Cassandra Crossing/ Bits of PETS

di M. Calamari - Privacy, ma vista dal versante tecnico. Una cronaca dal PET Symposium, tra giovanotti che incanutiscono ed emanano saggezza e tecnologie che promettono di smentire Cassandra

Roma – Mi occupo da troppo tempo in maniera pratica e “militante” di privacy, tanto da essere un po’ stanco di questo ruolo. È per questo che, con almeno 20 anni di ritardo, ho deciso di investire un po’ di tempo per vivere ed ascoltare, molto lateralmente e per quello che posso capire con la mia preparazione, il mondo della ricerca delle tecnologie per il miglioramento della privacy (PET – Privacy Enhancing Technology).

Per farla breve mi sono fatto dare qualche giorno di libertà dai miei capi (di casa e di lavoro), ed ho stressato la mia carta di credito pagando quanto necessario per una trasferta a Berlino e per l’iscrizione (assai men che gratuita, tanto di solito pagano le università) ai tre giorni del decimo PET Symposium .

Perché? Credo sia una reazione personale ma “naturale” al mondo che è cambiato, mondo che in una manciata di anni ha trasportato una frazione importante della razza umana nel cyberspazio. Nella Rete questi immigrati digitali hanno trovato ad aspettarli gli esploratori ma anche i profittatori (folte categorie di emigrati digitali). Con l’arrivo dei nativi digitali e di un sacco di altra gente l’ecologia e la scala dei valori della Rete sono stati travolti.
Hai voglia di parlare di netiquette, di privacy, di anonimato e di profilazione. Quasi nessuno ti sta più a sentire. Quindi basta fare la guida indiana, torno almeno per un po’ a fare l’esploratore, almeno finché esiste un lontano ovest.

L’intero scenario di questi tre giorni è racchiuso in un enorme, asettico ed ultramoderno hotel berlinese, in cui i cento e passa partecipanti si perdono ogni volta che escono dalla perfettamente attrezzata ed isolata sala.
I grandi alberghi sono un mondo strano: qui i prezzi sono decisamente inferiori e la qualità dei servizi superiore, e tutti gli extra si pagano implacabilmente. Una cosa sola fa sfigurare l’hotel rispetto a quelli italiani, ed è l’incredibile prezzo della connessione internet: l’equivalente di un mese di ADSL per un giorno di connessione wireless.

Però sul pavimento dell’atrio è proiettato (gratis) un piccolo campo di calcio e relativo pallone e si può giocare calciando una sfera virtuale, mentre quelli che non si sono accorti del marchingegno ti prendono per matto.

Nell’ordinatissima sala del convegno due volte al giorno gli addetti riordinano i posti a sedere e rinnovano con teutonica precisione il blocknotes e la penna biro su ogni banchetto, creando una composizione che sembra allineata con un righello (o una guida laser?).

In una precedente cronaca da Berlino di un evento molto più palatabile, il Chaos Communication Camp (a proposito, lo sapete che l’anno prossimo si replica nella magnifica cornice di Finowfurt?) non c’era stato che l’imbarazzo della scelta per mettere insieme fatterelli divertenti e commoventi, vendemmiati da abbondanti e simpatici campioni di varia umanità.
Beh, qui non è possibile; anche se i ricercatori che creano questo evento, 30-35 anni al massimo, presi singolarmente sono dei cazzeggioni come qualsiasi studente universitario rimasto a lavorare nell’ambiente in cui si è formato, quando cominciano a parlare diventano vecchi e saggi come Gandalf il Bianco.
Improvvisamente incanutiscono, vedi spuntargli lunghe barbe bianche, il viso si fa rugoso, il microfono si trasforma in un nodoso bastone ornato da una gemma scintillante.

Questo fenomeno, forse percepito solo dalla mia mente ormai indebolita e perciò in cerca di scorciatoie mentali, dura solo per i trenta canonici minuti, dopodiché l’implacabile chairman agita l’anello verso il relatore, sollecita l’applauso e gestisce la sessione di domande e risposte, durante la quale avviene la trasformazione opposta.
Alla fine, dopo il secondo applauso, chi lascia il campo è ritornato il solito giovanotto di prima. Magari un giovanotto a cui senti dire “I miei studenti…”

Ah, giovanotto, non giovanotta perché in questo contesto, non mi chiedete il perché, il rapporto sperimentale tra i sessi è circa uno a venti. E la relatrice che ha appena finito di parlare dimostrerà al massimo 14 anni…
Notevole anche il rapporto tra italiani e resto del mondo: è uno a cento, incluso ahimè il sottoscritto. Nomi italiani ce ne sono, ma sono seconde-terze generazioni o cervelli in fuga senza nessuna voglia di rientrare. Università italiane rappresentate: zero.

Difficile raccontare qualcosa nel merito del convegno. Cose come gli schemi di firma Camenisch-Lysyanskaya applicati a contesti di prova con conoscenza zero, che riesco a malapena ad intuire, si raccontano male. Gli atti, disponibili già prima del convegno, hanno delle pagine così fitte di simboli da sembrare scritte in una lingua morta o nei casi migliori in russo.

Di tanto in tanto emergono particolari interessanti, ad esempio che il relatore sta studiando una versione di qualcosa interfacciabile con le attuali comunità sociali (sì, anche con Facebook).

Sintetizzando all’estremo, se le idee nuove che si sentono qui conteranno qualcosa, la notizia della fine della privacy in Rete è stata molto esagerata.

Un momento personale impagabile per i “romantici” come me: dopo aver finito di salutare Nick (Mathewson), che mi sopporta sempre simpaticamente da quando ha diviso la wireless di casa mia dopo un famoso e-privacy, Roger (Dingledine) mi chiede gentilmente di rinnovargli la firma sulla sua nuova chiave, e mi accorgo che sono seduto accanto a Paul Syverson, uno dei pochissimi signori incanutiti (oltre me) presenti in sala.
Filotto! Di che cosa è lasciato all’acume dei lettori.

Bene, ora ritorno in sala a cercar di capire qualcosa: devo anche decidere cosa rispondere a quelli che mi chiedono notizie sui futuri sviluppi di Mixminion .

Chissà se questa cronaca decisamente atipica avrà una seconda puntata.

Marco Calamari

Lo Slog (Static Blog) di Marco Calamari

Tutte le release di Cassandra Crossing sono disponibili a questo indirizzo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • attonito scrive:
    Censore? coglionazzo?
    come' che non cancelli piu' i miei post?Luca, pensaci tu.
  • attonito scrive:
    come allontanare i commissari SIAE
    basta buttargli contro grani di sale grosso. dotati di sufficente energia cinetica.Spiego meglio se no il censore di PI non capisce e non banna: si parla di una fucilata a sale nella parte bassa della schiena.
  • Enjoy with Us scrive:
    La resistenza è inutile....
    ... verrete tassati!Parola di SIAE... altro che i Borg!
    • ces scrive:
      Re: La resistenza è inutile....
      - Scritto da: Enjoy with Us
      ... verrete tassati!

      Parola di SIAE... altro che i Borg!ti assimilano facendoti ascoltare brani di gigi d'alessio durante il sonno(ghost)
  • Attonito scrive:
    Ma sparargli qualche calcio in XXXX?
    arriva il tizio della SIAE:Ok, si paga, MA CI SI SEGNA CHI E'.Poi lo si aspetta di sera sottocasa e lo si riempie di botte.una, due, tre volte.la quarta volta il tizio capisce l'antifona e cambia stada/lavoro.Ripetere la procedura dalle Alpi all'Etna.
  • Simon Le Bon scrive:
    Battiato Celentano Ligabue contro SIAE
    Se pure i big sono contro allora è rimasto solo Bondi a difendere il carrozzone...Battiato, Celentano e Ligabue contro la Siae I tre cantanti figurano tra i firmatari di una lettera aperta contro la Società, divenuta ormai inutile e costosa.[...] Le lamentele di cantanti e società parrebbero trovare conferma nell'indagine eseguita non molti mesi fa, secondo la quale il 76% del bilancio Siae serve a coprire i costi del personale: la Società, nel suo complesso, costa 193 milioni di euro all'anno. [...] http://www.zeusnews.com/index.php3?ar=stampa&cod=11496
    • La SIAE scrive:
      Re: Battiato Celentano Ligabue contro SIAE
      - Scritto da: Simon Le Bon
      Se pure i big sono contro allora è rimasto solo
      Bondi a difendere il
      carrozzone...

      Battiato, Celentano e Ligabue contro la SiaeE allora? Noi abbiamo dalla nostra parte gente di potenza inaudita, mica questi 3 pagliacci. :@Parola di SIAE
  • Mirko scrive:
    Grassi
    E per la SIAE.... Fuoco a Volontà!
    • La SIAE scrive:
      Re: Grassi
      - Scritto da: Mirko
      E per la SIAE.... Fuoco a Volontà!Ma quale fuoco, sarai tassato pesantemente senza sosta. :@ :@ :@Parola di SIAE (c'e' da crederci).
  • Giovane compositor e scrive:
    SIAE no, ok; e allora come tutelarsi?
    Supponiamo che io sia un giovane compositore; la SIAE è un baraccone, ladri, ecc. ecc. Non mi iscrivo.Però vorrei tutelare le mie composizioni: cosa devo fare?Si accettano suggerimentiGrazie
    • v67 scrive:
      Re: SIAE no, ok; e allora come tutelarsi?
      pubblichi all'estero semplice
    • angros scrive:
      Re: SIAE no, ok; e allora come tutelarsi?
      - Scritto da: Giovane compositor e
      Supponiamo che io sia un giovane compositore; la
      SIAE è un baraccone, ladri, ecc. ecc. Non mi
      iscrivo.
      Però vorrei tutelare le mie composizioni: cosa
      devo
      fare?Creative Commons.
    • il solito bene informato scrive:
      Re: SIAE no, ok; e allora come tutelarsi?
      - Scritto da: Giovane compositor e
      Supponiamo che io sia un giovane compositore; la
      SIAE è un baraccone, ladri, ecc. ecc. Non mi
      iscrivo.
      Però vorrei tutelare le mie composizioni: cosa
      devo
      fare?
      Si accettano suggerimenti
      GrazieMa lasciamola circolare, questa cultura!! :-)comunque, legalmente (domanda da ignorante) potrebbe valere lo spedire a se stessi tramite raccomandata la propria opera, almeno per dimostrare la data di realizzazione in caso di contenzioso?
    • fox82i scrive:
      Re: SIAE no, ok; e allora come tutelarsi?
      Creative Commons e tanti sforzi per mantenere attiva la tua opera, publicizzandola su piattaforme di rilevanza mondiale (es. Youtube).
    • gerry scrive:
      Re: SIAE no, ok; e allora come tutelarsi?
      - Scritto da: Giovane compositor e
      Supponiamo che io sia un giovane compositore; la
      SIAE è un baraccone, ladri, ecc. ecc. Non mi
      iscrivo.
      Però vorrei tutelare le mie composizioni: cosa
      devo
      fare?
      Si accettano suggerimenti
      GrazieCreative commons o puoi iscriverti a una società estera.
  • v67 scrive:
    acronimo S.I.A.E.
    Scrocconi Inoperosi,Associazione EstorsoriLa devo anche spiegare punto per punto o ci arrivate da soli?
  • cognome e nome scrive:
    siae estinguiti
    sempre peggio con sta siaehttp://www.psb.gigacenter.it/v2/scheda_prodotto.asp?codice=39186&prodotto=3895626&merchant=92
  • vday scrive:
    La SIAE verrà abbattuta
    quando verrà ABBATTUTA LA MAFIA...... praticamente MAI!!!!! :(
  • Nilok scrive:
    Contano solo le opinioni dei MERCENARI
    AUGH!Lo dico da molto tempo che la SIAE è un "ciucciadanè" a sbafo... ma io non sono nessuno!!!Ci voleva l'Istituo Superiore di Conoscenza Introspettiva Surrealistica per convalidare ciò che molte persone....da molto tempo...sanno perfettamente!Il confronto con gli stranieri non serve a nulla....e non serve a nulla nemmeno questo opinione altolocata: scommettiamo!Ho parlato.Nilok
    • fox82i scrive:
      Re: Contano solo le opinioni dei MERCENARI
      Sinceramente sarei curioso di vedere un loro comunicato a riguardo di questo studio.E spero inoltre , vivamente, che PI ne faccia un bel articolo su un loro comunicato di risposta!!
  • ... scrive:
    Ecco fatto. Adesso...
    la SIAE prenderà spunto da questa frase"Se SIAE, con più di 80mila iscritti, ha fatto registrare incassi per 474,7 milioni di euro, a cui aggiungere 9,64 milioni afferenti all'area Lirica, PRS, con circa 60mila iscritti, ha accumulato incassi per 620,6 milioni di euro" per far aumentare i vari balzelli.
    • il solito bene informato scrive:
      Re: Ecco fatto. Adesso...
      - Scritto da: ...
      la SIAE prenderà spunto da questa frase
      "Se SIAE, con più di 80mila iscritti, ha fatto
      registrare incassi per 474,7 milioni di euro, a
      cui aggiungere 9,64 milioni afferenti all'area
      Lirica, PRS, con circa 60mila iscritti, ha
      accumulato incassi per 620,6 milioni di euro" per
      affermare che le perdite dovute alla pirateria
      ammontano a più di 145 milioni di euro fixed :-P
  • Formalmente Errato scrive:
    Mah
    STI TERONI!LA SPAE (Società Padana Eutori Editori) invece che fare cosi è talmente efficente che sovvenziona lei chi mette musica in pubblico !Fora da la padania terun !
  • fox82i scrive:
    SIAE = azienda di ladri!
    Ora con questo studio si mette a nudo quello che tutti noi sapevamo già, ovvero, che la SIAE in fin dei conti è un'azienda di ladri.Inutile che sventolano la bandiera dell'anti-pirateria se poi alla fine non riescono nemmeno a tenere a bada i propri conti (dopo tutti gli aiuti statali).E' veramente orribile come questa azienda voglia sempre dire la sua su tutto quando invece dovrebbe stare zitta ed inziare una politica di abbassamento dei costi e livellarsi come in GB.Mi chiedo io: come cappero è possibile che questa azienda riesca a fare deficit con tutti quei soldi??? Hanno una parvenza di idea di cosa significa fare sacrifici ed attuare un piano anti-sprechi?Ecco allora che ribadisco il mio concetto scritto nell'oggetto: SIAE= azienda di ladri!ps.: se c'è un funzionario della SIAE che vuole rispondere alla mia domanda, eviti fin dal primo istante di mettere in ballo la pirateria. Ci sono diversi studi dove la pirateria non causa danni considerevoli alle major. Anzi fanno da traino per conoscere le varie opere a costo zero..
    • Teo_ scrive:
      Re: SIAE = azienda di ladri!
      - Scritto da: fox82i
      Mi chiedo io: come cappero è possibile che questa
      azienda riesca a fare deficit con tutti quei
      soldi??? Hanno una parvenza di idea di cosa
      significa fare sacrifici ed attuare un piano
      anti-sprechi?Basta non chiamarli sprechi ma favori e tutto diventa più chiaro.
    • angros scrive:
      Re: SIAE = azienda di ladri!
      La SIAE non è un'azienda. Tutto il resto è esatto.
  • AranBanjo scrive:
    Assurdità
    Quello che trovo assurdo, aldilà dell'esistenza stessa della SIAE, è la modalità con cui viene applicato il costo.Grosso modo viene diviso in due tutto il discorso: da una parte l'evento "privato", dall'altra l'evento "pubblico".Ora prendiamo ad esempio un matrimonio: evento privato e normalmente su invito. Se vai in un ristorante o comunque affitti un luogo per i fatti tuoi e metti su della musica, devi pagare la SIAE.Perché? Perché è il luogo che fa da discriminante. Ma scusa... Affitto un castello, ci metto solo le persone che voglio io e che NON pagano un biglietto d'entrata, praticamente è una festa privata.NO!Se però fai la stessa cosa in un giardino di una casa, allora va bene.Ma le persone sono sempre le stesse, per cui mi sembra una gran boiata.Per non parlare del costo: per far ballare quattro anziani dovresti versare almeno sui 150 EUR.Auguro a SIAE di chiudere prima possibile.
    • fox82i scrive:
      Re: Assurdità

      Per non parlare del costo: per far ballare
      quattro anziani dovresti versare almeno sui 150
      EUR.
      Auguro a SIAE di chiudere prima possibile.anche più di 150. nelle sagre paesane se inviti gruppi abbastanza noti, paghi molto di più!
    • vday scrive:
      Re: Assurdità
      - Scritto da: AranBanjo
      Quello che trovo assurdo, aldilà dell'esistenza
      stessa della SIAE, è la modalità con cui viene
      applicato il
      costo.
      Grosso modo viene diviso in due tutto il
      discorso: da una parte l'evento "privato",
      dall'altra l'evento
      "pubblico".
      Ora prendiamo ad esempio un matrimonio: evento
      privato e normalmente su invito. Se vai in un
      ristorante o comunque affitti un luogo per i
      fatti tuoi e metti su della musica, devi pagare
      la
      SIAE.
      Perché? Perché è il luogo che fa da
      discriminante. Ma scusa... Affitto un castello,
      ci metto solo le persone che voglio io e che NON
      pagano un biglietto d'entrata, praticamente è una
      festa
      privata.
      NO!
      Se però fai la stessa cosa in un giardino di una
      casa, allora va
      bene.
      Ma le persone sono sempre le stesse, per cui mi
      sembra una gran
      boiata.
      Per non parlare del costo: per far ballare
      quattro anziani dovresti versare almeno sui 150
      EUR.
      Auguro a SIAE di chiudere prima possibile.Ciò che è ancora più scandaloso è che quella feccia LUCRA anche sui concerti per beneficienza, sottraendo SOLDI a chi ne ha veramente bisogno!!!!! :@
  • ullala scrive:
    io e la cura
    Io una cura per la inefficenza della SIAE sono sicuro (ma proprio sicuro) di avercela!Si chiama LAVORO!Lavorare per guadagnarsi il pane!
    • La SIAE scrive:
      Re: io e la cura
      - Scritto da: ullala
      Io una cura per la inefficenza della SIAE sono
      sicuro (ma proprio sicuro) di
      avercela!
      Si chiama LAVOROMa di che diavolo parli? :@Parola di SIAE
      • angros scrive:
        Re: io e la cura

        Ma di che diavolo parli? :@Di questo:[img]http://img254.imageshack.us/img254/8830/40213ui1.jpg[/img]Tranquilli, presto proverete personalmente.
        • SCF IS EVIL scrive:
          Re: io e la cura
          Di fatto per la quasi totalità dei giovani autori di musica, la siae non esiste, gli conviene vendere le proprie opere "senza bollino" tanto la tutela è inesistente ugualmente, almeno si risparmia e si distribuiscono con piacere, anche per chi acquista ad prezzo onesto, le proprie produzioni. In altre parole sarebbe meglio chiudere il carrozzone inutile e non rompere i piccoli esercenti e le famiglie con canoni e altri dazi assurdi.
  • La SIAE scrive:
    Dati falsati
    Dati falsati. Secondo i calcoli fatti dai nostri esperti totalmente imparziali, in una scala di efficienza da 1 a 10 noi spacchiamo il XXXX ai passeri. Chi ha ragione adesso eh? :@Parola di SIAE
    • angros scrive:
      Re: Dati falsati

      noi spacchiamo il XXXX ai passeri.Ce l'avete così piccolo?
      • ullala scrive:
        Re: Dati falsati
        - Scritto da: angros

        noi spacchiamo il XXXX ai passeri.

        Ce l'avete così piccolo?(rotfl)(rotfl)(rotfl)Grande!Stavolta ti sei superato!
      • passero scrive:
        Re: Dati falsati
        per farlo devono usare una protesi, ma nel 99.99% non e il nostro ano a venir danegiato
    • pippo e sono felice scrive:
      Re: Dati falsati
      Ma XXXXXXXXXXXX!
    • Marco Pellegrini Quarantott i scrive:
      Re: Dati falsati
      si, forse siete bravi a mantenere gli ispettori che si intascano la mazzetta che si beccano qualcuno senza permesso Enpals o SIAE, oppure ad interpretare le vostre norme in modo differente in base ai giorni in cui si chiede informazioni (esempio . l'ENPALS chi la deve pagare?); ma a tutelare, aiutare e sostenere la musica non ci siete proprio.La siae è una ragnatela burocratica che costa una vangata di soldi ai consumatori senza dare nulla e che pur di sopravvivere tenta di spermere soldi che non gli competono (vedi equo compenso . ma io per fare il backup dei miei dati come documenti, archivi di posta etc devo pagare la SIAE? la prossima volta chiedete l'equo compenso sul prosciutto e sui calzini, che vi competono in egual maniera).un musicista altamente scocciato!!"!!
    • Marco Pellegrini Quarantott i scrive:
      Re: Dati falsati
      e poi falli vedere questi calcoli e facci sapere chi sono gli esperti e sopratutto quanto hanno beccato x la loro 'relazione imparziale'.
      • La SIAE scrive:
        Re: Dati falsati
        - Scritto da: Marco Pellegrini Quarantott i
        e poi falli vedere questi calcoli e facci sapere
        chi sono gli espertiEh certo adesso lo veniamo dire al primo che passa...
        e sopratutto quanto hanno
        beccato x la loro 'relazione
        imparziale'Accuse gravissime. Sarai severamente punito dal nostro stuoino di avvocati. :@Parola di SIAE
        • Marco Pellegrini Quarantott i scrive:
          Re: Dati falsati
          - Scritto da: La SIAE
          - Scritto da: Marco Pellegrini Quarantott i

          e poi falli vedere questi calcoli e facci sapere

          chi sono gli esperti

          Eh certo adesso lo veniamo dire al primo che
          passa...Non al primo che passa...all'opinione pubblica che,come puoi vedere, non è esattamente dalla vostra parte. sono capace anche io di inventarmi uno 'stuoino' come dici tu, di esperti che dicono esattamente l'opposto.e poi non provare a farci credere che le persone che vi fanno le analisi lo fanno per la gloria e perchè siete simpatici.... perchè non lo siete.siete inutili come le tette su un toro!



          e sopratutto quanto hanno

          beccato x la loro 'relazione

          imparziale'

          Accuse gravissime. Sarai severamente punito dal
          nostro stuoino di avvocati.
          :@li aspetto a braccia aperte. tutti coloro che suonano in giro hanno visto almeno una volta gli ispettori che dicono all'esercente 'se mi offri da bere non ti do la multa (dovuta per irregolarità ridicole tipo il borderaux non compilato mentre l'artista ancora sta suonando, oppure la mancata chiusura del borderaux con una riga e tante altre).se anziche pagare gli avvocati spendeste i soldi per dare un servizio
          Parola di SIAE
          • Bah scrive:
            Re: Dati falsati
            Scusa eh... non vorrei dire, ma tu credi che quei messaggi firmati "la SIAE" siano stati scritti veramente dalla SIAE? Ma non vedi che sono una parodia/una presa in giro? Mah!
          • Marco Pellegrini Quarantott i scrive:
            Re: Dati falsati
            ovviamente no....però spero che qualche ceffo della siae li legga...:-D
  • 1977 scrive:
    ..comunque l'antenna dell'iphone..
    no capisco non c'entri, ma non vorrei vi rilassaste. l'argomento e' sempre caldo.(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • valerivs scrive:
      Re: ..comunque l'antenna dell'iphone..
      mi hai fatto morire dal ridere! grande! :-D
    • The Bishop scrive:
      Re: ..comunque l'antenna dell'iphone..
      Ma e' ovvio: l'antenna dell'iPhone non funziona perche' Jobs non ha pagato la SIAE !!!
    • Mamma Preoccupat a scrive:
      Re: ..comunque l'antenna dell'iphone..
      - Scritto da: 1977
      no capisco non c'entri, ma non vorrei vi
      rilassaste. l'argomento e' sempre
      caldo.

      (rotfl)(rotfl)(rotfl)Gentile Signore,sicuramente Lei ne sa piu' di me: al mio Alan non va il telefono macintosh: vuol dire che la SIAE ha visto che scarica pirata e lo ha punito intasando il telefonino?io pensavo che -avendo aumentato il prezzo dei dischetti- Alan potesse mettere via tutti i brani & film che voleva per poi sentirli & vederli quando sara' vecchio e e andra' in pensione...sigh!! devo aver capito male.POARETA MI!
  • angros scrive:
    SIAE delenda est
    come da oggetto
    • sgroggo scrive:
      Re: SIAE delenda est
      Ladri come taaanti altri enti italiani...Io ho registrato tutto con copyleft ancora 5 anni fa, tanto a me non verra' mai niente con i miei 40 concerti all'anno.LADRI LADRI LADRI LADRI etc etc
    • La SIAE scrive:
      Re: SIAE delenda est
      - Scritto da: angros
      come da oggettoNon potete vincere. Se ci abbattete, diventeremo più potenti di quanto voi possiate possa immaginare. :@Parola di SIAE
      • angros scrive:
        Re: SIAE delenda est

        Non potete vincere. Se ci abbattete, diventeremo
        più potenti di quanto voi possiate possa
        immaginare. Sì possiamo. Preparatevi a diventare molto potenti...
        • Guybrush scrive:
          Re: SIAE delenda est
          - Scritto da: angros

          Non potete vincere. Se ci abbattete, diventeremo

          più potenti di quanto voi possiate possa

          immaginare.

          Sì possiamo. Preparatevi a diventare molto
          potenti......questa era sottile :-DMo', a parte le trottolate da parte dei tartassati, la SIAE dovrebbe cambiare nome in SIE, visto che la A non e' molto considerata.CiaoGT
  • elg22 scrive:
    incapaci e malandrini
    che schifo!
Chiudi i commenti