Canada, il click che può cambiare il business

In appello Amazon si vede dar ragione sul suo brevetto per l'acquisto one-click. Aperta la strada ai più svariati brevetti sui metodi commerciali

Roma – L’Ufficio proprietà intellettuale dovrà rivedere la decisione che l’aveva portato a respingere la richiesta di brevetto di Amazon sulla tecnologia che permette di effettuare un acquisto online con un singolo click (e con dati già inseriti in precedenza nel sistema).

Il brevetto noto come 1-Click, già riconosciuto ad Amazon negli Stati Uniti dopo una lunghissima battaglia legale limitatamente al caso in cui sia applicato al sistema del carrello della spesa dello shopping online, rappresenta un titolo di privativa riconosciuto su un metodo di e-commerce che tira per questo in ballo la questione non solo della brevettabilità del software, ma anche quella del metodo commerciale.

La commissione d’appello dell’Ufficio brevettuale canadese aveva deciso di rigettare la richiesta lì avanzata da Amazon: “Dal momento che il brevetto di un metodo commerciale determinerebbe una radicale distorsione del tradizionale regime brevettuale – si spiegava – e dal momento che la brevettabilità di questi metodi è altamente discussa, occorre una chiara e inequivocabile legislazione in materia”.

Tuttavia Amazon aveva fatto appello e una Corte federale ha ora stabilito che il brevetto 1-Click dovrebbe essere concesso così come dovrebbe avvenire per i metodi commerciali in genere.

Insomma, la questione della brevettabilità di un metodo commerciale come potrebbe essere la vendita porta-a-porta o, nel caso specifico, l’acquisto one-click, è stata rimessa da una corte generica federale all’attenzione dell’organo specifico dell’Ufficio brevettuale canadese. Ed è, d’altronde, la stessa questione che è tornata al centro del dibattito sulla proprietà intellettuale statunitense con la giurisprudenza post-Bilski , il caso che ha limitato la portata del cosiddetto machine-or-transformation test alla base del giudizi di brevettabilità di un’idea astratta.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • zcsrWmcwpqo IqosOlOM scrive:
    nLzQXRRZEnlwxyghtc
    I'd like to open a personal account http://sarahparr.com/biography/ what is lisinopril I'm so drawn to their powerful/sensitive/artistic (delete as applicable) natures that it allows me to rationalise away their abusive, selfish, sarcastic or psychopathic side, until it's too late. I don't know whether it's chemistry or foolishness on my part, but let me try to explain why we - or at least I - do it.
  • gObFQfOfJMy oxrXgQ scrive:
    crYbZCmpeC
    I'd like to tell you about a change of address http://parkavenuebrussels.com/index.php/tips money tree loan company It's not an exact science and depends on factors such as exposure to the sun and wind. For instance, the air temperature is currently 21.2C on the A68 Earlston in Scotland, while the road temperature is 49.2C, according to the BBC weather forecaster Matt Taylor. On the M90 at Glenfarg, the air temperature is 21.9C and the road temperature is 36.8C.
  • XOyOMavjJRA r scrive:
    AhvgsrQTQHozACuf
    I'd like to take the job http://www.emprendepyme.net/coaching purchase azithromycin online Unless the general of the U.S. Army Military District of Washington reduces her sentence or the president pardons her, she will spend at least seven years in prison — the amount of time before she is first eligible for parole.
  • MYYAjZaWmMf scrive:
    tDXygaOgiXmzDuI
    A company car http://sacraliturgia2013.com/program/ imovane 15mg A: I am from the New York school of actors - the De Niros and the Denzels and the Pacinos - who have always been really quiet about their lives, as opposed to the more Hollywood approach that is more out there. And yet there is a change that you'll feel throughout the industry and that is the advent of social media ... People are expecting to hear from you, to be somewhat let in. But people are very respectful about my privacy. My friends always talk about the fact that I am never out, never go to red carpets, don't go to events in an attempt to generate press. But at the same time, I have developed a very intimate relationship with 46 million people. And that changes everything. I don't know how it is going to play out.
  • pGbfRpjHDiS WWYhKwEg scrive:
    vIEhJiSoqNoV
    Not available at the moment http://www.brokstukken.nl/informatie order diflucan canada Although there was nothing demure about this outfit, Miley Cyrus added a touch of ladylike to her look through the sugary sweet shade of her satin skirt. And whilst she sported three very different outfits in one day, she certainly saved the best (and smallest) for last.
  • HUckVQlHDkf rjvocwic scrive:
    ZtMRGaIAYSdrFBvGdP
    Nice to meet you http://www.lennonanddaly.com/extensions order nizagara online Softbank's offer values Supercell, with daily revenue of about $2.4 million mainly through the sale of in-game, virtual items, at about 3.5 times projected annual sales. That is cheaper than several major recent deals such as Electronic Arts' acquisition of PopCap in 2011, which went through at about 10 to 11 times sales the year before.
  • kEviljFZsPI Thnsqfge scrive:
    PJcyJiKkfSLOHzgGuY
    Tksf1t http://www.QS3PE5ZGdxC9IoVKTAPT2DBYpPkMKqfz.com
  • mcguolo scrive:
    E intanto ieri sera...
    ... ho guardato un film su Sky HD, senza averlo mai visto prima.Che dopo Blockbuster ci siano altre sovrastrutture inutili da eliminare tra i vari intermediari tra un opera e il fruitore finale, senza abusare delle colpe attribuibili alla pirateria?
    • panda rossa scrive:
      Re: E intanto ieri sera...
      - Scritto da: mcguolo
      ... ho guardato un film su Sky HD, senza averlo
      mai visto
      prima.
      Che dopo Blockbuster ci siano altre
      sovrastrutture inutili da eliminare tra i vari
      intermediari tra un opera e il fruitore finale,
      senza abusare delle colpe attribuibili alla
      pirateria?Prendi un palcoscenico e mettici gli artisti.Prendi il pubblico e mettilo in platea.Tutto quanto non rientra nelle categorie sopra esposte e' un intermediario parassita.
      • vituzzo scrive:
        Re: E intanto ieri sera...
        - Scritto da: panda rossa
        Prendi un palcoscenico e mettici gli artisti.
        Prendi il pubblico e mettilo in platea.

        Tutto quanto non rientra nelle categorie sopra
        esposte e' un intermediario
        parassita.Mi sa che ti sei dimenticato i ruoli dell'autore, il regista, lo scenografo, il truccatore ed il costumista (mi sono dimenticato qualcuno anche io?). Poi potrebbero anche essere alcuni degli attori a fare quel ruolo, però il regista deve stare fuori dal palco.Poi ci sono i recensori che scrivono articoli sullo spettacolo per permettere al pubblico di scegliere.Il mondo dell'arte è un ecosistema estremamente complicato, con ruoli spesso poco definiti.
        • panda rossa scrive:
          Re: E intanto ieri sera...
          - Scritto da: vituzzo
          - Scritto da: panda rossa

          Prendi un palcoscenico e mettici gli artisti.

          Prendi il pubblico e mettilo in platea.



          Tutto quanto non rientra nelle categorie sopra

          esposte e' un intermediario

          parassita.

          Mi sa che ti sei dimenticato i ruoli dell'autore,L'autore ha scritto. Il suo lavoro finisce nel momento in cui consegna il lavoro.
          il regista, Il regista dirige una volta.Il suo lavoro finisce nel momento in cui gli artisti hanno recepito.
          lo scenografo, Lo scenografo e' un operaio del teatro: un attrezzista.
          il truccatore ed il costumista Idem come sopra.
          (mi sono dimenticato qualcuno anche
          io?). L'orchestra se previst: sono artisti pure loro.
          Poi potrebbero anche essere alcuni degli
          attori a fare quel ruolo, però il regista deve
          stare fuori dal palco.Il regista sta proprio fuori dal teatro.Non lavora mica in diretta.Qualche mese fa ho visto una rappresentazione con la regia di Strehler, che e' morto da tempo, ma la sua regia viene tuttora utilizzata.
          Poi ci sono i recensori che scrivono articoli
          sullo spettacolo per permettere al pubblico di
          scegliere.E poi c'e' pure il pubblico che dopo aver visto lo spettacolo va su fessbuk a postare il suo parere.Paghiamo pure il pubblico per le recensioni che scrive!
          Il mondo dell'arte è un ecosistema estremamente
          complicato, con ruoli spesso poco
          definiti.Ma assolutamente no.Il mondo dell'arte si divide in chi sta sul palco e chi guarda quelli sul palco.Quelli che appartengono al secondo gruppo pagano il biglietto per vedere quelli del primo gruppo.
      • attonito scrive:
        Re: E intanto ieri sera...
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: mcguolo

        ... ho guardato un film su Sky HD, senza averlo

        mai visto

        prima.

        Che dopo Blockbuster ci siano altre

        sovrastrutture inutili da eliminare tra i vari

        intermediari tra un opera e il fruitore finale,

        senza abusare delle colpe attribuibili alla

        pirateria?


        Prendi un palcoscenico e mettici gli artisti.
        Prendi il pubblico e mettilo in platea.

        Tutto quanto non rientra nelle categorie sopra
        esposte e' un intermediario
        parassita.spero vorrai pagare l'affitto del teatro....
        • panda rossa scrive:
          Re: E intanto ieri sera...
          - Scritto da: attonito
          - Scritto da: panda rossa

          - Scritto da: mcguolo


          ... ho guardato un film su Sky HD, senza
          averlo


          mai visto


          prima.


          Che dopo Blockbuster ci siano altre


          sovrastrutture inutili da eliminare tra i vari


          intermediari tra un opera e il fruitore
          finale,


          senza abusare delle colpe attribuibili alla


          pirateria?





          Prendi un palcoscenico e mettici gli artisti.

          Prendi il pubblico e mettilo in platea.



          Tutto quanto non rientra nelle categorie sopra

          esposte e' un intermediario

          parassita.

          spero vorrai pagare l'affitto del teatro....Lo pagheranno gli artisti. Oppure adesso il padrone del teatro vuole un vitalizio per i pronipoti pure lui?
          • attonito scrive:
            Re: E intanto ieri sera...
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: attonito

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: mcguolo



            ... ho guardato un film su Sky HD, senza

            averlo



            mai visto



            prima.



            Che dopo Blockbuster ci siano altre



            sovrastrutture inutili da eliminare tra i
            vari



            intermediari tra un opera e il fruitore

            finale,



            senza abusare delle colpe attribuibili alla



            pirateria?








            Prendi un palcoscenico e mettici gli artisti.


            Prendi il pubblico e mettilo in platea.





            Tutto quanto non rientra nelle categorie sopra


            esposte e' un intermediario


            parassita.



            spero vorrai pagare l'affitto del teatro....

            Lo pagheranno gli artisti. Oppure adesso il
            padrone del teatro vuole un vitalizio per i
            pronipoti pure lui?guarda che lo paghi tu, in ultima analisi, l'affitto del teatro: o credi che gli artisti non aumentino il prezzo del biglietto allo scopo di coprire tutte le spese, tra qui quella dell'affitto?
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: E intanto ieri sera...
      Sì: Sky
  • Fetente scrive:
    Yawn
    (... leggendo l'ennesima notizia sulla inutile e controproducente lotta dell'industria del copyright contro la libera condivisione delle informazioni, Fetente si lascia andare ad un lungo e soddisfacente sbadiglio ...)
Chiudi i commenti