Brevetti, oggi la battaglia

Riceviamo e volentieri pubblichiamo la breve cronaca di un sofferto incontro a Bologna con il Partito Socialista Europeo sulla spinosissima questione dei brevetti sul software


Roma – Mancano poche ore all’arrivo della proposta di direttiva sui brevetti all’attenzione del Parlamento europeo e si moltiplicano gli sforzi dei tanti che contestano la normativa. Ecco il resoconto di un breve incontro con il PSE a Bologna

Approfittando di un incontro del gruppo del Partito Socialista Europeo a Bologna, vari gruppi legati al software libero, dopo una settimana frenetica, sono riusciti a ottenere un incontro di 7-8 minuti per aprire un dialogo e tentare un po’ di sensibilizzazione.

Il Bologna Free Software Forum , Erlug , Assoli e Italian Linux Society sono riusciti a organizzare a tempo record l’intervento del Prof. Renzo Davoli dell’Università di Bologna, che ha descritto le conseguenze devastanti dei brevetti sul software nella ricerca e nello sviluppo, e dell’Ing. Davide Dozza, presidente di una delle 2.000.000 (due milioni!) di piccole e medie imprese europee che verrebbero duramente danneggiate dai brevetti e hanno firmato una petizione per cercare di fermarli .

Anche se l’incontro non ha probabilmente cambiato di molto le opinioni del gruppo parlamentare, dato che solo una minoranza dei membri del PSE si è degnata di partecipare, la giornata non è stata inutile: gli attivisti locali hanno potuto avere contatti con alcuni europarlamentari e sentire il polso della situazione.

Sembra che *ogni* membro dell’europarlamento che abbia approfondito l’argomento sia ora fermamente contrario alla direttiva. Si è capito abbastanza chiaramente che se questa passerà, sarà a causa della drammatica ignoranza di molti dei votanti, che si limiteranno a seguire ciecamente indicazioni dall’alto .

Enrico Zini e Francesco Benincasa, per il BFSF

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • passione informatic a scrive:
    professionalita'
    laprofessionalita' informatica si acquisisce solo sul campo con la pratica e passione la preparazione universitaria e' solo teorica.GIUSTAMENTE COME BEN SAPETE UNO VA ALL'UNIVERSITA' PERCHE'PENSA DI TROVARE UN LAVORO IN UNA PRESTIGIOSA AZIENDA MA ALLA FINE POI NESSUNO TI PRENDE SE NON SEI RACCOMANDATO.IO HO FATTO LA MINI LAUREA IN INFORMATICA APPLICATA SPERANDO DI TROVARE LAVORO IN QUALCHE AZIENDA ADESSO MI RITROVO A LAVORARE NELLA SCUOLA COME ASSISTENTE AMMINISTRATIVO CON UNO STIPENDIO MISERO DOPO TANTI SACRIFICI CHE HO FATTO.
  • Pinco Pallino scrive:
    Crema (CR) fa schifo!
    Il corso fa schifo, non andate nel CREMASCO!
  • Rocco Garzia scrive:
    sicurezza informatica
    avete rotto i coglioni che non serve una mazza la laurea in sicurezza .Io sono uno studente del corso di laurea online di sicurezza, l' informatico vero non è una persona presuntuosa ma bensì vuole apprendere ogni cosa (lo spirito dell' ethical hacker),puoi essere il più grande programmatore di tutti i tempi ma magari non sai scrivere delle regole per il tuo firewall con packet filter ,non sai implementare una vpn sicura con ipsec, non conosci il penetration testing ,non sai operare su WAN di grandi dimensioni con i sistemi operativi più disparati , quindi tutti sti grandi cervelli farebbero meglio a farsi due conti... Un laureato in sicurezza informatica se ha veramente passione per la materia non smette di studiare e di aggiornarsi , non è che dopo la laurea esci e sei un super hacker , smettiamola !!! , piuttosto le persone che si credono tanto dei sapientoni voglio proprio vedere se hanno la laurea o se sono sono solo dei tecnici informatici
  • Anonimo scrive:
    quante storie...
    Ho letto un bel po' di commenti... ma credo che molti non sanno di cosa parlano... ho sentito dire "laurea che non serve a nulla"... "queste sono cose che non si imparano all' università"... forse qualcuno dimentica, per fare un "piccolo" esempio, il MIT... ma probabilemente molti degli autori dei post non sanno nemmeno cosa sia... cmq lasciamo stare questo... è inutile accanirsi su un corso di studio ( a tal proposito... qualcuno di voi ha avuto almeno la decenza di andare a vedere i programmi degli insegnamenti? ovviamente adesso tutti mi diranno che li hanno visti e analizzati per bene )... sicurezza non vuol dire solo saper smanettare... ci sono insegnamenti che approfondiscono anche gli aspetti legali che sono importanti... in ogni caso, oltre agli insegnamenti ci sono anche i laboratori ( tutti voi a casa hanno laboratori? )... Io non nego il fatto che ci siano ingegneri incapaci, ma non potete avere la presunzione che, tra chi si iscrive all' Università, non ci siano persone che hanno la stessa vostra passione... Il mio parere è che un corso del genere può essere molto interessante... inoltre credo ci siano vari lati positivi, tra cui anche il fatto che sicuramente, per forza di cose, ci saranno probabilmente dei corsi piu' attuali e al passo coi tempi...
  • Anonimo scrive:
    Vuoi laurearti presto?
    Affitta delle linee, metti sul un paio di belle macchine, attiva servizi http, chat, news, dai accesso pubblico tramite telnet ecc...Poi scrivi alle varie riviste in Internet vantandoti di essere un esperto in sicurezza in grado di "inchiappettare" qualsiasi hacker osi mettere, o solo cercar di cambiare, un bit non autorizzato sul tuo sistema, ed aspetta...Se il tuo sistema sopravvive per una settimana.. SEI LAUREATO :-D
  • Anonimo scrive:
    Come funziona l'università...
    Come diceva qualcuno, e ha ragione, non gli si può dare torto, la sicurezza non è una disciplina che si impara sui banchi di università. Se un tempo gli universitari erano persone che coltivavano una passione vera adesso la maggior parte è gente che vuole solo sbrigarsi a dare gli esami e uscire con un pezzo di carta. Nei laboratori delle università, almeno a Crema, la gente che si occupa di sicurezza o che bazzica attorno al mondo legato alle reti lo fa per passione personale, senza che siano cose imposte da esami particolari, e questa gente, una volta uscita saprà far valere il fatto suo. Ecco, forse l'unica cosa che potrebbe produrre questo corso è creare altri 'espertoni' di sicurezza megapompati che sanno 1000 acronimi per dire la stessa cosa e sanno riempire i loro paper di parole vaghe e concetti ...insomma tanto fumo....ma poco arrosto.E di gente così ce n'è già troppa...E poi mi chiedo...come ci si può permettere di insegnare sicurezza in una università dove non viene nemmeno insegnato a programmare? Questo è un mistero....
    • Anonimo scrive:
      Re: Come funziona l'università...
      92 minuti di applausi meritati, almeno da parte mia.Oggi, la maggior parte di quelli che s'interessano a una materia per passione sono appunto fuori dalle universita`. E in fin dei conti, e` logico: se hai una passione sarai ben motivato a studiarci su anche senza la forzatura di un esame da passare. Se devi passare un esame, studi con un altro tipo di stimolo.Ma forse per evitare problemi di oggi e del recente ieri (perche` nel remoto ieri c'erano molta meno memoria, molta meno potenza, molti meno problemi) vale la pena di menzionare a chi si ritrova la testa piena di acronimi, di nuovissime tecnologie che ancora non si sono fatte le ossa... un acronimo che vale la pena di ricordare: KISS.
  • Anonimo scrive:
    Potranno fare un sacco di esercizio...
    Quando si sapra quali pc sono controllati dai laurendi smanettoni da tutto il mondo si divertiranno ad entrare ed uscire come topi nel groviera :-D
    • Anonimo scrive:
      Re: Potranno fare un sacco di esercizio...

      Quando si sapra quali pc sono controllati
      dai laurendi smanettoni da tutto il mondo si
      divertiranno ad entrare ed uscire come topi
      nel groviera :-D;)
  • Anonimo scrive:
    Quanta invidia!
    Quanta invidia da parte dei cosiddetti "smanettoni" che reputano inutile l'università solo perchè non l'hanno fatta o perchè non sono riusciti a farla.Concordo con quanti sostengono che l'università da una base teorica molto solida che mai un autodidatta avrà mai.La teoria e la forma mentis sono molto importanti: vi immaginate un ingnere civile e meccanico che progetta macchine e costruzioni andando avanti per tentativi (come gli smanettoni)?Ma non scherziamo dai!P.S.Tra l'altro:come mai che appena facevo io l'università conoscevo certi smanettoni del PC che poi impiegavano 6 volte a passare l'esame di Fisica I o elettrotecnica?Mistero!
    • Anonimo scrive:
      Re: Quanta invidia!

      Concordo con quanti sostengono che
      l'università da una base teorica molto
      solida che mai un autodidatta avrà mai.non giurarci
      P.S.
      Tra l'altro:come mai che appena facevo io
      l'università conoscevo certi smanettoni del
      PC che poi impiegavano 6 volte a passare
      l'esame di Fisica I o elettrotecnica?perche appunto la fisica che ***** di collegamenti ha col pc ?????
      • Anonimo scrive:
        Io conosco smanettoni che...
        - Scritto da: Anonimo

        Concordo con quanti sostengono che

        l'università da una base teorica molto

        solida che mai un autodidatta avrà mai.
        non giurarci


        P.S.

        Tra l'altro:come mai che appena facevo io

        l'università conoscevo certi smanettoni
        del

        PC che poi impiegavano 6 volte a passare

        l'esame di Fisica I o elettrotecnica?
        perche appunto la fisica che ***** di
        collegamenti ha col pc ?????Pur essendo io smanettone a mia volta, faccio anche l'università di informatica e devo dire che ne sono molto contento, magari sono un po' meno contento del mio italiano da prima elementare ;)Però al prim'anno conoscevo diversi cosiddetti esperti di programmazione che poi non riuscivano ad astrarre quel tanto che basta per passare programmazione 1 (esame teorico ex TAMC)
    • Anonimo scrive:
      Re: Quanta invidia!

      La teoria e la forma mentis sono molto
      importanti: vi immaginate un ingnere civile
      e meccanico che progetta macchine e
      costruzioni andando avanti per tentativi
      (come gli smanettoni)?Gli ing , appena usciti dall'universita', vanno avanti a calci nel sedere poiche' devono imparare a fare il loro lavoro.Poi, quando hanno imparato a lavorare, vanno avanti ad assegnoni.
      Ma non scherziamo dai!

      P.S.
      Tra l'altro:come mai che appena facevo io
      l'università conoscevo certi smanettoni del
      PC che poi impiegavano 6 volte a passare
      l'esame di Fisica I o elettrotecnica?
      Mistero!E l'esame di italiano? l'hai passato? :-DSei staniero? :-|
    • Anonimo scrive:
      Re: Quanta invidia!

      Quanta invidia da parte dei cosiddetti
      "smanettoni" che reputano inutile
      l'università solo perchè non l'hanno fatta o
      perchè non sono riusciti a farla.Non reputo inutile l'universita' in generale. Pero'per alcune discipline come la sicurezza, mi paresia una grossa boiata.
      La teoria e la forma mentis sono molto
      importanti: vi immaginate un ingnere civile
      e meccanico che progetta macchine e
      costruzioni andando avanti per tentativi
      (come gli smanettoni)?Io sono uno smanettone. Tengo testa tranquillamentea tutti i vari Ing. presenti nella mia azienda, che dimostrano chiaramente quanto lo studio senza un'adeguata esperienza pratica, non porti a niente.Alcuni sono in gamba, altri secondo me sono unavergogna :)L'informatica e' una disciplina particolare, penso l'unicadisciplina alla portata di tutti. E' possibile per chiunqueabbia un minimo di volonta' , testare e fare prove di esperienza, cose che per esempioun dottore non puo' fare, a meno che non si diverta aduccidere la gente e poi a casa con tranquillita' si divertea sezionarla.Il fatto che uno smanettone vada avanti per tentativi,beh e' una tua opinione.Ad ogni modo, per quello che ho potuto vedere neimiei 6 anni di esperienza nel mondo dell'informatica,ho sempre visto che i lauerati alla fine vanno a faredei lavori che di praticano hanno niente o poco.Di solito vengono inseriti come figure manageriali,lasciando il "vero" lavoro e chi le cose le sa veramente.E' questione di gusti. A me piace di piu' stare a progettare reti, firewall etc, piuttosto che fare il coordinare di tutto, il cui unico lavoro e' quello diriempire fogli Excel da dare al consiglio di Azienda :)Ripeto, parlo per mia esperienza personale, ovvio cheforse da altre parti la situazione e' diversa.
      • Anonimo scrive:
        Re: Quanta invidia!

        E' questione di gusti. A me piace di piu'
        stare a
        progettare reti, firewall etc, piuttosto che
        fare il
        coordinare di tutto, il cui unico lavoro e'
        quello di
        riempire fogli Excel da dare al consiglio di
        Azienda :)cazzo, io faccio informatica all'uni ma mi sento come te. Sono circondati da compagni che usano il pc come un badile, non hanno voglia di sbattersi a ragionare su una configurazione o correggere un sorgente. Non so, ma io mi sento estraneo a loro, mi sento un po' come te. E io che pensavo di trovare gli smanettoni all'università...magari. La vera gente che ci sa fare probabilmente non ha mai frequentato...Forse la figura dell'informatico come piace a noi sta scomparendo? Tutti se ne vogliono lavare le mani e fare solo i manager infighettati? Che tristezza tutto ciò....Quando poi sento parlare le ragazze che fanno informatica....c'è da mettersi a piangere!! Ovvio che ci sono sempre eccezzioni (giusto per non sollevare polemiche)
    • Anonimo scrive:
      Re: Quanta invidia!
      - Scritto da: Anonimo
      Quanta invidia da parte dei cosiddetti
      "smanettoni" che reputano inutile
      l'università solo perchè non l'hanno fatta o
      perchè non sono riusciti a farla.
      Concordo con quanti sostengono che
      l'università da una base teorica molto
      solida che mai un autodidatta avrà mai.

      La teoria e la forma mentis sono molto
      importanti: vi immaginate un ingnere civile
      e meccanico che progetta macchine e
      costruzioni andando avanti per tentativi
      (come gli smanettoni)?

      Ma non scherziamo dai!

      P.S.
      Tra l'altro:come mai che appena facevo io
      l'università conoscevo certi smanettoni del
      PC che poi impiegavano 6 volte a passare
      l'esame di Fisica I o elettrotecnica?
      Mistero!come mai tu magari passi l'esame e poi non sei capace di fare il lavoro?perchè basta leggere e applicare, mentre spesso nella vita ci vuole inventiva.comunque a diventare smanettone, DOPO aver studiato, ci arriverai anche tu ... non ti preoccupare.altrimenti come credi che si scrivano i libri che ti sei letto?
      • Anonimo scrive:
        Re: Quanta invidia!
        A me pare che qui molti stiano confondendo una cultura tecnica da ITIS con quella universitaria.Il tecnico applica (magari bene) concetti creati da universitari.Il tecnico programma (bene) in C++,l'ign.informatico crea il linguaggio C++.Capite la differenza?I miei posts non vogliono essere provocatori,ma di fronte alla catena di scherno e ironia riguardo chi fa l'università (come se fosse una perdita di tempo),un minimo di difesa ci voleva.
        • Anonimo scrive:
          Re: Quanta invidia!

          A me pare che qui molti stiano confondendo
          una cultura tecnica da ITIS con quella
          universitaria.
          Il tecnico applica (magari bene) concetti
          creati da universitari.
          Il tecnico programma (bene) in
          C++,l'ign.informatico crea il linguaggio
          C++.
          Capite la differenza?quindi ?????mi sembrava una cosa chiarissimanel caso della progettazione l'ingegniere diventa tecnico diciamoquindi ?????
          I miei posts non vogliono essere
          provocatori,ma di fronte alla catena di
          scherno e ironia riguardo chi fa
          l'università (come se fosse una perdita di
          tempo),un minimo di difesa ci voleva.cerchiamo di capirci quindiperdita di tempo nel senso che si puo impiegare meglioimparare non e mai una perdita di tempoquindi
        • Anonimo scrive:
          Re: Quanta invidia!
          - Scritto da: Anonimo
          A me pare che qui molti stiano confondendo
          una cultura tecnica da ITIS con quella
          universitaria.
          Il tecnico applica (magari bene) concetti
          creati da universitari.
          Il tecnico programma (bene) in
          C++,l'ign.informatico crea il linguaggio
          C++.
          Capite la differenza?

          I miei posts non vogliono essere
          provocatori,ma di fronte alla catena di
          scherno e ironia riguardo chi fa
          l'università (come se fosse una perdita di
          tempo),un minimo di difesa ci voleva.non sono laureato ma lavoro nel mondo informatico da qualche anno oramai.. l'universita mi sarebbe piaciuto tantissimo farla ma ero troppo impegnato a lavorare per dedicarmici cmq.. il tecnico potrebbe applicare con successo suoi concetti per nulla paritetici con quelli universitari e a volte in totale discordanza.. e sempre gli stessi tecnici hanno creato moltissimi linguaggi.. magari poco noti ai piu come lo shakespeare.. di poca utilita magari ma cio non vuol dire che non siano linguaggi di programmazione per quanto riguarda l'utilita.. beh.. dipende da come la cosa viene presa dall'eventuale studente.. dalla passione che ci mette.. se pensa che basta l'universita per farlo diventare un esperto è un grosso errore ma cio non toglie che tantissimi "smanettoni" abbiano uno skill avanzatissimo e in moltissimi casi superiore a quello di un ingegnere non appassionato
        • friscom scrive:
          Re: Quanta invidia!
          - Scritto da: Anonimo
          A me pare che qui molti stiano confondendo
          una cultura tecnica da ITIS con quella
          universitaria.
          Il tecnico applica (magari bene) concetti
          creati da universitari.
          Il tecnico programma (bene) in
          C++,l'ign.informatico crea il linguaggio
          C++.
          Capite la differenza?Credo che a generalizzare si riesce sempre a prender delle grandi cantonate.Vorresti dire che per fortuna che ci sono i laureati a mandar avanti la baracca?E quelli che laureati non sono e che magari hanno contribuito con delle dritte colossali cosa sono? le eccezioni alle regole?In pratica: se hai "l'imprimatur" puoi parlare di qualcosa altrimenti e meglio star zitti?Gran retroterra culturale, complimenti!
          • Anonimo scrive:
            Re: Quanta invidia!
            - Scritto da: friscom

            Credo che a generalizzare si riesce sempre a
            prender delle grandi cantonate.
            Vorresti dire che per fortuna che ci sono i
            laureati a mandar avanti la baracca?
            E quelli che laureati non sono e che magari
            hanno contribuito con delle dritte colossali
            cosa sono? le eccezioni alle regole?

            In pratica: se hai "l'imprimatur" puoi
            parlare di qualcosa altrimenti e meglio star
            zitti?

            Gran retroterra culturale, complimenti!A me sembra che la situazione sia al contrario. Qui c'è un sacco di gente che afferma apertamente che la laurea non serve a niente.
    • Anonimo scrive:
      Re: Quanta invidia!
      - Scritto da: Anonimo
      Quanta invidia da parte dei cosiddetti
      "smanettoni" che reputano inutile
      l'università solo perchè non l'hanno fatta o
      perchè non sono riusciti a farla.Cerca di capirli, magari in ufficio hanno il collega laureato che effettivamente è meno capace di loro ma siccome ha la laurea entra subito al 6° livello e guadagna più di loro ed ha più prospettive di carriera...Quel che non capiscono è che occorrono SIA la laurea SIA l'esperienza tecnica, una non esclude l'altra, e ciascuna delle due da sola è poco.
      • Anonimo scrive:
        Re: Quanta invidia!

        Quel che non capiscono è che occorrono SIA
        la laurea SIA l'esperienza tecnica, una non
        esclude l'altra, e ciascuna delle due da
        sola è poco.E' poco perchè non ci sono altri modi di valorizzare le persone che hanno maturato l'esperienza tecnica.Parliamoci chiari: qui in Italia oltre la laurea cosa viene REALMENTE apprezzato?Io personalmente non mi potevo permettere di andare all'università e ad oggi dopo 10 anni di onorata carriera di "smanettone" mi ritengo soddisfatto di quello che ho imparato, insoddisfatto di quello per cui sono valutato.Quanti realmente si possono permettere una laurea?E a noi che spendiamo migliaia di euro in testi, riviste e programmi per tenerci sempre aggiornati ed è un continuo studiare senza mai fermarsi, che dobbiamo fare, inchinarci ai laureati che ti guardano dall'alto della loro enorme esperienza universitaria?Spiacente.Per me non esistono ne laureati ne smanettoni ma solo chi invece delle parole, presenta fatti e dimostra di saper fare il proprio lavoro.Credimi, sembra scontato, ma in genere trovo molte persone poco professionali che occupano posizioni veramente importanti.Ciao a tutti,Andrea
      • Anonimo scrive:
        Re: Quanta invidia!

        Cerca di capirli, magari in ufficio hanno il
        collega laureato che effettivamente è meno
        capace di loro ma siccome ha la laurea entra
        subito al 6° livello e guadagna più di loro
        ed ha più prospettive di carriera...Vallo a raccontare al mio collega, lauerato in IngegneriaInformatica, che invece di essere stato assunto normalmente, gli hanno rifilato un COCOCO da paura. Io invece non sonolaureato, sono stato assunto nello stesso periodo, pero'invece del COCOCO mi e' stato offerto un contratto al 6°,che ovviamente non ho rifiutato.L'unica differenza stava nel fatto che lui era neolaureato, io invece avevo un'esperienza nel settore di 5 anni, con prove tangibili di quello che sapevo o non sapevo fare.Avro' forse avuto la fortuna di partecipare a colloqui dilavoro dove veniva testata la reale capacita' di una persona,piuttosto che scelta solamente perche' aveva un titolo distudio diverso da un altro. Per fortuna esistono ancora questi criteri di selezione.
    • DoubleGJ scrive:
      Re: Quanta invidia!
      BLA BLA BLA BLAma va a lavorare...DoubleGJ
    • Anonimo scrive:
      Re: Quanta invidia!
      poverino..quanta pena!forse questo era il topic idealesono pronto scommetterci i santissimi che in una gara univeristari Vs smanettoni i secondi avrebbero la meglio.. io non sono uno smanettone..però so che loro ci mettono impegno, assiduità, intelligenza, innovazione, rischio, passione e interesse.Un universitario è raro che possa permettersi tutte queste qualità.. ovviamente non impossibile ma raro! di certo gli smanettoni non provano invidia per il pezzo di carta, ma enso anzi che ci trovino una sfida verso le proprie capacitàtorna a succhiare il biberon vaFederico
      • Anonimo scrive:
        Re: Quanta invidia!

        io non sono uno smanettone..però so che loro
        ci mettono impegno, assiduità, intelligenza,
        innovazione, rischio, passione e interesse.
        Un universitario è raro che possa
        permettersi tutte queste qualità..ecco perche serve quel pezzo di cartaquesta e una societa d'idioti devi dimostrare di esserlo anche tu
  • Anonimo scrive:
    Credo che abbiano da imparare anche loro
    http://www.dti.unimi.it/phpinfo.php non è il massimo della sicurezza mettere tutte le info sul server nel modo più ovvio...
    • Anonimo scrive:
      Re: Credo che abbiano da imparare anche loro
      - Scritto da: Anonimo
      http://www.dti.unimi.it/phpinfo.php non è il
      massimo della sicurezza mettere tutte le
      info sul server nel modo più ovvio...Wow, hanno sul sito la configurazione di default di Apache e PHP, che grave falla di sicurezza, scommetto che adesso sei in grado di bucargli il sito facilmente...
      • Anonimo scrive:
        Re: Credo che abbiano da imparare anche
        Hanno anche versioni un po' vecchiotte di software, comunque non devo bucare nulla io, se vuoi farlo tu accomodati
    • Anonimo scrive:
      Re: Credo che abbiano da imparare anche loro
      - Scritto da: Anonimo
      http://www.dti.unimi.it/phpinfo.php non è il
      massimo della sicurezza mettere tutte le
      info sul server nel modo più ovvio...Hai un concetto abbastanza LOLloso di dati sensibili......
      • Anonimo scrive:
        Re: Credo che abbiano da imparare anche
        Più che altro sembra che loro abbiano un concetto LOLloso della sicurezza :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Credo che abbiano da imparare anche
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        http://www.dti.unimi.it/phpinfo.php non è
        il

        massimo della sicurezza mettere tutte le

        info sul server nel modo più ovvio...

        Hai un concetto abbastanza LOLloso di dati
        sensibili......(non sono quello di sopra)Che c'e` di divertente? Se a uno gli dai di preciso le versioni che usa il tuo server, quell'uno puo` cercare degli exploit mirati... quelli SONO dati sensibili eccome, in termini di sicurezza.
  • Anonimo scrive:
    Operazione Propaganda
    Questa notizia è stata diffussa il più possibile negli ultimi giorni, tramite diversi canali. Non fatevi ingannare, non si tratta di nulla di così "unico" e "innovativo" come si vuol far credere, né tantomeno di una laurea per aspiranti hacker o simili.Dopo la riforma del sistema universitario sono spuntate come funghi lauree dai nomi improbabili, tipo "tecnologie del legno" o "gestione dei flussi migratori". In pratica si fa così: si prende una laurea tradizionale (ad es. "informatica"), si fanno diventare fondamentali alcuni esami che erano complementari, e si confeziona una laurea triennale dal nome accattivante attira-studenti.Del resto è comprensibile, le università ormai sono in competizione tra loro, ad es. in TV ho visto lo spot dell'Università di Firenze. Quello di Crema è un corso serio, i docenti sono buoni, quello che a me da fastidio è la propaganda. Tanto più che queste lauree triennali coi nomi "trendy" in realtà sono molto impoverite rispetto alle lauree tradizionali, ad es. in informatica sono stati tolti o ridotti molti esami che fornivano una preparazione scientifica di base. Il risultato è che la qualità degli studenti si è abbassata sensibilmente, tutti i docenti se ne sono accorti.Concludo rivolgendomi a chi dice che l'universita' non serve a niente e cio' che conta e' l'esperienza sul campo. Forse siete in buona fede, o forse avete il dente avvelenato perché l'università non siete riusciti a farla, ma in entrambi i casi vi sbagliate. L'università fornisce una preparazione di base completa, una formazione che va al di là delle nozioni e che serve soprattutto per sviluppare il metodo di approccio ai problemi e la capacità di analisi. Poi è chiaro che durante o dopo la laurea bisogna integrare questa formazione con l'esperienza sul campo, anche perché nell'informatica le tecnologie cambiano rapidamente.
    • Anonimo scrive:
      Re: Operazione Propaganda
      Agreed su tutto.
      Quello di Crema è un corso serio, i
      docenti sono buoni,Tranne degli Antoni, naturalmente.
      • Anonimo scrive:
        Re: Operazione Propaganda
        - Scritto da: Anonimo

        Quello di Crema è un corso serio, i

        docenti sono buoni,

        Tranne degli Antoni, naturalmente.Lui pero' lo fa apposta avendo corsi di dubbia utilita' (insegnare a programmare?! piuttosto dovrebbero mettere ingegneria del sw al I anno). :P
        • Anonimo scrive:
          Re: Operazione Propaganda

          piuttosto dovrebbero mettere ingegneria del
          sw al I anno). :Pi primi due anni non devono neanche esistere;)poi gli asini possono pure farsi quei due anni quindi;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Operazione Propaganda

      sbagliate. L'università fornisce una
      preparazione di base completa, una
      formazione che va al di là delle nozioni e
      che serve soprattutto per sviluppare il
      metodo di approccio ai problemi e la
      capacità di analisi.vediamo chi si ricorda che ha studiato negli anni d'universitasono solo esami stupidi che confondono gli studenti per farli restare piu possibile per farli pagare le tasseformazione ?????rido
      • Anonimo scrive:
        Re: Operazione Propaganda
        - Scritto da: Anonimo
        vediamo chi si ricorda che ha studiato negli
        anni d'universita sono solo esami stupidi che
        confondono gli studenti per farli restare piu
        possibile per farli pagare le tasse formazione ?????Se t' han preso x il culo quando c' andasti non e' detto ke sia cosi' x tutti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Operazione Propaganda
        - Scritto da: Anonimo
        vediamo chi si ricorda che ha studiato negli
        anni d'universita
        sono solo esami stupidi che confondono gli
        studenti per farli restare piu possibile per
        farli pagare le tasse
        formazione ?????Io mi ricordo molto, anche se magari non in dettaglio, e sento che l'universita' mi ha dato una ottima preparazione di fondo, che poi naturalmente ho integrato ed aggiornato per conto mio.Un informatico *deve* conoscere i fondamenti di informatica teorica, la complessità degli algoritmi, l'architettura degli elaboratori, la struttura dei sistemi operativi e dei vari algoritmi di scheduling/caching/paging che essi usano, e tanto altro ancora. Deve inoltre avere una preparazione scientifica di base, altrimenti si trovera' senza gli strumenti adeguati quando dovra' analizzare dati, prestazioni, tendenze ecc.Premesso che rispetto tutti e che una laurea non rende automaticamente bravi, vorrei comunque che non si confondesse un laureato in informatica con un tecnico o un programmatore.
        • Anonimo scrive:
          Re: Operazione Propaganda

          Io mi ricordo molto,tipo ????? 50% ?????
          anche se magari non in
          dettaglio,;)quindi non necessaria una preparazione cosi dettagliata su tutti quei argomenti
          e sento che l'universita' mi ha
          dato una ottima preparazione di fondo,si come le tabelle dei valori delle funzioni di ripartizione delle leggi o dei quantili
          che
          poi naturalmente ho integrato ed aggiornato
          per conto mio.tu ricordi quello che utilizziil resto viene cancellato
          Un informatico *deve* conoscere i fondamenti
          di informatica teorica, la complessità degli
          algoritmi, l'architettura degli elaboratori,
          la struttura dei sistemi operativi e dei
          vari algoritmi di scheduling/caching/paging
          che essi usano, e tanto altro ancora.se vuoi diventare ricercatore
          Deve
          inoltre avere una preparazione scientifica
          di base, altrimenti si trovera' senza gli
          strumenti adeguati quando dovra' analizzare
          dati, prestazioni, tendenze ecc.quella dovrebbe essere insegnata durante il liceo
          Premesso che rispetto tutti e che una laurea
          non rende automaticamente bravi, vorrei
          comunque che non si confondesse un laureato
          in informatica con un tecnico o un
          programmatore.li separa un pezzo di carta quindiparliamo di persone comunque
          • Anonimo scrive:
            Re: Operazione Propaganda


            anche se magari non in

            dettaglio,
            ;)
            quindi non necessaria una preparazione cosi
            dettagliata su tutti quei argomentiintendo dire se non ricordi qualcosa prendi un libro e leggiche ***** ci vuole mica devo studiare come un ******** le definizioni esatte di ********
          • Anonimo scrive:
            Re: Operazione Propaganda



            anche se magari non in


            dettaglio,

            ;)

            quindi non necessaria una preparazione
            cosi

            dettagliata su tutti quei argomenti
            intendo dire se non ricordi qualcosa prendi
            un libro e leggi
            che ***** ci vuole mica devo studiare come
            un ******** le definizioni esatte di
            ********trovare le informazioni non memorizzarle
          • Anonimo scrive:
            Re: Operazione Propaganda
            - Scritto da: Anonimo

            Io mi ricordo molto,
            tipo ????? 50% ?????Anche di più, diciamo 75%. E anche quando non mi ricordo qualcosa posso cercarlo e capirlo molto velocemente perché ho una preparazione di base che me lo permette.
            quindi non necessaria una preparazione cosi
            dettagliata su tutti quei argomentiCerca di capire: *studi* in dettaglio, perché il dettaglio migliora la comprensione generale. Poi dopo siccome è umanamente impossibile ricordarsi tutto, si trattiene solo la comprensione generale e le nozioni fondamentali.
            tu ricordi quello che utilizzi
            il resto viene cancellatoNon devi vedere tutto nell'ottica tecnica dell'utilizzo / non utilizzo, non stiamo parlando di php o flash o photoshop, ma di una preparazione scientifica, che ti resta per tutta la vita, e ti permette di imparare bene e rapidamente quello che poi utilizzi.


            Un informatico *deve* conoscere i
            fondamenti

            di informatica teorica, la complessità
            degli

            algoritmi, l'architettura degli
            elaboratori,

            la struttura dei sistemi operativi e dei

            vari algoritmi di
            scheduling/caching/paging

            che essi usano, e tanto altro ancora.

            se vuoi diventare ricercatoreAssolutamente no, servono se vuoi diventare qualcosa di piu' di un buon tecnico o di un buon programmatore, perché, ribadisco, quello che conta è la preparazione scientifica di base, che ti permette di inquadrare tutti i problemi con cui hai a che fare, e ti dà riferimenti e analogie a problemi già noti.(A proposito, un buon programmatore dovrebbe conoscere bene almeno la complessità degli algoritmi, altro che "serve solo se vuoi diventare ricercatore")
            li separa un pezzo di carta quindi
            parliamo di persone comunqueNon è il pezzo di carta ma la preparazione che è servita per ottenerlo a fare la differenza.Gradirei sapere che lavoro fai tu e che esperienze universitarie hai avuto visto che parli con tanta sicurezza. Se non stai trollando sono sicuro che non avrai problemi a dircelo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Operazione Propaganda
            - Scritto da: Anonimo

            Anche di più, diciamo 75%. E anche quando
            non mi ricordo qualcosa posso cercarlo e
            capirlo molto velocemente perché ho una
            preparazione di base che me lo permette.concordo, sono nella stessa situazione. Non mi ricordo le formulette, mi ricordo bene i concetti; per il resto ho una biblioteca ben fornita.
            Cerca di capire: *studi* in dettaglio,
            perché il dettaglio migliora la comprensione
            generale. Poi dopo siccome è umanamenteAggiungo che impari anche a capire e impari un metodo di lavoro. Impari a derivare regole da dettagli altrimenti scorrelati... non e' poco!
            Non devi vedere tutto nell'ottica tecnica
            dell'utilizzo / non utilizzo, non stiamoConcordo ancora. Una delle grandi cose che mi ha dato l'universita' e' la capacita' di affrontare situazione nuove, per le quali non basta attingere alla memoria;
            Assolutamente no, servono se vuoi diventare
            qualcosa di piu' di un buon tecnico o di un
            buon programmatore, perché, ribadisco,
            quello che conta è la preparazione
            scientifica di base, che ti permette di
            inquadrare tutti i problemi con cui hai a
            che fare, e ti dà riferimenti e analogie a
            problemi già noti.Ancora d'accordo, con invidia da buon(?) tecnico o poco piu'
            (A proposito, un buon programmatore dovrebbe
            conoscere bene almeno la complessità degli
            algoritmi, altro che "serve solo se vuoi
            diventare ricercatore")A volte sarebbe gia' tanto se chi si definisce programmatore fosse a conoscenza dell'esistenza degli algoritmi; almeno quelli di base :(
            Non è il pezzo di carta ma la preparazione
            che è servita per ottenerlo a fare la
            differenza.Parole sante.
          • Anonimo scrive:
            Re: Operazione Propaganda


            Anche di più, diciamo 75%. E anche quando

            non mi ricordo qualcosa posso cercarlo e

            capirlo molto velocemente perché ho una

            preparazione di base che me lo permette.
            concordo, sono nella stessa situazione. Non
            mi ricordo le formulette, mi ricordo bene i
            concetti; per il resto ho una biblioteca ben
            fornita.una notizia: i concetti sono il 20% il resto sono formule e informazioni superflue relative ai concettiricordate i concetti in grande non nei dettagliquelli utilizzaticonsiderando che ci si ricorda il 50% dei concetti questo porta a un 90% d'informazioni INUTILIil punto e che nell'universita le domande degli esami si concentrano sul 90% d'informazioni INUTILIl'universita oggi e uno spreco di risorse
            Aggiungo che impari anche a capire e impari
            un metodo di lavoro.questo dovrebbe esistere per ipotesi
            Impari a derivare
            regole da dettagli altrimenti scorrelati...
            non e' poco! non ci vuole molto lo fai fin da bambino quindi

            Non devi vedere tutto nell'ottica tecnica

            dell'utilizzo / non utilizzo, non stiamo
            Concordo ancora. Una delle grandi cose che
            mi ha dato l'universita' e' la capacita' di
            affrontare situazione nuove, per le quali
            non basta attingere alla memoria;anche questa capacita dovrebbe esister per ipotesi

            Non è il pezzo di carta ma la preparazione

            che è servita per ottenerlo a fare la

            differenza.
            Parole sante. l'universita deve offrire concettiil metodo per studiare affrontare nuove scelte si deve avere quindiconcluso che l'universita deve offrire concettiio dico di separare questi concetti per quanto possibile in segmenti precisiinoltre preparazione di base con riferimenti per i dettaglipoi chi vuole studiarsi i dettagli benein funzione dei propri interessi
          • Anonimo scrive:
            Re: Operazione Propaganda
            - Scritto da: Anonimo
            una notizia: i concetti sono il 20% il resto
            sono formule e informazioni superflue
            relative ai concetti
            ricordate i concetti in grande non nei
            dettagli
            quelli utilizzati
            considerando che ci si ricorda il 50% dei
            concetti questo porta a un 90%
            d'informazioni INUTILI
            il punto e che nell'universita le domande
            degli esami si concentrano sul 90%
            d'informazioni INUTILI
            l'universita oggi e uno spreco di risorseAltra notizia: la somma del volume di elettroni, neutroni e protoni e' assai inferiore al volume dell'atomo che costituiscono. L'atomo quindi e' "composto" principalmente di vuoto, quindi la materia di fatto non esiste. Amen.


            Aggiungo che impari anche a capire e
            impari un metodo di lavoro.
            questo dovrebbe esistere per ipotesibeh, si vede che li incontro solo io quelli che non sanno da che parte si comincia ad affrontare un problema...


            Impari a derivare

            regole da dettagli altrimenti
            scorrelati...

            non e' poco!
            non ci vuole molto lo fai fin da bambino
            quindiRIpeto: forse li incontro tutti io....



            Non devi vedere tutto nell'ottica
            tecnica


            dell'utilizzo / non utilizzo, non
            stiamo

            Concordo ancora. Una delle grandi cose che

            mi ha dato l'universita' e' la capacita'
            di

            affrontare situazione nuove, per le quali

            non basta attingere alla memoria;
            anche questa capacita dovrebbe esister per
            ipotesidovrebbe, potrebbe, sarebbe... ipotesi che si scontrano con la realta'.



            Non è il pezzo di carta ma la
            preparazione


            che è servita per ottenerlo a fare la


            differenza.

            Parole sante.
            l'universita deve offrire concetti
            il metodo per studiare affrontare nuove
            scelte si deve avere quindipalle: il metodo si impara.
            concluso che l'universita deve offrire
            concetti
            io dico di separare questi concetti per
            quanto possibile in segmenti precisisinceramente faccio fatica a seguire questo tuo ragionamento
          • Anonimo scrive:
            Re: Operazione Propaganda

            Altra notizia: la somma del volume di
            elettroni, neutroni e protoni e' assai
            inferiore al volume dell'atomo che
            costituiscono. L'atomo quindi e' "composto"
            principalmente di vuoto, quindi la materia
            di fatto non esiste. Amen.lo sapevo che i miei ** di ***** non sono che un illusione;)


            Aggiungo che impari anche a capire e

            impari un metodo di lavoro.

            questo dovrebbe esistere per ipotesi
            beh, si vede che li incontro solo io quelli
            che non sanno da che parte si comincia ad
            affrontare un problema...sono vuoti;)io gia durante le medie possedevo queste caratteristiche;)

            anche questa capacita dovrebbe esister per

            ipotesi
            dovrebbe, potrebbe, sarebbe... ipotesi che
            si scontrano con la realta'.penso come l'universita quindi ;)
            il metodo si impara. nasci con l'istinto del predatore quindi

            concluso che l'universita deve offrire

            concetti

            io dico di separare questi concetti per

            quanto possibile in segmenti precisi
            sinceramente faccio fatica a seguire questo
            tuo ragionamentoprecisi segmenti per precisi compitiper esempio vuoi progettare load balancing ?????oppure routing ?????bene un core minimo di conoscenze poi per ogni indirizzo le informazioni divise in core + livelli
          • Anonimo scrive:
            Re: Operazione Propaganda
            - Scritto da: Anonimo
            precisi segmenti per precisi compiti
            per esempio vuoi progettare load balancing
            ?????
            oppure routing ?????
            bene un core minimo di conoscenze poi per
            ogni indirizzo le informazioni divise in
            core + livelliNon vedi la distinzione tra formazione culturale e preparazione tecnica, questo è il problema. Le nozioni tecniche vanno e vengono, la formazione culturale ti resta a vita.
          • Anonimo scrive:
            Re: Operazione Propaganda
            - Scritto da: Anonimo
            sono vuoti
            ;)a rendere?
            io gia durante le medie possedevo queste
            caratteristiche
            ;)eri vuoto? :)

            si scontrano con la realta'.
            penso come l'universita quindi ;)ma le paghi un tanto a parola le frasi? non potresti completarne una ogni tanto? :) Quindi cosa?


            il metodo si impara.
            nasci con l'istinto del predatore quindiquindi?
            precisi segmenti per precisi compiti
            per esempio vuoi progettare load balancing
            ?????
            oppure routing ?????
            bene un core minimo di conoscenze poi per
            ogni indirizzo le informazioni divise in
            core + livelliMacche', significa creare figure professionali usa e getta, che sanno muoversi solo in un ristretto ambito e non hanno la capacità di affrontare con sufficiente agilità mentale i cambiamenti nè hanno la possibilità di portare le esperienze acquisite da un settore ad un altro. Significa formare fersone costrette ogni volta a ri-studiarsi le stesse cose dette in altro modo perche' non hanno saputo/potuto astrarre un concetto piu' generale.
          • Anonimo scrive:
            Re: Operazione Propaganda

            Non vedi la distinzione tra formazione culturale e
            preparazione tecnica, questo è il problema. Le nozioni
            tecniche vanno e vengono, la formazione culturale ti resta a
            vita.cerchiamo di capirci cosa c'e di utile nell'imparare concetti di cui non t'importa nienteconosco la differenza comunque ripeto se qualcosa non m'interessa MINIMAMENTE che scopo ha pure studiarle non dico imparare

            precisi segmenti per precisi compiti

            per esempio vuoi progettare load balancing

            ?????

            oppure routing ?????

            bene un core minimo di conoscenze poi per

            ogni indirizzo le informazioni divise in

            core + livelli
            Macche', significa creare figure
            professionali usa e getta, che sanno
            muoversi solo in un ristretto ambito e non
            hanno la capacità di affrontare con
            sufficiente agilità mentale i cambiamenti nè
            hanno la possibilità di portare le
            esperienze acquisite da un settore ad un
            altro. Significa formare fersone costrette
            ogni volta a ri-studiarsi le stesse cose
            dette in altro modo perche' non hanno
            saputo/potuto astrarre un concetto piu'
            generale.niente t'impedisce di seguire tutti quei corsi insieme se vuoi quindisemplicemente conoscenza comune per un certo numero di moduli collegati poi studi quei blocchi che vuoiovviamente puoi anche saltare la conoscenza comune se la conosci per esempio unico esame per l'intera base di conoscenze comuniio in pratica chiedo di riorganizzare i corsi cosi poter decidere che cosa studiare secondo le preferenze mie per esempioio non devo studiare quello che loro decidono nell'ordine che loro decidono questo chiedonon di essere piu stupido semplicemente di concentrarmi (piu efficiente) su quello che voglio studiare
          • Anonimo scrive:
            Re: Operazione Propaganda
            - Scritto da: Anonimo

            Non devi vedere tutto nell'ottica tecnica

            dell'utilizzo / non utilizzo,
            perche ?????Perché, per l'ennesima volta, certi argomenti e certe nozioni formano la cultura e la preparazione informatico/scientifica di base, e la loro utilità va quindi al di là dell'utilizzo pratico per fare il lavoretto per il cliente.

            non stiamo

            parlando di php o flash o photoshop, ma di

            una preparazione scientifica, che ti resta

            per tutta la vita, e ti permette di
            imparare

            bene e rapidamente quello che poi
            utilizzi.
            voglio essere io a decidere che cultura
            farmi quindi
            si discute su questo quindiSei libero di farti la cultura che vuoi, puoi fare l'università come puoi comprarti "C++ for Dummies" o fare tante altre cose, però non dire che l'università non serve a niente.
            io vedo ricercatori e utilizzatori
            chi ricerca deve avere preparazione avanzata
            chi utilizza si preparazione comunque senza
            tutti quei dettagliCi sono anche i *progettisti*, ai quali una preparazione di base serve eccome. Peraltro questa preparazione è utile anche per quelli che tu chiami utilizzatori.

            (A proposito, un buon programmatore
            dovrebbe

            conoscere bene almeno la complessità degli

            algoritmi, altro che "serve solo se vuoi

            diventare ricercatore")
            si comunque non teoreticamente eliminando
            poi quei dettagli INUTILIVorrei sapere quali sono questi terribili dettagli inutili "teoretici" della complessità degli algoritmi. Forse la tanto spaventosa notazione O-grande? Boh! La complessità degli algoritmi è una teoria, non è un corso tipo "HTML in 24 ore"...
            intendevo dire che pure senza la laurea si
            possono avere conoscenze completamente
            identiche
            semplicemente c'e chi decide di fare gli
            esami e chi no comunque la preparazione puo
            essere tranquillamente identica
            se concordi la differenza si limita quel
            pezzo di cartaGrazie al c... Se frequenti i corsi e poi non fai gli esami e non ti laurei la preparazione ce l'hai ugualmente (e gratis, perché le lezioni sono pubbliche), mi pare ovvio.
            laurea telecomunicazioni (95/110 perche non
            mi mettevo la minigonna e sorridevo agli
            esami)Se ti sei laureato e non cogli il valore della formazione che hai avuto i casi sono due: o hai frequentato un pessimo corso di laurea o l'altissimo livello delle tue esperienze pratiche era in realtà un livello da tecnico.
            sto prendendo la laurea in economia (ho
            deciso che tanto se devo lavorare voglio
            fare un lavoro da minimo 5000 euri ogni mese
            quindi non essendo ricercatore devo
            concentrarmi sull'economia, strumenti
            derivati)Perché, credi che i "ricercatori" in Italia guadagnino tanto?
            ovviamente nel specifico settore d'interesse
            credo molto nella SPECIALIZZAZIONE del
            lavoro cosa poco diffusa in italia quindiTi puoi specializzare anche durante o dopo la formazione di una preparazione di base.
          • Anonimo scrive:
            Re: Operazione Propaganda

            Perché, per l'ennesima volta, certi
            argomenti e certe nozioni formano la cultura
            e la preparazione informatico/scientifica di
            base, e la loro utilità va quindi al di là
            dell'utilizzo pratico per fare il lavoretto
            per il cliente.bene chiarito questo chi decide cosa insegnare ?????;)c'e bisogno di una base di conoscenze benissimocome decidiamo cosa e quanto inserire li ?????;)come decidere l'estensione di queste conoscenze
            però non dire che l'università non serve a
            niente.oggi come oggi spreco di risorse
            Ci sono anche i *progettisti*, ai quali una
            preparazione di base serve eccome. Peraltro
            questa preparazione è utile anche per quelli
            che tu chiami utilizzatori.si comunque ci sono diversi livelli di conoscenzesu questo discutiamo quindisepariamo questi livelli con un piano di studio serio su piu livelli inoltre pure su indirizzi specificioggi l'universita e poco efficiente quindi INUTILE
            Vorrei sapere quali sono questi terribili
            dettagli inutili "teoretici" della
            complessità degli algoritmi. Forse la tanto
            spaventosa notazione O-grande? Boh! La
            complessità degli algoritmi è una teoria,
            non è un corso tipo "HTML in 24 ore"...prendiamo un informazionec'e un corepoi ci sono piu livelli d'informazioniil core molto sinteticopoi piu livelli d'informazionisi deve decidere quanto insegnare oltre il coreper esempioabbiamo corecomplessita computazionalibene questo il corepoi primo livello quelle spaziali/temporalipoi secondo livello dimensioni algoritmo/output
            Grazie al c... Se frequenti i corsi e poi
            non fai gli esami e non ti laurei la
            preparazione ce l'hai ugualmente (e gratis,
            perché le lezioni sono pubbliche), mi pare
            ovvio.quindi ?????;)senza frequentare leggendo;)
            Se ti sei laureato e non cogli il valore
            della formazione che hai avuto i casi sono
            due: o hai frequentato un pessimo corso di
            laurea o l'altissimo livello delle tue
            esperienze pratiche era in realtà un livello
            da tecnico.che gentileio dico che considero inutile perche mi ha fornito poco di quello che io volevoun sacco di ***** su argomenti INUTILIquindi come riesce a considerarsi formazione qualcosa d'INUTILE ?????
            Perché, credi che i "ricercatori" in Italia
            guadagnino tanto? in america tranquilli un 100.000mica sto qui a farmi sfruttare come un ****** scusami;)il punto che io sono sempre stato come dire uno a cui piace essere in prima linea ovunquechiuso a risolvere sistemi d'equazioni mi uccido;)

            credo molto nella SPECIALIZZAZIONE del

            lavoro cosa poco diffusa in italia quindi

            Ti puoi specializzare anche durante o dopo
            la formazione di una preparazione di base.intedevo specializzazione dei compiti LAVORATIVInon diventare piu intelligente
          • Anonimo scrive:
            Re: Operazione Propaganda
            - Scritto da: Anonimo

            e sento che l'universita' mi ha

            dato una ottima preparazione di fondo,

            si come le tabelle dei valori delle funzioni
            di ripartizione delle leggi o dei quantiliCome sei superficiale.Prova a progettare un sistema di load balancing senza avere nozioni di teoria delle code e di calcolo delle probabilità. Prova ad analizzare il flusso del traffico in una rete senza conoscere le principali distribuzioni stocastiche. Prova a capire le problematiche di routing senza sapere nemmeno cosa è un grafo o un cammino minimo o uno spanning tree.Come dici? Non farai mai queste cose? Certo, perché tu resterai un tecnico buono solo ad utilizzare lo strumento su cui ha seguito l'ultimo corso di formazione, mentre il lavoro di analisi e progettazione sarà affidato a chi ha una preparazione più ampia della tua.
          • Anonimo scrive:
            Re: Operazione Propaganda

            Prova a progettare un sistema di load
            balancing senza avere nozioni di teoria
            delle codedifficile comunque si puo
            e di calcolo delle probabilità.statistica = *******
            Prova ad analizzare il flusso del traffico
            in una rete senza conoscere le principali
            distribuzioni stocastiche.possibile
            Prova a capire le
            problematiche di routing senza sapere
            nemmeno cosa è un grafo o un cammino minimo
            o uno spanning tree.bhe qui hai ragionecomunque non c'e bisogno di studiare i dettagli di funzionamento del spanning tree per capircisai cos'ecome funzionapoi il resto e trasparente sia per l'utente che per tein questo sensonon so se mi spiegocioe sapere come funziona tu puoi considerarlo dettaglisi dovrebbe definire dettagliio intendo tutte quelle informazioni superflue
            Come dici? Non farai mai queste cose? Certo,
            perché tu resterai un tecnico buono solo ad
            utilizzare lo strumento su cui ha seguito
            l'ultimo corso di formazione, mentre il
            lavoro di analisi e progettazione sarà
            affidato a chi ha una preparazione più ampia
            della tua.cerchiamo di capirciquello che tu dici viene comunque considerato lavoro di ricercase io studio telecomunicazioni non intendo andare a lavorare in un laboratorio di ricercaquindi se non lavoro in ricerca basta comunque capire certe nozioni senza tutti i dettaglicerco di dire ci sono argomenti che devi studiarela stragrande maggioranza invece sono superfluio comunque poco utilida qui la necessita di specializzarsi su percorsi formativinon un insieme di nozioni buttate li per fare un brodo i componenti dei brodi separati quindi
          • Anonimo scrive:
            Re: Operazione Propaganda
            - Scritto da: Anonimo
            cerchiamo di capirci
            quello che tu dici viene comunque
            considerato lavoro di ricercaNooo, la progettazione non è la stessa cosa della ricerca, e per fare bene la progettazione serve una preparazione scientifica/informatica solida e di ampio respiro.
          • Anonimo scrive:
            Re: Operazione Propaganda


            cerchiamo di capirci

            quello che tu dici viene comunque

            considerato lavoro di ricerca

            Nooo, la progettazione non è la stessa cosa
            della ricerca,in un certo senso siessendo comunque diverse
            e per fare bene la
            progettazione serve una preparazione
            scientifica/informatica solida e di ampio
            respiro.ecco ti riferisci progettazione-ricerca non semplice progettazionela progettazione diventa ricerca in precisi istanti dimensionali quindiil punto e che l'universita offre troppo per chi non vuole fare il ricercatore troppo poco per chei deve fare ricercanon parliamo poi di quello che succede nel mondo del lavoro quindi
          • Anonimo scrive:
            Re: Operazione Propaganda
            - Scritto da: Anonimo
            ecco ti riferisci progettazione-ricerca non
            semplice progettazioneNo no mi riferisco proprio alla progettazione e basta.
            la progettazione diventa ricerca in precisi
            istanti dimensionali quindi
            il punto e che l'universita offre troppo per
            chi non vuole fare il ricercatore troppo
            poco per chei deve fare ricerca
            non parliamo poi di quello che succede nel
            mondo del lavoro quindiMa quando mai l'università offre qualcosa per chi vuole fare il ricercatore (neanche l'1% dei laureati ha questa ambizione). Se guardi le lauree fast-food che fanno adesso vedrai che casomai è il contrario, le stanno trasformando in grossi corsi di formazione tipo master per accontentare proprio gli studenti che non hanno voglia di studiare i famosi "dettagli" ma preferiscono un bel corso di PHP o di Flash.Il risultato di tutto questo, chiedilo a qualsiasi docente universitario, è che il livello degli studenti si è tragicamente abbassato.Una volta i nostri laureati, seppure fuori corso (tragico problema), avevano una preparazione da fare invidia ai laureati esteri, ora invece ci siamo livellati verso il basso.
          • Anonimo scrive:
            Re: Operazione Propaganda

            Ma quando mai l'università offre qualcosa
            per chi vuole fare il ricercatore (neanche
            l'1% dei laureati ha questa ambizione).non possiedono l'intelligenza per farlo
            Se
            guardi le lauree fast-food che fanno adesso
            vedrai che casomai è il contrario, le stanno
            trasformando in grossi corsi di formazione
            tipo master per accontentare proprio gli
            studenti che non hanno voglia di studiare i
            famosi "dettagli" ma preferiscono un bel
            corso di PHP o di Flash.non mi pare comunque che c'e di sbagliato ?????facciamo dei percorsi diversificatiin funzione di quanto si vuole studiare si studia universita di I° livello e cosi seguendo
            Il risultato di tutto questo, chiedilo a
            qualsiasi docente universitario, è che il
            livello degli studenti si è tragicamente
            abbassato.i cervelli sono sempre piu scarsinon per colpa delle lauree quindi
            Una volta i nostri laureati, seppure fuori
            corso (tragico problema),con le ***** che insegnano ti credo
            avevano una
            preparazione da fare invidia ai laureati
            esteri, e poi cosa facevano con le preparazioni ?????
            ora invece ci siamo livellati verso
            il basso.non c'e niente di spiacevole quiservono suddivisioni serie su percorsi informazioniinoltre serve che chi ha gia le conoscenze di base non deve seguire i corsise io riesco a superare il 5° livello di studio senza passare per i primi 4 sono ***** mieirevisione delle materiedei programmi
          • Anonimo scrive:
            Re: Operazione Propaganda
            - Scritto da: Anonimo
            Una volta i nostri laureati, seppure fuori
            corso (tragico problema), avevano una
            preparazione da fare invidia ai laureati
            esteri, ora invece ci siamo livellati verso
            il basso.Verissimo.E sarà sempre peggio visto che adesso anche nei licei e nelle scuole professionali non bocciano + nessuno.Daltronde come si pretende di avere un'università seria se lo studente che esce dalle scuole superiori non s'è mai rotto la schiena sui libri???
          • Anonimo scrive:
            Re: Operazione Propaganda

            Daltronde come si pretende di avere
            un'università seria se lo studente che esce
            dalle scuole superiori non s'è mai rotto la
            schiena sui libri???ecco;)meno cazzeggio piu studio;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Operazione Propaganda
      Verissimo.Le lauree triennali sono una farsa rispetto a quelle tradizionali.
  • Anonimo scrive:
    lavoro a consulenti non riconosciuti ?
    Fino ad adesso non esistevano dei veri esperti di sicurezza.In generale persone laureate o diplomate in informatica, o in altri casi smanettoni super con passione hacker che sono diventati tanti esperti di sicurezza (magari senza volerlo)!(hacker =conoscenza linguaggi di programmazione, linguaggio c, kernel windows, kernel linux, rete, sock e winsock, assembler e debugging)Dato che non esistono titoli come si fa a capire che adesso qualcuno è un esperto di sicurezza?? dalle conoscenze che si hanno con l'università? mah....Ne conosco un paio che hanno anche il sito e si spacciono per consulenti di sicurezza ma non sanno neanche decompilare un virus?Voi direte ma da qualcuno occorre cominciare!!Credo che la strada migliore sia usare i Professori ordinari che insistono sulle basi soprattutto sui kernel e rete (es. ntdll.h, samba protocolli di rete e loro programmazione) e infine collaborare con la polizia postale che rappresenta attualmente la reltà italiana della sicurezza!!Altre scelte sanno solo di intrecci strani!!Buona fortuna!
  • Anonimo scrive:
    E l' esperienza sul campo è un optional?
    Dove mettiamo l' esperienza in azienda? L' università fornisce una preparazione troppo teorica nel campo della sicurezza informatica. Senza seminari, corsi di aggiornamento, pratica e soprattutto passione non si riuscirà mai a farsi un nome nel difficile mondo della sicurezza informatica.E poi i neolaureati avrebbero troppa concorrenza e partirebbero molto svantaggiati senza una solida preparazione di base, cosa che l' università NON fornisce affatto!Mah...l' Italia è davvero la "Repubblica delle Banane" :-(
    • Anonimo scrive:
      Re: E l' esperienza sul campo è un optional?

      Dove mettiamo l' esperienza in azienda? L'
      università fornisce una preparazione troppo
      teorica nel campo della sicurezza
      informatica. Senza seminari, corsi di
      aggiornamento, pratica e soprattutto
      passione non si riuscirà mai a farsi un nome
      nel difficile mondo della sicurezza
      informatica.
      E poi i neolaureati avrebbero troppa concorrenza
      e partirebbero molto
      svantaggiati senza una solida preparazione
      di base, cosa che l' università NON fornisce
      affatto!Sei completamente fuori strada. Chi si iscrivera' al corso di laurea sara' il classico diciannovenne smanettone con 5 anni (o piu') di esperienza. Alla fine il neolaureato sara' piu' preparato di un tecnico con esperienza decennale. I seminari, corsi di aggiornamento li dovra' fare alla pari di tutti gli altri professionisti del settore.Resta da capire se il mercato del lavoro assorbira' questa nuova figura. Sono poche infatti le aziende che necessitano di un esperto di sicurezza. Probabilmente il neolaureato dovra' adeguarsi ed abbassarsi a disinceppare stampanti e a reinstallare windows ogni giorno ...Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: E l' esperienza sul campo è un optional?

        Sei completamente fuori strada. Chi si
        iscrivera' al corso di laurea sara' il classico
        diciannovenne smanettone con 5 anni
        (o piu') di esperienza.Hai esaminato tutti gli iscritti o sono requisiti richiesti per l'iscrizione????E 5 anni di esperienza in cosa? Sulla "classica" PS2 o XBOX ?
        Alla fine il neolaureato sara' piu' preparato
        di un tecnico con esperienza decennale. I
        seminari, corsi di aggiornamento li dovra'
        fare alla pari di tutti gli altri
        professionisti del settore.E al momento della laurea sarà già professionista e più preparato del tecnico con esperienza decennale!!!STRA-ROTFL!!!!!ROTFL!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: E l' esperienza sul campo è un optio

        Sei completamente fuori strada. Chi si
        iscrivera' al corso di laurea sara' il
        classico diciannovenne smanettone con 5 anni
        (o piu') di esperienza.In cosa?
        Alla fine il
        neolaureato sara' piu' preparato di un
        tecnico con esperienza decennale.Bomba! :D
    • Anonimo scrive:
      E BASTA CO STO TROLL!
      - Scritto da: Anonimo
      Dove mettiamo l' esperienza in azienda? L'
      università fornisce una preparazione troppo
      teorica nel campo della sicurezza
      informatica. Senza seminari, corsi di
      aggiornamento, pratica e soprattutto
      passione non si riuscirà mai a farsi un nome
      nel difficile mondo della sicurezza
      informatica.
      MA DOVE STA SCRITTO CHE QUESTE COSE NON SI FACCIANO?
      E poi i neolaureati avrebbero troppa
      concorrenza e partirebbero molto
      svantaggiati senza una solida preparazione
      di base, cosa che l' università NON fornisce
      affatto!
      E basta co sta trollata, l'hai rifatta 4 volte, smetti su!
      • Anonimo scrive:
        Re: E BASTA CO STO TROLL!
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Dove mettiamo l' esperienza in azienda? L'

        università fornisce una preparazione
        troppo

        teorica nel campo della sicurezza

        informatica. Senza seminari, corsi di

        aggiornamento, pratica e soprattutto

        passione non si riuscirà mai a farsi un
        nome

        nel difficile mondo della sicurezza

        informatica.



        MA DOVE STA SCRITTO CHE QUESTE COSE NON SI
        FACCIANO?


        E poi i neolaureati avrebbero troppa

        concorrenza e partirebbero molto

        svantaggiati senza una solida preparazione

        di base, cosa che l' università NON
        fornisce

        affatto!




        E basta co sta trollata, l'hai rifatta 4
        volte, smetti su!Ma si........bravo signore "so tutto io". Bravo, prendi il tuo bel pezzo di carta (tanto paga papà), sbattilo in faccia ai datatori di lavoro e non piangere se verrà assunto, al tuo posto, un tizio qualsiasi con la licenza media CON TANTA ESPERIENZA SUL CAMPO.Ma la volete capire che l' università non serve a nulla? Non capite che ci sono disoccupati laureati?Una cosa è certa: l' università sforna studenti molto arroganti. Ah, io mi occupo di assunzioni in azienda: guarda caso non guardo il titolo di studio e preferisco i diplomati ai laureatiSvegliati!!!!!!!!!!!!!vivi ancora nel mondo dei sogni!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: E BASTA CO STO TROLL!

          Ma si........bravo signore "so tutto io".
          Bravo, prendi il tuo bel pezzo di carta
          (tanto paga papà), sbattilo in faccia ai
          datatori di lavoro e non piangere se verrà
          assunto, al tuo posto, un tizio qualsiasi
          con la licenza media CON TANTA ESPERIENZA
          SUL CAMPO.No beh ora non esagerare... :) La licenza mediami sembra un po' troppo poco :) Almeno il diploma :)
          Ma la volete capire che l' università non
          serve a nulla? Non capite che ci sono
          disoccupati laureati?Il fatto che ci siano disoccupati lauerati e' vero, moltipero' hanno seguito corsi di Laurea di difficile sbocco,tipo Lettere, filosofia etc etc.
          Una cosa è certa: l' università sforna
          studenti molto arroganti. Ah, io mi occupo
          di assunzioni in azienda: guarda caso non
          guardo il titolo di studio e preferisco i
          diplomati ai laureatiBeh dipende.. :) Io sono un tecnico, e anche ioovviamente preferisco un tecnico con esperienza,rispetto ad un neolauerato. Pero' il tecnico conesperienza si fa pagare, quindi alla fine bisogbafare sempre i conti con il bilancio :)
    • Anonimo scrive:
      Re: E l' esperienza sul campo è un optional?
      - Scritto da: Anonimo
      Dove mettiamo l' esperienza in azienda? L'
      università fornisce una preparazione troppo
      teorica nel campo della sicurezza
      informatica. Senza seminari, corsi di
      aggiornamento, pratica e soprattutto
      passione non si riuscirà mai a farsi un nome
      nel difficile mondo della sicurezza
      informatica.Coione: e secondo l' universita' ke cazzo e'?!
  • Anonimo scrive:
    3 anni e il 50% del problema
    Ho dei seri dubbi su questa iniziativa:1) La sicurezza in campo informatico non è come l'informatica vera e propria. Quest'ultima ha ormai una piccola storia alle spalle, le novità non appaiono a raffica, ci si può permettere di insegnarla considerando "stabili e aggiornate" la maggior parte delle nosioni insegnate. La security è un campo che solo recentemente ha guadagnato importanza e soprattutto onori della cronaca, in questo campo le evoluzioni sono frenetiche e caotiche, le sorgenti di informazioni solitamente poco "certificabili". In sommo, un mondo in movimento ed evoluzione, cob una velocità tale per cui qualunque corso strutturato non avra possibilità di essere aggiornato, sia sui problemi, sia sulle tecnologie, sia sulle soluzioni. A fine corso probabilmente il mondo della security starà affrontando sfide diverse, non gestibili con le metodologie insegnate.2) Buona parte dell violazioni informatiche sono fatte attraverso il cosiddetto "social enigineering", ovvero (banalizzando) carpendo le informazioni necessarie all'effrazione alle p ersone/dipendenti/impiegati in buona fede. Non vedo nel corso di laurea nulla che possa parlare di questi argomenti, se non quando si tratterà di policy. Eppure "addestrare" i propri utenti alle abitudini sulla sicurezza è importante quanto settare le rules in un firewall.CiaoBibo
    • Anonimo scrive:
      Re: 3 anni e il 50% del problema
      - Scritto da: Anonimo
      1) La sicurezza in campo informatico non è
      come l'informatica vera e propria.
      Quest'ultima ha ormai una piccola storia
      alle spalle, le novità non appaiono a
      raffica, ci si può permettere di insegnarla
      considerando "stabili e aggiornate" la
      maggior parte delle nosioni insegnate. [...]L' universita' da sempre e solo un' infarinatura generale: il resto e' autodidattica ed exp.
  • Anonimo scrive:
    Le universita'
    Sono davvero alla Crema.......non sanno piu' che fare
  • Anonimo scrive:
    Ma che senso ha ?!
    La sicurezza può essereuna specializzazione della laurea in informatica,non una laurea a parte !Questa e' la solita trovata degli incompetenti di turnoche si inventano delle cose inaudite pensandodi affrontare i problemi meglio di altri e cercandola facile approvazione delle masse.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma che senso ha ?!
      - Scritto da: Anonimo
      La sicurezza può essere
      una specializzazione della laurea in
      informatica,
      non una laurea a parte !
      Questa e' la solita trovata degli
      incompetenti di turno
      che si inventano delle cose inaudite pensando
      di affrontare i problemi meglio di altri e
      cercando
      la facile approvazione delle masse.
      E' una mossa propagandistica, per cercare i attirare gli studenti.Ti ricordo che + studenti ha un ateneo, + sovvenzioni arrivano dallo stato.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma che senso ha ?!

        E' una mossa propagandistica, per cercare i
        attirare gli studenti.
        Ti ricordo che + studenti ha un ateneo, +
        sovvenzioni arrivano dallo stato.No, non e' cosi' Se il corso di laurea e' troppo o troppo poco affollato i soldi non te li danno. Ad esempio, superare i 150 studenti implica lo sdoppiamento dei corsi (cosa non banale).Cosi' come se non vengono rispettati alcuni parametri, in particolare il rapporto docenti (personale strutturato) e corsi erogati.M.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma che senso ha ?!
          - Scritto da: Anonimo


          E' una mossa propagandistica, per cercare
          i

          attirare gli studenti.

          Ti ricordo che + studenti ha un ateneo, +

          sovvenzioni arrivano dallo stato.

          No, non e' cosi'

          Se il corso di laurea e' troppo o troppo
          poco affollato i soldi non te li danno. Ad
          esempio, superare i 150 studenti implica lo
          sdoppiamento dei corsi (cosa non banale).
          Cosi' come se non vengono rispettati alcuni
          parametri, in particolare il rapporto
          docenti (personale strutturato) e corsi
          erogati.
          Quindi confermi quello che ho detto poco fa: niente studenti, niente soldi.
  • fDiskolo scrive:
    Ecco il bollettino:
    Esami fondamentali del primo anno:Architetture e reti logiche Fisica Fondamenti di informatica per la sicurezza Fondamenti di matematica del continuo Fondamenti di matematica del discreto Inglese Laboratorio di programmazione per la sicurezza Programmazione degli elaboratori Del secondo:Algoritmi e strutture dati Basi di dati: complementi Basi di dati: elementi Crittografia Elementi di sicurezza e privatezza Sistemi di elaborazione dell'informazione Sistemi operativi Del terzo:Diritto dell'informatica Economia ed organizzazione aziendale Linguaggi di programmazione per la sicurezza Sicurezza nelle retiE per fortuna che il corso è innovativo.... Hanno cambiato il nome di un paio di esami....
    • Anonimo scrive:
      Re: Ecco il bollettino:

      E per fortuna che il corso è innovativo....
      Hanno cambiato il nome di un paio di
      esami....Hai perfettamente ragione, sembra il normale piano di studi di informatica con qualche "sicurezza" nel nome degli esami in più.Comunque si deve ammettere che con l'autonomia le università almeno possono a battezzare con nomi alla moda le vecchie lauree :-)riguardo al piano di studi sarei curioso di sapere alcune cose; che differenza c'è fra il corso classico di "fondamenti di informatica" e "fondamenti di informatica per la sicurezza" e cosa sono i "linguaggi di programmazione per la sicurezza"Un ultima cosa i linguaggi che insegnano nei corsi classici di programmazione sono insicuri ?e se sono insicuri perchè gli insegnano ? :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ecco il bollettino:
        - Scritto da: Anonimo


        E per fortuna che il corso è
        innovativo....

        Hanno cambiato il nome di un paio di

        esami....

        Hai perfettamente ragione, sembra il normale
        piano di studi di informatica con qualche
        "sicurezza" nel nome degli esami in più.
        Comunque si deve ammettere che con
        l'autonomia le università almeno possono a
        battezzare con nomi alla moda le vecchie
        lauree :-)

        riguardo al piano di studi sarei curioso di
        sapere alcune cose; che differenza c'è fra
        il corso classico di "fondamenti di
        informatica" e "fondamenti di informatica
        per la sicurezza" e cosa sono i "linguaggi
        di programmazione per la sicurezza"

        Un ultima cosa i linguaggi che insegnano
        nei corsi classici di programmazione sono
        insicuri ?ecco proprio bel commento!!evidentemente tu non hai idea di cosa volgia dire programmare, e non sai che non esistono linguaggi di programmazione sicuri, ma esitono linguaggi che per come sono strutturati danno la possibilità di programmare in modo sicuro.... vedi C++ e Java, ripassati, anzi no STUDIATI i linguaggi e le loro regole di ereditarietà e le dichiarazioni private dei metodi. Forse capirai cosa vuol dire programmare in modo sicuro.... forse.......
        e se sono insicuri perchè gli insegnano ? :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ecco il bollettino:

      E per fortuna che il corso è innovativo....
      Hanno cambiato il nome di un paio di
      esami....Forse sono piu' bravo di te a leggere il bollettino, ma a me sembra che di esami innovativi ce ne siano piu' di "un paio":- Fondamenti di informatica per la sicurezza - Laboratorio di programmazione per la sicurezza - Crittografia - Elementi di sicurezza e privatezza - Diritto dell'informatica - Linguaggi di programmazione per la sicurezza- Sicurezza nelle retiComunque bisogna vedere il programma di ciascun singolo corso per capire se effettivamente e' innovativo.Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Ecco il bollettino:
        - Scritto da: Anonimo
        Forse sono piu' bravo di te a leggere il
        bollettino, ma a me sembra che di esami
        innovativi ce ne siano piu' di "un paio":

        - Fondamenti di informatica per la sicurezza
        - Laboratorio di programmazione per la sicurezza
        - Linguaggi di programmazione per la sicurezza
        - Sicurezza nelle retiNelle altre lauree ci sono gli stessi corsi, solo non hanno la parola "sicurezza" nel nome.Come cambieranno i contenuti poi non so dirtelo.
        - Crittografia Un' infarinatura la fanno gia' a matematica del discreto (II anno).
        - Elementi di sicurezza e privatezza Ce l' ho fra un paio d' ore (fa parte del III anno x tutti i corsi).
        - Diritto dell'informatica L' ho fatto il I anno.
        Comunque bisogna vedere il programma di
        ciascun singolo corso per capire se
        effettivamente e' innovativo.Ke abbiano cambiato qualcosa credo (e spero) prorpio di si': la Samarati avra' tutti i difetti di 'sto Mondo (e' un rospo, ti stanga, ...) ma certo non si puo' dire ke non sia seria. :)
        • Anonimo scrive:
          Re: Ecco il bollettino:
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Anonimo

          Forse sono piu' bravo di te a leggere il

          bollettino, ma a me sembra che di esami

          innovativi ce ne siano piu' di "un paio":



          - Fondamenti di informatica per la
          sicurezza

          - Laboratorio di programmazione per la
          sicurezza

          - Linguaggi di programmazione per la
          sicurezza

          - Sicurezza nelle reti

          Nelle altre lauree ci sono gli stessi corsi,
          solo non hanno la parola "sicurezza" nel
          nome.
          Come cambieranno i contenuti poi non so
          dirtelo.




          - Crittografia

          Un' infarinatura la fanno gia' a matematica
          del discreto (II anno).




          - Elementi di sicurezza e privatezza


          Ce l' ho fra un paio d' ore (fa parte del
          III anno x tutti i corsi).




          - Diritto dell'informatica

          L' ho fatto il I anno.




          Comunque bisogna vedere il programma di

          ciascun singolo corso per capire se

          effettivamente e' innovativo.

          Ke abbiano cambiato qualcosa credo (e spero)
          prorpio di si': la Samarati avra' tutti i
          difetti di 'sto Mondo (e' un rospo, ti
          stanga, ...) ma certo non si puo' dire ke
          non sia seria. :)Se in un corso di informatica non si insegnasse qualcosa sulla sicurezza non sarebbe serio. Ovvio quindi che molte materie siano molto simili.
    • darkman scrive:
      Re: Ecco il bollettino:
      Io mi chiedo:1) per uno che viene direttamente dalle scuole superiori, forse prima di fare fondamenti dell'informatica PER LA SICUREZZA, bisognerebbe fargli fondamenti di informatica (e punto)!!! 2) va bene che i nomi degli esami non dicono molto sui contenuti, ma chiamarne uno ELEMENTI DI SICUREZZA e PRIVATEZZA... gia' partiamo col piede sbagliato!3) al primo anno si fa laboratorio di PROGRAMMAZIONE PER LA SICUREZZA insieme a PROGRAMMAZIONE DEGLI ELABORATORI (mah)... e poi al terzo anno LINGUAGGI DI PROGRAMMAZIONE PER LA SICUREZZA (ri-mah)... beh, allora al secondo mi sarei aspettato un ALGORITMI e STRUTTURE DATI PER LA SICUREZZA!!!
      • Elwood_ scrive:
        Re: Ecco il bollettino:

        ELEMENTI DI SICUREZZA e PRIVATEZZABeh la privatezza è molto innovativa :Desame in privatezza... Sicurezza e privatezza danno danno all'uomo compattezza(confucio)
        • Elwood_ scrive:
          Re: Ecco il bollettino:
          - Scritto da: Elwood_



          ELEMENTI DI SICUREZZA e PRIVATEZZA

          Beh la privatezza è molto innovativa :D

          esame in privatezza...

          Sicurezza e privatezza danno all'uomo
          compattezza
          (confucio)o meglio ancora sicurezza e privatezza danno alla vita dell'uomo la dovuta compattezza(confucio riveduto Aka reloaded)
  • Anonimo scrive:
    Laurea totalmente INUTILE !
    Questa non è materia che si può insegnare all'università !Per diventare competenti in sicrezza delle reti ci vuole molta passione, studio e aggiornamento continuo, ma sopratutto ci vuole ESPERIENZA SUL CAMPO, non studi accademici !
    • Anonimo scrive:
      Re: Laurea totalmente INUTILE !
      - Scritto da: Anonimo
      Questa non è materia che si può insegnare
      all'università !
      Per diventare competenti in sicrezza delle
      reti ci vuole molta passione, studio e
      aggiornamento continuo, ma sopratutto ci
      vuole ESPERIENZA SUL CAMPO, non studi
      accademici !nelle università ci sono anche i laboratori per fare esperienza !
      • Goul_duKat scrive:
        Re: Laurea totalmente INUTILE !
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Questa non è materia che si può insegnare

        all'università !

        Per diventare competenti in sicrezza delle

        reti ci vuole molta passione, studio e

        aggiornamento continuo, ma sopratutto ci

        vuole ESPERIENZA SUL CAMPO, non studi

        accademici !

        nelle università ci sono anche i laboratori
        per fare esperienza !
        e soprattutto nelle uni non ti linciano per aver tentato un DOS, o aver scritto un nuovo virus ... o aver inverse-enginerizzato un programma !!!anzi ne son ben contenti che gli copri i buchi ...ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: Laurea totalmente INUTILE !

          e soprattutto nelle uni non ti linciano per
          aver tentato un DOS, o aver scritto un nuovo
          virus ... o aver inverse-enginerizzato un
          programma !!!Beh... peccato che questo alle aziende non interessa !Cmq contento tu contenti tutti... continua a smanettare nei tuoi laboratori di informatica... io preferisco fare esperienza in azienda.
          • Goul_duKat scrive:
            Re: Laurea totalmente INUTILE !
            - Scritto da: Anonimo

            e soprattutto nelle uni non ti linciano
            per

            aver tentato un DOS, o aver scritto un
            nuovo

            virus ... o aver inverse-enginerizzato un

            programma !!!

            Beh... peccato che questo alle aziende non
            interessa !
            Cmq contento tu contenti tutti... continua a
            smanettare nei tuoi laboratori di
            informatica... io preferisco fare esperienza
            in azienda.ma che esperienze si fa in aziende ??? o ti capita quella veramente viva dove corsi su corsi nuove tecnologie ecc ...o al massimo passi le tue solite 8 ore allo schermo e basta lo studio si azzera e fai mochette ...ciao !!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Laurea totalmente INUTILE !
            - Scritto da: Goul_duKat

            - Scritto da: Anonimo


            e soprattutto nelle uni non ti linciano

            per


            aver tentato un DOS, o aver scritto un

            nuovo


            virus ... o aver inverse-enginerizzato
            un


            programma !!!



            Beh... peccato che questo alle aziende non

            interessa !

            Cmq contento tu contenti tutti...
            continua a

            smanettare nei tuoi laboratori di

            informatica... io preferisco fare
            esperienza

            in azienda.

            ma che esperienze si fa in aziende ??? o ti
            capita quella veramente viva dove corsi su
            corsi nuove tecnologie ecc ...

            o al massimo passi le tue solite 8 ore allo
            schermo e basta lo studio si azzera e fai
            mochette ...

            ciao !!!innanzitutto impara a scrivere signor so tutto io! MOQUETTENON MOCHETTE...Poi moquette per moquette... l'esperienza sul campo la fai eccome... o la fai o sei sempre offline, questa ha ragione chi a commentato è cartastraccia... cosa fanno delle slide???Laurea in sicurezza informatica...e la laurea in minchiate informatiche quando la fanno?Ciao Mochette
          • Anonimo scrive:
            Re: Laurea totalmente INUTILE !
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Goul_duKat



            - Scritto da: Anonimo



            e soprattutto nelle uni non ti
            linciano


            per



            aver tentato un DOS, o aver scritto
            un


            nuovo



            virus ... o aver
            inverse-enginerizzato

            un



            programma !!!





            Beh... peccato che questo alle aziende
            non


            interessa !


            Cmq contento tu contenti tutti...

            continua a


            smanettare nei tuoi laboratori di


            informatica... io preferisco fare

            esperienza


            in azienda.



            ma che esperienze si fa in aziende ??? o
            ti

            capita quella veramente viva dove corsi su

            corsi nuove tecnologie ecc ...



            o al massimo passi le tue solite 8 ore
            allo

            schermo e basta lo studio si azzera e fai

            mochette ...



            ciao !!!

            innanzitutto impara a scrivere signor so
            tutto io! MOQUETTE
            NON MOCHETTE...
            Poi moquette per moquette... l'esperienza
            sul campo la fai eccome... o la fai o sei
            sempre offline, questa ha ragione chi a
            commentato è cartastraccia... cosa fanno
            delle slide???
            Laurea in sicurezza informatica...
            e la laurea in minchiate informatiche quando
            la fanno?
            Ciao Mochettesento le urla di un ing. informatico col fuocherello sotto le _chiappe_ perchè ha paura che qualcuno gli soffi il posto...
          • Anonimo scrive:
            Re: Laurea totalmente INUTILE !
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Goul_duKat





            - Scritto da: Anonimo




            e soprattutto nelle uni non ti

            linciano



            per




            aver tentato un DOS, o aver
            scritto

            un



            nuovo




            virus ... o aver

            inverse-enginerizzato


            un




            programma !!!







            Beh... peccato che questo alle
            aziende

            non



            interessa !



            Cmq contento tu contenti tutti...


            continua a



            smanettare nei tuoi laboratori di



            informatica... io preferisco fare


            esperienza



            in azienda.





            ma che esperienze si fa in aziende ???
            o

            ti


            capita quella veramente viva dove
            corsi su


            corsi nuove tecnologie ecc ...





            o al massimo passi le tue solite 8 ore

            allo


            schermo e basta lo studio si azzera e
            fai


            mochette ...





            ciao !!!



            innanzitutto impara a scrivere signor so

            tutto io! MOQUETTE

            NON MOCHETTE...

            Poi moquette per moquette... l'esperienza

            sul campo la fai eccome... o la fai o sei

            sempre offline, questa ha ragione chi a

            commentato è cartastraccia... cosa fanno

            delle slide???

            Laurea in sicurezza informatica...

            e la laurea in minchiate informatiche
            quando

            la fanno?

            Ciao Mochette

            sento le urla di un ing. informatico col
            fuocherello sotto le _chiappe_ perchè ha
            paura che qualcuno gli soffi il posto...io sento odor di cazzate invece :D ROTFL
          • Anonimo scrive:
            Re: Laurea totalmente INUTILE !


            io sento odor di cazzate invece :D ROTFLimparare a quotare .. ROTFL
          • Anonimo scrive:
            Re: Laurea totalmente INUTILE !

            innanzitutto impara a scrivere signor so
            tutto io! MOQUETTE
            NON MOCHETTE...
            Poi moquette per moquette... l'esperienza
            sul campo la fai eccome... o la fai o sei
            sempre offline, questa ha ragione chi a
            commentato è cartastraccia... cosa fanno
            delle slide???
            Laurea in sicurezza informatica...
            e la laurea in minchiate informatiche quando
            la fanno?
            Ciao MochetteA commentato????
          • Anonimo scrive:
            Re: Laurea totalmente INUTILE !

            innanzitutto impara a scrivere signor so
            tutto io! MOQUETTE
            NON MOCHETTE...
            Poi moquette per moquette... l'esperienza
            sul campo la fai eccome... o la fai o sei
            sempre offline, questa ha ragione chi a
            commentato è cartastraccia... cosa fanno
            delle slide???
            Laurea in sicurezza informatica...
            e la laurea in minchiate informatiche quando
            la fanno?
            Ciao MochetteImpara tu a scrivere correttamente in italiano, invece di riprendere chi sbaglia a scrivere una parola straniera.Tu necessiti delle scuole elementari, altro che spippolare su un pc...
          • Anonimo scrive:
            TROLL TANTO PER TROLLARE!!!
            - Scritto da: Anonimo

            e soprattutto nelle uni non ti linciano
            per

            aver tentato un DOS, o aver scritto un
            nuovo

            virus ... o aver inverse-enginerizzato un

            programma !!!

            Beh... peccato che questo alle aziende non
            interessa !
            Cmq contento tu contenti tutti... continua a
            smanettare nei tuoi laboratori di
            informatica... io preferisco fare esperienza
            in azienda.Basta con le idiozie. Per favore. E' evidente che non sai neanche da lontano com'è fatta una università, nè sai com'è fatta la sicurezza informatica, altrimenti *forse* ma dico splo *forse* ti renderesti conto che un conto è fare un po' di pratica, studiare due o tre libri e fare sistemi mediamente sicuri per una azienda, un conto è fare un corso universitario ed essere *esperti* della materia.
    • Anonimo scrive:
      Re: Laurea totalmente INUTILE !
      - Scritto da: Anonimo
      Questa non è materia che si può insegnare
      all'università !
      Per diventare competenti in sicrezza delle
      reti ci vuole molta passione, studio e
      aggiornamento continuo, ma sopratutto ci
      vuole ESPERIENZA SUL CAMPO, non studi
      accademici !Nelle universita' e nelle scuole in genere, si insegnano i metodi, non le soluzioni. Sono il primo a sostenere il valore della passione e dell'esperienza, ma bisogna sapere anche coem svilupparle. E all'universita ti insegnano uno dei modi per farlo,
      • Anonimo scrive:
        Re: Laurea totalmente INUTILE !

        Nelle universita' e nelle scuole in genere,
        si insegnano i metodi, non le soluzioni.
        Sono il primo a sostenere il valore della
        passione e dell'esperienza, ma bisogna
        sapere anche coem svilupparle. E
        all'universita ti insegnano uno dei modi per
        farlo,FORSE !
        • Anonimo scrive:
          Re: Laurea totalmente INUTILE !
          Nelson Gosper e Greenblatt secondo te non vengono dall'universita? o secondo te studiare è una perdita di tempo?odio i bastian contrari a priori.
          • Anonimo scrive:
            Re: Laurea totalmente INUTILE !
            - Scritto da: Anonimo
            Nelson Gosper e Greenblatt secondo te nonsono due giocatori di basket ? :-)
            vengono dall'universita? o secondo te
            studiare è una perdita di tempo?
            odio i bastian contrari a priori.scusa .. non ho resistito alla battuta idiota .. :-Dperdonami
          • Anonimo scrive:
            Re: Laurea totalmente INUTILE !

            vengono dall'universita? o secondo te
            studiare è una perdita di tempo?dipende cosa studi quindicerchiamo di capirci se uno vuole diventare ricercatore deve seguire un percorsotutti devono seguire programmi teorici come se devono diventare ricercatori
        • Anonimo scrive:
          Re: Laurea totalmente INUTILE !
          NO... invece è proprio vero... la differenza tra uno studente e uno smanettone sta proprio nel fatto che lo smanettone non ha metodologia... certo ha esperienza... la stessa che, pero', puo' benissimo avere uno studente e che, in goni caso, farà... anche, per esempio, nei laboratori universitari che, dovreste sapere, hanno tecnologie su cui si studia e sui cui studi ( scusate il gioco di parole ) spesso le aziende fanno affidamento...
    • Anonimo scrive:
      Re: Laurea totalmente INUTILE !
      - Scritto da: Anonimo
      Questa non è materia che si può insegnare
      all'università !La sicurezza informatica forse no (troppo mutevole nel tempo), ma un background e' fondamentale. Conosco tizi che si proclamavano esperti in sicurezza e manco sapevano che fossero i pacchetti UDP...
      Per diventare competenti in sicrezza delle
      reti ci vuole molta passione, studio e
      aggiornamento continuo, ma sopratutto ci
      vuole ESPERIENZA SUL CAMPO, non studi
      accademici !Come hai detto tu ci vuole molto studio. Personalmente ho letto molti trattati accademici. Che hanno decisamente allargato le mie conoscenze informatiche. E ho scoperto che quello che si trova in rete e l'esperienza ventennale NON BASTAVANO.Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Laurea totalmente INUTILE !
      - Scritto da: Anonimo
      Questa non è materia che si può insegnare
      all'università !Come qualsiasi campo dello scibile umano.holacrack
    • Anonimo scrive:
      Re: Laurea totalmente INUTILE !
      - Scritto da: Anonimo
      Questa non è materia che si può insegnare
      all'università !
      Per diventare competenti in sicrezza delle
      reti ci vuole molta passione, studio e
      aggiornamento continuo, ma sopratutto ci
      vuole ESPERIENZA SUL CAMPO, non studi
      accademici !Sciocchezze.Ci vogliono l'una e l'altra cosa. Basi accademiche e lunga pratica, sono complementari e indispensabili tutte e due. L'informatica è una SCIENZA: con molte ricadute ingegneristiche ed applicative, ma è e rimane scienza dei calcolatori. E nessuna scienza s'apprende per praticoneria, mentre si può benissimo imparare perfettamente la teoria senza praticare. Ma questo non serve alle aziende, è pura accademia.La security dal punto di vista della programmazione è solo un sottoinsieme del software engineering, senza troppe mitizzazioni. I problemi gravi di security e le "mode" legate all'argomento sono una novità che ha meno di una decina d'anni di vita. Negli anni 80 un bug era un bug, un buffer overflow al massimo poteva bloccare un programma: era e rimaneva una banalissima questione di cattiva programmazione e scarsa ingegnerizzazione. Oggi quasi qualsiasi bug (e sono statisticamente aumentati in proporzione al passato) diventa una potenziale falla di sicurezza per ogni sistema connesso su rete pubblica, per non parlare dei "buchi" strutturali dei protocolli paleolitici che internet si porta dietro.La security in ogni caso è una materia come le altre, che va studiata e poi praticata per anni se uno vuole realmente diventare un "esperto" del settore. I miti e le leggende urbane, o le visioni a senso unico dei praticoni irridicibili, sono irrilevanti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Laurea totalmente INUTILE !
      Bè.. ti assicuro che le ore che passiamo in laboratorio, unite alle ore di studio e di lezione sono leggermente più utili di quelle passate da chi sta a smanettare da solo andando a tentativi.. l'università non forma smanettoni.. ma professionisti (senza offesa x chi smanetta).Ciao ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Laurea totalmente INUTILE !
        la frase: "l'università forma dei professionisti" penso sia la piu grande STRONZATA che ho letto qui sopra da quando leggo i forum di punto-informatico....Non sono daccordo nemeno sulla frase "Laurea totalmente INUTILE"; In certi casi sicuramente è inutile.. è vero... dipende..Nello caso specifico della sicurezza informatica ritengo per esempio che possa essere utile, per dare delle importanti basi al futuro esperto di sicurezza che però poi ci deve mettere molta della propria passione e spirito pratico per diventare effettivamente un professionista.saluti e baci
        • Anonimo scrive:
          Re: Laurea totalmente INUTILE !

          la frase: "l'università forma dei
          professionisti" penso sia la piu grande
          STRONZATA che ho letto qui sopra da quando
          leggo i forum di punto-informatico....concordo ;)
          Non sono daccordo nemeno sulla frase "Laurea
          totalmente INUTILE";90% inutile
      • Skin Bracer scrive:
        Re: Laurea totalmente INUTILE !
        - Scritto da: Anonimo
        Bè.. ti assicuro che le ore che passiamo in
        laboratorio, unite alle ore di studio e di
        lezione sono leggermente più utili di quelle
        passate da chi sta a smanettare da solo
        andando a tentativi.. l'università non forma
        smanettoni.. ma professionisti (senza offesa
        x chi smanetta).
        Ciao ciaoBOOOOOOOMMMMBAAAA!L'univeristà forma professionisti? Adesso venitemi a dire che un novello ingegnere 110 e lode ne sa di più di uno che ha svolto il lavoro per 20 anni! Ora, l'univeristà ti da le basi, sta a te poi svilupparle e diventare un professionista, sfido chiunque appena uscito dall'uni a buttarsi in un problema, a "sporcarsi le mani" se vogliamo, ce la farà? Può essere ma non senza difficoltà o cmq con difficoltà maggiori di chi lo fa da anni. Dai siate seri! Non sono contro l'uni però vorrei che chi la frequenta avesse l'umiltà di ammettere si la propria cultura ma anche la propria "ignoranza pratica": le ore trascorse in laboratorio non saranno mai come quelle trascorse da un cliente in difficoltà, non troverai mai un caso uguale a quello già visto, non avrai a disposizione tutto quello che trovi nel lab, cioè la realtà è diversa da quella dei lab; dal cliente te la devi vedere con gente di ogni tipo che ha preso un virus ma non ha fatto niente, che ieri sera funzionava, che ha sempre fatto così, che.... che... che... Hai voglia a conoscere tutta la teoria, l'utente standard è particolarmente abile nell'andare contro la logica e nello stravolgere le regole, non è magia, è realtà.Cmq in bocca al lupo a tutti i neolaureati.Skin Bracer
      • Anonimo scrive:
        Re: Laurea totalmente INUTILE !
        - Scritto da: Anonimo
        Bè.. ti assicuro che le ore che passiamo in
        laboratorio, unite alle ore di studio e di
        lezione sono leggermente più utili di quelle
        passate da chi sta a smanettare da solo
        andando a tentativi.. l'università non forma
        smanettoni.. ma professionisti (senza offesa
        x chi smanetta).LOL. Non voglio sconvolgere le tue credenze, ma cosa ti fa pensare che chi lavora vada avanti a tentativi piu' o meno casuali, nella notte sotto una luce fioca?So che e' difficile da capire per chi studia, ma i testi fondamentali (che non sempre sono quelli che ti vengono imposti dal prof. di turno) sono venduti nelle librerie, e qualsiasi professionista serio nel campo dell'informatica ha imparato da tempo che per stare al passo bisogna studiare parecchio.Ah... ti anticipo che dire che l'uni forma professionisti e' una cazzata immane... non ti preoccupare che lo scoprirai da solo. 8)
        • Anonimo scrive:
          Re: Laurea totalmente INUTILE !

          studia, ma i testi fondamentali (che non
          sempre sono quelli che ti vengono imposti
          dal prof. di turno) sono venduti nelle
          libreriedevi sapere quello che cerchi questo quindi implica un minimo di utilizzo dei neuronil'universita il contrario i neuroni dormono tranquilliquindi
          Ah... ti anticipo che dire che l'uni forma
          professionisti e' una cazzata immane... non
          ti preoccupare che lo scoprirai da solo. 8);)concordoquando sento parole come elite talentirido;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Laurea totalmente INUTILE !
      - Scritto da: Anonimo
      Questa non è materia che si può insegnare
      all'università !
      Per diventare competenti in sicrezza delle
      reti ci vuole molta passione, studio e
      aggiornamento continuo, ma sopratutto ci
      vuole ESPERIENZA SUL CAMPO, non studi
      accademici !Anche per diventare un bravo medico occorre l'esperienza sul campo, ma senza aver studiato prima qualcosina di teoria non si va molto lontano.L'univerista' non ti da' le conoscenza specifiche (anche perche' in alcuni campi in rapida evoluzione come quello informatico sarebbe vano) ma ti deve dare le metodologie e le conoscenze di base per progredire. L'esperienza ce la si fa dopo.M.
    • Anonimo scrive:
      Re: Laurea totalmente INUTILE !
      Guardate l'altro lato della medaglia......io mi occupo di sicurezza informatica da un po di anni...sono abbastanza conosciuto...ma non ho una laurea...lavoro a tempo pieno, ho un CV ricco di esperienze......sinceramente questa laurea casca a pennello...mi consente di 'recuperare' 10 esami fatti nel corso di laurea in informatica, che avevo abbandonato perche' preferivo fare esperienza reale, e con poco sforzo mi consente di dare un 'titolo' a quello che so fare...per una azienda 'normale' una laurea vuol dire piu' di una certificazione CISSP, SSCP o GIAC ...
      • Anonimo scrive:
        Re: Laurea totalmente INUTILE !
        - Scritto da: Anonimo
        Guardate l'altro lato della medaglia...

        ...io mi occupo di sicurezza informatica da
        un po di anni...sono abbastanza
        conosciuto...ma non ho una laurea...

        lavoro a tempo pieno, ho un CV ricco di
        esperienze...

        ...sinceramente questa laurea casca a
        pennello...mi consente di 'recuperare' 10
        esami fatti nel corso di laurea in
        informatica, che avevo abbandonato perche'
        preferivo fare esperienza reale, e con poco
        sforzo mi consente di dare un 'titolo' a
        quello che so fare...

        per una azienda 'normale' una laurea vuol
        dire piu' di una certificazione CISSP, SSCP
        o GIAC ...e insieme al GIAC hai preso la certificazione CAPPOTT e PALTO'? ma va a chiappà i maranci vai!
        • Anonimo scrive:
          Re: Laurea totalmente INUTILE !


          dire piu' di una certificazione CISSP,
          SSCP

          o GIAC ...

          e insieme al GIAC hai preso la
          certificazione CAPPOTT e PALTO'? ma va a
          chiappà i maranci vai!Ma che dici??Infòrmati:Certified Information Systems Security Professional System Security Certified Practioner
        • Anonimo scrive:
          Re: Laurea totalmente INUTILE !
          Per completezza...(non mi piacciono i troll)...CISSP Certified Information SystemsSecurity Professional ( www.isc2.org )SSCP Systems Security Certified Professional ( www.isc2.org )GIAC Global Information Assurance Certification ( www.giac.org ) che offre tra le varie :GIAC Certified Intrusion Analyst (GCIA) GIAC Certified Firewall Analyst (GCFW) GIAC Security Essentials Certification (GSEC) GIAC Certified Firewall Analyst (GCFW) GIAC Certified Incident Handler (GCIH) GIAC Certified Windows Security Administrator (GCWN) GIAC Certified UNIX Security Administrator (GCUX) Credo che la CISSP sia la più completa e difficile certificazione in materia di sicurezza...ti basta pensare che ci sono appena 28 certificati italiani...
          • Anonimo scrive:
            Re: Laurea totalmente INUTILE !
            - Scritto da: Anonimo
            Credo che la CISSP sia la più completa e
            difficile certificazione in materia di
            sicurezza...ti basta pensare che ci sono
            appena 28 certificati italiani... spero a breve 29.. :)
        • Anonimo scrive:
          Re: Laurea totalmente INUTILE !

          e insieme al GIAC hai preso la
          certificazione CAPPOTT e PALTO'? ma va a
          chiappà i maranci vai!ti pagano per scrivere cazzate o ti vengono spontanee? studia cosa sono le certificazioni prima di rispondere in modo similecomeodioquestiidioti
Chiudi i commenti