California, la strada per non tracciare

Approvata la proposta di legge che obbligherebbe tutte le società locali ad evitare attività di tracciamento online su esplicita richiesta degli utenti. Critiche da parte dell'industria: bloccherà il mercato
Approvata la proposta di legge che obbligherebbe tutte le società locali ad evitare attività di tracciamento online su esplicita richiesta degli utenti. Critiche da parte dell'industria: bloccherà il mercato

Tre voti a favore, due contrari . Questo l’esito di una recente seduta presso la Commissione Giustizia al Senato che in terra californiana ha approvato un disegno di legge sponsorizzato dalla Federal Trade Commission (FTC).

Chiamata SB 761 , la proposta era stata introdotta in California dal senatore democratico Allen Lowenthal, per permettere a tutti i netizen locali di evitare attività di tracciamento online per scopi mirati all’advertising .

In sostanza, la nuova legislazione – che passerà ora al vaglio del Senato a stelle e strisce – verrebbe imposta a tutte le società operative in California, obbligate a non tracciare su esplicita richiesta da parte degli utenti .

Evidente soddisfazione da parte dei rappresentanti di Consumer Watchdog : è la prima volta che un disegno di legge mirato al Do-Not-Track arriva alla discussione in Senato. Contrarie alla proposta sono l’associazione marketing e l’industria del wireless, convinte che una regolamentazione del genere blocchi lo sviluppo del commercio elettronico .

Mauro Vecchio

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

06 05 2011
Link copiato negli appunti