Cassandra Crossing/ L'email di chi?

di Marco Calmari - Te lo do io il Pacchetto Sicurezza! Costruiamo il Pacchetto Privacy - Parte prima: Come e perché non usare i provider di posta elettronica


Roma – Credo che bene o male tutti abbiano avuto notizia dell’ormai approvato “Pacchetto Sicurezza”, il quale contiene norme molto invasive, ed oltretutto in parte poco chiare, sulla data retention relativa ai file di log e simili. Le norme si applicano a qualunque tipo di comunicazione telefonica o telematica, ed in particolare ai log di posta e dei server web. Pare quasi certo che i contenuti delle comunicazioni siano esclusi, ma non c’è completa chiarezza a riguardo.

Interpretando la norma (ma, anche se ho esperienza nel settore, non sono un avvocato specializzato, quindi si faccia un minimo di tara), e restringendo il campo di queste considerazioni a posta e navigazione web, si presentano tre possibilità:

– Il detentore dei log è un ISP, un provider o comunque un fornitore di servizi a carattere commerciale, come ad esempio un internet point; in questo caso i log devono essere memorizzati a cura e spese del titolare (con quali modalità non è stabilito) fino al 2007, quando il “Pacchetto Sicurezza” verrà riesaminato in sede legislativa;

– Il detentore dei log è un fornitore di servizi a carattere non commerciale, come ad esempio uno user group od una ONLUS; in questo caso la situazione è più vaga. In precedenza, con certezza, questi soggetti non erano tenuti (in pratica) alla conservazione dei log. La mia interpretazione è che il “Pacchetto Sicurezza” abbia purtroppo rovesciato questa situazione, ma bisognerà aspettare interpretazioni ufficiali o casi pratici per essere sicuri;

– Il detentore dei log è un privato che non fornisce servizi a terzi. Questa figura non è un caso assurdo; chiunque abbia un dominio con indirizzi di posta che si gestisce autonomamente, od un sito web personale (non in hosting) ha, sulla sua macchina, un server di posta e/o web che viene usato da terzi (chi gli invia posta o chi sfoglia il suo sito web) e che ovviamente produce i log relativi. La mia interpretazione (confortata da moltissimi precedenti, dal testo della legge ed anche da un minimo di ragionevolezza) è che una tale figura non sia riconducibile ad un fornitore di servizi, e sia quindi esentata dalla conservazione dei log.

Supponendo valide queste premesse, passiamo a questa prima parte del “Pacchetto Privacy”.

Si tratta di una iniziativa, da sviluppare col tempo e la collaborazione di tutti, volta a ridurre, in maniera assolutamente legale e per quanto possibile, il problema della data retention partendo da quella relativa alla posta elettronica.

Sarà impostata come un’iniziativa di self-help, cioè volta a permettere a persone dotate non tanto di conoscenze tecniche ma di un minimo di buona volontà, di difendersi da queste aggressioni legislative (sottolineo di nuovo, in maniera assolutamente civile e legale) in attesa che i nostri rappresentanti eletti si accorgano di quello che stanno facendo e/o di come i loro elettori la pensano a riguardo.

E’ infatti accaduto che, nelle ultime settimane, persino alte cariche dello Stato hanno parlato, anzi tuonato, in favore della privacy. Come opinione personale, ed in questo sono un “andreottiano” convinto, che applica la massima “chi pensa male fa peccato ma c’indovina”, ritengo che la vicenda, riassunta all’estremo, possa suonare così:

12 settembre 2001: “Intercettiamo tutto e tutti, così saremo più sicuri.”
Qualche mese fa: “Ohibo’, ma cosi intercettano anche noi!”
Qualche giorno fa: “Difendiamo la privacy dei cittadini, perchè è giusto e loro ci tengono tanto!”

Ma torniamo al “Pacchetto Privacy”..

I messaggi di posta elettronica viaggiano normalmente tra server di posta gestiti da soggetti appartenenti alle prime due categorie suddette; provider commerciali e non (ad esempio università) certamente conserveranno i log, anche nei casi dubbi, se non altro per cautela.

In Rete il percorso più comune di un messaggio di posta è il seguente:

1) pc del mittente
2) server SMTP del provider del mittente
3) server SMTP del provider del destinatario
4) server POP3 od IMAP del provider del destinatario
5) pc del destinatario

I server 2 e 3, e probabilmente 4, sono quasi sempre server di provider commerciali, che quindi devono conservare i log per la durata prevista dal “Pacchetto Sicurezza”.

Chi utilizza la posta elettronica puo’ sempre criptare il contenuto, rendendolo privato, ma non mantenere la riservatezza sugli scambi di corrispondenza, che saranno chiaramente ricostruibili incrociando i log di posta dei suddetti server.

Certo, persone avvedute possono utilizzare remailer e pseudonym server, ma questa non è (ancora) una soluzione alla portata della maggioranza degli utenti.

Utilizzando quindi le infrastrutture di posta esistenti, siamo soggetti alla data retention imposta dal “Pacchetto Sicurezza”, per tacer poi di tutte le attività di profiling commerciale che gli ISP fanno, da tempo, in maniera purtroppo legale, fino ad arrivare alla assoluta abiezione di Gmail ed assimilati. A proposito, se volete evitare di ricevere risposte a vostri messaggi da quelli che la pensano come me, non avete che da scrivermi da un account di Gmail.

Ma se si usasse un sistema di posta alternativo? Da quando si sono diffuse le ADSL flat non è una cosa irrealizzabile.

Se io, come privato, fossi il titolare del server di posta che uso, e quindi avessi il mio indirizzo di posta su questo server, i messaggi da me ricevuti non sarebbero memorizzati sui log, che avrei ovviamente provveduto legalmente a gettare.

Se il mittente che mi scrive utilizzasse un server SMTP locale della sua macchina (non registrato nè ufficiale) anche i log di partenza potrebbero non essere conservati (e vorrei vedere!) ed il messaggio diventerebbe quindi non tracciabile.

La situazione ideale è quella in cui tutti e due i corrispondenti hanno l’indirizzo di posta pubblico su un loro server, rendendo il funzionamento della posta assolutamente identico (log a parte) a quello della posta “normale”.

E’ una soluzione alla portata solo di smanettoni o guru? Non direi. Vediamo in pratica.

E’ necessario avere una macchina collegata permanentemente o quasi ad internet, e quindi sempre accesa; quindi ADSL flat e PC silenzioso od almeno lontano dal letto sono indispensabili. Una Pbox sarebbe l’ideale, ma non voglio fare pubblicità ai progetti a cui partecipo in questa sede. Il computer che useremo deve girare un server di posta; se è una macchina GNU/Linux probabilmente lo fa già a vostra insaputa e vi basterà programmarlo, e se è una macchina win*** potete installarne uno libero e gratuito.

Si deve poi registrare un proprio dominio (o più in economia un nome di computer) su uno dei siti tipo Dyndns.org che forniscono gratuitamente servizi di dns dinamico, ed installare sulla propria macchina il client relativo (anche questo libero e gratuito).

Poi si deve dire al server di posta locale,di ricevere la posta destinata a quel nome host, ed inoltrarla all’utente locale, o metterla a disposizione su un server (sempre locale) POP3 od IMAP. Vale quanto detto al punto precedente.

Dulcis in fundo, considerando che il nostro server casalingo potrebbe essere qualche volta scollegato (ad esempio quando la donna delle pulizie ha staccato la spina per attaccarci l’aspirapolvere) si deve definire un server di posta secondario che riceva la posta se il primario fosse momentaneamente spento, e gliela inoltri quando viene riacceso. Va benissimo il serverino di un altro collega con cui scambiarsi il favore.

Questa ultima cosa non è indispensabile (dipende da quanto spesso il nostro server viene spento) ma richiede di possedere non un nome host (gratuito) ma un dominio registrato (da 40 a 70 euro l’anno). Come titolare di un dominio registrato potrei fare anche tante altre cose, ma questa è un’altra storia.

Costo di tutta la faccenda? Da zero a 70 euro/anno, cioè più o meno il costo di una casella di posta “professionale”.

Tempo necessario per realizzarla? Qualche ora, che puo’ essere richiesta anche un amico esperto, tanto è una attività che si fa una volta per tutte.

Risultato? Diventiamo padroni dei messaggi che riceviamo ed inviamo, che non saranno più loggati da nessuno, ed il Grande Fratello per una volta si ritrova con le corna rotte. Con qualche ora di lavoro in più possiamo anche istruire il nostro server di posta a criptare le comunicazioni con gli altri server che supportano questa opzione (Secure-SMTP), quindi il contenuto dei messaggi che inviamo, anche se in chiaro, non è più intercettabile perchè viaggia comunque criptato.

Infine, dopo aver messo in piedi una tale struttura (ma qui veramente avrei bisogno del conforto di esperti giuristi a riguardo) mi risulta che si potrebbero fornire caselle di posta anche a “familiari” (in senso esteso, non necessariamente consanguinei o coabitanti) senza acquisire con questo il ruolo di fornitore di servizi. Anche i vostri amici sarebbero quindi a posto….

A questo punto molti staranno pensando “Come è complicato! Non ci riusciro’ mai.” Non è vero. Se ci pensate bene, avete sicuramente un conoscente in grado di farlo per voi. Dovrete insistere, perdere un po’ di tempo, chiedere dei favori, ma alla fine avrete il vostro server di posta e ne sarà valsa la pena: la vostra posta sfuggirà alla data retention.

Avete un PC ed una ADSL flat ? Allora potete farlo. Punto!

Ne vale la pena? E’ una cosa alla portata di molti? L’idea avrà successo? Rispondo alle prime due domande con due “Si”, il terzo dipenderà da chi punta su questa iniziativa.

Certo che sarebbe più pratico fare tutto questo con una Privacy Box, silenziosa, che consuma pochissima corrente, vi tiene sempre su l’ADSL e lascia completamente libero il vostro pc, ma questa sarebbe appunto pubblicità, quindi fate conto che non vi abbia detto niente, anzi, che nemmeno vi abbia dato l’indirizzo del sito e della mail list, che sono:
http://www.winstonsmith.info/pbox/index.html
http://lists.firenze.linux.it/cgi-bin/mailman/listinfo/p-box/

… ma mi sia invece limitato a darvi l’indirizzo della lista tecnica del FLUG dove chiedere informazioni anche su configurazioni di posta Linux:
http://lists.firenze.linux.it/cgi-bin/mailman/listinfo/tech/

… e di quella generale sulla privacy del Progetto Winston Smith
http://lists.firenze.linux.it/cgi-bin/mailman/listinfo/e-privacy/

Un saluto ed alla prossima
Marco Calamari

Precedenti interventi di M.C. sono disponibili qui

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    QUELLO CHE DOVREBBE SAPERE UNA PERSONA S
    QUELLO CHE DOVREBBE SAPERE UNA PERSONA SU DUE.Come proteggere la propria vita:*Ivan Epishkin* ha scritto & Slartibartfast ha tradotto: REGOLE DI SOPRAVVIVENZA IN STRADA: 1) Se incontrate qualcuno che vi chiede da fumare, la cosa migliore da fare è di colpirlo immediatamente in fronte con un pugno. 2) Se vi porgono la cordicella di un palloncino, prima di tutto trattenete il respiro e chiudere gli occhi. Contemporaneamente aprite la borsa antigas, estraete la maschera ed indossatela. Ricordate che, dalla rapidità dei vostri movimenti può dipendere la vostra vita. 3) Prima di entrare in un passaggio poco illuminato, lanciateci dentro qualche pietra per prendere l'iniziativa contro possibili aggressori.4) Se comunque incontrate tipi sospetti nell'androne di casa, fate attenzione a non spaventarli, chiedetegli subito i documenti. 5) Al momento dell'attacco non gridate mai: E' meglio usare qualcosa di più neutro, come: 6) Alcun consigli sul come respingere l'attacco di un violentatore restando comunque belle e attraenti: Alle ragazze ed alle signore si raccomanda di non portare minigonne o truccarsi. Un vecchio cappotto, stivali militari in similpelle e il volto imbrattato di fuliggine attirano meno l'attenzione del potenziale maniaco.7) Una bella acconciatura può essere afferrata dal delinquente per immobilizzarvi. Per questo la testa dev'essere rasata a zero, spalmata di vaselina o di crema grassa, la prossima volta potrebbe salvarvi la vita.8) Per salvarsi la vita la donna deve usare qualsiasi oggetto si trovi nella borsetta. Potrebbe trattarsi della spazzola, del deodorante, un sifone dell'acqua...9) Se osserverete queste semplici regole, per i delinquenti sarà difficile rapinarvi o usarvi violenza, quindi sceglieranno qualcun'altro come vittima.E non iniziate a perdere sangue finché non arriviamo.fonte: sconosciuto
  • Anonimo scrive:
    ho trovato questa pagina incredibile
    :| :| :| :| :| :| :| Burroughs: Il nuovo manuale delle Giovani Marmottehttp://www.carmillaonline.com/archives/2005/05/001365.htmlNota è un Racconto:| :| :| :| :| :| :|
  • Anonimo scrive:
    Pessimo gusto...
    E siti simili non vengono "chiusi" ?Non ho parole per un' imbeccile del genere.
    • Anonimo scrive:
      Re: Pessimo gusto...
      - Scritto da: Anonimo
      E siti simili non vengono "chiusi" ?
      Non ho parole per un' imbeccile del genere.Piazza la bandierina e non rompere :@
  • Solvalou scrive:
    La chiave e': dove NON colpiranno!
    Non colpiranno la Svizzera, dove hanno i soldi.Non colpiranno Montecarlo, dove hanno gli yacht.Non colpiranno i potenti, se non sono concorrenti di gente ancora piu' potente.Non useranno la loro arma piu' potente, il petrolio da cui dipendiamo per la sopravvivenza grazie alla politica dissennata di sprechi.Continueranno a colpire con le bombette e gli aeroplanini i poveracci, come i fintoterroristi hanno sempre fatto. E ci guadagneranno un altro paio di stati invasi, siria e iran. Cina e russia permettendo.Quando prima dell'undici settembre gli speculatori scommettono su una crisi, accade l'attentato, capisci che questi non sono VERI antagonisti alla nostra civilta' ma ci sono dentro fino al collo.E quando l'occidente gli paga la scommessa senza batter ciglio (scandalo e nessuno ne parla. WALL STREET E' PIU' SACRA DEI MORTI DEL 9/11!) e ne approfitta per tirar su campagne militari di importanza ben poco ideale capisci che i burattinai non stanno solo dalla loro parte.
    • GrOg scrive:
      Re: La chiave e': dove NON colpiranno!
      Caro, tu hai grossi problemi! :|
    • marcoweb scrive:
      Re: La chiave e': dove NON colpiranno!
      - Scritto da: Solvalou
      Non colpiranno la Svizzera, dove hanno i soldi.
      Non colpiranno Montecarlo, dove hanno gli yacht.
      Non colpiranno i potenti, se non sono concorrenti
      di gente ancora piu' potente.
      Non useranno la loro arma piu' potente, il
      petrolio da cui dipendiamo per la sopravvivenza
      grazie alla politica dissennata di sprechi.

      Continueranno a colpire con le bombette e gli
      aeroplanini i poveracci, come i fintoterroristi
      hanno sempre fatto. E ci guadagneranno un altro
      paio di stati invasi, siria e iran. Cina e russia
      permettendo.

      Quando prima dell'undici settembre gli
      speculatori scommettono su una crisi, accade
      l'attentato, capisci che questi non sono VERI
      antagonisti alla nostra civilta' ma ci sono
      dentro fino al collo.
      E quando l'occidente gli paga la scommessa senza
      batter ciglio (scandalo e nessuno ne parla. WALL
      STREET E' PIU' SACRA DEI MORTI DEL 9/11!) e ne
      approfitta per tirar su campagne militari di
      importanza ben poco ideale capisci che i
      burattinai non stanno solo dalla loro parte.Io non ci credo. Non ci credo perchè non penso che possano esistere persone che per soldi facciano cose del genere come organizzare attentati contro il loro stesso paese. Il fondamentalismo religioso esiste... ed è per questo che siamo nella situazione attuale.Non penso che la guerra in iraq sia stata fatta per il petrolio pechè ancora nessuno mi ha spiegato come gli americani prendono il petrolio dall' iraq.Inoltre non capisco perchè prima della guerra in Iraq l'Onu aveva un'importanza fondamentale nelle decisioni degli Stati , ed ora che si è rivelata corrotta (Oil for Food) nessuno ne parla. Non capisco cosa sta facendo e cosa farà la sinistra radicale, che appoggia il terrorismo e la "resistenza irachena". Ma se Al-Quaeida è una filiale della CIA, anche la resistenza irachena dovrebbe essere fintoterrorista? :)
      • Solvalou scrive:
        Re: La chiave e': dove NON colpiranno!

        Io non ci credo. Non ci credo perchè non penso
        che possano esistere persone che per soldi
        facciano cose del genere come organizzare
        attentati contro il loro stesso paese. Ah si'?http://en.wikipedia.org/wiki/Gulf_of_Tonkin_ResolutionIncidente nel golfo del tonchino fatto passare per attacco per trascinare gli stati uniti nella guerra del vietnam.http://en.wikipedia.org/wiki/Operation_NorthwoodsAmericani pianificarono finti attacchi terroristici per far guerra contro cuba.a proposito di cuba si ricorda come l'affondamento della uss maine, come da sito ufficiale della marinahttp://www.history.navy.mil/faqs/faq71-1.htmfosse ritenuto causato da una mina e abbia quindi portato gli USA in guerra contro la Spagna. Poi l'ipotesi della mina e' stata smentita, e del resto non si capisce come mai gli spagnoli all'affondamento della nave avessero fatto seguire un bel niente (che strategia e'?) e anzi avessero aiutato i naufraghi.http://www.thenewamerican.com/tna/2001/06-04-2001/vo17no12_facts.htmL'attacco di pearl harbor era prevedibile se non provocato indirettamente - dossier mccollum: altra provocazione per entrare in guerra.Inoltre se vedi un documento ufficiale del PNAC bushiano,http://www.newamericancentury.org/RebuildingAmericasDefenses.pdfA un certo punto considerano la possibilita' di una nuova pearl harbor (ovviamente considerata innocentemente come possibilita').E a tutto questo aggiungi migliaia di altre cospirazioni che stanno nei libri di storia.Ora, dal 40 in poi, dopo Hitler, il mondo dipinto dai media e' come una scacchiera, bianchi contro neri, nessuna cospirazione, solo coincidenze o inettitudini. Se permettete non la bevo.
  • Anonimo scrive:
    Io un'idea ce l'avrei
    Io avrei un'idea su una certa villa in provincia di Milano...:D
    • Anonimo scrive:
      Re: Io un'idea ce l'avrei
      - Scritto da: Anonimo
      Io avrei un'idea su una certa villa in provincia
      di Milano...
      :Dse mi dai le coordinate ci scommetto pure io:D
    • Anonimo scrive:
      Re: Io un'idea ce l'avrei
      - Scritto da: Anonimo
      Io avrei un'idea su una certa villa in provincia
      di Milano...
      :DNooO!!! La mia casa nooo!!! E L'asilo di arcore che è di fianco a casa mia? Non potete farlo! Sono solo dei bambini! Brutti comuterroislamofascinazistilinuxariwinarimacachimangiatori di bambinI!!! :@:@:@
  • Anonimo scrive:
    Pope Countdown
    Ma poi c'è stato un vincitore per il "Pope Countdown"? E che cosa o quanto ha preso?
  • Anonimo scrive:
    Gara di frasi Cattivo gusto
    ----------------------------------------------------------------Nota queste non sono le frasi in gioco----------------------------------------------------------------# La vita stessa è una citazione. (Jorge Luis Borges)# Odio le citazioni. Dimmi quello che sai. (Ralph Waldo Emerson)# La citazione più preziosa è quella di cui non riesci a trovare la fonte. (Arthur Bloch) (rotfl)---------------------------------------------------------------- (rotfl) regolamento (rotfl) Gara di frasi Cattivo gusto----------------------------------------------------------------Non sono consentitifrasi turpiloquiofrasi razzista o sessistafrasi con linguaggio offensivo---------------------------------------------------------------- Cominciamo con questa frase esempio:----------------------------------------------------------------Noi pochi, siamo i pochi felici, e visto che molti di voi verranno massacrati, ce ne saranno ancora meno, e secondo le leggi della termodinamica e della probabilità, la restante felicità sarà ridistribuita tra i vivi, rendendoli davvero molto felici. Più dei morti, in ogni caso.
    • Anonimo scrive:
      Re: Gara di frasi Cattivo gusto
      - Scritto da: Anonimo
      Noi pochi, siamo i pochi felici, e visto che
      molti di voi verranno massacrati, ce ne saranno
      ancora meno, e secondo le leggi della
      termodinamica e della probabilità, la restante
      felicità sarà ridistribuita tra i vivi,
      rendendoli davvero molto felici. Più dei morti,
      in ogni caso.Scusa ma mi pare una cazzata
      • Anonimo scrive:
        Re: Gara di frasi Cattivo gusto
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        Noi pochi, siamo i pochi felici, e visto che

        molti di voi verranno massacrati, ce ne saranno

        ancora meno, e secondo le leggi della

        termodinamica e della probabilità, la restante

        felicità sarà ridistribuita tra i vivi,

        rendendoli davvero molto felici. Più dei morti,

        in ogni caso.

        Scusa ma mi pare una cazzataIo sono la gomma tu la colla (G. Threepwood)
    • Anonimo scrive:
      Re: Gara di frasi Cattivo gusto
      "anguria con le cozze"
    • marcoweb scrive:
      Re: Gara di frasi Cattivo gusto

      Noi pochi, siamo i pochi felici, e visto che
      molti di voi verranno massacrati, ce ne saranno
      ancora meno, e secondo le leggi della
      termodinamica e della probabilità, la restante
      felicità sarà ridistribuita tra i vivi,
      rendendoli davvero molto felici. Più dei morti,
      in ogni caso."Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana. Ma non sono più sicuro della prima."A.Einstein
  • Anonimo scrive:
    Comunisti e antiamericani?
    In realtà questi non hanno fatto altro che copiare un progetto serissimo (ma mai partito) proposto da un senatore degli stati uniti e finanziato dal pentagono.Solo un italiano poteva concepire questa cosa? Leggetevi 'sti articoli:http://www.reason.com/rb/rb073003.shtmlhttp://www.theconnection.org/shows/2003/08/20030804_a_main.asphttp://www.cbsnews.com/stories/2003/07/29/attack/main565655.shtml
  • Anonimo scrive:
    le vostre guerre, i nostri morti
    e di repubblica.it che fa un articolo senza mettere il link al sito?http://www.repubblica.it/2005/i/sezioni/scienza_e_tecnologia/giocoterrore/giocoterrore/giocoterrore.html
  • Anonimo scrive:
    Osama dove ha scomesso?
    Comunque lui dovrebbe essere fuori gioco. :|
  • Anonimo scrive:
    Figata!!!
    Bisognerebbe solo alzare il premio, poi è tutto perfetto :):)
    • Anonimo scrive:
      Re: Figata!!!
      - Scritto da: Anonimo
      Bisognerebbe solo alzare il premio, poi è tutto
      perfetto :):)Poi diventa una fonte di finanziamento per gli attentatori
  • Anonimo scrive:
    Alla luce di quanto letto qui...
    http://www.rainews24.rai.it/Notizia.asp?NewsID=56294direi...Milano.O una delle città a seguire, che se non ricordo male dovrebbero essere Roma, Torino, Venezia. Solo non ricordo le date. Comunque si parlava di Ottobre.
  • Funz scrive:
    Re: Non posso dirvi dove ma quando
    Ma che cavolata... ripostalo il 12 novembre cosi' ci facciamo due risate alle spalle di 'sto mitomane paranormale :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Non posso dirvi dove ma quando
      interessante non abbia "visto" madrid e londra...a meno che non abbia premonizioni limitate agli states javascript:void(0);:|
  • Anonimo scrive:
    Il proprietario del sito è Italiano...
    Ovviamente il proprietario del sito è italiano, di Roma per la precisione.E per ideare un sito di così cattivo gusto non poteva che essere tale...Se poi guardate le sue aste pregresse ha comprato il libro:Brand Hijack : Marketing Without Marketing by Aleforse è da questo libro che ha imparato i metodi per farsi sponsorizzare gratuitamente da PI, anche se per ora la fatica gli frutterà solo 5$ di banner :
    • Anonimo scrive:
      Re: Il proprietario del sito è Italiano.
      - Scritto da: Anonimo
      Ovviamente il proprietario del sito è italiano,
      di Roma per la precisione.
      E per ideare un sito di così cattivo gusto non
      poteva che essere tale...
      Se poi guardate le sue aste pregresse ha comprato
      il libro:
      Brand Hijack : Marketing Without Marketing by Ale

      forse è da questo libro che ha imparato i metodi
      per farsi sponsorizzare gratuitamente da PI,
      anche se per ora la fatica gli frutterà solo 5$
      di banner :Cioè ... spiegaci un pò sta parte:
      Ovviamente il proprietario del sito è italiano,
      di Roma per la precisione.
      E per ideare un sito di così cattivo gusto non
      poteva che essere tale...Se hai problemi coi romani ...
      • Anonimo scrive:
        Re: Il proprietario del sito è Italiano.
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Ovviamente il proprietario del sito è italiano,

        di Roma per la precisione.

        E per ideare un sito di così cattivo gusto non

        poteva che essere tale...

        Se poi guardate le sue aste pregresse ha
        comprato

        il libro:

        Brand Hijack : Marketing Without Marketing by
        Ale



        forse è da questo libro che ha imparato i metodi

        per farsi sponsorizzare gratuitamente da PI,

        anche se per ora la fatica gli frutterà solo 5$

        di banner :

        Cioè ... spiegaci un pò sta parte:


        Ovviamente il proprietario del sito è italiano,

        di Roma per la precisione.

        E per ideare un sito di così cattivo gusto non

        poteva che essere tale...

        Se hai problemi coi romani ...
        • Anonimo scrive:
          Re: Il proprietario del sito è Italiano.



          Ovviamente il proprietario del sito è
          italiano,


          di Roma per la precisione.


          E per ideare un sito di così cattivo gusto non


          poteva che essere tale...


          Se hai problemi coi romani ...Sono stato frainteso: non era mirata ai romani, ma agli italiani in generale.Nel senso che ad un americano o ad un inglese non sarebbe mai venuto in mente di pubblicare un sito così grottesco...
          • Anonimo scrive:
            Re: Il proprietario del sito è Italiano.
            - Scritto da: Anonimo




            Ovviamente il proprietario del sito è

            italiano,



            di Roma per la precisione.



            E per ideare un sito di così cattivo gusto
            non



            poteva che essere tale...





            Se hai problemi coi romani ...

            Sono stato frainteso: non era mirata ai romani,
            ma agli italiani in generale.
            Nel senso che ad un americano o ad un inglese non
            sarebbe mai venuto in mente di pubblicare un sito
            così grottesco...Loro punnlicano le foto degli attentati direttamente su rotten, oppure ti offrono le foto di guerra per qualche foto porno. Eh, già, a loro una cosa così casta non sarebbe mai venuta in mente
          • Anonimo scrive:
            Re: Il proprietario del sito è Italiano.
            ah.. però i morti provocati dalla guerra degli americani e inglesi (e anche noi ovviamente) non è ancora più grottesco??? meglio un sito che un morto!
    • sathia scrive:
      Re: Il proprietario del sito è Italiano.
      - Scritto da: Anonimo
      Ovviamente il proprietario del sito è italiano,
      di Roma per la precisione.
      E per ideare un sito di così cattivo gusto non
      poteva che essere tale...e ha ottenuto esattamente quello che voleva.viral marketing questo sconosciuto
  • Anonimo scrive:
    ringraziate le guerre
    se oggi potete stare tranquilli a fare i comunisti con il cellulare, la scarpa firmata e la vacanzetta pagata da papino è perchè vivete in un paese dominatore. Volete uguaglianza? Dividete le vostre ricchezze con questi paesi, vediamo quando vi tolgono il cellulare come piangete. Se questi paesi vincono per voi è finita la pacchia e comincia per loro.I soliti ragazzini con il moccio al naso che non capiscono niente.
    • psychedelicsys scrive:
      Re: ringraziate le guerre
      dividere??? "gli" e le rubiamo le ricchezze (petrolio).... in cambio di bombe
      • Anonimo scrive:
        Re: ringraziate le guerre
        ed infatti puoi permetterti di avere cellulari, scarpe e computer. Se il petrolio glielo lasci questi non si fanno scrupoli a ricattarti e a vendertelo a 200 dollari al barile e te il jeans firmato non lo compri più
    • avvelenato scrive:
      Re: ringraziate le guerre
      - Scritto da: Anonimo
      se oggi potete stare tranquilli a fare i
      comunisti con il cellulare, la scarpa firmata e
      la vacanzetta pagata da papino è perchè vivete in
      un paese dominatore. Volete uguaglianza? Dividete
      le vostre ricchezze con questi paesi, vediamo
      quando vi tolgono il cellulare come piangete. Se
      questi paesi vincono per voi è finita la pacchia
      e comincia per loro.
      I soliti ragazzini con il moccio al naso che non
      capiscono niente.é una stupidaggine colossale quella che dici. Se volessimo uguaglianza PRIMA chi dichiara 13milioni di euro di reddito (e chissà quanto non ne dichiara, visto che la medesima persona ha testualmente ammesso che "è giusto evadere le tasse se le si reputa moralmente iniquie") dovrebbe pareggiare i conti con chi fa la fame, e solo MOLTO MOLTO MOLTO MOLTO dopo toccherebbe a chi con uno stipendio proletario si lascia intortare da cazzabubbole come i cellulari da te citati che comunque a taiwan costano un tot al kg.Se avessimo uguaglianza, la produzione industriale serverebbe per diminuire il costo al dettaglio aumentando la produzione e diminuendo il costo per produzione.Invece, la produzione industriale serve a consentire margini di guadagno a chi possiede i mezzi industriali, vendendo i prodotti industriali a prezzo artigianale. Tipo una camicia che la pago 50euro, prodotta industrialmente, quando con 50euro posso andare da un sarto e farmene fare una.==================================Modificato dall'autore il 16/09/2005 1.45.23
      • Anonimo scrive:
        Re: ringraziate le guerre
        Berlusca ha un capitale di 13 miliardi euro, diviso 60 milioni di italiani sono 216 euro in tasca. Dividendo le risorse di tutti i milionari italiani ti puoi mettere in tasca al massimo 30000 euro ed una sola volta. Tu con quella cifra puoi creare industrie in grado di competere sul mercato? Se come dici te dovrebbe diminuire il prezzo del prodotto allora preparati: i soldi del dirigente sono briciole rispetto alle paghe degli operai. Se la fiat incassa 1 miliardo all'anno ed un operaio prende 20000 euro di stipendio l'anno (tasse comprese) fanno: 50000 dipendenti. Capito ignorantone, i soldi dei tuoi ricconi non ci comprano neanche la carta igienica a queste popolazioni. Sono i soldi di 60000000 di italiani a fare la differenza. I miliardari sono più pochi di quelli che credi.
        • avvelenato scrive:
          Re: ringraziate le guerre
          - Scritto da: Anonimo
          Berlusca ha un capitale di 13 miliardi euro,
          diviso 60 milioni di italiani sono 216 euro in
          tasca. Dividendo le risorse di tutti i milionari
          italiani ti puoi mettere in tasca al massimo
          30000 euro ed una sola volta. Tu con quella cifra
          puoi creare industrie in grado di competere sul
          mercato?
          Se come dici te dovrebbe diminuire il prezzo del
          prodotto allora preparati: i soldi del dirigente
          sono briciole rispetto alle paghe degli operai.
          Se la fiat incassa 1 miliardo all'anno ed un
          operaio prende 20000 euro di stipendio l'anno
          (tasse comprese) fanno: 50000 dipendenti. Capito
          ignorantone, i soldi dei tuoi ricconi non ci
          comprano neanche la carta igienica a queste
          popolazioni. Sono i soldi di 60000000 di italiani
          a fare la differenza. I miliardari sono più pochi
          di quelli che credi.

          c'è un numero che ha sempre stuzzicato la mia fantasia, fin da quando ero piccolo, nei libri di geografia, ed è il pil pro capite. Ti stupiresti infatti scoprire che esistono dei paesi dove il pil pro capite è di 1000$ /anno. Pensa che ci sono paesi dove è di 500, o addirittura di 50!E quando ero piccolo mi domandavo: ma questi a Natale si fanno regalare il pane? Poi qualcuno mi spiegò che i prezzi dei beni erano differenti, in modo che anche loro potessero comprarsi delle cose.Più tardi appresi la teoria dei prezzi e l'equilibrio tra domanda e offerta, no, hai presente degli scemetti tipo Keynes?Insomma, sono convinto che in un regime di collaborazione globale, benché quasi utopistico, sarebbe possibile avere un benessere generale diffuso.Chiaro che avrebbe dei costi: mica in 6 miliardi potremmo tutti avere l'automobile! Quello che il tuo cinismo non riesce a superare è che non esiste nessun diritto congenito che dice che noi occidentali possiamo avere 2 auto e 3 tv a famiglia e una famiglia cinese o africana no!Se tu poi vuoi fare il ragionamento del tipo "io ne ho diritto perché il mio stato ha la forza di mantenere lo status quo", poi non lamentarti quando questa forza viene messa alla prova. Sono i bauscia come te i responsabili dei morti occidentali negli attentati.
          • Avion scrive:
            Re: ringraziate le guerre
            - Scritto da: avvelenato
            Insomma, sono convinto che in un regime di
            collaborazione globale, benché quasi utopistico,
            sarebbe possibile avere un benessere generale
            diffuso.
            Vero, vero. In URSS funzionò benissimo.
            Chiaro che avrebbe dei costi: mica in 6 miliardi
            potremmo tutti avere l'automobile! Quello che il
            tuo cinismo non riesce a superare è che non
            esiste nessun diritto congenito che dice che noi
            occidentali possiamo avere 2 auto e 3 tv a
            famiglia e una famiglia cinese o africana no!
            Infatti di norma bisogna meritarsele.Se imparano a lavorare, ce la possono fare. Non è una critica tipo "terrone scansafatiche", ma proprio che non sanno come lavorare e bisogna insegnarglielo, insieme alle strategie economiche, cioè a cosa produrre.
            Se tu poi vuoi fare il ragionamento del tipo "io
            ne ho diritto perché il mio stato ha la forza di
            mantenere lo status quo", poi non lamentarti
            quando questa forza viene messa alla prova. Sono
            i bauscia come te i responsabili dei morti
            occidentali negli attentati.R O T F LGli estermisti islamici non ci odiano perché siamo ricchi. Ci odiano perché sono scandalizzati dalla nostra cultura, in cui si sentono fuori posto. E chi vuole diventare potente cavalca l'onda di questo disagio e li manda a farsi saltare in aria dicendo che renderanno il mondo migliore.Piantala con queste idee da bimbo dell'asilo.
          • avvelenato scrive:
            Re: ringraziate le guerre
            - Scritto da: Avion

            - Scritto da: avvelenato


            Insomma, sono convinto che in un regime di

            collaborazione globale, benché quasi utopistico,

            sarebbe possibile avere un benessere generale

            diffuso.


            Vero, vero. In URSS funzionò benissimo.


            Chiaro che avrebbe dei costi: mica in 6 miliardi

            potremmo tutti avere l'automobile! Quello che il

            tuo cinismo non riesce a superare è che non

            esiste nessun diritto congenito che dice che noi

            occidentali possiamo avere 2 auto e 3 tv a

            famiglia e una famiglia cinese o africana no!


            Infatti di norma bisogna meritarsele.
            Se imparano a lavorare, ce la possono fare. Non è
            una critica tipo "terrone scansafatiche", ma
            proprio che non sanno come lavorare e bisogna
            insegnarglielo, insieme alle strategie
            economiche, cioè a cosa produrre.
            non sanno lavorare?semmai hanno un background disastroso di dittature e soprusi occidentali, colonialismi, guerre estere e civili?

            Se tu poi vuoi fare il ragionamento del tipo "io

            ne ho diritto perché il mio stato ha la forza di

            mantenere lo status quo", poi non lamentarti

            quando questa forza viene messa alla prova. Sono

            i bauscia come te i responsabili dei morti

            occidentali negli attentati.

            R O T F L
            Gli estermisti islamici non ci odiano perché
            siamo ricchi. Ci odiano perché sono scandalizzati
            dalla nostra cultura, in cui si sentono fuori
            posto. E chi vuole diventare potente cavalca
            l'onda di questo disagio e li manda a farsi
            saltare in aria dicendo che renderanno il mondo
            migliore.non ci odiano solo gli estremisti islamici, e non ci odiano per le ragioni che dici te. Ci odiano più o meno tutti perché ci vogliamo considerare gli unici ad aver diritto a 3 tv e due auto x famiglia, tutto qui. Loro lavorano 14ore al giorno, un festivo al mese, senza spese sanitarie, senza tutele sociali, ecc, e noi mangiamo.Assomiglia molto alla situazione francese nel 700, chi lavora e chi gozzoviglia. Attento perché la ghigliottina è pronta e sta per essere scoperta
            Piantala con queste idee da bimbo dell'asilo.piantala te con queste idee da colonialista in erba!
          • marcoweb scrive:
            Re: ringraziate le guerre

            Chiaro che avrebbe dei costi: mica in 6 miliardi
            potremmo tutti avere l'automobile! Quello che il
            tuo cinismo non riesce a superare è che non
            esiste nessun diritto congenito che dice che noi
            occidentali possiamo avere 2 auto e 3 tv a
            famiglia e una famiglia cinese o africana no!Sicuramente dovremmo cambiare il nostro stile di vita rinunciando a qualcosa.E oltretutto la terra fatica già a sostenere un miliardo di persone con uno stile di vita occidentale.Con 6 miliardi.... collasserebbe.Inoltre i prezzi degli oggetti aumenterebbero e il potere d'acquisto diminuirebbe.Prendi d'esempio i pc. Sono fatti nel sud-est asiatico dove lavorano molte più ore e con stipendi molto minori.Se introduciamo la settimana lavorativa italiana e ci aggiungiamo gli scioperi....:| I prezzi dei componenti dei computer aumenteranno del 10000%!
      • matcion scrive:
        Re: ringraziate le guerre
        .

        Invece, la produzione industriale serve a
        consentire margini di guadagno a chi possiede i
        mezzi industriali, vendendo i prodotti
        industriali a prezzo artigianale. Tipo una
        camicia che la pago 50euro, prodotta
        industrialmente, quando con 50euro posso andare
        da un sarto e farmene fare una.
        Conosci veramente una sarta che con 50 euro ti fa una camicia su misura a mano???
        • avvelenato scrive:
          Re: ringraziate le guerre
          - Scritto da: matcion
          .



          Invece, la produzione industriale serve a

          consentire margini di guadagno a chi possiede i

          mezzi industriali, vendendo i prodotti

          industriali a prezzo artigianale. Tipo una

          camicia che la pago 50euro, prodotta

          industrialmente, quando con 50euro posso andare

          da un sarto e farmene fare una.



          Conosci veramente una sarta che con 50 euro ti fa
          una camicia su misura a mano???Ne conosco una che me le fa aggratisse. Mia mamma.
      • Anonimo scrive:
        5 --
        ma un corso d'Italiano?
    • Anonimo scrive:
      Re: ringraziate le guerre
      - Scritto da: Anonimo
      se oggi potete stare tranquilli a fare i
      comunisti con il cellulare, la scarpa firmata e
      la vacanzetta pagata da papino è perchè vivete in
      un paese dominatore. Volete uguaglianza? Dividete
      le vostre ricchezze con questi paesi, vediamo
      quando vi tolgono il cellulare come piangete. Se
      questi paesi vincono per voi è finita la pacchia
      e comincia per loro.
      I soliti ragazzini con il moccio al naso che non
      capiscono niente.:D
    • Anonimo scrive:
      Re: ringraziate le guerre
      - Scritto da: Anonimo
      se oggi potete stare tranquilli a fare i
      comunisti con il cellulare, la scarpa firmata e
      la vacanzetta pagata da papino è perchè vivete in
      un paese dominatore. Volete uguaglianza? Dividete
      le vostre ricchezze con questi paesi, vediamo
      quando vi tolgono il cellulare come piangete. Se
      questi paesi vincono per voi è finita la pacchia
      e comincia per loro.
      I soliti ragazzini con il moccio al naso che non
      capiscono niente.Quoto e straquoto....
      • Anonimo scrive:
        Re: ringraziate le guerre
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        se oggi potete stare tranquilli a fare i

        comunisti con il cellulare, la scarpa firmata e

        la vacanzetta pagata da papino è perchè vivete
        in

        un paese dominatore. Volete uguaglianza?
        Dividete

        le vostre ricchezze con questi paesi, vediamo

        quando vi tolgono il cellulare come piangete. Se

        questi paesi vincono per voi è finita la pacchia

        e comincia per loro.

        I soliti ragazzini con il moccio al naso che non

        capiscono niente.


        Quoto e straquoto....Fate schifo!Per il vostro telefonino e le vostre automobili apprezzate guerre che uccidono civili e bambini!Guerrafondai!
        • Anonimo scrive:
          Re: ringraziate le guerre

          Fate schifo!
          Per il vostro telefonino e le vostre automobili
          apprezzate guerre che uccidono civili e bambini!
          Guerrafondai!facile parlara di pace con la pancia piena. E' la natura, quando le risorse sono poche i gruppi si scontrano per il loro possesso.
    • Anonimo scrive:
      Re: ringraziate le guerre
      - Scritto da: Anonimo
      se oggi potete stare tranquilli a fare i
      comunisti con il cellulare, la scarpa firmata e
      la vacanzetta pagata da papino è perchè vivete in
      un paese dominatore. Volete uguaglianza? Dividete
      le vostre ricchezze con questi paesi, vediamo
      quando vi tolgono il cellulare come piangete. Se
      questi paesi vincono per voi è finita la pacchia
      e comincia per loro...E' inutile che sbraiti così forte, tanto alla lunga vinceranno loro... :p
    • Solvalou scrive:
      Re: ringraziate le guerre
      Primo: dove hai fatto il militare tu, o prode guerriero di destra? presentazione? comandante? motto del reggimento? Stai parlando con il figlio di un decorato che ha fatto il suo bell'annetto di naja in un reparto operativo, tanto per mettere le carte in tavola ok?Secondo, sai su cosa sono le accise della benzina che anche tu paghi maggiorata? Controlla.Sono per le catastrofi e le guerre. la guerra impoverisce chi la fa, e chi la subisce. Sai quanti miliardi di dollari costa la campagna in iraq? E lo sai che i profitti dai contratti petroliferi del dopo saddam finiranno dappertutto fuorche' in tasca a te? Torna ai tuoi videogggiochi treddi' e non sputtanarti oltre, grazie.
  • Anonimo scrive:
    gioco stupido
    nfc
  • Anonimo scrive:
    E il fantamorto?
    non ne parla nessuno?
  • Anonimo scrive:
    I comunisti con la marketing-filia
    Testi intrisi di comunismo becero e beota, pero' adoranti il marketing come innamorati della peggiore delle parafilie.Che cosa cupa e schifosa.Il tutto condito con il cattivo gusto di chi a sinistra, fra un po' di filoislamismo filoimmigrazionista e un po' di riscoperto razzismo antiebraico, non vede con particolare antipatia il terrorismo islamico. Anzi qualcuno organizza persino raccolte fondi per finanziare chi fa stragi di militari e civili in Irak.Ma il punto e' che questa squallida gente di guerrilla marketing cerca odiens. Non gli venga fatta pubblicita' e gli si fara' il peggior torto.
    • avvelenato scrive:
      Re: I comunisti con la marketing-filia
      - Scritto da: Anonimo
      Testi intrisi di comunismo becero e beota, pero'
      adoranti il marketing come innamorati della
      peggiore delle parafilie.
      Che cosa cupa e schifosa.
      Il tutto condito con il cattivo gusto di chi a
      sinistra, fra un po' di filoislamismo
      filoimmigrazionista e un po' di riscoperto
      razzismo antiebraico, non vede con particolare
      antipatia il terrorismo islamico. Anzi qualcuno
      organizza persino raccolte fondi per finanziare
      chi fa stragi di militari e civili in Irak.

      Ma il punto e' che questa squallida gente di
      guerrilla marketing cerca odiens. Non gli venga
      fatta pubblicita' e gli si fara' il peggior
      torto.Dividi tutti i morti a danno dei paesi occidentali causati dai restanti per tutti i morti causati dai paesi occidentali a danno dei restanti, e otterrai il tuo QI.
    • Anonimo scrive:
      Re: I comunisti con la marketing-filia
      - Scritto da: Anonimo
      Testi intrisi di comunismo becero e beota, pero'
      adoranti il marketing come innamorati della
      peggiore delle parafilie.
      Che cosa cupa e schifosa.
      Il tutto condito con il cattivo gusto di chi a
      sinistra, fra un po' di filoislamismo
      filoimmigrazionista e un po' di riscoperto
      razzismo antiebraico, non vede con particolare
      antipatia il terrorismo islamico. Anzi qualcuno
      organizza persino raccolte fondi per finanziare
      chi fa stragi di militari e civili in Irak.Bello, sta tornando il razzismo quello vero, di chi si dichiara apertamente, condito con quel sano patriottismo becero del "romperemo le reni agli islamici"Sai che ti dico? Non starò qui a tentare di convincerti che quello che è successo a Calipari succede giornalmente con decine di irakeni, per non parlare delle torture reiterate su gente vagamente sospettata di conoscere qualche cuGGino della zia di un presunto terrorista. E tutto questo la chiamano insegnare la democrazia...Invece la prendo in maniera molto più cinica.Continuate ad andare in Iraq. Non andatevene!! Andate a difendere i pozzi petroliferi, così voi crepate lì e noi altri risolviamo il problema della disoccupazione.In fondo una guerra è la soluzione ad ogni crisi.
      • Anonimo scrive:
        Re: I comunisti con la marketing-filia
        Se proprio dovessi "rompere le reni" a qualcuno inizierei dai comunisti che sono il cancro dell'occidente e gli utili idioti dell'islamismo militante che invade etnoculturalmente e occupa ed espropria con la forza e con la guerra, come ha fatto in kosovo per esempio.
        • Anonimo scrive:
          Re: I comunisti con la marketing-filia
          - Scritto da: Anonimo
          Se proprio dovessi "rompere le reni" a qualcuno
          inizierei dai comunisti che sono il cancro
          dell'occidenteMa dove stanno sti comunisti? Se stiamo male è colpa di Bertinotti al 7%?O forse è colpa di chi pubblicamente grida al pericolo comunista, elogia il libero mercato e sotto sotto si fa allegramente i cazzi suoi?Siamo un paese di comunisti e non lo sapevo...
          e gli utili idioti dell'islamismo
          militante che invade etnoculturalmente e occupa
          ed espropria con la forza e con la guerra, come
          ha fatto in kosovo per esempio.Ah, beh, gli americani no, invece...
      • Avion scrive:
        Re: I comunisti con la marketing-filia
        - Scritto da: Anonimo
        Sai che ti dico? Non starò qui a tentare di
        convincerti che quello che è successo a Calipari
        succede giornalmente con decine di irakeniCerto, lo fanno i terroristi.
        • Anonimo scrive:
          Re: I comunisti con la marketing-filia
          - Scritto da: Avion

          - Scritto da: Anonimo


          Sai che ti dico? Non starò qui a tentare di

          convincerti che quello che è successo a Calipari

          succede giornalmente con decine di irakeni

          Certo, lo fanno i terroristi.Anche loro, ma non solo.Esci dalla parrocchia che è ora
      • Anonimo scrive:
        Re: I comunisti con la marketing-filia
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        Testi intrisi di comunismo becero e beota, pero'

        adoranti il marketing come innamorati della

        peggiore delle parafilie.

        Che cosa cupa e schifosa.

        Il tutto condito con il cattivo gusto di chi a

        sinistra, fra un po' di filoislamismo

        filoimmigrazionista e un po' di riscoperto

        razzismo antiebraico, non vede con particolare

        antipatia il terrorismo islamico. Anzi qualcuno

        organizza persino raccolte fondi per finanziare

        chi fa stragi di militari e civili in Irak.

        Bello, sta tornando il razzismo quello vero, di
        chi si dichiara apertamente, condito con quel
        sano patriottismo becero del "romperemo le reni
        agli islamici"

        Sai che ti dico? Non starò qui a tentare di
        convincerti che quello che è successo a Calipari
        succede giornalmente con decine di irakeni, per
        non parlare delle torture reiterate su gente
        vagamente sospettata di conoscere qualche cuGGino
        della zia di un presunto terrorista. E tutto
        questo la chiamano insegnare la democrazia...

        Invece la prendo in maniera molto più cinica.

        Continuate ad andare in Iraq. Non andatevene!!
        Andate a difendere i pozzi petroliferi, così voi
        crepate lì e noi altri risolviamo il problema
        della disoccupazione.

        In fondo una guerra è la soluzione ad ogni crisi."La guerra è la continuazione dell'attività politica con altri mezzi"Von Klausewitz
      • Anonimo scrive:
        Re: I comunisti con la marketing-filia
        quando il petrolio sarà esaurito...e tutto il mondo occidentale se ne infischierà dei paesi medio orientali, pensi che gli islamici smetteranno di farci attentati?? povero ingenuo....per noi forse la guerra è dettata da fini economici..per loro è ideologica....non finirà mai....che Saddam Hussein venga rimesso al suo posto!!! Lui almeno riusciva a tenerli a bada nell'unico modo possibile...cosa che noi da bravi paesi occidentali non possiamo fare....
    • Anonimo scrive:
      Re: I comunisti con la marketing-filia
      Zitto e piazza la bandierina :@
  • avvelenato scrive:
    Eh ma si può barare!
    Ma scusate, se io punto su di una città, ad esempio Luino, poi posso organizzare io stesso l'attentato! Così è troppo facile vincere la maglietta!!!
    • psychedelicsys scrive:
      Re: Eh ma si può barare!
      si! da carcerato ;)
      • avvelenato scrive:
        Re: Eh ma si può barare!
        - Scritto da: psychedelicsys
        si!
        da carcerato ;)Dai, fare 10 morti senza essere beccati non dev'essere affatto difficile, poi posso sempre farmi addestrare dalla CIA 8)
        • Anonimo scrive:
          Re: Eh ma si può barare!
          Credo che lo score (il n° delle vittime) debba superare una cinquantina, sennò non verrà considerato un attentato "serio" e non vincerai un bel niente... @^
          • avvelenato scrive:
            Re: Eh ma si può barare!
            - Scritto da: Anonimo
            Credo che lo score (il n° delle vittime) debba
            superare una cinquantina, sennò non verrà
            considerato un attentato "serio" e non vincerai
            un bel niente... @^mi par d'aver letto 10
  • avvelenato scrive:
    Ho scommesso su Luino
    Secondo me Motumbo è un kamikaze!
  • Anonimo scrive:
    Cattivo gusto
    Come da oggetto, d'accordo che oggi si scommette su tutto... e non solo oggi, gli inglesi lo fanno da sempre... ma così mi pare esagerato!Con che stato d'animo andresti a ritirare una vincita?
    • Anonimo scrive:
      Re: Cattivo gusto
      - Scritto da: Anonimo
      Come da oggetto, d'accordo che oggi si scommette
      su tutto... e non solo oggi, gli inglesi lo fanno
      da sempre... ma così mi pare esagerato!

      Con che stato d'animo andresti a ritirare una
      vincita?non la ritirerei, pero' il sito e' purtroppo realista.
    • Anonimo scrive:
      Re: Cattivo gusto
      - Scritto da: Anonimo
      Con che stato d'animo andresti a ritirare una
      vincita?Direi felice per la vincita
  • Anonimo scrive:
    amaro...
    ma vero.questi hanno capito cose che molti di noi si ostinano ancora ad ignorare...
    • Anonimo scrive:
      Re: amaro...
      - Scritto da: Anonimo
      ma vero.
      questi hanno capito cose che molti di noi si
      ostinano ancora ad ignorare...fa piacere vedere che l'italia viene data da tutti come la prossima; a pensare alle strategie dei terroristi questo mi fa pensare che forse ce la caviamo ancora per una volta.
    • Anonimo scrive:
      Re: amaro...
      - Scritto da: Anonimo
      ma vero.
      questi hanno capito cose che molti di noi si
      ostinano ancora ad ignorare...Che le magliette gialle sono belle?
      • avvelenato scrive:
        Re: amaro...
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        ma vero.

        questi hanno capito cose che molti di noi si

        ostinano ancora ad ignorare...

        Che le magliette gialle sono belle?Su questo se permetti avrei da ridire!
Chiudi i commenti