Brevetti, un piccolo passo per la riforma

La prima decisione dell'USTPO post-Bilski nega un brevetto ad HP perché il codice del software è astratto. E in quanto tale rappresenta un'eccezione di non brevettabilità

Roma – La prima forma di decisione post-Bilski (la sentenza che sembra aver minimamente scalfito il meccanismo con cui è riconosciuta la brevettabilità di un metodo commerciale o di un software) sembra effettivamente dar ragione a chi vi aveva visto un minimo spiraglio contro la brevettabilità dei programmi così com’è attualmente concessa.

Il Board of Patents Appeals and Interferences ( BPAI ), l’organo dell’Ufficio statunitense marchi e brevetti (USTPO) che ha il compito di revisionare l’approvazione di un brevetto contestato, nel primo caso riguardante un software successivo alla dibattuta sentenza, ha respinto la richiesta di brevetto avanzata da HP : la motivazione è che “il codice del software è astratto” e quindi in quanto tale costituisce una delle eccezioni alla brevettabilità.

I fatti, dunque, danno per il momento torto a quegli osservatori che nella sentenza Bilski, certamente cauta rispetto alle aspettative, non avevano intravisto nulla di buono. E speranze a chi preme per una riforma del sistema brevettuale, che a questo punto potrebbe partire dalle pratiche interne dell’Ufficio brevettuale. Le future decisioni dell’USTPO diranno chi l’avrà vinta.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • angros scrive:
    Ma chi paga per il cloud music
    Quando con youtube hai le stesse canzoni gratis? Non parlatemi di qualità audio (non credo che con l'iphone notereste qualche differenza), e la connessione è necessaria allo stesso modo.Chi sarebbe così stupido da pagare per non ottenere nulla di più?
    • lordream scrive:
      Re: Ma chi paga per il cloud music
      - Scritto da: angros
      Quando con youtube hai le stesse canzoni gratis?
      Non parlatemi di qualità audio (non credo che con
      l'iphone notereste qualche differenza), e la
      connessione è necessaria allo stesso
      modo.

      Chi sarebbe così stupido da pagare per non
      ottenere nulla di
      più?sicuramente gente abituata ad entrare su itunes.. il popolo apple pagherebbe..
      • cotton scrive:
        Re: Ma chi paga per il cloud music
        basta che paghino loro e non io e per me va benissimo (ki se frega?)
      • ruppolo scrive:
        Re: Ma chi paga per il cloud music
        - Scritto da: lordream
        - Scritto da: angros

        Quando con youtube hai le stesse canzoni gratis?

        Non parlatemi di qualità audio (non credo che
        con

        l'iphone notereste qualche differenza), e la

        connessione è necessaria allo stesso

        modo.



        Chi sarebbe così stupido da pagare per non

        ottenere nulla di

        più?

        sicuramente gente abituata ad entrare su itunes..
        il popolo apple
        pagherebbe..Beh sai, c'è chi va nei negozi e chi nelle discariche, a volte trovano entrambi le stesse cose, a volte no. Se uno ha tempo da perdere per tribolare, si accontenta della scarsa qualità, ha il portafogli vuoto o magari anche solo l'indole ladra, YouTube è la soluzione. Per tutti gli altri c'è iTunes Store.
        • angros scrive:
          Re: Ma chi paga per il cloud music

          Beh sai, c'è chi va nei negozi e chi nelle
          discariche, a volte trovano entrambi le stesse
          cose, a volte no. Se uno ha tempo da perdere per
          tribolare, si accontenta della scarsa qualità, ha
          il portafogli vuoto o magari anche solo l'indole
          ladra, YouTube è la soluzione. Per tutti gli
          altri c'è iTunes
          Store.Uno che fa storie sulla qualità e poi ascolta la musica con l'altoparlantino dell'iPhone, tu come lo definisci?
          • Findi scrive:
            Re: Ma chi paga per il cloud music
            Fanboy!ho vinto qualcosa?
          • Aleph72 scrive:
            Re: Ma chi paga per il cloud music
            - Scritto da: angros
            Uno che fa storie sulla qualità e poi ascolta la
            musica con l'altoparlantino dell'iPhone, tu come
            lo
            definisci?Perché dai per scontato che la musica su iPhone si ascolti con l'altoparlante integrato?L'iPhone è anche un iPod, ed ha una qualità audio ottima (usato con cuffie ovviamente).Inoltre, per rientrare in topic, ci sono servizi (tipo spotify) che permettono di crearsi delle playlist che è possibile ascoltare anche offline, quindi nessun problema per la connessione a pagamento.
          • Mad scrive:
            Re: Ma chi paga per il cloud music
            Ragazzi, per favore non parlatemi di qualità audio OTTIMA con un mp3 o AAC, sentito da un auricolare per giunta... perchè da audiofilo mi viene davvero la pelle d'oca...
          • Findi scrive:
            Re: Ma chi paga per il cloud music
            concordo, anche se esistono auricolari di ottima qualità (generalmente il prezzo si spiega da solo), un audiofilo rabbrividisce a sentire parlare di qualità nello stesso contesto di iPhone e iPod.Anche io sono un ex-audiofilo, purtroppo il portafogli a ceduto prima della passione! :)
          • Fantasioso scrive:
            Re: Ma chi paga per il cloud music
            Solo per mettere i puntini sulle i," un audiofilo rabbrividisce a sentire parlare di qualità nello stesso contesto di un lettore mp3"... cosí, giusto per non far passare alle piccole menti l'idea che la qualitá di iPod/iPhone sia scarsa rispetto ad altri mp3.
          • Findi scrive:
            Re: Ma chi paga per il cloud music
            Si, in effetti, volevo dire così! :)
          • rover scrive:
            Re: Ma chi paga per il cloud music
            Questo è vero, però che apple pubblichi, tra le caratteristiche tecniche, risposta in frequenza tra 20 e 20 KhZ, non è ridicolo ma semplicemente bugiardo.Forse a +/- 100db!
          • Fantasioso scrive:
            Re: Ma chi paga per il cloud music
            Allora ci vorrebbe una class-action,no ?
          • Mad scrive:
            Re: Ma chi paga per il cloud music
            Infatti nel mio intervento ho contestato non il device ma i formati che venivano accostati alla parola OTTIMA QUALITA'Purtroppo ora come ora la maggior parte dei cd originali ha in realtà delle registrazioni penose... pensate gli mp3 creati a partire da quelle....... (ghost)Fortunatamente gli artisti seri registrano ancora con etichette alle quali interessa la qualità e non la quantità.Es Chesky, Arista ecc ecc eccRitornando IT secondo me sono pochi gli utenti, anche tra i mac users, che sarebbero disposti veramente a pagare per avere questo servizio.
          • Innovatore scrive:
            Re: Ma chi paga per il cloud music
            A me infatti é un servizio che (a pagamento) non interessa.
          • Pooh scrive:
            Re: Ma chi paga per il cloud music
            Anche il CD fa schifo !! 16Bit Audio sono PENOSI !18Bit a 48.8Khz dovrebbe essere il minimo per parlare di AUDIO !20bit a 52.0khz Siamo già sull'...Audiofilo !PS: Dopo i 40Anni già si fatica a diferenziare un Mp3 a 192khzda un CD....
          • Pooh scrive:
            Re: Ma chi paga per il cloud music
            ...esiste anche l'amplificatore valvolare per iPhone !
          • Aleph72 scrive:
            Re: Ma chi paga per il cloud music
            - Scritto da: Mad
            Ragazzi, per favore non parlatemi di qualità
            audio OTTIMA con un mp3 o AAC, sentito da un
            auricolare per giunta... perchè da audiofilo mi
            viene davvero la pelle
            d'oca...Ovviamente intendevo ottima per una persona normale, non certo per un audiofilo.
          • Cicigno scrive:
            Re: Ma chi paga per il cloud music
            sii adesso arriva il classico audiofilo che dice che i 33 giri suonano meglio...
          • ruppolo scrive:
            Re: Ma chi paga per il cloud music
            E quando mai uno ascolta la musica dall'altoparlante dell'iPhone?
          • Pooh scrive:
            Re: Ma chi paga per il cloud music
            e vero io per l'iPhone uso solo la Philarmony Orchestra in Affitto !Accendo l'iPhone .. scelgo il brano... e loro accorrono !!!
          • cotton scrive:
            Re: Ma chi paga per il cloud music
            perchè non funziona ??? nemmeno quello ?
          • angros scrive:
            Re: Ma chi paga per il cloud music
            Funziona, ma solo se lo ascolti con l'orecchio sinistro.
          • Pooh scrive:
            Re: Ma chi paga per il cloud music
            Stai parlando con Ruppolo !...e nato da una costola di Steeve Jobs !
          • angros scrive:
            Re: Ma chi paga per il cloud music
            lol!
          • sunchi scrive:
            Re: Ma chi paga per il cloud music
            un XXXXX
        • dimmi chi sei scrive:
          Re: Ma chi paga per il cloud music
          - Scritto da: ruppolo
          Beh sai, c'è chi va nei negozi e chi nelle
          discariche, a volte trovano entrambi le stesse
          cose, a volte no. Se uno ha tempo da perdere per
          tribolare, si accontenta della scarsa qualità, ha
          il portafogli vuoto o magari anche solo l'indole
          ladra, YouTube è la soluzione. Per tutti gli
          altri c'è iTunes
          Store.mhmh quindi secondo te chi non vuole usare i servizi apple ha una indole ladra?e poi scusa perché sentire le canzoni su youtube sarebbe sintomo di una indole ladra?sono anche le stesse major/autori che caricano i video delle canzoni, non è che li obbligo io...mah
          • dimmi chi sei scrive:
            Re: Ma chi paga per il cloud music
            ah mi ero dimenticato anche il paragone tra i negozi ( apple) e la discarica (altro)...tribolare?ricerca con il nome della canzone + solo video HD, fatto.scarsa qualità eh? (esempio: http://www.youtube.com/watch?v=EWMLMc3ES3I&hd=1 )
          • Marco scrive:
            Re: Ma chi paga per il cloud music
            - Scritto da: dimmi chi sei
            - Scritto da: ruppolo

            Beh sai, c'è chi va nei negozi e chi nelle

            discariche, a volte trovano entrambi le stesse

            cose, a volte no. Se uno ha tempo da perdere per

            tribolare, si accontenta della scarsa qualità,
            ha

            il portafogli vuoto o magari anche solo l'indole

            ladra, YouTube è la soluzione. Per tutti gli

            altri c'è iTunes

            Store.
            mhmh quindi secondo te chi non vuole usare i
            servizi apple ha una indole
            ladra?

            e poi scusa perché sentire le canzoni su youtube
            sarebbe sintomo di una indole
            ladra?
            sono anche le stesse major/autori che caricano i
            video delle canzoni, non è che li obbligo
            io...
            mahper il semplice fatto che youtube ha recentemente detto che non considera html5 un prodotto maturo per il web (e di conseguenza si tengono stretto flash, senza cagarsi Jobs)...e questo, agli occhi del nostro "ruttolo" e' alto tradimento e giu di sproloqui
        • lordream scrive:
          Re: Ma chi paga per il cloud music
          - Scritto da: ruppolo
          - Scritto da: lordream

          - Scritto da: angros


          Quando con youtube hai le stesse canzoni
          gratis?


          Non parlatemi di qualità audio (non credo che

          con


          l'iphone notereste qualche differenza), e la


          connessione è necessaria allo stesso


          modo.





          Chi sarebbe così stupido da pagare per non


          ottenere nulla di


          più?



          sicuramente gente abituata ad entrare su
          itunes..

          il popolo apple

          pagherebbe..

          Beh sai, c'è chi va nei negozi e chi nelle
          discariche, a volte trovano entrambi le stesse
          cose, a volte no. Se uno ha tempo da perdere per
          tribolare, si accontenta della scarsa qualità, ha
          il portafogli vuoto o magari anche solo l'indole
          ladra, YouTube è la soluzione. Per tutti gli
          altri c'è iTunes
          Store.altrimenti datemi retta.. usate i torrent per i files in altissima qualità gratis e itunes muore
        • Pooh scrive:
          Re: Ma chi paga per il cloud music
          DIO DELLE CITTA... E DELL'IMMENSITA.....
        • cotton scrive:
          Re: Ma chi paga per il cloud music
          c'è anche chi va nei negozi e compra roba presa dalle discariche e chi va in discarica e trova robbba molto buona... e c'è ruppolo felice e beato a farsi spennare soldi dalla mattina alla sera e se ne fa vanto..... senza rendersi conto della triste figura che collezione ormai quotidianamente.. (dicesi zimbello del paese)... contento lui contenti tutti noi che ci divertiamo ...eh eh ehil mondo è bello perchè è vario .. dicono
        • Joe Tornado scrive:
          Re: Ma chi paga per il cloud music
          Per tutti gli
          altri c'è iTunes
          Store.Bravo, Ruppolo, paga !
  • trillotrall otrillo scrive:
    cerrrrrrrrtoooooooo
    si certo..cosi per ascoltare una canzone sull'iphone sono costretto a usare la connessione 3g (a pagamento) e a vedere la batteria scaricarsi dopo 3 canzoni... per me se lo possono tenere
    • Clap scrive:
      Re: cerrrrrrrrtoooooooo
      - Scritto da: trillotrall otrillo
      si certo..cosi per ascoltare una canzone
      sull'iphone sono costretto a usare la connessione
      3g (a pagamento) e a vedere la batteria
      scaricarsi dopo 3 canzoni... per me se lo possono
      tenereE' più un servizio per casa.Poi quel che ti serve lo scaricherai in locale per sincronizzarlo con l'iPhone.
Chiudi i commenti