Cambogia, transazioni svedesi

Il paese asiatico riceverà un fondo milionario per cause umanitarie. I sospetti abbondano: che sia anche una forma di ringraziamento per la consegna del co-founder di The Pirate Bay?

Roma – Una coincidenza curiosa, evidenziata dalla redazione di TorrentFreak a nemmeno una settimana dall’arresto del co-founder della Baia Gottfrid Anakata Svartholm. Il governo cambogiano riceverà un finanziamento umanitario da quasi 47 milioni di euro , gentilmente offerto dalle autorità svedesi per lo sviluppo democratico e le istituzioni scolastiche nel paese asiatico.

Ministro locale all’Economia, Keat Chhon ha ringraziato pubblicamente il governo svedese, assicurando che i soldi ricevuti verranno spesi nella maniera più efficace e trasparente. Dalla riduzione del livello di povertà alla tutela dell’ambiente, il pacchetto milionario verrà sfruttato senza speculazione alcuna.

Il finanziamento svedese ha però fatto drizzare le orecchie agli osservatori, in particolare quelli che seguono da giorni la vicenda in cui è immerso Anakata. Possibile che i soldi servano come rimborso per l’espulsione di Svartholm dal paese asiatico? Svezia e Cambogia non hanno sottoscritto accordi internazionali per i casi d’estradizione. Il governo di Phnom Penh ha già mostrato l’intenzione di restituire l’uomo di The Pirate Bay al suo paese d’origine. (M.V.)

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti