto!sono pienamente d'accordo..anzi....non comprate piu cd audio originali!! oppure riducete coem ho fatto io e tantissimi miei amici.mi sono rotto i coglioni di pagare la benzina del ferrarino dei figli degli amministratori di case discografiche.se riduciamo tutto il ns consumo di cd li costringeremo a ridurre i prezzi a questi stronzi.e poi l'iva dovrebbe essere al 9% come per i libri (che sono considerati cultura...la musica no)
      • Anonimo scrive:
        Re: Case discografiche=doppiogiochisti
        Guarda che l'Iva sui libri è al 4% e il presiidente dell'associazione editori ha chiesto che venga ridotta al 2% (sui cd è al 20%!!!!!!!).E qui una cosa buffa: sai come si chiama? Luca Cordero di Motezemolo... ai cui figli è effettivamente molto probabile tu paghi la benza... FIGHT THE REAL ENEMY...- Scritto da: the king
        giusto!
        sono pienamente d'accordo..

        anzi....non comprate piu cd audio
        originali!! oppure riducete coem ho fatto io
        e tantissimi miei amici.

        mi sono rotto i coglioni di pagare la
        benzina del ferrarino dei figli degli
        amministratori di case discografiche.

        se riduciamo tutto il ns consumo di cd li
        costringeremo a ridurre i prezzi a questi
        stronzi.

        e poi l'iva dovrebbe essere al 9% come per i
        libri (che sono considerati cultura...la
        musica no)
  • Anonimo scrive:
    non sono le majors.....
    non sono le majors che li distribuiscono in rete, anche se a loro sta bene, i cd arrivano tramite altri canali... quando arrivano molto prima, li portano fuori gente dagli studi, e allora potrebbero essere versioni non completamente masterizzate, se no come nella maggior parte dei casi, sono i giornalisti musicali.sapete quanti cd promozionali girano un pò prima che il disco esca in vendita?non è difficile con audiocatalyst metterlo in mp3 e sui vari kazaa.non a caso troverete sempre più di una versione dei dischi come a testimoniare che le fonti sono multiple.cheers
  • Anonimo scrive:
    ormai succede sempre
    beh, e che vi meravigliate?c'è qualcosa di strano? ormai tutto arriva prima con internet... gli album? quale album non è reperibile in rete prima della sua uscita... moby, lo si trova già, il caso radiohead credo fu esemplare quando ogni cane aveva le loro canzoni, e all'arena al concerto per presentare il nuovo album (non ancora uscito in negozio) tutto il pubblico le cantava e il povero tom dovette resistere parecchio per non ridere di fronte a quallo che stava succedendo...e i film? io mi guardo i film in contemporanea USA, (vabbeh, una sett. dopo l'uscita in sala USA, ma ben 6 mesi prima dell'italia), mi guardo futurama e south park il giorno dopo che la fox e la comedy central le hanno passate e ben 3 anni prima che in italia.Volete il mercato globale?, io mi tengo il globale e al mercato non do una lira che è mezza, tanto vedo che non falliscono lo stesso nonostante le mie speranze.KEEP ON THE HACKING
  • Anonimo scrive:
    Non si fa pubblicità....
    ... a qualcosa che si regala.E se c'è in rete è regalato e gratis per tutti quelli che se lo vogliono prendere...E poi pubblità a che che non si vendono più dischi?Ve ne accogerete quando le case falliranno (tra poco) e nessuno produrrà più musica... tutti a ascoltare il karaoke di Costano della de filippi e via CANtando...
    • Anonimo scrive:
      Re: Non si fa pubblicità....
      Si, ma perchè non portate 'sto benedetto prezzo dei cd a 8 o 9 euro? Non aumenterebbero le vendite?Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Non si fa pubblicità....
      ALEEEEEEOHHOHH!!ALLLLEEEEEOHHOHH!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Non si fa pubblicità....
      Nessuno fallirà, purtroppo. Continua ad operare perfino Enron, che la "cenciata" la presa grossina bao!Alla peggio (io credo che anche con il download dalla rete le case discografiche continueranno a vendere cd per molto, molto tempo), ci saranno dei ridimensionamenti, quali meno introiti per le major, royalties terrene per i cantanti ecc.Ciao.- Scritto da: Disk O'Grafico
      ... a qualcosa che si regala.
      E se c'è in rete è regalato e gratis per
      tutti quelli che se lo vogliono prendere...
      E poi pubblità a che che non si vendono più
      dischi?
      Ve ne accogerete quando le case falliranno
      (tra poco) e nessuno produrrà più musica...
      tutti a ascoltare il karaoke di Costano
      della de filippi e via CANtando...
  • Anonimo scrive:
    oggi compio gli anni!!!!!
    spero che siate tuti felici :o) ciaooooooby ziopippo :þ
  • Anonimo scrive:
    Ascoltate ste porcate? Subite!!!
    Vi piacciono le porcherie di questi buffoni che si ingrassano vendendo cd patetici a 40 mila lire? Subite.
  • Anonimo scrive:
    Rettifica
    Volevo solo informarvi che non è solo il cd degli oasis ad essere in rete in anticipo, ma ho trovato diversi cd (korn -in uscita l'11 giugno!) j-lo (ormai già uscito) weezer sting wyclef jean e tantissimi altri. ma non credo che ci arrivino da soli in rete, come non credo alla sorpresa delle major.Tutto fa pubblicità......un salutoalecs
  • Anonimo scrive:
    Majors ridicole
    Peggio per loro, se continuano cosi'
  • Anonimo scrive:
    publicità: fatta pure male
    solo loro (artista e sony) possono aver messo i pezzi sul web, non c'e scusa che tenga!poi sono già un paio di anni che girano tutti gli album in rete prima della della loro uscita "ufficiale" per fare pubquindi che raccontino meno c... e che vadano a lavorare!(leggi suonare in publico) al posto di stressare al P2P che gli fa guadagnare parecchio senza fare nulla.
  • Anonimo scrive:
    Un'anno fa successe la stessa cosa
    Un'anno fa' la stessa cosa successe con l'album di Bjork Vespertinema lì nn ci fu nessuna polemica
    • Anonimo scrive:
      Re: Un'anno fa successe la stessa cosa
      - Scritto da: sjon
      Un'anno fa' la stessa cosa successe con
      l'album di Bjork Vespertine
      ma lì nn ci fu nessuna polemicaBjork non e' Sony vero?
  • Anonimo scrive:
    Fanno proprio bene
    a prescindere che adoro gli oasis e che l'album me lo comprerò (dato che gli album oasis è l'unico che voglio originale) secondo voi è meglio averli gratis ( o con poca spesa anche da un marocchino) o spendere 40.000 per un cd considerando che ogni singola persona non ama solo un gruppo musicale??? che vo a rubare io? non siamo mica pieni di soldiBonaaaaaaaaaa
    • Anonimo scrive:
      Re: Fanno proprio bene
      Anch'io penso che comprero' il disco alla fine......pero' ai tempi "The Masterplan" lo scaricai tutto, e che cavolo pagare un disco di b-sides 40.000 non mi andava (anche se contiene alcuni pezzi storici) ;-)Cheers
  • Anonimo scrive:
    non sono solo 5 i brani...
    a dir la verità io ho visto downloadabile il cd intero!
    • Anonimo scrive:
      Re: non sono solo 5 i brani...
      esatto, i brani non sono 5, ma c'e' tutto il nuovo CD.E poi la qualita' non e' scadente, tutt'altro!
      • Anonimo scrive:
        Re: non sono solo 5 i brani...
        è proprio vero, io ho tutto il CD e con bitrate a 160, di qualità veramente buona ...... sarà ma a me sembra proprio il cd che vedremo commercializzato ....
  • Anonimo scrive:
    hanno fatto così almeno altri 23
    dubito sul fatto che non siano loro stessi a mettere fuori quella roba per fare promozione.la roba dei Dream Theater era già fuori 20 giorni prima e lo stesso per quello di Alanis Morissette.Mi pare anche Lenny Kravitz ... eppure tutti hanno venduto parecchio, anche grazie al fatto che c'è stata promozione.Io trovo che funzioni.
    • Anonimo scrive:
      Re: hanno fatto così almeno altri 23
      A mio avviso, quando si tratta di cose di questo tipo, l'incazzatura del discografico di turno non è altro che una facciata.Che il file sharing faccia bene agli album in uscita (specie quando si tratta di versioni dei brani in qualche modo ridotte) è risaputo.
  • Anonimo scrive:
    ma chi si scarica quella roba...
    all'inizio era decente poi pero...che palle...
    • Anonimo scrive:
      Re: ma chi si scarica quella roba...
      Tu non capissci proprio una mazza: gli Oasis sono dei grandi, dei miti, e nessuno e niente potrà fermarli nella loro strada verso l'infinito!
      • Anonimo scrive:
        Re: ma chi si scarica quella roba...

        e nessuno e
        niente potrà fermarli nella loro strada
        verso l'infinito!nemmeno a te ti fermano...sembra...;-)
      • Anonimo scrive:
        Re: ma chi si scarica quella roba...
        - Scritto da: oasisdipendente
        nessuno e niente potrà fermarli nella loro
        strada verso l'infinito!...diciamo che hanno FINITO. Ma li fanno suonare (vabbè suonare...) ancora???
      • Anonimo scrive:
        Re: ma chi si scarica quella roba...
        ma che cazzo dici?gli OASIS sono un disastro...sono alla frutta amico..il fratellino non fa altro che organizzare risse per i locali....tra un bicchiere di vodka e l'altro che TU insieme ad altri idioti GLI pagate.(comprando i loro schifosi cd originali)the king
Chiudi i commenti