Brevetti Nortel, la Mela della discordia

Il governo statunitense è in fase di revisione delle varie offerte di acquisto proposte nei confronti dell'ampio pacchetto in mano all'ex-colosso decaduto. Le maggiori preoccupazioni, dicono fonti anonime, le susciterebbe Apple

Roma – I giganti dell’IT sono tutti pronti ad azzannarsi – finanziariamente parlando – e a spuntarla con l’offerta migliore per l’acquisizione del controllo di almeno una parte dei 6.000 brevetti Nortel: Google, Apple e RIM sono tutti della partita mentre Microsoft dice di avere il diritto di sfruttamento sulle proprietà intellettuali vita natural durante.

Vista l’entità dell’operazione non stupisce che ci si metta di mezzo anche il Dipartimento di Giustizia (DoJ) statunitense, attualmente impegnato a vagliare tutte le offerte di acquisizione per individuare eventuali rischi al regime di concorrenza nel mercato delle comunicazioni wireless.

Le solite fonti anonime bene informate – citate dal Wall Street Journal – dicono che la pratica Google , un accordo preliminare dal valore di 900 milioni di dollari, è già stata esaminata dal DoJ e non ha evidenziato alcun profilo anticoncorrenziale.

Laddove invece pare ci siano problemi è con Apple, l’azienda che desta le maggiori preoccupazioni in seno alla componente antitrust del DoJ per le eventuali conseguenze sul mercato mobile che l’acquisizione dei brevetti Nortel provocherebbe.

Le proprietà intellettuali dell’ex-colosso canadese comprendono ogni genere di tecnologia incluse le reti 4G, il data networking, le tecnologie ottiche, Internet, voce, e semiconduttori. Le succitate voci anonime sostengono che Apple sia attualmente in contatto con il DoJ per sciogliere i dubbi.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Pepito il breve scrive:
    decisone SACROSANTA
    decisione sacrosanta ! un sito che si promette di fornire notizie in tempo reale su torrent e P2P e warez cos'altro sarebbe se non apologia di pirateria ?dura lex sed lex !
    • ABOLIRE IL COPYRIGHT scrive:
      Re: decisone SACROSANTA
      Un media che si promette di fornire notizie in tempo reale su omicidi, furti cos'altro sarebbe se non apologia di omicidi e furti? Quindi chiudiamo tutti i giornali e telegiornali...Ritenta, sai più fortunato.A proposito, hai pagato i diritti d'autore per l'immagine che utilizzi per il tuo account?
      • panda rossa scrive:
        Re: decisone SACROSANTA
        - Scritto da: ABOLIRE IL COPYRIGHT
        A proposito, hai pagato i diritti d'autore per
        l'immagine che utilizzi per il tuo
        account?Ha detto che l'ha scattata lui.Io ci credo fino a prova contraria.
        • krane scrive:
          Re: decisone SACROSANTA
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: ABOLIRE IL COPYRIGHT

          A proposito, hai pagato i diritti d'autore per

          l'immagine che utilizzi per il tuo account?

          Ha detto che l'ha scattata lui.
          Io ci credo fino a prova contraria.E alla persona fotografata sara' stato chiesto il permesso per l'utilizzo della sua immagine ?
          • Baffo scrive:
            Re: decisone SACROSANTA
            Per non parlare dei diritti per l'utilizzo della compressione JPEG, e l'equo compenso parte del prezzo della fotocamera, e del canone di connessione.Il "canone" rai l'avrà pagato?
          • Pepito il breve scrive:
            Re: decisone SACROSANTA
            mai pagato il canone in vita mia, e non posseggo una tv da 15 anni.
          • Pepito il breve scrive:
            Re: decisone SACROSANTA
            foto editoriale NON a scopi commerciali e pubblicitari, non necessita quindi di alcuna model release, poi eh se uno vuol farti causa son sempre XXXXX tuoi, in italia se ne parla alle calende greche.
          • panda rossa scrive:
            Re: decisone SACROSANTA
            - Scritto da: Pepito il breve
            foto editoriale NON a scopi commerciali e
            pubblicitari, non necessita quindi di alcuna
            model release, poi eh se uno vuol farti causa son
            sempre XXXXX tuoi, in italia se ne parla alle
            calende
            greche.Minkja, ma sempre con le cause si ragiona qui dentro?Ma un modello che ringrazia perche' lo si promuove gratuitamente non c'e' in giro?Non ci credo!
          • Sgabbio scrive:
            Re: decisone SACROSANTA
            Per me l'immagine sembra preso da un film anni 90 da com'è son messi i colori :D
          • Pepito il breve scrive:
            Re: decisone SACROSANTA
            hahaha ...
          • krane scrive:
            Re: decisone SACROSANTA
            - Scritto da: Pepito il breve
            foto editoriale NON a scopi commerciali e
            pubblicitari, non necessita quindi di alcuna
            model release, poi eh se uno vuol farti causa son
            sempre XXXXX tuoi, in italia se ne parla alle
            calende greche.http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3185111&m=3186179#p3186179
          • Pepito il breve scrive:
            Re: decisone SACROSANTA
            non sei un fotografo, non sai di cosa parli, informati prima.
          • krane scrive:
            Re: decisone SACROSANTA
            - Scritto da: Pepito il breve
            non sei un fotografo, non sai di cosa parli,
            informati prima.Non sono io a fare quelle affermazioni, io ho ascoltato il parere di uno che afferma: La legge italiana sull'uso dell'immagine prevede che se io pubblico una foto in cui un soggetto privato è riconoscibile, devo essere esplicitamente autorizzato a farlo.Hai qualcosa da dire ? Dici che e' falso ? Perche' dici cio ?Informarmi e' proprio quello che sto facendo chiedendo ad entrambi, che sembrate piu' informati di me a riguardo, di spiegare le vostre posizioni l'uno rispetto all'altro.
    • 01234 scrive:
      Re: decisone SACROSANTA
      vabbeh allora chiudiamo tanti di quei mezzi di informazione...
  • Jake scrive:
    [OT] help
    qualcuno puo gentilmente spiegarmi cosa stanno dicendo quei due?http://www.videotecheforum.it/index.php?showtopic=27905
    • age scrive:
      Re: [OT] help
      sono solo deliri
    • Teone scrive:
      Re: [OT] help
      i *programmini DNS* ? Ma di che parlano? e soprattutto... ma che terminologia è? *BLOCCHI INAGGIRABILI*... boh! tornando alal notizia, io attiverei Paolo Ativissimo, deve essere una leggenda metropolitana, non possono davvero aver sanzionato un sito perché parlava del peer2peer; ma siamo sicuri che sia tutto vero? Se lo è dimostra come la giustizia viene manipolata da terzi ai loro fini. Non so se i tre gradi di giudizio ci sono anche in Francia, ma uan simile sentenza non può venire confermata nei gradi successivi: sarebbe la morte dello stato di diritto
    • Sgabbio scrive:
      Re: [OT] help
      - Scritto da: Jake
      qualcuno puo gentilmente spiegarmi cosa stanno
      dicendo quei
      due?
      http://www.videotecheforum.it/index.php?showtopic=pare sia un fake è loro non lo sanno!http://www.gioconews.it/news/aams-e-polizia-postale-un-fake-le-persecuzioni-ai-poker-players-che-vanno-sui-siti-dot-com-12681.html
  • scrupoli scrive:
    Grazie
    Se un tempo avevo rimorsi nello scaricare ora non ne ho piu gente,spero che presto pagiate per la vostra ottusita
  • r1348 scrive:
    Povera Francia
    La nazione che ha fatto della libertà di pensiero ed opinione la propria bandiera, e il cui sistema giudiziario era retto da solidissime basi di obbiettività e garanzia, ridotta così.
    • panda rossa scrive:
      Re: Povera Francia
      - Scritto da: r1348
      La nazione che ha fatto della libertà di pensiero
      ed opinione la propria bandiera, e il cui sistema
      giudiziario era retto da solidissime basi di
      obbiettività e garanzia, ridotta
      così.Avrebbero fatto piu' bella figura agli occhi del mondo se lo avessero condannato per avere utilizzato una parola britannica in terra francese.Neanche ai tempi dell'inquisizione condannavano per satanismo chi nominava il diavolo.
    • ruppolo scrive:
      Re: Povera Francia
      - Scritto da: r1348
      La nazione che ha fatto della libertà di pensiero
      ed opinione la propria bandiera, e il cui sistema
      giudiziario era retto da solidissime basi di
      obbiettività e garanzia, ridotta
      così.Purtroppo i pirati bisognava incarcerarli subito, impedendogli di proliferare. Ora sono troppi e bisogna ricorrere a mezzi impopolari.
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: Povera Francia
        Ora siamo così tanti che la cosa più semplice è di rinchiudere te, e dire che la "prigione" è tutto il resto del mondo, e tu sei l'unico fuori.
        • bubba scrive:
          Re: Povera Francia
          - Scritto da: uno qualsiasi
          Ora siamo così tanti che la cosa più semplice è
          di rinchiudere te, e dire che la "prigione" è
          tutto il resto del mondo, e tu sei l'unico
          fuori.YOU WIN!
      • Sgabbio scrive:
        Re: Povera Francia
        Sei demente ? Ti rendi conto della zozzeria ? Mamma mia quanto sei ottuso!
      • Charlie Parker scrive:
        Re: Povera Francia
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: r1348

        La nazione che ha fatto della libertà di
        pensiero

        ed opinione la propria bandiera, e il cui
        sistema

        giudiziario era retto da solidissime basi di

        obbiettività e garanzia, ridotta

        così.

        Purtroppo i pirati bisognava incarcerarli subito,
        impedendogli di proliferare. Ora sono troppi e
        bisogna ricorrere a mezzi
        impopolari.Altra castroneria: "pirati" è plurale, quindi la forma corretta è "impedendo loro", non "impedendogli", che invece è singolare... uomo che ignora la grammatica italiana...
      • 01234 scrive:
        Re: Povera Francia
        se penso che qui il falso in bilancio non è reato....MAH
  • giustizia infinita scrive:
    Giusto
    Non ci deve essere scampo per i furbetti del copyright!
    • Lallo scrive:
      Re: Giusto
      - Scritto da: giustizia infinita
      Non ci deve essere scampo per i furbetti del
      copyright!Difatti. Va abolito al più presto!
    • ABOLIRE IL COPYRIGHT scrive:
      Re: Giusto

      Non ci deve essere scampo per i furbetti del
      copyright!Appunto, bisogna ABOLIRE IL COPYRIGHT .P-)
    • deactive scrive:
      Re: Giusto
      Se non fosse che intendi l'esatto opposto ti quoterei.Peccato che tu sia un troll.Fammi capire pero', tu sei contento che si chiudano ( o meglio, censurino ) siti solo perche' citano il P2P. Quindi un sito che nomina la mafia si presuppone sia colluso.Bella logica
      • giustizia infinita scrive:
        Re: Giusto
        - Scritto da: deactive
        Se non fosse che intendi l'esatto opposto ti
        quoterei.
        Peccato che tu sia un troll.
        Fammi capire pero', tu sei contento che si
        chiudano ( o meglio, censurino ) siti solo
        perche' citano il P2P. Quindi un sito che nomina
        la mafia si presuppone sia
        colluso.se parlano di mafia e ti forniscono i contatti per contattare i mafiosi.OVVIAMENTE Sì
        Bella logicagrazie
        • krane scrive:
          Re: Giusto
          - Scritto da: giustizia infinita
          - Scritto da: deactive

          Se non fosse che intendi l'esatto opposto ti

          quoterei.

          Peccato che tu sia un troll.

          Fammi capire pero', tu sei contento che si

          chiudano ( o meglio, censurino ) siti solo

          perche' citano il P2P. Quindi un sito che nomina

          la mafia si presuppone sia

          colluso.

          se parlano di mafia e ti forniscono i contatti
          per contattare i mafiosi. OVVIAMENTE SìBenissimo, ed un giudice ha sentenziato che questo accade ?Perche' altrimenti vale la presuzione di innocenza, o almeno dovrebbe.

          Bella logica
          grazie
    • Non Me scrive:
      Re: Giusto
      @Giustizia Infinitail tuo postare un commento senza esserti registrato é sinonimo di per se' di attivitá illecita da parte tua, quindi dovrebbero condannarti...Proprio un bel ragionamento: si condannano le intenzioni (tema ormai trito e ritrito anche in film recenti come Minority Report)Per fortuna il diritto prevede che tu sia innocente per definizione e la prova la deve portare l'accusa.
    • Godolo scrive:
      Re: Giusto
      Non ci deve essere scampo nemmeno per chi fà RUPPOLO di cognome, ok?
  • Akiro scrive:
    semplicemente ridicolo
    "la sola denominazione dei siti chiamati in causa denota la loro attività illecita"
    • collione scrive:
      Re: semplicemente ridicolo
      se fosse capitato in mano a questo giudice, il tizio della foto sarebbe stato arrestato immediatamente per spaccio di droga[img]http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/f/f7/MS-13_tattoo_2.jpg[/img]
    • Jake scrive:
      Re: semplicemente ridicolo
      io mi chiamo Jake per quel giudice sono uno squartatore ?!
  • ABOLIRE IL COPYRIGHT scrive:
    ABOLIRE IL COPYRIGHT
    ABOLIRE IL COPYRIGHT Il fatto che se la prendano con una tecnologia, che di per sé non è ne buona ne cattiva (ma per me è molto buona ;-)), la dice lunga sull'urgenza di abolire definitivamente il copyright.P-)
    • Baffo scrive:
      Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
      Se tu di mestiere facessi il musicista/grafico/programmatore/personacheusalatesta forse capiresti il senso originale del copyright e perchè non è possibile abolirlo.Sicuramente va riveduto parecchio.
      • panda rossa scrive:
        Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
        - Scritto da: Baffo
        Se tu di mestiere facessi il
        musicista/grafico/programmatore/personacheusalates
        Sicuramente va riveduto parecchio.Pronto?Mi hai chiamato?Eccomi qua.Programmatore da piu' di 5 lustri.Dov'e' che devo firmare per cancellare il copyright e rendere di libera distribuzione, senza scopo di lucro, tutto cio' che e' in formato digitale?
        • Baffo scrive:
          Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
          Ok, e se abolisci il copiright e c'è scopo di lucro, come fai a farti pagare i diritti?
          • panda rossa scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: Baffo
            Ok, e se abolisci il copiright e c'è scopo di
            lucro, come fai a farti pagare i
            diritti?A me lo chiedi?Io mica ci lucro sopra.Vai a fare un esposto e ti avvali dei normali strumenti giudiziari.Se non sai far valere i tuoi diritti nei confronti degli speculatori, devi venire a prendertela con me che magari sono uno che pure ti apprezza?
          • Baffo scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            I problema del copyright ora è che spesso non è possibile stabilire chiaramente quando c'è scopo di lucro.Es: mi scarico XP per il pc dell'ufficio = scopo di lucro, ma se lo scarico a casa e col pc di casa ci lavoro anche?Non ci sono al momento strumenti in grado di permettere un controllo delle opere, quindi non è possibile nemmeno stabilire se c'è il reato.Abolendo il copyright non si risolverebbe il problema, ci sarebbero solo milioni di persone che si approfittano dell'opensource senza apportarvi miglioramento.
          • panda rossa scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: Baffo
            I problema del copyright ora è che spesso non è
            possibile stabilire chiaramente quando c'è scopo
            di
            lucro.
            Es: mi scarico XP per il pc dell'ufficio = scopo
            di lucro, ma se lo scarico a casa e col pc di
            casa ci lavoro
            anche?
            Non ci sono al momento strumenti in grado di
            permettere un controllo delle opere, quindi non è
            possibile nemmeno stabilire se c'è il
            reato.E siccome in tutti i paesi civili e democratici c'e' la presunzione di innocenza, allora evitiamo di perdere tempo con queste cavolate e occupiamoci dei problemi seri.
            Abolendo il copyright non si risolverebbe il
            problema, ci sarebbero solo milioni di persone
            che si approfittano dell'opensource senza
            apportarvi miglioramento.E chissenefrega?Chi sviluppa lo fa perche' altri usino il programma. Mica pretende che tutti contribuiscano.Anche perche' sa benissimo che non tutti sono in grado.Quindi, chi puo' e chi vuole contribuisce, gli altri usano.
          • Baffo scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT

            E chissenefrega?
            Chi sviluppa lo fa perche' altri usino il
            programma. Mica pretende che tutti
            contribuiscano.
            Anche perche' sa benissimo che non tutti sono in
            grado.
            Quindi, chi puo' e chi vuole contribuisce, gli
            altri
            usano.Io sviluppo per mangiare, e fortunatamente riesco.Poi, nel tempo libero sviluppo per passione, ma questa è un'altra storia.Io non discuto l'open, anzi lo approvo, il mio discorso è sul trovare un compromesso per tutelare chi non vuole fare open perchè deve pagare i propri dipendenti senza danneggiare gli utenti.Io non ho la soluzione, dico solo che abolire il copyright in questo momento sarebbe dannoso perchè appunto non ci sarebbe più legge in materia.Serve che la gente (magari in crowdsourcing) pensi/proponga/valuti/decida come trovare una soluzione bilanciata per tutelare il mondo "closed".Se lasciamo questo onere alle aziende ce la prenderemo solo in quel posto.
          • panda rossa scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: Baffo

            E chissenefrega?

            Chi sviluppa lo fa perche' altri usino il

            programma. Mica pretende che tutti

            contribuiscano.

            Anche perche' sa benissimo che non tutti sono in

            grado.

            Quindi, chi puo' e chi vuole contribuisce, gli

            altri

            usano.

            Io sviluppo per mangiare, e fortunatamente riesco.
            Poi, nel tempo libero sviluppo per passione, ma
            questa è un'altra storia.Non mi pare un'altra storia: siamo quasi uguali io e te.
            Io non discuto l'open, anzi lo approvo, il mio
            discorso è sul trovare un compromesso per
            tutelare chi non vuole fare open perchè deve
            pagare i propri dipendenti senza danneggiare gli
            utenti.E intendi esercitare questa tutela attraverso il modello closed?E' con l'open che si ottiene la fidelizzazione del cliente.
            Io non ho la soluzione, dico solo che abolire il
            copyright in questo momento sarebbe dannoso
            perchè appunto non ci sarebbe più legge in
            materia.A parte che il copyright non c'entra molto col software, ma riguarda l'ambito dell'intrattenimento e dell'editoria, il software ha una sua legislazione specifica.Il software puo' essere personalizzato, configurato...
            Serve che la gente (magari in crowdsourcing)
            pensi/proponga/valuti/decida come trovare una
            soluzione bilanciata per tutelare il mondo
            "closed".Andiamo bene...Sempre alla ricerca di una legge per difendere l'indifendibile.
            Se lasciamo questo onere alle aziende ce la
            prenderemo solo in quel posto.Questo perche' tu sei rimasto al millennio scorso, come quasi tutti.Io col modello open vivo benissimo.
          • Baffo scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT

            Non mi pare un'altra storia: siamo quasi uguali
            io e
            te.Con "en'altra storia" indendo dire che open e closed possono convivere, ogni sviluppatore decide dove trova conveniente appoggiarsi.Un fornitore di servizi SaaS potrà anche scegliere l'open perchè guadagna in altri modi, idem per un produttore di router che usa linux dato che guadagna sull'hardware e via discorrendo.L'open ci sarà sempre, chi non vuole non lo adotti, tanto meglio per il consumatore.
            E intendi esercitare questa tutela attraverso il
            modello
            closed?
            E' con l'open che si ottiene la fidelizzazione
            del
            cliente.Il "cliente" vuole una cosa che funziona, facile da usare, la vuole pagare niente e possibilmente deve essere di moda.Se gli dai una cosa open o closed non sa nemmeno la differenza.Poi c'è l'utente consapevole.
            A parte che il copyright non c'entra molto col
            software, ma riguarda l'ambito
            dell'intrattenimento e dell'editoria, il software
            ha una sua legislazione
            specifica.
            Il software puo' essere personalizzato,
            configurato...Parlando di media, come si calcolerebbe a tuo parere un compenso giusto, per chi perde del tempo e del denaro per produrre un film/canzone/libro?E chi dovrebbe pagarlo?
            Io col modello open vivo benissimo.Vivi nel senso che ti mantieni? Vestiti, bollette, cibo?Se fai solo quello come attività principale sono curioso di sapere come fai.
          • panda rossa scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: Baffo

            Non mi pare un'altra storia: siamo quasi uguali

            io e

            te.

            Con "en'altra storia" indendo dire che open e
            closed possono convivere, ogni sviluppatore
            decide dove trova conveniente
            appoggiarsi.Ogni sviluppatore dovrebbe dirigersi verso l'open.Il closed non ha futuro. E' una strada senza uscita.
            Un fornitore di servizi SaaS potrà anche
            scegliere l'open perchè guadagna in altri modi,
            idem per un produttore di router che usa linux
            dato che guadagna sull'hardware e via
            discorrendo.E pure il programmatore, guadagna sull'assistenza, sulla personalizzazione, e sulle proprie capacita'.
            L'open ci sarà sempre, chi non vuole non lo
            adotti, tanto meglio per il consumatore.Mica tanto meglio.Il consumatore o utente finale ha il diritto di poter usare software scritto per altri e di poterlo modificare, o farlo modificare se in grado, o eventualmente commissionando modifiche a chi e' in grado, generando altre possibilita' di lavoro.Il closed non allarga proprio niente invece.

            E intendi esercitare questa tutela attraverso il

            modello

            closed?

            E' con l'open che si ottiene la fidelizzazione

            del

            cliente.

            Il "cliente" vuole una cosa che funziona, facile
            da usare, la vuole pagare niente e possibilmente
            deve essere di moda.Quello non e' il mio cliente.Quello puo' usare il mio software se lo soddisfa, ma non e' il mio cliente.
            Se gli dai una cosa open o closed non sa nemmeno
            la differenza.La cosa closed generalmente va pagata e spesso non gira sulla sua piattaforma, quindi la differenza la nota eccome.
            Poi c'è l'utente consapevole.Che e' quello a cui ci rivolgiamo, che sa quello che vuole, che apprezza quello che gli fai, e che paga.

            A parte che il copyright non c'entra molto col

            software, ma riguarda l'ambito

            dell'intrattenimento e dell'editoria, il
            software

            ha una sua legislazione

            specifica.

            Il software puo' essere personalizzato,

            configurato...

            Parlando di media, come si calcolerebbe a tuo
            parere un compenso giusto, per chi perde del
            tempo e del denaro per produrre un
            film/canzone/libro?Tot euro al giorno.Esattamente quello che chiedo io per le mie consulenze.
            E chi dovrebbe pagarlo?Chi commissiona il lavoro.

            Io col modello open vivo benissimo.
            Vivi nel senso che ti mantieni? Vestiti,
            bollette, cibo?Casa, famiglia, vacanze, tempo libero, attivita' culturali...Non so che cosa intendi tu per vivere benissimo, ma questo e' cio' che intendo io.
            Se fai solo quello come attività principale sono
            curioso di sapere come fai.Ho dei clienti che mi commissionano del lavoro.Non e' un concetto tanto strano.
          • Baffo scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            Giusto per curiosità:- ma se un cliente ti richiede una personalizzazione a un software e te la paga, poi acconsente al fatto che tu la metta a disposizione di tutti (ivi compresi eventuali concorrenti) gratis?- e in caso contrario, se un concorrente ti chiedesse la stessa personalizzazione tu gliela daresti gratis solo perchè non l'hai riscritta?La soluzione rimane il caro vecchio baratto, fanXXXX al digitale.
          • panda rossa scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: Baffo
            Giusto per curiosità:
            - ma se un cliente ti richiede una
            personalizzazione a un software e te la paga, poi
            acconsente al fatto che tu la metta a
            disposizione di tutti (ivi compresi eventuali
            concorrenti) gratis?No. Il sorgente che mi paga e' suo.Quello che rilascio open non e' quanto mi pagano i clienti.Open e' la base di partenza.
            - e in caso contrario, se un concorrente ti
            chiedesse la stessa personalizzazione tu gliela
            daresti gratis solo perchè non l'hai
            riscritta?Io non faccio pagare il codice, io faccio pagare il tempo.Se ho gia' una soluzione, la vendo come fattibile e sperimentata, e comunque implementarla nella realta' di quel cliente richiede del tempo che si paga.Non mi interessa vendere programmi.A me interessa vendere assistenza, consulenza, tempo.E nel tempo che vendo al cliente, il cliente mi assegna le mansioni che richiede. Ma sono mansioni e sviluppi specifici.Quand'anche li riciclassi in giro, mica possono andar bene cosi' come sono anche altrove.
            La soluzione rimane il caro vecchio baratto,
            fanXXXX al digitale.Per i beni materiali il baratto va benissimo.Il digitale, in quanto riproducibile in modo illimitato, ovviamente non rientra nella possibilita' del baratto.
          • Baffo scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Baffo

            Giusto per curiosità:

            - ma se un cliente ti richiede una

            personalizzazione a un software e te la paga,
            poi

            acconsente al fatto che tu la metta a

            disposizione di tutti (ivi compresi eventuali

            concorrenti) gratis?

            No. Il sorgente che mi paga e' suo.
            Quello che rilascio open non e' quanto mi pagano
            i
            clienti.
            Open e' la base di partenza.


            - e in caso contrario, se un concorrente ti

            chiedesse la stessa personalizzazione tu gliela

            daresti gratis solo perchè non l'hai

            riscritta?

            Io non faccio pagare il codice, io faccio pagare
            il
            tempo.
            Se ho gia' una soluzione, la vendo come fattibile
            e sperimentata, e comunque implementarla nella
            realta' di quel cliente richiede del tempo che si
            paga.
            Non mi interessa vendere programmi.
            A me interessa vendere assistenza, consulenza,
            tempo.
            E nel tempo che vendo al cliente, il cliente mi
            assegna le mansioni che richiede. Ma sono
            mansioni e sviluppi
            specifici.
            Quand'anche li riciclassi in giro, mica possono
            andar bene cosi' come sono anche
            altrove.


            La soluzione rimane il caro vecchio baratto,

            fanXXXX al digitale.

            Per i beni materiali il baratto va benissimo.
            Il digitale, in quanto riproducibile in modo
            illimitato, ovviamente non rientra nella
            possibilita' del
            baratto.In linea di massima comprendo e condivido tutto quello che hai detto, l'unico problema che mi si pone è il fatto che, in ambito informatico, chi commissiona una cosa per primo deve pagarne tutto l'onere, mentre chi arriva dopo se la prende gratis (e, cosa ingiusta, ci guadagna sopra).Al momento la tua visione è un po' utopistica in quanto nemmeno tu riesci ad applicarla pienamente, dato che il tuo cliente non riconosce l'open come ideale e non ti permette di distribuirlo; nel punto 2 sembri infatti contraddittorio in quanto non puoi fornire "gratis" il frutto del tempo pagato al cliente A per lo sviluppo (e la non diffusione) mentre al cliente "B" fai pagare solo l'installazione.Il tuo ragionamento poi fila per le personalizzazioni, ma in caso di software che non necessitano di una personalizzazione (vedi i sistemi operativi) la cosa vacilla; se fosse come dici tu i sistemi operativi sarebbero volontariamente resi difficili da installare per aumentare il mercato delle consulenze e ciò non gioverebbe al consumatore che si procura il SW e deve pagare fior di quattrini solo per installarlo.Quindi in un modo o nell'altro il destinatario paga sempre, a questo punto è meglio closed e paghi la licenza o open e paghi il balzello dell'installazione (che spesso è automatizzata)?Tu non saresti mai incentivato a automatizzare le installazioni in quanto ti costerebbero meno tempo.
          • panda rossa scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: Baffo
            In linea di massima comprendo e condivido tutto
            quello che hai detto, l'unico problema che mi si
            pone è il fatto che, in ambito informatico, chi
            commissiona una cosa per primo deve pagarne tutto
            l'onere, mentre chi arriva dopo se la prende
            gratis (e, cosa ingiusta, ci guadagna
            sopra).Sara' anche per questo che mi rinnovano i contratti senza tante storie?Finche' lavoro per un cliente non c'e' nessuno che arriva dopo.
            Al momento la tua visione è un po' utopistica in
            quanto nemmeno tu riesci ad applicarla
            pienamente, dato che il tuo cliente non riconosce
            l'open come ideale e non ti permette di
            distribuirlo;Non e' proprio vero.Intanto non mi permette ma perche' io non chiedo.Il codice e' suo e ci fa quello che vuole.Secondo me se ne frega.Se io devo riciclare parte di quel codice, lo faccio attingendolo dalla copia che tengo in testa, e quella non me la cancella nessuno, neppure il cliente, che ne e' perfettamente consapevole.
            nel punto 2 sembri infatti
            contraddittorio in quanto non puoi fornire
            "gratis" il frutto del tempo pagato al cliente A
            per lo sviluppo (e la non diffusione) mentre al
            cliente "B" fai pagare solo
            l'installazione.Generalmente lo sviluppo e' solo il 15% del tempo complessivo che prevede anche installazione, configurazione, test, istruzione, e assistenza post-vendita.Tanto che non lo faccio neanche pagare, e metto in evidenza che il software base e' free, anche se devo scrivere cose apposta.Tanto poi il costo lo spalmo sul resto.Tu non hai idea di che effetto fa ai commerciali dire che lo sviluppo e' gratis in quanto open.L'effetto immediato e' che la tua offerta balza immediatamente davanti a tutte le altre e ti accaparri la commessa.
            Il tuo ragionamento poi fila per le
            personalizzazioni, ma in caso di software che non
            necessitano di una personalizzazione (vedi i
            sistemi operativi) la cosa vacilla; Mica tanto.Devi vedere la cosa in tutta la sua totalita', e non solo circoscritta al tuo ambito.
            se fosse come
            dici tu i sistemi operativi sarebbero
            volontariamente resi difficili da installare per
            aumentare il mercato delle consulenze e ciò non
            gioverebbe al consumatore che si procura il SW e
            deve pagare fior di quattrini solo per
            installarlo.I sistemi operativi non sono affatto difficili da installare e configurare.Sono solo complessi, quando parliamo di server aziendali.Il cliente domestico non c'entra in questo ambito, naturalmente.Il cliente domestico viene messo in condizione di essere autosufficiente e non rompere le balle, che tanto non paga.
            Quindi in un modo o nell'altro il destinatario
            paga sempre, a questo punto è meglio closed e
            paghi la licenza o open e paghi il balzello
            dell'installazione (che spesso è
            automatizzata)?Io preferisco avere un rapporto col cliente.Quelli che scaricano e installano non fanno parte della mia clientela.
            Tu non saresti mai incentivato a automatizzare le
            installazioni in quanto ti costerebbero meno
            tempo.Ma io non le automatizzo proprio le installazioni.Pacchetti personalizzati che vengono installati UNA volta, non mi metto certo a scrivere un programma automatico.Scrivo un bel documento di come si installa, rivolto ai sistemisti.E se il cliente non ha il sistemista interno mi paga la consulenza per l'installazione.Tanto il rapporto mica finisce con l'installazione.Il rapporto COMINCIA con l'installazione!
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: Baffo
            Ok, e se abolisci il copiright e c'è scopo di
            lucro, come fai a farti pagare i
            diritti?Non ti fai pagare i diritti, ti fai pagare il lavoro. I "diritti" non ti spettano.
      • ABOLIRE IL COPYRIGHT scrive:
        Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
        Della serie... se tu di mestiere facessi lo schiavista forse capiresti il senso originale della schiavitù e perché non è possibile abolirla.
        • Baffo scrive:
          Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
          - Scritto da: ABOLIRE IL COPYRIGHT
          Della serie... se tu di mestiere facessi lo
          schiavista forse capiresti il senso originale
          della schiavitù e perché non è possibile
          abolirla.Bel paragone, schiavizzare esseri umani VS piratare del software.Nessuno ti costringe a utilizzare software protetti da licenza, passa a linux e nessuno ti schiavizzerà.Ma perchè il copyright sull'hardware è moralmente accettato da tutti mentre quello sul software è visto in maniera così negativa?
          • krane scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: Baffo
            - Scritto da: ABOLIRE IL COPYRIGHT

            Della serie... se tu di mestiere facessi lo

            schiavista forse capiresti il senso originale

            della schiavitù e perché non è possibile

            abolirla.
            Bel paragone, schiavizzare esseri umani VS
            piratare del software.
            Nessuno ti costringe a utilizzare software
            protetti da licenza, passa a linux e nessuno ti
            schiavizzerà.
            Ma perchè il copyright sull'hardware è moralmente
            accettato da tutti mentre quello sul software è
            visto in maniera così negativa?Perche' la copia di un pezzo di ferro e' difficile farselo in casa con sbattimento pressocche' uguale a zero ? Aspetta che arrivino i sintetizzatori alla star trek poi vedrai.Intanto se vuoi una ferrari copia cinese esiste.
          • Baffo scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: Baffo

            - Scritto da: ABOLIRE IL COPYRIGHT


            Della serie... se tu di mestiere facessi lo


            schiavista forse capiresti il senso originale


            della schiavitù e perché non è possibile


            abolirla.


            Bel paragone, schiavizzare esseri umani VS

            piratare del software.


            Nessuno ti costringe a utilizzare software

            protetti da licenza, passa a linux e nessuno ti

            schiavizzerà.


            Ma perchè il copyright sull'hardware è
            moralmente

            accettato da tutti mentre quello sul software è

            visto in maniera così negativa?

            Perche' la copia di un pezzo di ferro e'
            difficile farselo in casa con sbattimento
            pressocche' uguale a zero ? Aspetta che arrivino
            i sintetizzatori alla star trek poi
            vedrai.Infatti sono proprio curioso, la mente umana non si sta evolvendo al passo con la tecnologia.
            Intanto se vuoi una ferrari copia cinese esiste.Certo ma non ha la stessa qualità, non è però giusto tutelare chi l'ha disegnata in qualche modo?
          • krane scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: Baffo
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: Baffo


            - Scritto da: ABOLIRE IL COPYRIGHT



            Della serie... se tu di mestiere facessi



            lo schiavista forse capiresti il senso



            originale della schiavitù e perché non è



            possibile abolirla.


            Bel paragone, schiavizzare esseri umani VS


            piratare del software.


            Nessuno ti costringe a utilizzare software


            protetti da licenza, passa a linux e nessuno


            ti schiavizzerà.


            Ma perchè il copyright sull'hardware è


            moralmente accettato da tutti mentre quello


            sul software è visto in maniera così


            negativa?

            Perche' la copia di un pezzo di ferro e'

            difficile farselo in casa con sbattimento

            pressocche' uguale a zero ? Aspetta che

            arrivino i sintetizzatori alla star trek

            poi vedrai.
            Infatti sono proprio curioso, la mente umana
            non si sta evolvendo al passo con la
            tecnologia.Infatti sempre in star trek viene descritta la sindrome da possesso compulsivo generata dal rendere disponibile il sistetizzatori a chi non ne e' preparato. Inoltre viene descritto come la comparsa della tecnologia del sintetizzatore provoca la scomparsa del denaro.

            Intanto se vuoi una ferrari copia cinese esiste.
            Certo ma non ha la stessa qualità, non è però
            giusto tutelare chi l'ha disegnata in qualche
            modo?Per quanto ? E quanto e' giusto privare l'umanita' della possibilita' di utilizzare qualcosa ? Pensa se la ruota fosse stata messa sotto brevetto e per qualche motivo il brevettante non volesse permettere alla gente di usarla.
          • panda rossa scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: Baffo
            Certo ma non ha la stessa qualità, non è però
            giusto tutelare chi l'ha disegnata in qualche
            modo?Certamente. Lo si tutela garantendo che chi ha disegnato/concepito quella cosa possa attribuirle il suo nome.
          • ABOLIRE IL COPYRIGHT scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT

            Aspetta che arrivino i sintetizzatori
            alla star trek poi vedrai. Adding Our Way to Abundance How 3D Printing Will Obsolete the Economy of Scarcity and the Corporations that Rely On Ithttp://www.hplusmagazine.com/2011/02/14/adding-our-way-to-abundanceNeil Gershenfeld Fab. Dal personl computer al personal fabricator. http://lescienze.espresso.repubblica.it/edicola_mese/Biblioteca_delle_scienze/1303885 Thingiverse http://www.thingiverse.comTra non molti anni ci sarà anche una fiorente pirateria dei progetti degli oggetti fisici che la gente si stamperà a casa... 8-)P-)
          • Baffo scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: ABOLIRE IL COPYRIGHT

            Aspetta che arrivino i sintetizzatori

            alla star trek poi vedrai.

            Adding Our Way to Abundance
            How 3D Printing Will Obsolete the Economy of
            Scarcity and the Corporations that Rely On
            It
            http://www.hplusmagazine.com/2011/02/14/adding-our

            Neil Gershenfeld
            Fab. Dal personl computer al personal
            fabricator.
            http://lescienze.espresso.repubblica.it/edicola_me

            Thingiverse
            http://www.thingiverse.com

            Tra non molti anni ci sarà anche una fiorente
            pirateria dei progetti degli oggetti fisici che
            la gente si stamperà a casa...
            8-)

            P-)Allora si brevetterà la materia prima :)Come adesso i provider ti fanno pagare solo perchè "potresti" scaricare cose protette da copyright, nel futuro si pagherà la materia prima x% in più per distribuire un "equo" compenso ai detentori dei copyright delle opere "stampabili".Sarà il solito modello applicato anche all'industria fisica, modello che va riformato, non abolito.
          • panda rossa scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: Baffo
            Allora si brevetterà la materia prima :)
            Come adesso i provider ti fanno pagare solo
            perchè "potresti" scaricare cose protette da
            copyright, nel futuro si pagherà la materia prima
            x% in più per distribuire un "equo" compenso ai
            detentori dei copyright delle opere
            "stampabili".
            Sarà il solito modello applicato anche
            all'industria fisica, modello che va riformato,
            non
            abolito.E noi faremo un bell'esercito di cloni![img]http://static.howstuffworks.com/gif/clone-wars-9.jpg[/img]
          • bubba scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Baffo


            Allora si brevetterà la materia prima :)

            Come adesso i provider ti fanno pagare solo

            perchè "potresti" scaricare cose protette da

            copyright, nel futuro si pagherà la materia
            prima

            x% in più per distribuire un "equo" compenso ai

            detentori dei copyright delle opere

            "stampabili".

            Sarà il solito modello applicato anche

            all'industria fisica, modello che va riformato,

            non

            abolito.

            E noi faremo un bell'esercito di cloni!
            [img]http://static.howstuffworks.com/gif/clone-warsperando che non sia una macchinazione di un Lord SIAE^H^H^H^HSith .. :)
          • krane scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: Baffo
            - Scritto da: ABOLIRE IL COPYRIGHT


            Aspetta che arrivino i sintetizzatori


            alla star trek poi vedrai.



            Adding Our Way to Abundance

            How 3D Printing Will Obsolete the Economy of

            Scarcity and the Corporations that Rely On

            It


            http://www.hplusmagazine.com/2011/02/14/adding-our



            Neil Gershenfeld

            Fab. Dal personl computer al personal

            fabricator.


            http://lescienze.espresso.repubblica.it/edicola_me



            Thingiverse

            http://www.thingiverse.com



            Tra non molti anni ci sarà anche una fiorente

            pirateria dei progetti degli oggetti fisici che

            la gente si stamperà a casa...

            8-)



            P-)

            Allora si brevetterà la materia prima :)
            Come adesso i provider ti fanno pagare solo
            perchè "potresti" scaricare cose protette da
            copyright, nel futuro si pagherà la materia prima
            x% in più per distribuire un "equo" compenso ai
            detentori dei copyright delle opere
            "stampabili".
            Sarà il solito modello applicato anche
            all'industria fisica, modello che va riformato,
            non abolito.E io scavo e me la prendo, soprattutto se sono materiali facili da trovare, mi vuoi vietare di scavare buche in giardino ?
          • Baffo scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            Certo che no, buono scavo.
          • ABOLIRE IL COPYRIGHT scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT

            Bel paragone, schiavizzare esseri umani VS
            piratare del software.Semmai è schiavizzare esseri umani VS schiavizzare l'informazione. Cambia solo il soggetto.
            Nessuno ti costringe a utilizzare software
            protetti da licenza, passa a linux e nessuno ti
            schiavizzerà.Eliminiamo qualsiasi limitazione sull'utilizzo dell'informazione (limitazione che si basa sul concetto di SCARSITA' ARTIFICIALE) e il problema è risolto alla radice.
            Ma perchè il copyright sull'hardware è moralmente
            accettatoNON è moralmente accettato.L'informazione (anche quella legata all'hardware) è unica (l'informazione, ad esempio, rappresentata dalla sequenza di bit 1010 è sempre la stessa, indipendentemente dal supporto) e infinitamente duplicabile (il supporto fisico è irrilevante). Ergo, l'informazione è di tutti e nessuno può pretendere di possederla (come invece si può fare con un oggetto fisico).P-)
          • Baffo scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: ABOLIRE IL COPYRIGHT

            Bel paragone, schiavizzare esseri umani VS

            piratare del software.

            Semmai è schiavizzare esseri umani VS
            schiavizzare l'informazione. Cambia solo il
            soggetto.


            Nessuno ti costringe a utilizzare software

            protetti da licenza, passa a linux e nessuno ti

            schiavizzerà.

            Eliminiamo qualsiasi limitazione sull'utilizzo
            dell'informazione (limitazione che si basa sul
            concetto di SCARSITA' ARTIFICIALE) e il problema
            è risolto alla
            radice.


            Ma perchè il copyright sull'hardware è
            moralmente

            accettato

            NON è moralmente accettato.

            L'informazione (anche quella legata all'hardware)
            è unica (l'informazione, ad esempio,
            rappresentata dalla sequenza di bit 1010 è sempre
            la stessa, indipendentemente dal supporto) e
            infinitamente duplicabile (il supporto fisico è
            irrilevante). Ergo, l'informazione è di tutti e
            nessuno può pretendere di possederla (come invece
            si può fare con un oggetto
            fisico).

            P-)Quindi come fai a ripagare chi fa il "pensatore" a tempo pieno?Torniamo tutti nelle miniere o a coltivare la terra per mangiare e pensiamo nel tempo perso perchè non sarebbe remunerativo?L'unica cosa equa che mi viene in mente è stabilire un compenso unitario da rendere all'"inventore" di un software/canzone/poesia... per ripagarlo del tempo che ha dedicato all'inventarla (e allo studio che c'è dietro) e poi la si replica all'infinito gratis.A quel punto come si stabilirebbe tale compenso?Una volta c'erano i mecenati che gli artisti e in cambio ne avevano "bellezza" o "gloria", ora chi li manterrebbe?Come fare per non disincentivare la gente a fare il cantante solo perchè non ne potrebbe vivere?Non tutti vogliono donare il proprio tempo, e non dovrebbero essere costretti, certo fa piacere ma è utopico pensare che lo facciano tutti.
          • panda rossa scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: Baffo
            Quindi come fai a ripagare chi fa il "pensatore"
            a tempo pieno?E lo chiedi a me?Chiedilo al pensatore a tempo pieno.Se e' bravo a pensare a tempo pieno, trovera' una soluzione.Se non la trova, non e' bravo a fare il pensatore a tempo pieno ed e' meglio che dedichi parte del tempo alla sua sussistenza invece che a pensare.
            Torniamo tutti nelle miniere o a coltivare la
            terra per mangiare e pensiamo nel tempo perso
            perchè non sarebbe
            remunerativo?Non e' mica vietato.
            Non tutti vogliono donare il proprio tempo, e non
            dovrebbero essere costretti, certo fa piacere ma
            è utopico pensare che lo facciano
            tutti.Nessuno costringe nessuno.Non vuoi donare il tuo tempo, pazienza.Ne faremo a meno.Tanto c'e' chi lo fa.E c'e' stato chi lo ha fatto e le sue opere sono ancora qui e lo saranno per sempre.
          • Baffo scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Baffo


            Quindi come fai a ripagare chi fa il "pensatore"

            a tempo pieno?

            E lo chiedi a me?
            Chiedilo al pensatore a tempo pieno.
            Se e' bravo a pensare a tempo pieno, trovera' una
            soluzione.
            Se non la trova, non e' bravo a fare il pensatore
            a tempo pieno ed e' meglio che dedichi parte del
            tempo alla sua sussistenza invece che a
            pensare.


            Torniamo tutti nelle miniere o a coltivare la

            terra per mangiare e pensiamo nel tempo perso

            perchè non sarebbe

            remunerativo?

            Non e' mica vietato.


            Non tutti vogliono donare il proprio tempo, e
            non

            dovrebbero essere costretti, certo fa piacere ma

            è utopico pensare che lo facciano

            tutti.

            Nessuno costringe nessuno.
            Non vuoi donare il tuo tempo, pazienza.
            Ne faremo a meno.
            Tanto c'e' chi lo fa.
            E c'e' stato chi lo ha fatto e le sue opere sono
            ancora qui e lo saranno per
            sempre.Bene, con questa mentalità saremmo ancora all'età della pietra.
          • panda rossa scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: Baffo
            Bene, con questa mentalità saremmo ancora all'età
            della
            pietra.No, e' proprio con questa mentalita' che noi non siamo piu' all'eta' della pietra mentre le scimmie si.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT

            Quindi come fai a ripagare chi fa il "pensatore"
            a tempo
            pieno?Lo paghi se vuoi che faccia un lavoro che a te interessa, e che ancora non esiste.Ma non lo paghi per un lavoro già fatto, e già pagato.
    • ruppolo scrive:
      Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
      - Scritto da: ABOLIRE IL COPYRIGHT
      ABOLIRE IL COPYRIGHT

      Il fatto che se la prendano con una tecnologia,
      che di per sé non è ne buona ne cattiva (ma per
      me è molto buona ;-)), la dice lunga sull'urgenza
      di abolire definitivamente il
      copyright.

      P-)Anche il copyright è una legge che di per sé non è ne buona né cattiva (ma per me è molto buona ;-)), quindi due pesi e dure misure?
      • krane scrive:
        Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: ABOLIRE IL COPYRIGHT

        ABOLIRE IL COPYRIGHT

        Il fatto che se la prendano con una tecnologia,

        che di per sé non è ne buona ne cattiva (ma per

        me è molto buona ;-)), la dice lunga

        sull'urgenza di abolire definitivamente il

        copyright.

        P-)
        Anche il copyright è una legge che di per sé non
        è ne buona né cattiva (ma per me è molto buona
        ;-)), quindi due pesi e dure misure?Stai paragonango una tecnologia con una legge ?Come se con una legge si potesse cambiare la fisica o inventare qualcosa per legge (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT

        Anche il copyright è una legge che di per sé non
        è ne buona né cattivaTi sbagli. Il copyright è IL MALE . Non sarà mai troppo tardi, quando sarà distrutto.
        (ma per me è molto buona
        ;-)), Allora, anche tu sei un servo del male @^ @^ @^ @^A parte gli scherzi: a te, che vantaggi dà? Hai realizzato qualcosa sotto copyright? Perchè, se tu di lavoro fai il consulente, non dovrebbe cambiarti molto se c'è o no il copyright.Se invece hai realizzato qualche software, ci dici di cosa si tratta? (non ti preoccupare, non cercherò di usarlo a scrocco: non potrei neanche volendo, perchè non ho un mac)
      • 01234 scrive:
        Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
        ennesima sciocchezza: la tecnologia non è neutra, perché scegliere di fare una cosa in un modo o in un altro "seleziona" fette di realtà - concorrendo a mutarla a sua volta - a volte del tutto diverse. Vero però che poi, all'interno della selezione (ossìa della cultura vigente), può essere vista come neutra, e poi dipende dall'uso che se ne fa...prendi un coltello o un'auto...Ma lo stesso p2p, che all'interno della cultura "informatizzata" di oggi è "semplicemente" un mezzo di scambio di informazioni. Poi i diversi usi sono diversamente riconosciuti come leciti o meno (io direi sempre leciti ma vabbeh).Per le leggi invece, già nella formulazione (che ripeto NON è neutra, perché anche lei condizionata da ideologie e soprattutto dall'economia, vedi quelle sul CR) c'è anche l'applicazione che a parte alcune leggi meno rigide è "obbligatoria"...sicché una legge "sbagliata" non può che restare tale.
      • ABOLIRE IL COPYRIGHT scrive:
        Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT


        ABOLIRE IL COPYRIGHT

        Il fatto che se la prendano con una tecnologia,

        che di per sé non è ne buona ne cattiva (ma per

        me è molto buona ;-)), la dice lunga

        sull'urgenza di abolire definitivamente il

        copyright.

        P-)
        Anche il copyright è una legge che di per sé non
        è ne buona né cattiva (ma per me è molto buona
        ;-)), quindi due pesi e dure misure?Certo che sono due pesi e due misure!Una tecnologia è uno strumento, e in quanto tale non è ne buona ne cattiva.Una legge è una regola che la società adotta, e in quanto tale può essere buona o cattiva.E le leggi che proteggono il copyright sono il MALE .P-)
Chiudi i commenti