California, il video anti-Islam rimane online

Respinta la richiesta di rimozione presentata dall'attrice Cindy Lee Garcia, che avrebbe partecipato al film Innocence of Muslims solo perché ingannata sulla trama

Roma – Ad aprire il fuoco legale è stata Cindy Lee Garcia, assoldata dal misterioso produttore Nakoula Basseley Nakoula nel cast del contestato Innocence of Muslims , il film che ha scatenato l’ira nel mondo islamico. L’attrice californiana ha chiesto ad un giudice di Los Angeles di ordinare l’immediata rimozione del trailer di 14 minuti sulla piattaforma di video sharing YouTube .

Garcia ha così raccontato al giudice locale la propria versione dei fatti, raggirata da Nakoula e dal regista Sam Bacile ancor prima di iniziare le riprese. Secondo l’attrice statunitense, il film Innocence of Muslims avrebbe dovuto offrire agli spettatori una tipica storia di avventura nel deserto, lontana anni luce dalla feroce parodia dell’Islam e nello specifico del suo Profeta Maometto.

Dalle prime condivisioni online del trailer del film, Garcia sarebbe innanzitutto stata licenziata dalla sua casa di produzione, ricevendo una serie di minacce di morte per aver partecipato all’opera blasfema. Nella trama di Innocence of Muslims , la donna viene ripresa in una sorta di rapporto orale con il Profeta dell’Islam. Nessuno avrebbe mai spiegato alla donna le reali intenzioni della pellicola.

“Non è più una questione di libertà d’espressione – ha spiegato al giudice l’avvocato della donna – ma di una vera e propria invasione della privacy”. La causa avviata da Garcia non è però iniziata nel migliore dei modi: la corte losangelina ha stabilito che le motivazioni della donna non costituiscono un solido fondamento per abbattere il trailer dal portalone di Google . La piattaforma di BigG non è responsabile delle trame oscure tessute dai produttori del film.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • becker scrive:
    forse
    ascoltano slo musica salezionata dal regime
    • iRoby scrive:
      Re: forse
      Io sono contento che chiuda, dovrebbero chiudere anche da noi certe attività...Ogni investimento estero in qualsiasi paese porta debito, o prosciuga capitali sul lungo periodo...
      • becker scrive:
        Re: forse
        - Scritto da: iRoby
        Io sono contento che chiuda, dovrebbero chiudere
        anche da noi certe
        attività...

        Ogni investimento estero in qualsiasi paese porta
        debito, o prosciuga capitali sul lungo
        periodo...allora la Cina con tutte le industrie e attività straniere dovrebbe avere un debito enorme, invece da quello che ho letto ha il controllo del debito pubblico di altri stati occidentali.
Chiudi i commenti