BMW, prototipi elettrici in mostra

La casa automobilistica presenta i primi due modelli di auto elettrica appartenenti al nuovo brand "i". Il primo è un veicolo completamente elettrico, mentre il secondo è un'ibrida sportiva
La casa automobilistica presenta i primi due modelli di auto elettrica appartenenti al nuovo brand "i". Il primo è un veicolo completamente elettrico, mentre il secondo è un'ibrida sportiva

A pochi mesi dall’ annuncio del nuovo marchio “i” per le sue auto elettriche, BMW presenta ora i primi due modelli appartenenti al brand ecosostenibile ideato dal gruppo tedesco: i3 e i8 verranno lanciati, rispettivamente, nel 2013 e nel 2014, con caratteristiche e clientela di riferimento molti diverse tra loro.

BMW i3 sarà la prima automobile teutonica ad alimentazione elettrica, e anche la più ambiziosa in termini di ecosostenibilità visto che non è prevista altra fonte di energia oltre alla batteria presente a bordo. I3 sarà a trazione posteriore, avrà una potenza di 170 cavalli, potrà raggiungere i 100 km/h circa in 8 secondi e sarà dotata di un’autonomia di 150 chilometri.

La batteria di i3 potrà raggiungere l’80% della carica in una sola ora, dice BMW, mentre per una carica completa occorrerà attendere 6 ore. I materiali costruttivi saranno principalmente alluminio e fibra di carbonio, mistura grazie alla quale l’automobile peserà poco più di una tonnellata.

Nel 2014, dalla quatto-posti i3 si passerà alla berlina sportiva i8 – un’automobile ibrida con motore a tre cilindri, 220 cavalli e doppia trazione. Le ruote posteriori alimentano la trazione posteriore mentre la batteria elettrica si occupa di quella anteriore, e usando entrambe contemporaneamente i8 è in grado di raggiungere i 100 chilometri orari in meno di 5 secondi .

Per quanto riguarda l’autonomia, i8 può viaggiare per 32 chilometri solo con l’alimentazione elettrica prima che il motore a benzina entri in gioco. BMW descrive i8 come “un’auto sportiva per una nuova generazione – pura, emozionale e sostenibile”.

E se si fosse a corto di stazioni di ricarica per la batteria elettrica a bordo, una nuova tecnologia della società britannica HaloIPT promette ricariche “wireless” tramite induzione . A partire dal 2015 sulle auto da corsa, e augurabilmente anche su quelle disponibili al pubblico.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

04 08 2011
Link copiato negli appunti