Catania, operazione anti-streaming

La Guardia di Finanza di Catania ha denunciato otto persone per aver creato un vero e proprio traffico di streaming online illegale. Il materiale trasmesso in Rete riguarda trasmissioni televisive prelevate dalle piattaforme criptate

Roma – Sono stati denunciati a piede libero per violazione della legge relativa alla protezione del diritto d’autore otto soggetti, accusati di aver messo in piedi in Sicilia un sistema volto alla distribuzione di materiale audiovisivo in streaming.

Gli agenti del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Catania hanno scoperto delle vere e proprie salette attrezzate dove venivano prodotti flussi di dati audio e video provenienti dalla piattaforma satellitare e digitale . Il materiale destinato in Rete comprendeva film, eventi sportivi, concerti e show televisivi.

In cambio di tale attività, i denunciati ricevevano un compenso sia dai diversi banner pubblicitari presenti sui siti internet sia dalle offerte volontarie di chi usufruiva del servizio. ( C.S. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • snoopy scrive:
    Sarà un caso?
    Sarà un caso che Bernabè nei giorni scorsi abbia partecipato al metting del Bilderberg a St.Moritz dove, guardacaso, pare si sia parlato di come mettere sotto controllo la rete?
  • wrkwekalway swrk scrive:
    Amesso che Bernabè sbagli
    Quale sarebbe l'alternativa:- che telecom paghi la rete in fibra, tutti la scrocchino e poi telecom o fallisce o pesca dalle casse pubbliche per risanarsi?- che lo stati ricompri (con quali soldi?) la rete?Non sarebbe meglio che alcuni di questi imprenditori tirassero fuori un po' di soldi e partecipassero a fare con telecom la rete in fibra come si fa in GB e poi vantassero a diritto il diritto ad un giusto prezzo?
    • dentifricio scrive:
      Re: Amesso che Bernabè sbagli
      - Scritto da: wrkwekalway swrk
      Quale sarebbe l'alternativa:
      - che telecom paghi la rete in fibra, tutti la
      scrocchino e poi telecom o fallisce o pesca dalle
      casse pubbliche per
      risanarsi?
      - che lo stati ricompri (con quali soldi?) la
      rete?

      Non sarebbe meglio che alcuni di questi
      imprenditori tirassero fuori un po' di soldi e
      partecipassero a fare con telecom la rete in
      fibra come si fa in GB e poi vantassero a diritto
      il diritto ad un giusto
      prezzo?In GB le cose vanno peggio che da noi.
      • Zolfo scrive:
        Re: Amesso che Bernabè sbagli


        Non sarebbe meglio che alcuni di questi

        imprenditori tirassero fuori un po' di soldi e

        partecipassero a fare con telecom la rete in

        fibra come si fa in GB e poi vantassero a
        diritto

        il diritto ad un giusto

        prezzo?
        In GB le cose vanno peggio che da noi.Beh se qualcuno mettese del capitale e collaborasse con telecom a fare la NGN non sarebbe un guaio penso.
  • Igor A. scrive:
    Australia come esempio
    Non è vero che non c'è una situazione simile in tutto il mondo: in Australia, lo stato ha ri-comprato le infrastrutture da Telstra per poter ampliare la rete in fibra......ma che parlo a fare,lì sono in Australia :)...
    • goldbuster scrive:
      Re: Australia come esempio
      e adesso suka nano suka :)
    • Cxx scrive:
      Re: Australia come esempio
      - Scritto da: Igor A.
      in Australia, lo stato ha ri-comprato le infrastrutture da
      Telstra per poter ampliare la rete in fibra...se tremonti avesse Telcom da vendere sarebbe sul mercato per fare cassa
      • Mario scrive:
        Re: Australia come esempio
        l'ha anticipado Prodi senza pero' fare cassa...l'ha quasi regalata ai sui amichetti...
        • Zolfo scrive:
          Re: Australia come esempio

          l'ha anticipado Prodi senza pero' fare
          cassa...l'ha quasi regalata ai sui
          amichetti...Beh ci ha portato in europa: oggi dove saremmo con la Lira?A picco.
    • dentifricio scrive:
      Re: Australia come esempio
      - Scritto da: Igor A.
      Non è vero che non c'è una situazione simile in
      tutto il mondo: in Australia, lo stato ha
      ri-comprato le infrastrutture da Telstra per
      poter ampliare la rete in
      fibra...
      ...ma che parlo a fare,lì sono in Australia :)...Non è di dove sono, ma del debito pubblico che abbiamo noi.
  • giancarlo dal maso scrive:
    15 anni indietro
    non torneremo 15 anni indietro, ci siamo già.il sig. bernabè fa finta di non sapere che anche una intera via di schio (40000 abitanti) è priva di adsl.personalmente ho l'onore anche di ospitare due bei suoi pali nel mio giardino.giancarlo dal maso
    • Nome e cognome scrive:
      Re: 15 anni indietro
      Qualche dettaglio sul motivo per cui non è raggiunto da ADSL?
      • Mario scrive:
        Re: 15 anni indietro
        probabilmente non è vantaggioso portare i cavi economicamente...a questo si arriva cedendo le infrastrutture ai privati...
        • anonimo scrive:
          Re: 15 anni indietro
          - Scritto da: Mario
          probabilmente non è vantaggioso portare i cavi
          economicamente...a questo si arriva cedendo le
          infrastrutture ai
          privati...Se c'è il telefono non devono portare nessun cavo.
          • lol scrive:
            Re: 15 anni indietro


            probabilmente non è vantaggioso portare i cavi

            economicamente...a questo si arriva cedendo le

            infrastrutture ai

            privati...

            Se c'è il telefono non devono portare nessun cavo.sarà una centralina degli anni 60 sovraccarica come amano fare, tanto la voce paga di +
      • giancarlo dal maso scrive:
        Re: 15 anni indietro
        Non lo so.Appena tirati i fili venti anni fa avevo un altro numero che poi mi è stato cambiato d'ufficio.Un ex sip in pensione mi ha detto questa che la nuova numerazione non prevede adsl.Per internet ora ho un contratto wireless con un provider locale.Giancarlo
        • Cxx scrive:
          Re: 15 anni indietro

          Un ex sip in pensione mi ha detto questa che la
          nuova numerazione non prevede adsl.Questa affermazione non ha il minimo senso.Se hai il filo è solo questione da cosa c'è nella centrale a cui sei attaccato: o 0 DSLAM o tutti pieni.
    • Mario scrive:
      Re: 15 anni indietro
      quoto, che adesso Telecom dia la colpa al Governo che vuole addirittura metterci dei soldi...è veramente paradossale 0_0 ...
    • pinco pallino scrive:
      Re: 15 anni indietro
      - Scritto da: giancarlo dal maso
      non torneremo 15 anni indietro, ci siamo già.
      il sig. bernabè fa finta di non sapere che anche
      una intera via di schio (40000 abitanti) è priva
      di
      adsl.
      personalmente ho l'onore anche di ospitare due
      bei suoi pali nel mio
      giardino.

      giancarlo dal maso15 anni fa la mia linea telefonica aveva molti meno disturbi di adesso e certamente erano più rapidi ad intervenire con un tecnico.
Chiudi i commenti