C'era acqua su Marte

Uno dei rover marziani identifica una composizione rocciosa a base argilla. Segno della presenza di acqua nel passato del pianeta. E dove c'è acqua, spesso, c'è anche vita

Roma – Opportunity ne ha fatta un’altra delle sue, e la nuova impresa consiste nello scovare una roccia argillosa subito battezzata “Esperance” da NASA e compatibile con la presenza di condizioni ideali per la vita in un passato remoto di Marte. Il rover a zonzo da 9 anni sul pianeta aveva in precedenza individuato sedimenti di gesso , e la nuova scoperta non fa che confermare le speculazioni degli scienziati statunitensi.

Su Marte c’è gesso, carbonio e ora anche argilla: la videocamera a bordo di Opportunity conferma come Esperance sia stata chiaramente modellata e alterata dal passaggio di copiose quantità di acqua, con caratteristiche e segni che i ricercatori NASA hanno qualificato come “possibilmente favorevoli alla vita”.

“L’acqua che si è mossa attraverso le spaccature nel corso della storia di questa roccia – ha dichiarato il lead investigator di NASA Steve Squyres – avrebbe garantito condizioni maggiormente favorevoli ai processi biologici di qualsiasi altro ambiente umido archiviato nelle rocce”.

Su Marte NASA continua a fare nuove scoperte, mentre sulla Terra gli archivisti rinvengono esemplari di rocce e polvere lunari vecchi di 40 anni: una serie di fiale risalenti alla storica missione Apollo 11 è stata identificata nei magazzini del Lawrence Berkeley National Laboratory, probabile lascito di ricerche scientifiche compiute in passato e che ora verrà rispedito al mittente (cioè NASA) in attesa di nuove occasioni di studio.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • nome e cognome scrive:
    apple / google
    dopo essersi libera di apple (o essere stata scaricata, dipende dai punti di vista) samsung vuole liberarsi/essere scaricata anche da google?
  • benkj scrive:
    gnome 3 ???
    Cioè dopo aver investito per anni in EFL ed enlightenment, e dopo che tutti usano Qt che senso ha basare la versione desktop sul toolkit più indietro che c'è?
    • iRoby scrive:
      Re: gnome 3 ???
      Perché con le QT non ci sono UI specifiche per il touchscreen.C'è solo KDE che ha seguito la strada del desktop avanzato. Un peccato perché Canonical con Unity ha anticipato tutti nel mondo Linux con un'interfaccia molto versatile.E Gnome 3 sta evolvendo verso la convergenza tra desktop e touch.Entro i prossimi anni anche i monitor per desktop potrebbero essere touch. E già adesso quasi metà dei portatili escono con schermo touch.
      • benkj scrive:
        Re: gnome 3 ???
        - Scritto da: iRoby
        Perché con le QT non ci sono UI specifiche per il
        touchscreen.In realtà c'è plasma active, anche se non mi piace particolarmente
        E Gnome 3 sta evolvendo verso la convergenza tra
        desktop e touch.Gnome 3 è nato con questa idea ma imho ha fattilo (come winotto). Onestamente la soluzione migliore mi pare quella canonical per ora, ma dobbiamo vedere cosa tirano fuori. Quello che voglio dire è che mi pare assurdo mischiare le cose. Gnome3 si starà a modo suo muovendo verso la convergenza, ma tizen è già realtà, e non è basato su gtk ma su efl (a quanto ne so). enlightenment 17 (basato su efl) funziona molto bene sul desktop, l'unica cosa è che non ha un parco di applicazioni dedicate, ma può ovviamente lanciare app gtk e qt. Per offrire un api comune agli sviluppatori mi sembrava più sensato puntare su efl anche per la versione desktop
        • tucumcari scrive:
          Re: gnome 3 ???
          - Scritto da: benkj
          - Scritto da: iRoby

          Perché con le QT non ci sono UI specifiche
          per
          il

          touchscreen.

          In realtà c'è plasma active, anche se non mi
          piace
          particolarmente


          E Gnome 3 sta evolvendo verso la convergenza
          tra

          desktop e touch.
          Gnome 3 è nato con questa idea ma imho ha fattilo
          (come winotto). Onestamente la soluzione migliore
          mi pare quella canonical per ora, ma dobbiamo
          vedere cosa tirano fuori.


          Quello che voglio dire è che mi pare assurdo
          mischiare le cose. Gnome3 si starà a modo suo
          muovendo verso la convergenza, ma tizen è già
          realtà, e non è basato su gtk ma su efl (a quanto
          ne so). enlightenment 17 (basato su efl) funziona
          molto bene sul desktop, l'unica cosa è che non ha
          un parco di applicazioni dedicate, ma può
          ovviamente lanciare app gtk e qt. Per offrire un
          api comune agli sviluppatori mi sembrava più
          sensato puntare su efl anche per la versione
          desktop" ha fattilo "??Vabbè comunque si capisce lo stesso personalmente ho sempre trovato gnome insopportabile.
          • Glauco Polmonari scrive:
            Re: gnome 3 ???
            Ci vuole più grinta, più punti esclamativi:"Certo sono le condizioni di uso della piattaforma!e ovviamente sei tu che carichi qualcosa di illegale che non le rispetti non google!Mica sceglie lei quello che carichi!Sveglia!"Ora va meglio. Ispirazione qui: http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3368416&m=3369187#p3369187
      • bancai scrive:
        Re: gnome 3 ???
        - Scritto da: iRoby
        Perché con le QT non ci sono UI specifiche per il
        touchscreen.

        C'è solo KDE che ha seguito la strada del desktop
        avanzato. Un peccato perché Canonical con Unity
        ha anticipato tutti nel mondo Linux con
        un'interfaccia molto
        versatile.

        E Gnome 3 sta evolvendo verso la convergenza tra
        desktop e
        touch.

        Entro i prossimi anni anche i monitor per desktop
        potrebbero essere touch. E già adesso quasi metà
        dei portatili escono con schermo
        touch.quindi ubuntu con qt e mir ha sbagliato tutto?
    • qualcuno scrive:
      Re: gnome 3 ???
      Purtroppo c'é questa mania di trattare gli utenti come idioti. Una volta che si sono abituati ad una interfaccia secondo loro non cambieranno piú.Quindi volevano evitare di avere lo stesso look & feel di possibili concorrenti. (Ubuntu phone?)
Chiudi i commenti