C'è un hard disk nella videocam

Samsung ha presentato quella che definisce la prima videocamera al mondo ad integrare un hard disk per la memorizzazione di audio, video, foto e musica. La videocamera include un player MP3 e MPEG-4. Gingilli offresi

Las Vegas (USA) – Samsung ha svelato nei giorni scorsi una nuova videocamera digitale che memorizza i filmati su di un hard disk interno con modalità e caratteristiche che secondo il colosso coreano ne fanno una prima assoluta sui mercati mondiali.

Al posto dei nastri magnetici o dei DVD registrabili l’ITCAM-7, questo il nome del prodotto, il dispositivo adotta infatti un piccolo hard disk da 1,5 GB in grado di archiviare oltre un’ora di video in alta qualità. Come formato di memorizzazione alternativo la l’ITCAM-7 utilizza le Memory Stick.

L’ITCAM-7 integra anche un player MP3 ed è in grado di riprodurre video in formato MPEG-4 ad una risoluzione di 640×480 punti: i video possono essere visualizzati sul display LCD integrato da due pollici oppure su di una TV. L’azienda spiega che la videocamera può essere connessa, attraverso la porta RCA integrata, ad una televisione o ad un videoregistratore per riprodurre o registrare contenuti audio-video.

Grazie al disco interno e ad una porta USB 2.0, l’ITCAM-7 si candida anche a rivestire il ruolo di hard disk portatile: oltre che foto, video, musica e voce, sul disco si potrà infatti trasferire qualsiasi altro genere di file. Se si sfrutta la nuova velocità offerta dall’USB 2.0, Samsung sostiene che è possibile trasferire l’intero contenuto dell’hard disk verso un PC in circa 5 minuti.

La videocamera adotta un sensore CCD da 350.000 pixel e pesa circa 185 grammi.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • vb scrive:
    Mah...
    Se e' pesante e complicato come quello normale ci vorra' un "telefonino" di un metro x un metro per farci stare l'hardware necessario per farlo girare :-)(in realta' probabilmente non e' un AS "via" wireless come dice l'articolo, ma una estensione per il wireless dell'AS gia' esistente... e anche qui non mi sembra questo gran passo avanti)
    • magobone scrive:
      Re: Mah...
      - Scritto da: vb
      Se e' pesante e complicato come quello
      normale ci vorra' un "telefonino" di un
      metro x un metro per farci stare l'hardware
      necessario per farlo girare :-)

      (in realta' probabilmente non e' un AS "via"
      wireless come dice l'articolo, ma una
      estensione per il wireless dell'AS gia'
      esistente... e anche qui non mi sembra
      questo gran passo avanti)
  • Anonimo scrive:
    WOW
    addirittura una XSLT che produce XHTML! Solo due anni dopo ai concorrenti: eh, già... Con Oracle vai sul sicuro...
    • Anonimo scrive:
      Re: WOW
      Sybase aveva lanciato il suo Mobile App Server 2 anni fa, si so svegliati presto
      • Anonimo scrive:
        Re: WOW

        Sybase aveva lanciato il suo Mobile App
        Server 2 anni fa, si so svegliati prestola microsoft invece sta impegnando tutte le sue risorse sul trusted computer. quelli si che so svegli
    • JosaFat scrive:
      Re: WOW
      Guardate che di estensioni per il wireless dell'application server di Oracle esistono già da tempo, se non sbaglio già dalla ormai preistorica versione 8 dell'OAS.
Chiudi i commenti