California, raccomandazioni per la privacy

I siti sono stati invitati a comunicare in maniera chiara e comprensibile le proprie policy relative a raccolta dati e tracciamento. Gli utenti devono sapere

Roma – Lo stato della California ha predisposto delle linee guida destinate a regolare il comportamento dei siti Internet rispetto alla privacy degli utenti che li visitano.

Lo stato in questo modo vorrebbe intervenire sulla raccolta dei dati personali degli utenti , merce preziosa per le aziende, interessate non solo a ritagliare i propri servizi sui bisogni degli utenti, ma anche ad usarli per meglio indirizzare la propria pubblicità.

Si tratta di un argomento di forte attualità e per cui è recentemente intervenuta EFF mettendo a disposizione il già annunciato plug-in per Chrome e Firefox anti-tracciamento.

Le linee guida californiane vogliono agevolare l’applicazione della nuova legge sulla privacy dello Stato entrata in vigore lo scorso gennaio , secondo cui ogni sito deve rispettare le impostazioni di navigazione degli utenti ed eventualmente stabilire una funzione per interrompere i sistemi di tracking.
Nella pratica , i siti finiscono comunque per raccogliere informazioni personali sugli utenti che li visitano, senza però informarli e senza mettere a disposizione una funzione per impedirlo.

Secondo le linee guida volute dal procuratore generale della California Kamala D. Harris qualsiasi sito dovrà ora specificare, in un linguaggio chiaro, se e come si sta comportando rispetto alla privacy degli utenti.

In ogni caso, si tratta ancora solo di uno strumento di soft law , la cui applicazione dipende dalla volontà delle stesse parti in causa, e che sostanzialmente serve a supportarle nello stilare le proprie policy dedicate alla privacy.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • NemoTizen scrive:
    TPB = fail delle major
    The Pirate Bay continua assere il più grande fail delle major, il loro tentativo di buttarlo giù lo ha reso più forte e più famoso.E nonostante tutto è ancora li più forte e potente di prima, non solo grazie a questa causa hanno migliorato il protocollo torrent aggiungendo il server less...
  • Leguleio scrive:
    Venghino siori venghino
    " ...fra le fila finlandesi del Partito Pirata, è stato candidato alla presidenza della Commissione Europea. Fra il serio e il faceto, BrokeP si mostra sicuro delle proprie potenzialità. "Una candidatura alla presidenza della commissione europea ormai non se la fa mancare nessuno. :)
Chiudi i commenti