Bush cancella i last minute

L'amministrazione a stelle e strisce vuole cambiare le regole per ottenere i visti. E pure quelle negli aeroporti europei. La scusa? Il terrorismo naturalmente

Roma – Agli sgoccioli del suo mandato, George W. Bush cerca di stravolgere le norme per accedere negli States. Più controlli prima, durante e dopo il volo . Personale armato statunitense a bordo degli aerei. E chi vuole atterrare negli USA dovrà essere pronto a spiegare per filo e per segno chi lo accompagna all’aeroporto e quanto vuole bene alla mamma.

George W. Bush e la moglie Laura scendono dall'Air Force One Potrebbe sembrare una battuta, ma tant’è : al Dipartimento della Homeland Security interessa capire se i passeggeri che fanno rotta verso gli USA facciano parte di etnie “pericolose”, se possano essere inclini per ragioni familiari a commettere atti potenzialmente dannosi. I cittadini europei possono anche dire addio alle offerte last minute per volare nel continente nordamericano: per comprare un biglietto ci vorrà il permesso di George in persona del DHS, ottenuto diversi giorni dopo aver compilato un apposita domanda su un sito web.

Non bastasse, per tutti i voli che partono o atterrano negli USA (ma pure su quelli che si limitino a sorvolare il suolo statunitense), la presidenza vorrebbe piazzare a bordo degli aeromobili i suoi sceriffi dell’aria : armati e pronti a fronteggiare la terribile minaccia dei vuoti d’aria e della turbolenza. Infine, se si necessitasse di venire scortati al gate per l’imbarco perché disabili, malati o anziani, l’accompagnatore dovrà sottoporsi alla stessa trafila burocratica di verifica di chi sale sull’aereo.

Ai controllori USA, evidentemente, non bastano la montagna di dati biometrici che l’Europa si accinge a raccogliere su chi entra e chi esce dal vecchio continente. Chi atterra in un aeroporto statunitense, peraltro, viene già sottoposto alla trafila dell’identificazione tramite foto segnaletica e raccolta delle impronte digitali.

La Association of European Airlines ( AEA ), che riunisce 31 compagnie, boccia la proposta USA: “Non ha fondamenti nella legislazione internazionale”. Inoltre sarebbe “assurda”, poiché costringerebbe le aziende a fornire informazioni impossibili da ottenere. Cosa succederebbe, ad esempio, se ad accompagnare un passeggero non fosse il parente o l’amico designato, sostituito all’ultimo minuto per un imprevisto?

Le nuove norme, sottoposte ai membri UE per la firma di convalida prima dell’entrata in vigore, per il momento non sembrano raccogliere neppure le simpatie dei rappresentati a Bruxelles : le definizioni più diplomatiche delle nuove regole sono state “ricattatorie” e “problematiche”. Se infatti uno stato dovesse decidere di non firmare, di non avallare queste novità, i suoi cittadini si ritroverebbero davanti il problema di dover chiedere un visto per mettere piede sul suolo americano – con tutti gli inconvenienti burocratici che questo comporta.

La posizione ufficiale dell’Unione Europea è di attesa: la proposta USA solleverebbe “problemi di natura legale riguardo l’ordinamento degli stati membri”, oltre a richiedere un’attenta analisi sui “fattori di rischio legati alla protezione dei dati personali”. Dietro le quinte, tuttavia, alcuni paesi sembrano essere intenzionati a smarcarsi dalla strategia attendista: è il caso della Repubblica Ceca, che sarebbe pronta a firmare subito più che altro – si dice – per ripicca: in passato la UE non si sarebbe spesa abbastanza per semplificare le procedure di rilascio dei visti per i cittadini cechi.

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • lazzari_g scrive:
    gimpshop
    adesso lo scarico. Grazie.
  • Stìv Giòbs scrive:
    Un'altro chiodo per la futura bara di MS
    MS fallisce ogni tentativo di diversificare:http://www.roughlydrafted.com/2008/02/21/lessons-from-the-death-of-hd-dvd/E intanto i suoi due monopoli sono assediati da uno schieramento mai visto prima.
  • lazzari_g scrive:
    gimp
    Personalmente GIMP non lo riesco ad usare. Non vi dico i porconi che tiro quando cerco di realizzare cose semplicissime....(linux)
    • Lorz scrive:
      Re: gimp
      - Scritto da: lazzari_g
      Personalmente GIMP non lo riesco ad usare. Non vi
      dico i porconi che tiro quando cerco di
      realizzare cose
      semplicissime....(linux)Per quanto mi riguarda riesco a realizzare cose semplici e di media complessità abbastanza bene, l'unico problema è che se con photoshop per arrivare ad un determinato risultato percorrevo una determinata "strada", in Gimp spesso la devo cambiare :P
    • gerlos scrive:
      Re: gimp
      - Scritto da: lazzari_g
      Personalmente GIMP non lo riesco ad usare. Non vi
      dico i porconi che tiro quando cerco di
      realizzare cose
      semplicissime....(linux)Provo la stessa cosa io quando mi trovo a usare Photoshop su computer di amici. Ho cominciato usando Gimp su Linux, e ho evidenti difficoltà con l'interfaccia di Photoshop... Ma come in ogni cosa, è una questione di abitudine....
    • mmmm scrive:
      Re: gimp
      - Scritto da: lazzari_g
      Personalmente GIMP non lo riesco ad usare. Non vi
      dico i porconi che tiro quando cerco di
      realizzare cose
      semplicissime....(linux)Le cose più semplici le puoi fare in due modi:1. completamente a mano2. con uno scriptIo uso quasi sempre la seconda.
    • Korin Duval scrive:
      Re: gimp
      Hai provato ad usare GIMPshop?Magari non è la panacea, ma un po'dovrebbe aiutarti. ^_^
  • BSD_like scrive:
    Redazione: ERRORE!!!
    "Wine, come noto, è un software che permette di far girare applicazioni Windows su Linux"Wine, come noto, è un software che permette di far girare applicazioni Windows su UNIXÈ nato per quello e indipendentemente da Linux (che fà parte della famiglia *nix, pur non avendo il marchio UNIX ne essendone conforme al 100%)
    • Enrico Giancipoli scrive:
      Re: Redazione: ERRORE!!!
      "Wine, come noto, è un software che permette di far girare applicazioni Windows su Linux"

      Nel periodo non c'è nessun errore: Wine permette effettivamente di far girare applicazioni Windows su Linux. Non sei d'accordo?Comunque ho capito a che cosa ti riferisci, ed hai ragione. Infatti in homepage Wine si descrive così: "Wine is an Open Source implementation of the Windows API on top of X, OpenGL, and Unix."Era solo per semplificare, nella stragrande maggioranza dei casi Wine è usato come risorsa su Linux. Ciao e grazie della segnalazione ;)
      • bubusettete scrive:
        Re: Redazione: ERRORE!!!
        se si voleva puntualizzare, bastava dire che Wine non è un emulatore...è nella sigla stessa (Wine Is Not an Emulator)wine semplicemente è una estensione delle api di windows, quindi qui non si emula windows... Wine traduce le API Windows in API di X...- Scritto da: Enrico Giancipoli
        "Wine, come noto, è un software che permette di
        far girare applicazioni Windows su Linux"

        Nel
        periodo non c'è nessun errore: Wine permette
        effettivamente di far girare applicazioni Windows
        su Linux. Non sei
        d'accordo?

        Comunque ho capito a che cosa ti riferisci, ed
        hai ragione. Infatti in homepage Wine si descrive
        così: "Wine is an Open Source implementation of
        the Windows API on top of X, OpenGL, and
        Unix."

        Era solo per semplificare, nella stragrande
        maggioranza dei casi Wine è usato come risorsa su
        Linux. Ciao e grazie della segnalazione
        ;)
        • pasquale mangialavo ri scrive:
          Re: Redazione: ERRORE!!!
          se vogliamo essere pignoli "wine non è un estensione delle api di windows"....sono le api di windows scritte diversamente
  • nome e cognome scrive:
    GIMP fa veramente SCHIFO!!!
    Ma avete provato ad usarlo??? Fa letteralmente schifo!!! E io non pretendo un livello da photoshop, mi bastava un paint shop pro!Orribile gimp, si fa fatica persino a settare un colore di sfondo delle immagini. Si fa fatica a fare tutto. Le finestre tutte divise incasinano da morire. Menu e click malgestiti tanto che spesso i menu rimangono aperti o non si aprono ecc.Mamma mia che pena.
    • bla scrive:
      Re: GIMP fa veramente SCHIFO!!!
      è diverso da photoshop, ma non per questo fa schifo.. basta capire come funziona (o leggersi la guida) ;)
    • sylvaticus scrive:
      Re: GIMP fa veramente SCHIFO!!!
      bhà... funzionare funziona bene.. alcune cose sono fatte diversamente.. se ti serve però il più simile possibile a Photoshop c'è una versione di GIMP che è compilata con la terminologia ed i menu che sono ripresi da quelli di photoshop.. oltre ad avere un'interfaccia MDI (non mi ricordo il nome xrò..)
    • leo scrive:
      Re: GIMP fa veramente SCHIFO!!!
      Il fatto che tu non lo sappia usare non ne fa uno schifo, io ci lavoro insieme ad altri amici, per ricostruzioni fotografiche ed è uno strumento molto sofisticato e direi ottimo ;-)
      • Mr.Mechano scrive:
        Re: GIMP fa veramente SCHIFO!!!
        Anche io ci ho ricostruito e restaurato foto d'epoca. Nessun problema ed è venuto un buon lavoro...
    • Anonimo scrive:
      Re: GIMP fa veramente SCHIFO!!!
      - Scritto da: nome e cognome
      Ma avete provato ad usarlo??? Fa letteralmente
      schifo!!!Che brutta cosa il cervello atrofizzato e la disabitudine a leggere la documentazione.La M$ sta raggiungendo i suoi obiettivi: fare dei loro utenti dei cerebrolesi che si schifano ad usare i propri neuroni.
    • bubusettete scrive:
      Re: GIMP fa veramente SCHIFO!!!
      troll :D o ragazzino mestruatochoise by your own- Scritto da: nome e cognome
      Ma avete provato ad usarlo??? Fa letteralmente
      schifo!!! E io non pretendo un livello da
      photoshop, mi bastava un paint shop
      pro!
      Orribile gimp, si fa fatica persino a settare un
      colore di sfondo delle immagini. Si fa fatica a
      fare tutto. Le finestre tutte divise incasinano
      da morire. Menu e click malgestiti tanto che
      spesso i menu rimangono aperti o non si aprono
      ecc.
      Mamma mia che pena.
    • Pino dei Palazzi scrive:
      Re: GIMP fa veramente SCHIFO!!!
      Della serie: l'hai provato per la prima volta, non sapevi i comandi perché *NON E' UGUALE* a Photoshop, e ti sei incazzato.Sembra la favola della volpe e l'uva.GIMP è un buon software, non al livello di Photoshop ma IMHO migliore di Paint Shop Pro.
    • Abusivo scrive:
      Re: GIMP fa veramente SCHIFO!!!
      GIMP: la prima volta che l'ho usato ero imbestialito, poi nervoso, poi irritato. Più lo uso e più capisco che è potente, peccato per quella maledetta interfaccia.Sembra che l'interfaccia sia stata pensata in funzione di quello che devi fare con un programma di fotoritocco, mentre PSP o Photoshop hanno adattato le procedure alla interfaccia dettata da Windows. Quindi immagino che se sai esattamente cosa fare, perché magari sei un professionista, GIMP sia perfino più produttivo.Ma io non lo sono, quindi GIMP continua ad irritarmi.
      • www.aleksfalcone.org scrive:
        Re: GIMP fa veramente SCHIFO!!!
        - Scritto da: Abusivo
        Ma io non lo sono, quindi GIMP continua ad
        irritarmi.Per lavoro ho usato Photoshop per molti anni. Quando ho visto Gimp per la prima volta non capivo come si potessero usare quei menu e quelle finestre sparse per lo schermo. Poi ho insistito, complice la necessità di comprare una nuova licenza (ero fermo a Photoshop 6).Da tre anni uso esclusivamente Gimp (essenzialmente grafica web e per le applicazioni che sviluppo) e trovo che l'interfaccia sia il suo punto di forza. Questione di abitudine.Ho provato per un breve periodo anche Gimpshop, ma sembra un ibrido realmente riuscito male.
    • Akiro scrive:
      Re: GIMP fa veramente SCHIFO!!!
      se lo usi per lavoro ci può anche stare lo sfogo, ma a livello home direi che GIMP è pure troppo.poi ci sono guide ed howto, basta saper leggere 8-
    • eaman1 scrive:
      Re: GIMP fa veramente SCHIFO!!!
      Che ti posso dire, c'e' anche a chi piace e chi lo usa regolarmente da anni.
    • Mr.Mechano scrive:
      Re: GIMP fa veramente SCHIFO!!!
      Il banner del mio sito http://www.mechanicamente.it è fatto con Gimp e Blender. Da cui proviene il mio avatar che è stato rifinito con Gimp.Anche a questi di alcuni amici ho lavorato con Gimp:http://www.lamarmitta.ithttp://www.dactilus.comSe per te fa schifo... E pensa, il web designer non è il mio lavoro, lo faccio solo per hobby, per amici e onlus e per chi insiste ad aver fatto il sito da me...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 febbraio 2008 15.52-----------------------------------------------------------
      • vittorio sgarbi scrive:
        Re: GIMP fa veramente SCHIFO!!!
        in effetti il tuo avatar e il tuo banner fanno abbastanza c@@@re ! giusto una onlus se li piglia
        • Mr.Mechano scrive:
          Re: GIMP fa veramente SCHIFO!!!
          Detto da Vittorio Sgarbi devo prenderlo come un complimento... (rotfl) È un logo progettato con in mente un significato. Io l'ho voluto così, è mio ed è un'idea originale.
    • anon anonimo scrive:
      Re: GIMP fa veramente SCHIFO!!!
      Gimp e' veramente ottimo, ma ha un enorme problema che lo rende "zoppo" per l'uso fotografico: 8 bit per canale.
    • sfddsa scrive:
      Re: GIMP fa veramente SCHIFO!!!
      - Scritto da: nome e cognome
      Ma avete provato ad usarlo??? Fa letteralmente
      schifo!!! E io non pretendo un livello da
      photoshop, mi bastava un paint shop
      pro!
      Orribile gimp, si fa fatica persino a settare un
      colore di sfondo delle immagini. Si fa fatica a
      fare tutto. Le finestre tutte divise incasinano
      da morire. Menu e click malgestiti tanto che
      spesso i menu rimangono aperti o non si aprono
      ecc.
      Mamma mia che pena.forse volevi dire che l'interfaccia di GIMP non si adatta alle tue esigenze.(nemmeno alle mie, infatti uso per esempio krita su linux e la ritengo A MIO AVVISO mal studiata e realizzata).Però conta che ci sono centinaia di persone a cui l'interfaccia GIMP torna ben così (immagino abbiano dual screen nella maggior parte dei casi).googla per GIMP GUI BRAINSTORM...GIMP ha ottime funzioni, l'interfaccia a mio avviso è nettamente migliorabile e una revisione non esclude la possibilità di tenerla come è ora (dreamweaver dava una scelta di interfacce simili)Schifo è un termine un po' pesante e maleducato per indicare il lavoro appassionato di tanti volontari e non per darti l'opportunità di usare o solo provare un programma alternativo.
    • www.aleksfalcone.org scrive:
      Re: GIMP fa veramente SCHIFO!!!
      - Scritto da: nome e cognome
      Ma avete provato ad usarlo??? Fa letteralmente
      schifo!!! E io non pretendo un livello da
      photoshop, mi bastava un paint shop pro!Ti sei chiesto se magari sei tu che non sai usarlo? Non sarà al livello di Photoshop, ma se non fai il grafico di professione c'è tutto quel che serve, ed anche di più. Ma devi prima imparare, come tutti.
      Le finestre tutte divise incasinano da morire.
      Menu e click malgestiti tanto che
      spesso i menu rimangono aperti o non si aprono ecc.Eh, sì. Non sai usarlo.
    • anonimo01 scrive:
      Re: GIMP fa veramente SCHIFO!!!
      eh lo so: è difficile per un analfabeta leggere tutto il manuialone eh?ma non preoccuparti, per voi è in preparazione una versione totalmente a simboli (belli grandi, non preoccuparti) per quelli che "non ho voglia di leggere" byez
    • pasquale mangialavo ri scrive:
      Re: GIMP fa veramente SCHIFO!!!
      Una domanda sorge spontanea dopo aver letto questa notizia:invece di impegnarsi per rendere photoshop (o altri software)compatibile con unix-linux perchè non migliorare gimp?!?!prova gimpshop(anche se sempre gimp rimane cmq)...il problema di gimp è sostanzialmente l'interfaccia grafica(sopratutto se vieni da altri software di grafica).Da utente photoshop mi sento di dire che manca la gestione di più spazi di colori come CMYK,LAB,HSB le curve non si possono gestire su un livello separato ed altre piccole cose ma principalmente l'interfaccia grafica molte volte mi fa impazzire.per esempio per fare quello che con photoshop si chiama "new layer via cut" mi sono dovuto leggere un tutorial.Se volete una cosa professionale ovviamente puntate su Photoshop, per uso casalingo come per esempio ruotare, aggiustare leggermente il contrasto ecc gimp va più che bene.
    • mmmm scrive:
      Re: GIMP fa veramente SCHIFO!!!
      - Scritto da: nome e cognome
      Ma avete provato ad usarlo??? Fa letteralmente
      schifo!!! E io non pretendo un livello da
      photoshop, mi bastava un paint shop
      pro!
      Orribile gimp, si fa fatica persino a settare un
      colore di sfondo delle immagini. Si fa fatica a
      fare tutto. Le finestre tutte divise incasinano
      da morire. Menu e click malgestiti tanto che
      spesso i menu rimangono aperti o non si aprono
      ecc.
      Mamma mia che pena.Ascolta flammer, io lo uso per lavoro da più di 4 anni e lo uso sia per ritoccare foto che per fare i menu dei dvd.Se non sei buono a usarlo allora scrivi: "GIMP fa veramente SCHIFO se lo uso io!!!"
  • Linaro scrive:
    Prestazioni.
    Nell'articolo si dice che WINE non equipara, nella riproduzione delle appllicazioni per Windows, la qualità e la velocità.Intanto mi sfugge cosa si intenda per "qualità"?Se ci si riferisce al supporto parziale di alcune applicazioni, posso capire, tant'è che winehq (http://appdb.winehq.org/) mette a disposizione un DB di applicazioni supportate e il livello di supporto raggiunto.Se ci si riferisce al tema grafico stile Windows 95, beh... già capisco meno.Comunque credo sia buona la prima interpretazione.Per quanto riguarda invece la questione "velocità" mi permetto di dissentire, e invito alla lettura di questo articolo:http://www.phoronix.com/scan.php?page=article&item=938&num=1e la lettura dei benchmark effettuati nei link di questa paginahttp://www.winehq.org/?issue=334#Wine%20Benchmarksdove si vede che se è vero che WINE le prende da Windows (XP nei test effettuati) è anche vero che le prende solo la dove la grafica è tutto (giochi), e comunque si va via via migliorando, e poi per i giochi c'è Cedega, che fa proprio quel mestiere.La dove invece è richiesta potenza di calcolo, WINE fa egregiamente il suo sporco lavoro eguagliando o superando le prestazioni su Windows.Anni fa, quando avevo più tempo e più voglia, e soprattutto una copia di Windows (licenza per studenti), avevo effettuato svariati test utilizzando applicazioni come Passmark Performance Test, e WINE, tranne che sul 3D, ne usciva vincitore, convincendomi che era giunto il momento di liberare 20 GB di spazio sull'HD.
    • pinco pallo scrive:
      Re: Prestazioni.
      hahaha
      • Fra.Rio. scrive:
        Re: Prestazioni.
        Ma che ti ridi ? Ha semplicemente detto il vero.
        • bubusettete scrive:
          Re: Prestazioni.
          infatti hai abbastanza ragione, l'astrazione di solo determinate api, senza tutto quel kernel assolutamente inutile che ha windows, non poteva non portare a migliorie...di giochi non saprei ma ieri ho giocato con wine a counterstrike(opengl) su un eeepc, ahah i fps erano bassi, ma si giocava che era un amore...- Scritto da: Fra.Rio.
          Ma che ti ridi ? Ha semplicemente detto il vero.
    • Abusivo scrive:
      Re: Prestazioni.
      Senti, io ci provo. Libero il mio Core 2 Duo da Windows a 16 bit e passo armi e bagagli a Linux 32 bit + Wine.Dici che mi conviene?Se va male ti vengo a cercare ;-)
      • eaman1 scrive:
        Re: Prestazioni.
        Be' se conti di passare da win a 32bit a linux a 64bit...Tieni conto che per emulare prevalentemente robe a 32 bit ci sara' qualche passagio in piu' da fare: magari parti con linux a 32bit per cominciare...BTW: i 16bit erano Amiga e atari ST.
        • Sgabbio scrive:
          Re: Prestazioni.
          anche windows era a 16 bit :D
        • krane scrive:
          Re: Prestazioni.
          - Scritto da: eaman1
          Be' se conti di passare da win a 32bit a linux a
          64bit...
          Tieni conto che per emulare prevalentemente robe
          a 32 bit ci sara' qualche passagio in piu' da
          fare: magari parti con linux a 32bit per
          cominciare...
          BTW: i 16bit erano Amiga e atari ST.Amiga 1000 aveva 68.000 Bus Interno a 32 Bit Bus dati a 16 Bit
        • www.aleksfalcone.org scrive:
          Re: Prestazioni.
          - Scritto da: eaman1
          BTW: i 16bit erano Amiga e atari ST.Anche Windows 3.1Da Win95 in poi si è passati ai 32 bit.
        • Mr.Mechano scrive:
          Re: Prestazioni.
          Amiga e AtariST erano macchine a 32bit. 16bit era il bus di indirizzamento, quindi la memoria indirizzabile. Non il software e i dati su cui potevano lavorare.Windows 95 era ancora a 16bit in molte componenti e anche Win98 si è portato dietro parecchio a 16bit.Solo da NT si è passati ai 32bit puri.
          • zio scrive:
            Re: Prestazioni.
            - Scritto da: Mr.Mechano
            Amiga e AtariST erano macchine a 32bit. 16bit era
            il bus di indirizzamento, quindi la memoria
            indirizzabile. Non il software e i dati su cui
            potevano
            lavorare.

            Windows 95 era ancora a 16bit in molte componenti
            e anche Win98 si è portato dietro parecchio a
            16bit.

            Solo da NT si è passati ai 32bit puri.Verissimo !Che poi NT 4 fin al XP (pian piano eliminate) avevano ancora librerie con 8 bit !Per questo Vista è stato riscritto : per eliminare tutto il vecchiume,Ciao
    • il gelato che uccide scrive:
      Re: Prestazioni.

      http://www.winehq.org/?issue=334#Wine%20Benchmarks
      dove si vede che se è vero che WINE le prende da
      Windows (XP nei test effettuati) è anche vero che
      le prende solo la dove la grafica è tutto
      (giochi), e comunque si va via via migliorando, e
      poi per i giochi c'è Cedega, che fa proprio quel
      mestiere.
      Per inciso ... Wine non riesce ad emulare completamente il supporto DirectX (visto il tipo di tecnologia), la versione commerciale non la conosco.Per quanto riguarda la velocità dei motori OpenGL ( molti giochi della ID sono/erano sotto quella piattaforma ) mi spiace dirlo ma è superiore a Windows e superato solo dalla versione nativa per Linux.Il motivo sta evidentemente nella forte penalizzazione delle OpenGL sotto Windows, Wine non le usa e wrappa direttamente il gioco sulla versione nativa per Linux (potenza degli standard).Qualche anno fa Return to Castle Wolfenstein Wine mi dave il 5/6% in più di frames su NVIDIA rispetto a WinXP , ora non so.
  • tizio incognito scrive:
    interni
    perche', intendeva che non voleva ringraziari i dipendenti di google che lavorano all'esterno (tipo i giardinieri?)o forse intendeva dire 'stagisti' ?certo che bastava un secondo di piu' per rileggere l'articolo...
  • Nome e cognome scrive:
    ReactOS
    ok wine, ma ReactOS funziona già a un buon livello?a me sembra molto più interessante come progetto....un sistema operativo, sarà sempre migliore e più veloce di un emulatore (poi: Wine Is Not an "Emulator"? e come altro lo si dovrebbe chiamare se non emulatore?).ReactOS(win)(love)
    • Enrico Giancipoli scrive:
      Re: ReactOS
      Conosco e seguo con interesse il progetto ReactOS. Devo però constatare che prosegue con una devastante lentezza. Inoltre, la versione ora disponibile - la 0.34 alfa - è parecchio lontana dalla stabilità. Anche se ho parecchie riserve, la speranza di vedere qualcosa di buono rimane.
    • LBDV scrive:
      Re: ReactOS
      - Scritto da: Nome e cognome
      ok wine, ma ReactOS funziona già a un buon
      livello?ReactOS usa tanto codice di Wine e viceversa, son progetti collegati.
      a me sembra molto più interessante come
      progetto....un sistema operativo, sarà sempre
      migliore e più veloce di un emulatore (poi: Wine
      Is Not an "Emulator"? e come altro lo si dovrebbe
      chiamare se non emulatore?).Direi che si potrebbe usare "wrapper" o, come java, VirtualMachine (impropriamente). Secondo me lo si dovrebbe chiamare Cool e basta :)
    • Andrea scrive:
      Re: ReactOS
      con il suo nome, ovvero wrapper -.-
    • anonimo scrive:
      Re: ReactOS
      - Scritto da: Nome e cognome
      (poi: Wine
      Is Not an "Emulator"? e come altro lo si dovrebbe
      chiamare se non
      emulatore?).Adesso verrà fuori il talbeano di turno che ti ucciderà per aver osato dire che WINE è un emulatore.Peccato che WINE inizialmente era l'acronimo di WINdows Emulator.Un po' come PHP, il cui acronimo iniziale significava Personal Home Page. Se provi a dirlo al PHPparo dell'ultim'ora si incazza.
      • franco scrive:
        Re: ReactOS
        ma php non stava per porn!hot porn!
      • antonio scrive:
        Re: ReactOS
        - Scritto da: anonimo
        - Scritto da: Nome e cognome

        (poi: Wine

        Is Not an "Emulator"? e come altro lo si
        dovrebbe

        chiamare se non

        emulatore?).

        Adesso verrà fuori il talbeano di turno che ti
        ucciderà per aver osato dire che WINE è un
        emulatore.Ciao sono il talebano di turno :-)Vabbè non ti ucciderò per questa volta, ma WINE non è un emulatore perché è l'implementazione per Linux delle API di Windows.Questo significa che, ad esempio, non ci puoi far girare le applicazioni Windows su processori diversi dagli x86.
      • zio scrive:
        Re: ReactOS
        - Scritto da: anonimo
        - Scritto da: Nome e cognome

        (poi: Wine

        Is Not an "Emulator"? e come altro lo si
        dovrebbe

        chiamare se non

        emulatore?).

        Adesso verrà fuori il talbeano di turno che ti
        ucciderà per aver osato dire che WINE è un
        emulatore.

        Peccato che WINE inizialmente era l'acronimo di
        WINdows
        Emulator.

        Un po' come PHP, il cui acronimo iniziale
        significava Personal Home Page. Se provi a dirlo
        al PHPparo dell'ultim'ora si
        incazza.Questi sono errori dei giornalisti ignorantissimi (non sono i soli !!!), che con un pò di logica scoprirai che sono interpretazioni impossibili.Inizialmente era:Wine = Windows EnginePHP = Programming hight Page Poi si è deciso per una più corretta interpretazione. Ma erano già nomi sulla bocca di tutti.Ciao
    • Alessandro scrive:
      Re: ReactOS
      - Scritto da: Nome e cognome
      poi: Wine
      Is Not an "Emulator"? e come altro lo si dovrebbe
      chiamare se non
      emulatore?).Non è un emulatore, Wine non fa altro che intercettare le chiamate di sistema windows-only e sostituirle con chiamate native linux (o mac, visto che wine c'è anche per mac). In molti casi queste nuove chiamate sono più efficienti delle chiamate originali ^^
      • kattle87 scrive:
        Re: ReactOS
        però in altre nn sono ancora implementate :(Cmq wine è una manna dal cielo... Senza lui e senza DosBox il mio gaming sarebbe dimezzato (adoro i giochini vecchi e semplici ma sempre divertenti ala Preistorik)
      • pippo75 scrive:
        Re: ReactOS


        Non è un emulatore, Wine non fa altro che
        intercettare le chiamate di sistema windows-only
        e sostituirle con chiamate native linuxl'emulatore, deve leggere il programma ed eseguirlo chiamando le funzioni del SO che sta usando, esattamente come wine.di questo passo si torna al sesso degli agnelli.
      • Sgabbio scrive:
        Re: ReactOS
        non è un caso che il WGA di microsoft serviva per impedire l'utilizzo di alcuni suoi software con wine.
  • franco scrive:
    non è il massimo
    Ben venga il supporto da parte di google,ma cosi si rischia di indurre gli ISV a non creare applicazioni native per Linux.Fa piacere però che entro breve tempo nessuno possa più dire:[abarai renji mode on]gnegnegne non uso linucs perchè non posso usare i programmini idioti che mi piacciono tanto[abarai renji mode off]
    • Isso scrive:
      Re: non è il massimo
      Nemeno tu sei il massimo se generalizzi e credi davvero che su Windows girino i "programmini idioti che piacciono tanto". Oh sì, Wordpad è forse un "programmino idiota", ma forse non lo è Photoshop e altri 100.000 e al contrario forse The Gimp idiota lo è davvero se non dispone di un'interfaccia utente agile come quella di fotosciop e funzionalità davvero professionali. Nonostante i lunghi anni di sviluppo parallelo a Windows non è per il denaro di zio Bill o per una congiura internazionale se "linucs" sta solo adesso appena appena scalfendo la vernice dell'installato di Win, ma solo perchè fino'ora i concetti di uniformità compatibilità e semplicità d'uso "linucs" non sapeva nemmeno cosa fossero. E sopratutto sono stati, sono e saranno quelli come te con la prosopopea degli scaltri sapienti solo perchè sanno appena appena compilare meccanicamente un listato a nuocere alla cultura e alla diffusione dell'open source.
      • franco scrive:
        Re: non è il massimo
        - Scritto da: Isso
        Nemeno tu sei il massimo se generalizzi e credi
        davvero che su Windows girino i "programmini
        idioti che piacciono tanto". Oh sì, Wordpad è
        forse un "programmino idiota", ma forse non lo è
        Photoshop e altri 100.000 e al contrario forse
        The Gimp idiota lo è davvero se non dispone di
        un'interfaccia utente agile come quella di
        fotosciop e funzionalità davvero professionali.
        Nonostante i lunghi anni di sviluppo parallelo a
        Windows non è per il denaro di zio Bill o per una
        congiura internazionale se "linucs" sta solo
        adesso appena appena scalfendo la vernice
        dell'installato di Win, ma solo perchè fino'ora i
        concetti di uniformità compatibilità e semplicità
        d'uso "linucs" non sapeva nemmeno cosa fossero. E
        sopratutto sono stati, sono e saranno quelli come
        te con la prosopopea degli scaltri sapienti solo
        perchè sanno appena appena compilare
        meccanicamente un listato a nuocere alla cultura
        e alla diffusione dell'open
        source.Blablablabla ah si dicevi??Ascolta,se hai voglia di polemizzare su una frasettina che è volutamente ironica e indubbiamente evidenziata come tale,fallo con qualcun'altro.È ovvio che killer application come photoshop o autoCAD non sono i programmini a cui mi riferivo ma se in quello che ho scritto il tuo unico commento è stato solo questo,allora facevi prima a tacere.Linux non è windows,il suo scopo non è un pinguino per ogni pc e chi crede che linux per avere successo debba diventare "usabile" come windows non ha capito niente.p.s. che poi sulla soggettività della parola usabile possiamo aprire un bel dibattito...io dico che ubuntu 7.10 è di gran lunga più semplice e usabile di Vista
        • fotoritocco scrive:
          Re: non è il massimo
          Basta con photoshop!Davvero basta, sembra sia la killer application del millennio.Come fai se photoshop non lo hai?Ma tutti sti photo amatori avanzati dove stanno?io continuo a vedere foto mal quadrate, ritoccate con uno scalpello, sottoesposte e poi ritoccate affiche' sembrino sovraesposte (deve esserci una funzione avanzata professinale in CS: rovinatoreluceaformadicerotto).
          • LBDV scrive:
            Re: non è il massimo
            - Scritto da: fotoritocco
            Basta con photoshop!
            Davvero basta, sembra sia la killer application
            del millennio.Beh, si. E' l'applicazione che ti permette di fare tutto di più e far vivere in immagine i sogni della tua mente.
            Come fai se photoshop non lo hai?Oh, beh, non si muore mica, ma se non ci fosse sarebbe un peccato. Certo, DeluePaint, per certi versi, era meglio, ma si è fermato dove PS è partito.
            Ma tutti sti photo amatori avanzati dove stanno?Io sono pro, altro che amatore percui non lo so :) Scherzi a parte son d'accordo che sia come uord, tutti ce l'hanno ma quasi nessuno ha il gusto/tecnica per usarlo.
            io continuo a vedere foto mal quadrate, ritoccate
            con uno scalpello, sottoesposte e poi ritoccate
            affiche' sembrino sovraesposte (deve esserci una
            funzione avanzata professinale in CS:
            rovinatoreluceaformadicerotto).Okkio che PS NON è la fotografia. Per mettere a posto, e questo sarebbe da martellare nella testa alla gente, una foto ci sono LightRoom, Aperture per i semi pro e iPhoto (non so sotto win/linux) per i semi-pro.Con Photoshop crei universi, fai vivere speranze e visioni. Certo puoi usarlo ANCHE per correggere la cromia di una foto, ma se non sei davvero bravo è davvero sprecato.
          • Cyrix scrive:
            Re: non è il massimo
            - Scritto da: LBDV
            - Scritto da: fotoritocco

            Basta con photoshop!

            Davvero basta, sembra sia la killer application

            del millennio.

            Beh, si. E' l'applicazione che ti permette di
            fare tutto di più e far vivere in immagine i
            sogni della tua
            mente.per me questo si fà con maya/mudbox/zbrush e mental reycon photoshop poi faccio giusto le correzioni cromatiche / di illuminazione.ma dipende dai punti di vista e dalla propria creatività,ma tu riresci proprio a fare tutto con PS?

            Come fai se photoshop non lo hai?

            Oh, beh, non si muore mica, ma se non ci fosse
            sarebbe un peccato. Certo, DeluePaint, per certi
            versi, era meglio, ma si è fermato dove PS è
            partito.infatti PS è insostituibile (per 2-3 cosette)

            Ma tutti sti photo amatori avanzati dove
            stanno?

            Io sono pro, altro che amatore percui non lo so
            :) Scherzi a parte son d'accordo che sia come
            uord, tutti ce l'hanno ma quasi nessuno ha il
            gusto/tecnica per
            usarlo.sai quanta gente consoco che ha il CS2 instllato e lo usa per convertire le imamgini oppure aprire i pdf per agiungere del testo o per tolgiere gli occi rossi?

            io continuo a vedere foto mal quadrate,
            ritoccate

            con uno scalpello, sottoesposte e poi ritoccate

            affiche' sembrino sovraesposte (deve esserci
            una

            funzione avanzata professinale in CS:

            rovinatoreluceaformadicerotto).

            Okkio che PS NON è la fotografia. Per mettere a
            posto, e questo sarebbe da martellare nella testa
            alla gente, una foto ci sono LightRoom, Aperture
            per i semi pro e iPhoto (non so sotto win/linux)
            per i
            semi-pro.
            Con Photoshop crei universi, fai vivere speranze
            e visioni. Certo puoi usarlo ANCHE per correggere
            la cromia di una foto, ma se non sei davvero
            bravo è davvero
            sprecato.io ho visto sui forum di cgsociety un sacco di gente che lo usa per dipingere con le wacom, intendevi questo per crere mondi?dai dai sono curioso che io PS lo uso spesso ma non lo conosco molto bene
          • bubusettete scrive:
            Re: non è il massimo
            quoto gli ultimi due post...sta di fatto che i 3/4 della gente che usa in italia photoshop (ho visto anche diplomati in vari pseudo istituti grafico/pubblicitari) non ha neanche l'idea di che cazzo siano il 98,9% delle funzioni di photoshop e sopratutto quelle che conosco le usano MALE...non sto qui a dirvi io che photoshop deve avere dei punti chiave di forza contro ogni altro software similare, non sarebbe arrivato dov'è altrimenti...però deve essere chiaro che gimp, apparte qualche smaliziato utente idiota che non sa spostarsi due bottoni da solo, basta e avanza per fare quelle cagate che vedo in giro, su siti o vari ed eventuali...il succo della questione è....o argomentate le vostre lamentele o piantatela con queste stronzate
          • Fabio scrive:
            Re: non è il massimo
            @bubusettete: completamente d'accordo con te. c'è poco da aggiungere.photoshop sarebbe potente, se fosse in mano di gente capace che abbia magari letto il manuale base di quasi 500 pagine.ne conosco solo una e quando usa photoshop si vede eccome.gimp è sovradimensionato per la maggior parte degli utilizzatori di photoshop, ed è molto più veloce, soprattutto perché puoi lavorare su una foto frattempo che applica un effetto su un'altra, cosa impossibile con photoshop.oltremodo, l'interfaccia diversa è sintomo di ricerca e la sua possibilità di essere personalizzata è un valore aggiunto e non certo una pecca, come molti credono non sapendola utilizzare, e non volendo soprattutto leggere 2 righe di manuale.
      • Abusivo scrive:
        Re: non è il massimo
        Franco si difende anche da solo, come vedi, ma volevo invitarti ad evitare polemiche inventate da te.Il succo dell'intervento, per come lo avevo capito io, è che con un Wine "perfetto" l'utente comune, che non usa Photoshop o AutoCAD, non ha più molte scuse per non passare a Linux.Poi se non lo fa è una sua libera scelta, non una carenza del pinguino.
      • www.aleksfalcone.org scrive:
        Re: non è il massimo
        - Scritto da: Isso
        non è per il denaro di zio Bill o per una
        congiura internazionale se "linucs" sta solo
        adesso appena appena scalfendo la vernice
        dell'installato di Win, ma solo perchè fino'ora i
        concetti di uniformità compatibilità e semplicità
        d'uso "linucs" non sapeva nemmeno cosa fossero.I motivi sono ben altri. Lo sappiamo tutti. Inutile far finta di non saperlo.
    • Zucca Vuota scrive:
      Re: non è il massimo
      - Scritto da: franco
      Ben venga il supporto da parte di google,ma cosi
      si rischia di indurre gli ISV a non creare
      applicazioni native per
      Linux.E' uno dei motivi per cui non si è sviluppato per OS/2. Alcuni ISV usavano la scusa che la parte Windows (3.1) era così buona che non serviva altro.Google è "disperata": sta cercando di creare una alternativa a Windows in tutti i modi perchè sa che il controllo del mercato passa per il controllo del mezzo con cui l'utente accede alla rete. E oggi il mezzo è il PC.Ovviamente Microsoft è "disperata" e cerca invece di creare un sistema web che bypassi Google perchè è la prima cosa che gli utenti vedono quando vanno in Internet.
    • pentolino scrive:
      Re: non è il massimo
      Guarda io sono uno di quelli a cui piacerebbe che tutti i sw fossero sempre multipiattaforma; il problema è che molti dei programmi attualmente più diffusi sono partiti come windows only, per il semplice motivo che allora linux non era un' altrenativa praticabile per la maggior parte degli utenti.Ora la situazione è cambiata ma ormai quei sw hanno un' enorma base di codice basata su win32, mfc e compagnia bella; convertirle per linux sarebbe un lavoro titanico che non varrebbe l' investimento. Quanti utenti linux comprerebbero photoshop per esempio se ne esistesse una versione nativa per il pinguino? Pochissimi, perchè probabilmente chi ne aveva veramente bisogno è già passato al mac.Io penso che nei prossimi anni sempre più programmi saranno multipiattaforma (nei precedenti post ho spiegato più volte perchè secondo me presto linux sarà una piattaforma desktop diffusa, vedi eeePC e linux nel bios come riportava PI qualche giorno fa).Nel frattempo accontentiamoci di wine, poi si vedrà; io per esempio per lavoro devo usare Lotus Notes per windows, grazie a wine riesco a farlo da linux e sto a posto; dimmi poco!
      • fray scrive:
        Re: non è il massimo

        Nel frattempo accontentiamoci di wine, poi si
        vedrà; io per esempio per lavoro devo usare Lotus
        Notes per windows, grazie a wine riesco a farlo
        da linux e sto a posto; dimmi
        poco!Non so se mi sbaglio ma mi pare che IBM abbia rilasciato la suite Lotus per linux.
        • pentolino scrive:
          Re: non è il massimo
          non la versione che usiamo noi; per fortuna appunto con wine gira quasi perfettamente (e comunque in maniera sufficiente per i miei bisogni)
      • Simone_82 scrive:
        Re: non è il massimo
        è stato rilasciato lotus notes sia 7 che 8 per linux e mac.Stesse funzionalità che per Windows, inclusi Sametime etc etc. MEglio linux nativo o Java (notes 8) che emulato con wine ;)
        • pentolino scrive:
          Re: non è il massimo
          sono assolutamente d' accordo; purtroppo per scelta aziendale sono obbligato ad usare la 6.5. Lo so che la versione che uso fa schifo ma queste cose non le decido io, quindi mi arrangio come posso.
    • Renji Abarai scrive:
      Re: non è il massimo
      mi ero tenuto fuori dalla discussione perchè non mi interessa ne wine ne linux.Però mi chiami in causa e rispondo: pensala come vuoi ma ripeto che il limite più grande dell'open source sono proprio i suoi utenti evangelizzatori e ignoranti (questo esclude gli altri ovviamente).
      • bubusettete scrive:
        Re: non è il massimo
        - Scritto da: Renji Abarai
        mi ero tenuto fuori dalla discussione perchè non
        mi interessa ne wine ne
        linux.
        Però mi chiami in causa e rispondo: pensala come
        vuoi ma ripeto che il limite più grande dell'open
        source sono proprio i suoi utenti evangelizzatori
        e ignoranti (questo esclude gli altri
        ovviamente).oh sai che le pubblicazioni scentifiche, sono gratuite e accessibili al mondo e grazie a questo negli ultimi 100 anni la società si è evoluta come non è mai successo in 2000 anni di cristo e simpatici fanatici a seguito(magari è fuori luogo, ma a molti sembra che l'uomo sia nato 2000 anni fa)?oh cazzo! open source! oh cazzo!ma va va :°D
        • Renji Abarai scrive:
          Re: non è il massimo
          io sono libero se decidere di leggerle o no le pubblicazioni.Ma che in ogni argomento che mi interessa ci sia gente che evangelizza il suo credo quello mi fa girare i maroni.Quindi a ognuno il suo. Io non vengo da voi ma vale anche il contrario.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 febbraio 2008 12.58-----------------------------------------------------------
          • Pongo scrive:
            Re: non è il massimo
            Modificato dall' autore il 21 febbraio 2008 12.58
            --------------------------------------------------Gli evangelizzatori esistono da tutte le parti: open, closed, linux, windows, mac, vi, emacs, e chi più ne ha più ne metta.Basta evitarli! :PProbabilmente gli "evangelizzatori" windows non ti danno tanto fastidio perchè ti toccano poco, ma ci sono e rompono anche :D
      • franco scrive:
        Re: non è il massimo
        - Scritto da: Renji Abarai
        mi ero tenuto fuori dalla discussione perchè non
        mi interessa ne wine ne
        linux.
        Però mi chiami in causa e rispondo: pensala come
        vuoi ma ripeto che il limite più grande dell'open
        source sono proprio i suoi utenti evangelizzatori
        e ignoranti (questo esclude gli altri
        ovviamente).Ed infatti odio un sacco di fanboy linari che girano qui dentro,perchè se molte persone "odiano linucs" è grazie al loro incessante tritamento di maroni su quanto l'open sia figo.Ammetti però,che il più grande limite del software proprietario sono gli utonti ciechi che parlano di ciò che non sanno....e tu caro mio sei uno di quelli ;)
Chiudi i commenti