Casual gaming, se HTML5 è ancora acerbo

Wooga, sviluppatore videoludico per il web, abbandona la piattaforma HTML5 di Facebook e ammette: lo standard non è ancora pronto. Magari in futuro
Wooga, sviluppatore videoludico per il web, abbandona la piattaforma HTML5 di Facebook e ammette: lo standard non è ancora pronto. Magari in futuro

Magari HTML5 è il futuro di tutto quanto, ma per i giochini casual al momento è più un problema che un’opportunità. Lo sostiene lo sviluppatore tedesco Wooga , che dopo un primo tentativo di creazione HTML-centrica per Facebook getta la spugna : molto meglio iOS, per gli scacciapensieri giocosi.

HTML5? Arrivederci a tra qualche anno , forse: per Facebook Wooga ha realizzato Magic Land Island, ma nel creare il suo progetto la società ha realizzato quanto sia problematico l’impiego di HTML5 per proporre contenuti interattivi fruibili universalmente e senza intoppi.

“Sebbene i benefici di un futuro con una piattaforma aperta siano chiari per gli sviluppatori di giochi – dice Wooga – nel ciclo di sviluppo di Magic Land Island era divenuto palese che la tecnologia non era ancora pronta per l’esposizione al grande pubblico”.

Problemi con il gioco online e offline, problemi con le animazioni e il suono su dispositivi mobile, HTML5 ha tutto quello con cui uno sviluppatore non vorrebbe avere a che fare. Wooga ha dunque deciso di passare alla realizzazione di codice nativo per iOS, un mercato promettente dal punto di vista del business e molto meno problematico per lo sviluppo in sé.

Per quanto riguarda gli script HTML5 di Magic Land Island, Wooga ne ha distribuito una versione open source chiamata Pocket Island così da permettere agli altri sviluppatori di metterci sopra le mani e migliorare il codice. Prendete e hackatene tutti.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

27 06 2012
Link copiato negli appunti