Canada, un tracker CC per i pirati

È stato lanciato dal nascente Partito Pirata. Per promuovere il P2P come mezzo di diffusione della cultura
È stato lanciato dal nascente Partito Pirata. Per promuovere il P2P come mezzo di diffusione della cultura

Il Partito Pirata canadese ha inaugurato un tracker torrent per contenuti Creative Commons.

screenshot L’organizzazione, attiva da qualche mese e ancora in attesa dell’ approvazione federale , ha attirato l’attenzione lanciando un proprio tracker: l’ obiettivo è dimostrare che filesharing e BitTorrent non sono una minaccia, ma un grande mezzo per promuovere la cultura e il lavoro degli artisti, slegando così il connubio P2P uguale illegalità.

“Vogliamo mostrare agli artisti – ha raccontato il portavoce Jake Daynes – come poter utilizzare il P2P per garantirsi marketing e distribuzione globale a costi molto contenuti”.

Dal punto di vista tecnologico, è stato adottato RivetTracker e verrà distribuito il materiale rilasciato dagli artisti sotto licenza CC . Per il momento pochi. Anche perché il sistema non appare snello: dovranno essere i singoli artisti a comunicare per email l’intenzione di far ospitare il loro lavoro.

Claudio Tamburrino

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti