Yahoo, il tracciamento è di casa

Sunnyvale, come la maggior parte dei concorrenti, ha smesso di aderire alle specifiche Do Not Track: gli strumenti integrati nei browser per impedire il tracciamento non hanno mai attecchito. EFF offre la propria soluzione

Roma – La personalizzazione è l’anima del web, e per questo motivo Yahoo ha annunciato di voler smettere di onorare i propri impegni nell’offrire siti predisposti per le specifiche Do Not Track: Sunnyvale non consentirà ai browser degli utenti di sottrarsi automaticamente al tracciamento. Anche perché gli operatori di settore non sono mai riusciti a raggiungere un accordo sugli standard.

L’azienda ha annunciato la propria iniziativa con un post sul Tumblr ufficiale: “le impostazioni Do Not Track per i browser non saranno più attive su Yahoo”, si spiega. Sunnyvale ricorda di aver operato fin dal principio per contribuire a delineare le specifiche per concedere agli utenti di tutelare la propria privacy online a mezzo browser, ricorda di aver costruito i propri siti appositamente. Ma nonostante gli interventi delle autorità con cui si è tentato di raccomandare un sistema di non tracciamento universale e gli accesi dibattiti fra gli attori del mercato, secondo Yahoo “dobbiamo ancora assistere all’emergere di uno standard che sia efficace, facile da usare e che sia adottato dall’intera industria della tecnologia”.

In mancanza di un accordo , attorniata da una concorrenza che non ha sottoscritto alcun impegno in materia, Yahoo ha scelto per i propri utenti, mossa dalla convinzione che “il web migliore è il web personalizzato”. Gli utenti che desiderino scrollarsi di dosso i sistemi di tracciamento previsti per l’ecosistema di servizi di Yahoo potranno gestire le impostazioni del caso dalla pagina dedicata alla privacy , offrendo in cambio la propria disponibilità ad accettare i cookie che consentiranno ai siti di Yahoo di conservare le impostazioni desiderate.

Ma se la soluzione alle necessità di privacy dei netizen che non amano il web personalizzato non dovesse emergere dalla collaborazione fra gli attori del mercato, c’è chi sta lavorando per consentire ai cittadini della Rete di muoversi liberamente senza essere tracciati e senza dover agire su ogni sito per scegliere la privacy come fosse un’opzione. EFF ha annunciato l’avvento di Privacy Badger , una estensione per Chrome e Firefox in grado di bloccare i tentativi di tracciamento più subdoli, quelli condotti a fini pubblicitari senza il consenso degli utenti. Impedendo il caricamento di contenuti traccianti somministrati dai servizi online, Privacy Badger permette agli utenti di sottrarsi alle dinamiche di personalizzazione indesiderate e improntate al marketing. L’add-on risparmierà solo chi dimostrerà di impegnarsi implementando le specifiche Do Not Track proposte da EFF e consentirà agli utenti di gestire la propria tracciabilità in Rete a mezzo browser. Per ora l’estensione è stata rilasciata in versione alpha.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Diego Favareto scrive:
    Banner
    Meglio i bannerini che escon fuori durante la trasmissione del video, come in TV.
    • Funz scrive:
      Re: Banner
      - Scritto da: Diego Favareto
      Meglio i bannerini che escon fuori durante la
      trasmissione del video, come in
      TV.non guardo la TV, ed una delle ragioni è che non c'è l'adblock.
  • SempreIo scrive:
    BastaFarsiUnGiro
    Le accuse di bannare gli account AdSense non sono proprio campate in aria, basta farsi un giro nei blog e leggere che 'forse' e sottolineo forse, ci sono fondamenti, persone che si lamentano di account bannati proprio prima del raggiungimento della sogna di payout, cosa che evince nella testimonianza, spesso il ban è sistematico e viene fatto per presunti click fraud sulle inserzioni, quando invece i malcapitati sono ignari al tutto. Ovviamente Google non fornisce nessuna prova in merito, motivando che non possono rivelare come funziona il loro sistema. Si può leggere anche di account riattivati magicamente dopo che i proprietari di account bannati sono andati per vie legali, beh che dire? Nel mondo c'è chi froda e chi viene frodato, ma anche chi fa entrambe le cose.
    • Leguleio scrive:
      Re: BastaFarsiUnGiro

      Le accuse di bannare gli account AdSense non sono
      proprio campate in aria, basta farsi un giro nei
      blog e leggere che 'forse' e sottolineo forse, ci
      sono fondamenti, persone che si lamentano di
      account bannati proprio prima del raggiungimento
      della sogna di payout, cosa che evince nella
      testimonianza, So di dire una cosa scontata, ma una testimonianza anonima, e quella di "guest" del 29 aprile lo era:http://pastebin.com/qh6Tta3hvale poco o nulla. Per sostenere le proprie tesi con un minimo di possibilitá di essere creduti bisogna dare nome e cognome. :|
      • panda rossa scrive:
        Re: BastaFarsiUnGiro
        - Scritto da: Leguleio
        Per sostenere le proprie tesi
        con un minimo di possibilitá di essere
        creduti bisogna dare nome e cognome.
        :|Ma neanche per sogno!
        • Leguleio scrive:
          Re: BastaFarsiUnGiro


          Per sostenere le proprie tesi

          con un minimo di possibilitá di essere

          creduti bisogna dare nome e cognome.

          :|

          Ma neanche per sogno!Sei condannato a essere creduto solo nel mondo cibernetico, se va bene. Nessuno dà retta a una testimonianza su fatti e circostanze specifici che provengono da un sedicente ... (e qui metti il mestiere che vuoi). Diverso è il caso di testimonianze fornite a giornali e trasmissioni televisive che ancora hanno un minimo di autorevolezza, e non ce ne sono più molti, con la promessa dell'anonimato: in quel caso il giornalista è al corrente dell'identità della persona intervistata.
          • panda rossa scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: Leguleio


            Per sostenere le proprie tesi


            con un minimo di possibilitá di
            essere


            creduti bisogna dare nome e cognome.


            :|



            Ma neanche per sogno!

            Sei condannato a essere creduto solo nel mondo
            cibernetico, se va bene. Perche', tu in che mondo vivi?
            Nessuno dà retta a una
            testimonianza su fatti e circostanze specifici
            che provengono da un sedicente ... (e qui metti
            il mestiere che vuoi).Infatti stai confermando che nessuno ti prende sul serio.
            Diverso è il caso di testimonianze fornite a
            giornali e trasmissioni televisive che ancora
            hanno un minimo di autorevolezza, e non ce ne
            sono più molti,Se ci limitiamo all'italia, ultimamente ne ho contati uno, di giornali con autorevolezza, e sono casualmente tutti quelli che non ricevono sovvenzioni per l'editoria.
            con la promessa dell'anonimato:
            in quel caso il giornalista è al corrente
            dell'identità della persona
            intervistata.Il giornalista non ha bisogno di alcuna identita', tanto piu' che non essendo pubblico ufficiale non puo' nemmeno pretendere di identificare l'intervistato.
          • Leguleio scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro




            Per sostenere le proprie tesi



            con un minimo di possibilitá
            di

            essere



            creduti bisogna dare nome e
            cognome.



            :|





            Ma neanche per sogno!



            Sei condannato a essere creduto solo nel
            mondo

            cibernetico, se va bene.

            Perche', tu in che mondo vivi?In entrambi i mondi. Quello cibernetico, e quello reale. Quando vado a sporgere una denuncia alla polizia, quando devo rivolgermi all'autorità amministrativa del Paese in cui vivo, o mi presento di persona, oppure mi identifico attraverso un sistema in uso qui. Diversamente la mia azione non avrebbe alcun valore.

            Nessuno dà retta a una

            testimonianza su fatti e circostanze
            specifici

            che provengono da un sedicente ... (e qui
            metti

            il mestiere che vuoi).

            Infatti stai confermando che nessuno ti prende
            sul
            serio.Ma che c'entro io? Qui su PI non ho mai parlato come testimone di fatti. Se mi si chiedono le fonti per le affermazioni fatte, io do i link.

            Diverso è il caso di testimonianze fornite a

            giornali e trasmissioni televisive che ancora

            hanno un minimo di autorevolezza, e non ce ne

            sono più molti,

            Se ci limitiamo all'italia, ultimamente ne ho
            contati uno, di giornali con autorevolezza, e
            sono casualmente tutti quelli che non ricevono
            sovvenzioni per
            l'editoria.Fuori tema.

            con la promessa dell'anonimato:

            in quel caso il giornalista è al corrente

            dell'identità della persona

            intervistata.

            Il giornalista non ha bisogno di alcuna
            identita', tanto piu' che non essendo pubblico
            ufficiale non puo' nemmeno pretendere di
            identificare
            l'intervistato.Non può pretendere, ma appoggiarsi a fonti che millantano di essere ciò che non sono può avere conseguenze molto gravi, in termini economici. Le spese di risarcimento in caso di diffamazione sono più alte.Finché a fare le affermazioni sono davvero ex dipendenti o ex soci dell'azienda e/o organizzaione, ancorché protetti dall'anonimato, si ha perlomeno la certezza di essere considerati in buona fede. Diversamente no: e a quel punto tanto vale intervistare mio cuggino, si risparmia tempo.
          • panda rossa scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: Leguleio




            Per sostenere le proprie tesi




            con un minimo di
            possibilitá

            di


            essere




            creduti bisogna dare nome e

            cognome.




            :|







            Ma neanche per sogno!





            Sei condannato a essere creduto solo nel

            mondo


            cibernetico, se va bene.



            Perche', tu in che mondo vivi?

            In entrambi i mondi. Quello cibernetico, e quello
            reale. Qui siamo in quello cibernetico.In quello reale chi tu sia e che cosa tu faccia non me ne puo' fregar di meno.
            Quando vado a sporgere una denuncia alla
            polizia, quando devo rivolgermi all'autorità
            amministrativa del Paese in cui vivo, o mi
            presento di persona, oppure mi identifico
            attraverso un sistema in uso qui. Diversamente la
            mia azione non avrebbe alcun valore.Per te forse.Per altri potrebbe avere valore comunque, o non averlo mai.


            Nessuno dà retta a una


            testimonianza su fatti e circostanze

            specifici


            che provengono da un sedicente ... (e
            qui

            metti


            il mestiere che vuoi).



            Infatti stai confermando che nessuno ti
            prende

            sul

            serio.

            Ma che c'entro io? Qui su PI non ho mai parlato
            come testimone di fatti.No, mai. Non sei mai intervenuto a fare puntualizzazioni non richieste o a distogliere l'attenzione dalla luna al dito, o sugli errori grammaticali, negli argomenti che ti infastidiscono personalmente.
            Se mi si chiedono le
            fonti per le affermazioni fatte, io do i link.Link di cui non frega nulla e che distolgono solo dalla discussione.


            Diverso è il caso di testimonianze
            fornite
            a


            giornali e trasmissioni televisive che
            ancora


            hanno un minimo di autorevolezza, e non
            ce
            ne


            sono più molti,



            Se ci limitiamo all'italia, ultimamente ne ho

            contati uno, di giornali con autorevolezza, e

            sono casualmente tutti quelli che non
            ricevono

            sovvenzioni per

            l'editoria.

            Fuori tema.Vedi sopra alla voce "distogliere l'attenzione".


            con la promessa dell'anonimato:


            in quel caso il giornalista è al
            corrente


            dell'identità della persona


            intervistata.



            Il giornalista non ha bisogno di alcuna

            identita', tanto piu' che non essendo
            pubblico

            ufficiale non puo' nemmeno pretendere di

            identificare

            l'intervistato.

            Non può pretendere, ma appoggiarsi a fonti che
            millantano di essere ciò che non sono può avere
            conseguenze molto gravi, in termini economici. Le
            spese di risarcimento in caso di diffamazione
            sono più alte.Ma chissenefrega della diffamazione?Siamo qui a parlare di informatica: i benchmark sono dati di fatto, mica opinioni diffamatorie.
            Finché a fare le affermazioni sono davvero ex
            dipendenti o ex soci dell'azienda e/o
            organizzaione, ancorché protetti dall'anonimato,
            si ha perlomeno la certezza di essere considerati
            in buona fede. Diversamente no: e a quel punto
            tanto vale intervistare mio cuggino, si risparmia
            tempo.Quindi smettiamo pure di confrontarci e di scambiare le idee.Non fai prima a smettere di frequentare il forum?
          • Leguleio scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro


            In entrambi i mondi. Quello cibernetico, e
            quello

            reale.

            Qui siamo in quello cibernetico.Giura, giura che non ci credo!
            In quello reale chi tu sia e che cosa tu faccia
            non me ne puo' fregar di
            meno.Il punto non è quello. Il punto è che la denuncia di anonimo riguardo alle politiche di Google riguarda contratti reali, presumo firmati su carta visto che la firma elettronica non funziona ancora bene, e un passaggio di soldi reali. Non stanno giocando a Second life.
            Diversamente
            la

            mia azione non avrebbe alcun valore.

            Per te forse.
            Per altri potrebbe avere valore comunque, o non
            averlo
            mai.Io parlo per quanto riguarda la polizia e la pubblica amministrazione.Dei sognatori utopisti e con allucinazioni non mi curo.


            Infatti stai confermando che nessuno ti

            prende


            sul


            serio.

            Ma che c'entro io? Qui su PI non ho mai
            parlato

            come testimone di fatti.

            No, mai. Non sei mai intervenuto a fare
            puntualizzazioni non richieste Molte volte, invece.
            o a distogliere
            l'attenzione dalla luna al dito, Era l'unica cosa interessante...
            o sugli errori
            grammaticali, In quel caso gli interventi sono spariti. :Se ne ricordano solo quelli che li hanno letti.
            negli argomenti che ti
            infastidiscono
            personalmente.Tutte cose che non costituiscono testimonianza su fatti e circostanze. A chi dice che le mele volano, o gli asini, fa lo stesso, io faccio notare che invece cadono. E se cadono dal ramo verso il suolo non è perché lo diceva Newton, o perché lo dico io: è una legge fisica che chiunque può constatare e toccare con mano. Non importa chi ribadisce il concetto, insomma, importa non dimenticarsi di quel concetto per evitare di avere la testa fra le nuvole, a furia di oggetti non influenzati dalla forza di gravità.

            Se mi si chiedono le

            fonti per le affermazioni fatte, io do i
            link.

            Link di cui non frega nulla e che distolgono solo
            dalla
            discussione.Bene, allora da' il buon esempio e non lasciarti distogliere evitando di rispondere ai miei interventi. 8)


            Il giornalista non ha bisogno di alcuna


            identita', tanto piu' che non essendo

            pubblico


            ufficiale non puo' nemmeno pretendere di


            identificare


            l'intervistato.



            Non può pretendere, ma appoggiarsi a fonti
            che

            millantano di essere ciò che non sono può
            avere

            conseguenze molto gravi, in termini
            economici.
            Le

            spese di risarcimento in caso di diffamazione

            sono più alte.

            Ma chissenefrega della diffamazione?Era un esempio tratto dal giornalismo: una notizia falsa, basata su testimonianze non controllate, viene punita come diffamazione.E non è che negli altri ambiti vada meglio: un falso incidente, corroborato eventualmente da false testimonianze, prevede pene ancora più alte:http://www.intermediachannel.it/truffa-assicurazioni-14-condanne-per-falsi-incidenti-a-trapani/#.U2om96Jfbn4Non è il caso insomma di atteggiarsi a quello che dice "vero o falso per me pari sono". Per il mondo reale non lo è quasi mai.
            Siamo qui a parlare di informatica: i benchmark
            sono dati di fatto, mica opinioni
            diffamatorie.Nessuno dice il contrario. Anche un test di collaudo per un'automobile è un dato di fatto. Se le persone incaricate dalla legge non lo eseguono, o lo eseguono in maniera errata, scatta la misura cautelare:http://www.intermediachannel.it/truffa-assicurazioni-14-condanne-per-falsi-incidenti-a-trapani/#.U2om96Jfbn4Tu hai la tendenza a pensare che tutti possono sempre dire tutto quello che vogliono su qualsiasi argomento, in ogni sede e in tutte le circostanze.Non è così. Le conseguenza possono essere molto pesanti.
            Quindi smettiamo pure di confrontarci e di
            scambiare le
            idee.Basta che lo scambio di idee non diventi subito al secondo commento una condanna da parte del tribunale di PI. Perché alla fine lo scopo segreto sempre quello è: scagliare la propria bile contro qualcosa o qualcuno, non importa chi. Non credere che io non capisca l'antifona.Le idee sono una cosa, protetta dalla Convenzione dell'Onu. I fatti non provati, un'altra.
          • panda rossa scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: Leguleio


            In entrambi i mondi. Quello
            cibernetico,
            e

            quello


            reale.



            Qui siamo in quello cibernetico.

            Giura, giura che non ci credo!Che cosa ti cambia? Io sono anonimo e tu non mi credi.

            In quello reale chi tu sia e che cosa tu
            faccia

            non me ne puo' fregar di

            meno.

            Il punto non è quello. Il punto è che la denuncia
            di anonimo riguardo alle politiche di Google
            riguarda contratti reali, presumo firmati su
            carta visto che la firma elettronica non funziona
            ancora bene, e un passaggio di soldi reali. Non
            stanno giocando a Second life.C'e' un reato?E se c'e', dove e'?Che giurisidizione ha?Chi e' l'accusato?Chi l'accusatore?Fino a quando questi residui di vetero-diritto continueranno a persistere in un mondo senza tempo ne confini, non ne usciremo mai.Bisogna dare al bit il valore che si merita: ZERO.Un bit vale zero, quindi si fa presto a calcolare il valore di qualunque sequenza di bit, qualsiasi cosa essa rappresenti.E bisogna anche slegare in modo definitivo ogni legame tra l'individuo (o gli individui) che concorrono a creare una sequenza di bit, e la sequenza stessa.Quando questi semplici principi saranno recepiti, potremo fare ulteriori valutazioni. Prima di allora sara' solo un dialogo tra sordi.

            Diversamente

            la


            mia azione non avrebbe alcun valore.



            Per te forse.

            Per altri potrebbe avere valore comunque, o
            non

            averlo

            mai.

            Io parlo per quanto riguarda la polizia e la
            pubblica
            amministrazione.Roba che non riguarda questo mondo.
            Dei sognatori utopisti e con allucinazioni non mi
            curo.Eppure le date dei tuoi post ti smentiscono alla grande.



            Infatti stai confermando che
            nessuno
            ti


            prende



            sul



            serio.



            Ma che c'entro io? Qui su PI non ho mai

            parlato


            come testimone di fatti.



            No, mai. Non sei mai intervenuto a fare

            puntualizzazioni non richieste

            Molte volte, invece.E non sai neppure cogliere l'ironia.

            o a distogliere

            l'attenzione dalla luna al dito,

            Era l'unica cosa interessante...


            o sugli errori

            grammaticali,

            In quel caso gli interventi sono spariti. :
            Se ne ricordano solo quelli che li hanno letti.E a cui non fregava nulla.

            negli argomenti che ti

            infastidiscono

            personalmente.

            Tutte cose che non costituiscono testimonianza su
            fatti e circostanze. A chi dice che le mele
            volano, o gli asini, fa lo stesso, io faccio
            notare che invece cadono. E se cadono dal ramo
            verso il suolo non è perché lo diceva Newton, o
            perché lo dico io: è una legge fisica che
            chiunque può constatare e toccare con mano. Non
            importa chi ribadisce il concetto, insomma,
            importa non dimenticarsi di quel concetto per
            evitare di avere la testa fra le nuvole, a furia
            di oggetti non influenzati dalla forza di
            gravità.Ecco un bell'esempio di trasferimento di attenzione dalla luna al dito.


            Se mi si chiedono le


            fonti per le affermazioni fatte, io do i

            link.



            Link di cui non frega nulla e che distolgono
            solo

            dalla

            discussione.

            Bene, allora da' il buon esempio e non lasciarti
            distogliere evitando di rispondere ai miei
            interventi.
            8)Lo faro' quando smetterai di intervenire.



            Il giornalista non ha bisogno di
            alcuna



            identita', tanto piu' che non
            essendo


            pubblico



            ufficiale non puo' nemmeno
            pretendere
            di



            identificare



            l'intervistato.





            Non può pretendere, ma appoggiarsi a
            fonti

            che


            millantano di essere ciò che non sono
            può

            avere


            conseguenze molto gravi, in termini

            economici.

            Le


            spese di risarcimento in caso di
            diffamazione


            sono più alte.



            Ma chissenefrega della diffamazione?

            Era un esempio tratto dal giornalismo: una
            notizia falsa, basata su testimonianze non
            controllate, viene punita come
            diffamazione.No.Lo sarebbe solo se riguardasse persone, e solo se queste persone ritenessero di essere diffamate, e solo se si facesse un proXXXXX, e solo se il giudice stabilisse in tal senso.
            E non è che negli altri ambiti vada meglio: un
            falso incidente, corroborato eventualmente da
            false testimonianze, prevede pene ancora più
            alte:

            http://www.intermediachannel.it/truffa-assicurazioMa che c'entra?E l'omicidio allora?
            Non è il caso insomma di atteggiarsi a quello che
            dice "vero o falso per me pari sono". Per il
            mondo reale non lo è quasi
            mai.Ma questo non e' il mondo reale.

            Siamo qui a parlare di informatica: i
            benchmark

            sono dati di fatto, mica opinioni

            diffamatorie.

            Nessuno dice il contrario. Anche un test di
            collaudo per un'automobile è un dato di fatto. Se
            le persone incaricate dalla legge non lo
            eseguono, o lo eseguono in maniera errata, scatta
            la misura
            cautelare:

            http://www.intermediachannel.it/truffa-assicurazioChe non c'entra un tubo con quanto stiamo dicendo.
            Tu hai la tendenza a pensare che tutti possono
            sempre dire tutto quello che vogliono su
            qualsiasi argomento, in ogni sede e in tutte le
            circostanze.No, puoi tranquillamente escludere il mio contributo dall'affermazione che hai appena fatto.
            Non è così. Le conseguenza possono essere molto
            pesanti.Anche le conseguenze di un meterite in testa sono molto pesanti, ma noi non parliamo del peso, ma di probabilita' che questo accada.Zero o qualcosa meno.

            Quindi smettiamo pure di confrontarci e di

            scambiare le

            idee.

            Basta che lo scambio di idee non diventi subito
            al secondo commento una condanna da parte del
            tribunale di PI. Tu hai manie di persecuzione e tendi a confondere opinioni negative con condanne.
            Perché alla fine lo scopo
            segreto sempre quello è: scagliare la propria
            bile contro qualcosa o qualcuno, non importa chi.Perche' segreto?
            Non credere che io non capisca
            l'antifona.Quale antifona? A te piace prendere la bile in faccia, per questo vieni a scrivere qua.
            Le idee sono una cosa, protetta dalla Convenzione
            dell'Onu. I fatti non provati,
            un'altra.I fatti possono essere provati anche da testimonianze.
          • Leguleio scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro

            Che cosa ti cambia? Io sono anonimo e tu non mi
            credi.Tutti siamo anonimi. Non era necessario ricordarlo.
            C'e' un reato?
            E se c'e', dove e'?
            Che giurisidizione ha?
            Chi e' l'accusato?
            Chi l'accusatore?Allora, il reato potrebbe esserci davvero, da parte di Google, se i fatti addebitati da quell'anonimo commento fossero veri.Ed è sottinteso che c'è il reato da parte dell'anonimo commentatore, se si rivelasse un impostore e so fosse possibile identificarlo. Poi sta a Google procedere, non certo ai lettori. In genere, come in questo caso, basta una smentita, e la gente crede a Google, non all'anonimo.
            Fino a quando questi residui di vetero-diritto
            continueranno a persistere in un mondo senza
            tempo ne confini, non ne usciremo
            mai.Vai pure avanti tu con l'utopia del nuovo diritto senza tribunali, dove tutto si discute e si risolve con i commenti su PI.Io mi tengo stretto quello di adesso, conoscendo i commentatori di Pi...

            Dei sognatori utopisti e con allucinazioni
            non
            mi

            curo.

            Eppure le date dei tuoi post ti smentiscono alla
            grande.Quali date?Io non mi curo del fatto di essere creduto o meno da parte di certe persone, anche perché i fatti miei non li vado a raccontare a loro sperando in qualche soluzione. Io vado nelle sedi competenti.

            In quel caso gli interventi sono spariti. :

            Se ne ricordano solo quelli che li hanno
            letti.

            E a cui non fregava nulla.Nemmeno agli scolari che si vedono i segni rossi sul compito da parte dell'insegnante non frega nulla, per la verità. Ma gli conviene evitarli in futuro, se aspirano a voti migliori, o addirittura alla promozione.E incidentalmente fare le figuracce in un luogo pubblico come un forum non piace a nessuno.

            Bene, allora da' il buon esempio e non
            lasciarti

            distogliere evitando di rispondere ai miei

            interventi.

            8)

            Lo faro' quando smetterai di intervenire.Appunto. Il primo a distogliere l'attenzione sei tu. :)Ti ricordo che la mia frase parlava solo della credibilità delle denunce anonime. Tutto il resto lo hai aggiunto tu.

            Era un esempio tratto dal giornalismo: una

            notizia falsa, basata su testimonianze non

            controllate, viene punita come

            diffamazione.

            No.
            Lo sarebbe solo se riguardasse persone, e solo se
            queste persone ritenessero di essere diffamate, e
            solo se si facesse un proXXXXX, e solo se il
            giudice stabilisse in tal
            senso.Infatti. E capita centinaia di volte all'anno. Mai fidarsi di mio cuggino sperando che non se ne accorga nessuno, e che anche se se ne accorge, non sporgerà denuncia.

            Non è il caso insomma di atteggiarsi a
            quello
            che

            dice "vero o falso per me pari sono". Per il

            mondo reale non lo è quasi

            mai.

            Ma questo non e' il mondo reale.Non stiamo parlando dei soldi del Monopoli, ripeto. I contratti di Google sono tutti reali, e così i soldi investiti. Attieniti all'argomento della discussione, qui il mezzo usato è irrilevante.

            Tu hai la tendenza a pensare che tutti
            possono

            sempre dire tutto quello che vogliono su

            qualsiasi argomento, in ogni sede e in tutte
            le

            circostanze.

            No, puoi tranquillamente escludere il mio
            contributo dall'affermazione che hai appena
            fatto.Dimostrami il contrario, allora. Per ora, in tutti tuoi commenti, ho visto solo il rifiuto dello concetto stesso di diffamazione, il rifiuto di prendere posizione contro chi diffonde notizie false.

            Non è così. Le conseguenza possono essere
            molto

            pesanti.

            Anche le conseguenze di un meterite in testa sono
            molto pesanti, ma noi non parliamo del peso, ma
            di probabilita' che questo
            accada.
            Zero o qualcosa meno.Mah... se tu credi che scrivere le prime cose che passano per la mente su internet sia un'azione priva di conseguenze, ti sbagli di grosso:http://www.adnkronos.com/IGN/News/Esteri/Francia-minacce-su-Internet-contro-liceo-17enne-in-stato-di-fermo_32208902073.htmlhttp://www.informanordest.it/articolo.cfm?id=39626&canale=1punto-informatico.it/cerca.aspx?s=tripAdvisor&t=4Possiamo parlare del dettaglio tecnico che individuare il responsabile non è sempre facile; ma una volta individuato la giustizia agisce esattamente che come se fosse accaduto nel mondo reale. Rassegnati: il mondo di internet non è così separato dal mondo reale come vorresti.
            Basta che lo scambio di idee non diventi subito
            al secondo commento una condanna da parte del
            tribunale di PI.
            Tu hai manie di persecuzione e tendi a confondere
            opinioni negative con condanne.Non è affatto vero. Leggo i commenti di PI da molto tempo, so bene dove si vuole andare a parare quando si inizia in un certo modo.
            Perché alla fine lo scopo
            segreto sempre quello è: scagliare la propria
            bile contro qualcosa o qualcuno, non importa chi.
            Perche' segreto?Perché il giochetto non riesce bene se qualcuno, colto da un raptus di sincerità, scrive: "Che dite gente: oggi facciamo una campagna d'odio contro il sistema operativo Plurix? Così, per ammazzare il tempo...". Non risponderebbe nessuno.Per attaccare di volta in volta Android, iOS, Windows Phone, Windows, OS X, Linux, BSD, Tizen e Symbian si cercano sempre pseudogiustificazioni.
            Le idee sono una cosa, protetta dalla Convenzione
            dell'Onu. I fatti non provati,
            un'altra.
            I fatti possono essere provati anche da testimonianze.Una testimonianza anonima e non rintracciabile da alcuno? No, mai.Nel mondo dei sogni forse: non in quello reale.
          • panda rossa scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: Leguleio
            Dimostrami il contrario, allora. Per ora, in
            tutti tuoi commenti, ho visto solo il rifiuto
            dello concetto stesso di diffamazione, Certo, io sono coerente.
            il rifiuto
            di prendere posizione contro chi diffonde notizie
            false.Certo, io non prendo posizione contro chi scrive, ma contro la notizia.Se tu scrivi che la neve e' nera, io mica prendo posizione contro di te, prendo posizione contro il concetto che hai espresso e posto una bella immagine di un campo innevato.Frega niente a me della persona.


            Non è così. Le conseguenza possono
            essere

            molto


            pesanti.



            Anche le conseguenze di un meterite in testa
            sono

            molto pesanti, ma noi non parliamo del peso,
            ma

            di probabilita' che questo

            accada.

            Zero o qualcosa meno.

            Mah... se tu credi che scrivere le prime cose che
            passano per la mente su internet sia un'azione
            priva di conseguenze, ti sbagli di
            grosso:

            http://www.adnkronos.com/IGN/News/Esteri/Francia-mQuesto non ha scritto insulti, ha scritto un proposito di strage.Hanno fatto bene a fermarlo!
            http://www.informanordest.it/articolo.cfm?id=39626Questo ha scritto su fessbuk, non c'e' bisogno di aggiungere altro.
            punto-informatico.it/cerca.aspx?s=tripAdvisor&t=4Questo non e' sufficientemente dettagliato.Non si capisce quanto anonimo fosse il nickname utilizzato su tripadvisor.
            Possiamo parlare del dettaglio tecnico che
            individuare il responsabile non è sempre facile;Come sarebbe "possiamo"? DOBBIAMO!
            ma una volta individuato la giustizia agisce
            esattamente che come se fosse accaduto nel mondo
            reale.Esatto. E nel mondo reale ci sono paesi in cui la diffamazione non e' reato e non e' prevista estradizione per una cosa del genere.Quindi basta tenerne conto e usare un proxy di uno di questi paesi prima di scrivere commenti circostanziati.
            Rassegnati: il mondo di internet non è così
            separato dal mondo reale come
            vorresti.Qui sei tu quello che si illude che non sia cosi' separato.Basta guardare i paesi sotto dittatura o sotto regimi non democratici, dove gli oppositori riescono a postare tranquillamente notizie alla faccia del loro governo che li vorrebbe morti.E tu stai a preoccuparti di un ristorante che serve vino scadente, e invece di invitare gli avventori ad una pubblica degustazione per dimostrare che il suo vino e' buono, preferisce denunciare, confermando che il suo vino fa effettivamente schifo.

            Basta che lo scambio di idee non diventi
            subito

            al secondo commento una condanna da parte del

            tribunale di PI.


            Tu hai manie di persecuzione e tendi a
            confondere


            opinioni negative con condanne.

            Non è affatto vero. Leggo i commenti di PI da
            molto tempo, so bene dove si vuole andare a
            parare quando si inizia in un certo
            modo.Quindi puoi scegliere se entrare nella discussione e andare la' dove si vuole andare, oppure ignorare la discussione e cercarne una piu' interessante.

            Perché alla fine lo scopo

            segreto sempre quello è: scagliare la propria

            bile contro qualcosa o qualcuno, non importa
            chi.


            Perche' segreto?

            Perché il giochetto non riesce bene se qualcuno,
            colto da un raptus di sincerità, scrive: "Che
            dite gente: oggi facciamo una campagna d'odio
            contro il sistema operativo Plurix? Così, per
            ammazzare il tempo...". Non risponderebbe
            nessuno.Certo che non risponde nessuno. Non ci sarebbe motivo.Proponi una campagna d'odio contro un sistema attuale, commerciale e chiuso e trovarai chi ti viene dietro.Povero plurix.
            Per attaccare di volta in volta Android, iOS,
            Windows Phone, Windows, OS X, Linux, BSD, Tizen e
            Symbian si cercano sempre
            pseudogiustificazioni.Per linux e i sistemi open si cercano pseudogiustificazioni.Per gli altri non c'e' mica bisogno.

            Le idee sono una cosa, protetta dalla
            Convenzione

            dell'Onu. I fatti non provati,

            un'altra.


            I fatti possono essere provati anche da
            testimonianze.

            Una testimonianza anonima e non rintracciabile da
            alcuno? No,
            mai.
            Nel mondo dei sogni forse: non in quello reale.Ti sorprenderai di sapere che parecchie indagini sono iniziate dopo denunce anonime.E' solo una tua illusione che per essere presi in considerazione sia necessario farsi riconoscere e lasciare impronte digitali.
          • Padania libera scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: panda rossa
            Certo, io non prendo posizione contro chi scrive,
            ma contro la
            notizia.Spesso e volentieri quando qualcuno espone un'idea contraria alla tua lo appelli con termini(e toni) negativi(ed ingiustificati) e provocatori(markettaro,winaro,macaco,schiavo....).E' anche evidente che spesso tratti diversamente certi utenti che esprimono pareri diversi dai tuoi, ovvero, se un ruppolo dice una tale cosa, tu parti con attacchi feroci(tra cui le cose di sopra), mentre se per esempio un iRoby dice qualcosa contraria alla tua opinione lo tratti in maniera totalmente diversa.Per cui sei un ipocrita, spesso attacchi l'individuo e fai differenza tra individuo e individuo
          • Passante scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: Padania libera
            - Scritto da: panda rossa

            Certo, io non prendo posizione contro chi
            scrive,

            ma contro la

            notizia.
            Spesso e volentieri quando qualcuno espone
            un'idea contraria alla tua lo appelli con
            termini(e toni) negativi(ed ingiustificati) e
            provocatori(markettaro,winaro,macaco,schiavo....).
            E' anche evidente che spesso tratti diversamente
            certi utenti che esprimono pareri diversi dai
            tuoi, ovvero, se un ruppolo dice una tale cosa,
            tu parti con attacchi feroci(tra cui le cose di
            sopra), mentre se per esempio un iRoby dice
            qualcosa contraria alla tua opinione lo tratti in
            maniera totalmente
            diversa.

            Per cui sei un ipocrita, spesso attacchi
            l'individuo e fai differenza tra individuo e
            individuoOttimi esempi:Sara' che ruppolo ha la testina di ghisa e se provi a discuterci e' come parlare ad un muro, ma di quelli delle case veechie, sai anteguerra con le pietre al posto dei mattoni ?Sara' che iRoby sa ammettere di aver sbagliato, e' in grado di esprimere concetti complessi per spiegare su che basi poggiano le sue idee e magari qualche volta anche di cambiarle ?Io ipotizzo che i motivi siano questi.
          • krane scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: Passante
            - Scritto da: Padania libera

            - Scritto da: panda rossa


            Certo, io non prendo posizione


            contro chi scrive, ma contro la


            notizia.

            Spesso e volentieri quando qualcuno espone

            un'idea contraria alla tua lo appelli con

            termini(e toni) negativi(ed ingiustificati) e


            provocatori(markettaro,winaro,macaco,schiavo....).

            E' anche evidente che spesso tratti
            diversamente

            certi utenti che esprimono pareri diversi dai

            tuoi, ovvero, se un ruppolo dice una tale
            cosa,

            tu parti con attacchi feroci(tra cui le cose
            di

            sopra), mentre se per esempio un iRoby dice

            qualcosa contraria alla tua opinione lo
            tratti
            in

            maniera totalmente

            diversa.



            Per cui sei un ipocrita, spesso attacchi

            l'individuo e fai differenza tra individuo e

            individuo

            Ottimi esempi:
            Sara' che ruppolo ha la testina di ghisa e se
            provi a discuterci e' come parlare ad un muro, ma
            di quelli delle case veechie, sai anteguerra con
            le pietre al posto dei mattoni ?
            Sara' che iRoby sa ammettere di aver sbagliato,
            e' in grado di esprimere concetti complessi per
            spiegare su che basi poggiano le sue idee e
            magari qualche volta anche di cambiarle ?
            Io ipotizzo che i motivi siano questi.E io quoto !
          • Padania libera scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: Passante
            Ottimi esempi:
            Sara' che ruppolo ha la testina di ghisa e se
            provi a discuterci e' come parlare ad un muro, ma
            di quelli delle case veechie, sai anteguerra con
            le pietre al posto dei mattoni
            ?

            Sara' che iRoby sa ammettere di aver sbagliato,
            e' in grado di esprimere concetti complessi per
            spiegare su che basi poggiano le sue idee e
            magari qualche volta anche di cambiarle
            ?

            Io ipotizzo che i motivi siano questi.A quanto egli dice, queste informazioni dovrebbero essere irrilevanti.PS: Il discorso a cui mi riferisco riguardi iRoby è quando parla del veganismo e non "ammette" di sbagliare.PS2: non è che panda rossa ha sempre ragione(anzi...)
          • Padania libera scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: Passante
            Ottimi esempi:
            Sara' che ruppolo ha la testina di ghisa e se
            provi a discuterci e' come parlare ad un muro, ma
            di quelli delle case veechie, sai anteguerra con
            le pietre al posto dei mattoni
            ?

            Sara' che iRoby sa ammettere di aver sbagliato,
            e' in grado di esprimere concetti complessi per
            spiegare su che basi poggiano le sue idee e
            magari qualche volta anche di cambiarle
            ?

            Io ipotizzo che i motivi siano questi.A quanto egli dice, queste informazioni dovrebbero essere irrilevanti.PS: Il discorso a cui mi riferisco riguardi iRoby è quando parla del veganismo e non "ammette" di sbagliare.PS2: non è che panda rossa ha sempre ragione(anzi...)
          • Passante scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: Padania libera
            - Scritto da: Passante

            Io ipotizzo che i motivi siano questi.
            A quanto egli dice, queste informazioni
            dovrebbero essere irrilevanti.Non possono esserlo, altrimenti saremmo tutti a lavare le teste agli asini finche' non sono ben pulite.
            PS: Il discorso a cui mi riferisco riguardi iRoby
            è quando parla del veganismo e non "ammette" di
            sbagliare.Lui si ritiene nel giusto e si trova bene, non vedo perché dovrebbe dire che sbaglia, ma ti spiega racconta i motivi per cui li ha fatto certe scelte, dimostrando cosi di averne e di avere capacità analitica, non è che si limita a dirti: l'ho letto su una rivista di fascion o mel'ha detto Jonn Vegan il capo della ditta che vende prodotti vegani. Dimostra di avere pensieri, con cui io in quanto carnivoro posso non essere d'accordo, ma ci si puo' parlare e non ti insulta solo perché non la pensi come lui.
            PS2: non è che panda rossa ha sempre
            ragione(anzi...)Ma assolutamente, e non credo ci sia sul forum qualcuno qua che abbia "sempre ragione" a meno che non abbia scritto un solo post solo e poi sia sparito.
          • Padania libera scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: Passante
            Lui si ritiene nel giusto e si trova bene, non
            vedo perché dovrebbe dire che sbaglia, ma ti
            spiega racconta i motivi per cui li ha fatto
            certe scelte, dimostrando cosi di averne e di
            avere capacità analitica, non è che si limita a
            dirti: l'ho letto su una rivista di fascion o
            mel'ha detto Jonn Vegan il capo della ditta che
            vende prodotti vegani. Dimostra di avere
            pensieri, con cui io in quanto carnivoro posso
            non essere d'accordo, ma ci si puo' parlare e non
            ti insulta solo perché non la pensi come
            lui.A quanto dice panda rossa, queste cose per lui dovrebbero essere irrilevanti

            PS2: non è che panda rossa ha sempre

            ragione(anzi...)

            Ma assolutamente, e non credo ci sia sul forum
            qualcuno qua che abbia "sempre ragione" a meno
            che non abbia scritto un solo post solo e poi sia
            sparito.Ho scritto la mia affermazione precedente perché tu avevi scritto"Sara' che iRoby sa ammettere di aver sbagliato" e lasciava intendere che panda rossa avesse """sempre""" ragione. Non ho mai letto iRoby ammettere uno sbaglio, ma ha in attivo molti commenti, quindi, ci sta che mi sbagli........
          • Padania libera scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: Passante
            Ottimi esempi:
            Sara' che ruppolo ha la testina di ghisa e se
            provi a discuterci e' come parlare ad un muro, ma
            di quelli delle case veechie, sai anteguerra con
            le pietre al posto dei mattoni
            ?

            Sara' che iRoby sa ammettere di aver sbagliato,
            e' in grado di esprimere concetti complessi per
            spiegare su che basi poggiano le sue idee e
            magari qualche volta anche di cambiarle
            ?

            Io ipotizzo che i motivi siano questi.A quanto egli dice, queste informazioni dovrebbero essere irrilevanti.PS: Il discorso a cui mi riferisco riguardi iRoby è quando parla del veganismo e non "ammette" di sbagliare.PS2: non è che panda rossa ha sempre ragione, anzi... (e questo lo dico in riferimento a "Sara' che iRoby sa ammettere di aver sbagliato"
          • Passante scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: Padania libera
            - Scritto da: PassanteSpero tu abbia letto la risposta prima della cancellazione.
          • Leguleio scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro


            Dimostrami il contrario, allora. Per ora, in

            tutti tuoi commenti, ho visto solo il rifiuto

            dello concetto stesso di diffamazione,

            Certo, io sono coerente.Quindi confermi quando dicevo io due commenti fa: sei convinto che ognuno può dire quello che vuole, come vuole, in ogni consesso e indipendentemente dalla situazione. Non ho altre domande.
            Certo, io non prendo posizione contro chi scrive,
            ma contro la
            notizia.
            Se tu scrivi che la neve e' nera, io mica prendo
            posizione contro di te, prendo posizione contro
            il concetto che hai espresso e posto una bella
            immagine di un campo
            innevato.Me lo devo ricordare la prossima volta che vedo affrontato un argomento che so io. 8)Perché nella posizione di quello che dice che la neve è nera spesso e volentieri ti ci trovi tu. E non prendi bene quelli che te lo fanno notare, direi proprio di no.
            http://www.adnkronos.com/IGN/News/Esteri/Francia-m

            Questo non ha scritto insulti, ha scritto un
            proposito di
            strage.
            Hanno fatto bene a fermarlo!È un ragazzini minorenne in vena di ragazzate.E io ancora ho davanti agli occhi i commenti infuocati per una vicenda simile capitata negli USA con facebook:http://punto-informatico.it/3067311/PI/News/usa-non-minacciare-prof-facebook.aspx


            http://www.informanordest.it/articolo.cfm?id=39626

            Questo ha scritto su fessbuk, non c'e' bisogno di
            aggiungere
            altro.Sempre internet è. Piaccia o non piaccia.


            punto-informatico.it/cerca.aspx?s=tripAdvisor&t=4

            Questo non e' sufficientemente dettagliato.
            Non si capisce quanto anonimo fosse il nickname
            utilizzato su
            tripadvisor.Non molto, evidentemente. :)Ma qui in discussione non è l'abilità degli utenti medi a mascherare il proprio IP di casa, decisamente bassa. In discussione è solo la frequenza dei provvedimenti giudiziari contro coloro che pensano che il web sia il luogo ideale per ogni licenza. Cosa che non è.

            Possiamo parlare del dettaglio tecnico che

            individuare il responsabile non è sempre
            facile;

            Come sarebbe "possiamo"?
            DOBBIAMO!Non è in tema qui.E se è sucXXXXX più volte, è evidente che la gente nemmeno pensa prima di fare le cose. Che è esattamente quello che scrivevo due commenti fa.

            ma una volta individuato la giustizia agisce

            esattamente che come se fosse accaduto nel
            mondo

            reale.

            Esatto. E nel mondo reale ci sono paesi in cui la
            diffamazione non e' reato e non e' prevista
            estradizione per una cosa del
            genere.In quasi nessun Paese è prevista l'estradizione per diffamazione: si tratta di un reato troppo lieve.Nulla vieta di giudicare "per procura": il Paese di residenza della persona individuata lo processa secondo la legge locale, quando prevede questo reato.
            Qui sei tu quello che si illude che non sia cosi'
            separato.
            Basta guardare i paesi sotto dittatura o sotto
            regimi non democratici, dove gli oppositori
            riescono a postare tranquillamente notizie alla
            faccia del loro governo che li vorrebbe
            morti.Sapendo come si fa, sì.Poi i servizi come yahoo! che dovrebbero dare una mano a questi oppositori fanno saltare la loro copertura:http://punto-informatico.it/1405245/PI/News/yahoo-passa-un-altro-nome-al-regime-cinese.aspxMai ritenersi al sicuro da tutto: si prendono solo delusioni. Il principale fornitore di notizie riservate a Wikileaks, Bradley Manning, non è stato incastrato dal controspionaggio Usa. È stato incastrato da un hacker di cui si fidava, Adrian Lamo, che è andato alla polizia a denunciarlo.
            E tu stai a preoccuparti di un ristorante che
            serve vino scadente, e invece di invitare gli
            avventori ad una pubblica degustazione per
            dimostrare che il suo vino e' buono, preferisce
            denunciare, confermando che il suo vino fa
            effettivamente
            schifo.Io non mi preoccupo di niente. Ti faccio solo notare che le parole hanno un peso, fuori da internet, e questo lo sapevi già, e anche dentro internet, cosa che tu ti ostini a negare.La questione di come offuscare le proprie tracce è marginale: oggi accade che identificano i responsabili, e accadrà ancora a lungo.
            Quindi puoi scegliere se entrare nella
            discussione e andare la' dove si vuole andare,
            oppure ignorare la discussione e cercarne una
            piu'
            interessante.Lo faccio già, e senza bisogno che me lo indichi tu.

            Perché il giochetto non riesce bene se
            qualcuno,

            colto da un raptus di sincerità, scrive: "Che

            dite gente: oggi facciamo una campagna d'odio

            contro il sistema operativo Plurix? Così, per

            ammazzare il tempo...". Non risponderebbe

            nessuno.

            Certo che non risponde nessuno. Non ci sarebbe
            motivo.
            Proponi una campagna d'odio contro un sistema
            attuale, commerciale e chiuso e trovarai chi ti
            viene
            dietro.Ehm no. :)Con quelle parole in particolare, non si scatena alcun <I
            flame </I
            , nemmeno contro quelli attuali. È troppo didascalico.
            Povero plurix.In Brasile il progetto Pegasus - Plurix qualcuno lo ricorda ancora:http://www.invencoesbrasileiras.com.br/index.php/inventos/eletronica/87-pegasus-plurix

            Per attaccare di volta in volta Android, iOS,

            Windows Phone, Windows, OS X, Linux, BSD,
            Tizen
            e

            Symbian si cercano sempre

            pseudogiustificazioni.

            Per linux e i sistemi open si cercano
            pseudogiustificazioni.
            Per gli altri non c'e' mica bisogno.Come volevasi dimostrare.
            Ti sorprenderai di sapere che parecchie indagini
            sono iniziate dopo denunce
            anonime.Quando la denuncia contiene dettagli che possono essere noti solo alla polizia e alle persone che hanno assistito ai fatti, si inizia a dare peso allo scritto. Ma non è certo la regola. E queste indagini riguardano gravi delitti, non questioni fra Google e gli inserzionisti, come qui.
          • panda rossa scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: Leguleio
            Ma qui in discussione non è l'abilità degli
            utenti medi a mascherare il proprio IP di casa,
            decisamente bassa. In discussione è solo la
            frequenza dei provvedimenti giudiziari contro
            coloro che pensano che il web sia il luogo ideale
            per ogni licenza.3 su tre miliardi.Semplificando fa 1 su un miliardo.Direi che continua ad essere piu' rischioso attraversare la strada.


            Possiamo parlare del dettaglio tecnico
            che


            individuare il responsabile non è sempre

            facile;



            Come sarebbe "possiamo"?

            DOBBIAMO!

            Non è in tema qui.
            E se è sucXXXXX più volte, è evidente che la
            gente nemmeno pensa prima di fare le cose. Che è
            esattamente quello che scrivevo due commenti fa.E' perfettamente in tema visto che lo hai portato tu in tema, ed e' necessario soffocare il tuo meschino tentativo di incutere timore con la freddezza delle percentuali.


            ma una volta individuato la giustizia
            agisce


            esattamente che come se fosse accaduto
            nel

            mondo


            reale.



            Esatto. E nel mondo reale ci sono paesi in
            cui
            la

            diffamazione non e' reato e non e' prevista

            estradizione per una cosa del

            genere.

            In quasi nessun Paese è prevista l'estradizione
            per diffamazione: si tratta di un reato troppo
            lieve.Benissimo, tanto meglio, molti piu' proxy utilizzabili.
            Nulla vieta di giudicare "per procura": il Paese
            di residenza della persona individuata lo
            processa secondo la legge locale, quando prevede
            questo reato.Processa chi? Prima devi rintracciarlo...Oppure rassegnati all'evidenza di una denuncia contro ignoti il cui destino e' fare da supporto ad un dito di polvere sullo scaffale della procura.

            Qui sei tu quello che si illude che non sia
            cosi'

            separato.

            Basta guardare i paesi sotto dittatura o
            sotto

            regimi non democratici, dove gli oppositori

            riescono a postare tranquillamente notizie
            alla

            faccia del loro governo che li vorrebbe

            morti.

            Sapendo come si fa, sì.Lo sanno.
            Poi i servizi come yahoo! che dovrebbero dare una
            mano a questi oppositori fanno saltare la loro
            copertura:

            http://punto-informatico.it/1405245/PI/News/yahoo-yahoo e' proprio uno degli ultimi siti a cui io affiderei la mia sicurezza.
            Mai ritenersi al sicuro da tutto: si prendono
            solo delusioni. Il principale fornitore di
            notizie riservate a Wikileaks, Bradley Manning,
            non è stato incastrato dal controspionaggio Usa.
            È stato incastrato da un hacker di cui si
            fidava, Adrian Lamo, che è andato alla polizia a
            denunciarlo.Questo dimostra che il controspionaggio usa non e' in grado di rintracciare in rete colui che rappresentava il maggior pericolo per loro.Figurati se perdono tempo dietro agli strilli di qualche grasso riccone che si sente vilipeso da un messaggio anonimo in rete.

            E tu stai a preoccuparti di un ristorante che

            serve vino scadente, e invece di invitare gli

            avventori ad una pubblica degustazione per

            dimostrare che il suo vino e' buono,
            preferisce

            denunciare, confermando che il suo vino fa

            effettivamente

            schifo.

            Io non mi preoccupo di niente.Ecco, bravo.
            Ti faccio solo
            notare che le parole hanno un peso, fuori da
            internet, e questo lo sapevi già, e anche dentro
            internet, cosa che tu ti ostini a
            negare.Dentro internet non pesano.
            La questione di come offuscare le proprie tracce
            è marginale: Non lo e'. E' la condizione necessaria per togliere peso alle cose.
            oggi accade che identificano i
            responsabili, e accadrà ancora a
            lungo.Si identificano coloro che si fanno identificare.

            Quindi puoi scegliere se entrare nella

            discussione e andare la' dove si vuole
            andare,

            oppure ignorare la discussione e cercarne una

            piu'

            interessante.

            Lo faccio già, e senza bisogno che me lo indichi
            tu.Non mi pare proprio.


            Perché il giochetto non riesce bene se

            qualcuno,


            colto da un raptus di sincerità,
            scrive:
            "Che


            dite gente: oggi facciamo una campagna
            d'odio


            contro il sistema operativo Plurix?
            Così,
            per


            ammazzare il tempo...". Non
            risponderebbe


            nessuno.



            Certo che non risponde nessuno. Non ci
            sarebbe

            motivo.

            Proponi una campagna d'odio contro un sistema

            attuale, commerciale e chiuso e trovarai chi
            ti

            viene

            dietro.


            Ehm no. :)
            Con quelle parole in particolare, non si scatena
            alcun <I
            flame </I
            , nemmeno
            contro quelli attuali. È troppo
            didascalico.


            Povero plurix.

            In Brasile il progetto Pegasus - Plurix qualcuno
            lo ricorda
            ancora:

            http://www.invencoesbrasileiras.com.br/index.php/i




            Per attaccare di volta in volta
            Android,
            iOS,


            Windows Phone, Windows, OS X, Linux,
            BSD,

            Tizen

            e


            Symbian si cercano sempre


            pseudogiustificazioni.



            Per linux e i sistemi open si cercano

            pseudogiustificazioni.

            Per gli altri non c'e' mica bisogno.

            Come volevasi dimostrare.Che cosa ?

            Ti sorprenderai di sapere che parecchie
            indagini

            sono iniziate dopo denunce

            anonime.


            Quando la denuncia contiene dettagli che possono
            essere noti solo alla polizia e alle persone che
            hanno assistito ai fatti, si inizia a dare peso
            allo scritto. Ma non è certo la regola.Tant'e'...
            E queste indagini riguardano gravi delitti, non
            questioni fra Google e gli inserzionisti, come
            qui.Tutto fa brodo.
          • Leguleio scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro


            Ma qui in discussione non è l'abilità degli

            utenti medi a mascherare il proprio IP di
            casa,

            decisamente bassa. In discussione è solo la

            frequenza dei provvedimenti giudiziari contro

            coloro che pensano che il web sia il luogo
            ideale

            per ogni licenza.

            3 su tre miliardi.
            Semplificando fa 1 su un miliardo.
            Direi che continua ad essere piu' rischioso
            attraversare la
            strada.Ma questa è una tua fissa, io non ho mai parlato delle possibilità concrete. Tra l'altro non è che nell'era pre-internet fosse così diverso, se veniva pubblicata una lettera da un giornale e questa risultava diffamatoria, veniva condannato solo il direttore del quotidiano, raramente era possibile risalire al mittente.
            E' perfettamente in tema visto che lo hai portato
            tu in tema, ed e' necessario soffocare il tuo
            meschino tentativo di incutere timore con la
            freddezza delle
            percentuali.Ti sei dato un nuovo scopo nella vita. :D


            Esatto. E nel mondo reale ci sono paesi
            in

            cui

            la


            diffamazione non e' reato e non e'
            prevista


            estradizione per una cosa del


            genere.



            In quasi nessun Paese è prevista
            l'estradizione

            per diffamazione: si tratta di un reato
            troppo

            lieve.

            Benissimo, tanto meglio, molti piu' proxy
            utilizzabili.Non potendo rifarsi su chi ha effettivamente inserito il messaggio, la legge si rifà su chi lo ospita:http://punto-informatico.it/3906093/PI/News/anonimato-online-non-editoria-digitale.aspxhttp://punto-informatico.it/3788295/PI/News/diffamazione-amministratore-del-sito-responsabile.aspxNulla vieta di creare uno spazio web dall'inizio alla fine attraverso proxy server, ma è tutto più lento. E da quello che vedo, un weblog, oppure un sito personale, per avere un minimo di sucXXXXX deve essere a nome di una persona. Ma esistono eccezioni.
            Oppure rassegnati all'evidenza di una denuncia
            contro ignoti il cui destino e' fare da supporto
            ad un dito di polvere sullo scaffale della
            procura.Una in più, una in meno...Io parlo dei casi in cui il responsabile è stato individuato. Che non sono così pochi come vuoi far credere qui:http://www.ravennatoday.it/cronaca/con-facebook-e-twitter-aumentano-le-diffamazioni-online.html

            Sapendo come si fa, sì.

            Lo sanno.Lo spero per loro. Ma alcune notizie provenienti dalla Cina, e non solo, fanno credere cose diverse.

            Poi i servizi come yahoo! che dovrebbero
            dare
            una

            mano a questi oppositori fanno saltare la
            loro

            copertura:




            http://punto-informatico.it/1405245/PI/News/yahoo-

            yahoo e' proprio uno degli ultimi siti a cui io
            affiderei la mia
            sicurezza.Chi lo ha fatto non è potuto ritornare indietro. Una leggerezza è per sempre.

            È stato incastrato da un hacker di cui
            si

            fidava, Adrian Lamo, che è andato alla
            polizia
            a

            denunciarlo.

            Questo dimostra che il controspionaggio usa non
            e' in grado di rintracciare in rete colui che
            rappresentava il maggior pericolo per
            loro.Veramente l'efficienza del controspionaggio Usa è proprio in fondo alla lista dei miei interessi. Presuppongo che prima o poi ci sarebbero arrivati comunque, ma Adrian Lamo è stato più veloce. Non parlo del risultato finale, parlo dello svolgimento dei fatti.
            Figurati se perdono tempo dietro agli strilli di
            qualche grasso riccone che si sente vilipeso da
            un messaggio anonimo in
            rete.Di base no. Potrebbero farlo per dare una lezione a qualche persona precisa.

            Ti faccio solo

            notare che le parole hanno un peso, fuori da

            internet, e questo lo sapevi già, e anche
            dentro

            internet, cosa che tu ti ostini a

            negare.

            Dentro internet non pesano.Lo pensavano anche le summenzionate persone che sono state denunciate, prima di essere individuate.Uomo avvisato...

            oggi accade che identificano i

            responsabili, e accadrà ancora a

            lungo.

            Si identificano coloro che si fanno identificare.Il risultato non cambia. E come detto sopra, anche quando non identificano il responsabile diretto puniscono chi non ha sorvegliato sul proprio spazio. Sui gruppi di discussione Usenet uno può dire quello che gli pare, vero; ma per quei quattro gatti che lo leggono, è una magra consolazione.


            Per linux e i sistemi open si cercano


            pseudogiustificazioni.


            Per gli altri non c'e' mica bisogno.



            Come volevasi dimostrare.

            Che cosa ?Che quelle sui sistemi operativi non sono discussioni. Nemmeno lontanamente. Sono manifestazioni di tifo da curva. Le pseudomotivazioni sono l'innesco, così come potrebbe esserlo un'innocua scintilla con dell'esplosivo. Tutto il repertorio di battutine e di recriminazioni era già pronto e preconfezionato prima che qualcuno, in genere una notizia di PI, tirasse fuori la pseudomotivazione. E tu con quella frase lo hai ribadito. :|

            Quando la denuncia contiene dettagli che
            possono

            essere noti solo alla polizia e alle persone
            che

            hanno assistito ai fatti, si inizia a dare
            peso

            allo scritto. Ma non è certo la regola.

            Tant'e'...E in ogni caso non parlavo di questo. Io parlavo delle denunce anonime fatte pubblicamente, come in questo caso su di un forum, e di come sono recepite dai lettori. Non è escluso che chi le indagini le fa per mestiere abbia una percezione diversa delle denunce anonime.

            E queste indagini riguardano gravi delitti,
            non

            questioni fra Google e gli inserzionisti,
            come

            qui.

            Tutto fa brodo.Oh sì. Un sequestro di persona e un'inadempienza contrattuale sono la stessa cosa, per la polizia. Giusto che hanno tempo che avanza indagheranno anche su quell'anonimo messaggio su Postebin.
          • panda rossa scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: Leguleio

            Figurati se perdono tempo dietro agli
            strilli
            di

            qualche grasso riccone che si sente vilipeso
            da

            un messaggio anonimo in

            rete.

            Di base no. Potrebbero farlo per dare una lezione
            a qualche persona
            precisa.Il che conferma sotanto che questa norma medievale non ha altro scopo che quello della rivalsa, della vendetta, del punirne uno per educarne 100.Ovvero i principi democratici stanno da tutt'altra parte.


            Ti faccio solo


            notare che le parole hanno un peso,
            fuori
            da


            internet, e questo lo sapevi già, e
            anche

            dentro


            internet, cosa che tu ti ostini a


            negare.



            Dentro internet non pesano.

            Lo pensavano anche le summenzionate persone che
            sono state denunciate, prima di essere
            individuate.
            Uomo avvisato...Ed ecco pure la minaccia trasversale di stampo mafioso.Stai semplicemente confermando che ho ragione da vendere nel voler vedere scomparire questo abominio.


            oggi accade che identificano i


            responsabili, e accadrà ancora a


            lungo.



            Si identificano coloro che si fanno
            identificare.

            Il risultato non cambia.
            E come detto sopra, anche quando non identificano
            il responsabile diretto <b
            puniscono </b
            chi non ha
            sorvegliato sul proprio spazio.Sottolineiamo bene il "puniscono" perche' magari qualcuno che legge potrebbe non aver ancora capito bene il principio di fondo.Beccaria e Voltaire calpestati per ritornare alla punizione esemplare dei regimi totalitari.Lo sappiamo come la pensi.
            Sui gruppi di
            discussione Usenet uno può dire quello che gli
            pare, vero; ma per quei quattro gatti che lo
            leggono, è una magra
            consolazione.Tanto basta.L'importante e' che le oasi di libera' esistano.



            Per linux e i sistemi open si
            cercano



            pseudogiustificazioni.



            Per gli altri non c'e' mica
            bisogno.





            Come volevasi dimostrare.



            Che cosa ?

            Che quelle sui sistemi operativi non sono
            discussioni. Nemmeno lontanamente. Sono
            manifestazioni di tifo da curva.Chiedilo ai tifosi, mica a me.Io sono un sistemista programmatore. Io valuto i fatti, mica i dati di vendita.
            Le
            pseudomotivazioni sono l'innesco, così come
            potrebbe esserlo un'innocua scintilla con
            dell'esplosivo. Tutto il repertorio di battutine
            e di recriminazioni era già pronto e
            preconfezionato prima che qualcuno, in genere una
            notizia di PI, tirasse fuori la
            pseudomotivazione.Gia'. Ti riferisci ai tuoi messaggi inneggianti al "gombloddo!" che aprono ogni discussione su argomenti che ti infastidiscono personalmente.
            E tu con quella frase lo hai ribadito. :|Frase che tu non hai compreso per manifesta mancanza di background sull'argomento.

            Ma non è certo la regola.



            Tant'e'...

            E in ogni caso non parlavo di questo. Io parlavo
            delle denunce anonime fatte pubblicamente, come
            in questo caso su di un forum, e di come sono
            recepite dai lettori. Che cosa ne sai tu dei lettori?Tu puoi dire come vengono recepite da te. Non puoi parlare per tutti.
            Non è escluso che chi le
            indagini le fa per mestiere abbia una percezione
            diversa delle denunce
            anonime.Ma a noi che ci importa? Mica facciamo indagini di mestiere qua.


            E queste indagini riguardano gravi
            delitti,

            non


            questioni fra Google e gli
            inserzionisti,

            come


            qui.



            Tutto fa brodo.

            Oh sì. Un sequestro di persona e un'inadempienza
            contrattuale sono la stessa cosa, per la polizia.C'e' piu' o meno la stessa differenza che passa tra una inadempienza contrattuale e un mp3 scaricato.
            Giusto che hanno tempo che avanza indagheranno
            anche su quell'anonimo messaggio su
            Postebin.Intanto il messaggio sta li. A futura memoria.Per le indagini c'e' tempo.
          • Leguleio scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro



            Figurati se perdono tempo dietro agli

            strilli

            di


            qualche grasso riccone che si sente
            vilipeso

            da


            un messaggio anonimo in


            rete.



            Di base no. Potrebbero farlo per dare una
            lezione

            a qualche persona

            precisa.

            Il che conferma sotanto che questa norma
            medievale non ha altro scopo che quello della
            rivalsa, della vendetta, del punirne uno per
            educarne
            100.Sia chiaro, era un'ipotesi di scuola da parte mia. Per ora non mi vengono in mente casi in cui abbiano impiegato risorse particolari per individuare l'autore di una diffamazione.
            Ovvero i principi democratici stanno da
            tutt'altra
            parte.La democrazia non c'entra assolutamente nulla con l'amministrazione della giustizia, in particolare della giustizia penale. La giustizia punisce quelli che riesce ad agguantare. Il resto la fa franca, e <B
            per tutti i reati </B
            , non solo per la diffamazione.



            Ti faccio solo



            notare che le parole hanno un peso,

            fuori

            da



            internet, e questo lo sapevi già, e

            anche


            dentro



            internet, cosa che tu ti ostini a



            negare.





            Dentro internet non pesano.



            Lo pensavano anche le summenzionate persone
            che

            sono state denunciate, prima di essere

            individuate.

            Uomo avvisato...

            Ed ecco pure la minaccia trasversale di stampo
            mafioso.Come la metti giù pesante. Inutilmente pesante.Prendersi le responsabilità per le proprie azioni e i propri sbagli non fa proprio parte della tua visione della vita, neh?!? E vabbè, la realtà sarà molto più spiacevole di come te la immagini il giorno che ci sbatterai contro la crapa.
            Stai semplicemente confermando che ho ragione da
            vendere nel voler vedere scomparire questo
            abominio.Nessuno vuol far sparire il reato di diffamazione. E nessuno vuol dare valore di prova a una testimonianza anonima.A parte te, che però non fai testo.

            E come detto sopra, anche quando non
            identificano

            il responsabile diretto <b
            puniscono
            </b
            chi non
            ha

            sorvegliato sul proprio spazio.

            Sottolineiamo bene il "puniscono" perche' magari
            qualcuno che legge potrebbe non aver ancora
            capito bene il principio di
            fondo.Sottolineiamolo, sì.Sottolineiamo anche che se dai una sberla a uno quello te la ridà, e ancora più forte. Magari qualcuno questo principio non lo ha mai imparato in vita sua, vedessi mai.
            Beccaria e Voltaire calpestati per ritornare alla
            punizione esemplare dei regimi
            totalitari.
            Lo sappiamo come la pensi. Beccaria e Voltaire non c'entrano nulla con il reato di diffamazione. Anzi, per la verità non c'entrano molto con questo o quel reato in particolare. A loro interessava la proporzionalità e l'umanità della pena, non la <I
            ratio </I
            della norma.

            Sui gruppi di

            discussione Usenet uno può dire quello che
            gli

            pare, vero; ma per quei quattro gatti che lo

            leggono, è una magra

            consolazione.

            Tanto basta.Evidentemente a molti non basta se vanno a diffamare anche sul web, e su siti italiani, sottoposti quindi alla legge italiana. E di questi parlo.

            Che quelle sui sistemi operativi non sono

            discussioni. Nemmeno lontanamente. Sono

            manifestazioni di tifo da curva.

            Chiedilo ai tifosi, mica a me.
            Io sono un sistemista programmatore. Io valuto i
            fatti, mica i dati di
            vendita.No, fai tifo da curva esattamente come coloro che i sistemi operativi nemmeno li conoscono. Non è la competenza che denota un distacco, è la passione, la veemenza.

            Le

            pseudomotivazioni sono l'innesco, così come

            potrebbe esserlo un'innocua scintilla con

            dell'esplosivo. Tutto il repertorio di
            battutine

            e di recriminazioni era già pronto e

            preconfezionato prima che qualcuno, in
            genere
            una

            notizia di PI, tirasse fuori la

            pseudomotivazione.

            Gia'. Ti riferisci ai tuoi messaggi inneggianti
            al "gombloddo!" che aprono ogni discussione su
            argomenti che ti infastidiscono
            personalmente.Mai usato la parola "gombloddo". Ti confondi con qualcun altro. Mi riferisco alle risse, e sai benissimo dove sono, chi vi partecipa abitualmente, e quali sono gli argomenti ricorrenti (oltre ai già citati sistemi operativi).

            E tu con quella frase lo hai ribadito. :|

            Frase che tu non hai compreso per manifesta
            mancanza di background
            sull'argomento.Ma figuriamoci.Ho bisogno della laurea in informatica per riconoscere una freddura gratuita da parte di un odiatore di professione.

            E in ogni caso non parlavo di questo. Io
            parlavo

            delle denunce anonime fatte pubblicamente,
            come

            in questo caso su di un forum, e di come sono

            recepite dai lettori.

            Che cosa ne sai tu dei lettori?
            Tu puoi dire come vengono recepite da te. Non
            puoi parlare per
            tutti.Ah, certo. :DPerché io non so come gira il mondo, come si comporta la società in questi casi. Ho bisogno magari che me lo spieghi tu. Non ho mai visto casi del genere in precedenza, macchè, sono uscito dall'uovo ieri.

            Non è escluso che chi le

            indagini le fa per mestiere abbia una
            percezione

            diversa delle denunce

            anonime.

            Ma a noi che ci importa? Mica facciamo indagini
            di mestiere
            qua.La frase "Ti sorprenderai di sapere che parecchie indagini sono iniziate dopo denunce anonime" è tua, non mia.Io specifico solo che riguarda gli inquirenti. Anche se un giornalista credesse a una fonte anonima, non individuabile, non avrebbe i mezzi per approfondire perché non ha la polizia giudiziaria al suo servizio. E riportandola senza riscontri rischierebbe una querela.Chiaro ora?

            Oh sì. Un sequestro di persona e
            un'inadempienza

            contrattuale sono la stessa cosa, per la
            polizia.

            C'e' piu' o meno la stessa differenza che passa
            tra una inadempienza contrattuale e un mp3
            scaricato.No, è una differenza molto più ampia.

            Giusto che hanno tempo che avanza
            indagheranno

            anche su quell'anonimo messaggio su

            Postebin.

            Intanto il messaggio sta li. A futura memoria.
            Per le indagini c'e' tempo.C'è sempre tempo. Chi vive sperando...
          • panda rossa scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: Leguleio

            Sottolineiamo bene il "puniscono" perche'
            magari

            qualcuno che legge potrebbe non aver ancora

            capito bene il principio di

            fondo.

            Sottolineiamolo, sì.
            Sottolineiamo anche che se dai una sberla a uno
            quello te la ridà, e ancora più forte. Magari
            qualcuno questo principio non lo ha mai imparato
            in vita sua, vedessi mai.Appunto.E in internet deve funzionare uguale.Se io ti schiaffeggiassi per iscritto, tu sei tenuto a rispondere per iscritto con uno schiaffo ancora piu' forte.E non andare a mettere in moto una sproporzionatissima macchina giudiziaria perche' non hai possibilita' di controbattere alla pura ma fastidiosa verita'.

            Beccaria e Voltaire calpestati per ritornare
            alla

            punizione esemplare dei regimi

            totalitari.

            Lo sappiamo come la pensi.

            Beccaria e Voltaire non c'entrano nulla con il
            reato di diffamazione.No, ma c'entrano con la medievale concezione di giustizia punitiva che hanno contribuito a smantellare.
            Anzi, per la verità non
            c'entrano molto con questo o quel reato in
            particolare. A loro interessava la
            proporzionalità e l'umanità della pena, non la
            <I
            ratio </I
            della
            norma.Esatto. Concetto che tu dimentichi un po' troppo spesso quando si parla di diffamazione.


            Sui gruppi di


            discussione Usenet uno può dire quello
            che

            gli


            pare, vero; ma per quei quattro gatti
            che
            lo


            leggono, è una magra


            consolazione.



            Tanto basta.

            Evidentemente a molti non basta se vanno a
            diffamare anche sul web, e su siti italiani,
            sottoposti quindi alla legge italiana. E di
            questi parlo.La legge italiana (e non solo quella) e' inadeguata.Non si puo' pretendere di imporre una giurisdizione locale ad uno spazio virtuale transnazionale e senza confini.Un sito "italiano" ma ospitato su un server alle antille, con un dominio delle isole tuvalu, e intestato ad una societa' dell'isola di man, che giurisdizione deve seguire?E l'utente postatore, italiano, ma che si trova all'estero, connesso alla rete tramite un provider straniero, e che prima di postare passa da un anonimizzatore russo che poi chissa' che giro fa prima di arrivare al server di cui sopra e scrivere l'ingiuria diffamente, che giurisdizione ha?Come vedi, si fa molta piu' bella figura a lasciar perdere.

            Chiedilo ai tifosi, mica a me.

            Io sono un sistemista programmatore. Io
            valuto
            i

            fatti, mica i dati di

            vendita.

            No, fai tifo da curva esattamente come coloro che
            i sistemi operativi nemmeno li conoscono. Non è
            la competenza che denota un distacco, è la
            passione, la veemenza.La passione e' una conseguenza della competenza, e la veemenza e' data dal tempo libero che passione e competenza garantiscono.Quindi e' tutto collegato.Ma e' dalla competenza che si parte.Senza quella, il resto non c'e'.

            Gia'. Ti riferisci ai tuoi messaggi
            inneggianti

            al "gombloddo!" che aprono ogni discussione
            su

            argomenti che ti infastidiscono

            personalmente.

            Mai usato la parola "gombloddo". Ti confondi con
            qualcun altro.Si, certo... mi confondo.
            Mi riferisco alle risse, e sai benissimo dove
            sono, chi vi partecipa abitualmente, e quali sono
            gli argomenti ricorrenti (oltre ai già citati
            sistemi
            operativi).Non c'e' nessuna rissa.Si discute.Cosa che non e' concepibile ai dittatori come te che pretendono di imporre il proprio pensiero con la forza e facendosi scudo di una giustizia ad personam.


            E tu con quella frase lo hai ribadito.
            :|



            Frase che tu non hai compreso per manifesta

            mancanza di background

            sull'argomento.

            Ma figuriamoci.
            Ho bisogno della laurea in informatica per
            riconoscere una freddura gratuita da parte di un
            odiatore di professione.Evidentemente ne hai bisogno.

            Che cosa ne sai tu dei lettori?

            Tu puoi dire come vengono recepite da te. Non

            puoi parlare per

            tutti.

            Ah, certo. :D
            Perché io non so come gira il mondo, come si
            comporta la società in questi casi. Ho bisogno
            magari che me lo spieghi tu. Non ho mai visto
            casi del genere in precedenza, macchè, sono
            uscito dall'uovo ieri.Tornaci.


            Non è escluso che chi le


            indagini le fa per mestiere abbia una

            percezione


            diversa delle denunce


            anonime.



            Ma a noi che ci importa? Mica facciamo
            indagini

            di mestiere

            qua.

            La frase "Ti sorprenderai di sapere che parecchie
            indagini sono iniziate dopo denunce anonime" è
            tua, non mia.Riporto quanto mi e' stato riferito da addetti ai lavori.
            Io specifico solo che riguarda gli inquirenti.
            Anche se un giornalista credesse a una fonte
            anonima, non individuabile, non avrebbe i mezzi
            per approfondire perché non ha la polizia
            giudiziaria al suo servizio. E riportandola senza
            riscontri rischierebbe una
            querela.
            Chiaro ora?Certo. Chiaro. Torniamo al punto di partenza.Invece di rispondere con una confutazione ai fatti erroneamente presentati si procede per vie di fatto usando l'arma giudiziaria per PUNIRE chi ha osato pestare i calli di qualcuno.
          • Padania libera scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: panda rossa
            Non c'e' nessuna rissa.
            Si discute.Tu non discuti, ti limiti al tifo da stadio.Hai appena scritto- Scritto da: panda rossa
            La passione e' una conseguenza della competenza,
            e la veemenza e' data dal tempo libero che
            passione e competenza
            garantiscono.
            Quindi e' tutto collegato.
            Ma e' dalla competenza che si parte.
            Senza quella, il resto non c'e'.Ti limiti solo ad assumere per vero che tu abbia competenze, ma non le metti mai in discussione.
            Cosa che non e' concepibile ai dittatori come te
            che pretendono di imporre il proprio pensiero con
            la forza e facendosi scudo di una giustizia ad
            personam.Poc'anzi hai scritto- Scritto da: panda rossa
            E in internet deve funzionare uguale.
            Se io ti schiaffeggiassi per iscritto, tu sei
            tenuto a rispondere per iscritto con uno schiaffo
            ancora piu'
            forte.
            E non andare a mettere in moto una
            sproporzionatissima macchina giudiziaria perche'
            non hai possibilita' di controbattere alla <b
            pura
            ma fastidiosa
            verita'. </b
            Dai sempre per scontato di detenere la verità, quindi tu imponi il tuo pensiero in maniera dittatorialeCadi spesso in contraddizione, prima con la storia del non considerare chi scrive cosa e adesso con le questioni citate sopra.Chi ha orecchie per udire oda
          • panda rossa scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: Padania libera
            - Scritto da: panda rossa

            Non c'e' nessuna rissa.

            Si discute.
            Tu non discuti, ti limiti al tifo da stadio.
            Hai appena scritto
            - Scritto da: panda rossa

            La passione e' una conseguenza della
            competenza,

            e la veemenza e' data dal tempo libero che

            passione e competenza

            garantiscono.

            Quindi e' tutto collegato.

            Ma e' dalla competenza che si parte.

            Senza quella, il resto non c'e'.
            Ti limiti solo ad assumere per vero che tu abbia
            competenze, ma non le metti mai in
            discussione.Come sarebbe a dire non le metto mai in discussione?Scrivo su questo forum tutti i giorni per confrontarmi.Se non mi mettessi mai in discussione farei altro che discutere in un forum.

            Cosa che non e' concepibile ai dittatori
            come
            te

            che pretendono di imporre il proprio
            pensiero
            con

            la forza e facendosi scudo di una giustizia
            ad

            personam.
            Poc'anzi hai scritto
            - Scritto da: panda rossa

            E in internet deve funzionare uguale.

            Se io ti schiaffeggiassi per iscritto, tu sei

            tenuto a rispondere per iscritto con uno
            schiaffo

            ancora piu'

            forte.

            E non andare a mettere in moto una

            sproporzionatissima macchina giudiziaria
            perche'

            non hai possibilita' di controbattere alla
            <b

            pura

            ma fastidiosa

            verita'. </b

            Dai sempre per scontato di detenere la verità,
            quindi tu imponi il tuo pensiero in maniera
            dittatorialeE due.Questo e' un forum: uno strumento democraticissimo dove tutti hanno lo stesso valore e lo stesso peso.Io non posso imporre proprio niente.Il massimo che posso fare e' esternare.E tu e tutti gli altri potete rispondere, approvare, disapprovare, quello che ti pare.Dittatura prevede di cancellare le voci contrarie e io questo potere non ce l'ho e se ce lo avessi non lo vorrei usare.
            Cadi spesso in contraddizione, prima con la
            storia del non considerare chi scrive cosa e
            adesso con le questioni citate
            sopra.Il fatto che tu possa affermare questo non fa che confermare il fatto che io in discussione mi ci metto eccome e faccio nessuna dittatura.
            Chi ha orecchie per udire odaE che oda.
          • Padania libera scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: panda rossa
            Come sarebbe a dire non le metto mai in
            discussione?
            Scrivo su questo forum tutti i giorni per
            confrontarmi.Prendiamo come esempio la questione che ha citato Leguleio prima, il fatto che tu cerchi un pretesto qualunque per scagliarti contro determinati sistemi operativi: dov'è che fai discussione? Ti limiti al tifo da stadio e a dire che tu hai le competenze(senza discuterle). Quello non è fare discussione.
            E due.
            Questo e' un forum: uno strumento
            democraticissimo dove tutti hanno lo stesso
            valore e lo stesso
            peso.
            Io non posso imporre proprio niente.
            Il massimo che posso fare e' esternare.
            E tu e tutti gli altri potete rispondere,
            approvare, disapprovare, quello che ti
            pare.
            Dittatura prevede di cancellare le voci contrarie
            e io questo potere non ce l'ho e se ce lo avessi
            non lo vorrei
            usare.Che è esattamente lo stesso che fa l'utente Leguleio, quindi, anche tu rientri nella descrizione che hai fatto di lui precedentemente, oppure neppure lui è un "dittatore"(notare le virgolette, non ho voglia di ripetere il discorso precedente)
          • Sg@bbio scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            Legu' fa tutt'altro, appena si è in dissacrodo con lui, comincia ad insultare ed andare volutamente fuori tema.
          • krane scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: Sg@bbio
            Legu' fa tutt'altro, appena si è in
            dissacrodo con lui, comincia ad
            insultare ed andare volutamente fuori
            tema.Quoto e dimostro:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=4044978&m=4045763#p4045763
          • Padania libera scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: Sg@bbio
            Legu' fa tutt'altro, appena si è in dissacrodo
            con lui, comincia ad insultare ed andare
            volutamente fuori
            tema.Neppure in questo sono così diversi, spesso e volentieri panda rossa appella con termini(e toni) negativi e provocatori(markettaro,winaro,macaco,schiavo....) chi è in disaccordo con lui
          • panda rossa scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: Padania libera
            - Scritto da: Sg@bbio

            Legu' fa tutt'altro, appena si è in
            dissacrodo

            con lui, comincia ad insultare ed andare

            volutamente fuori

            tema.
            Neppure in questo sono così diversi, spesso e
            volentieri panda rossa appella con termini(e
            toni) negativi e
            provocatori(markettaro,winaro,macaco,schiavo....)
            chi è in disaccordo con
            luiNo. Non chi e' in disaccordo, ma chi e' rispettivamente markettaro, winaro, macaco, schiavo.Che non sono affatto termini negativi.Sono termini tecnici.
          • Padania libera scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: panda rossa
            No. Non chi e' in disaccordo, ma chi e'
            rispettivamente markettaro, winaro, macaco,
            schiavo.Che per te diventa tale dal momento in cui ha idee contrapposte alle tue
            Che non sono affatto termini negativi.Tu li utilizzi come tali.
            Sono termini tecnici.Di quale ambito?
          • panda rossa scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: Padania libera
            - Scritto da: panda rossa

            Come sarebbe a dire non le metto mai in

            discussione?

            Scrivo su questo forum tutti i giorni per

            confrontarmi.
            Prendiamo come esempio la questione che ha citato
            Leguleio prima, il fatto che tu cerchi un
            pretesto qualunque per scagliarti contro
            determinati sistemi operativi: dov'è che fai
            discussione? Ti limiti al tifo da stadio e a dire
            che tu hai le competenze(senza discuterle).
            Quello non è fare
            discussione.Che cos'e' fare discussione?Io esprimo opinioni e le motivo pure.Forse e' il modo diretto e fastidioso con cui le esprimo?Se dico "Fa XXXXXX" o se dico "In contesti di elevata criticita' non e' consigliabile usarlo", ho detto la stessa identica cosa.Solo che nel modo in cui lo dico io e' piu' rapido e comprensibile, anche ai non addetti ai lavori.

            E due.

            Questo e' un forum: uno strumento

            democraticissimo dove tutti hanno lo stesso

            valore e lo stesso

            peso.

            Io non posso imporre proprio niente.

            Il massimo che posso fare e' esternare.

            E tu e tutti gli altri potete rispondere,

            approvare, disapprovare, quello che ti

            pare.

            Dittatura prevede di cancellare le voci
            contrarie

            e io questo potere non ce l'ho e se ce lo
            avessi

            non lo vorrei

            usare.
            Che è esattamente lo stesso che fa l'utente
            Leguleio, che si spaccia per avvocato e non ha certo bisogno di essere difeso da te
            quindi, anche tu rientri nella
            descrizione che hai fatto di lui precedentemente,
            oppure neppure lui è un "dittatore"(notare le
            virgolette, non ho voglia di ripetere il discorso
            precedente)Lui e' utente registrato, quindi identificabile, quindi parlando con lui o di lui posso sfruttare tutto il pregresso che facilita la sintesi delle conclusioni.
          • Padania libera scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: panda rossa
            Che cos'e' fare discussione?
            Io esprimo opinioni e le motivo pure.
            Forse e' il modo diretto e fastidioso con cui le
            esprimo?No, è la povertà degli argomenti, esempio:
            scritto da: panda rossa:

            Per attaccare di volta in volta Android, iOS,

            Windows Phone, Windows, OS X, Linux, BSD, Tizen e

            Symbian si cercano sempre

            pseudogiustificazioni.
            Per linux e i sistemi open si cercano pseudogiustificazioni.
            Per gli altri non c'e' mica bisogno.
            che si spaccia per avvocato e non ha certo
            bisogno di essere difeso da
            teNon mi interessa il fatto che non ne abbia bisogno. <b

            scritto da: panda rossa:
            Questo e' un forum: uno strumento
            democraticissimo dove tutti hanno lo stesso
            valore e lo stesso
            peso. </b

            Lui e' utente registrato, quindi identificabile,
            quindi parlando con lui o di lui posso sfruttare
            tutto il pregresso che facilita la sintesi delle
            conclusioni.Non c'entra nulla con quanto ho detto:
            è esattamente lo stesso che fa l'utente Leguleio, quindi, anche tu
            rientri nella descrizione che hai fatto di lui precedentemente, oppure
            neppure lui è un "dittatore"(notare le virgolette, non ho voglia di
            ripetere il discorso precedente)
          • panda rossa scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: Padania libera
            - Scritto da: panda rossa

            Che cos'e' fare discussione?

            Io esprimo opinioni e le motivo pure.

            Forse e' il modo diretto e fastidioso con
            cui
            le

            esprimo?
            No, è la povertà degli argomenti, esempio:

            scritto da: panda rossa:


            Per attaccare di volta in volta
            Android,
            iOS,


            Windows Phone, Windows, OS X, Linux,
            BSD, Tizen
            e


            Symbian si cercano sempre


            pseudogiustificazioni.

            Per linux e i sistemi open si cercano
            pseudogiustificazioni.

            Per gli altri non c'e' mica bisogno.Non c'e' nessuna poverta' di argomentazioni.Io parto da un livello piuttosto basso in modo che sia ben chiaro il concetto, poi sono dispostissimo ad addentrarmi in spiegazioni tecniche una volta che ho appurato che l'interlocutore abbia la competenza per comprenderle.

            che si spaccia per avvocato e non ha certo

            bisogno di essere difeso da

            te
            Non mi interessa il fatto che non ne abbia
            bisogno.
            <b

            scritto da: panda rossa:

            Questo e' un forum: uno strumento

            democraticissimo dove tutti hanno lo stesso

            valore e lo stesso

            peso. </b
            Pero' siamo qui per parlare del tema in oggetto, non degli utenti del forum.E tu stai andando palesemente fuori tema, e io con te che ti vengo dietro.

            Lui e' utente registrato, quindi
            identificabile,

            quindi parlando con lui o di lui posso
            sfruttare

            tutto il pregresso che facilita la sintesi
            delle

            conclusioni.
            Non c'entra nulla con quanto ho detto:

            è esattamente lo stesso che fa l'utente
            Leguleio, quindi, anche tuE quindi?

            rientri nella descrizione che hai fatto di
            lui precedentemente,
            oppure

            neppure lui è un "dittatore"(notare le
            virgolette, non ho voglia
            di

            ripetere il discorso precedente)C'e' un particolare non trascurabile.Questo e' un forum di informatica e leguleio <b
            per sua stessa ammissione </b
            piu' volte ribadita fino al punto di farne oggetto di vanto personale, non ha alcuna competenza in materia.
          • Padania libera scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: panda rossa
            Non c'e' nessuna poverta' di argomentazioni.
            Io parto da un livello piuttosto basso in modo
            che sia ben chiaro il concetto, poi sono
            dispostissimo ad addentrarmi in spiegazioni
            tecniche una volta che ho appurato che
            l'interlocutore abbia la competenza per
            comprenderle.Come hai scritto sotto questo è un forum di informatica, quindi, dovrebbe essere naturale per te partire immediatamente con argomentazioni accurate.
            Pero' siamo qui per parlare del tema in oggetto,
            non degli utenti del
            forum.
            E tu stai andando palesemente fuori temaTu e Leguelio siete andati fuori tema già da un po', io mi sono semplicemente unito.
            C'e' un particolare non trascurabile.
            Questo e' un forum di informaticaE appunto ci si aspetterebbero argomentazioni migliori di "io ho le competenze" o cose come
            scritto da: panda rossa:

            Per attaccare di volta in volta Android, iOS,

            Windows Phone, Windows, OS X, Linux, BSD, Tizen e

            Symbian si cercano sempre

            pseudogiustificazioni.
            Per linux e i sistemi open si cercano pseudogiustificazioni.
            Per gli altri non c'e' mica bisogno.
          • panda rossa scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: Padania libera
            - Scritto da: panda rossa

            Non c'e' nessuna poverta' di argomentazioni.

            Io parto da un livello piuttosto basso in
            modo

            che sia ben chiaro il concetto, poi sono

            dispostissimo ad addentrarmi in spiegazioni

            tecniche una volta che ho appurato che

            l'interlocutore abbia la competenza per

            comprenderle.
            Come hai scritto sotto questo è un forum di
            informatica, quindi, dovrebbe essere naturale per
            te partire immediatamente con argomentazioni
            accurate.Argomentazioni che poi non capisce proprio colui che ne avrebbe bisogno.

            Pero' siamo qui per parlare del tema in
            oggetto,

            non degli utenti del

            forum.

            E tu stai andando palesemente fuori tema
            Tu e Leguelio siete andati fuori tema già da un
            po', io mi sono semplicemente
            unito.Cosi' finisce che tagliano il thread.
          • Padania libera scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: panda rossa
            Argomentazioni che poi non capisce proprio colui
            che ne avrebbe
            bisogno.Problema suo, sarebbe senz'altro meglio fornire argomentazioni valide piuttosto che non fornirle oppure dire frasi come "è così perché lo dico io che ho le competenze"
          • panda rossa scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: Padania libera
            - Scritto da: panda rossa

            Argomentazioni che poi non capisce proprio
            colui

            che ne avrebbe

            bisogno.
            Problema suo, sarebbe senz'altro meglio fornire
            argomentazioni valide piuttosto che non fornirle
            oppure dire frasi come "è così perché lo dico io
            che ho le
            competenze"Le argomentazioni valide sono state fornite, inizialmente.Sono stati forniti anche esempi, e fatti.Nozioni che comunque prevedono dei prerequisiti tecnici, che uno deve avere, o fidarsi delle competenze altrui.O si riparte ogni volta dallo spiegare perche' 1+1 fa 2, ma in tal caso faccio prima a mandare al diavolo, oppure si parte da un po' piu' in la', ma in tal caso non si mettono in discussione fatti gia' consolidati solo perche' il punto di arrivo poi non piace.
          • Padania libera scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: panda rossa
            Le argomentazioni valide sono state fornite,
            inizialmente.
            Sono stati forniti anche esempi, e fatti.
            Nozioni che comunque prevedono dei prerequisiti
            tecnici, che uno deve avere, o fidarsi delle
            competenze
            altrui.Ho letto l'intera discussione e non appare alcuna argomentazione, neppure link ad argomentazioni già fornite in passato.
          • Padania libera scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: panda rossa
            Argomentazioni che poi non capisce proprio colui
            che ne avrebbe
            bisogno.Problema suo, sarebbe senz'altro meglio fornire argomentazioni valide piuttosto che non fornirle oppure dire frasi come "è così perché lo dico io che ho le competenze"
          • Padania libera scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: Padania libera
            Problema suo, sarebbe senz'altro meglio fornire
            argomentazioni valide piuttosto che non fornirle
            oppure dire frasi come "è così perché lo dico io
            che ho le
            competenze"Scusate, doppio post, errore mio...
          • krane scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: Padania libera
            - Scritto da: Padania libera

            Problema suo, sarebbe senz'altro

            meglio fornire argomentazioni valide

            piuttosto che non fornirle oppure

            dire frasi come "è così perché lo

            dico io che ho le competenze"
            Scusate, doppio post, errore mio...Ahhhh ! Finalmente un argomento piu' interessante di quello di cui parlano il panda e il legu'.Ma dicci dicci, ti capitano spesso i doppi post ? Ma come fanno a succedere ? Problemi di rete ?
          • Padania libera scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: krane
            Ahhhh ! Finalmente un argomento piu' interessante
            di quello di cui parlano il panda e il
            legu'.Se continui a seguire la discussione dopo così tanti post, significa che sotto sotto ti interessa...
            Ma dicci dicci, ti capitano spesso i doppi post ?Direi meno dell'1%
            Ma come fanno a succedere ?Viene inviato 2 volte lo stesso post...
            Problemi di rete
            ?No, semplicemente, l'albero con cui PI mostra i post dopo N messaggi comincia ad andare per i fatti suoi ed io non sono stato sufficientemente attento.
          • Leguleio scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro


            Sottolineiamolo, sì.

            Sottolineiamo anche che se dai una sberla a
            uno

            quello te la ridà, e ancora più forte. Magari

            qualcuno questo principio non lo ha mai
            imparato

            in vita sua, vedessi mai.

            Appunto.
            E in internet deve funzionare uguale.
            Se io ti schiaffeggiassi per iscritto, tu sei
            tenuto a rispondere per iscritto con uno schiaffo
            ancora piu'
            forte.Quando i rapporti di forza sono pari, e non capita spesso.Diversamente si sceglie: metodo illegale: si pagano dei picchiatori muniti di tirapugni. Metodo legale, si va in questura a denunciare.
            E non andare a mettere in moto una
            sproporzionatissima macchina giudiziaria perche'
            non hai possibilita' di controbattere alla pura
            ma fastidiosa
            verita'.Almeno si racimola qualche soldo alla fine della causa. Un minimo di senso pratico non guasta mai.

            Beccaria e Voltaire non c'entrano nulla con
            il

            reato di diffamazione.

            No, ma c'entrano con la medievale concezione di
            giustizia punitiva che hanno contribuito a
            smantellare.Non so a cosa ti riferisci. Il reato di diffamazione c'è quasi ovunque: c'è in Francia, in Germania, in Svezia, in Danimarca, in Svizzera, e in circa metà degli Stati Usa.
            Esatto. Concetto che tu dimentichi un po' troppo
            spesso quando si parla di
            diffamazione.Me lo ricordo molto bene, invece. E si riassume in due parole: avete le prove di quanto affermate? scrivete pure, mantenendo toni civili. Non le avete? tenetevi per voi le informazioni, e la rabbia.

            Evidentemente a molti non basta se vanno a

            diffamare anche sul web, e su siti italiani,

            sottoposti quindi alla legge italiana. E di

            questi parlo.

            La legge italiana (e non solo quella) e'
            inadeguata.È adeguata, come le omologhe leggi in altre parti del mondo.
            Non si puo' pretendere di imporre una
            giurisdizione locale ad uno spazio virtuale
            transnazionale e senza
            confini.

            Un sito "italiano" ma ospitato su un server alle
            antille, con un dominio delle isole tuvalu, e
            intestato ad una societa' dell'isola di man, che
            giurisdizione deve
            seguire?La residenza del diffamatore.
            E l'utente postatore, italiano, ma che si trova
            all'estero, connesso alla rete tramite un
            provider straniero, e che prima di postare passa
            da un anonimizzatore russo che poi chissa' che
            giro fa prima di arrivare al server di cui sopra
            e scrivere l'ingiuria diffamente, che
            giurisdizione
            ha?Sempre la residenza.E alla sbarra ci finiscono quelli che l'anonimizzatore non lo usano, se non si fosse capito.

            No, fai tifo da curva esattamente come
            coloro
            che

            i sistemi operativi nemmeno li conoscono.
            Non
            è

            la competenza che denota un distacco, è la

            passione, la veemenza.

            La passione e' una conseguenza della competenza,
            e la veemenza e' data dal tempo libero che
            passione e competenza
            garantiscono.Fra poco giustificherai le spranghe e gli scontri di piazza. Si comincia sempre da quelle parole, con tutti i fanatismi.

            Mai usato la parola "gombloddo". Ti confondi
            con

            qualcun altro.

            Si, certo... mi confondo.Non è la prima volta:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=4040639&m=4041052#p4041052(vedi ministro Ferri)
            Non c'e' nessuna rissa.
            Si discute.Ma di cosa? Delle rispettive fedi nei sistemi operativi.Questo non è uno scambio d'opinione, è fede e basta. E infatti già al commento due tutti trascendono e si accusano di qualcosa.
            Cosa che non e' concepibile ai dittatori come te
            che pretendono di imporre il proprio pensiero con
            la forza e facendosi scudo di una giustizia ad
            personam.Non è <I
            ad personam </I
            , l'acXXXXX alla querela per diffamazione lo hanno tutti; e non è uno scudo: chi non dice e non scrive niente non può essere nemmeno querelato; chi fa affermazioni provate viene assolto:http://www.polisblog.it/post/11435/veritometro-berlusconi-repubblica-e-le-10-domande-diffamatorie

            Ma figuriamoci.

            Ho bisogno della laurea in informatica per

            riconoscere una freddura gratuita da parte
            di
            un

            odiatore di professione.

            Evidentemente ne hai bisogno.Ti stai coprendo di ridicolo. Sei la macchietta dell'adoratore dei sistemi a codice aperto.

            Perché io non so come gira il mondo, come si

            comporta la società in questi casi. Ho
            bisogno

            magari che me lo spieghi tu. Non ho mai visto

            casi del genere in precedenza, macchè, sono

            uscito dall'uovo ieri.

            Tornaci.No, ti do un link per mostrarti che le chiacchiere scaturite da fonti anonime durano l' <I
            espace d'un matin </I
            :http://www.repubblica.it/2009/08/sezioni/politica/berlusconi-divorzio-23/velina-anonima/velina-anonima.htmlCome noto, ci vollero una serie di articoli di Vittorio Feltri per screditare Dino Boffo. Le lettere anonime facevano ridere i polli.

            Io specifico solo che riguarda gli
            inquirenti.

            Anche se un giornalista credesse a una fonte

            anonima, non individuabile, non avrebbe i
            mezzi

            per approfondire perché non ha la polizia

            giudiziaria al suo servizio. E riportandola
            senza

            riscontri rischierebbe una

            querela.

            Chiaro ora?

            Certo. Chiaro. Torniamo al punto di partenza.
            Invece di rispondere con una confutazione ai
            fatti erroneamente presentati si procede per vie
            di fatto usando l'arma giudiziaria per PUNIRE chi
            ha osato pestare i calli di
            qualcuno.Si punisce un venir meno alle regole della convivenza civile, si sa in anticipo che senza prove non si possono fare accuse, nemmeno oralmente. Lo insegnano le mamme, e i papà, ai loro bambini.Però è vero che si ritorna sempre al punto di partenza: hai la ferrea convinzione che tutti possano dire di tutto sugli altri, in qualsiasi circostanza e su qualsiasi argomento; e questa convinzione non te la toglie nessuno.
          • panda rossa scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: Leguleio


            Sottolineiamolo, sì.


            Sottolineiamo anche che se dai una
            sberla
            a

            uno


            quello te la ridà, e ancora più forte.
            Magari


            qualcuno questo principio non lo ha mai

            imparato


            in vita sua, vedessi mai.



            Appunto.

            E in internet deve funzionare uguale.

            Se io ti schiaffeggiassi per iscritto, tu sei

            tenuto a rispondere per iscritto con uno
            schiaffo

            ancora piu'

            forte.

            Quando i rapporti di forza sono pari, e non
            capita
            spesso.Su un forum lo sono.
            Diversamente si sceglie: metodo illegale: si
            pagano dei picchiatori muniti di tirapugni.Come volevasi dimostrare: sommarie vie di fatto.
            Metodo legale, si va in questura a
            denunciare.Ricordati: era legale anche pretendere che Rosa Parks si alzasse.

            E non andare a mettere in moto una

            sproporzionatissima macchina giudiziaria
            perche'

            non hai possibilita' di controbattere alla
            pura

            ma fastidiosa

            verita'.

            Almeno si racimola qualche soldo alla fine della
            causa. Un minimo di senso pratico non guasta mai.Gia', questo e' il tuo metro di misura delle cose, tipico di chi ha un numero dispari di neuroni.
            Non so a cosa ti riferisci. Il reato di
            diffamazione c'è quasi ovunque: c'è in Francia,
            in Germania, in Svezia, in Danimarca, in
            Svizzera, e in circa metà degli Stati Usa.Se per te questo e' ovunque.

            Esatto. Concetto che tu dimentichi un po'
            troppo

            spesso quando si parla di

            diffamazione.

            Me lo ricordo molto bene, invece. E si riassume
            in due parole: avete le prove di quanto
            affermate? scrivete pure, mantenendo toni civili.Che e' quanto viene fatto.
            Non le avete? tenetevi per voi le informazioni, e
            la rabbia.Qui l'unico che si infervora sei tu, sai...

            La legge italiana (e non solo quella) e'

            inadeguata.

            È adeguata, come le omologhe leggi in altre
            parti del
            mondo.Non lo e'. C'e' una evidente disparita' che la espone ad un uso improprio.

            Non si puo' pretendere di imporre una

            giurisdizione locale ad uno spazio virtuale

            transnazionale e senza

            confini.



            Un sito "italiano" ma ospitato su un server
            alle

            antille, con un dominio delle isole tuvalu, e

            intestato ad una societa' dell'isola di man,
            che

            giurisdizione deve

            seguire?

            La residenza del diffamatore.La residenza nel momento in cui scrive, vuoi dire.

            E l'utente postatore, italiano, ma che si
            trova

            all'estero, connesso alla rete tramite un

            provider straniero, e che prima di postare
            passa

            da un anonimizzatore russo che poi chissa'
            che

            giro fa prima di arrivare al server di cui
            sopra

            e scrivere l'ingiuria diffamente, che

            giurisdizione

            ha?

            Sempre la residenza.
            E alla sbarra ci finiscono quelli che
            l'anonimizzatore non lo usano, se non si fosse
            capito. Quindi chi lo usa non ci finisce.Non fai che confermare il fatto che l'anonimato in rete e' una necessita'.

            La passione e' una conseguenza della
            competenza,

            e la veemenza e' data dal tempo libero che

            passione e competenza

            garantiscono.

            Fra poco giustificherai le spranghe e gli scontri
            di piazza. Si comincia sempre da quelle parole,
            con tutti i fanatismi.Stai forse giudicando le intenzioni?


            Mai usato la parola "gombloddo". Ti
            confondi

            con


            qualcun altro.



            Si, certo... mi confondo.

            Non è la prima volta:

            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=4040639&m=404

            (vedi ministro Ferri)Bravo. Salvati tutti i miei post.Chissa' mai che imparassi qualcosa prima o poi.

            Non c'e' nessuna rissa.

            Si discute.

            Ma di cosa? Delle rispettive fedi nei sistemi
            operativi.Materia che non ti compete.
            Questo non è uno scambio d'opinione, è fede e
            basta. E infatti già al commento due tutti
            trascendono e si accusano di
            qualcosa.Perche' c'e' una storia pregressa di cui tener conto.Anche io e te discutiamo in continuazion, ma mica sempre si parte da zero.Spesso si recupera l'interruzione del giorno precedente.
            Non è <I
            ad personam </I
            ,
            l'acXXXXX alla querela per diffamazione lo hanno
            tutti;Ma lo usano solo quelli messi alle strette da una verita' scomoda.
            e non è uno scudo: chi non dice e non
            scrive niente non può essere nemmeno querelato;
            chi fa affermazioni provate viene
            assolto:Non e' vero.Sai benissimo che la diffamazione non ha alcun legame con la verita'.Se tu mi scippi la borsetta e io grido "al ladro!" in presenza di testimoni sulla pubblica via, tu, una volta beccato, mi puoi denunciare per diffamazione.
            Ti stai coprendo di ridicolo. Sei la macchietta
            dell'adoratore dei sistemi a codice
            aperto.Eccola qui la voce dell'invidia.
            No, ti do un link per mostrarti che le
            chiacchiere scaturite da fonti anonime durano l'
            <I
            espace d'un matin </I

            :

            http://www.repubblica.it/2009/08/sezioni/politica/Non ho voglia di leggere altro a quest'ora.E poi, repubblica...
            Come noto, ci vollero una serie di articoli di
            Vittorio Feltri per screditare Dino Boffo.Qualunque cosa scriva Feltri discredita solo se stesso.
            Le lettere anonime facevano ridere i polli.Stai parlando del quotidiano satirico diretto da Feltri, quello che abitualmente viene usato per incartare il pesce?

            Certo. Chiaro. Torniamo al punto di partenza.

            Invece di rispondere con una confutazione ai

            fatti erroneamente presentati si procede per
            vie

            di fatto usando l'arma giudiziaria per
            PUNIRE
            chi

            ha osato pestare i calli di

            qualcuno.

            Si punisce un venir meno alle regole della
            convivenza civile, si sa in anticipo che senza
            prove non si possono fare accuse, nemmeno
            oralmente. Lo insegnano le mamme, e i papà, ai
            loro bambini.Questo lo avranno insegnato a te.E si vede che danni ti ha causato.
            Però è vero che si ritorna sempre al punto di
            partenza: hai la ferrea convinzione che tutti
            possano dire di tutto sugli altri, in qualsiasi
            circostanza e su qualsiasi argomento; e questa
            convinzione non te la toglie
            nessuno.No, non in qualsiasi circostanza.Solo in rete se protetti da anonimato.
          • Leguleio scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro


            Quando i rapporti di forza sono pari, e non

            capita

            spesso.

            Su un forum lo sono.Chi ha parlato di forum? Si parlava di internet. In generale.

            Diversamente si sceglie: metodo illegale: si

            pagano dei picchiatori muniti di tirapugni.

            Come volevasi dimostrare: sommarie vie di fatto.Si chiama esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza alle persone. E va da sé, è un reato anche quello.

            Metodo legale, si va in questura a

            denunciare.

            Ricordati: era legale anche pretendere che Rosa
            Parks si
            alzasse.Solo a Montgomery. Ed altri avevano violato quella norma in precedenza senza particolari conseguenze.

            Almeno si racimola qualche soldo alla fine
            della

            causa. Un minimo di senso pratico non guasta
            mai.

            Gia', questo e' il tuo metro di misura delle
            cose, tipico di chi ha un numero dispari di
            neuroni.Controargomentazioni raffinatissime, vedo.

            Non so a cosa ti riferisci. Il reato di

            diffamazione c'è quasi ovunque: c'è in
            Francia,

            in Germania, in Svezia, in Danimarca, in

            Svizzera, e in circa metà degli Stati Usa.

            Se per te questo e' ovunque.Se vuoi ti do l'elenco completo. Ma mi ci vuole un commento a parte, il limite è 7000 caratteri. Quegli Stati erano giusto per dare un'idea.

            Me lo ricordo molto bene, invece. E si
            riassume

            in due parole: avete le prove di quanto

            affermate? scrivete pure, mantenendo toni
            civili.

            Che e' quanto viene fatto.Evidentemente no, se le condanne fioccano che è un piacere.

            Non le avete? tenetevi per voi le
            informazioni,
            e

            la rabbia.

            Qui l'unico che si infervora sei tu, sai...Magari! C'è la gara a chi insulta per primo e con più rabbia le varie SIAE e Agcom, o multinazionali che fanno causa per un brevetto, quando l'argometo è quello.Magari ti immagini che io abbia le fette di salame sugli ochi.
            Non lo e'. C'e' una evidente disparita' che la
            espone ad un uso
            improprio.Tutto si può usare impropriamente. Guarda Altan che cosa fa degli ombrelli:[img]http://speciali.espresso.repubblica.it/interattivi/sfoglio_Altan/galleria-sfoglio/img2/03.jpg[/img]

            La residenza del diffamatore.

            La residenza nel momento in cui scrive, vuoi dire.Sí.
            Quindi chi lo usa non ci finisce.
            Non fai che confermare il fatto che l'anonimato
            in rete e' una
            necessita'.Quando uno non ha altro scopo nella vita che insultare il prossimo, sì.

            Fra poco giustificherai le spranghe e gli
            scontri

            di piazza. Si comincia sempre da quelle
            parole,

            con tutti i fanatismi.

            Stai forse giudicando le intenzioni?Sto constatando le intenzioni. Poi delle vie di fatto non mi curo. Io nei battibecchi sui sistemi operativi e sulle marche di telefonini non intervengo, ma li vedo.

            Non è la prima volta:




            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=4040639&m=404



            (vedi ministro Ferri)

            Bravo. Salvati tutti i miei post.
            Chissa' mai che imparassi qualcosa prima o poi. Perché salvarli? Sono lì a futura memoria. Basta tirarli fuori al momento giusto. Pensa che ci sono ancora quelli dell'estensione .aux sui sistemi Windows.

            Ma di cosa? Delle rispettive fedi nei sistemi

            operativi.

            Materia che non ti compete.La fede non compete a nessuno, ed é deleteria per tutti.Qualsiasi fede.

            Questo non è uno scambio d'opinione, è fede e

            basta. E infatti già al commento due tutti

            trascendono e si accusano di

            qualcosa.

            Perche' c'e' una storia pregressa di cui tener
            conto.
            Anche io e te discutiamo in continuazion, ma mica
            sempre si parte da
            zero.
            Spesso si recupera l'interruzione del giorno
            precedente.Adesso cerchi di nobilitare la rissa.
            Ma lo usano solo quelli messi alle strette da una
            verita'
            scomoda.Le tue solite idee fisse: Leggi qua:http://www.diggita.it/v.php?id=1354734http://tuttoggi.info/?p=163535http://www.corrieresalentino.it/2013/01/diffamo-un-lavoratore-condannato-un-sindacalista/ Il grosso dei casi di diffamazione sono questi, beghe da portineria, squallore morale di gente che non ha altro da fare che parlare alle spalle degli altri.Solo che sui giornali nazionali, e su PI, non leggerai mai di questi casi. Leggi solo del caso controverso che fa discutere una settimana. Altrimenti cosa vendono?

            e non è uno scudo: chi non dice e non

            scrive niente non può essere nemmeno
            querelato;

            chi fa affermazioni provate viene

            assolto:

            Non e' vero.
            Sai benissimo che la diffamazione non ha alcun
            legame con la
            verita'.Non ce l'ha, nel senso che non è conXXXXX dire sempre la verità a proposito degli altri, e questo non solo su internet.Ha invece un'importanza determinante quando i fatti sono riportati all'interno di un'inchiesta e quando rivestono interesse pubblico, o riguardano un personaggio pubblico. In caso di prove, i giudici fanno prevalere il diritto di cronaca sul resto.
            Se tu mi scippi la borsetta e io grido "al
            ladro!" in presenza di testimoni sulla pubblica
            via, tu, una volta beccato, mi puoi denunciare
            per
            diffamazione.No.

            Ti stai coprendo di ridicolo. Sei la
            macchietta

            dell'adoratore dei sistemi a codice

            aperto.

            Eccola qui la voce dell'invidia.Sempre più ridicolo.
            Non ho voglia di leggere altro a quest'ora.
            E poi, repubblica...E si vedono i risultati...Parli sempre a vanvera.
            Stai parlando del quotidiano satirico diretto da
            Feltri, quello che abitualmente viene usato per
            incartare il
            pesce?Sì. Ex diretto da Feltri, ora lo dirige Sallusti.
          • panda rossa scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: Leguleio
            Chi ha parlato di forum? Si parlava di internet.
            In
            generale.Qui siamo in un forum.Un forum e' uno dei servizi internet che meglio si prestano alla coversazione e ai messaggi potenzialmente oggetto di diffamazione.Restiamo nel concreto.

            Come volevasi dimostrare: sommarie vie di
            fatto.

            Si chiama esercizio arbitrario delle proprie
            ragioni con violenza alle persone. E va da sé, è
            un reato anche
            quello.



            Metodo legale, si va in questura a


            denunciare.



            Ricordati: era legale anche pretendere che
            Rosa

            Parks si

            alzasse.

            Solo a Montgomery.Cambia qualcosa?
            Ed altri avevano violato
            quella norma in precedenza senza particolari
            conseguenze.Pure qui da noi si dice talvolta la verita' su aziende senza particolari conseguenze.Il problema non sono le particolari conseguene, ma la spada di Damocle.

            Gia', questo e' il tuo metro di misura delle

            cose, tipico di chi ha un numero dispari di

            neuroni.

            Controargomentazioni raffinatissime, vedo.Controargomentazioni che ti meriti nel momento in cui sposti una discussione civile su un gretto piano materialista.

            Se per te questo e' ovunque.

            Se vuoi ti do l'elenco completo. Ma mi ci vuole
            un commento a parte, il limite è 7000 caratteri.
            Quegli Stati erano giusto per dare
            un'idea.Allora ti vengo incontro: posta l'elenco dove non c'e'.Dovrebbe essere piu' corto.E a me basta.


            Me lo ricordo molto bene, invece. E si

            riassume


            in due parole: avete le prove di quanto


            affermate? scrivete pure, mantenendo
            toni

            civili.



            Che e' quanto viene fatto.

            Evidentemente no, se le condanne fioccano che è
            un piacere.Ancora... Condanne viste come punizione e vendetta, con un sottile gusto di sadismo.Sarebbe questa la giustizia che vai predicando?Tu difendi la diffamazione perche' sai che e' un'arma che puoi usare per vendetta personale.E per lo stesso motivo io cerco di combatterla.La giustizia e' un rapporto tra stato e cittadino, non uno strumento di vendetta. Se siamo in un paese democratico.

            Qui l'unico che si infervora sei tu, sai...

            Magari! C'è la gara a chi insulta per primo e con
            più rabbia le varie SIAE e Agcom, o
            multinazionali che fanno causa per un brevetto,
            quando l'argometo è
            quello.
            Magari ti immagini che io abbia le fette di
            salame sugli ochi.Stai dicendo che prendi seriamente quelle cose?E' molto autoinsultante da parte tua.

            Non lo e'. C'e' una evidente disparita' che
            la

            espone ad un uso

            improprio.

            Tutto si può usare impropriamente.
            Guarda Altan che cosa fa degli ombrelli:E dove sarebbe l'uso improprio?


            La residenza del diffamatore.



            La residenza nel momento in cui scrive, vuoi
            dire.

            Sí.A posto. Grazie.

            Quindi chi lo usa non ci finisce.

            Non fai che confermare il fatto che
            l'anonimato

            in rete e' una

            necessita'.

            Quando uno non ha altro scopo nella vita che
            insultare il prossimo, sì.Quale prossimo?Siamo tutti remoti in rete.

            Stai forse giudicando le intenzioni?

            Sto constatando le intenzioni. Le stai interpretando.
            Poi delle vie di fatto non mi curo. Che sarebbero quelle eventualmente oggetto di giudizio.
            Io nei battibecchi sui sistemi
            operativi e sulle marche di telefonini non
            intervengo, ma li vedo.E che cosa vedi? E che conclusioni trai?

            Bravo. Salvati tutti i miei post.

            Chissa' mai che imparassi qualcosa prima o
            poi.


            Perché salvarli? Sono lì a futura memoria. Basta
            tirarli fuori al momento giusto. Pensa che ci
            sono ancora quelli dell'estensione .aux sui
            sistemi Windows.Lo so. Cosi' posso dimostrare che ne parliamo da anni.


            Ma di cosa? Delle rispettive fedi nei
            sistemi


            operativi.



            Materia che non ti compete.

            La fede non compete a nessuno, ed é deleteria per
            tutti.
            Qualsiasi fede.I sistemi operativi, non la fede.

            Anche io e te discutiamo in continuazion, ma
            mica

            sempre si parte da

            zero.

            Spesso si recupera l'interruzione del giorno

            precedente.

            Adesso cerchi di nobilitare la rissa.Sei tu convinto che sia rissa.E' solo dialettica accesa."Il primo che passa alle mani e' colui che non ha piu' niente da dire." (Proverbio cinese).

            Ma lo usano solo quelli messi alle strette
            da
            una

            verita'

            scomoda.

            Le tue solite idee fisse: Leggi qua:

            http://www.diggita.it/v.php?id=1354734Certo che e' assurdo.Quella ha un amante, lo fanno sapere in giro, ed e' diffamazione.E io conosco uno che tutte le sere al bar racconta di portarsi a letto una donna diversa. Tutti sanno che non e' vero.Si diffama da solo?
            http://tuttoggi.info/?p=163535

            http://www.corrieresalentino.it/2013/01/diffamo-unA me sembrano tutti casi in cui qualcuno ha detto cose vere.
            Il grosso dei casi di diffamazione sono questi,
            beghe da portineria, squallore morale di gente
            che non ha altro da fare che parlare alle spalle
            degli altri.
            Solo che sui giornali nazionali, e su PI, non
            leggerai mai di questi casi. Leggi solo del caso
            controverso che fa discutere una settimana.
            Altrimenti cosa
            vendono?Allora declassiamo la diffamazione a "beghe di portineria" e venga demandato il dibattimento al giudice di pace.Pena massima: tirata di orecchi, pena acXXXXXria: rettificare con mezzi non inferiori a quelli usati per la comuncazione ritenuta diffamante.Per la portineria e' piu' che sufficiente.
            Non ce l'ha, nel senso che non è conXXXXX dire
            sempre la verità a proposito degli altri, e
            questo non solo su internet.E questo e' assurdo
            Ha invece un'importanza determinante quando i
            fatti sono riportati all'interno di un'inchiesta
            e quando rivestono interesse pubblico, o
            riguardano un personaggio pubblico. In caso di
            prove, i giudici fanno prevalere il diritto di
            cronaca sul resto.Quindi bisogna sempre andare a dibattimento processuale per divulgare la verita'?Assurdo anche questo.

            Se tu mi scippi la borsetta e io grido "al

            ladro!" in presenza di testimoni sulla
            pubblica

            via, tu, una volta beccato, mi puoi
            denunciare

            per

            diffamazione.

            No.Si. Dare del ladro e' offesa, sempre e comunque.Trovi in rete una infinita' di casi.
          • Leguleio scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro


            Chi ha parlato di forum? Si parlava di
            internet.

            In

            generale.

            Qui siamo in un forum.
            Un forum e' uno dei servizi internet che meglio
            si prestano alla coversazione e ai messaggi
            potenzialmente oggetto di
            diffamazione.Punto primo se due partecipanti al forum si insultano il reato non è piú diffamazione ma ingiurie. Non che la pena sia diversa, ma la situazione sì.Punto secondo, ci sono stati casi in cui la diffamazione è stata ravvisata in messaggi sui forum, non molti in percentuale sul totale internet, a dir la verità, ma ci sono. Non si può obbligare la persona bersaglio delle offese a partecipare al forum e a controbattere, se non ha voglia. È più rapido chiedere la rimozione del messaggio.

            Solo a Montgomery.

            Cambia qualcosa?Sì. Era un regolamento comunale. Se permetti, un filino meno importante di una legge di uno Stato sovrano.In più come sanzione era prevista solo una multa, dipingere la Parks come un'aspirante martire è la classica operazione ideologica che aiuta la causa ma non la verità storica: da quando in qua i martiri sopravvivono, e pure in libertà?
            Pure qui da noi si dice talvolta la verita' su
            aziende senza particolari
            conseguenze.
            Il problema non sono le particolari conseguene,
            ma la spada di
            Damocle.Il caso Rosa Parks non è una regola, ma l'eccezione. Ci si rende conto progressivamente e spontaneamente che una legge è obsoleta, senza tanto clamore e proteste di piazza. È noto che in Francia risulta tuttora in vigore una legge (in realtà un'ordinanza del prefetto di Parigi, valida solo lì) che proibisce alle donne di portare i pantaloni. È stata dimenticata, com'era naturale, non è stata necessaria una piazzata delle femministe.
            Controargomentazioni che ti meriti nel momento in
            cui sposti una discussione civile su un gretto
            piano
            materialista.Ridicolo, e acido.Nemmeno rispondo.
            Allora ti vengo incontro: posta l'elenco dove non
            c'e'.
            Dovrebbe essere piu' corto.
            E a me basta.Va bene, dopo lo metto.
            Ancora...
            Condanne viste come punizione e vendetta, con un
            sottile gusto di
            sadismo.
            Sarebbe questa la giustizia che vai predicando?Non ha più senso discutere e sottolineare le tue distorsioni cognitive. Se vuoi piegare la realtá alla tua ideologia, chi sono io per toglierti questo piacere?Continua pure a considerare i responsabili di insulti come vittime, per me non c'è problema. Il mondo va avanti, anche con le condanne per diffamazione.
            Stai dicendo che prendi seriamente quelle cose?
            E' molto autoinsultante da parte tua.Lascia perdere se io le prenda seriamente o no, è un fatto che il travaso di bile che traspare dalle discussioni su quei temi è dalla parte tua e di altri, non certo mia.

            Tutto si può usare impropriamente.

            Guarda Altan che cosa fa degli ombrelli:

            E dove sarebbe l'uso improprio? Non li usa come parapioggia o parasole, ma come strumenti di umiliazione.E tuttavia, nessuno propone né l'abolizione degli ombrellli, né l'abolizione di Altan, come tu fai invece con la diffamazione.
            Quale prossimo?
            Siamo tutti remoti in rete.È uguale. Insultare il prossimo o il remoto per la legge non fa differenza.

            La fede non compete a nessuno, ed é
            deleteria
            per

            tutti.

            Qualsiasi fede.

            I sistemi operativi, non la fede.Io ho parlato solo di atteggiamento fideistico nei confronti dei sistemi operativi a codice aperto, che è quello che manifesti tu.Il sistema operativo in sé non mi interessa nulla: è la fede cieca quella che critico.

            Adesso cerchi di nobilitare la rissa.

            Sei tu convinto che sia rissa.
            E' solo dialettica accesa.
            "Il primo che passa alle mani e' colui che non ha
            piu' niente da dire." (Proverbio
            cinese).Non parlavo di questa discussione, ovviamente, ma di altre, e su altri argomenti.E del perché sfocia facilmente in diffamazione. Quando uno si lascia prendere la mano...

            Le tue solite idee fisse: Leggi qua:



            http://www.diggita.it/v.php?id=1354734

            Certo che e' assurdo.
            Quella ha un amante, lo fanno sapere in giro, ed
            e'
            diffamazione.Esatto. L'unico modo per intrattenere un rapporto extraconiugale è tenerlo nascosto il più possibile. Chi fa saltare la "copertura" paga.
            E io conosco uno che tutte le sere al bar
            racconta di portarsi a letto una donna diversa.
            Tutti sanno che non e'
            vero.
            Si diffama da solo?In un certo senso. :) Ma non è reato.Se poi non è sposato, nemmeno ravviso l'offesa o l'oltraggio.

            http://tuttoggi.info/?p=163535




            http://www.corrieresalentino.it/2013/01/diffamo-un

            A me sembrano tutti casi in cui qualcuno ha detto
            cose
            vere.Insulti veri, dici? Può darsi, non conosco le perone coinvolte. Il diritto d'insulto non è previsto dalle convenzioni, non lo è mai stato.
            Allora declassiamo la diffamazione a "beghe di
            portineria" e venga demandato il dibattimento al
            giudice di
            pace.Nei casi in cui la notizia non sia diffusa attraverso internet oppure i giornali la competenza è già del giudice di pace:http://www.altalex.com/index.php?idnot=29166
            Pena massima: tirata di orecchi, pena acXXXXXria:
            rettificare con mezzi non inferiori a quelli
            usati per la comuncazione ritenuta
            diffamante.Troppo comodo. È come dire che se io ti do un pugno e poi ti chiedo scusa, mi son reso conto che ho sbagliato, son pentito... tutto torna a posto come prima. Certo, per alcuni può essere così, esiste il perdono. E infatti questo tipo di querele si possono ritirare fino all'ultimo grado di giudizio. Ma non è così per tutti.
            Non ce l'ha, nel senso che non è conXXXXX dire
            sempre la verità a proposito degli altri, e
            questo non solo su internet.
            E questo e' assurdoBenvenuto in una società moderna, in cui esistono privacy, informazioni riservate, segreti di Stato, e una cosa che si chiama rispettabilità.

            Ha invece un'importanza determinante quando i

            fatti sono riportati all'interno di
            un'inchiesta

            e quando rivestono interesse pubblico, o

            rigriguardano un personaggio pubblico. In caso di
            prove, i giudici fanno prevalere il diritto di
            cronaca sul resto.
            Quindi bisogna sempre andare a dibattimento
            processuale per divulgare la verita'?
            Assurdo anche questo.Non "sempre": ogni volta che scatta una querela.Non tutte le inchieste provocano questa reazione, per fortuna.
          • panda rossa scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: Leguleio

            Punto primo se due partecipanti al forum si
            insultano il reato non è piú diffamazione ma
            ingiurie. Non che la pena sia diversa, ma la
            situazione sì.Se due si insultano in un forum, si deve applicare la compensazione.Mi spieghi che senso ha intentare due cause per ingiurie reciproche?
            Punto secondo, ci sono stati casi in cui la
            diffamazione è stata ravvisata in messaggi sui
            forum, non molti in percentuale sul totale
            internet, a dir la verità, ma ci sono. Non si può
            obbligare la persona bersaglio delle offese a
            partecipare al forum e a controbattere, se non ha
            voglia. È più rapido chiedere la rimozione
            del messaggio.Non e' affatto piu' rapido.E non risolve il problema.


            Solo a Montgomery.



            Cambia qualcosa?

            Sì. Era un regolamento comunale. Se permetti, un
            filino meno importante di una legge di uno Stato
            sovrano.Era un regolamento a norma di legge?
            In più come sanzione era prevista solo una multa,
            dipingere la Parks come un'aspirante martire è la
            classica operazione ideologica che aiuta la causa
            ma non la verità storica: da quando in qua i
            martiri sopravvivono, e pure in
            libertà?Da quando c'e' la rete.
            Il caso Rosa Parks non è una regola, ma
            l'eccezione. Ci si rende conto progressivamente e
            spontaneamente che una legge è obsoleta, senza
            tanto clamore e proteste di piazza. È noto
            che in Francia risulta tuttora in vigore una
            legge (in realtà un'ordinanza del prefetto di
            Parigi, valida solo lì) che proibisce alle donne
            di portare i pantaloni. È stata dimenticata,
            com'era naturale, non è stata necessaria una
            piazzata delle femministe.Ma intanto c'e', e un Giovanardi di Parigi potrebbe appellarvicisi e denunciare.E a quel punto che fai? Rinunci all'obbligatorieta' dell'azione penale?

            Controargomentazioni che ti meriti nel
            momento
            in

            cui sposti una discussione civile su un
            gretto

            piano

            materialista.

            Ridicolo, e acido.
            Nemmeno rispondo.Non hai risposte.

            Sarebbe questa la giustizia che vai
            predicando?

            Non ha più senso discutere e sottolineare le tue
            distorsioni cognitive. Se vuoi piegare la
            realtá alla tua ideologia, chi sono io per
            toglierti questo
            piacere?
            Continua pure a considerare i responsabili di
            insulti come vittime, per me non c'è problema. Il
            mondo va avanti, anche con le condanne per
            diffamazione.Il mondo andra' avanti e verra' rimosso questo abominio, cosi' come e' stata eliminata la schiavitu', i privilegi nobiliari, e tante altre cose che sembravano scolpite nella pietra.

            Stai dicendo che prendi seriamente quelle
            cose?

            E' molto autoinsultante da parte tua.

            Lascia perdere se io le prenda seriamente o no, è
            un fatto che il travaso di bile che traspare
            dalle discussioni su quei temi è dalla parte tua
            e di altri, non certo mia.E' una opinione tua, non un fatto.


            Tutto si può usare impropriamente.


            Guarda Altan che cosa fa degli ombrelli:



            E dove sarebbe l'uso improprio?

            Non li usa come parapioggia o parasole, ma come
            strumenti di umiliazione.Legu', sono disegni!Disegni di ombrelli.
            E tuttavia, nessuno propone né l'abolizione degli
            ombrellli, né l'abolizione di Altan, come tu fai
            invece con la diffamazione.[img]http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/3/3b/Paris_Tuileries_Garden_Facepalm_statue.jpg[/img]

            Quale prossimo?

            Siamo tutti remoti in rete.

            È uguale. Insultare il prossimo o il remoto
            per la legge non fa differenza.Hai scritto prossimo. La prossima volta scrivi meglio.

            I sistemi operativi, non la fede.

            Io ho parlato solo di atteggiamento fideistico
            nei confronti dei sistemi operativi a codice
            aperto, che è quello che manifesti tu.L'atteggiamento fideistico ce l'hanno quelli che idolatrano i sistemi chiusi, che richiedono fede.I sistemi aperti sono aperti. Non c'e' bisogno di fidarsi. Si puo' verificare.
            Il sistema operativo in sé non mi interessa
            nulla: è la fede cieca quella che
            critico.E allora indirizza le tue critiche verso il giusto bersaglio.
            Non parlavo di questa discussione, ovviamente, ma
            di altre, e su altri
            argomenti.
            E del perché sfocia facilmente in diffamazione.
            Quando uno si lascia prendere la
            mano...Perche' si ha a che fare con gente invasata ed integralista che non sente ragioni.

            Quella ha un amante, lo fanno sapere in
            giro,
            ed

            e'

            diffamazione.

            Esatto. L'unico modo per intrattenere un rapporto
            extraconiugale è tenerlo nascosto il più
            possibile. Chi fa saltare la "copertura" paga.Guarda che l'adulterio non e' piu' reato da anni.Oggi si puo' mettere le corna al coniuge alla luce del sole.

            E io conosco uno che tutte le sere al bar

            racconta di portarsi a letto una donna
            diversa.

            Tutti sanno che non e'

            vero.

            Si diffama da solo?

            In un certo senso. :) Ma non è reato.
            Se poi non è sposato, nemmeno ravviso l'offesa o
            l'oltraggio.Due pesi e due misure.

            A me sembrano tutti casi in cui qualcuno ha
            detto

            cose

            vere.

            Insulti veri, dici? Può darsi, non conosco le
            perone coinvolte. Il diritto d'insulto non è
            previsto dalle convenzioni, non lo è mai stato.Insulti?Siamo arrivati al punto che ogni aggettivo con significato negativo e' un insulto?Possiamo stilare un elenco di parole che si possono utilizzare senza incappare in oltraggio o cose del genere?
            Nei casi in cui la notizia non sia diffusa
            attraverso internet oppure i giornali la
            competenza è già del giudice di
            pace:Quindi il diffamato potrebbe generare un bell'effetto Streisand per poter ottenere la visibilita' di un proXXXXX.

            Pena massima: tirata di orecchi, pena
            acXXXXXria:

            rettificare con mezzi non inferiori a quelli

            usati per la comuncazione ritenuta

            diffamante.

            Troppo comodo. È come dire che se io ti do
            un pugno e poi ti chiedo scusa, mi son reso conto
            che ho sbagliato, son pentito... tutto torna a
            posto come prima.Se riteniamo di vivere in un mondo civile, si.
            Certo, per alcuni può essere
            così, esiste il perdono. E infatti questo tipo di
            querele si possono ritirare fino all'ultimo grado
            di giudizio. Ma non è così per tutti.Per coloro che ancora credono all'occhio per occhio!
            Benvenuto in una società moderna, in cui esistono
            privacy, informazioni riservate, segreti di
            Stato, e una cosa che si chiama
            rispettabilità.Hai scritto una contraddizione senza neanche rendertene conto.Quelle cose che hai elencato appartengono alla societa' medievale.Una societa' e' moderna quando le avra' superate.
          • Nostradamus scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: panda rossa
            Il mondo andra' avanti e verra' rimosso questo
            abominioHai la sfera di cristallo?Faccio notare che un'"argomentazione" del genere potrebbe essere usata per qualunque cosa, quindi, lascia il tempo che trova...
          • panda rossa scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: Nostradamus
            - Scritto da: panda rossa

            Il mondo andra' avanti e verra' rimosso
            questo

            abominio
            Hai la sfera di cristallo?No, ma so interpretare le analisi.
            Faccio notare che un'"argomentazione" del genere
            potrebbe essere usata per qualunque cosa, quindi,
            lascia il tempo che trova...Mica tanto.Pensa che nei regimi dittatoriali il dissenso e' vietato e condattato severamente.Nei paesi democratici il dissenso e' tollerato e condannato meno severamente.Quindi secondo te in che direzione si va?In quella dell'inasprimento di pena o in quella della depenalizzazione?
          • Nostradamus scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: panda rossa
            No, ma so interpretare le analisi.Di quali analisi parli?
            Mica tanto.
            Pensa che nei regimi dittatoriali il dissenso e'
            vietato e condattato
            severamente.
            Nei paesi democratici il dissenso e' tollerato e
            condannato meno
            severamente.E' tollerato o condannato? :s
            Quindi secondo te in che direzione si va?
            In quella dell'inasprimento di pena o in quella
            della
            depenalizzazione?Quando anch'io avrò la sfera di cristallo te lo dirò...Ma soprattutto, che c'entra il dissenso con la diffamazione? (newbie)
          • panda rossa scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: Nostradamus
            - Scritto da: panda rossa

            No, ma so interpretare le analisi.
            Di quali analisi parli?


            Mica tanto.

            Pensa che nei regimi dittatoriali il
            dissenso
            e'

            vietato e condattato

            severamente.

            Nei paesi democratici il dissenso e'
            tollerato
            e

            condannato meno

            severamente.
            E' tollerato o condannato? :sTollerato nel senso che chi dissente non viene fatto sparire, e messo tutto a tacere.

            Quindi secondo te in che direzione si va?

            In quella dell'inasprimento di pena o in
            quella

            della

            depenalizzazione?
            Quando anch'io avrò la sfera di cristallo te lo
            dirò...Qui si tratta di avere cervello, non sfera di cristallo.Comunque, quando lo avrai, faccelo pure sapere.
            Ma soprattutto, che c'entra il dissenso con la
            diffamazione?
            (newbie)La diffamazione serve anche a mettere a tacere il dissenso.
          • Nostradamus scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: panda rossa
            Qui si tratta di avere cervello, non sfera di
            cristallo.
            Comunque, quando lo avrai, faccelo pure sapere.Finiti gli argomenti passi agli insulti, as usual...Ma già che ti senti così superiore dicci pure quando accadrà tale evento
          • panda rossa scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: Nostradamus
            - Scritto da: panda rossa

            Qui si tratta di avere cervello, non sfera di

            cristallo.

            Comunque, quando lo avrai, faccelo pure
            sapere.
            Finiti gli argomenti passi agli insulti, as
            usual...
            Ma già che ti senti così superiore dicci pure
            quando accadrà tale
            eventoGli argomenti te li ho elencati.Non ti sono bastati.Dal tuo punto di vista io avrei finito gli argomenti.Dal mio punto di vista tu avresti finito il cervello.Esattamente quello che succede in tutte le discussioni in cui quando si passa dalle opinioni ai fatti e i fatti non sono contestabili, si finge di non capire, o, molto piu' probabilmente, NON SI CAPISCE PROPRIO.
          • Nostradamus scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: panda rossa
            Gli argomenti te li ho elencati.Non hai elencato proprio nessun argomento. :|
            Esattamente quello che succede in tutte le
            discussioni in cui quando si passa dalle opinioni
            ai fatti e i fatti non sono contestabili, si
            finge di non capire, o, molto piu' probabilmente,
            NON SI CAPISCE
            PROPRIO.L'unico fatto è che la diffamazione è punibile(e fingi di non capirlo, o non capisci proprio), le tue "previsioni" non sono fatti.
          • Leguleio scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            Per l'intanto, ti elenco alcuni Stati che ho trovato in cui non esiste il reato di diffamazione, nel senso che le cause per questi fatti sono affrontate da un tribunale civile:Gran Bretagna, Estonia, Maldive, Grenada, GiamaicaE in tutti gli Stati federati Usa esclusi i seguenti:Colorado, Florida, Idaho, Kansas, Louisiana, Michigan, Minnesota, Montana, Nuovo Hampshire, Nuovo Messico, Carolina del Nord, Dakota del Nord, Oklahoma, Utah, Virginia, Washington, Wisconsin, Porto Rico, Isole Vergini Americane.Costruisci tu un elenco dei rimanenti 31 Stati federati in cui il reato non è previsto.
          • panda rossa scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: Leguleio
            Per l'intanto, ti elenco alcuni Stati che ho
            trovato in cui non esiste il reato di
            diffamazione, nel senso che le cause per questi
            fatti sono affrontate da un tribunale
            civile:

            Gran Bretagna, Mi basta questo.Ho riconfigurato il dns.Grazie, mi sei stato molto utile.
          • Nostradamus scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: panda rossa
            Mi basta questo.
            Ho riconfigurato il dns.A quale scopo?Per cercare dei domini diffamatori? (rotfl)
          • panda rossa scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: Nostradamus
            - Scritto da: panda rossa

            Mi basta questo.

            Ho riconfigurato il dns.
            A quale scopo?
            Per cercare dei domini diffamatori? (rotfl)A scopo di difesa dalla ritorsioni gratuite.
          • Nostradamus scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: panda rossa
            A scopo di difesa dalla ritorsioni gratuite.E come difesa dirai "ma l'indirizzo IP del server l'ho ottenuto tramite un DNS che risiede in uno stato nel quale la diffamazione non è un reato"?
          • panda rossa scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: Nostradamus
            - Scritto da: panda rossa

            A scopo di difesa dalla ritorsioni gratuite.
            E come difesa dirai "ma l'indirizzo IP del server
            l'ho ottenuto tramite un DNS che risiede in uno
            stato nel quale la diffamazione non è un
            reato"?Il nostro sentenziatore legale ha affermato che il reato si consuma dove c'e' la residenza.Altrove avevamo gia' appurato che e' l'IP a determinare l'area geografica di competenza.E siccome 1+1=2 in tutto il mondo...
          • Nostradamus scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: panda rossa
            Il nostro sentenziatore legale ha affermato che
            il reato si consuma dove c'e' la
            residenza.
            Altrove avevamo gia' appurato che e' l'IP a
            determinare l'area geografica di
            competenza.E tutto questo cosa c'entra questo con il DNS?
          • panda rossa scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: Nostradamus
            - Scritto da: panda rossa

            Il nostro sentenziatore legale ha affermato
            che

            il reato si consuma dove c'e' la

            residenza.

            Altrove avevamo gia' appurato che e' l'IP a

            determinare l'area geografica di

            competenza.
            E tutto questo cosa c'entra questo con il DNS?E' un parametro dell'anonimizzatore.
          • Nostradamus scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: panda rossa
            E' un parametro dell'anonimizzatore.E come contribuirebbe all'anonimato?
          • panda rossa scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: Nostradamus
            - Scritto da: panda rossa

            E' un parametro dell'anonimizzatore.
            E come contribuirebbe all'anonimato?Non contribuisce piu' di quanto fa l'anonimizzatore.Semplicemente definisce un percorso geografico che passa anche per la gran bretagna, cosi', solo per il gusto di allungare il brodo.
          • Nostradamus scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: panda rossa
            Non contribuisce piu' di quanto fa
            l'anonimizzatore.

            Semplicemente definisce un percorso geografico
            che passa anche per la gran bretagna, cosi', solo
            per il gusto di allungare il
            brodo.Al server a cui arriverranno le potenziali diffamazioni non risulterà nulla del DNS della Gran Bretagna, quindi, non allunghi nessun brodo...
          • panda rossa scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: Nostradamus
            - Scritto da: panda rossa

            Non contribuisce piu' di quanto fa

            l'anonimizzatore.



            Semplicemente definisce un percorso
            geografico

            che passa anche per la gran bretagna, cosi',
            solo

            per il gusto di allungare il

            brodo.
            Al server a cui arriverranno le potenziali
            diffamazioni non risulterà nulla del DNS della
            Gran Bretagna, quindi, non allunghi nessun
            brodo...Il tizio che pretendera' di oscurare il sito con il presunto contenuto diffamante non potra' agire su un dns britannico.
          • Nostradamus scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: panda rossa
            Il tizio che pretendera' di oscurare il sito con
            il presunto contenuto diffamante non potra' agire
            su un dns
            britannico.Di questo potresti preoccuparti anche solo nel momento in cui il sito verrà oscurato, dovresti invece preoccuparti di tutelarti per un'eventuale denuncia(nel caso in cui sia tu a diffamare). E il DNS non può proprio aiutarti.
          • Leguleio scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro

            Se due si insultano in un forum, si deve
            applicare la
            compensazione.
            Mi spieghi che senso ha intentare due cause per
            ingiurie
            reciproche?Infatti anche se lo facessero non otterrebbero niente. Esiste già una esimente nel caso gli insulti siano reciproci.Si parla solo del caso che uno dei due insulti e l'altro non raccolga.
            Non e' affatto piu' rapido.
            E non risolve il problema.Non sempre i problemi si possono risolvere.E anche quando si può, non sempre è nel senso che vorremmo noi.
            Era un regolamento a norma di legge?Non lo so.In Rete non si trovano notizie su quando venne approvato, e se fu una mossa unilaterale di un assessore ai trasporti o fu votata dal consiglio comunale di Montgomery.Posso solo dire che era in conformità ad una sentenza della corte Suprema Usa del 1896, Plessy contro Ferguson, che instaurava la dottrina "separati ma eguali".
            Da quando c'e' la rete.Be', allora hai sbagliato periodo: l'episodio è del 1955.E Rosa Parks sapeva in partenza che rischiava solo una multa, era un militante dei diritti civili ben informata.
            È
            noto

            che in Francia risulta tuttora in vigore una

            legge (in realtà un'ordinanza del prefetto di

            Parigi, valida solo lì) che proibisce alle
            donne

            di portare i pantaloni. È stata
            dimenticata,

            com'era naturale, non è stata necessaria una

            piazzata delle femministe.

            Ma intanto c'e', e un Giovanardi di Parigi
            potrebbe appellarvicisi e
            denunciare.La polizia ubbidisce al ministero dell'interno, non a un Giovanardi qualsiasi.
            E a quel punto che fai? Rinunci
            all'obbligatorieta' dell'azione
            penale?In Francia non esiste nemmeno. È una cosa italiana.
            Il

            mondo va avanti, anche con le condanne per

            diffamazione.

            Il mondo andra' avanti e verra' rimosso questo
            abominio, cosi' come e' stata eliminata la
            schiavitu', i privilegi nobiliari, e tante altre
            cose che sembravano scolpite nella
            pietra.Sogna, sogna.Dimenticate le lapidazioni in Arabia Saudita e la pratica dell'infibulazione in diversi Paesi dell'Africa. Perbacco, c'è l'abominio della condanna per diffamazione.

            Lascia perdere se io le prenda seriamente o
            no,
            è

            un fatto che il travaso di bile che traspare

            dalle discussioni su quei temi è dalla parte
            tua

            e di altri, non certo mia.

            E' una opinione tua, non un fatto.Io rispondevo solo alla tua affermazione "Qui l'unico che si infervora sei tu, sai...".E non credo di dover fare tanta fatica a cercare link di precedenti che mostrano il contrario.
            Legu', sono disegni!
            Disegni di ombrelli.Ma dai! :DTutto si può usare impropriamente, e non solo nei disegni di Altan. Come argomentazione contraria, quindi, la tua è molto debole: è importante capire se il querelante sta esagerando o sta puntando ad altri fini, non se il reato debba esistere o meno. Nessuno abolisce il bisturi perché si può usare come pugnale.
            L'atteggiamento fideistico ce l'hanno quelli che
            idolatrano i sistemi chiusi, che richiedono
            fede.
            I sistemi aperti sono aperti. Non c'e' bisogno di
            fidarsi. Si puo'
            verificare.Ah sì, certo.C'è gente che ha anche altri scopi nella vita, sai?!? che controllare minuziosamente tutto il codice.
            E allora indirizza le tue critiche verso il
            giusto
            bersaglio.Lo sto facendo ora. Non c'è un "giusto bersaglio", c'è solo una fede cieca in qualcosa.

            Esatto. L'unico modo per intrattenere un
            rapporto

            extraconiugale è tenerlo nascosto il più

            possibile. Chi fa saltare la "copertura"
            paga.

            Guarda che l'adulterio non e' piu' reato da anni.
            Oggi si puo' mettere le corna al coniuge alla
            luce del
            sole.No, proprio alla luce del sole no. È uno di quei comportamenti che comportano la separazione con addebito. In soldoni, bisogna pagare di più.Ma anche in assenza di un matrimonio celebrato, guastare rapporti umani altrui per questa leggerezza non è considerato accettabile. Oggi, almeno. Domani chissà.
            Siamo arrivati al punto che ogni aggettivo con
            significato negativo e' un
            insulto?Mhmmm... non ogni aggettivo, ma quasi. Poi dipende tutto dal contesto.
            Possiamo stilare un elenco di parole che si
            possono utilizzare senza incappare in oltraggio o
            cose del
            genere?No, è impossibile. Ogni frase è un caso a sé stante.Ti cito solo una sentenza della Cassazione: dire ad una persona (nella fattispecie, un parcheggiatore) "tu non sei nessuno" è reato:http://archiviostorico.corriere.it/2004/luglio/09/Cassazione_vietato_dire_non_sei_co_9_040709062.shtmlLa Cassazione ha anche stabilito precedenti su altre questioni, come ricorda l'articolo del <I
            Corriere </I
            . Ad esempio, accusare una persona di essere un rompic******i non è reato. Io dissento, ma la Suprema corte ha deciso così. :s Non è reato, ma non è conforme alla policy di PI.
            Hai scritto una contraddizione senza neanche
            rendertene conto.
            Quelle cose che hai elencato appartengono
            alla societa' medievale.
            Una societa' e' moderna
            quando le avra' superate.Non hai il bollino di modernità da appiccicare come piacerebbe a te, Panda Rossa.In questo momento storico e in questa regione geografica alla gente non piacerebbe ritrovarsi in un'enorme trattoria Cencio la Parolaccia, in cui tutti possono insultare tutti:https://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20080907111633AAtpiPr
          • Murphy scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: panda rossa
            Ricordati: era legale anche pretendere che Rosa
            Parks si
            alzasse. <b
            Regola della legge </b
            Se i fatti sono contro di te, contesta la legge. Se la legge è contro di te, contesta i fatti. Se i fatti e la legge sono contro di te, strilla come un dannato.Un riassunto di panda rossa in sole 3 righe
          • krane scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Leguleio :-o ma non ti annoi a parlare con questo sciacqua discorsi :-o ?
          • Sg@bbio scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            Sinceramente stai facendo un giro di parole inutile per distogliere l'attenzione su un argomento che ti sta ampiamente sulle balle.
          • panda rossa scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: Sg@bbio
            Sinceramente stai facendo un giro di parole
            inutile per distogliere l'attenzione su un
            argomento che ti sta ampiamente sulle
            balle.+1
          • illuminaci scrive:
            Re: BastaFarsiUnGiro
            - Scritto da: Sg@bbio
            Sinceramente stai facendo un giro di parole
            inutile per distogliere l'attenzione su un
            argomento che ti sta ampiamente sulle
            balle.Visto che c'è tanta confusione, illuminaci, quale sarebbe questo argomento?
  • panda rossa scrive:
    Quali video?
    Scusate, ma a quali video si riferisce l'articolo?Mi date un link per favore?
  • Mario scrive:
    un fatto strano
    a me capita un fatto strano, mi ricordo il filmato pubblicitario, mi ricordo i personaggi e le situazioni ma non riesco mai ad associarli al prodotto che pubblicizzano, deve essere perché i filmati sono diventati troppo sofisticati e complessi e prendono tutta l'attenzione dell'osservatore ponendo in secondo piano il prodotto da promuovere.
    • ottomano scrive:
      Re: un fatto strano
      - Scritto da: Mario
      a me capita un fatto strano, mi ricordo il
      filmato pubblicitario, mi ricordo i personaggi e
      le situazioni ma non riesco mai ad associarli al
      prodotto che pubblicizzano, deve essere perché i
      filmati sono diventati troppo sofisticati e
      complessi e prendono tutta l'attenzione
      dell'osservatore ponendo in secondo piano il
      prodotto da
      promuovere.Stessa cosa succede a me... molto spesso mi ricordo la pubblicità ma non il prodotto pubblicizzato
  • unaDuraLezione scrive:
    E' il metodo che è sbagliato
    contenuto non disponibile
    • Sg@bbio scrive:
      Re: E' il metodo che è sbagliato
      - Scritto da: unaDuraLezione
      Il video che fa solo pubblicità rompe le scatole
      e basta, soprattutto se ti appare nel momento in
      cui cercavi un
      contenuto.

      I meno tonti l'hanno già capito da tempo: in
      internet la pubblicità video ch funziona è essa
      stessa il contenuto che si cerca e si condivide,
      ovvero i video virali che sono godibili
      <i
      per se </i
      e che l'utente più o
      meno consciamente associa ad un
      prodotto.Mi ricorda molto youtube con gli spot obbligatori prima o addirittura DURANTE i video. Sono fastidiosi e fanno perdere tempo.
  • Claudio Piro scrive:
    che senso ha?
    scusate la mia ignoranza in materia.ma anche la pubblicità in tv ha gli stessi problemi, intanto che c'è pubblicità posso andare in bagno, posso preparare da mangiare, posso guardare il cellulare... insomma nessuno può capire se la pubblicità trasmessa è effettivamente guardata dal telespettatore.quindi? dov'è il problema? se fosse un vero problema sarebbe saltato fuori già con la pubblicità in tv.
    • krane scrive:
      Re: che senso ha?
      - Scritto da: Claudio Piro
      scusate la mia ignoranza in materia.
      ma anche la pubblicità in tv ha gli stessi
      problemi, intanto che c'è pubblicità posso andare
      in bagno, posso preparare da mangiare, posso
      guardare il cellulare...
      insomma nessuno può capire se la pubblicità
      trasmessa è effettivamente guardata dal
      telespettatore.
      quindi? dov'è il problema? se fosse un vero
      problema sarebbe saltato fuori già con la
      pubblicità in tv.Ma ora c'e' la tecnologia per tenere monitorato lo sguardo dell'utente, si usa gia' sui cellulari.
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: che senso ha?
        contenuto non disponibile
        • krane scrive:
          Re: che senso ha?
          - Scritto da: unaDuraLezione
          - Scritto da: krane

          Ma ora c'e' la tecnologia per tenere

          monitorato lo sguardo dell'utente, si

          usa gia' sui cellulari.
          c'è anche il brevetto di MS che consiste nel
          contare le persone che assistono ad un video
          (tramite per esempio il kinect).
          Ad ogni modo, sui miei device, tutte le camere
          frontali hanno cerotto.Io evito del tutto i device con le telecamere :D
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: che senso ha?
            contenuto non disponibile
          • krane scrive:
            Re: che senso ha?
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: krane

            Io evito del tutto i device con le
            telecamere
            :D
            non hai smartphone nè tablet?Ho un Ebook reader che non ha telecamere.Uno smartphone vecchio che uso per programmucchiare che tengo dentro a un cassetto o quando ci programmo lo collego usb sta girato sulla scrivania e non ha una sim dentro.
          • bertuccia scrive:
            Re: che senso ha?
            [serious]è un siparietto che state facendo per intrattenerci o siete davvero così?
          • panda rossa scrive:
            Re: che senso ha?
            - Scritto da: bertuccia
            [serious]

            è un siparietto che state facendo per
            intrattenerci o siete davvero
            così?Perche' non ci parli invece dei tuoi devices e di come dall'esterno possono sapere tutti dove sei e quello che fai?
          • bertuccia scrive:
            Re: che senso ha?
            - Scritto da: panda rossa

            Perche' non ci parli invece dei tuoi devices e di
            come dall'esterno possono sapere tutti dove sei e
            quello che fai?di un po' lo sa ©Piedi Puzzosi che te ne vai a spasso con un Portable Surveillance and Tracking Device?rischi la scomunica
          • bertuccia scrive:
            Re: che senso ha?
            - Scritto da: panda rossa

            Perche' non ci parli invece dei tuoi devices e di
            come dall'esterno possono sapere tutti dove sei e
            quello che fai?di' un po' lo sa ©Piedi Puzzosi che utilizzi un Portable Surveillance and Tracking Device?rischi la scomunica@redazione: ©Piedi Puzzosi non ce lo potete levare. È alla pari del Draga
          • panda rossa scrive:
            Re: che senso ha?
            - Scritto da: bertuccia
            - Scritto da: panda rossa



            Perche' non ci parli invece dei tuoi devices
            e
            di

            come dall'esterno possono sapere tutti dove
            sei
            e

            quello che fai?

            di' un po' lo sa ©Piedi Puzzosi che utilizzi
            un Portable Surveillance and Tracking
            Device?Che cosa sto utilizzando?
          • bertuccia scrive:
            Re: che senso ha?
            - Scritto da: panda rossa

            Che cosa sto utilizzando?un Portable Surveillance and Tracking Deviceè spiegato a pagina tre del Manuale del Giovane Cantinaro, ripassa
          • Funz scrive:
            Re: che senso ha?
            - Scritto da: bertuccia
            - Scritto da: panda rossa



            Perche' non ci parli invece dei tuoi devices
            e
            di

            come dall'esterno possono sapere tutti dove
            sei
            e

            quello che fai?

            di' un po' lo sa ©Piedi Puzzosi che utilizzi
            un Portable Surveillance and Tracking
            Device?

            rischi la scomunica
            Ha parlato DROPOUT JEEP
          • krane scrive:
            Re: che senso ha?
            - Scritto da: bertuccia
            [serious]
            è un siparietto che state facendo
            per intrattenerci o siete davvero
            così?Emmmm :$
          • bertuccia scrive:
            Re: che senso ha?
            - Scritto da: krane

            Emmmm :$facciamo così lo interpreto come un "no, ma qui in ufficio è una noia mortale"
          • krane scrive:
            Re: che senso ha?
            - Scritto da: bertuccia
            - Scritto da: krane

            Emmmm :$
            facciamo così lo interpreto come un "no, ma
            qui in ufficio è una noia mortale"Hai sbagliato :DSono proprio cosi' :DDel resto che c'e' di strano e' obbligatorio avere uno smartphone e usarlo come telefono ?
          • bertuccia scrive:
            Re: che senso ha?
            - Scritto da: krane

            Hai sbagliato :D
            Sono proprio cosi' :D :o

            Del resto che c'e' di strano e' obbligatorio
            avere uno smartphone e usarlo come telefono ?assolutamente no, tanto di cappello!io non potrei più farne a meno.. è dai primi symbian che ho usato che aspettavo qualcosa che funzionasse bene come iPhone..
          • krane scrive:
            Re: che senso ha?
            - Scritto da: bertuccia
            - Scritto da: krane

            Hai sbagliato :D

            Sono proprio cosi' :D
            :o

            Del resto che c'e' di strano e' obbligatorio

            avere uno smartphone e usarlo come telefono ?
            assolutamente no, tanto di cappello!
            io non potrei più farne a meno.. è dai primi
            symbian che ho usato che aspettavo qualcosa che
            funzionasse bene come iPhone..Capisco, sarei anche tentato alcune volte... Ma alla fine...Sto davanti a un pc 8 ore per lavoro (a parte pausa pranzo), poi mezz'ora di ritorno a casa, li' accendo il pc che uso al posto di telefono / tv / stereo / e rete, comprese ovviamente gli immancabili skype e vari protocolli di chat.Se mi prendo uno smartfone mi frego anche la mezz'ora di tram per tornare a casa :D passando anche quella davanti a un monitor :D , pero' poi alla fine... Ci farei le stesse cose che farei sul pc di casa ma piu' scomodamete :)Provo a resistere senza ancora un po' senza :D tanto un vecchio cellulare su cui essere raggiunto via telefonica cel'ho.
          • bertuccia scrive:
            Re: che senso ha?
            - Scritto da: krane

            Se mi prendo uno smartfone mi frego anche la
            mezz'ora di tram per tornare a casa :D passando
            anche quella davanti a un monitor :D , pero' poi
            alla fine... Ci farei le stesse cose che farei
            sul pc di casa ma piu' scomodamete
            :)io ad esempio questa domenica ho tracciato il giro in MTB, nei bivi allegavo annotazioni e foto alla traccia GPS. In alcuni punti mi sono state utili le mappe per capire se andavo dalla parte giusta. quando giro in macchina / moto uso molto spesso il navigatore GPS. In macchina mi è comodo anche per la musica.avere una buona fotocamera sempre in tasca non è cosa da poco. Che sia per prendere un appunto veloce (foto a un documento, una slide proiettata, un prodotto) o per fotografare un paesaggio o una situazione.. Quest'inverno mi hanno fatto alcune riprese in slow motion con il 5S mentre facevo snowboard che sono unaXXXXXtaieri intanto che ero in giro ho pubblicato un'inserzione su ebay e gestito varie comunicazioni, tutto dall'app, comodissime le notifiche pushqueste sono una piccola frazione delle situazioni in cui mi è utile
          • krane scrive:
            Re: che senso ha?
            - Scritto da: bertuccia
            - Scritto da: krane

            Se mi prendo uno smartfone mi frego anche

            la mezz'ora di tram per tornare a casa :D

            passando anche quella davanti a un monitor

            :D , pero' poi alla fine... Ci farei le

            stesse cose che farei sul pc di casa ma piu'

            scomodamete :)
            io ad esempio questa domenica ho tracciato il
            giro in MTB, nei bivi allegavo annotazioni e foto
            alla traccia GPS. In alcuni punti mi sono state
            utili le mappe per capire se andavo dalla parte
            giusta.Capisco, ma e' un di piu' di cui non sento ancora la necessita'
            quando giro in macchina / moto uso molto spesso
            il navigatore GPS. In macchina mi è comodo anche
            per la musica.Ehhh.... Sono vecchio a riguardo: ho un tom tom da anni e l'autoradio (che legge le chiavette mp3) con un paio di chiavette piene del giusto metal entrambi li lascio sempre in macchina che passa la maggior parte del tempo in garage.
            avere una buona fotocamera sempre in tasca non è
            cosa da poco. Che sia per prendere un appunto
            veloce (foto a un documento, una slide
            proiettata, un prodotto) o per fotografare un
            paesaggio o una situazione.. Quest'inverno mi
            hanno fatto alcune riprese in slow motion con il
            5S mentre facevo snowboard che sono unaXXXXXtaQuesto e' vero MA !!!!Alla fine continuo a leggere grandi litigare sulla qualita' effettiva di queste macchine foto.
            ieri intanto che ero in giro ho pubblicato
            un'inserzione su ebay e gestito varie
            comunicazioni, tutto dall'app, comodissime le
            notifiche pushMa devi fare ste cose mentre sei in giro ? Io preferisco mangiare gelati e coccolare i cani di passaggio :)
            queste sono una piccola frazione delle
            situazioni in cui mi è utileSi, capisco, puo' essere comodo, ma al momento non lo sento ancora indispensabile, forse son troppo abituato ad usare i pc.
          • Winaro scrive:
            Re: che senso ha?
            - Scritto da: bertuccia
            [serious]

            è un siparietto che state facendo per
            intrattenerci o siete davvero
            così?Se sono sistemisti è probabile che siano davvero così, e credimi: possono fare anche di peggio. Io conoscevo uno che cambiava TUTTI I GIORNI la password di acXXXXX al PC della sua scrivania... di casa.Parola di Winaro! ;)
          • bertuccia scrive:
            Re: che senso ha?
            - Scritto da: Winaro

            Se sono sistemisti è probabile che siano davvero
            così, e credimi: possono fare anche di peggio. Io
            conoscevo uno che cambiava TUTTI I GIORNI la
            password di acXXXXX al PC della sua scrivania...
            di casa.

            Parola di Winaro! ;) (rotfl)
    • Leguleio scrive:
      Re: che senso ha?

      scusate la mia ignoranza in materia.
      ma anche la pubblicità in tv ha gli stessi
      problemi, intanto che c'è pubblicità posso andare
      in bagno, posso preparare da mangiare, posso
      guardare il cellulare...

      insomma nessuno può capire se la pubblicità
      trasmessa è effettivamente guardata dal
      telespettatore.
      quindi? dov'è il problema? se fosse un vero
      problema sarebbe saltato fuori già con la
      pubblicità in
      tv.È saltato fuori infatti almeno 30 anni fa, col proliferare delle tv commerciali che avevano più pubblicità che contenuti. Vagamente, ricordo che si è giunti alla conclusione che almeno in parte il messaggio arriva, soprattutto quando lo spot è piazzato all'inizio del blocco pubblicitario. Già al secondo o terzo spot, il telespettatore se n'è andato o ha cambiato canale.
    • Funz scrive:
      Re: che senso ha?
      - Scritto da: Claudio Piro
      scusate la mia ignoranza in materia.
      ma anche la pubblicità in tv ha gli stessi
      problemi, intanto che c'è pubblicità posso andare
      in bagno, posso preparare da mangiare, posso
      guardare il cellulare...

      insomma nessuno può capire se la pubblicità
      trasmessa è effettivamente guardata dal
      telespettatore.
      quindi? dov'è il problema? se fosse un vero
      problema sarebbe saltato fuori già con la
      pubblicità in
      tv.E nessuno ti viene a rompere le pa**e se dici di usare l'Adblock for TV (il telecomando) :p
  • Leguleio scrive:
    Una rilettura no, eh?!?
    "La questione dell'efficacia della scelta dell'advertising online resta isomma complessa"Insomma. "Secondo un individuo che si idetifica come ex dipendente di Google"Identifica."accusa Google di istruire i suoi dipendenti a bannare gli account gli editori di contenuti vicini ad ottenere un pagamento (che scatta al raggiungimento di una determinata soglia)"Qui non capisco proprio la frase, non posso suggerire correzioni.
    • Polemik scrive:
      Re: Una rilettura no, eh?!?
      Io la leggo così:"accusa Google di istruire i suoi dipendenti a bannare gli account DEgli editori di contenuti CHE SONO vicini ad ottenere un pagamento (IL QUALE scatta al raggiungimento di una determinata soglia)"Più o meno come: "ti licenzio il giorno prima della busta paga e non ti pago i giorni lavorati".
Chiudi i commenti