Borders si appassiona al fai da te

Servizi di auto-pubblicazione anche per il contendente più piccolo nel campo dell'editoria digitale. Che a differenza degli altri si vuole far pagare in anticipo e si rivolge ai blogger

Roma – Dopo i programmi DTP e Kindle Singles di Amazon e la piattaforma Pubit! di Barnes&Noble, anche Borders inaugura la sua piattaforma di pubblicazione indipendente: Get Published .

Digitale vuol dire anche trasformare l’editoria in un business multi-servizio: tra le opzioni, la possibilità di estendere i rispettivi cataloghi editoriali, non avendo costi da sostenere nella produzione, con l’ auto-pubblicazione di autori che altrimenti non riuscirebbero a passare la selezione dei canali ufficiali . L’altro lato della medaglia è, naturalmente, contribuire a diluire il concetto di libro , superando il controllo finora affidato agli editori: se non tutti meritano effettivamente una chance, tuttavia, è pur vero che sono anni che gli editori stessi non hanno disdegnato di attingere a piene mani dal mondo dei blogger, che sono diventati una lettura quotidiana di milioni di netizen e che rappresentano uno dei modi in cui la lettura può cambiare con le nuove tecnologie, affiancando nuove forme a quelle consolidate (stesso concetto alla base di Kindle Singles di Amazon).

Sviluppato e gestito da BookBrewer , sito con un servizio paragonabile per trasformare appunti o testi di blog in ebook da distribuire poi ad altre piattaforme, Get Published esordirà il 25 ottobre e, per l’appunto, si indirizzerà in maniera particolare ai blogger . “Da blog a ebook in 10 minuti”, questa la promessa: potranno usufruire, è questa forse la novità più interessante, (in modo paragonabile a quanto offerto dal programma ancora in fase di test di Amazon Blog for Kindle ) della possibilità di integrare le loro pubblicazioni in un feed RSS in modo da offrire sempre un contenuto aggiornato all’ultimo intervento effettuato.

Per utilizzare il servizio, per il momento disponibile solo per il mercato statunitense, basta copia-incollare i propri contenuti (per esempio, appunto, i post di un blog) sull’interfaccia messa a disposizione da BookBrewer e che offre vari strumenti di editing (per separare i contenuti in capitoli, per esempio, e trasformarli in ePub).

A pesare sul servizio messo a disposizione da Borders, tuttavia, il fatto che a differenza dei concorrenti diretti Amazon e Barnes&Noble il servizio non è affatto gratuito: ha un costo a partire da 89,99 dollari e prevede una commissione (per il momento non precisata) sulla vendita di ogni copia. D’altra parte, rispetto ai concorrenti, l’opera prodotta viene distribuita più capillarmente (non è limitata alla piattaforma di Borders, ma viene messa a disposizione anche dei concorrenti), con un prezzo lasciato alla libertà dell’autore, con il consiglio di rimanere nella fascia compresa tra i 2,99 e i 9,99 dollari.

Un prezzo del genere punta ad approfittare del boom degli ebook, il cui mercato, secondo gli ultimi dati dell’ Associazione degli editori statunitensi , sembra essere cresciuto nell’ultimo anno negli Stati Uniti del 193 per cento , facendo rappresentare al settore il 9 per cento di tutte le vendite editoriali e rappresentando finora nel 2010 già 263 milioni di dollari e contrapponendosi al calo registrato rispetto al mese precedente dal resto del settore.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • hobie scrive:
    VULGUS VULT DECIPIT ERGO DECIPIATUR
    ottimo articolo. piccola precisazione: credo che non sia un caso questa situazione. anche se i soldi ci fossero il regime cercherebbe in tutti i modi di XXXXre le gambe al web. sennò la gggente potrebbe cominciare a pensare, che orrore.... e al popolino va bene così, pensare e' faticoso.
  • args scrive:
    3Monti
    tremonti!!ah ah aahahahahahahahahahahahha..
  • SCF IS EVIL scrive:
    Peccato
    Questa delle frequenze, poteva essere l'occasione buona per mostrare ancora una volta la loro coerenza non mantenendo la promessa di regalarle, quindi darle in licenza.
  • La MEDIASET scrive:
    Articolo comunista
    Articolo comunista. Adesso lo censuriamo senza pietà.... eh eh eh... ah ah ah... AH AH AH... AHAHAHAHAHAHAHHAH!!! :@Parola di MEDIASET
  • Anonimo scrive:
    Sciopero radiotelevisivo
    Impossibile (ed illegale) staccare le antenne a Berlusconi.Ma è possibile staccare le nostre antenne.Dovremmo osservare un paio di mesi di astinenza TV totale.Ma quanti sono disposti a farlo?Ed allora le cose resteranno esattamente come (o al limite peggio) adesso.
    • paolo scrive:
      Re: Sciopero radiotelevisivo
      ma che scherzi? stasera c'è il grande burdellun, non li vuoi un 15 mln di teledipendenti ?
      • formichiere scrive:
        Re: Sciopero radiotelevisivo
        pero' ammetto che e' strano vivere senza tv.con la mia ragazza abbiamo deciso di non prendere il decoder per il digitale terrestre, e le abitudini faticano un po' a mutare.. quando di sera, stanco dopo una giornata di lavoro non vedi l'ora di buttarti sul divano e spegnere il cervello davanti alla tv, fa strano non avere nessun telecomando da cercare :)
        • 01234 scrive:
          Re: Sciopero radiotelevisivo
          ho smesso di vedere la tv anni fa, non reggo neppure più i tg...rarissimamente mentre mangio riesco a vedere qualche programma di informazione (speriamo) tipo ballarò, annozero, report con una schedina tv usb da 20 dai cinesi :-Pma le mie sere, tra libri, film deliziosamente scaricati, amici etc passano serenamente senza tv. E sto molto meglio.E se avessi una compagna/convivente ne sentirei ANCORA MENO la mancanza :-P
        • desyrio scrive:
          Re: Sciopero radiotelevisivo
          - Scritto da: formichiere
          pero' ammetto che e' strano vivere senza tv.
          con la mia ragazza abbiamo deciso di non prendere
          il decoder per il digitale terrestre, e le
          abitudini faticano un po' a mutare.. quando di
          sera, stanco dopo una giornata di lavoro non vedi
          l'ora di buttarti sul divano e spegnere il
          cervello davanti alla tv, fa strano non avere
          nessun telecomando da cercare
          :)Beh c'è sempre Internet ;) Non richiede molta più fatica che guardare la TV, e in compenso la scelta è molto più vasta
    • Picchiatell o scrive:
      Re: Sciopero radiotelevisivo
      - Scritto da: Anonimo
      Impossibile (ed illegale) staccare le antenne a
      Berlusconi.
      Ma è possibile staccare le nostre antenne.
      Dovremmo osservare un paio di mesi di astinenza
      TV
      totale.
      Ma quanti sono disposti a farlo?
      Ed allora le cose resteranno esattamente come (o
      al limite peggio)
      adesso.c'e una grande reltà del paese che oramai non vede piu' la tv commerciale, certo che se ci fermiamo all'"autocertificazione" dell'auditel allora....
    • filce scrive:
      Re: Sciopero radiotelevisivo
      Dal 2001 sono senza tv, precisamente da quando tornai a vivere da solo. Non posso eliminare la presa dal muro (sono in affitto) ma guardo ogni tanto con soddisfazione l'ossido che ci si è formato. 9 anni e non mi manca affatto. Alla sera, nella stessa mezz'ora nella quale sentirei un solo tg, ho già girato almeno 5 notiziari diversi, comparato le notizie, rinfrescata la memoria storica su alcuni argomenti citati e approfittato per colmare vuoti di conoscenza. E poi... il resto della serata è libera! Certo, se ripenso a quando avevo una famiglia, una soluzione così sarebbe stata improponibile, ma anche allora la guardavano gli altri. Programmavo il videoregistratore a inizio settimana e mi guardavo trasmissioni e film con comodo al Sabato, senza pubblicità, soprattutto quando IO li volevo vedere. Dunque senza tv si vive benissimo, anche se altri la guardano è possibile restare indipendenti. Ma bisogna esserlo dentro, anche se stanchi morti da una giornata di lavoro, e io lo so bene dato che devo arrangiarmi in tutto!bye.
    • guast scrive:
      Re: Sciopero radiotelevisivo
      Basterebbe iniziare col non fare l'abbonamento ai canali a pagamento di Mediaset
  • attonito scrive:
    Ricordiamocelo alle elezioni
    Al posto di borbottare come teiere, ricordiamocelo quando avremo in mano la scheda elettorale.
    • Davide scrive:
      Re: Ricordiamocelo alle elezioni
      Nibbu sacribonzi marfiano tel saporpene coplungero maido!
    • Davide scrive:
      Re: Ricordiamocelo alle elezioni
      censur de merd!! :D
    • paolo scrive:
      Re: Ricordiamocelo alle elezioni
      ...tanto non è che dall'altra parte ci sia tutta st'innovazione...manco cò Grillo che mò ritora a fare i soldoni con il tour...promosso da quella frangia che si chiam sinistra.fiero di essere una teiera al momento del voto.
      • Sgabbio scrive:
        Re: Ricordiamocelo alle elezioni
        qualunquismo portami via...
        • paolo scrive:
          Re: Ricordiamocelo alle elezioni
          il qualunquismo esiste dove c'è ancora chi crede che con chi ci governa o sta all'opposizione oggi c'è un futuro...
      • attonito scrive:
        Re: Ricordiamocelo alle elezioni
        - Scritto da: paolo
        ...tanto non è che dall'altra parte ci sia tutta
        st'innovazione...manco cò Grillo che mò ritora a
        fare i soldoni con il tour...promosso da quella
        frangia che si chiam sinistra.visto che facciamo a luoghi comuni
        - i negri hanno il ritmo nel sangue- non ci sono piu' le mezze stagiuoni- i giovani non hanno piu' rispetto per gli anziani- i giovani non vogliono fare sacrifici- si stava meglio quando ci stava peggioe siamo 5 a 1, tie!

        fiero di essere una teiera al momento del voto.qui ho meditato ma la risposta piu' onesta che mie' venuta e': "Bel XXXXX!"
        • paolo scrive:
          Re: Ricordiamocelo alle elezioni
          peccato che non è un luogo comune, allo stato delle cose odierne, ma una realtà di fatto e ce ne rendiamo conto ogni giorno che passa.Al posto di darmi del XXXXX io guarderei in faccia chi sto andando a votare prima di farlo, vedrai che ci saranno delle similitudini
      • reign in grappa scrive:
        Re: Ricordiamocelo alle elezioni
        porti una critica oggettiva, e cioè grillo va a parlare in un teatro e si fa pagare per questo (in realtà non vedo dove sia la critica, in realtà lo chiamerei dato oggettivo, ma da come scrivi suona come una critica, quindi per te è deprecabile, e va bene). intanto i movimenti che promuove col suo faccione, i soldi, quelli legati al fare politica mica al varietà, li rifiutano. anche perché così ha deciso via referendum il popolo sovrano. e stabiliscono a 2500 euro lo stipenio massimo per un politico. Se hai questioni di moralità legate ai quattrini dovresti correre a votar 5 stelle. Se grillo fosse come lo auspicano quelli che usano far critiche come le tue, e cioè una sorta di frate francescano, il movimento nemmeno esisterebbe perché il ruolo che ha avuto per far mettere d'accordo qualche cristo con le palle piene è innegabile.E sia chiaro, le critiche si possono anzi si devono fare. ma se la critica in tutti questi anni è sempre e solo "quello lì guadagna dei soldi" si va poco lontano. Fosse almeno che li ruba....
        • paolo scrive:
          Re: Ricordiamocelo alle elezioni
          la mia non è una critica ma sempre un dato di fatto...e visto che è uno con le palle gonfie dello schifo dovrebbe correre lui a fare qualcosa per questo paese, non riempirsi le tasche con le battute sul buon governo facendoci ridere, ma fare dei fatti...lo avete visto al V day ? quante persone c'erano in piazza? tante, quindi che si mettesse pure lui nel gioco 'pulito' che è la politica...ma lo sa bene e quindi lascia stare, altrimenti per una cosa che fa buona ce ne sarebbero altre 100 che gli tornerebbero contro.quindi in conclusione siamo allo stesso punto di partenza.
          • reign in grappa scrive:
            Re: Ricordiamocelo alle elezioni
            grillo parla di giovani e incensurati in politica, lui è fuori da entrambi gli aggettivi qualificativi. Eppoi XXXXX la politica dovrebbe essere una vocazione. se uno non se la sente non se la sente punto. grillo ha sucXXXXX in quello che fa non vedo perché debba cambiar strada, mica rischia le patrie galere.
          • paolo scrive:
            Re: Ricordiamocelo alle elezioni
            perdonami ma non fu proprio lui o i media ad affermare ma non confermare l'entrata in politica (a sinistra) e successivamente cambiò idea a seguito delle forti critiche che mosse proprio contro quella frangia? ma che ci stiamo a raccontare ?
          • reign in grappa scrive:
            Re: Ricordiamocelo alle elezioni
            oh hai assolutamente ragione.lui dice che era una provocazione per riuscire ad infilare il programma 5stelle in un partito con una base di voti già ampia.Il fatto che l'abbiano rifiutato per me poi è un'ulteriore certificazione di qualità per grillo e il m5s, non so se sarei riuscito a votarlo accanto alla binetti.Poi ognuno chiaramente ne trae quel che crede
          • shevathas scrive:
            Re: Ricordiamocelo alle elezioni
            - Scritto da: reign in grappa
            oh hai assolutamente ragione.
            lui dice che era una provocazione anche berlusconi dice di essere onesto.
            per riuscire ad
            infilare il programma 5stelle in un partito con
            una base di voti già
            ampia.se il M5S è qualcosa di alternativo perché inglobare e sostituire un partito già esistente, con il rischio di dover venire a patti con tutti gli interessi precostituiti del partito; leggasi favori da chiedere e da rendere ?
            Il fatto che l'abbiano rifiutato per me poi è
            un'ulteriore certificazione di qualità per grillo
            e il m5s, non so se sarei riuscito a votarlo
            accanto alla
            binetti.
            Poi ognuno chiaramente ne trae quel che credeche il grillo, come molti profeti moderni, vuole egemonizzare i vecchi partiti con un misto di demagogia a basso costo e populismo e diventare il "berlusconi" di sinistra.
          • Alessandrox scrive:
            Re: Ricordiamocelo alle elezioni
            - Scritto da: paolo
            perdonami ma non fu proprio lui o i media ad
            affermare ma non confermare l'entrata in politica
            (a sinistra) e successivamente cambiò idea a
            seguito delle forti critiche che mosse proprio
            contro quella frangia? ma che ci stiamo a
            raccontare
            ?Che ti sei fumato?Grillo è una cosa e va per la sua stradaIl MOv.5* è un altra cosa e gode dell' appoggio di Grillo che gentilmente gli offre il suo palco.Se Grillo volesse buttarsi in politica in un partito MICA lo seguirebbe tutto il movimento... anche perchè come ben sanno tutti si trattò di una provocazione per stimolare una reazione nell' opposizione e tentare di far passare delle innovazioni nei loro stantii programmi.In ogni caso lo scopo di Grillo NON è quello di candidarsi (anche perchè lui ha sempre detto di mandare avanti i giovani e dall' alto della sua età risulterebbe un po' in contraddizione) ma di aiutare il proXXXXX di creazione di un movimento che possa tentare un rinnovamento nella politica aiutandolo mediaticamente, talvolta commettendo degli errori... ma sostanzialmente con dei pregevoli intenti.Comunque per rimanere IN TOpic il punto è che la gente continuerà a votare gli stessi politici anche se sapesse per certo che li cnduranno in un baratro, perchè sono tutti affezionati alle figure di riferimento, gregge in cerca di un padrone.Chi volesse veramente affrancarsi da questa miserevole condizione di NON vita non si limiterebbe a "scegliere meglio" il prossimo candidato da votare ma VORREBBE utilizzare gli strumenti di Democrazia diretta e partecipativa e magari dare una mano a qualche lista civica di sua fiducia, invece il 99% dei cittadini ItaliDioti continueranno la loro solita strada bendati salvo poi venire nei forum a lamentucolarsi.Chi segue sempre gli stessi percorsi e si comporta sempre allo stesso modo otterrà sempre gli stessi risultati.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 ottobre 2010 02.54-----------------------------------------------------------
      • fesion scrive:
        Re: Ricordiamocelo alle elezioni
        - Scritto da: paolo
        ...tanto non è che dall'altra parte ci sia tutta
        st'innovazione...basta che TUTTI votino NESSUNO
        • desyrio scrive:
          Re: Ricordiamocelo alle elezioni
          - Scritto da: fesion
          - Scritto da: paolo

          ...tanto non è che dall'altra parte ci sia tutta

          st'innovazione...
          basta che TUTTI votino NESSUNOBravo, così al fortunato di turno basta avere il voto dei parenti per diventare presidente.E no, non gliene fotte niente a nessuno se ci sono il 10% o 90% di astenuti, non c'è il quorum alle elezioni politiche.
    • Picchiatell o scrive:
      Re: Ricordiamocelo alle elezioni
      - Scritto da: attonito
      Al posto di borbottare come teiere,
      ricordiamocelo quando avremo in mano la scheda
      elettorale.il problema principale e che dai il voto ad un partito ...al momento attuale chi ti assicura che in base al tuo voto ( quallunque esso sia) non metteranno in que posto una persona e cui non interessa minimamente la rete....?
      • Jacopo Monegato scrive:
        Re: Ricordiamocelo alle elezioni
        questo lo ha deciso in effetti b qualche anno fa ;)
      • fesion scrive:
        Re: Ricordiamocelo alle elezioni

        il problema principale e che dai il voto ad un
        partito ...non è un problema, basta che tutti noi non dessimo il voto a nessuno
        • guast scrive:
          Re: Ricordiamocelo alle elezioni
          - Scritto da: fesion

          il problema principale e che dai il voto ad un

          partito ...
          non è un problema, basta che tutti noi non
          dessimo il voto a nessunoVotare nessuno è come votare Berlusconi
    • guast scrive:
      Re: Ricordiamocelo alle elezioni
      - Scritto da: attonito
      Al posto di borbottare come teiere,
      ricordiamocelo quando avremo in mano la scheda
      elettorale.Ce lo possiamo ricordare anche prima di avere una scheda elettorale in mano.Anzi dovremmo ricordarlo insieme a tutte le altre chicche a chi si vuole abbonare ai canali a pagamento di Mediaset.Se poi il problema è il calcio ci vorrebbe un calcio nelle palle
    • alfabeta scrive:
      Re: Ricordiamocelo alle elezioni
      Scusate ma ancora non avete compreso che questa politica è come una cesta di mele marce che devono essere buttate ed in fine bruciare la cesta.Mi domando e chiedo chi votare in questo marasmo?
      • guast scrive:
        Re: Ricordiamocelo alle elezioni
        Ormai i Berlusconiani non sanno più che dire. Fa talmente schifo il loro rappresentante che non osano cercare di sostenerlo.L'unica cosa che possono fare e cercare di attaccare l'opposizione per portarla in basso all loro livello.Beh è vero che l'opposizione fa schifo, ma non quanto Berlusconi. Trovati un altro padrone.
  • alfabeta scrive:
    Povera Italia.
    Che dire!Vogliamo piangerci addosso? IO sono pensionato e l'età non mi consende di andare via. I miei figli sono andati all'estero,quì non ci sono prospettive a causa di questi fichi secchi che hanno rovinato l'italia. Mi auguro che in futuro i miei nipoti possano tornare e trovare un'italia migliore.
    • Zozzone scrive:
      Re: Povera Italia.
      Finché ci saranno teledipendenti ignoranti ma votanti il paese non si sposterà di una virgola.Non siete voi a votarli? Lo sono i vostri amici, i vostri parenti.Staccate loro la spina per favore, fatelo per il paese.
      • Davide scrive:
        Re: Povera Italia.
        - Scritto da: Zozzone
        Finché ci saranno teledipendenti ignoranti ma
        votanti il paese non si sposterà di una
        virgola.Nibbu furdo pance quisco mando.
        Non siete voi a votarli? Lo sono i vostri amici,
        i vostri
        parenti.Deputo marioge singobaldo sapporo inti fitte bosna! :D
        Staccate loro la spina per favore, fatelo per il
        paese.Saggugio ziddoto bunge!!! :D
      • Davide scrive:
        Re: Povera Italia.
        suck du caz!
    • Davide scrive:
      Re: Povera Italia.
      Ma tu grufoleggi gammosando il pirdello besocciuto sambodante? O farigaggi nel sabusdillo pondo?
  • ottomano scrive:
    Ottimo articolo
    Quoto tutte le considerazioni.Nicola
    • formichiere scrive:
      Re: Ottimo articolo
      idemse le cose stanno cosi' (e non ne dubito) credo sia impossibile non essere d'accordo con le considerazioni dell'articolo. peccato che alle stesse (elementari) conclusioni non ci arrivi chi amministra il nostro paese. ovvio che viene naturale pensare che ci sia della malizia sotto
      • il solito bene informato scrive:
        Re: Ottimo articolo
        - Scritto da: formichiere
        idem

        se le cose stanno cosi' (e non ne dubito) credo
        sia impossibile non essere d'accordo con le
        considerazioni dell'articolo.

        peccato che alle stesse (elementari) conclusioni
        non ci arrivi chi amministra il nostro paese.
        ovvio che viene naturale pensare che ci sia della
        malizia
        sottoc'arrivano, c'arrivano...Ma per questi governi la campagna elettorale non finisce mai: ecco quindi che va sempre tutto bene, non c'è bisogno di riforme, di sacrifici... e intanto da dipendente il 50% della mia busta paga lorda se ne va in detrazioni.
        • Drummer scrive:
          Re: Ottimo articolo
          - Scritto da: il solito bene informato
          e intanto da dipendente il 50% della mia busta
          paga lorda se ne va in
          detrazioni.Almeno sei dipendente. C'è gente con la (finta) partita IVA, impossibilitata ad evadere tanto quanto un dipendente, che viene salassata anche di più del 50%, e senza la minima tutela o garanzia.Ne so qualcosa, ne faccio parte anch'io.
          • Rouge scrive:
            Re: Ottimo articolo
            E anche gente assunta con contratti che prevedono contributi previdenziali all'1,5% per il datore di lavoro, e ovviamente le stesse tasse degli altri.Oramai non c'è fine al peggio, e pensare che anni fa ci si lamentava dei co.co.co.
          • Davide scrive:
            Re: Ottimo articolo
            - Scritto da: Rouge
            E anche gente assunta con contratti che prevedono
            contributi previdenziali all'1,5% per il datore
            di lavoro, e ovviamente le stesse tasse degli
            altri.Drepta sudikoje kelbodo!
            Oramai non c'è fine al peggio, e pensare che anni
            fa ci si lamentava dei
            co.co.co.Faddo cormiglione io sicco!
          • Davide scrive:
            Re: Ottimo articolo
            - Scritto da: Rouge
            E anche gente assunta con contratti che prevedono
            contributi previdenziali all'1,5% per il datore
            di lavoro, e ovviamente le stesse tasse degli
            altri.Se poi snafecchi il debiggo, si che il pogiocco impetra!
            Oramai non c'è fine al peggio, e pensare che anni
            fa ci si lamentava dei
            co.co.co.Potronne stalbe!
          • Davide scrive:
            Re: Ottimo articolo
            Me truzzo parlando il saggio emette suoni e noi essenze pure sbrighiamo il tempo punto e sapore di vapore effimero.
          • 01234 scrive:
            Re: Ottimo articolo
            naturalmente dipende dall'importo, però è vero che con la PI perdi sempre almeno il 35-40% (a salire, appunto). E se - come va di moda - è fintissima, non sei professionista,e "quindi" hai orarii e luoghi di lavoro rigidissimi MA guarda caso SENZA ferie malattie permessi e soprattutto garanzie perché il tuo NON è un posto di lavoro (nel senso di "slot") ma una "consulenza" di un professionista. I co.co.co/pro. sono abominii, usati come sono, ma le PI forzate nel loro farsi e finte come rapporto di lavoro sono molto peggio.Detto questo, che sia difficile evadere come un dipendente non può essere, per la natura stessa della PI. Se poi passiamo dall'evasione all'elusione, il discorso è ancora più evidente.ah...siamo OTissimi!!! :-D
        • ullala scrive:
          Re: Ottimo articolo
          - Scritto da: il solito bene informato
          - Scritto da: formichiere

          idem



          se le cose stanno cosi' (e non ne dubito) credo

          sia impossibile non essere d'accordo con le

          considerazioni dell'articolo.



          peccato che alle stesse (elementari) conclusioni

          non ci arrivi chi amministra il nostro paese.

          ovvio che viene naturale pensare che ci sia
          della

          malizia

          sotto

          c'arrivano, c'arrivano...
          Ma per questi governi la campagna elettorale non
          finisce mai: ecco quindi che va sempre tutto
          bene, non c'è bisogno di riforme, di sacrifici...
          e intanto da dipendente il 50% della mia busta
          paga lorda se ne va in
          detrazioni.Se paghi le tasse anche da non dipendente le cose non solo non vanno meglio vanno pure peggio!Lasciatelo dire da uno dei XXXXXXXX che le paga fino all'ultimo centesimo e gli tocca pure di assistere ai "rientri al 5%"... come se fosse normale!
    • Davide scrive:
      Re: Ottimo articolo
      - Scritto da: ottomano
      Quoto tutte le considerazioni.Non collocare il trilogismo fotoritoccato dinnanzi al capotreno Silvano che XXXXX più di me.
      NicolaSillogismo del fato.
    • Picchiatell o scrive:
      Re: Ottimo articolo
      - Scritto da: ottomano
      Quoto tutte le considerazioni.

      NicolaDipende sempre da che parte le vedi le cose chi lavora nelle piccole televisioni regionali potrebbe obbiettare che l'incamerazione da parte delle tv nazionali di quasi tutta la pubblicità e i grandi costi di gestione del digitale terrestre metteranno fuori mercato quasi tutte le tv locali e che "vanna marchi"( esempio riportato nell'articolo principale) e' un risultato non la causa di molti mali della tv "regionali".Poi che stiamo parlando di "dinosauri" atti a scomparire di qui a qualche anno e' risaputo...
Chiudi i commenti