Che succede in Svezia?

C'è una legge molto contestata che sta per entrare in vigore. C'è un processo, a suo modo storico, che attende una sentenza. E c'è un film che presto potrebbe venire piratato

Roma – Peter Sunde , autodefinitosi portavoce di The Pirate Bay, prevede ancora una “vittoria epica” nel processo che vede contrapposti lui e altri tre “fondatori” della Baia ad un procuratore svedese e ai rappresentanti dell’industria della musica e del cinema. In una breve intervista rilasciata a Torrentfreak si dice “davvero contento (di come andato il processo, ndr) e prevedo ancora una EPIC WIN di sicuro”. In ogni caso, comunque, “non si sa mai: ci aspettiamo di vincere ma siamo anche preparati al caso peggiore, così che se dovesse andare storto qualcosa non la prenderemmo troppo male”.

Tutta questa sicurezza, in ogni caso, viene dal suo punto di vista su come sono andate le cose al processo : “Abbiamo presentato il nostro video how-to alla Corte durante l’ultimo giorno del dibattimento, per essere sicuri che i giurati capissero bene come funziona (BitTorrent, ndr). L’accusa ha cercato di mostrare BitTorrent come qualcosa di sospetto e negativo, e noi volevamo invece mostrare che è legittimo e ha un un uso molto più ampio che rubare file alla povera lobby del copyright”.

Per Sunde, in ogni caso, la sopravvivenza di TPB non è messa in discussione : fino a che, spiega , la tecnologia su cui si basa resterà attuale, la sua esistenza sarà garantita. E visto che, a suo giudizio, BitTorrent è destinato a restare sulla breccia ancora a lungo, ci vorranno anni per soppiantare la Baia: “Il problema con i sistemi tracker decentralizzati è che al momento non c’è modo di tenere spammer e IP-stealer lontani dal network, cosa che invece si può su TPB. Media Defender – chiarisce – è un buon esempio di questo: la Baia può individuare i suoi IP e chiuderli fuori rapidamente senza neppure dover dire agli utenti di aggiornare dei file”.

Il portavoce di The Pirate Bay si dice poi anche soddisfatto della copertura offerta dai media alla loro vicenda: “Non ci sono segreti attorno a TPB che possano essere rivelati e danneggiarci, e questo ci aiuta a mantenere un buon rapporto con la stampa. Sono semplicemente contento del fatto che la gente prenda parte alla discussione sul futuro di Internet, che è stata rilanciata dal dibattito su questo processo”. Un processo che a tratti è stato anche spettacolo, ammette, e che, racconta, ha avuto anche alcuni retroscena poco noti che verranno probabilmente mostrati in un documentario in lavorazione.

Lo stesso documentario sul movimento pirata in Svezia, ormai arcinoto, che l’autore Simon Klose già pensa verrà “piratato” a partire dal titolo: Steal This Film . In questo senso, il regista non fa mistero della sua posizione: “Non mi importa. Certo il processo include anche me, e il mio tentativo di sopravvivere con questo lavoro: ma l’industria ha bisogno di trovare nuovi modelli di business”. E dunque sebbene verrà fatto un tentativo per finanziare il progetto seguendo i consueti canali di distribuzione, la sua diffusione attraverso altri mezzi è messa in conto e contemplata senza troppi drammi.

Klose dice di credere che la messa a disposizione online dell’opera, gratis e magari senza la sua approvazione, non costituisca un danno irreparabile per la sua possibilità di guadagnare in questa operazione: più modelli di distribuzione possono coesistere , dice, completandosi a vicenda. “Credo nella diffusione libera della cultura” afferma fiero, anche se poi aggiunge che, come per le altre opere a cui sta lavorando “tenterò anche di finanziare il film alla vecchia maniera”. Il suo obiettivo, in ogni caso, non è puntato solo sul processo alla Baia: il suo scopo è descrivere il movimento che gira attorno a TPB e al Partito Pirata in Svezia, a suo giudizio uno dei punti cardinali attorno a cui ruota l’intera evoluzione di questo settore a livello globale.

Un movimento molto attivo quello svedese , che sembra essere anche riuscito a sensibilizzare l’opinione pubblica sulle proprie ragioni. Come nel caso nella molto discussa legge modellata sui principi IPRED , fortemente voluta dal Governo ma mal digerita dalla popolazione, almeno stando ai sondaggi. In ogni caso, l’ agitazione che si respira in terra scandinava – e non solo per il processo a The Pirate Bay – sembra essere sul punto di produrre qualcosa: cosa è presto per dirlo, ma è certo che la telecamera di Klose abbia buone possibilità di documentarlo per i posteri.

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Antonio Macchi scrive:
    paradosso dei linari
    prima ti dicono che linux e' facile, addirittura piu' facile di windows, e che non serve leggere niente per usarlopoi, appena te lo installi, ti dicono di non rompere i XXXXXXXX e di andarti a leggere manuali e FAQ varie...
    • Hankless scrive:
      Re: paradosso dei linari
      io non concordo con il tono con cui viene espresso questo concetto, ma saro' franco (e sono un soddisfattissimo utente linux.Ubuntu), quando un newbie viene trattato a pesci in faccia nei fari forum/chat italiani, cosa che succede spesso, è ovvio che poi reagisca come sto tizio...
    • pabloski scrive:
      Re: paradosso dei linari
      si ma dove succede?nell'altro thread che hai postato ti ho dato il link di un forum dove tutti sono sempre molto disponibilie tu invece apri un altro thread per dire la stessa XXXXXXXè chiaro che poi ai linari gli girano e ti mandano affanXXXX
    • pippo75 scrive:
      Re: paradosso dei linari


      poi, appena te lo installi, ti dicono di non
      rompere i XXXXXXXX e di andarti a leggere manuali
      e FAQ varie...dipende da come lo dicono.Comunque dire di leggere le FAQ ( o cercare in google) è giusto, li trovi molte più risposte di quante te ne possa dare un NG/Forum.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 22 marzo 2009 20.36-----------------------------------------------------------
    • KC scrive:
      Re: paradosso dei linari
      http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2580835&m=2582903#p2582903scusa eh, ma se questa e' l'attenzione che poni alle risposte postate nei thread da te aperti nei forum, poi non ti lamentare se ti becchi risposte poco carine :D
  • ryuu scrive:
    Un SO fuori mercato e di oltre 5 anni
    su un pc nuovo... uhm, cheXXXXXta :)Se io scelgo di farmi un netbook, lo faccio per avere un sistema ultra portatile che mi consenta di navigare, inviare e leggere email e al massimo sentirmi un po' di musica.... eh si, anche un po' di video conferenza non guasta... peccato per il digital divide.Non ha senso installare windows xp su un netbook. Cosa ci puoi fare in piu'? Giochi 3d? Su un netbook?? Video editing?? su un netbook? mah...XXXXXXcce
    • Stein Franken scrive:
      Re: Un SO fuori mercato e di oltre 5 anni
      Per esempio se vuoi vedere video ad alta definizione, XP è comodo perchè con CoreAVC e MPC:HC puoi avere un sistema decente per 720p anche con cpu "scasse" come l'atom.Sotto linux c'è mplayer, ma è molto più impegnativo (c'è un progetto per poter usare anche li CoreAVC ma non saprei dirti di più). (coreavc è a pagamento, ma è il decoder in assoluto più rapido che esista).Oppure lanciarti qualche gioco vecchio come red alert 2, starcraft, diablo 2 e cosi via... non perchè è vecchio allora fa schifo... Oppure gli emulatori. La maggior parte è ancora su Windows.Puoi usare Linux, ma se vuoi avere la possibilità di fare quello che ti pare senza impazzire, XP rimane forse l'unica scelta valida. Se poi uno programma e naviga e basta, Linux è sicuramente superiore data anche la sua sicurezza intrinseca maggiore.
      • Dario Caruso scrive:
        Re: Un SO fuori mercato e di oltre 5 anni
        - Scritto da: Stein Franken
        Puoi usare Linux, ma se vuoi avere la possibilità
        di fare quello che ti pare senza impazzire, XP
        rimane forse l'unica scelta valida. Se poi uno
        programma e naviga e basta, Linux è sicuramente
        superiore data anche la sua sicurezza intrinseca
        maggiore.mi sta bene solo se dici "se vuoi avere la possibilità di fare quello che ti pare COSI' COME MICROSOFT TI HA ABITUATO A FARLO, senza impazzire a trovare il modo di farlo in maniera diversa ed a volte anche più semplicemente".Poi io insisto ancora una volta nel dire che, se c'è qualcosa per cui linux è meno facile, peggiore, ecc.... se tu stesso lo usassi, se tutti lo usassero, allora le difficoltà si ridurrebbero ancora di più e NESSUNO dovrebe mai più pagare per avere un sistema con tutti i programmi possibili ed immaginabili. Il difetto di linux sono gli accordi commerciali. Il pregio è che linux E' TUO E DI TUTTI, microsoft è un sistema che non solo costa (cosa on grave), ma fa di tutto per costringere te, la tua famiglia (per interagire con te), la pubblica amministrazione (che paghi tu, io e tutti), le imprese (che di rimando alzano i prezzi dei prodotti e che non hanno la possibilità di crackare i software), ecc...
        • Dario Caruso scrive:
          Re: Un SO fuori mercato e di oltre 5 anni
          ops ho tagliato la parte finale in cui dicevo che costringe tutti a PAGARE di anno in anno ogni licenza.
          • Stein Franken scrive:
            Re: Un SO fuori mercato e di oltre 5 anni
            Bel discorso, ma io rimango sulla situazione attuale, non un ipotetico futuro...
      • nemo profeta scrive:
        Re: Un SO fuori mercato e di oltre 5 anni
        - Scritto da: Stein Franken
        con CoreAVC e
        MPC:HC puoi avere un sistema decente per 720p
        anche con cpu "scasse" come
        l'atom.
        Dai su, questa la prendiamo come una battuta ;-)
        • nome e cognome scrive:
          Re: Un SO fuori mercato e di oltre 5 anni
          - Scritto da: nemo profeta
          - Scritto da: Stein Franken

          con CoreAVC e

          MPC:HC puoi avere un sistema decente per 720p

          anche con cpu "scasse" come

          l'atom.



          Dai su, questa la prendiamo come una battuta ;-)Io vedo tranquillamente i film a 720p con un eee box.
          • cognome e nome scrive:
            Re: Un SO fuori mercato e di oltre 5 anni
            - Scritto da: nome e cognome
            Io vedo tranquillamente i film a 720p con un eee
            box.Questo non vuol dire assolutamente nulla se non specifichi che tipo di video hai visto e che modello di CPU Atom hai sul tuo netbook.In rete esistono test attendibili.Ad es su un Atom N280 'occato' a 1.75Ghz la conclusione è la seguente:"On the whole, the verdict was that 720p content plays back in general, but that a few very high-motion videos will not.[...]the current state of "almost everything" is probably good enough".Ed è in regola con i requisiti di sistema consigliati da quelli di CoreAVC per il 720p@24-30fps: ovvero una cpu da 2,2Ghz.Questo significa che probabilmente puoi vedere alcuni filmati in 720p anche con hardware inferiore: alcuni però, mica tutti, di certo non quelli a bitrate elevato.Quindi spacciare questi netbook per ciò che non sono non è corretto.
    • anonimo scrive:
      Re: Un SO fuori mercato e di oltre 5 anni
      - Scritto da: ryuu
      su un pc nuovo... uhm, cheXXXXXta :)
      Guarda che ti sbagli, XP è uscito nel 2001
      • Stein Franken scrive:
        Re: Un SO fuori mercato e di oltre 5 anni
        Però continuano ad aggiornarlo :DDobbiamo prendere quindi il kernel 2.6 di linux dalla sua prima uscita e stabilire che è quella la data di rilascio? Credo proprio di no...
  • Scoramento scrive:
    Sull'interfaccia netbook
    Molte delle distro linux che ho provato sui netbook, in verità, fanno pietà: oltre a kernel vecchi e pacchetti spesso obsoleti, la loro interfaccia è scomoda e molto poco flessibile. Per tornare al comodo desktop di KDE (GNOME) serve come minimo una combinazione di tasti non dichiarata nei manuali, o spesso un hack più complicato.Mettendo una ubuntu "vanilla", senza netbook remix o altre amenità appositamente (mis)concepite, il mio eeePC 901 vola veloce e sereno, supportando compiz fusion e molti accorgimenti estetici che su winXP non ci sono.Purtroppo per gli utenti un po' meno navigati, comprando un netbook con linux ci si ritrova con una distro veramente canina, nella maggioranza dei casi, e si deve preventivare una formattazioncina.
    • pclinux scrive:
      Re: Sull'interfaccia netbook
      Non è un'interfaccia scomoda è semplimente "Semplificata".Sono computer per chi si limita a scrivere una lettera, navigare su internet, leggere la posta anche se c'è pure qualche gioco carino.Mia sorella ha uno dei primi Asus eeePC 4G.A parte la comica iniziale "Ho comprato un notebook con Linux. Cosa devo fare?? - Accenderlo!(la mia risposta)" ora lo usa tranquillamente e con soddisfazione e va' in rete da ogni dove con la Internet Key usb senza nessun problema.E' una questione di target.Chi compra un netbook e lo vuole usare per altre cose si suppone abbia la capacità di renderlo "normale" oppure ha sbagliato acquisto.PCLINUXhttp://www.pclinux.eu
      • pabloski scrive:
        Re: Sull'interfaccia netbook
        ed è quello che infatti è sucXXXXX....la gente crede che il netbook è un PC a basso costoe infatti XP non è castrato sui netbook, ma Linux si, ed ecco spiegato l'arcanoè un dato di fatto che sostituendo la distro preinstallato con una Ubuntu o un'altra distro generica, l'utente di netbook cambia totalmente opinione sul sistema....l'ho potuto provare in prima persona con gente che conosco e ti garantisco che il problema è proprio in quel castramento operato ai danni di Linux
  • pclinux scrive:
    Il problema
    è che chi vende non ha interesse a perorare la causa (anche perchè senza windows non venderebbe programmi) di Linux oppure nemmeno lo conosce quindi pur di vendere la macchina accontenta chi non ha mai visto altro che windows e logicamente chiede windows.Io ho resuscitato un vecchio notebook Compaq del 2002 per un amico che voleva buttarlo.Gli ho chiesto di fidarsi di me e gli ho dato una macchina che ora funziona e si avvia in 2 minuti mentre con XP non ne voleva proprio sapere neanche di partire dopo 10 minuti.Il suo stupore e stato rendersi conto che è addirittura più piacevole esteticamente, ha tutti i programmi che servono già installati a costo zero e nell'uso è semplice come windows (gli ho installato Mandriva 2008 Spring).Ora una sua amica mi ha chiesto una macchina desktop che ho già assemblatoper l'uso prevalentemente su internet.E' ancora scettica ma quando inizierà a vedere Linux in azione si ricrederà.E' importante impegnarsi per far conoscere Linux e piano piano anchi i più convinti fautori di windows si ricrederanno.Yoghihttp://www.pclinux.eu
    • Antonio Macchi scrive:
      Re: Il problema

      E' importante impegnarsi per far conoscere Linux
      e piano piano anchi i più convinti fautori di
      windows si
      ricrederanno.si ok... tu installi tuttoma questo gia' significa che devono avere un amico che faccia l'installazione... comprese le cose non pacchettizzabili, come flash o i banchi di suoni per timidity...e chi non ha l'amico linaro?e poi?quando vogliono comprare uno scanner, o passano dalla ethernet al WiFi?devono sempre chiedere aiuto a te?
      • pclinux scrive:
        Re: Il problema
        Non c'è bisogno di ricorrere a sempre a me.Ti faccio solo un esempio.Sul compaq usano una wifi card pcmcia che con windows faceva schifo.Su mandriva basta avviare il control center scegliere di configurare l'interfaccia wireless inserire il cd con i driver windows e scegliere usa driver windows.Tutto con pochi semplici click.Ora scarica a 4MB/S.Non c'è bisogno di avere un amico "Linuxaro" esistono in rete live cd che si possono provare senza toccare il sistema operativo già installato sulla macchina.E poi permettimi una domanda?Se su windows non sai fare qualcosa?Non devi forse chiedere a qualcuno?Il web pullula di gruppi di aiuto per l'utilizzo di linux, basta usare google, e se non hai voglia di cercare in rete io sono sempre disponibile per fornire aiuto.PCLINUXhttp://www.pclinux.eu
        • Antonio Macchi scrive:
          Re: Il problema

          E poi permettimi una domanda?
          Se su windows non sai fare qualcosa?io ho usato windows dal vecchio 95 fino a xpma in 10 anni non ho mai avuto neanche la centesima parte dei problemi che ho avuto in due anni con linuxtanto per dire... ho usato per 10 anni windows senza sapere neanche cosa fosse una partizione o un filesysteme avevo smesso di usare una console dal DOS 6
          • pclinux scrive:
            Re: Il problema
            Io in cantina ho ancora un notebook Toshiba senza hard disk con display a fosfori su cui usavo il DOS 3.11 che andava caricato ogni volta che lo accendevi da floppy e ti posso dire che problemi con windows ne ho avuti tanti e ne hanno tutti.Macchine che dopo un anno sembrano delle tartarughe, virus, dialer, spyware...Io uso solo Linux dal 2003 (al tempo era più difficile te lo posso garantire) il supporto hardware era molto più limitato ho avuto problemi e li ho sempre risolti.Non so che distribuzione tu abbia usato.Parli di filesystem e formattazione.Con windows non ne avevi mai saputo niente perchè te lo trovavi già installato e anche installandolo windows non ti chiede niente.Ti pialla il disco formattandolo a suo piacimento senza neanche chiederti permesso.Ecco il punto.Anche Linux può fare così ma non è prepotente e non lo fa' di sua iniziativa, prima te lo chiede.Se tu in fase di installazione dici a Linux di fare il partizionamento automatico utilizzando l'intero disco non serve che tu conosca l'esistenza di filesystem; fa' anche lui come windows tutto da solo.PCLINUXhttp://www.pclinux.eu
          • krane scrive:
            Re: Il problema
            - Scritto da: Antonio Macchi

            E poi permettimi una domanda?

            Se su windows non sai fare qualcosa?
            io ho usato windows dal vecchio 95 fino a xp
            ma in 10 anni non ho mai avuto neanche la
            centesima parte dei problemi che ho avuto in due
            anni con linux
            tanto per dire... ho usato per 10 anni windows
            senza sapere neanche cosa fosse una partizione o un
            filesystem e avevo smesso di usare una console dal
            DOS 6Quindi siamo sempre li : il preinstallato...
          • pclinux scrive:
            Re: Il problema
            ;o)PCLINU
      • advange scrive:
        Re: Il problema

        e poi?
        quando vogliono comprare uno scanner, o passano
        dalla ethernet al WiFi?

        devono sempre chiedere aiuto a te?Perché secondo te adesso cosa fanno?
        • algaso scrive:
          Re: Il problema
          Aggiungo: per quelli che non vogliono "sprecare" un cd vuoto, esiste questa utility basata su qemu:http://mobalivecd.mobatek.net/en/...che appunto permette di avviare il livecd in windows :)
        • advange scrive:
          Re: Il problema
          Mi sa che hai sbagliato bersaglio, dato che uso e sponsorizzo Linux da anni. Rispondevo ad Antonio Macchi che diceva "e poi per i problemi che avranno verranno da te?". Beh la risposta è: SI'; come capita già adesso con Windows.Un utonto non è capace di installarsi i driver né su Windows né su Linux.Per il resto: ti ringrazio per le segnalazioni sugli scanner.
          • PCLINUX scrive:
            Re: Il problema
            Scusa la precisazione.Mi fa' piacere che ci sia qualcuno che sponsorizza Linux.Spero che con i nostri contributi, piano piano, l'"ignoranza" informatica disseminata da microsoft si dissolva e nasca una vera cultura informatica.Buona giornataPCLINUX
          • di passaggio scrive:
            Re: Il problema
            - Scritto da: PCLINUX
            Scusa la precisazione.
            Mi fa' piacere che ci sia qualcuno che
            sponsorizza
            Linux.
            Spero che con i nostri contributi, piano piano,
            l'"ignoranza" informatica disseminata da
            microsoft si dissolva e nasca una vera cultura
            informatica.
            Buona giornata

            PCLINUXparole messe una di fila all'altra che nn sono di parte vedo :-D
          • pclinux scrive:
            Re: Il problema
            non è questione di parte.Anche nifft più sopra"Sinceramente la percentuale di persone con problemi su windows che viene da me a chiedere consiglio è nettamente superiore a quella che usa linux. Forse chi usa linux è mediamente più capace, non so. Io credo che invece ci siano altrettanti XXXXXX con windows che con linux. Solo che i XXXXXX di windows sono diventati nella consuetudinaria mentalità collettiva "il normale modo di usare il computer". Questo è uno dei più grossi danni, a livello culturale e di alfabetizzazione informatica, che ci ha lasciato la Microsoft."Ha reso benissimo il problema.La maggior parte delle persone si limita a spingere tasti senza capire quello che fa' e poi piange e s'inc... se si trova (ora non più) 800 di bolletta oppure si si trova la polizia postale alla porta perchè qualcuno dalla sua macchina ha fatto partire traffici loschi.Questo è quello che ci ha dato Microsoft.Computer che ad ogni nuovo sistema operativo e forse anche prima che vengono cambiati perchè sembrano tartarughe perchè Microsoft obbliga gli assemblatori ad installare il loro SO e in qualche maniera deve ripagarli quindi fa' in modo che vendano macchine nuove.Aumenta il volume di rifiuti che rifiuti in realtà non sono e tutto per arricchire pochi.Se a voi questo stato di cose va' bene, nessun problema.Io nel mio piccolo faccio quello che posso per cambiare questo stato di cose.PCLINUX
      • Nifft scrive:
        Re: Il problema
        - Scritto da: Antonio Macchi

        E' importante impegnarsi per far conoscere Linux

        e piano piano anchi i più convinti fautori di

        windows si

        ricrederanno.


        si ok... tu installi tutto

        ma questo gia' significa che devono avere un
        amico che faccia l'installazione... comprese le
        cose non pacchettizzabili, come flash o i banchi
        di suoni per
        timidity...

        e chi non ha l'amico linaro?

        e poi?
        quando vogliono comprare uno scanner, o passano
        dalla ethernet al
        WiFi?

        devono sempre chiedere aiuto a te?Sinceramente la percentuale di persone con problemi su windows che viene da me a chiedere consiglio è nettamente superiore a quella che usa linux. Forse chi usa linux è mediamente più capace, non so. Io credo che invece ci siano altrettanti XXXXXX con windows che con linux. Solo che i XXXXXX di windows sono diventati nella consuetudinaria mentalità collettiva "il normale modo di usare il computer". Questo è uno dei più grossi danni, a livello culturale e di alfabetizzazione informatica, che ci ha lasciato la Microsoft.
        • pclinux scrive:
          Re: Il problema
          Non posso che quotare.Hai centrato perfettamente il punto della questione e lo hai spiegato molto meglio di quanto avrei voluto e potuto fare.Grazie!PCLINUXhttp://www.pclinux.eu
        • advange scrive:
          Re: Il problema
          Complimenti per il tuo post: raramente si vede tanta lucidità e intelligenza
    • pclinux scrive:
      Re: Il problema
      - Scritto da: pclinux
      è che chi vende non ha interesse a perorare la
      causa (anche perchè senza windows non venderebbe
      programmi) di Linux oppure nemmeno lo conosce
      quindi pur di vendere la macchina accontenta chi
      non ha mai visto altro che windows e logicamente
      chiede
      windows.
      Io ho resuscitato un vecchio notebook Compaq del
      2002 per un amico che voleva
      buttarlo.
      Gli ho chiesto di fidarsi di me e gli ho dato una
      macchina che ora funziona e si avvia in 2 minuti
      mentre con XP non ne voleva proprio sapere
      neanche di partire dopo 10
      minuti.
      Il suo stupore e stato rendersi conto che è
      addirittura più piacevole esteticamente, ha tutti
      i programmi che servono già installati a costo
      zero e nell'uso è semplice come windows (gli ho
      installato Mandriva 2008
      Spring).
      Ora una sua amica mi ha chiesto una macchina
      desktop che ho già assemblatoper l'uso
      prevalentemente su
      internet.
      E' ancora scettica ma quando inizierà a vedere
      Linux in azione si
      ricrederà.
      E' importante impegnarsi per far conoscere Linux
      e piano piano anchi i più convinti fautori di
      windows si
      ricrederanno.
      Yoghi
      http://www.pclinux.euNon capisco tutta questa pubblicità gratuita al tuo sito di rivendita di pc riciclati, quando sul sito stesso c'è scritto "non abbiamo pc disponibili per voi"... forse speri che qualcuno si bookmarki il tuo sito e poi torni a visitarlo per vedere se ci sono pc disponibili? Se proprio volete un'alternativa a windows, prendetevi un mac! Mai visto uno che s'è pentito d'averlo preso! L'unico difetto è il prezzo un pò altino... ma se proprio non ce la fate più con windows, è un'alternativa più che soddisfacente!
      • pclinux scrive:
        Re: Il problema
        Non mi faccio pubblicità.Anche perchè l'assistenza online la faccio gratis il più delle volte.Il mio lavoro non è vendere pc usati è semplicemente un hobby, credo anche socialmente utile, per recuperare pc funzionali e funzionanti per abbattere le barriere sociali e permettere anche a chi non potrebbe avvicinarsi nemmeno ad un pc windows di entrare a pieno titolo nel mondo informatico grazie all'abbattimento dei costi portato da Linux. I forum MAC sono pieni di gente che ha problemi così come i forum windows e linux.Nessun sistema operativo è perfetto, semplicemente ci sono sistemi che si fanno strapagare (Mac) solo per il design della scatola perchè i componenti interni sono gli stessi di un comune pc, windows che fa' credere di essere gratuito solo perchè è preinstallato sulla macchina ma in realtà lo paghi eccome. Esempio: Intel Atom330 1,6GHz dual core 64Bit 2GB ram case mini itx masterizzatore DVD dual Layer 160GB di hard disk monitor LCD 19 pollici completo di tastiera e mouse cordless lo costruisci con meno di 300 Nuovo! Vai a vedere quanto te lo fanno pagare con windows!Linux è la terza via.Non guarda se in tasca hai la AMEX Gold ma si lascia semplicemente usare e onestamente se lo trovi preinstallato come MAC o come Windows da' ben pochi problemi.PCLINUXhttp://www.pclinux.eu
        • pclinux scrive:
          Re: Il problema
          - Scritto da: pclinux
          Non mi faccio pubblicità.

          [...]

          PCLINUX
          http://www.pclinux.euNeanche io faccio pubblicità.APPLEhttp://www.apple.it
          • PCLINUX scrive:
            Re: Il problema
            Bel sito però un po' pesante e lento da caricare e poi devi sempre avere la carta di credito gonfia in mano per "utilizzarlo".Non è proprio il sito che rispecchia il concetto di informatica per tutti senza discriminazioni di estrazione o di reddito come invece Linux permette di fare.PCLINUX
      • Dario Caruso scrive:
        Re: Il problema

        Se proprio volete un'alternativa a windows,
        prendetevi un mac! Mai visto uno che s'è pentito
        d'averlo preso! L'unico difetto è il prezzo un pò
        altino... ma se proprio non ce la fate più con
        windows, è un'alternativa più che
        soddisfacente!io ho un macbook. Non dico che mac os sia peggiore di linux, anzi! Ma da quando sono passato a mac, ho scoperto che abbandonare windows è stata una gran cosa; dopo un pò di tempo ho capito che abbandonare osx è stata un'altra gran cosa e adesso di default uso ubuntu sul mio macbook.Se non vendo il mac per un normale notebook è solo perchè ci faccio musica e spesso usa programmi quali sketchup e archicad, per cui lo uso. Ma so benissimo che se qusti programmi non ci sono su linux è per colpa degli accordi commerciali e poi perchè per adesso gli utenti linux sono così pochi che non conviene sviluppare una versione apposita. I programmi non sono il sistema operativo, sono solo programmi, e potrebbero essere fatti per qualsiasi OS, anche su opensolaris (per i giochi le cose si complicano un pò). Usando linux, installandolo agli altri e aiutandoli all'inizio (quando c'è bisogno), faccio in modo che pian piano ci sia più gente che chieda a gran voce l'interoperabilità dei formati e la portabilità dei programmi.un OS è fatto da:aspetto grafico,filesystemkernelsistemi di sicurezzalibrerie per i vari programmiusabilità(cosa dimentico?)tra xp e vista hanno cambiato il kernel, la sicurezza e l'aspetto (aero) e fanno pagare un sacco di soldi per miglioramenti stupidi. O meglio, il kernel è migliorato, ma non ai livelli degli altri...... tanto è vero che è lento...adesso proporranno seven (con altri soldi da pagare) in cui hanno dato una sistematina al kernel che era acerbo.Io sarei disposto ad osannare microsoft se mi proponesse windows come distro custom di linux (fantascienza), con vari addon grafici, librerie per giocare e altra roba. Senza gravarmi del costo di sviluppo di un kernel affaticato.comparate queste cose fra windows e gli altri os.
  • Paolini scrive:
    .. e io GODO!!
    .. dove sono i guga-guga cantinari che credevano che coi netbook linux avrebbe preso piede? UAHAHAUHAHAH
  • pippo75 scrive:
    un problema che ho notato
    l'altro giorno ho installato per provarlo, xubuntu.Una piccola nota, provando vari programmi tra cui firefox, abiword e altri di cui non ricordo il nome :(, ho visto che se provo a stampare mi appaiono elenchi diversi di stampanti.Uno mi da la possibilità di stampare su PDF, uno su file, altri ancora diverse.Credo che dipenda dalla librerie che usano i programmi ( QT, GTK o altre ), ma non sarebbe meglio unificare.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 marzo 2009 09.52-----------------------------------------------------------
    • Gusbertone scrive:
      Re: un problema che ho notato
      purtroppo allo stato atuale è un disastro così fino a quando le gtk non verranno spazzate via da questo misero pianeta...
    • pclinux scrive:
      Re: un problema che ho notato
      Non dipende dalle librerie.Dipende dalla libertà di scelta che ti da' Linux.Se vuoi creare un PDF da windows devi usare un programma aggiuntivo che logicamente dovrai pagare e installare.Su Linux questa possibilità l'hai all'origine e gratis!Io credo che sia meglio la seconda.:o)PCLINUXhttp://www.pclinux.eu
      • pippo75 scrive:
        Re: un problema che ho notato
        - Scritto da: pclinux
        Non dipende dalle librerie.
        Dipende dalla libertà di scelta che ti da' Linux.
        Se vuoi creare un PDF da windows devi usare un
        programma aggiuntivo che logicamente dovrai
        pagare e installare.Provo a rispiegare, magari mi sono spiegato male.Apro openoffice e mi trovo come stampante una virtuale, apro gimp e ne trovo della altre, apro altri programmi e a seconda di quale apro trovo un elenco diverso.Quello che dicevo era, non è possibile uniformare i dati della maschere standard, perchè qualche programma si trova la stampante virtuale per i PDF, altri invece no?
        Su Linux questa possibilità l'hai all'origine e
        gratis!Mentre per windows hai due possibilità.Compri per zero euro PdfCreator oppure scegli uno a costo maggiorato ( pagando per il lavoro che qualcuno ha fatto ).
        Io credo che sia meglio la seconda.Peccato che quello presente in XUbuntu non funzioni con tutti i programmi dati assieme alla distro, per il resto non sarebbe male.Invece PdfCreator viene visto come una normalissima stampante da tutti i programmi che uso.Per quale sia meglio, lascio a te la scelta.
        :o)

        PCLINUX
        http://www.pclinux.eu
        • picard12 scrive:
          Re: un problema che ho notato
          Non so che distro usi, ma la tua osservazione è abbastanza corretta, ma questo dipende dalla distro e come integra il sistema.Ad esempio ho controllato su mandriva(2009-kde4.2.1) e su ogni programma c'è la mia stampate, e la possibilità di stampare su file.
  • Antonio Macchi scrive:
    RTFM
    google e' di la'.RTFM e XXXXXXXte similitra l'altro non mi stupirei se gli stessi che mi dicevano di andarmi a leggere i fucking-manuali, siano poi gli stessi che qui scrivono che per usare linux non serve leggerli
    • eh beh scrive:
      Re: RTFM
      chi ha detto che un sistema operativo debba venire necessariamente incontro alle esigenze degli incapaci? tu non sei fatto per gnu/linux. rinuncia. e in silenzio, grazie.
      • RunAway scrive:
        Re: RTFM
        - Scritto da: eh beh
        chi ha detto che un sistema operativo debba
        venire necessariamente incontro alle esigenze
        degli incapaci? tu non sei fatto per gnu/linux.
        rinuncia. e in silenzio,Quanta presunzione, quanta boria e quanta antipatia in 4 righe che hai scritto.E' proprio "grazie" ad utenti (ma con gente che scrive come te poi i veri uTONTI chi sono?!) che gnu/linuz nei desktop sta ad un misero 0.qualcosa%.Finchè ci saranno personaggi del tuo calibro potete solo sognarvi anche solo un misero 1%. Proprio patetici.E si che molti sono pronti a snocciolare massime filosofiche, grandi ideali sul software libero, sulla libertà di scelta. Ma poi se bai a ben vedere nella community è pieno di str**zi che si credono chissà cosa solo perchè usano uno stupido os, anzi una stupida distribuzione.
      • Antonio Macchi scrive:
        Re: RTFM
        - Scritto da: eh beh
        chi ha detto che un sistema operativo debba
        venire necessariamente incontro alle esigenze
        degli incapaci? tu non sei fatto per gnu/linux.infatti linux e' fatto per essere usato solo da esperti o appassionati di computere' quello che ho cercato di dire piu' volte... ma qui c'e' gente che si ostina a dire che non e' vero, e che e' per tuttitutti una XXXX!
        rinuncia. e in silenzio,
        grazie.??
    • pabloski scrive:
      Re: RTFM
      oppure magari è gente che linux non l'ha mai usatose provi ad andare qui http://forum.html.it/forum/forumdisplay.php?s=&forumid=29 risposte di quel tipo non ne riceveraiin generale mi pare che i forum linari siano pieni di gente che cerca di aiutare nei limiti del possibilepoi è chiaro ti arriva il tipo che dice che la scheda audio non funziona, allora tu gli rispondi di postarti l'output di lspci -vv e quello torna dopo mezz'ora e invece di postare l'output scrivere "up....grazie"bisogna capire che la gente che si trova sui forum non è pagata per fornire supporto a linux, quindi quel grazie e l'atteggiamento di sufficienza che lo circondano sono proprio fuori luogo
      • Antonio Macchi scrive:
        Re: RTFM

        in generale mi pare che i forum linari siano
        pieni di gente che cerca di aiutare nei limiti
        del
        possibilemah... io mi ricordo di un NG che si chiamava linux.INIZIAREvoglio dire.. uno si installa linux la prima volta... trova un NG che si chiama cosi'... dice "perfetto, qui trovo aiuto di sicuro"e invece la prima cosa che impara e' il significato dell'acronimo RTFMche in se e' anche giusto... infatti se non cominci da subito a capire che devi leggere un sacco di manuali non vai lontano con linuxpero' non venitemi a dire che linux e' per tutti
        bisogna capire che la gente che si trova sui
        forum non è pagata per fornire supporto a linux,XXXXXXXteanche nell'NG it.strumenti.chitarra non c'e' gente pagata, ma se vai li' e chiedi un consiglio da perfetto principiante, quelli ti rispondono, ti danno indicazioni e consigli per iniziare ecc.non ti dicono di arrangiarti con google, e di tornare quando sarai diventato piu' bravoRTFM e' il classico aiuto che ricevono i principianti dalla comunita'... altro che pagati... sembra che li paghi microsoft.
        • RunAway scrive:
          Re: RTFM
          EBBRAVI quelli di PI, allora li sapete rimuovere i messaggi. Peccato che lasciate puntualmente quelli dei soliti troll perchè generando flame generano click e quindi introiti pubblicitari.Proprio bravi e seri soprattutto.Comunque per la cronaca per quanto posso affermare nella community mac sono tutti pronti a dare una mano e si cerca il più possibile di aiutare quelli che prima di quel momento non hanno mai visto un mac in vita loro. E non ci paga nessuno.Sta tutto nella mentalità io non mi credo chissà chi perchè uso os x, sto semplicemente tranquillo col mio os e sono pronto a dare una mano. Se invece qualche linaro si crede superiore agli altri solo perchè usa linux allora si, sarà + propenso a trattare gli altri con sufficenza e arroganza.
          • pclinux scrive:
            Re: RTFM
            - Scritto da: RunAway
            EBBRAVI quelli di PI, allora li sapete rimuovere
            i messaggi. Peccato che lasciate puntualmente
            quelli dei soliti troll perchè generando flame
            generano click e quindi introiti
            pubblicitari.
            Proprio bravi e seri soprattutto.

            Comunque per la cronaca per quanto posso
            affermare nella community mac sono tutti pronti a
            dare una mano e si cerca il più possibile di
            aiutare quelli che prima di quel momento non
            hanno mai visto un mac in vita loro. E non ci
            paga
            nessuno.
            Sta tutto nella mentalità io non mi credo chissà
            chi perchè uso os x, sto semplicemente tranquillo
            col mio os e sono pronto a dare una mano. Se
            invece qualche linaro si crede superiore agli
            altri solo perchè usa linux allora si, sarà +
            propenso a trattare gli altri con sufficenza e
            arroganza.STRAQUOTO.La community che ruota attorno ai mac è la più aperta e disponibile di tutte. Non so quante volte ho cercato aiuto con imbutu e mi sono sentito rispondere RTFM o http://www.google.it, quelle rare volte che mi hanno risposto.Mah, credo proprio che l'unica alternativa valida a windows siano i mac... io personalmente sto per accendere un mutuo per comprarmi il nuovo macbook pro!
        • picard12 scrive:
          Re: RTFM
          se vuoi la pappa pronta allora non usare il pc perchè per saperlo usare bisogna imparare. Se non sai leggere un manuale, amen, torna a scuola.. che ti dobbiamo dire?
          • Antonio Macchi scrive:
            Re: RTFM
            - Scritto da: picard12
            se vuoi la pappa pronta allora non usare il pc
            perchè per saperlo usare bisogna imparare. Se non
            sai leggere un manuale, amen, torna a scuola..
            che ti dobbiamo
            dire?ma infatti sono d'accordo anch'io con te... qui c'e' invece gente che sostiene che per usare linux non serve leggere nessun man...
          • RunAway scrive:
            Re: RTFM
            - Scritto da: Antonio Macchi
            qui c'e' invece gente che sostiene che per usare
            linux non serve leggere nessun man...Il punto è che ci sono sia distro come gentoo, slack, debian eccetera che sono chiaramente orientate agli smanettoni e nulla da dire è quello il loro target e lo centrano perfettamente.Però di contro ci sono anche distro come ubuntu, opensuse, mandriva e simili che di sicuro non hanno come target primario ne i server negli smanettoni.Tuttavia pur essendo chiaramente orientate agli utenti meno esperti continuano a non centrare pienamente questo target.Sia per motivi tecnici (si stanno però facendo progressi su cose come usabilità integrazione semplicità eccetera, purtroppo lentamente) che, soprattutto, per motifi ideologici e i commenti qui in giro lo dimostrano.Ancora troppi considerano linux, senza discriminare fra il target delle varie distro, una cosa per cui si deve essere in qualche modo degni di usarla.Ecco che quindi anche laddove si potrebbero limare gli angoli, rendere più semplice quella particolare procedura e/o automatizzare quelle particolari operazioni, si preferisce invece lasciare l'utente in balia di se stesso e appunto gli si risponde con rtfm e altre amenità.Quindi in altre parole il punto è che da un lato vengono fatte distro che vorrebbero esser semplici e per la massa, mentre dall'altro buona parte della community non è pronta a rispondere ai bisogni di questa massa. Sia dal punto di vista del supporto sia per quanto riguarda gli aspetti tecnici e comportamentali dell'os.
          • picard12 scrive:
            Re: RTFM
            se per motivi ideologici ti riferisci al fatto che se includono dei sw proprietari, o peggio coperti da brevetto rischiano il salasso, non te la prendere con le distro ma chi fa un codec chiuso e pretende che per vedere un dvd compri anche una chiave per decifrarlo...per quanto mi riguarda, il loro business si attacca al tram!!!
          • Petengy scrive:
            Re: RTFM
            - Scritto da: Antonio Macchi
            - Scritto da: picard12

            se vuoi la pappa pronta allora non usare il pc

            perchè per saperlo usare bisogna imparare. Se
            non

            sai leggere un manuale, amen, torna a scuola..

            che ti dobbiamo

            dire?


            ma infatti sono d'accordo anch'io con te...

            qui c'e' invece gente che sostiene che per usare
            linux non serve leggere nessun
            man...non esiste nulla che, superata una determinata soglia di complessità, non necessiti di manuale e/o istruzioni e/o informazioni extra.... nemmeno Mac OSX .... a patto, ovviamente, che si voglia approfondire la conoscenza del "mezzo" che si usa...stesso discorso per qualsiasi aspetto dello scibile umano......
          • pabloski scrive:
            Re: RTFM
            ma perchè che ci vuole? ma l'hai mai usato linux? mi sa di no se parli cosìesponi problemi reali invece di sparare frottole
          • anonimo scrive:
            Re: RTFM
            - Scritto da: Antonio Macchi
            - Scritto da: picard12

            se vuoi la pappa pronta allora non usare il pc

            perchè per saperlo usare bisogna imparare. Se
            non

            sai leggere un manuale, amen, torna a scuola..

            che ti dobbiamo

            dire?


            ma infatti sono d'accordo anch'io con te...

            qui c'e' invece gente che sostiene che per usare
            linux non serve leggere nessun
            man...infatti non serve, basta che usi una distro come mandriva, ubuntu, ecc. ecc.
          • KC scrive:
            Re: RTFM
            - Scritto da: Antonio Macchi
            qui c'e' invece gente che sostiene che per usare
            linux non serve leggere nessun man...quello che, invece, dico a ogni mio collega neoassunto (alias pischello ventenne) che vuole masticare un po' di *nix e': "vai su Google e cercati 'Appunti Linux' o 'Appunti di informatica libera', scaricatelo e comincia a studiartelo, poi segnati le domande e ne parliamo"Linux e' a tutti gli effetti uno Unix e, come tale, non puo' essere "punta e clicka" (a dirla tutta, credo che neanche amministrare SERIAMENTE un server Windows lo sia...)
        • pabloski scrive:
          Re: RTFM
          senti io ti ho postato un link ad un forum dove la gente si fa in quattro per risolvere anche i problemi più improbabili e complessimi posti un esempio di forum dove la gente ti manda a quel paese se chiedi un aiuto per un problema avuto con linux?francamente io questo comportamento l'ho trovato sui forum windows....in primo luogo da quelle parti gira gente totalmente incompetente, stile dovella...poi se osi solo affermare che windows ti sta dando problemi ci danno giù pesante con offese di vario tipo, tra cui la preferita è accusarti di essere un linaro cantinaro fallito e insoddisfatto
        • picard12 scrive:
          Re: RTFM
          RTFM? certo se la risposta che cerchi c'è già magari come guida riscritta 5 volte perchè qualcuno non si ostina a volter cercare, leggere etc...ma siete ridicoli.Vi siete mai soffermati a leggere con onestà la tipologia delle richieste? vi siete mai fatti un esame di coscenza sulle vostre richieste?O preferite 50 richieste uguali perchè qualcuno che abituato alla pappa pronta non sa usare il cervello, non fa una minima ricerca su internet, mai nel forum che osserva e pretende e basta?Io seguo diversi forum e devo dire che spesso i nuovi utenti non seguono le regole della netiuqette, come quelle dello stesso forum, perchè è troppo difficile cercare, usare la testa.Ma la cosa ancor più divertente è che se gli spieghi la motivazione della tua risposta, capiscono e si scusano e diventano bravi.
          • shevathas scrive:
            Re: RTFM

            Vi siete mai soffermati a leggere con onestà la
            tipologia delle richieste? vi siete mai fatti un
            esame di coscenza sulle vostre
            richieste?e qui siete contradditori, o linux non è un sistema per niubbi vari e scimmie che non pensano ma imitano quanto visto fare dall'amico winaro e allora non ha senso lamentarsi che le scimmie di cui sopra non lo comprano o è un sistema utont friendly e allora perché lagnarsi se viene usato da utonti e niubbi vari ?
            O preferite 50 richieste uguali perchè qualcuno
            che abituato alla pappa pronta non sa usare il
            cervello, non fa una minima ricerca su internet,
            mai nel forum che osserva e pretende e
            basta?hai descritto il targhet di molti utenti dello zio bill ? li volete e allora accontentateli, non li volete ? e allora non stupitevi se preferiscono lo zio bill.
            Io seguo diversi forum e devo dire che spesso i
            nuovi utenti non seguono le regole della
            netiuqette, come quelle dello stesso forum,
            perchè è troppo difficile cercare, usare la
            testa.forse perché sono niubbi ?
            Ma la cosa ancor più divertente è che se gli
            spieghi la motivazione della tua risposta,
            capiscono e si scusano e diventano
            bravi.non ci vedo niente di divertente, nessuno nasce imparato e semplicemente gli è stato detto come ci si comporta in internet o si fa una ricerca su un forum.
          • picard12 scrive:
            Re: RTFM
            ma che discorsi fai:la gente si lamenta spesso perchè viene bacchettata il più delle volte gisutamente.Questo non significa ARRANGIATI!!!significa:la soluzione c'è, se ne è parlato decine di volte, se cercavi un pochino da solo facevi prima.c'è qualcosa che ancora non ti è chiaro o bisogna anche venire a casa tua a lavorare al posto tuo?se poi non ti va di ammettere che potevi cercare, fatti tuoi.Non è questione di furbi e stupidi, è solo pigrizia.E se uno non si impegna per le sue cose, lo devono fare gli altri?Ma per favore!!!!Dire guarda che la risposta al tuo quesito c'è già ed indicare la modalità per trovarla non è un aiuto?E' capitato anche a me di ricevere tali indicazioni... bastava cercare..Qui non si tratta di linari, winari, macachi, si tratta di buon senso...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 22 marzo 2009 11.11-----------------------------------------------------------
          • Petengy scrive:
            Re: RTFM
            assolutamente NO, qui si tratta solo di educazione o maleducazione e maldisposizione.Come ho già detto qui dentro è proprio nostrana l'abitudine di bacchettare la gente a priori sulla netiuqette del forum e dire all'utente di andarsi a cercare le risposte da altre parti o in altre parti del forum.... quando basta semplicemente dare un indicazione un po piu' significativa.Questo modo di comportarsi è solo scorretto, tantè che nella maggiornaza dei casi chi da queste risposte non è il moderatore (che si è aggiudicato questo titolo non a caso) ma l'utente saputello con qualche centinaio di post a carico.E' forse lecito, secondo te, che la maestra agli alunni di prima elementare dica agli allievi di andare a chiedere a quelli piu' "anziani" come si fa a leggere o fare le addizioni perchè lei l'ha già spiegato centinaia di volte ?????Attribuire ad una richiesta di aiuto, anche la piu' banale, una scelta di pigrizia da parte di chi l'ha fatta è un modo di comportarsi, ripeto, solo scorretto. Piuttosto che dire "vai a cercarti le risposte altrove che le trovi" è molto meglio non rispondere affatto, visto che non c'è questo obbligo, e chi lo fa è perché si diverte a dimostrare la propria presunta superiorità a fronte di un argomento, ma anche la totale incapacità di spiegare e dare risposte utili (io li definisco nerds di turno).Personalmente quando mi capita di dare risposte a domande straripetute nei forum mi armo di pazienza ( e comprensione) e, con educazione, posto 2 o 3 link utili, in caso contrario NON rispondo.
          • Petengy scrive:
            Re: RTFM
            a proposito, bacchettare la gente a priori e digli di andare a cercare le risposte ad un argomento perchè se ne è già parlato è decisamente come dirgli : ARRANGIATI.Non vedo altre definizioni per questo modo di comportarsi.
          • picard12 scrive:
            Re: RTFM
            bacchettare a priori?questo cosa significa?Allora è educazione arrivare in un "luogo" seppur virutale e non informarsi minimamente delle regole e del modo di comportarsi in uso.Questo spiega molte cose della società odierna e dell'arroganza di qualcuno che vuole tutto senza fatica.Da quello che leggo e vedo i modi con cui viene indicato le regole base di comportamento di un forum non mi pare siano mediamente volgari o altro...Bene!!
          • Petengy scrive:
            Re: RTFM
            caro picard... la vediamo in modo diverso, tutto qui.Tu vedi arroganza e rispondi con arroganza, alimentando il "circuito" questo in effetti spiega .... molte cose della società odierna.
          • Antonio Macchi scrive:
            Re: RTFM
            - Scritto da: Petengy
            caro picard... la vediamo in modo diverso, tutto
            qui.
            Tu vedi arroganza e rispondi con arroganza,
            alimentando il "circuito" questo in effetti
            spiega .... molte cose della società
            odierna.ma non diciamo XXXXXXXche arroganza ci puoi mai vedere in uno che scrive"cos'e un bootloader?"oppure "cosa cambia tra una distribuzione e un'altra?"sono normali domande di gente normalegli anormali sono il 90% dei linari sfigati che aprofittano dell'unica occasione della loro vita per potersi sentire un pelo superiori a qualcun'altro.
          • advange scrive:
            Re: RTFM

            caro picard... la vediamo in modo diverso, tutto qui.
            Tu vedi arroganza e rispondi con arroganza,
            alimentando il "circuito" questo in effetti
            spiega .... molte cose della società odierna.Ma cosa stai dicendo? Sui forum ci sono delle regole e le devi seguire. E' sempre stato così e così sempre sarà: e questo vale per i forum su Linux, Windows, Mac, Chrome, FF, IE, Opera.Non seguirle significa essere maleducati: queste non sono opinioni.
          • Petengy scrive:
            Re: RTFM
            - Scritto da: advange

            caro picard... la vediamo in modo diverso,
            tutto
            qui.

            Tu vedi arroganza e rispondi con arroganza,

            alimentando il "circuito" questo in effetti

            spiega .... molte cose della società odierna.
            Ma cosa stai dicendo? Sui forum ci sono delle
            regole e le devi seguire. E' sempre stato così e
            così sempre sarà: e questo vale per i forum su
            Linux, Windows, Mac, Chrome, FF, IE,
            Opera.
            Non seguirle significa essere maleducati: queste
            non sono
            opinioni.non fai che confermare le mie ipotesi, visto che ti fermi alle "regole" ma non ti sforzi di andare oltre, ovvero la "XXXXXXX" di prestare aiuto a chi lo chiede anche a fronte di domande per te banali o di cui si è già discusso.hai mai pensato che :1) magari un utente semplicemente NON SA come cercare..... e quindi digli di andare a cercarsele le risposte è solo strafottenza ? 2) se gli utenti fanno sempre la stessa domanda è forse perchè quel problema è veramente importante per chi affronta per la prima un determinato problema ?3) chi ti obbliga a rispondere ?4) che fatica fai a rispondere gentilmente, magari postando un link, invece di liquidare chi chiede aiuto citando le regole ? (e sappi che chi lo fa nel 90% dei casi NON da mai aiuti concreti nei forum anche quando vengono poste domande "lecite").5) tu sei nato con la memoria genetica di tutto lo scibile umano ? oppure sai quel che sai perché c'è stata gente armata di santa pazienza che si è degnata di rispondere alle tue domande?e poi, per riprendere il concetto del "E' sempre stato così e così sempre sarà", c'è sempre chi si trincera dietro alle regole per nascondere ignoranza e strafottenza.Mi spiace ma la mia personale esperienza in fatto di forum e chat dedicate all'assistenza è questa:C'è l'utente in gamba che da sempre una risposta utilee c'è il saputello che cita le regole e si diverte a bacchettare la gente.... ma che dimostra di avere ben poca sostanza.Inutile dire chi è da apprezzare e chi no.Detto questo io sicuramente le tue regole mica te le tolgo, evidentemente tu hai sempre fatto domande intelligenti, pertinenti e mai fatte da nessuno prima d'ora ;).
          • krane scrive:
            Re: RTFM
            - Scritto da: Petengy
            - Scritto da: advange


            caro picard... la vediamo in modo diverso,

            tutto

            qui.


            Tu vedi arroganza e rispondi con arroganza,


            alimentando il "circuito" questo in effetti


            spiega .... molte cose della società odierna.
            hai mai pensato che :
            5) tu sei nato con la memoria genetica di tutto
            lo scibile umano ? oppure sai quel che sai perché
            c'è stata gente armata di santa pazienza che si è
            degnata di rispondere alle tue
            domande?Forse ha semplicemente letto il F manuale.
          • Antonio Macchi scrive:
            Re: RTFM

            5) tu sei nato con la memoria genetica di tutto
            lo scibile umano ? oppure sai quel che sai perché
            c'è stata gente armata di santa pazienza che si è
            degnata di rispondere alle tue
            domande?esattotra l'altro chi li ha scritti i manuali?le FAQ come farebbero a diventare FAQ se non fossero poste di frequente?tutta la XXXXXXXta sulle regole e' solo il paravento per poter dare leggitimita' ad una azione che evidentemente piace un po' a tutti... dai politici, all'ultimo dei linari...basta un briciolo di potere... per veder trasformare le persone in XXXXXXX.
          • krane scrive:
            Re: RTFM
            - Scritto da: Antonio Macchi

            5) tu sei nato con la memoria genetica di tutto

            lo scibile umano ? oppure sai quel che sai

            perché c'è stata gente armata di santa pazienza

            che si è degnata di rispondere alle tue domande?

            esatto tra l'altro chi li ha scritti i manuali?Forse gente che si illudeva che qualcuno li avrebbe letti, invece di postare sempre le stesse domande nei forum ?
            le FAQ come farebbero a diventare FAQ se non
            fossero poste di frequente?E a cosa servono se non ad evitare che la gente faccia ancora e ancora sempre le stesse domande ?
            tutta la XXXXXXXta sulle regole e' solo il
            paravento per poter dare leggitimita' ad una
            azione che evidentemente piace un po' a tutti...
            dai politici, all'ultimo dei linari...E si e poi a stipendiare i giudici e a far prendere le tangenti per costruire le carceri; vuoi mettere una sana anarkia ?
            basta un briciolo di potere... per veder
            trasformare le persone in XXXXXXX.La conoscenza e' potere.
          • Frontilex scrive:
            Re: RTFM
            - Scritto da: krane
            La conoscenza e' potere. tientela stretta allora, mi raccomando ....
          • krane scrive:
            Re: RTFM
            - Scritto da: Frontilex
            - Scritto da: krane


            La conoscenza e' potere.

            tientela stretta allora, mi raccomando ....No, ci scrivo un manuale, poi cosi' posso rispondere RTFM invece di dare 10.000 risposte sempre uguali a 10.000 che fanno la stessa domanda.O secondo te dovrei essere il tuo tutor personale gratuito ?
          • Antonio Macchi scrive:
            Re: RTFM


            No, ci scrivo un manuale, poi cosi' posso
            rispondere RTFM invece di dare 10.000 risposte
            sempre uguali a 10.000 che fanno la stessa
            domanda.

            O secondo te dovrei essere il tuo tutor personale
            gratuito
            ?vedi l'assurdo e' proprio questovuoi scrivere un manuale? scrivi un manuale.vuoi rispondere alle 10.000 domande? rispondi alle domande.tu invece non fai ne l'uno ne l'altroma rispondi per 10.000 volte RTFM
          • krane scrive:
            Re: RTFM
            - Scritto da: Antonio Macchi

            No, ci scrivo un manuale, poi cosi' posso

            rispondere RTFM invece di dare 10.000 risposte

            sempre uguali a 10.000 che fanno la stessa

            domanda.

            O secondo te dovrei essere il tuo tutor

            personale gratuito ?
            vedi l'assurdo e' proprio questo
            vuoi scrivere un manuale? scrivi un manuale.
            vuoi rispondere alle 10.000 domande? rispondi
            alle domande.Nessuno vuole rispondere a 10.000 domande sempre uguali lo vuoi capire o no ?
            tu invece non fai ne l'uno ne l'altro
            ma rispondi per 10.000 volte RTFMMica sono il tuo tutor personale gratuito, che ho scritto il manuale a fare se non lo leggi prima di porre la domanda ?
          • Antonio Macchi scrive:
            Re: RTFM


            le FAQ come farebbero a diventare FAQ se non

            fossero poste di frequente?

            E a cosa servono se non ad evitare che la gente
            faccia ancora e ancora sempre le stesse domande
            ?
            non confondere la causa con l'effettole FAQ possono esistere solo se ci sono persone che ripetono sempre le stesse domande. e' questo comportamento che ha generato le FAQle FAQ non generano niente... le FAQ semplicemente esistono grazie a questo.le FAQ non possono essere la causa della fine delle domande ripetuteperche' se questo accadesse, segnerebbe anche la fine delle FAQ stesse.non so se riesci a capire... ma le domande ripetute stanno un gradino sopraquindi onore a chi rifa' una domanda.
          • Antonio Macchi scrive:
            Re: RTFM
            e siccome ti reputo un tipo intelligente, ti dico un'altra cosa.triste giorno, per linux e per la comunita', quando nessuno fara' piu' quelle tanto odiate domande.capisci cosa intendo si?
          • krane scrive:
            Re: RTFM
            - Scritto da: Antonio Macchi


            le FAQ come farebbero a diventare FAQ se non


            fossero poste di frequente?

            E a cosa servono se non ad evitare che la gente

            faccia ancora e ancora sempre le stesse domande ?
            non confondere la causa con l'effettoLo stai facendo tu : le faq servono proprio ad evitare che la gente continui a porre sempre le stesse domande.
            le FAQ possono esistere solo se ci sono persone
            che ripetono sempre le stesse domande.Le faq si evolvono grazie a gente che pone domande nuove, quelle vecchie dovrebbero evitare di porle poiche' e' gia' stato risposto nello stesso modo prima in diretta e poi diventando faq.
            e' questo comportamento che ha generato le FAQ
            le FAQ non generano niente... le FAQ
            semplicemente esistono grazie a questo.Esistono per evitare che la gente ponga sempre le stesse domande.
            le FAQ non possono essere la causa della fine
            delle domande ripetute perche' se questo accadesse,
            segnerebbe anche la fine delle FAQ stesse.Le faq si evolvon, se ne aggiungono di nuove.
            non so se riesci a capire... ma le domande
            ripetute stanno un gradino sopra
            quindi onore a chi rifa' una domanda.Non se la domanda ha gia' risposta.Altrimenti saremmo ancora a chiedere se la terra e' rotonda.
          • Antonio Macchi scrive:
            Re: RTFM

            Le faq si evolvono grazie a gente che pone
            domande nuove, quelle vecchie dovrebbero evitare
            di porle poiche' e' gia' stato risposto nello
            stesso modo prima in diretta e poi diventando
            faq.le faq si evolvono grazie a gente che pone LE STESSE DOMANDEse una domanda viene posta una volta sola non puo' essere una FAQ...semmai una SAQ (solitary asked question)
          • krane scrive:
            Re: RTFM
            - Scritto da: Antonio Macchi

            Le faq si evolvono grazie a gente che pone

            domande nuove, quelle vecchie dovrebbero evitare

            di porle poiche' e' gia' stato risposto nello

            stesso modo prima in diretta e poi diventando

            faq.
            le faq si evolvono grazie a gente che pone LE
            STESSE DOMANDE se una domanda viene posta una
            volta sola non puo' essere una FAQ...
            semmai una SAQ (solitary asked question)E quindi secondo te le FAQ servono per collezione ? La gente di un certo forum le usa per contare quante volte si rifa' una domanda per tirarsela con i bloggatori amici ?
          • Antonio Macchi scrive:
            Re: RTFM

            E quindi secondo te le FAQ servono per collezione
            ? La gente di un certo forum le usa per contare
            quante volte si rifa' una domanda per tirarsela
            con i bloggatori amici
            ?servono grosso modo come serve un manuale di istruzioni.e probabilmente nascono anche per il bisogno di filtrare la mole di domandema questo non significa che ogni domanda non filtrata da una FAQ deve essere presa a mitragliate.c'e' chi preferisce leggere una FAQ, c'e' chi (specie se alle prime armi) preferisce un contatto piu' umano.nessuno ti obbliga a scrivere un HOWTO, ma se lo fai, cerca di farlo per bene.allo stesso modo, nessuno ti obbliga a rispondere ad una domanda.
          • krane scrive:
            Re: RTFM
            - Scritto da: Antonio Macchi

            E quindi secondo te le FAQ servono per

            collezione ? La gente di un certo forum le

            usa per contare quante volte si rifa' una

            domanda per tirarsela con i bloggatori amici ?
            servono grosso modo come serve un manuale di
            istruzioni.Alludi a quelli che andrebbero letti prima di fare le domande vero ?
            e probabilmente nascono anche per il bisogno di
            filtrare la mole di domandeVedo che stai lentamente cominciando a capire.
            ma questo non significa che ogni domanda non
            filtrata da una FAQ deve essere presa a
            mitragliate.Mitragliare e' invitare a leggere le FAQ ?
            c'e' chi preferisce leggere una FAQ, c'e' chi
            (specie se alle prime armi) preferisce un
            contatto piu' umano.Che paghi qualcuno, che si iscriva ad un corso, la gente che sta nei forum ne' ha intenzione ne' puo' fare da tutor personale a 10.000 persone che pongono tutte la stessa domanda.
            nessuno ti obbliga a scrivere un HOWTO, ma se lo
            fai, cerca di farlo per bene.
            allo stesso modo, nessuno ti obbliga a rispondere
            ad una domanda.Tanto piu' se la risposta e' gia' stata data decine di volte, a maggior ragione si risponde invitando a leggere le FAQ, cosa c'e' di strano ?
          • advange scrive:
            Re: RTFM

            hai mai pensato che :

            1) magari un utente semplicemente NON SA come
            cercare..... e quindi digli di andare a
            cercarsele le risposte è solo strafottenza ?Se non sa cercare sono problemi suoi.

            2) se gli utenti fanno sempre la stessa domanda è
            forse perchè quel problema è veramente importante
            per chi affronta per la prima un determinato
            problema?E quindi ci sono le FAQ...
            3) chi ti obbliga a rispondere ?
            4) che fatica fai a rispondere gentilmente,
            magari postando un link, invece di liquidare chi
            chiede aiuto citando le regole ? (e sappi che chi
            lo fa nel 90% dei casi NON da mai aiuti concreti
            nei forum anche quando vengono poste domande
            "lecite").
            5) tu sei nato con la memoria genetica di tutto
            lo scibile umano ? oppure sai quel che sai perché
            c'è stata gente armata di santa pazienza che si è
            degnata di rispondere alle tue domande?Magari ho letto il manuale, oppure ho cercato sul forum oppure...

            e poi, per riprendere il concetto del "E' sempre
            stato così e
            così sempre sarà", c'è sempre chi si trincera
            dietro alle regole per nascondere ignoranza e
            strafottenza.Questo avvalora la mia tesi

            Mi spiace ma la mia personale esperienza in fatto
            di forum e chat dedicate all'assistenza è questa:
            C'è l'utente in gamba che da sempre una risposta
            utile e c'è il saputello che cita le regole e si
            diverte a bacchettare la gente.... ma che
            dimostra di avere ben poca sostanza.Vero
            Inutile dire chi è da apprezzare e chi no.Sono d'accordo con te: io sono tra quelli che non risponderebbe mai RTFM; sono tra quelli che se uno posta per l'ennesima volta lo stesso problema che è tra le FAQ gli rispondo mettendo il link alle FAQ. Sono tra quelli che se qualcuno dà una risposta frettolosa lo rimprovero e aiuto il povero utente.Ciò non toglie che educare l'utente a vivere civilmente in una comunità è importante. E, limitando la mia attenzione ai soli forum di Linux, spesso chi rompe con domande stupide e mal poste sono troll che vengono sui forum ad inneggiare a Windows.Una volta uno chiese come fare ad utilizzare la funzione di estensione del desktop al secondo schermo: diversi utenti gli chiesero di completare la domanda dicendo che distribuzione usasse, che versione del kernel, quale scheda video e con quali driver. Il tutto corredato da istruzioni per ottenere i dati necessari per poter fornire aiuto. Ebbene l'utente in questione cominciò a fornire informazioni parziali e contraddittorie per poi sbottare in una serie di post in cui inneggiava a Windows Vista.Ecco, casi del genere sono tutt'altro che rari: un po' sullo stile di dovella che posta sui forum per Mac per intenderci.
            Detto questo io sicuramente le tue regole mica te
            le tolgo, evidentemente tu hai sempre fatto
            domande intelligenti, pertinenti e mai fatte da
            nessuno prima d'ora ;).Per la verità di domande non ne ho mai fatte: ho sempre avuto la fortuna di trovare la soluzione del problema o da solo o (quasi sempre) cercando sui forum. E di problemi ne ho avuti parecchi: perché Linux di problemi ne ha davvero tanti; e perché di certo io non sono un guru dei SO.
          • Petengy scrive:
            Re: RTFM
            beh direi che adesso cominciamo a ragionare.questo che fai è un discorso sensato e con buonsenso, e sono d'accordo.ben diverso dal mandare a prendere i fiori nel campo il primo sventurato che fa una domanda per alcuni inopportuna (sventolando le regole.....). Per quello che concerne il fatto che hai imparato senza fare domande, beh, direi che nessuno, su questa terra (in possesso delle facoltà mentali) possa affermare una cosa del genere, o sbaglio ?Se ti riferisci a linux anche solo dire che hai imparato guardando i forum, filosoficamente parlando, implica che ti sia basato su domande e risposte indirette.... semplicemente la domanda non l'hai posta in pubblico ma solo nella tua testa... ma l'hai sempre fatta, e la risposta l'hai avuta grazie a chi, prima di te, ha posto la domanda... ma qui si rischia di uscire completamente dai binari....
          • advange scrive:
            Re: RTFM

            beh direi che adesso cominciamo a ragionare.
            questo che fai è un discorso sensato e con
            buonsenso, e sono d'accordo.Grazie

            ben diverso dal mandare a prendere i fiori nel
            campo il primo sventurato che fa una domanda per
            alcuni inopportuna (sventolando le regole.....).Sì, hai proprio ragione, quelli si classificano da soli: li hai ben descritti tu.

            Per quello che concerne il fatto che hai imparato
            senza fare domande, beh, direi che nessuno, su
            questa terra (in possesso delle facoltà mentali)
            possa affermare una cosa del genere, o sbaglio ?
            Se ti riferisci a linux anche solo dire che hai
            imparato guardando i forum, filosoficamente
            parlando, implica che ti sia basato su domande e
            risposte indirette.... semplicemente la domanda
            non l'hai posta in pubblico ma solo nella tua
            testa... ma l'hai sempre fatta, e la risposta
            l'hai avuta grazie a chi, prima di te, ha posto
            la domanda... ma qui si rischia di uscire
            completamente dai binari....E' esattamente quello che volevo dire: ti ringrazio per aver reso esplicito il mio pensiero.
          • Petengy scrive:
            Re: RTFM
            te e pasticcini :)
          • Antonio Macchi scrive:
            Re: RTFM


            Se ti riferisci a linux anche solo dire che hai

            imparato guardando i forum, filosoficamente

            parlando, implica che ti sia basato su domande e

            risposte indirette.... semplicemente la domanda

            non l'hai posta in pubblico ma solo nella tua

            testa... ma l'hai sempre fatta, e la risposta

            l'hai avuta grazie a chi, prima di te, ha posto

            la domanda... ma qui si rischia di uscire

            completamente dai binari....a questo proposito mi viene in mente quante volte, cercando su google un problema, mi imbatto nella domanda giusta... quella che farebbe proprio al caso mio... ma trovo come risposta solo un RTFM.
          • krane scrive:
            Re: RTFM
            - Scritto da: Antonio Macchi


            Se ti riferisci a linux anche solo dire che


            hai imparato guardando i forum, filosoficamente


            parlando, implica che ti sia basato su domande


            e risposte indirette.... semplicemente la


            domanda non l'hai posta in pubblico ma solo


            nella tua testa... ma l'hai sempre fatta, e la


            risposta l'hai avuta grazie a chi, prima di


            te, ha posto la domanda... ma qui si rischia


            di uscire completamente dai binari....
            a questo proposito mi viene in mente quante
            volte, cercando su google un problema, mi imbatto
            nella domanda giusta... quella che farebbe
            proprio al caso mio... ma trovo come risposta
            solo un RTFM.E questo non ti ha mai fatto venire la curiosita' di guardare se nel manuale c'e' la risposta che cercavi ?
          • Antonio Macchi scrive:
            Re: RTFM


            E questo non ti ha mai fatto venire la curiosita'
            di guardare se nel manuale c'e' la risposta che
            cercavi
            ?mi fa venire la rabbia a pensare che avevo trovato la soluzione se solo quel XXXXX, invece di scrivere RTFM avesse detto qualcosa in piu'.
          • krane scrive:
            Re: RTFM
            - Scritto da: Antonio Macchi

            E questo non ti ha mai fatto venire la

            curiosita' di guardare se nel manuale

            c'e' la risposta che cercavi ?
            mi fa venire la rabbia a pensare che avevo
            trovato la soluzione se solo quel XXXXX, invece
            di scrivere RTFM avesse detto qualcosa in
            piu'.Invece dovresti sentirti XXXXX perche' la soluzione cel'avevi davanti agli occhi, senza bisogno di chiedere a nessuno, avresti risolto prima e dato un senso al lavoro di quelli che hanno scritto i manuali.
          • aZZ scrive:
            Re: RTFM
            - Scritto da: Antonio Macchi



            E questo non ti ha mai fatto venire la
            curiosita'

            di guardare se nel manuale c'e' la risposta che

            cercavi

            ?


            mi fa venire la rabbia a pensare che avevo
            trovato la soluzione se solo quel XXXXX, invece
            di scrivere RTFM avesse detto qualcosa in
            piu'.Cioe' ti fa arrabbiare sapere che la tua domanda potrebbe avere esaustivamente ed esattamente una risposta nel manuale? :|Tra l'altro se molte "risposte" ad una domanda sono RTFM probabilmente o hai trovato un network di sadici visto che la risposta e' complessa, oppure non hai mai e poi mai provato a leggere davvero il manuale (che si e' fatto apposta a volte).Questo non riguarda un sistema operativo od un'altro, riguarda la capacita' di ricerca.Per un problema di windows XP che ad ogni avvio mi diceva che la partizione D: era "dirty" mi mandavano continuamente a leggere la KB di MS (non con un link, ma tipo "vai sulla kb") poi ho scoperto che frequentavo pessimi forum e che cercavo in modo vago (ps la chiave di ricerca era "boot chkdsk remove dirty flag" facile no?).Oppure per installare Kaspersky bisognava rimuovere delle chiavi di registro.E via discorrendo.
          • KC scrive:
            Re: RTFM
            - Scritto da: Antonio Macchi
            mi fa venire la rabbia a pensare che avevo
            trovato la soluzione se solo quel XXXXX, invece
            di scrivere RTFM avesse detto qualcosa in piu'."magari" per trovare la soluzione, avresti dovuto cercarla, invece di sperare di trovare la pappa pronta :D
          • Antonio Macchi scrive:
            Re: RTFM

            Sui forum ci sono delle
            regole e le devi seguire. E' sempre stato così e
            così sempre sarà:Guarda li'... guarda la'... che confusione...Guarda li'... guarda la'... che MALEDUCAZIONE!!ascoltati un po' di vasco va'... puzzi di vecchio.
          • krane scrive:
            Re: RTFM
            - Scritto da: Antonio Macchi

            Sui forum ci sono delle

            regole e le devi seguire. E' sempre stato così e

            così sempre sarà:
            Guarda li'... guarda la'... che confusione...
            Guarda li'... guarda la'... che MALEDUCAZIONE!!
            ascoltati un po' di vasco va'... puzzi di vecchio.Citare vasco invece fa proprio ggggIovane...(rotfl)(rotfl)
          • Antonio Macchi scrive:
            Re: RTFM


            Citare vasco invece fa proprio ggggIovane...

            (rotfl)(rotfl)come vedi da questo post, Vasco era gia' avanti mezzo secolo 20 anni fa.
          • advange scrive:
            Re: RTFM

            Guarda li'... guarda la'... che confusione...
            Guarda li'... guarda la'... che MALEDUCAZIONE!!


            ascoltati un po' di vasco va'... puzzi di vecchio.E post come questo non vengono censurati...
          • Antonio Macchi scrive:
            Re: RTFM
            - Scritto da: advange

            Guarda li'... guarda la'... che confusione...

            Guarda li'... guarda la'... che MALEDUCAZIONE!!





            ascoltati un po' di vasco va'... puzzi di
            vecchio.
            E post come questo non vengono censurati...quando non sai cosa rispondere invochi la censura?puah...
          • krane scrive:
            Re: RTFM
            - Scritto da: Antonio Macchi
            - Scritto da: advange


            Guarda li'... guarda la'... che confusione...


            Guarda li'... guarda la'... che


            MALEDUCAZIONE!!


            ascoltati un po' di vasco va'... puzzi di

            vecchio.

            E post come questo non vengono censurati...
            quando non sai cosa rispondere invochi la censura?
            puah...Ma cosa doveva rispondere ? Con un pezzo di Masini ???
          • advange scrive:
            Re: RTFM

            Ma cosa doveva rispondere ? Con un pezzo di
            Masini ???Sei un grande![intendi quello che comincia per V e finisce per O?]
          • Antonio Macchi scrive:
            Re: RTFM
            - Scritto da: advange

            Ma cosa doveva rispondere ? Con un pezzo di

            Masini ???
            Sei un grande!
            [intendi quello che comincia per V e finisce per
            O?]ma vi leccate il XXXX a vicenda o cosa?comunque a parte questo piacere che vi date, non ci vedo nient'altro di grandeio ho detto che la tua idea sulle regole "eterne" e' una XXXXXXXtae la risposta e' "XXXXXXXXXX?"ma continuate a leccarvi va'...
          • advange scrive:
            Re: RTFM

            ma vi leccate il XXXX a vicenda o cosa?Ecco un'altra cosa da censurare, ma ovviamente la redazione dorme e si nutre di troll come te.

            comunque a parte questo piacere che vi date, non
            ci vedo nient'altro di grandeLe cose grandi sono per le persone grandi: non per te quindi...

            io ho detto che la tua idea sulle regole "eterne"
            e' una XXXXXXXtatu hai detto Guarda li'... guarda la'... che confusione...Guarda li'... guarda la'... che MALEDUCAZIONE!!ascoltati un po' di vasco va'... puzzi di vecchio.
            e la risposta e' "XXXXXXXXXX?"Questo l'hai detto tu...

            ma continuate a leccarvi va'...Riecco la scurrilità tipica dell'adolescente con problemi relazionali.
          • picard12 scrive:
            Re: RTFM
            ma non esagerare... ma quale arroganza..Certo che la vediamo in modo diverso, ma ogni tanto bisogna mettersi in discussione da entrambe le parti.tu hai parlato di buona educazione, ma non deve sempre essere da una parte.. ciao
          • Petengy scrive:
            Re: RTFM
            diciamo che stai uscendo dal soggetto del mio discorso, ma va bene lo stesso il ragionamento è sensato.ciao
          • picard12 scrive:
            Re: RTFM
            vuoi ridere?in si giorni si discuteva di buona educazione/maleducazione su due versanti, esperto/niubbo ebbene, seguendo alcuni forum inerenti alla mia distro ho trovato questa discussione che definire allucinante è poco:1:http://mib.pianetalinux.org/forum/viewtopic.php?f=6&t=592poi per finire la discussione2:http://mib.pianetalinux.org/forum/viewtopic.php?f=25&t=657che dire...mai dire che non c'è maleducazione...Però tengo a precisare che le discussioni ed i post a cui mi riferivo nei miei messaggi non erano certo questi..ciao
          • Petengy scrive:
            Re: RTFM
            il secondo link è fantastico, da farci un tema.
          • shevathas scrive:
            Re: RTFM
            - Scritto da: picard12
            ma che discorsi fai:
            la gente si lamenta spesso perchè viene
            bacchettata il più delle volte
            gisutamente.
            Questo non significa ARRANGIATI!!!
            significa:
            la soluzione c'è, se ne è parlato decine di
            volte, se cercavi un pochino da solo facevi
            prima.
            ad un niubbo devi spiegare, pazientemente, come ci si cerca.l'esempio della maestra elementare del post sotto è azzecattissimo.
            Dire guarda che la risposta al tuo quesito c'è
            già ed indicare la modalità per trovarla non è un
            aiuto?dipende da come lo dai, guarda il manuale X suona meglio di RTFM.
            E' capitato anche a me di ricevere tali
            indicazioni... bastava
            cercare..
            Qui non si tratta di linari, winari, macachi, si
            tratta di buon
            senso...e di capire che il niubbo non è un guru e che può fare errori di inesperienza.
          • Antonio Macchi scrive:
            Re: RTFM

            dipende da come lo dai, guarda il manuale X suona
            meglio di
            RTFM.infatti.e l'unico link che ti danno quando ti vedono alle prime armi sai qual'e'?quella XXXXXXXta di Eric Raymond su come fare domande intelligentiassurdo... mi domando quanta gente abbia mollato linux proprio per colpa di questi XXXXXXXXX.
        • hiccup scrive:
          Re: RTFM
          Si spera che tu non faccia acquisti con la carta di credito in Internet; se usi la stessa capacita' di selezione che hai usato per NGs controlla spesso l'estratto.(rotfl)
    • Petengy scrive:
      Re: RTFM
      google e' di la'.
      RTFM

      e XXXXXXXte simili

      tra l'altro non mi stupirei se gli stessi che mi
      dicevano di andarmi a leggere i fucking-manuali,
      siano poi gli stessi che qui scrivono che per
      usare linux non serve
      leggerliMi duole dirlo ma io questo tizio (in senso positivo) lo straquoto, perchè se da una parte uso linux da quasi 2 anni con incredibile soddisfazione, e non mi dilungo sui motivi, devo dare ragionissimo a quello chè è stato detto in questo post.L'inerzia, la pigrizia e sopratutto anche la malcelata sopportazione (per non dire cafonaggine) il tutto condito da una bella spolveratina di atteggiamento nerd è una peculiarità tipica della stragrande maggioranza dei forum/canali chat italiani,e sottolineo italiani.Quasi tutto l'aiuto concreto nel progredire con linux l'ho avuto consultando "canali" extra-Italia tantè che ho riportato la lingua del sistema operativo all'Inglese proprio per facilitare l'elping.Non che manchino le eccezioni (ovviamente ringrazio tutti gli "italiani" che sono stati efficaci nel proprorre idee e aiuti) ma uno delle grosse difficoltà che possono contribuire a rendere difficoltosa la diffusione di linux è proprio questo atteggiamento titpicamente notrano.Quante volte, confermo le parole scritte da RTFM, ad una richiesta di aiuto le risposte sono state (in ordine di frequenza):- nessuna risposta- vai a vederti i wiki- vai a googolare- vatti a vedere i post precedentiFate un esperimento e provate ad andare sul canale ufficiale di aiuto per Ubuntu in italiano (freenode.net canale: Ubuntu-it) e contemporaneamente in quello in lingua inglese (canale: Ubuntu) e provate a chiedere aiuto in entrambe i canali....... vi garantisco che la differenza la vedrete subito.
    • KC scrive:
      Re: RTFM
      google e' di la'.
      RTFM
      e XXXXXXXte similimagari non sara' il tuo caso ma, per quanto mi riguarda, se un amico o un collega, su qualsiasi argomento, mi viene a porre genericamente una domanda, tipo "come si fa 'sta cosa?", la mia prima risposta e' proprio RTFMse, al contrario, la domanda e' "ho provato a fare questa cosa, ma ho riscontrato questi problemi... ho provato a fare questo e quest'altro ancora, ma niente da fare", allora mi mostro disponibile, perche' mi ha dimostrato di non essersi fermato al primo messaggio di errore, ma di essersi sbattuto per risolvere il problemaci sono colleghi che, addirittura, neanche leggono le mail...esperienza di 3 giorni fa': arriva la comunicazione che cambia il sistema di consuntivazione delle giornate presso il cliente, io leggo, mi collego e lo provo... dopo 1/2 giornata un mio collega mi domanda come si usi... la mia domanda e' stata "ma hai seguito la procedura della mail e non ti fa loggare?" e la risposta "veramente neanche l'ho letta"...crederai mica che si debba fare da balia a certa gente, spero... ovvio che, poi, la risposta (ammesso che venga data) sia RTFM
      • Petengy scrive:
        Re: RTFM
        google e' di la'.

        RTFM

        e XXXXXXXte simili

        magari non sara' il tuo caso ma, per quanto mi
        riguarda, se un amico o un collega, su qualsiasi
        argomento, mi viene a porre genericamente una
        domanda, tipo "come si fa 'sta cosa?", la mia
        prima risposta e' proprio
        RTFM
        se, al contrario, la domanda e' "ho provato a
        fare questa cosa, ma ho riscontrato questi
        problemi... ho provato a fare questo e
        quest'altro ancora, ma niente da fare", allora mi
        mostro disponibile, perche' mi ha dimostrato di
        non essersi fermato al primo messaggio di errore,
        ma di essersi sbattuto per risolvere il
        problema

        ci sono colleghi che, addirittura, neanche
        leggono le
        mail...
        esperienza di 3 giorni fa': arriva la
        comunicazione che cambia il sistema di
        consuntivazione delle giornate presso il cliente,
        io leggo, mi collego e lo provo... dopo 1/2
        giornata un mio collega mi domanda come si usi...
        la mia domanda e' stata "ma hai seguito la
        procedura della mail e non ti fa loggare?" e la
        risposta "veramente neanche l'ho
        letta"...
        crederai mica che si debba fare da balia a certa
        gente, spero... ovvio che, poi, la risposta
        (ammesso che venga data) sia
        RTFMnel mio caso, invece, ho sempre dato una risposta a tutti i miei colleghi, SEMPRE, e questo mi ha aiutato molto non solo nei rapporti umani ma anche nella carriera.Ti concedo che la mia è la scelta è sicuramente + faticosa ... ma anche quella che da maggiori soddisfazioni.PSquesto non vuol dire che io sia un buon samaritano perchè quando nelle richieste di aiuto reiterate vedo della malafede mi comporto di conseguenza.... questo si chiama buonsenso (spezia che andrebbe messa in ogni pietanza).
        • picard12 scrive:
          Re: RTFM
          Si capisce spesso dalla tipologia delle domande che uno non ha fatto una minima ricerca in rete e su google per trovare la soluzione.Spesso le domande sono sempre le stesse, trattate 100 volte, e secondo qualcuno si dovrebbe ripetere la stessa discussione un'ennesima volta. Questo francamente mi pare eccessivo. Da qui a far intendere che rispondo sempre male e quasi ti mandano a quel paese ce ne passa.A me pare che sia solo una scusa per non ammettere la propria pigrizia, e come in esempi fatti non mi pare giusto che uno debba star li a fare da ripetitore.Se non hai capito qualcosa nella procedura, allora ne parliamo ma se nemmeno la leggi.Però, c'è un però, fino ad oggi h 13, non mi era mai capitato di leggere in un forum offese personali e atteggiamenti da io so tutto e tu non sai un ca...o e quindi non parlare!( se volete vi posto il link)Di questo veramente non ne abbiamo bisogno, però dobbiamo capire che non tutti sono cosi e che la quasi totalità degli utenti è sempre disponibile e paziente. O dobbiamo sempre far "matassa"?dico questo che certi atteggiamenti sono una rarità e non la regola.Non tutti sono perfetti però anche chi fa domande dovrebbe mettersi ogni tanto in discussione, soprattutto se lo fa nel modo corretto. Spesso il post è :Non parte niente AIUTO!!!!insomma insomma, qualche info in più..suvvia però non facciamo un dramma per qualche parolina..
  • tell scrive:
    quello che succede
    all'inizio il netbook e' piu' limitato, gli ssd costano l'ira di dio la scelta di linux e' obbligata.Poi:1 - i produttori vedono che riescono a metterci un video un po' piu' esteso, un po' piu' di memoria, xp diventa fattibile.2 - microsoft si sveglia e comincia a spingere per avere un suo sistema anche li', perche' se perde i netbook a lungo termine è FOTTUTA. Che poi i netbook siano meno adatti a windows non li ferma, figurati, sono quelli che propongono alla gente windows per l'HPC...3 - i consumatori vogliono usare quello che hanno sempre usato, se il netbook offre windows e sono abituati a windows, useranno windows. Che xp sia un vicolo cieco di cui microsoft si disfera' appena possibile, un po' lo sanno ma comprano windows lo stesso. Il mondo fuori, quello senza gli infiniti pop ups per ogni caspita di aggiornamento, quello che se ti serve un programma basta un apt-get, quello che sul desktop e sul server, sul mac del decennio scorso e sull'ultimo amd a 64, ci metto un sistema operativo e sono a mio agio ovunque, quel mondo non lo conoscono e non gli si puo' fare una colpa.
  • Enrico scrive:
    E chi lo installa dopo?
    C'è da tenere presente che la scelta di notebook con linux preinstallato è molto limitata se non del tutto assente. In italia per esempio c'è solo l'eepc che io sappia (che però ha capacità molto limitate). Io stesso che uso unicamente Linux ho dovuto comperare un computer con windows per poi cancellarlo e installarci Linux. Il motivo di questa scarsità è anche da imputarsi alla maggior parte delle aziende che non si preoccupano nemmeno di certificare il funzionamento con Linux. Ovviamente ci sono le dovute eccezioni, solo per fare un esempio i Lenovo ThinkPad (IMB con hardaware quasi totalmente intel) sono generalmente 100% Linux compatibili (intel e ibm sono tra i maggiori sponsor di Linux). Le poche offerte con Linux preinstallato spesso sono fatte male: non si fornisce nemmeno uno striminzito manuale per i cosiddetti utonti che non hanno mai visto Linux (per esempio una riga con scritto: per installare un programma usa synaptic, il package manager). Malgrado ciò il mio pc (un asus F5SL) funziona perfettamente su Linux senza nessun intervento utente se si usa un Linux user friendly come (K)ubuntu. Se poi funziona con (K)ubuntu è automatico che funzioni con qualunque altro linux, il software è lo stesso (nota: io uso gentoo).Linux è molto più giovane di windows, soprattutto nell'ambito desktop, e quindi per guadagnare consensi in un mercato dominato per la quasi totalità da MS ci vuole il supporto di aziende che decidano di investire e promuovere questo sistema. Certo questo può essere pericoloso in un mercato dove una sola azienda può fare il bello e il cattivo tempo....Una piccola precisazione: dire che Linux è stato ideato da Linus Torvalds è impreciso. Senza nulla togliere a Linus che io rispetto ringrazio ogni volta che accendo il pc con questo fantastico SO, Linus ha ideato solo il kernel, scrivendone circa il 2%, circa 200000 righe di codice (a cui comunque hanno contribuito più di un milione di persone fino ad oggi, si Linux è IL PIÙ GRANDE PROGETTO COLLABORATIVO DELLA STORIA DELL'UOMO), il toolchain e le utility base provengono dal progetto GNU, per qui la denominazione corretta sarebbe GNU/Linux
  • Petengy scrive:
    fonte certa
    ....secondo quanto riferito da un anonimo rivenditore taiwanese, il 90 per cento dei netbook che saranno venduti nel 2009 monterà un sistema operativo diverso da Linux.....anonimo rivenditore taiwanese ?vabbè, ad ogni modo non metto in dubbio la veridicità dell'articolo, solo mi domando, a fronte della netta contrazione delle vendite di PC globale a causa della "crisi", se anche questi dati non siano un po da prendersi con le "pinze"Anche tendendo conto del fatto che, almeno cosi' mi pare, da sempre i pc (laptop o desktop) siano per la stragrande maggioranza dei casi venduti con windows preinstalllato....ad ogni modo come si suol dire.... vedremo cosa ci prospetterà questo roseo futuro....
  • controlli a campione scrive:
    WINDOWS AL TAPPETO!
    Scusate ma ancora non era stato aperto e non ho resistito :D
  • repolo scrive:
    windows vs. linux sui netbook
    la verità è che la politica dei distributori sui netbook è SCANDALOSA! (per quale motivo, poi?)ho fatto usare l'eee pc alla mia ragassa e non ha avuto problemi, sia con xandrox che con easy peasy (ditro basata su ubuntu per netbook)lei che è a digiuno di pc si trova benissimopoi ci possono essere alcuni problemi, ma devo dire che anche per windows NON ESISTE installazione da 0 che va bene così com'e', ci devi mettere antivirus, firewall, una sbrodolata di programmi perchè abbia un minimo di usabilita' e fare in modo che non diventi una discarica di XXXXXte..il problema piuttosto posso averlo io, che so (credo di sapere) usare abbastanza windows, meno linux... per fare alcune cose devo faticare (e non ne ho sempre tempo)
  • Carocollo scrive:
    IL PROBLEMA E' L'HARDWARE!!!
    Inutile menarla, il problema è l'hardware che quasi sempre linux non sa supportare, e quando dico supportare intendo dire che accendi il pc e funziona!Perché se devo andare su google a cercare il workaround, il driver fatto in casa e ca22ate simili buona notte al secchio!Potete protestare quanto volete contro gli utonti ma se li volete conquistare dovete dargli in mano un SO che riconosca l'hardware!Senza che ci sia bisogno di nessuna ricerca su google e senza che sia necessario scrivere una sola riga sulla shell, che l'utonto non dovrebbe mai neanche vedere in un SO che non voglia rimanere relegato agli smanettoni.Sysadmin di un server LAMP distro CentOS.
    • Caracalla scrive:
      Re: IL PROBLEMA E' L'HARDWARE!!!
      Thread inutile.Ce ne sono almeno un altro paio di uguale tenore.
    • krane scrive:
      Re: IL PROBLEMA E' L'HARDWARE!!!
      - Scritto da: Carocollo
      Inutile menarla, il problema è l'hardware che
      quasi sempre linux non sa supportare, e quando
      dico supportare intendo dire che accendi il pc e
      funziona!Tu parli del preinstallato quindi.
    • pabloski scrive:
      Re: IL PROBLEMA E' L'HARDWARE!!!
      direi che il tuo discorso fila tranne per un errore di prospettiva e cioè non dev'essere linux a supportare l'hardware, ma i produttori di hardware a supportare linuxdel resto mi pare che non sia windows a supportare l'hardware, ma siano ATI e soci a farsi il XXXX per scrivere driver, con tutti i problemi derivanti dalle XXXXXXX che MS periodicamente fa....ricordo le proteste all'epoca di XP e le stesse proteste si sono avute con Vista...altro che l'instabilità dell'API di Linux ( che poi da 5 anni buoni è stabile )
    • Antonio Macchi scrive:
      Re: IL PROBLEMA E' L'HARDWARE!!!

      Inutile menarla, il problema è l'hardware che
      quasi sempre linux non sa supportare, e quandohei hei hei... pianola colpa non e' mica dei programmatori linuxla colpa e' di chi costruisce l'hardwarenon rilasciano le specifichee fanno i test su windowsin pratica non seguono gli standard... ovvero per loro l'unico standard e' il funzionamento di windowsa parte questa piccola questione su chi ha la colpa e chi no, per il resto sono d'accordo con tela maggior parte delle gente non vuole, E NON DEVE, preoccuparsi di leggere manuali o ricerche su googlese poi ci aggiungiamo la massa bofh XXXXXXXXXXXXX che l'unico aiuto che sanno dare a chi si installa linux e' RTFM...
      • chojin scrive:
        Re: IL PROBLEMA E' L'HARDWARE!!!
        - Scritto da: Antonio Macchi

        Inutile menarla, il problema è l'hardware che

        quasi sempre linux non sa supportare, e quando


        hei hei hei... piano
        la colpa non e' mica dei programmatori linux
        la colpa e' di chi costruisce l'hardware
        non rilasciano le specifiche
        e fanno i test su windows

        in pratica non seguono gli standard... ovvero per
        loro l'unico standard e' il funzionamento di
        windowsIdiozie. E' Linux che non segue gli standard industriali anche perchè non tutti sono liberi e bisogna pagare per supportarli. Ed un sistema anarchico sfrutta-soldi come Linux senza un'unica società e neppure un gruppo di riferimento e senza uno standard unico non può certo riuscire a supportare gli standard industriali.
        • Antonio Macchi scrive:
          Re: IL PROBLEMA E' L'HARDWARE!!!

          bisogna pagare per supportarli. Ed un sistema
          anarchico sfrutta-soldi come Linux senza un'unica
          società e neppure un gruppo di riferimento eanarchico sfrutta-soldi suona un po' "ossimoro"...
          • flamer scrive:
            Re: IL PROBLEMA E' L'HARDWARE!!!
            Lascia stare gli ossimori. Non volare troppo alto, sprechi tempo. Questo qua sa a malapena leggere e scrivere, però ha orecchiato qualcosa sugli standard industriali (non si sa quali) ed ha sentito Cicchitto/Bondi/Gasparri parlare di anarchia, quindi ripete a manetta sperando di centrare una qualche ipotetica attinenza.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 marzo 2009 00.11-----------------------------------------------------------
        • pabloski scrive:
          Re: IL PROBLEMA E' L'HARDWARE!!!
          quali standard industriali non segue linux?o grande cho-troll illuminaci :D
      • picard12 scrive:
        Re: IL PROBLEMA E' L'HARDWARE!!!
        perchè NON DEVE?è per questo motivo che la gente rimane ignorante e schiava di logiche di mercato monopolistiche.In non voler imparare, acquisendo informazioni impegnandosi sta portando la nostra società italiana nel baratro e poi ci lamentiamo dei nostri politici che fanno quello che vogliono.E perchè?perchè ci sono quelli come te che sostengono che non bisogna imparare, e prendere per oro colato tutto quello che ci viene dato dall'alto.Ma quanti anni hai?PS: la gente che "NON DEVE" è la stessa che rompe le scatole all'amico smanettone perchè il suo pc è lento, pieno di virus etc... beata ingoranza.. e' per questo che la microsoft c'è ancora..-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 marzo 2009 09.09-----------------------------------------------------------
    • Ash scrive:
      Re: IL PROBLEMA E' L'HARDWARE!!!
      Non è vero.Non dico nulla dell'hardware più nuovo, ma quello un po' vecchiotto e sicuramente anche quello dei netbook, è supportato alla grande.
    • Ash scrive:
      Re: IL PROBLEMA E' L'HARDWARE!!!
      Se dovessi fare critica a linux direi:1) E' un kernel monolitico;2) Un sacco di distribuzioni sono un po' delle XXXXXXXte (negativo anche il mio giudizio su xubuntu).3) Ci sono alcuni problemini da risolvere (risolvibili smanettando) anche in alcune distribuzioni serie.Per il resto, sul discorso dell'hardware, soprattutto sui netbook, è molto più facile che parta con linux al primo colpo che con xp.Il Jumpc con xp usava delle risoluzioni "schiacciate" per simulare quelle classiche usate da windows nello schermino a 800*480.Ubuntu setta perfettamente la risoluzione con tanto di schermi virtuali ed è usabilissimo.Qualche appunto sull'installazione che non permetteva un facile acXXXXX ai tasti.Oggigiorno, su quei computrini, molto più facile che funzioni a dovere ubuntu rispetto ad xp.
  • fscsafgxer scrive:
    Mettessero Ubuntu!!
    come da oggetto
    • mmmmmmbutu scrive:
      Re: Mettessero Ubuntu!!
      come da oggetto
    • Ash scrive:
      Re: Mettessero Ubuntu!!
      Ma infatti!Il problema di linux è che c'è una miriadde di distribuzioni.Da un lato è giusto che uno possa scegliere quella più adatta, dall'altro i produttori di hardware dovrebbero concentrarsi su quelle migliori, funzionanti, diffuse, supportate.Da quando uso ubuntu windows non lo uso praticametne mai.Ho pure installato Ubuntu su un Jumpc (con soli 2 GB di memoria di massa) e su un fisso che ho regalato a un amico con poca esperienza al quale è piaciuto subito. Anzi, era proprio contento di avere un sistema operativo "alternatvo".
    • Petengy scrive:
      Re: Mettessero Ubuntu!!
      Mettilo assoreta!
  • uharrrr scrive:
    ma io
    Non ho capito chi e' che va blaterando riguardo l'interfaccia di linux. Probabilmente proprio le persone che non l'hanno neanche mai visto?Su linux, o meglio GNU/Linux esistono un sacco di DE (Desktop Environment), ognuno con i propri punti di forza. E se un utente vuole qualcosa di figo/funzionale/zeppodiprogrammigratis basta che si installi kde4 e dimenticherà pure l'esistenza di windows. Kde spacca il XXXX a windows e al mac, checchè ne diciate
    • Antonio Macchi scrive:
      Re: ma io

      Kde spacca il XXXX a windows e al mac, checchè ne
      diciateveropero' quando compri un mac sei sicuro che tutto l'hardware funzionera'(quello targato mac perlomeno)setessa cosa per windowsinvece per linux non lo saii negozianti non te lo sanno direnelle confezioni il logo del pinguino e' come il quadrifoglioe ti tocca fare ricerche su google, e spesso incrociare le dita.e' un sistema operativo da "battaglia"... un po' come la musica underground, o la dune-buggy
      • Gix scrive:
        Re: ma io
        winzozz non è esente. provate a chiedere ai videogiocatori se tutti i pad vengono riconosciuti... buonanotte!!!
        • chojin scrive:
          Re: ma io
          - Scritto da: Gix
          winzozz non è esente. provate a chiedere ai
          videogiocatori se tutti i pad vengono
          riconosciuti...
          buonanotte!!!Nel 99% dei casi con Windows come con OSX non ci sono problemi.
    • Luca scrive:
      Re: ma io
      - Scritto da: uharrrr
      Kde spacca il XXXX a windows e al mac, checchè ne
      diciateFino all'altro ieri dicevate che kde faceva schifo.Ormai rasentate il ridicolo
      • iRoby scrive:
        Re: ma io
        Mica vero, utenti Linux che l'hanno provato riconoscono che è davvero innovativo specie rispetto al piattume Microsoft.Quelli che dicono che faccia schifo sono i Windows fanboy, senza contare che M$ per Windows 7 sta scopiazzando parecchio da questo KDE.
        • chojin scrive:
          Re: ma io
          - Scritto da: iRoby
          Mica vero, utenti Linux che l'hanno provato
          riconoscono che è davvero innovativo specie
          rispetto al piattume
          Microsoft.

          Quelli che dicono che faccia schifo sono i
          Windows fanboy, senza contare che M$ per Windows
          7 sta scopiazzando parecchio da questo
          KDE.KDE4 è assolutamente instabile ed inutilizzabile. E' un dato di fatto. Basta leggersi i forum in rete sia per distribuzioni BSD che Linux che lo usano.
    • chojin scrive:
      Re: ma io
      - Scritto da: uharrrr
      Non ho capito chi e' che va blaterando riguardo
      l'interfaccia di linux.


      Probabilmente proprio le persone che non l'hanno
      neanche mai
      visto?

      Su linux, o meglio GNU/Linux esistono un sacco di
      DE (Desktop Environment), ognuno con i propri
      punti di forza.


      E se un utente vuole qualcosa di
      figo/funzionale/zeppodiprogrammigratis basta che
      si installi kde4 e dimenticherà pure l'esistenza
      di windows.


      Kde spacca il XXXX a windows e al mac, checchè ne
      diciateKDE4 fa schifo. Lo ho provato su PC-BSD7 che da quando usa KDE è diventato instabile come mai prima. Molto meglio Gnome.Ed avere tanti gestori desktop diversi non è un punto di forza ma una iattura. Rende il sistema inadatto all'utente finale ed un incubo per gli sviluppatori.
      • Antonio Macchi scrive:
        Re: ma io


        Ed avere tanti gestori desktop diversi non è un
        punto di forza ma una iattura. Rende il sistema
        inadatto all'utente finale ed un incubo per gli
        sviluppatori.perche'?che usi GTK o QT il software che scrivi girera' comunque sia su gnome che su kdenon vedo la iatturaanzi, a me piace il fatto che ci siano degli "stranieri" nel mio desktop... (purche' si "comportino bene"...)
  • CapFear scrive:
    Dacci tempo
    E' arcionoto che i "privati" sono composti da una massa abnorme di UTONTI come i cervelli che li compongono. La massa UTONTA è quella che segue gli spot pubblicitari, quella che si fa assoldare per dar l' assalto ai WALL-MART dietro una campagna pubblicitara APPLE o MICORSOFT per il lancio di una delle loro cianfrusaglie dragasaccocce di TONTOLONI.Il tempo è scaduto per queste multinazionali dell' impero del male che han basato il loro business sul XXXXXXX i TONTOLONI, grazie a questa crisi godranno dell' anticipo del tempo di esser spazzati via.Linux, come un grande maratoneta che esce alla lunga, raccatterà i cadaveri di queste povere criste di multinazionali destinate al fallimento finale.
    • Conformista informatico scrive:
      Re: Dacci tempo
      certo...come no! :D(hai detto le "ultime paole famose")auguri e figli linari.
    • Antonio Macchi scrive:
      Re: Dacci tempo

      Linux, come un grande maratoneta che esce alla
      lunga, raccatterà i cadaveri di queste povere
      criste di multinazionali destinate al fallimento
      finale.linux sta ancora accendendo i motori....aspettate quando partira'... non esistera' piu' windows o mac.diventerete tutti linari... tutti.... tutti!!!!
    • uharrrr scrive:
      Re: Dacci tempo
      - Scritto da: CapFear
      E' arcionoto che i "privati" sono composti da una
      massa abnorme di UTONTI come i cervelli che li
      compongono. La massa UTONTA è quella che segue
      gli spot pubblicitari, quella che si fa assoldare
      per dar l' assalto ai WALL-MART dietro una
      campagna pubblicitara APPLE o MICORSOFT per il
      lancio di una delle loro cianfrusaglie
      dragasaccocce di
      TONTOLONI.
      Il tempo è scaduto per queste multinazionali
      dell' impero del male che han basato il loro
      business sul XXXXXXX i TONTOLONI, grazie a questa
      crisi godranno dell' anticipo del tempo di esser
      spazzati
      via.
      Linux, come un grande maratoneta che esce alla
      lunga, raccatterà i cadaveri di queste povere
      criste di multinazionali destinate al fallimento
      finale.straquoto... pero' spero che questi utonti verranno condannati ad usare winzozz in eterno, e a COMPRARE i programmi in eterno, non a scaricare come siamo bravi a fare tutti... COMPRATE i programmi per WINDOWS. poveri XXXXXXXXX, se non fosse per il p2p la microsoft avrebbe fallito da anni
    • chojin scrive:
      Re: Dacci tempo
      - Scritto da: CapFear
      E' arcionoto che i "privati" sono composti da una
      massa abnorme di UTONTI come i cervelli che li
      compongono. La massa UTONTA è quella che segue
      gli spot pubblicitari, quella che si fa assoldare
      per dar l' assalto ai WALL-MART dietro una
      campagna pubblicitara APPLE o MICORSOFT per il
      lancio di una delle loro cianfrusaglie
      dragasaccocce di
      TONTOLONI.
      Il tempo è scaduto per queste multinazionali
      dell' impero del male che han basato il loro
      business sul XXXXXXX i TONTOLONI, grazie a questa
      crisi godranno dell' anticipo del tempo di esser
      spazzati
      via.
      Linux, come un grande maratoneta che esce alla
      lunga, raccatterà i cadaveri di queste povere
      criste di multinazionali destinate al fallimento
      finale.Sì, certo.. Nel 2500 o nel 3000 chissà..
  • freax scrive:
    la gente
    tanta gente è idiota e nemmeno prova una cosa se all'inizio non fa quel XXXXXXX suono di windows, chissà li rassicura...provate a fare la barra blu con la e di internet explorer, magari lo useranno....
    • pabloski scrive:
      Re: la gente
      non accusiamo la gente, pensa a quanta gente compra l'iphone, o i telefoni symbianla verità è che gli oem o per incompetenza o volutamente hanno implementato male linuxacer tira fuori linpus che non riconosce manco la webcam e la scheda grafica....poi perchè la versione windows ha più componenti hardware? misteromsi ha fatto lo stesso....asus se l'è cavata ma si è mostrata impreparata fornendo un sistema castrato dove l'utente non poteva installare un tubopoi il canale retail ha fatto il resto oscurando completamente linux....vai a parlare con un commesso di una qualunque catena di elettronica e vedrai che farà di tutto per convincerti a comprare quello con windowsè chiaro che a questo punto la gente non compra linux
      • guast scrive:
        Re: la gente
        Aggiungici che quelle poche volte che ho visto un notebook con Linux preinstallato il prezzo era lo stesso di quello co windows. Visto che Linux non ha licenza significa che comunque ti vendono la licenza di windows.A questo punto prendo windows e Linux me lo installo da solo così mi ritrovo un sistema dual boot pronto a coprire ogni evenienza.Se i produttori evitassero questi giochetti per incamerare più soldi i numeri sarebbero diversi
        • pabloski scrive:
          Re: la gente
          senza contare che eliminano componenti essenziali come il bluetoothper il target dei netbook, il bluetooth è come l'aria
  • malaerba scrive:
    punti di vista
    Prima nessuno comprava pc con GNU/Linux, anche perché non esistevano. Ora che viene proposto il 10% delle persone sceglie GNU/Linux, molti in quel rimanente 90% non sanno invece nemmeno cosa sia. Per me passare dallo 0% al 10% significa crescere, non fare passi indietro.
    • Scimiot scrive:
      Re: punti di vista
      - Scritto da: malaerba
      Prima nessuno comprava pc con GNU/Linux, anche
      perché non esistevano. Ora che viene proposto il
      10% delle persone sceglie GNU/Linux, molti in
      quel rimanente 90% non sanno invece nemmeno cosa
      sia. Per me passare dallo 0% al 10% significa
      crescere, non fare passi
      indietro.Quoto. Passare da 0% a 10% è un gran bel balzo :-pGreetings-
  • zap scrive:
    L'interfaccia di Win va copiata
    Gli sviluppatori di Linux continuano imperterriti a fare finta che Windows non esista e che la gente si diverta a cambiare interfaccia.Basta vedere il sucXXXXX scarso di Vista per capire che gli utenti NON VOGLIONO CAMBIAMENTI DI INTERFACCIA.Perchè il tasto Windows non funziona MAI sotto linux come funziona sotto win?Perchè il tasto destro ha voci diverse da quelle di win?E mille altre piccile stupide e FASTIDIOSE differenze che allontanano da Linux il pubblico che lo prova.Quando i programmatori di delle GUI per linux si sveglieranno e cominceranno a riprodurre il comportamento e l'interfaccia di Windows, allora forse Linux avrà le carte in regola per competere con Windows sui desktop: fino ad allora rimarrà un fenomneno marginale.
    • panda rossa scrive:
      Re: L'interfaccia di Win va copiata
      - Scritto da: zap
      Perchè il tasto Windows non funziona MAI sotto
      linux come funziona sotto
      win?Perche' un sistema operativo come winsozz che si vanta di poter essere usato solo col mouse ha bisogno di un tasto winsozz sulla tastiera? (che tra l'altro e' replicabile con ctrl-esc)?E che comportamento dovrebbe avere questo tasto visto che serve a far comparire un menu per altro totalmente customizzabile?
      Perchè il tasto destro ha voci diverse da quelle
      di win?Forse perche' i menu contestuali del tasto destro dipendono dall'applicazione sulla quale lo azioni?Per esempio il menu contestuale che esce col tasto destro su FF sotto linux e' identico a quello che esce sotto win, e quindi non capisco la tua obiezione.
      E mille altre piccile stupide e FASTIDIOSE
      differenze che allontanano da Linux il pubblico
      che lo prova.Non e' forse il pubblico ad essere stupido e fastidioso (vedi anche "tasto destro" poco sopra)?Cita un po' altre di queste differenze di interfaccia.
      Quando i programmatori di delle GUI per linux si
      sveglieranno e cominceranno a riprodurre il
      comportamento e l'interfaccia di Windows, allora
      forse Linux avrà le carte in regola per competere
      con Windows sui desktop: fino ad allora rimarrà
      un fenomneno marginale.Perche' copiare qualcosa che fa schifo?Una volta Pietro Manzoni inscatolo' la propria XXXXX facendone opera d'arte.In seguito Bill Gates copio' l'idea e la distribui' su scala mondiale facendone prodotto di massa.
      • Taci pirla scrive:
        Re: L'interfaccia di Win va copiata
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: zap

        Perchè il tasto Windows non funziona MAI sotto

        linux come funziona sotto

        win?

        Perche' un sistema operativo come winsozz che si
        vanta di poter essere usato solo col mouse ha
        bisogno di un tasto winsozz sulla tastiera?

        (che tra l'altro e' replicabile con ctrl-esc)?
        E che comportamento dovrebbe avere questo tasto
        visto che serve a far comparire un menu per altro
        totalmente
        customizzabile?


        Perchè il tasto destro ha voci diverse da quelle

        di win?
        Forse perche' i menu contestuali del tasto destro
        dipendono dall'applicazione sulla quale lo
        azioni?
        Per esempio il menu contestuale che esce col
        tasto destro su FF sotto linux e' identico a
        quello che esce sotto win, e quindi non capisco
        la tua
        obiezione.


        E mille altre piccile stupide e FASTIDIOSE

        differenze che allontanano da Linux il pubblico

        che lo prova.

        Non e' forse il pubblico ad essere stupido e
        fastidioso (vedi anche "tasto destro" poco
        sopra)?
        Cita un po' altre di queste differenze di
        interfaccia.


        Quando i programmatori di delle GUI per linux si

        sveglieranno e cominceranno a riprodurre il

        comportamento e l'interfaccia di Windows, allora

        forse Linux avrà le carte in regola per
        competere

        con Windows sui desktop: fino ad allora rimarrà

        un fenomneno marginale.

        Perche' copiare qualcosa che fa schifo?
        Una volta Pietro Manzoni inscatolo' la propria
        XXXXX facendone opera
        d'arte.
        In seguito Bill Gates copio' l'idea e la
        distribui' su scala mondiale facendone prodotto
        di
        massa.Tu muto e cerca di creare cartelle AUX.
        • di passaggio scrive:
          Re: L'interfaccia di Win va copiata
          ahahahah!!! SEI UN GRANDE!!!! :-D
        • Shiba scrive:
          Re: L'interfaccia di Win va copiata
          XXXXX, ha fatto ridere anche me che sono dalla sua parte :D:D
          • Domokun scrive:
            Re: L'interfaccia di Win va copiata
            Io proprio non l'ho capita... :(
          • di passaggio scrive:
            Re: L'interfaccia di Win va copiata
            il "fanatico fiat" si lamenta sempre che con vista nn riesce ancora a creare una cartella AUX...questo fa sì che il suo business possa crollare, per cui GIUSTAMENTE si lamenta:D
      • Stein Franken scrive:
        Re: L'interfaccia di Win va copiata
        Ti rendi conto che sotto Gnome, se usi la finestra di dialogo per selezionare un file grafico, vedi un anteprima grande tipo 16x16 (ovvero non si capisce niente)?Perlomeno sotto Windows (dal 95) potevi vedere un anteprima che si poteva "vedere".Certe cose sono ancora sviluppate malamente. E dire che siamo nel 2009.
    • Cheeta scrive:
      Re: L'interfaccia di Win va copiata
      - Scritto da: zap
      Gli sviluppatori di Linux continuano imperterriti
      a fare finta che Windows non esista e che la
      gente si diverta a cambiare
      interfaccia.
      Basta vedere il sucXXXXX scarso di Vista per
      capire che gli utenti NON VOGLIONO CAMBIAMENTI DI
      INTERFACCIA.
      Quindi nessuno passera' mai a Vista?Il che e' parzialmente vero.
      Quando i programmatori di delle GUI per linux si
      sveglieranno e cominceranno a riprodurre il
      comportamento e l'interfaccia di Windows, allora
      forse Linux avrà le carte in regola per competere
      con Windows sui desktop: fino ad allora rimarrà
      un fenomneno
      marginale.Se Linux e' uguale a Windows userei un BSD o qualcosa d'altro. Il problema principale e' che in fondo siamo degli ominidi, imparentati con i primati. Qualcuno si e' allontanato dal ceppo un po' di piu' e la maggior parte della gente poco. Se hanno inventato il marketing a prova di cretino, anzi soprattutto per i cretini, il sistema operativo (linux o windows) a prova di ominide ancora non c'e'. Se ci avete messo 10 anni a imparare a usare 3 tasti mi raccomando tenetevi il sistema operativo che avete sempre adoperato e non cambiate MAI pc, potreste trovarvi un Vista o un Seven e non capireste piu' niente.
      • uharrrr scrive:
        Re: L'interfaccia di Win va copiata
        i soliti 3 tasti sarebbero ctrl+alt+canc ?!? ahahahaahahah
      • Joe Tornado scrive:
        Re: L'interfaccia di Win va copiata


        Basta vedere il sucXXXXX scarso di Vista per

        capire che gli utenti NON VOGLIONO CAMBIAMENTI
        DI

        INTERFACCIA.



        Quindi nessuno passera' mai a Vista?

        Il che e' parzialmente vero.
        Io di certo no, anche per questo motivo
    • Fulmy(nato) scrive:
      Re: L'interfaccia di Win va copiata
      - Scritto da: zap
      Perchè il tasto Windows non funziona MAI sotto
      linux come funziona sotto
      win?quel tasto lo uso per una unica funzione...e guarda caso non ho avuto nessuna difficoltà a replicare quella (o qualsiasi altra funzione mi possa essere passata per la testa) sul mio laptop dove gira Linux con KDE.Io piuttosto mi chiedo perché mai l'interfaccia di Windows debba cambiare secondo la lingua o le versioni.Per esempio "select all" che su un Win in inglese è Ctrl+A, su un Win italiano diventa una improbabile combinazione che richiede l'uso del tastierino numerico (comodo sui portatili).PS. la funzione che uso è quella data dalla combinazione Win+L
      • Lepaca scrive:
        Re: L'interfaccia di Win va copiata
        guarda, il problema per me non si pone, ma si sta considerando le tante persone, citate dall'articolo, che non vogliono linux a causa della sua interfaccia.bene! allora, dato l'estrema modularita' e malleabilita' di linux, mettiamoci sopra un'interfaccia identica a windows e vediamo cosa succede...
        • Cheeta scrive:
          Re: L'interfaccia di Win va copiata
          - Scritto da: Lepaca
          guarda, il problema per me non si pone, ma si sta
          considerando le tante persone, citate
          dall'articolo, che non vogliono linux a causa
          della sua
          interfaccia.Le tante persone citate nell'articolo si pigliano per una buona parte quello che il venditore gli rifila preinstallato e zitti.Qualche altro lo prova e non gli piace, chi per l'interfaccia, chi perche' non gli funziona questo o quell'altro. E sono gli stessi che hanno tirato Vista in testa a MS, sposti un bottone e vanno fuori di testa o non gli funziona una stampante e il sistema e' penoso. Hanno le loro ragioni pero' mica si possono fare i trasporti tirando un carretto con i buoi perche' qualche tizio si spaventa a vedere quel coso tutto di ferro. Chi vuole l'aggeggio tirato dai buoi continui pure, il resto del mondo si adegua. E alla lunga vale il fatto che si pigliano quello che il venditore di rifila, difatti Vista sta risalendo la china anche se e' nato morto e in attesa del suo sostituto Seven.
          • Cheeta scrive:
            Re: L'interfaccia di Win va copiata
            PSSe non si fosse capito il problema principale di Linux e' che dato che non viene venduto alla maniera MS nessuno fa pubblicita'. E poi la XXXXX abitudine dei tanti pigroni che prefersicono muoversi a cavallo anziche' in aereo. Facciano quel che gli pare, Linux non e' una religione non tutti devono convertirsi. Per me se arriviamo al 10% dell'installato io sono felice e mi basta. Il 10% mi serve perche' i produttori hw facciano tutti i driver, perche' nei negozi sia facile trovare qualche preinstallato, perche' qualche software house faccia versioni anche Linux di certi software molto specifici per grafica o simili. Perche' ci sia abbastanza base per invogliare a migliorare sempre di piu' il sistema. Per il resto buon pro vi faccia andare a cavallo (con tutta la m...a che lascia per strada, se siete contenti cosi' chi cavolo sono io per dirvi come vivere?).
          • vistabuntu.wordpress.com scrive:
            Re: L'interfaccia di Win va copiata
            - Scritto da: Cheeta
            PS

            Se non si fosse capito il problema principale di
            Linux e' che dato che non viene venduto alla
            maniera MS nessuno fa pubblicita'. E poi la XXXXX
            abitudine dei tanti pigroni che prefersicono
            muoversi a cavallo anziche' in aereo. Facciano
            quel che gli pare, Linux non e' una religione non
            tutti devono convertirsi.


            Per me se arriviamo al 10% dell'installato io
            sono felice e mi basta. Il 10% mi serve perche' i
            produttori hw facciano tutti i driver, perche'
            nei negozi sia facile trovare qualche
            preinstallato, perche' qualche software house
            faccia versioni anche Linux di certi software
            molto specifici per grafica o simili. Perche' ci
            sia abbastanza base per invogliare a migliorare
            sempre di piu' il sistema. Per il resto buon pro
            vi faccia andare a cavallo (con tutta la m...a
            che lascia per strada, se siete contenti cosi'
            chi cavolo sono io per dirvi come
            vivere?).meglio XXXXX che residui di idrocarburi degli aerei :D
          • Lepaca scrive:
            Re: L'interfaccia di Win va copiata
            forse non ci siamo capitiguarda che a me, KDE va bene cosi' com'e'ma se per tante persone e' un dramma un pulsante un po' spostato e di colore diverso, che ci vuole a fare un'interfaccia col tasto "giusto" al posto "giusto"?
          • Cheeta scrive:
            Re: L'interfaccia di Win va copiata
            - Scritto da: Lepaca
            forse non ci siamo capiti
            guarda che a me, KDE va bene cosi' com'e'
            No ho capito benissimo. Ti stavo solo dicendo che il problema dell'interfaccia e falso, mica possiamo dare retta ai tizi che vogliono il carro tirato dai buoi come mezzo per spostare delle merci. Cavoli loro, non e' che bisogna fargli usare l'automobile a tutti i costi. A noi che ci frega che il 100% delle persone usi Linux? Facciano quel che vogliono. Al massimo mi frega che il 10% delle persone usi Linux, ma per arrivare a quel 10% non intendo rincorrere i nostalgici dei buoi, se hai capito la metafora.La vuoi piu' lunga? Piu' lunga, OK.Punto uno le persone comperano quello che usano tutti, scardinare un produttore che e' quasi monopolista e' dura.Punto due le persone sono influenzate dalla pubblicita' e da vari mezzi di convincimento, chi fa fior di soldi vendendo software ha un potere di convinzione immenso.Punto tre le persone comperano quello che viene venduto, se in un negozio e' pieno di pc preinstallati windows quello si pigliano.Punto quattro le persone sono pigre, vogliono fare i trasporti con carro e buoi.Punto cinque in virtu' dei primi tre punti anche se Vista e' diverso glielo cacciano giu' in gola comunque, piano piano ma se lo pigliano se MS ha deciso cosi'.Il problema interfaccia e' molto limitato e solo relativo al punto 4, gli altri restano tutti cosi'. Linux non deve essere copione, secondo me riuscira' ad acquistare utenti, piano piano se e' originale. Che senso ha copiare l'interfaccia che lascia piu' che a desiderare di un Win? Piuttosto bisogna giocare su interfacce vocali avanzate, sulle prestazioni, sulla sicurezza, sulla stabilita' e i suoi estimatori li trovera', come li sta trovando. E' solo questione di tempo. Casomai il modello e' il MAC, se proprio vuoi copiare.
          • Lepaca scrive:
            Re: L'interfaccia di Win va copiata
            ah, ma sono perfettamente daccordo con te...io mi riferivo a tutti questi articoli che continuamente dichiarano che la colpa e' dell'interfaccia diversa.ok, se e' colpa dell'interfaccia, adesso gliela facciamo l'interfaccia uguale a windows e vediamo che succede.la mia era una specie di provocazione... :)
      • Funz scrive:
        Re: L'interfaccia di Win va copiata
        - Scritto da: Fulmy(nato)
        Io piuttosto mi chiedo perché mai l'interfaccia
        di Windows debba cambiare secondo la lingua o le
        versioni.
        Per esempio "select all" che su un Win in inglese
        è Ctrl+A, su un Win italiano diventa una
        improbabile combinazione che richiede l'uso del
        tastierino numerico (comodo sui
        portatili).Quoto, veramente fastidioso. Devi sempre guardare la tastiera per fare alt-cerca il "fn"-dove cavolo è il "5" stampato in blu-scuro-su-nero-corpo-4 - ah ecco sta sulla "I"Nessuno credo ne sia capace, tutti si rassegnano a usare il menu per una cosa così banale...
        PS. la funzione che uso è quella data dalla
        combinazione
        Win+LChe non conoscevo.Non c'è un win+qualchecosa per fare seleziona tutto? :)Diecimila volte meglio KDE che ti permette di configurare le scorciatoie di tutti i programmi con un'unica interfaccia.
      • iRoby scrive:
        Re: L'interfaccia di Win va copiata
        Miiii e che dire che con Windows non puoi fare le accentate maiuscole senza usare ALT+codice numerico sul tastierino.Con Linux basta lasciare attivo il Caps Lock.
      • tell scrive:
        Re: L'interfaccia di Win va copiata
        windows ha combinazioni di tastiera da incubo. Control shift T per trovare? una funzione basilare, con due modifiers? lol ma questo e' fallire qualsiasi discorso di usabilita'.per fortuna linux ha copiato il mac.
    • Shu scrive:
      Re: L'interfaccia di Win va copiata
      - Scritto da: zap
      Perchè il tasto Windows non funziona MAI sotto
      linux come funziona sotto
      win?
      Perchè il tasto destro ha voci diverse da quelle
      di
      win?
      E mille altre piccile stupide e FASTIDIOSE
      differenze che allontanano da Linux il pubblico
      che lo
      prova.Vallo a dire alla Apple! Quegli XXXXXXXXX hanno addirittura cambiato la grafica del tasto Windows e ci hanno messo una specie di fioretto! Incompetenti!! Come fa la gente a capirsi?Al di là delle battute, la gente deve capire che LINUX NON E` WINDOWS, così come APPLE NON E` WINDOWS.Quando lo capiranno, e saranno pronti a passare a Linux, lo faranno.
    • Shiba scrive:
      Re: L'interfaccia di Win va copiata
      - Scritto da: zap
      Gli sviluppatori di Linux continuano imperterriti
      a fare finta che Windows non esista e che la
      gente si diverta a cambiare
      interfaccia.
      Basta vedere il sucXXXXX scarso di Vista per
      capire che gli utenti NON VOGLIONO CAMBIAMENTI DI
      INTERFACCIA.

      Perchè il tasto Windows non funziona MAI sotto
      linux come funziona sotto
      win?
      Perchè il tasto destro ha voci diverse da quelle
      di
      win?
      E mille altre piccile stupide e FASTIDIOSE
      differenze che allontanano da Linux il pubblico
      che lo
      prova.

      Quando i programmatori di delle GUI per linux si
      sveglieranno e cominceranno a riprodurre il
      comportamento e l'interfaccia di Windows, allora
      forse Linux avrà le carte in regola per competere
      con Windows sui desktop: fino ad allora rimarrà
      un fenomneno
      marginale.MA LOL! Non è linux ad essere sbagliato, è la testa di quelli come te che ha dei problemi! XDUsa windows che è meglio...
    • uno di piu scrive:
      Re: L'interfaccia di Win va copiata
      Punto Primo - Una distribuzione di Linux con interfaccia simil XP è in sviluppo da parte di una università brasiliana, il nome mi sembra sia Felix o qualcosa di simile, ma vedrai che anche questa non avrà sucXXXXX.Punto Secondo - Linux è [sono] un ottimo sistema operativo, e che ne dite o ne facciate lo è anche WinXP (non venite a dire: ma lnx è + sicuro etc etc. xkè è più sicuro solo perchè essendo meno diffuso è anche meno attaccato, metafora: chi vuol fare danni butta una bomba in una città non in un paesello sperduto).Il problema di perchè Linux non vince sul mercato, è che Linux non esiste. No, non ho bevuto, intendo dire che Linux non è un S.O., sono tanti! Ci sono troppo distro, una diversa dall'altra, con la stessa idea di fondo, ma diverse e questo non gioca a favore del mercato consumer.Un utente che non è uno smanettone, se impara ad usare una distro ne prende in mano un'altra e non si sa muovere..Per far vincere Linux sul mercato consumer si dovrebbe creare un consorzio dove entrano di diritto tutti i produttori di distro, si discute, si sceglie cosa prendere dall'una, cosa dall'altra, e si CREA UNA SOLA DISTRO che allora avrà senso chiamare solo LINUX che dovra seguire una linea di continuità con se stessa per non creare traumi agli utonti (con rispetto, non disprezzo) e allora si potrà parlare di Linux Vs Windows.
      • Passo indietro scrive:
        Re: L'interfaccia di Win va copiata
        Capisco il tuo punto, ma poiché alla fine quello che conta è l'interfaccia utente le distro Linux sono in pratica due: Gnome e KDE. Certo che si chiamassero così e non Ubuntu, Mandriva, Knoppix, Red Hat e mille altre, ci sarebbe meno confusione ed ecco perché ti do una buona parte di ragione. Tuttavia non ci sarà mai un'unica interfaccia perché il sw è libero e quindi ci sarà sempre qualcuno che dirà "questa non mi piace, ne faccio una più bella!" e per fortuna che è così altrimenti non ci sarebbe innovazione.Vedrai che ci vorrà magari qualche decennio ma alla fine la legge del prezzo più basso vince sempre: l'unica mossa che alla lunga potrà fermare Linux sarà regalare Windows ed Office, ed accadrà, ma per farlo MS dovrà prima reinventarsi sotto una nuova forma.
        • uno di piu scrive:
          Re: L'interfaccia di Win va copiata
          Ti spiego perchè non sono d'accordo:-Tu puoi usare le gui es: gnome con Fedora oppure gnome con ubuntu, le finestrelle si comportano più o meno allo stesso modo, è vero, ma per installare un nuovo programma? Ecco che incominciamo a trovare differenze...poi uno apre il terminale e invege di apt-get devi fare yum etc.tutte queste differenze sono un freno enorme per chi deve usare un pc e non è uno smanettone, la mia idea della distro LINUX cmq non comportava che le varie distro per smanettoni non potessero continuare a fare "ricerca" implementando soluzioni diverse, che poi nel consorzio vengono scelte le une o le altre per essere immesse nella distro "utonta" Linux...Riguardo al discorso di Win gratis... è già così, MS fa in modo che si possa copiare Win facilmente per sfondare sul mercato (chi non lavora nel campo ICT se scrive che sa usare il computer intende Windows), imponedo poi alle aziente (che possono spendere) di acquistarlo...
      • chojin scrive:
        Re: L'interfaccia di Win va copiata
        - Scritto da: uno di piu
        Punto Primo - Una distribuzione di Linux con
        interfaccia simil XP è in sviluppo da parte di
        una università brasiliana, il nome mi sembra sia
        Felix o qualcosa di simile, ma vedrai che anche
        questa non avrà
        sucXXXXX.
        Punto Secondo - Linux è [sono] un ottimo sistema
        operativo, e che ne dite o ne facciate lo è anche
        WinXP (non venite a dire: ma lnx è + sicuro etc
        etc. xkè è più sicuro solo perchè essendo meno
        diffuso è anche meno attaccato, metafora: chi
        vuol fare danni butta una bomba in una città non
        in un paesello
        sperduto).
        Il problema di perchè Linux non vince sul
        mercato, è che Linux non esiste. No, non ho
        bevuto, intendo dire che Linux non è un S.O.,
        sono tanti! Ci sono troppo distro, una diversa
        dall'altra, con la stessa idea di fondo, ma
        diverse e questo non gioca a favore del mercato
        consumer.
        Un utente che non è uno smanettone, se impara ad
        usare una distro ne prende in mano un'altra e non
        si sa
        muovere..
        Per far vincere Linux sul mercato consumer si
        dovrebbe creare un consorzio dove entrano di
        diritto tutti i produttori di distro, si discute,
        si sceglie cosa prendere dall'una, cosa
        dall'altra, e si CREA UNA SOLA DISTRO che allora
        avrà senso chiamare solo LINUX che dovra seguire
        una linea di continuità con se stessa per non
        creare traumi agli utonti (con rispetto, non
        disprezzo) e allora si potrà parlare di Linux Vs
        Windows.Linux esiste solo come entità anarchico-comunista. Non si riusciranno mai a mettere d'accordo. Alle aziende Linux serve solo per far soldi senza spese e per intrallazzi vari. Ha soppiantato gli UNIX veri perchè è tutto guadagno per i produttori e zero spese. Le spese sono aumentate solo per i clienti assieme agli enormi problemi di gestione. Quando c'erano solo Sun Solaris, AIX e pochi altri UNIX commerciali le cose funzionavano molto meglio.
    • Passo indietro scrive:
      Re: L'interfaccia di Win va copiata
      E' da qualche mese che uso esclusivamente Ubuntu (versione con gnome) dopo anni di XP e generalmente l'interfaccia è più semplice di quella di XP, funziona meglio, richiede meno click per arrivare a configurare le stesse cose. In fondo XP è un sistema di inizio 2000 per cui non è onesto compararlo alle ultime versioni della concorrenza né sarebbe saggio volerlo copiare perché sarebbe fare un passo indietro.Meglio lavorare bene, innovare ed aspettare che la gente si svegli. Intanto sarà anche vero che l'anno di Linux non arriva mai, ma negli ultimi mesi ho visto un bel po' di gente ha formattato XP per sostituirlo con Ubuntu o che si è presa un eeepc linux. Pian piano il mondo migliorerà. Non c'è fretta.
      • chojin scrive:
        Re: L'interfaccia di Win va copiata
        - Scritto da: Passo indietro
        E' da qualche mese che uso esclusivamente Ubuntu
        (versione con gnome) dopo anni di XP e
        generalmente l'interfaccia è più semplice di
        quella di XP, funziona meglio, richiede meno
        click per arrivare a configurare le stesse cose.
        In fondo XP è un sistema di inizio 2000 per cui
        non è onesto compararlo alle ultime versioni
        della concorrenza né sarebbe saggio volerlo
        copiare perché sarebbe fare un passo
        indietro.

        Meglio lavorare bene, innovare ed aspettare che
        la gente si svegli. Intanto sarà anche vero che
        l'anno di Linux non arriva mai, ma negli ultimi
        mesi ho visto un bel po' di gente ha formattato
        XP per sostituirlo con Ubuntu o che si è presa un
        eeepc linux. Pian piano il mondo migliorerà. Non
        c'è
        fretta.Ma che cavolate. Ubuntu più facile da configurare di XP... ahahah! Ma è uno scherzo.
        • algaso scrive:
          Re: L'interfaccia di Win va copiata
          Installazione winXP [img]http://www.pc-facile.com/images/tutorials/FormattaNTFS.GIF[/img]Installazione ubuntu [img]http://www.linuxtutorial.it/images/ubuntu/ubuntu4.jpg[/img]
          chojin ha detto:
          Ma che cavolate. Ubuntu più facile da configurare
          di XP... ahahah! Ma è uno scherzo. Ma vatti a magnà i trolli, và che è megliohttp://www.trolli.de/
          • Antonio Macchi scrive:
            Re: L'interfaccia di Win va copiata
            certo che accostati cosi'... fa un certo effetto...
          • uno di piu scrive:
            Re: L'interfaccia di Win va copiata
            Certo perchè si accostano due prodotti, uno del 199x e l'altro 10 0 12 anni più giovane...Se poi vogliamo provare ad installare ubuntu su un HW nuovo, devi essere Linus K. per farlo funzionare tramite i driver per Windows....Dai siamo seri...
    • advange scrive:
      Re: L'interfaccia di Win va copiata

      Perchè il tasto Windows non funziona MAI sotto
      linux come funziona sotto win?Perché non l'hai abilitato ;-)
  • il signor rossi scrive:
    L'errore con Linux è dei produttori!
    Hanno proposto distribuzioni proprietarie, limitate, con interfacce utente semplificate: ma chi l'ha detto che l'utente vuole questo?E' chiaro che se l'alternativa è un vero computer con XP o un computer con interfaccia che sembra un cellulare più grosso, l'utente sceglie il vero computer con XP.In più (cito il caso di Xandros avendola usata personalmente sull'eeepc), si trattava di distro piene di bug perché prive del supporto della comunità di utenti che possono avere le distro vere.E' chiaro che ci puoi installare la distribuzione che ti pare, ma non è quello che l'utente medio vuole fare o sa fare. Io per mettere una debian funzionante sull'eeepc ci ho messo una settimana.Così la gente ha comprato i netbook con linux aspettandosi macchine alla pari con windows, ma è non era così. Ovvio che la prossima volta non lo rifaranno.Se i produttori avessero inserito distrubuzioni complete (ubuntu, fedora, opensuse...) la musica sarebbe stata ben diversa (l'unica che lo ha fatto è stata Dell): a mio parere si sono dati la zappa sui piedi da soli su questo punto.
    • Antonio Macchi scrive:
      Re: L'errore con Linux è dei produttori!

      fatto è stata Dell): a mio parere si sono dati la
      zappa sui piedi da soli su questo
      punto.gia'... o forse l'hanno fatto apposta.
    • Giuseppe scrive:
      Re: L'errore con Linux è dei produttori!
      Aggiungi a tutto ciò che molto spesso le differenze di equipaggiamento hardware tra le versioni linux (solitamente meno dotate) e winXp non giustificavano l'acquisto della versione Linux. Per la serie, se con 30 in più ho 512 Mb di ram in più, webcam con un definizione maggiore e la licenza windows Xp, perchè dovrei scegliere Linux ? Anche io che sono un utente Linux, avrei acquistato, a malincuore la versione XP, salvo poi cancellare il SO microsoft e installarne uno a mio piacimento, se non altro x avere un netbook più performante con una spesa aggiuntiva praticamente irrisoria.Altro che "libero mercato", io qui ci vedo lo zampino scorretto di MS!ciao
      • peptidico scrive:
        Re: L'errore con Linux è dei produttori!
        - Scritto da: Giuseppe
        Aggiungi a tutto ciò che molto spesso le
        differenze di equipaggiamento hardware tra le
        versioni linux (solitamente meno dotate) e winXp
        non giustificavano l'acquisto della versione
        Linux. Per la serie, se con 30 in più ho 512 Mb
        di ram in più, webcam con un definizione maggiore
        e la licenza windows Xp, perchè dovrei scegliere
        Linux ? Anche io che sono un utente Linux, avrei
        acquistato, a malincuore la versione XP, salvo
        poi cancellare il SO microsoft e installarne uno
        a mio piacimento, se non altro x avere un netbook
        più performante con una spesa aggiuntiva
        praticamente
        irrisoria.
        Altro che "libero mercato", io qui ci vedo lo
        zampino scorretto di
        MS!

        ciaoMa da dove vieni? In genere il pc con Linux ha hardware superiore, vedi eeepc 901. La versione Linux ha un ssd molto più capiente.
    • Valerio Maggi scrive:
      Re: L'errore con Linux è dei produttori!
      - Scritto da: il signor rossi
      Hanno proposto distribuzioni proprietarie,
      limitate, con interfacce utente semplificate: ma
      chi l'ha detto che l'utente vuole
      questo?
      E' chiaro che se l'alternativa è un vero computer
      con XP o un computer con interfaccia che sembra
      un cellulare più grosso, l'utente sceglie il vero
      computer con
      XP.
      In più (cito il caso di Xandros avendola usata
      personalmente sull'eeepc), si trattava di distro
      piene di bug perché prive del supporto della
      comunità di utenti che possono avere le distro
      vere.
      E' chiaro che ci puoi installare la distribuzione
      che ti pare, ma non è quello che l'utente medio
      vuole fare o sa fare. Io per mettere una debian
      funzionante sull'eeepc ci ho messo una
      settimana.
      Così la gente ha comprato i netbook con linux
      aspettandosi macchine alla pari con windows, ma è
      non era così. Ovvio che la prossima volta non lo
      rifaranno.
      Se i produttori avessero inserito distrubuzioni
      complete (ubuntu, fedora, opensuse...) la musica
      sarebbe stata ben diversa (l'unica che lo ha
      fatto è stata Dell): a mio parere si sono dati la
      zappa sui piedi da soli su questo
      punto.
  • CSOE scrive:
    La verità è che non gli piaci abbastanza
    C'è un film, nelle sale adesso, che ben rappresenta il pensiero degli open fans : si cercano mille scuse, paura del cambiamento, monopoli, pigrizia. Ma la realtà è solo una : che il software open non piace abbastanza !-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 20 marzo 2009 10.23-----------------------------------------------------------
    • Andreabont scrive:
      Re: La verità è che non gli piaci abbastanza
      Alla gente piace pagare tanti soldi per avere un servizio minore? Che sia, saranno loro a far passare questa crisi :-) Io i miei soldi non li butto via :-)
    • nico scrive:
      Re: La verità è che non gli piaci abbastanza
      Modificato dall' autore il 20 marzo 2009 10.23
      --------------------------------------------------C'è un romanzo, in libreria, che ben ti rappresenta.http://www.ibs.it/kat/ser/serdsp.asp?isbn=9788811364269
    • Shiba scrive:
      Re: La verità è che non gli piaci abbastanza
      Beato te che con il circuito mentale che ti ritrovi non avrai mai problemi... ^^''
    • Shiba scrive:
      Re: La verità è che non gli piaci abbastanza
      Quando imparerai a vedere più in là del tuo naso ne riparleremo, ok?
  • Vedo e Prevedo scrive:
    Aggiungo statistiche
    Solita avvertenza, contare i SO e' impossibile si possono dare solo delle idee, se si contano le vendite ci sono i sistemi piratati, quelli che non vengono venduti ;-), quelli che appena comperati sono disinstallati ecc.Quindi la sola maniera e' vedere le visite ai siti x avere una idea:http://www.w3counter.com/globalstats.php?a fine 2008 dava 2.13, Gennaio 2009 2.06, Febbraio di nuovo 2.16 a febbraio 2008 dava 2.01 e a maggio 2007 l'1.27invece secondo http://www.w3schools.com/browsers/browsers_os.aspsi vede una piccola e costante crescita (molto piu' significativa che in w3counter ma il sito per vari motivi ha un certo tipo di utenza).Quindi a parte la fuffa come dicevo la storia ci insegna, piccola ma costante crescita, qualche picco, magari una caduta ma il trend e' di crescita, sempre e comunque.
  • Andreabont scrive:
    Dati falsati
    Mi spiace dirlo ma i vostri dati sono presi sicuramente dalle vendite per i pc...Ora, come sapete il 99% dei pc in vendita allega una versione windows.... per forza linux è in calo dal vostro punto di vista :-)Io, e tutti quelli che conosco che usano linux hanno comprato tutti pc che montano windows, per poi formattare e installare linux....Sapete, i pc "liberi" sono pochi e, diciamolo, dalle prestazioni pessime.... il computer più belli ti rifilano per forza windows...Io stesso sono "utente" windows dal VOSTRO punto di vista, poichè ho comprato ben 2 pc con dentro windows.... vi piacerà sapere che in entrambi questi pc windows non gira da svariati anni :-)Siamo tutti utenti windows sulla carta, ma quello che conta sono i fatti.... e i fatti dicono che nell'ultimo periodo, dalle statistiche dell'UTILIZZO, (e non dalle VENDITE) linux è in aumento, un'aumento battuto da Mac , il tutto a penalizzare windows, che nell'utilizzo è fortemente calato....
    • Gigoachef scrive:
      Re: Dati falsati
      E' come il numero dei cattolici che in Italia coincide con i battezzati. Se anche successivamente diventi ateo, mussulmano, buddista o che so, per le 'statistiche' sempre cattolico resti.Propaganda, mascherata da 'dati'.
  • Maxy scrive:
    Veramente a me sembra il contrario
    Tengo corsi di informatica e TUTTI gli allievi con netbook mi hanno chiesto di aiutarli a metterci Linux sopra (tutti!).Secondo me è solo una questione di abitudine, i "vecchi" preferiscono windows, i "giovani" hanno il coraggio di cambiare.Ma questo è vero anche per altri mercati, chi è nel commercio lo sa benissimo. Puoi proporre un prodotto più economico e che fa molte cose in più, ma se l'utente si è abituato non gli va' di cambiare...
    • pabloski scrive:
      Re: Veramente a me sembra il contrario
      personalmente ho riscontrato, con alcuni conoscenti, una differenza di percezione abissale tra il linpus o lo xandros preinstallati e ubuntusarà forse che gli oem non sanno fare il loro mestiere?
  • Vedo e Prevedo scrive:
    Soliti maghi e fattucchiere
    A questi simpatici analisti mi piacerebbe domandare quanti milioni di euro hanno guadagnato in borsa lo scorso anno visto che prevedono il futuro.Il mestiere di futurologo andrebbe proibito per legge.Detto questo linux alla grande sui server e nelle peste sui desktop, come no, siori e siori andiamo a incominciare:http://www.linux.org/news/2009/02/18/0001.htmle fanno 355.000 postazionihttp://www.debian-news.net/2009/03/16/skolelinux-for-schools-in-rhineland-palatinate-germany/Renania Palatinato, 1700 scuoleE cosi' via in giro per il mondo, sempre di' piu' e sempre in piu' posti. Ora uno studente che usa linux a scuola cosa usera' a casa? Quello che conosce ...Mi sa che sono previsioni del cavolo insomma, tanto per scoraggiare quelli che vorrebbero orientarsi in un certo modo ma se tutti lasciano perdere forse non conviene ...Circa i server sono belle le previsioni dei futurologi, piu' o meno dicono: i manager vanno su linux perche' costa meno. Ma come, ma fior di analisi (un tantinello sponsorizzate) e notizione sparse per la rete non dicevano che il TCO era inferiorissimo con Win? Sti' futurologi devono un po' chiarirsi le idee. Comunque tutti i torti non li hanno, la gente compera (e vota ...) quello che gli dice la TV e quello che trovano nei negozi. Volete sapere veramente il peggior difetto di Linux? Gli mancano i maghi del marketing anzi gli manca quasi del tutto il marketing. E percio' amici largo installato Win sui pc e gente di 100 anni seduta sulle poltrone della politica che a gente piu' giovane manca l'esperienza, vuoi mettere la solita inter-faccia che tutti conosciamo e che da 100 anni vediamo in TV (o comunque sullo schermo)?Mo' faccio una previsione. Nel 2009 su 10 previsioni forse se ne avvera mezza. Quanto alla diffusione di Linux sara' un sistema largamente minoritario come insegna tutta la sua storia ma con qualche passetto avanti, server, desktop, embedded. Uno 0,1 % in piu' nel desktop (netbook compresi ovviamente) o 0,2 %, non lo so, mica sono un futurologo serio a me non piace dare i numeri :D :D
  • Stein Franken scrive:
    Windows vs Linux
    Mi chiedo se è così difficile far capire alla gente che dopotutto su Windows fai girare TUTTO quello che ti pare, mentre su Linux sei più limitato nelle scelte.Chi vuole comunque Linux li fa comodo avere sotto una licenza di XP per il solo fatto che se li capita di dover usare qualcosa di particolare o fare qualcosa che non può/troppo complicato/abitudine/etc non rimane bloccato.Non mi sembra poi difficile da comprendere. Linux ha fatto molti passi avanti ma non siamo al punto dove dico: voglio fare X, ma anche Y, scarico e voilà. C'è spesso ancora dei passi di configurazione, e nel peggiore dei casi, "smanettamento" dei file di configurazione.Windows è attualmente la piattaforma con la maggior parte di software disponibile.
    • Steve Austin scrive:
      Re: Windows vs Linux
      - Scritto da: Stein Franken
      Mi chiedo se è così difficile far capire alla
      gente che dopotutto su Windows fai girare TUTTO
      quello che ti pare, mentre su Linux sei più
      limitato nelle
      scelte.

      Chi vuole comunque Linux li fa comodo avere sotto
      una licenza di XP per il solo fatto che se li
      capita di dover usare qualcosa di particolare o
      fare qualcosa che non può/troppo
      complicato/abitudine/etc non rimane
      bloccato.


      Non mi sembra poi difficile da comprendere. Linux
      ha fatto molti passi avanti ma non siamo al punto
      dove dico: voglio fare X, ma anche Y, scarico e
      voilà. C'è spesso ancora dei passi di
      configurazione, e nel peggiore dei casi,
      "smanettamento" dei file di
      configurazione.

      Windows è attualmente la piattaforma con la
      maggior parte di software
      disponibile.Verrai crocefisso dai linari!
    • palle scrive:
      Re: Windows vs Linux
      - Scritto da: Stein Franken
      Mi chiedo se è così difficile far capire alla
      gente che dopotutto su Windows fai girare TUTTO
      quello che ti pare, mentre su Linux sei più
      limitato nelle
      scelte.

      Chi vuole comunque Linux li fa comodo avere sotto
      una licenza di XP per il solo fatto che se li
      capita di dover usare qualcosa di particolare o
      fare qualcosa che non può/troppo
      complicato/abitudine/etc non rimane
      bloccato.


      Non mi sembra poi difficile da comprendere. Linux
      ha fatto molti passi avanti ma non siamo al punto
      dove dico: voglio fare X, ma anche Y, scarico e
      voilà. C'è spesso ancora dei passi di
      configurazione, e nel peggiore dei casi,
      "smanettamento" dei file di
      configurazione.

      Windows è attualmente la piattaforma con la
      maggior parte di software
      disponibile.Si, ed è anche l'unica su cui girano i virus, gli spyware, i trojan e tutte le schifezze che tanto piacciono agli utonti.Ed è anche la piattaforma preferita dai ladri, a quanto pare, vista la facilità con cui si possono fare danni ai suoi sprovveduti ed incapaci utlizzatori:http://punto-informatico.it/2579683/PI/News/un-trojan-all-attacco-dei-bancomat-russi.aspx
      • LuNa scrive:
        Re: Windows vs Linux
        non hai pensato al fatto che se linux fosse diffuso quanto windows, esisterebbero anche per linux schifezze di ogni tipo ?lo scopo di un spyware/virus/trojan è quello di diffondersi il più possibile (e fare danni, ovviamente) se diffondessi, ora come ora, su piattaforme nix non arrivo da nessuna parte.
        • Andreabont scrive:
          Re: Windows vs Linux
          In parte è vero, ma non dimenticarti della struttura di GNU/Linux... un programma ha uno spazio limitato per "muoversi" nella macchina, e per toccare file importanti o solo cambiare directory o installarsi e copiare o leggere i file deve avere i permessi adatti...Ora, se siamo tutti dei dementi e diamo i permessi ai virus con sudo allora vedo una diffusione dei virus su linux una cosa plausibile, ma dato che la reputo una cosa assurda, poichè la maggior parte degli utenti non sa nemmeno cos'è il sudo :-) allora vedo grandi difficoltà di diffusione di malware...Sai, un contro è programmarli per la piattaforma, un conto è riuscire ad entrare in essa, è un'altro conto è di riuscire a fare qualcosa una volta dentro :-)
        • panda rossa scrive:
          Re: Windows vs Linux
          - Scritto da: LuNa
          non hai pensato al fatto che se linux fosse
          diffuso quanto windows, esisterebbero anche per
          linux schifezze di ogni tipo
          ?Non hai mai pensato che le schifezze di ogni tipo, per potersi diffondere richiedono un sistema operativo facilmente perforabile e in cui si possano scalare privilegi con facilita' irrisoria?
          lo scopo di un spyware/virus/trojan è quello di
          diffondersi il più possibile (e fare danni,
          ovviamente) se diffondessi, ora come ora, su
          piattaforme nix non arrivo da nessuna
          parte.Si, ma non dipende certo dalla diffusione, ma dall'architettura.Venti anni fa giravano virus per Amiga, che aveva una diffusione dello zero percento e neanche c'era la rete.Semplicemente era un sistema che permetteva la circolazione dei virus nei boot block dei floppy disk.
          • nome e cognome scrive:
            Re: Windows vs Linux

            Venti anni fa giravano virus per Amiga, che aveva
            una diffusione dello zero percento e neanche
            c'era la
            rete.Loooooooooooooooooooooooooool, ma che vi insegnano a scuola oggi? Amiga aveva una diffusione dello zero %?
            Semplicemente era un sistema che permetteva la
            circolazione dei virus nei boot block dei floppy
            disk.Bravo. Quindi? Su linux scoprono un sistema per elevare i privilegi al giorno eppure nessuno è interessato a sfruttarli, chiediti perché?
          • advange scrive:
            Re: Windows vs Linux

            Bravo. Quindi? Su linux scoprono un sistema per
            elevare i privilegi al giorno eppure nessuno è
            interessato a sfruttarli, chiediti
            perché?Prego elencare sistemi.Ci accontentiamo di 3000 metodi sugli oltre 6000 promessi
        • palle scrive:
          Re: Windows vs Linux
          - Scritto da: LuNa
          non hai pensato al fatto che se linux fosse
          diffuso quanto windows, esisterebbero anche per
          linux schifezze di ogni tipo
          ?
          lo scopo di un spyware/virus/trojan è quello di
          diffondersi il più possibile (e fare danni,
          ovviamente) se diffondessi, ora come ora, su
          piattaforme nix non arrivo da nessuna
          parte.Sono 12 anni che sento questa storia. Sto ancora aspettando di vedere un virus per Linux.Assolutamente patetico, continua pure a guardare il Tg4.
          • nome e cognome scrive:
            Re: Windows vs Linux
            - Scritto da: palle
            - Scritto da: LuNa

            non hai pensato al fatto che se linux fosse

            diffuso quanto windows, esisterebbero anche per

            linux schifezze di ogni tipo

            ?

            lo scopo di un spyware/virus/trojan è quello di

            diffondersi il più possibile (e fare danni,

            ovviamente) se diffondessi, ora come ora, su

            piattaforme nix non arrivo da nessuna

            parte.

            Sono 12 anni che sento questa storia.
            Sto ancora aspettando di vedere un virus per
            Linux.
            Assolutamente patetico, continua pure a guardare
            il
            Tg4.Sono 12 anni che aspettiamo che linux superi l'1% ... i virus per linux nel frattempo sono arrivati (ramen e adore per citare i piu' famosi), la diffusione no.
          • advange scrive:
            Re: Windows vs Linux

            Sono 12 anni che aspettiamo che linux superi l'1%
            ... i virus per linux nel frattempo sono arrivati
            (ramen e adore per citare i piu' famosi), la
            diffusione no.FIXEDhttp://www.w3counter.com/globalstats.phphttp://www.w3schools.com/browsers/browsers_os.asp
          • Zoozle scrive:
            Re: Windows vs Linux
            - Scritto da: nome e cognome
            Sono 12 anni che aspettiamo che linux superi l'1%
            ... i virus per linux nel frattempo sono arrivati
            (ramen e adore per citare i piu' famosi), la
            diffusione no.Non, non i più famosi, gli unici !e poi non erano proprio virus ...e poi risalgono alla notte dei tempi ...quindi?
        • Silenx scrive:
          Re: Windows vs Linux
          Peccato che funzioni diversamente Linux a livello di esecuzione applicazioni ... ci sono gia rootkit per il pinguino, ma chissa perchè .. non succede nulla, non se ne sente molto parlare ...Windows e' il sistema per utenti per eccellenza, è vero ( è il + utilizzato, non si puo dire nulla, evidentemente alle persone piace avere il computer che funziona a mexxa ) .. mi pare una vergogna che venga usato su sistemi bancomat o per dire sulle casse dell'esselunga ( che usano windows embedded ) .. quella è la vera vergogna ... Windows è giusto che stia nella fascia di mercato dell'utente a conoscenza medio-bassa .. non su quei dispositivi .. che vergogna.Windows è il piu utilizzato perche alla gente con knowhow basso, piace avere il pc che funziona male, che si inpappa, che prende i virus ecc ecc ..E' tutto un mercato, se non ci fosse windows molte e molte aziende di assistenza non esisterebbero .. perche i pc funzionerebbero a dovere.Solo i virus, portano un bell'introito alle aziende che poi devono sistemare le macchie infette .. e cosi via ..Il problema non e' windows, non e' linux, ma come sempre è della gente ignorante che vuole la pappa pronta
          • picard12 scrive:
            Re: Windows vs Linux
            la cosa interessante che formattare, avere il pc sempre più lento, nel tempo, etc sembra il normale atteggiamento di un sistema operativo.Quando si capisce che non serve deframmentare, formattare perchè il pc è pieno di schifezze sembra aprire un'altro mondo.
    • Andreabont scrive:
      Re: Windows vs Linux
      linux è indubbiamente faticoso, ma lo è per il fatto che tutti siamo ormai abituati a windows (nei suoi pregi e nei suoi difetti). Usare linux ha un'unica difficoltà: data dal fatto che NON E' WINDOWS, e la gente è troppo abituata al sistema microsoft....Figuratevi, la gente è così abituata ai virus informatici che per loro è diventata una cosa normale che un pc possa essere infettato, e ogni volta che gli dico che io mio pc (con linux) non può essere infettato rimane stupita o mi crede pazzo :-)-----------------PS: Per le cose basilari ti assicuro che il terminale e lo "smanettamento" li puoi anche dimenticare, se usi una distribuzione decente :-)
      • picard12 scrive:
        Re: Windows vs Linux
        una cosa sola sul tuo discorso:ma sei proprio sicuro che ubuntu abbia più sw nei repo di altre distro?ciaoPS: da una stima quasi approsimativa, oramai siamo li quasi a parimerito..ciao
    • panda rossa scrive:
      Re: Windows vs Linux
      - Scritto da: Stein Franken
      Mi chiedo se è così difficile far capire alla
      gente che dopotutto su Windows fai girare TUTTO
      quello che ti pare, mentre su Linux sei più
      limitato nelle
      scelte.Si, certo.Tralasciando una immensa scelta di antivirus (che per linux non e' cosi' vasta), qualunque, e sottolineo qualunque distribuzione di linux, appena installata e' pronta per l'uso, mentre qualunque, e sottolineo qualunque versione di windows, appena installata richiete, prima di poterla usare in modo appena appena decente, di installare:1) firewall2) antivirus3) browser4) editor5) gcc6) cygwin7) perl8) pyton9) openofficeE inoltre potrei aggiungere, tanto per smontare il tuo TUTTO QUELLO CHE MI PARE, che perfino applicazioni native windows che giravano ottimamente sotto 98, su xp non girano.
      Chi vuole comunque Linux li fa comodo avere sotto
      una licenza di XP per il solo fatto che se li
      capita di dover usare qualcosa di particolare o
      fare qualcosa che non può/troppo
      complicato/abitudine/etc non rimane
      bloccato.Per esempio?
      Non mi sembra poi difficile da comprendere. Linux
      ha fatto molti passi avanti ma non siamo al punto
      dove dico: voglio fare X, ma anche Y, scarico e
      voilà. "Scarico e vuala'" generalmente e' illegale quando si parla di winsozz.
      C'è spesso ancora dei passi di
      configurazione, e nel peggiore dei casi,
      "smanettamento" dei file di
      configurazione.Si chiama "computer" non "lavatrice".Il minimo di liberta' che un software concede si chiama appunto configurazione.Altrimenti puoi prendere lo scalpello e tornare ad incidere la pietra per scrivere.
      Windows è attualmente la piattaforma con la
      maggior parte di software
      disponibile.Se parliamo di software inutile, forse hai ragione.Se parliamo di giochini, forse hai ragione.Ma il software viene sviluppato prevalentemente su linux per linux. Che poi tu usando winsozz non te ne accorga, e' un limite tuo.
      • shevathas scrive:
        Re: Windows vs Linux
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: Stein Franken

        Mi chiedo se è così difficile far capire alla

        gente che dopotutto su Windows fai girare TUTTO

        quello che ti pare, mentre su Linux sei più

        limitato nelle

        scelte.

        Si, certo.
        Tralasciando una immensa scelta di antivirus (che
        per linux non e' cosi' vasta), qualunque, e
        sottolineo qualunque distribuzione di linux,
        appena installata e' pronta per l'uso,
        mentre
        qualunque, e sottolineo qualunque versione di
        windows, appena installata richiete, prima di
        poterla usare in modo appena appena decente, di
        installare:qui stiamo confondendo una distribuzione = kernel S.O. + molti programmi applicativi, con windows = kernel S. O. + poche utility.
        1) firewall
        2) antivirus
        3) browser
        4) editor
        5) gcc
        6) cygwin
        7) perl
        8) pyton
        9) openoffice
        cioè per giocare a Doom devo installarmi il perl e il pyton ? e se non installo il gcc openoffice va in pappa ?
        E inoltre potrei aggiungere, tanto per smontare
        il tuo TUTTO QUELLO CHE MI PARE, che perfino
        applicazioni native windows che giravano
        ottimamente sotto 98, su xp non
        girano.per esempio ?

        Non mi sembra poi difficile da comprendere.
        Linux

        ha fatto molti passi avanti ma non siamo al
        punto

        dove dico: voglio fare X, ma anche Y, scarico e

        voilà.

        "Scarico e vuala'" generalmente e' illegale
        quando si parla di
        winsozz.voglio fare fotoritocco, scarico GIMP per Windows, lo installo et voila'.Scarico Gimp per linux, scopro che ho scaricato il pacchetto sbagliato, mi son preso un tgz e invece serviva un deb... :)

        Windows è attualmente la piattaforma con la

        maggior parte di software

        disponibile.

        Se parliamo di software inutile, forse hai
        ragione.
        Se parliamo di giochini, forse hai ragione.

        Ma il software viene sviluppato prevalentemente
        su linux per linux. Che poi tu usando winsozz non
        te ne accorga, e' un limite
        tuo.guarda è questo snobbismo intellettuale che alla fine fa detestare i linuxiani, l'essere convinti di essere quelli che hanno la verità dell'informatica in tasca e che si chiedono stralunati come mai il loro sistema superfico non viene scelto nonstante abbia un sacco di cose.Ad una segretaria, tanto per fare un esempio, il perl e il gcc a cosa possono servire ? il pischello che vuole una playstation con la quale può anche scriversi due ricerche che se ne fa dell'editor ?Se lo zio bill ha diffuso winzozz è anche perché ha cercato di renderlo semplice come una lavatrice, lo prendi, lo attacchi e lo usi, ed è questo il fatto determinante lato utenti domestici e lato client ufficio. Non il poterti ricompilare il kernel ogni mattina.
        • panda rossa scrive:
          Re: Windows vs Linux
          - Scritto da: shevathas
          qui stiamo confondendo una distribuzione = kernel
          S.O. + molti programmi applicativi, con windows =
          kernel S. O. + poche
          utility.No, qui stiamo confrontando una iso scaricabile di qualunque distribuzione linux con il cd di installazione di qualunque distribuzione windows.Ovvero due sistemi con medesimo hardware a setup appena terminato.Entrambi fatti da disco, senza collegamento alla rete.


          1) firewall

          2) antivirus

          3) browser

          4) editor

          5) gcc

          6) cygwin

          7) perl

          8) pyton

          9) openoffice


          cioè per giocare a Doom devo installarmi il perl
          e il pyton ? e se non installo il gcc openoffice
          va in pappa
          ?Non hai capito: quello e' il minimo che bisogna installare su windows per poter utilizzare il computer e la numerazione e' puramente di conteggio e non di prerequisiti.

          E inoltre potrei aggiungere, tanto per smontare

          il tuo TUTTO QUELLO CHE MI PARE, che perfino

          applicazioni native windows che giravano

          ottimamente sotto 98, su xp non

          girano.

          per esempio ?Per esempio PC Genius della DeAgostini.


          Non mi sembra poi difficile da comprendere.

          Linux


          ha fatto molti passi avanti ma non siamo al

          punto


          dove dico: voglio fare X, ma anche Y, scarico
          e


          voilà.



          "Scarico e vuala'" generalmente e' illegale

          quando si parla di

          winsozz.

          voglio fare fotoritocco, scarico GIMP per
          Windows, lo installo et
          voila'.
          Scarico Gimp per linux, scopro che ho scaricato
          il pacchetto sbagliato, mi son preso un tgz e
          invece serviva un deb...
          :)Tu hai usato linux meno di quanto io abbia usato la Ferrari di Felipe Massa.Ti faccio presente che su linux non si scarica.Si lancia il manager delle applicazioni e si sceglie il pacchetto da installare e fa tutto lui.

          Ma il software viene sviluppato prevalentemente

          su linux per linux. Che poi tu usando winsozz
          non

          te ne accorga, e' un limite

          tuo.

          guarda è questo snobbismo intellettuale che alla
          fine fa detestare i linuxiani, l'essere convinti
          di essere quelli che hanno la verità
          dell'informatica in tasca e che si chiedono
          stralunati come mai il loro sistema superfico non
          viene scelto nonstante abbia un sacco di
          cose.Vuoi che ti riassuma in 2 parole i motivi per cui invece vengono detestati gli utonti?
          Ad una segretaria, tanto per fare un esempio, il
          perl e il gcc a cosa possono servire ? Per esempio a permettere di eseguire uno script che automatizza gran parte del loro lavoro.Certo, non devono scriverselo loro, ma se qualcuno in grado di farlo puo' fargli questo ipotetico script, di fatto sul sistema che usano non c'e' l'interprete, e allora continuano ad andare avanti con clicca e riclicca.
          il
          pischello che vuole una playstation con la quale
          può anche scriversi due ricerche che se ne fa
          dell'editor ?Che c'entra la playstation? Stiamo parlando di PC.
          Se lo zio bill ha diffuso winzozz è anche perché
          ha cercato di renderlo semplice come una
          lavatrice, lo prendi, lo attacchi e lo usi, ed è
          questo il fatto determinante lato utenti
          domestici e lato client ufficio. E come le nuove lavatrici, ha anche sostituito i bulloni con saldature impedendo in questo modo all'idraulico di effettuare piccole riparazioni o migliorie alla lavatrice medesima, costringendo l'utonto a rivolgersi all'assistenza per cambiare una guarnizione, per magari sentirsi rispondere "queste guarnizioni non le facciamo piu': se vuole puo' sostituire la sua lavatrice ancora funzionante col nuovo modello Vista che lava piu' bianco".
          Non il poterti
          ricompilare il kernel ogni
          mattina.Il concetto non e' che devi ricompilare il kernel ogni mattina, ma che tu sia libero di poterlo fare, se tu fossi in grado di farlo e se ne avessi bisogno.
          • shevathas scrive:
            Re: Windows vs Linux

            No, qui stiamo confrontando una iso scaricabile
            di qualunque distribuzione linux con il cd di
            installazione di qualunque distribuzione
            windows.

            Ovvero due sistemi con medesimo hardware a setup
            appena
            terminato.mele con pere. Ok nelle distribuzioni linux ti danno un sacco di software e allora ?
            Non hai capito: quello e' il minimo che bisogna
            installare su windows per poter utilizzare il
            computer e la numerazione e' puramente di
            conteggio e non di
            prerequisiti.
            ROTFL quindi il pc che ho a casa, visto che non ho il GCC è inutilizzabile ? un sacco di gente compra aggeggi inutili visto che non ha le utility GNU ?Se il computer lo usi solo per ricompilarti il kernel linux, che usi linux è scontato. Ma non è il solo uso che si può fare del computer.
            Per esempio PC Genius della DeAgostini.
            nativo o emulazione wine ? ;)

            voglio fare fotoritocco, scarico GIMP per

            Windows, lo installo et

            voila'.

            Scarico Gimp per linux, scopro che ho scaricato

            il pacchetto sbagliato, mi son preso un tgz e

            invece serviva un deb...

            :)

            Tu hai usato linux meno di quanto io abbia usato
            la Ferrari di Felipe
            Massa.
            Ti faccio presente che su linux non si scarica.
            Si lancia il manager delle applicazioni e si
            sceglie il pacchetto da installare e fa tutto
            lui.
            ROTFLASTICMAO e se il software X non c'è nel repository preimpostato dal sistema ;) se è un qualcosa di interessante su sourceforge ? o il software si trasferisce nel disco fisso per telepatia ?
            Vuoi che ti riassuma in 2 parole i motivi per cui
            invece vengono detestati gli
            utonti?


            Ad una segretaria, tanto per fare un esempio, il

            perl e il gcc a cosa possono servire ?

            Per esempio a permettere di eseguire uno script
            che automatizza gran parte del loro
            lavoro.per fare 4 script del piffero che automatizzano il lavoro da ufficio basta il VBA o l'analogo di Open Office, il GCC è potenza sprecata al massimo, idem il perl.Si può usare, ma è un'azione intelligente tanto quanto scrivere le pagine dinamiche per un sito web in Assemby invece che usare il PHP.

            il

            pischello che vuole una playstation con la quale

            può anche scriversi due ricerche che se ne fa

            dell'editor ?

            Che c'entra la playstation? Stiamo parlando di PC.nel senso che vuole un qualcosa per giocarci, prevalentemente, e scribacchiarsi qualche tesina per la scuola con un word proXXXXXr.
            E come le nuove lavatrici, ha anche sostituito i(...)
            funzionante col nuovo modello Vista che lava piu'
            bianco".
            quante patch escono per i kernel 2.0.X di linux attualmente ? sono supportati dalla community degli sviluppatori come quelli della serie 2.6.X ? Quanti software per linux scritti oggi girerebbero su un kernel della serie 2.0 ?Anche io software invecchia e diventa obsoleto.
            Il concetto non e' che devi ricompilare il kernel
            ogni mattina, ma che tu sia libero di poterlo
            fare, se tu fossi in grado di farlo e se ne
            avessi
            bisogno.un utonto normale non ha questo bisogno, quindi dovendo scegliere il s.o. non considera per niente questa voce.
          • shevathas scrive:
            Re: Windows vs Linux

            Vuoi che ti riassuma in 2 parole i motivi per cui
            invece vengono detestati gli
            utonti?sarei interessato a sentirle.Considera comunque che chi compra, e paga spesso sono gli utonti e se gli utonti vogliono un sistema facile da usare, intuitivo, che accendo ed uso senza accendere il cervello e pensare e questo sistema viene venduto dallo zio bill, gli utonti compreranno il sistema dello zio bill.Un utonto normale del GCC non se ne fa niente, un utonto semiavanzato pasticcerà un poco con il VBA/OO Basic e basta. Incaponirsi a voler vendere vino quando il 95% dei clienti chiede acqua significa mirare al fallimento.Linux non si è mai affermato sui client proprio per la pigrizia degli utonti e per la sua scarsa standardizzazione. Hai parlato dell'utility che si collega al repository per scaricare i pacchetti ed installare ma questa utility è la stessa se installo una ubuntu, una fedora, una slack o una gentoo ? la GUI è la stessa, aka scrivere come istruzioni clicca qui/clicca lì ?Commercialmente si tratta di vendere quello che il cliente vuole acquistare e al prezzo che è, presumibilmente, disposto a pagare.Lato server molte di queste cose non capitano, sia perché i sysadmin sono utenti molto più preparati, sia perché la stabilità è prioritaria rispetto alla GUI carina, la velocità predominante rispetto al quantitativo di software regalato nei CD. Se devo tirare su un server web di open office non me ne faccio una XXXXX, come del KDE o di GNOME. E per editare c'è sempre il buon vecchio VI ;)
          • Dario Caruso scrive:
            Re: Windows vs Linux
            Se proprio vuoi un sistema che funzioni come una lavatrice (su cui non puoi nemmeno sostituire una valvolina perchè è tutto saldato e chiuso), non compri windows, compri mac e se vuoi giocare la playstation. Io non so da quanto tempo non provi linux, ma in base a quello che dici sicuramente da qualche anno. Prova ubuntu 8.10 e poi commenta di nuovo. Vedrai che per un "utonto" che non ha problemi se vede la barra di avvio in alto anzichè in basso, sarà più semplice da usare, perchè non dovrà sapere nulla ne di driver, ne di antivirus, ne di firewall, ne di installazione dei programmi comuni (con il comodo aggiungi rimuovi e synaptic).Certo è che qualche difettuccio c'è, così come c'è anche su windows caspita! esempio? su windows puoi trovare problemi con qualche virus preso su msn o da qualche parte, oppure da una chiavetta; su linux se qualcuno ti porta un disco ntfs usb disconnesso senza la "rimozione sicura" (che su windows è scomoda e non la fa nessuno), allora devi entrare in shell, perchè la sicurezza che garantisce linux crea questo tipo di problemi per esempio.in linea generale comunque se non hai bisogno di autocad, se non hai bisogno di TUTTE le funzioni di photoshop, se non hai bisogno di giocare ai giochi di ultima generazione, allora meglio usare un sistema DI TUTTI a cui contribuisci semplicemente usandolo ed è TUO, MIO, NOSTRO, e non solo di bill gates o di quelli che ci speculano.se invece hai bisogno ogni tanto di alcuni applicativi che non ci sono allora pui fare un dualboot oppure puoi usare virtualbox e lanciare windows dentro linux. Installi virtualbox dal solito menu per deficenti ed in 5 minuti ce l'hai e non devi configurare nulla.per il resto se mi danno un netbook windows allo stesso prezzo di un netbook con linux o con max 10 euro in più, io preferisco quello con windows perchè al momento penso "ci metto ubuntu, ma la licenza windows a prezzo stracciato potrebbe tornarmi comoda". Magari poi non userò mai quella licenza, perchè su un netbook non ci devi far girare ne giochi, ne photoshop, ne autocad. Però per feticismo e meglio dire "vabbè, non si sa mai, meglio AVERLA!!"
          • shevathas scrive:
            Re: Windows vs Linux


            Io non so da quanto tempo non provi linux, ma in
            base a quello che dici sicuramente da qualchediciamo che linux lo vado ad usare sui server, come client mi trovo benissimo con xp pro.Questo significa che la mia interfaccia con linux è la bash.
            anno. Prova ubuntu 8.10 e poi commenta di nuovo.
            Vedrai che per un "utonto" che non ha problemi se
            vede la barra di avvio in alto anzichè in basso,
            sarà più semplice da usare, perchè non dovrà
            sapere nulla ne di driver, ne di antivirus, ne di
            firewall, ne di installazione dei programmi
            comuni (con il comodo aggiungi rimuovi e
            synaptic).
            il problema non è la facilità di uso di ubunto, che dal punto di vista dell'usabilità ha fatto passi da gigante, ma la mancanza di standardizzazione fra le varie distro, difetto che è intrinseco a linux.
            Certo è che qualche difettuccio c'è, così come
            c'è anche su windows caspita! esempio? su windows
            puoi trovare problemi con qualche virus preso su
            msn o da qualche parte, oppure da una chiavetta;il sistema perfetto non esiste purtroppo. Se linux fosse maggiormente diffuso sarebbe lui ad essere bersagliato da virus e altra spazzatura. Contro un utonto che vuole installarsi spazzatura e che conosce la password di root
            in linea generale comunque se non hai bisogno di
            autocad, se non hai bisogno di TUTTE le funzioni
            di photoshop, se non hai bisogno di giocare ai
            giochi di ultima generazione, allora meglio usare
            un sistema DI TUTTI a cui contribuisci
            semplicemente usandolo ed è TUO, MIO, NOSTRO, e
            non solo di bill gates o di quelli che ci
            speculano.
            si e no, linux è di tutti ma sviluppare e personalizzare una distribuzione costa. In realtà il s.o. linux per i netbook non è a costo 0 in quanto mantenere ed aggiornare una distribuzione ha i suoi costi. E se il mantenimento costa tanto quanto o poco di meno di una licenza windows i produttori dei netbook punteranno su quest'ultimo.Non puoi basare un elemento critico come il s.o. del tuo hw sulla buona volontà delle persone.
            per il resto se mi danno un netbook windows allo
            stesso prezzo di un netbook con linux o con max
            10 euro in più, io preferisco quello con windows
            perchè al momento penso "ci metto ubuntu, ma la
            licenza windows a prezzo stracciato potrebbe
            tornarmi comoda". Magari poi non userò mai quella
            licenza, perchè su un netbook non ci devi far
            girare ne giochi, ne photoshop, ne autocad. Però
            per feticismo e meglio dire "vabbè, non si sa
            mai, meglio
            AVERLA!!"Quello che molti non considerano è che per windows paghi una licenza, con il netbook, con linux paghi il mantenimento da parte del produttore dell hardware della distribuzione linux. Generalmente le community OS tendono a concentrarsi su applicativi "interessanti", e lasciano cadere il lavoro rognoso.
          • krane scrive:
            Re: Windows vs Linux
            - Scritto da: shevathas

            Io non so da quanto tempo non provi linux, ma in

            base a quello che dici sicuramente da qualche
            diciamo che linux lo vado ad usare sui server,
            come client mi trovo benissimo con xp pro.
            Questo significa che la mia interfaccia con linux
            è la bash.

            anno. Prova ubuntu 8.10 e poi commenta di nuovo.

            Vedrai che per un "utonto" che non ha problemi
            se

            vede la barra di avvio in alto anzichè in basso,

            sarà più semplice da usare, perchè non dovrà

            sapere nulla ne di driver, ne di antivirus, ne
            di

            firewall, ne di installazione dei programmi

            comuni (con il comodo aggiungi rimuovi e

            synaptic).


            il problema non è la facilità di uso di ubunto,
            che dal punto di vista dell'usabilità ha fatto
            passi da gigante, ma la mancanza di
            standardizzazione fra le varie distro, difetto
            che è intrinseco a linux.



            Certo è che qualche difettuccio c'è, così come

            c'è anche su windows caspita! esempio? su
            windows

            puoi trovare problemi con qualche virus preso su

            msn o da qualche parte, oppure da una chiavetta;

            il sistema perfetto non esiste purtroppo. Se
            linux fosse maggiormente diffuso sarebbe lui ad
            essere bersagliato da virus e altra spazzatura.
            Contro un utonto che vuole installarsi spazzatura
            e che conosce la password di rootNo ma esistono sistemi piu' resistenti e sistemi meno resistenti, tu non confondere i virus che colpiscolo l'utonto da quelli che colpiscono l'OS, windows e' stato colpito da virus che non rischiedevano neanche che l'utente fosse loggato.
          • picard12 scrive:
            Re: Windows vs Linux
            se è per i giochi la idsoftware rilascia il client per linux vedi quake 4, 5, ut2004, utIII,....
    • zaur scrive:
      Re: Windows vs Linux
      - Scritto da: Stein Franken
      Mi chiedo se è così difficile far capire alla
      gente che dopotutto su Windows fai girare TUTTO
      quello che ti pare, mentre su Linux sei più
      limitato nelle
      scelte.
      Personalmente su Linux ci faccio girare tutto quello che mi pare, bè a parte IE8 :-)
      Chi vuole comunque Linux li fa comodo avere sotto
      una licenza di XP per il solo fatto che se li
      capita di dover usare qualcosa di particolare o
      fare qualcosa che non può/troppo
      complicato/abitudine/etc non rimane
      bloccato.
      Questo è vero ma in parte; possiedo 3 pc portatili, ma mi sono dovuto pagare 3 licenze XP home per una cosa che non utilizzo; non avendo nessun dual boot sulle macchine menzionate, ne ho avuto nessuna necessità di utilizzare XP in questi ultimi 4 anni. Il problema è, per me, il preinstallato, se potessi scegliere la macchina che voglio senza SO o con un SO diverso da Windows, pagherei effettivamente per quello che mi serve, naturalmente se mi servisse xp pagherei una licenza, ma almeno l'avrò scelto.
      Non mi sembra poi difficile da comprendere. Linux
      ha fatto molti passi avanti ma non siamo al punto
      dove dico: voglio fare X, ma anche Y, scarico e
      voilà. C'è spesso ancora dei passi di
      configurazione, e nel peggiore dei casi,
      "smanettamento" dei file di
      configurazione.
      Dipende sempre dalle necessità.Per me la libertà di scelta è molto più difficile da far comprendere; questo vale ovviamente anche nel caso che utilizzassi xp: lo scelgo perchè mi trovo bene.
      Windows è attualmente la piattaforma con la
      maggior parte di software
      disponibile.Sicuramente vale per i giochi, per le applicazioni non saprei.
      • lol scrive:
        Re: Windows vs Linux
        infatti! su windows red alert 3 gira da dio! xò se ci devo lavorare mi metto le mani nei capelli fra bsod, worm, programmi buggati che ovviamente non hanno aggiornamenti automatici e costi di licenza mi viene l'orchite :)
    • zaur scrive:
      Re: Windows vs Linux
      - Scritto da: Antonio Macchi

      Windows è attualmente la piattaforma con la

      maggior parte di software

      disponibile.


      secondo me sei nel giusto
      io uso linux, e non ho piu' windows da un bel
      pezzo
      pero' per alcune cose mi son dovuto
      "accontentare" e non
      pocoGrandissimo post spammoso anti-linux. Fare il fan e spander me**a. Ma che interesse hai? Puoi parlar male di un sistema (o di qualsiasi altra cosa) senza dover necessariamente scadere nello squallido, no?Compliments, però ce la puoi dare un'occhiata ad un Linux, usi una live qualsiasi su un cd, magari alla fine ti piace anche.
      • Antonio Macchi scrive:
        Re: Windows vs Linux


        Grandissimo post spammoso anti-linux. Fare il fan
        e spander me**a. Ma che interesse hai? Puoi
        parlar male di un sistema (o di qualsiasi altra
        cosa) senza dover necessariamente scadere nello
        squallido,
        no?

        Compliments, però ce la puoi dare un'occhiata ad
        un Linux, usi una live qualsiasi su un cd, magari
        alla fine ti piace
        anche.ma no... anzi a me linux piacenon uso piu' windows da un pezzopero' perche' devo dire cose false?ho dovuto (e devo tuttora) leggere un sacco di robatanto per dire, i file midi, appena installato liunx, non li sentiperche'?devi andare a leggere, capire perche', installare (nel modo giusto) i banchi di suoni, modificare il file di configurazione di timidity...poi a me linux piace... e mi piacerebbe anche che fosse piu' diffusoma ad oggi le cose stanno cosi'.
        • zaur scrive:
          Re: Windows vs Linux
          - Scritto da: Antonio Macchi
          ma no... anzi a me linux piace
          non uso piu' windows da un pezzo

          pero' perche' devo dire cose false?si si vabbè, contento tu; ognuno si diverte come vuole.
          • Antonio Macchi scrive:
            Re: Windows vs Linux
            - Scritto da: zaur
            - Scritto da: Antonio Macchi


            ma no... anzi a me linux piace

            non uso piu' windows da un pezzo



            pero' perche' devo dire cose false?

            si si vabbè, contento tu; ognuno si diverte come
            vuole.si, io mi diverto a cercare la verita'.non mi piacciono le XXXXXXX.se poi ho intaccato il tuo "mito" scusa tanto...che sei un linux-boy del fan club di torvalds?mah!
          • zaur scrive:
            Re: Windows vs Linux
            - Scritto da: Antonio Macchi
            - Scritto da: zaur

            - Scritto da: Antonio Macchi




            ma no... anzi a me linux piace


            non uso piu' windows da un pezzo





            pero' perche' devo dire cose false?



            si si vabbè, contento tu; ognuno si diverte come

            vuole.


            si, io mi diverto a cercare la verita'.
            non mi piacciono le XXXXXXX.
            Per fortuna!Dovremmo sentirci tutti più rassicurati.
            se poi ho intaccato il tuo "mito" scusa tanto...
            che sei un linux-boy del fan club di torvalds?Non mi hai intaccato nulla e mi metti in bocca cose che non ho detto, ritenta. Cmq già dal fatto di come ti esprimi la dice lunga sulla miseria dei tuoi interventi e sulla tua propria pochezza in generale.Ma davvero sei convinto che qualcuno qui, leggendo le farneticazioni che hai postato, sia così grullo da credere a quello che dici? Ma dai, ripigliati.
          • Antonio Macchi scrive:
            Re: Windows vs Linux

            Ma davvero sei convinto che qualcuno qui,
            leggendo le farneticazioni che hai postato, sia
            così grullo da credere a quello che dici? Ma dai,
            ripigliati.se qualcuno e' arrivato a leggere fin qui, mi sa che e' un grullo a prescindere.tu e me compresi direi.comunque quello che volevo dire e' che linux ha dei punti debolifar finta di niente non e' il modo giusto per fortificarli.ti sei accorto che c'e' una marea di gente, quest'anno, che s'e' comprata un portatile con linux, e che dopo breve s'e' dovuta comprare una licenza windows per installarcelo sopra a linux?non mi stupirebbe se nel prossimo anno, i portatili con preinstallato linux passassero dal 10% al 5%.poi ti ripeto che a me linux piacema a me piace anche leggermi i manuali, le pagine man e tutto il restonon tutti quelli che usano un pc hanno anche una passione per i pc.tutto qui
          • zaur scrive:
            Re: Windows vs Linux
            - Scritto da: Antonio Macchi

            Ma davvero sei convinto che qualcuno qui,

            leggendo le farneticazioni che hai postato, sia

            così grullo da credere a quello che dici? Ma
            dai,

            ripigliati.


            se qualcuno e' arrivato a leggere fin qui, mi sa
            che e' un grullo a
            prescindere.

            tu e me compresi direi.
            e perchè di grazia?Hai travisato, ho detto: non crederai che le argomentazioni che hai portato facciano pensare i lettori che tu usi linux.
            comunque quello che volevo dire e' che linux ha
            dei punti
            deboli
            far finta di niente non e' il modo giusto per
            fortificarli.
            Dimmi se ho detto il contrario.Ma la meschinità dei tuoi post è quello di sembrare un utente linux per poi sproloquiare (senza alcuna competenza) su questo sistema; ancora, ti richiedo: a che pro?
            ti sei accorto che c'e' una marea di gente,
            quest'anno, che s'e' comprata un portatile con
            linux, e che dopo breve s'e' dovuta comprare una
            licenza windows per installarcelo sopra a
            linux?

            non mi stupirebbe se nel prossimo anno, i
            portatili con preinstallato linux passassero dal
            10% al
            5%.
            Le vendite con linux *preinstallato* sui netbooknotebook e sui pc consumer in generale è così risibile che quello che affermi non stà ne in cielo ne in terra; quello che hai inutilmente vomitato sul sistema senza alcuna conoscenza si riflette anche in questa tua analisi di mercato delle vendite completamente strampalata.
            poi ti ripeto che a me linux piace
            ma a me piace anche leggermi i manuali, le pagine
            man e tutto il
            resto
            non tutti quelli che usano un pc hanno anche una
            passione per i
            pc.
            tutto quiSi certo ammorba tutti con questa storia che per usare linux ti devi leggere le man pages tu tutti i comandi e valanghe di manuali, certo, grande...
          • Antonio Macchi scrive:
            Re: Windows vs Linux

            Dimmi se ho detto il contrario.
            Ma la meschinità dei tuoi post è quello di
            sembrare un utente linux per poi sproloquiare
            (senza alcuna competenza) su questo sistema;
            ancora, ti richiedo: a che
            pro?questa e' bella.quindi secondo te non ci vuole nessuna competenza per usare linux, mentre ce ne vuole per esprimere dei giudizi.scommetto che se avessi parlato male di windows non avresti sindacato troppo sulla mia competenza

            Si certo ammorba tutti con questa storia che per
            usare linux ti devi leggere le man pages tu tutti
            i comandi e valanghe di manuali, certo,
            grande...magari non di tutti... ma rispondi sinceramente a questo:ti pare sia possibile usare linux senza toccare mai la shell?
          • zaur scrive:
            Re: Windows vs Linux
            - Scritto da: Antonio Macchi

            Dimmi se ho detto il contrario.

            Ma la meschinità dei tuoi post è quello di

            sembrare un utente linux per poi sproloquiare

            (senza alcuna competenza) su questo sistema;

            ancora, ti richiedo: a che

            pro?


            questa e' bella.

            quindi secondo te non ci vuole nessuna competenza
            per usare linux, mentre ce ne vuole per esprimere
            dei
            giudizi.
            Non ho detto questo. Ho detto che non puoi pretendere di parlare di calcio con le regole del volley; per questo dico che non sei credibile, se non in malafede.
            scommetto che se avessi parlato male di windows
            non avresti sindacato troppo sulla mia
            competenza
            Tu non hai parlato male, nel senso di critica, sei stato solo patetico nei tuoi interventi, lo saresti stato anche se avessi parlato con lo stesso "spessore" di windows, di tagliatelle o di divani dell'ikea.





            Si certo ammorba tutti con questa storia che per

            usare linux ti devi leggere le man pages tu
            tutti

            i comandi e valanghe di manuali, certo,

            grande...



            magari non di tutti... ma rispondi sinceramente a
            questo:

            ti pare sia possibile usare linux senza toccare
            mai la
            shell?Si puoi usare certune distro senza l'ausilio della shell; ma la tua domanda è al postutto proprio penosa: da utente linux quale sei dovresti sapere che la shell è, informaticamente parlando, una feature e non un difetto; domanda, dunque, faziosa e mal posta.Richiedo: ma non è meglio argomentare su una cosa che non piace o anche si disprezza con il piglio delle proprie convinzioni (giuste o sbagliate che siano), piuttosto che fare la scimmia credendo di essere più furbi degli altri?
          • Antonio Macchi scrive:
            Re: Windows vs Linux

            Si puoi usare certune distro senza l'ausilio
            della shell; ma la tua domanda è al postutto
            proprio penosa: da utente linux quale sei
            dovresti sapere che la shell è, informaticamente
            parlando, una feature e non un difetto; domanda,
            dunque, faziosa e mal
            posta.bla bla bla bla... quindi no... no si puo'.e come se l'impara uno i comandi?leggendo le pagine man e i manuali.come vedi gira gira.. la storia e' sempre la stessa
          • baum scrive:
            Re: Windows vs Linux
            - Scritto da: Antonio Macchi

            Si puoi usare certune distro senza l'ausilio

            della shell; ma la tua domanda è al postutto

            proprio penosa: da utente linux quale sei

            dovresti sapere che la shell è, informaticamente

            parlando, una feature e non un difetto; domanda,

            dunque, faziosa e mal

            posta.


            bla bla bla bla...
            quindi no... no si puo'.

            e come se l'impara uno i comandi?
            leggendo le pagine man e i manuali.

            come vedi gira gira.. la storia e' sempre la
            stessaSi può benissimo; tendi a capire fischi per fiaschi come quando ti esprimi del resto.Finiti gli argomenti? Solo blablabla?Ciao, continua a far il cialtrone.
          • Antonio Macchi scrive:
            Re: Windows vs Linux

            Si può benissimo; tendi a capire fischi per
            fiaschi come quando ti esprimi del
            resto.
            Finiti gli argomenti? Solo blablabla?
            Ciao, continua a far il cialtrone.senza offesa, ovviamente...
          • picard12 scrive:
            Re: Windows vs Linux
            abbiamo capito che usare i neuroni e imparare non fa parte della tua vita.Infatti anche per andare in macchina bisogna imparare... o forse tu vai ancora in bici?
          • di passaggio scrive:
            Re: Windows vs Linux
            io vado in macchina (e che macchina!) ma nn so andare in bici. è un problema?il non voler usare i proprio neuroni è un problema?a me ad esempio da' fastidio e annoia da matti mettere in moto il cervello, sforzarmi, e dover imparare cose nuove...è un problema?forse sì, un mio problema... forse no... sta di fatto che non ho voglia di mettermi ad imparare linux... a parte che il mio business è basato su sistemi win, per cui...
          • Petengy scrive:
            Re: Windows vs Linux
            - Scritto da: di passaggio
            io vado in macchina (e che macchina!) ma nn so
            andare in bici. è un
            problema?
            il non voler usare i proprio neuroni è un
            problema?
            a me ad esempio da' fastidio e annoia da matti
            mettere in moto il cervello, sforzarmi, e dover
            imparare cose
            nuove...
            è un problema?
            forse sì, un mio problema... forse no... sta di
            fatto che non ho voglia di mettermi ad imparare
            linux... a parte che il mio business è basato su
            sistemi win, per
            cui..... al di la dei vostri discorsi, io direi che non usare i neuroni sia un problema in se ... in senso generale.Parlando di business (in italiano affari) i personaggi che come te non usano i neuroni ci hanno praticamente messo nella cacc..... e se questo non è un problema vedi un po tu....
          • di passaggio scrive:
            Re: Windows vs Linux
            nn diciamo stupidate per favore...
          • Petengy scrive:
            Re: Windows vs Linux
            - Scritto da: di passaggio
            nn diciamo stupidate per favore...Assorata.
          • picard12 scrive:
            Re: Windows vs Linux
            bravo e te ne vanti...ps: non dire che sei utente win... se no si capiscono tante cose..
          • di passaggio scrive:
            Re: Windows vs Linux
            da te invece si capiscono tante cose solo da 2 righe :-D
          • picard12 scrive:
            Re: Windows vs Linux
            allora hai letto il manuale... finalmente!!!
          • advange scrive:
            Re: Windows vs Linux

            il non voler usare i proprio neuroni è un problema?No, anzi, ci stai riuscendo benissimo
            a me ad esempio da' fastidio e annoia da matti
            mettere in moto il cervello, sforzarmi, e dover
            imparare cose nuove...
            è un problema?Affatto: sei il Numero uno.
          • advange scrive:
            Re: Windows vs Linux

            ti pare sia possibile usare linux senza toccare
            mai la shell?FIXED
          • Petengy scrive:
            Re: Windows vs Linux
            - Scritto da: advange

            ti pare sia possibile usare linux senza toccare

            mai la shell?
            FIXEDdipende da quello che fai con il pc.al di sotto di un certo livello è decisamente possibile usare linux senza mai aprire la shell....
          • anonimo scrive:
            Re: Windows vs Linux
            - Scritto da: Antonio Macchi

            Dimmi se ho detto il contrario.

            Ma la meschinità dei tuoi post è quello di

            sembrare un utente linux per poi sproloquiare

            (senza alcuna competenza) su questo sistema;

            ancora, ti richiedo: a che

            pro?


            questa e' bella.

            quindi secondo te non ci vuole nessuna competenza
            per usare linux, mentre ce ne vuole per esprimere
            dei
            giudizi.

            scommetto che se avessi parlato male di windows
            non avresti sindacato troppo sulla mia
            competenza






            Si certo ammorba tutti con questa storia che per

            usare linux ti devi leggere le man pages tu
            tutti

            i comandi e valanghe di manuali, certo,

            grande...



            magari non di tutti... ma rispondi sinceramente a
            questo:

            ti pare sia possibile usare linux senza toccare
            mai la
            shell?si, usa mandriva
          • Joe Tornado scrive:
            Re: Windows vs Linux


            se qualcuno e' arrivato a leggere fin qui, mi sa
            che e' un grullo a
            prescindere.

            Io ho letto fino a qui ed anche oltre, solo per vedere a che punto si può arrivare. Un buon motivo per non usare Linux è l'evitare il rischio di essere assimilati a certi suoi utenti, arroganti e con i paraocchi.
      • pclinux scrive:
        Re: Windows vs Linux
        - Scritto da: zaur
        Grandissimo post spammoso anti-linux. Fare il fan
        e spander me**a. Ma che interesse hai? Puoi
        parlar male di un sistema (o di qualsiasi altra
        cosa) senza dover necessariamente scadere nello
        squallido,
        no?

        Compliments, però ce la puoi dare un'occhiata ad
        un Linux, usi una live qualsiasi su un cd, magari
        alla fine ti piace
        anche.Ha semplicemente detto la verità, fanboy. Esci dalla tua cantina e fatti un giro nel mondo reale, poi vedrai che ha ragione!
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: Windows vs Linux
      - Scritto da: Stein Franken
      Mi chiedo se è così difficile far capire alla
      gente che dopotutto su Windows fai girare TUTTO
      quello che ti pare, mentre su Linux sei più
      limitato nelle
      scelte.

      Chi vuole comunque Linux li fa comodo avere sotto
      una licenza di XP per il solo fatto che se li
      capita di dover usare qualcosa di particolare o
      fare qualcosa che non può/troppo
      complicato/abitudine/etc non rimane
      bloccato.


      Non mi sembra poi difficile da comprendere. Linux
      ha fatto molti passi avanti ma non siamo al punto
      dove dico: voglio fare X, ma anche Y, scarico e
      voilà. C'è spesso ancora dei passi di
      configurazione, e nel peggiore dei casi,
      "smanettamento" dei file di
      configurazione.

      Windows è attualmente la piattaforma con la
      maggior parte di software
      disponibile.Appunto quello che sostengo Io, se XP te lo regalano assieme al netbook chi è l'XXXXXXXXX che allo stesso prezzo si prende il netbook con Linux? Tanto Linux te lo puoi sempre installare dopo ed intanto hai una licenza XP!Infatti all'inizio quando la licenza XP la pagavi a prezzo pieno, ossia i 90 - 100 euro guarda caso il 90 % del venduto era con Linux!
    • Cheeta scrive:
      Re: Windows vs Linux

      Windows è attualmente la piattaforma con la
      maggior parte di software
      disponibile.Malware compreso.Poi seguendo il discorso dovrei trasferirmi in Cina dove c'e' la maggior popolazione del mondo e quindi ho molta piu' gente con cui aver a che fare. O forse no, magari mi bastano alcuni amici, la mia fidanzata, la mia famiglia e qualche relazione di lavoro. In genere mi sa che in Lussemburgo si sta meglio che in Cina ...Direi che il discorso non e' avere tanto software ma quello che serve meglio alle tue esigenze. In certi casi certo software per Linux di un certo livello proprio non c'e' e quindi diciamo che c'e' una ragione importante per cui il 2% della popolazione farebbe bene a usare sempre un Windows, il restante 98% trova tutto il sofware che gli serve sotto Linux e fatto bene per lo scopo a cui deve servire.
    • pabloski scrive:
      Re: Windows vs Linux
      interessante punto di vista, ma ti faccio notare che pure su windows l'utonto non configura assolutamente alcunchèla gente comune ha problemi seri perfino ad installare i driver per una perifericail problema di linux è semmai la mancanza di software per determinate nicchie, ma i netbook si rivolgono ad un'utenza che fa uso di internet e al massimo usa strumenti di office automationper quanto riguarda la configurazione, ormai con linux non c'è da smanettare da nessuna parte, basta solo scegliere hardware compatibile così come si fa con windows
    • Shu scrive:
      Re: Windows vs Linux
      - Scritto da: Stein Franken
      Mi chiedo se è così difficile far capire alla
      gente che dopotutto su Windows fai girare TUTTO
      quello che ti pare, mentre su Linux sei più
      limitato nelle
      scelte.Non mi pare.Gnome non gira sotto Windows, quindi non è vero che su Windows gira tutto.Perché da Windows Explorer non riesco a navigare su una share SFTP come fosse un disco locale, giusto per dirne una?Ma nemmeno posso montare dischi formattati in ext2, in reiser, in XFS, ...Quando infilo una chiavetta vorrei l'iconcina sul desktop, e non dentro "Risorse del computer". Ah, non si può?Voglio debuggare il mio software con Nemiver e vederne le differenze con Meld. Ah, non ci sono sotto Windows...Mi piace di più Totem o MPlayer del MediaPlayer27, perché sono più leggeri e non hanno limiti col DRM. Ah, non girano sotto Windows.E, per favore, lascia stare la storia "ma ci sono software per Windows che fanno più o meno le stesse cose", perché è quello che i "Linuxari" dicono da anni, e i "Windowsari" rispondono sempre "ma non è la stessa cosa".Ma non è la stessa cosa!Bye.P.S.: Non ce l'ho in particolare con te, vedilo come un discorso generico per i talebani di Windows.
      • Antonio Macchi scrive:
        Re: Windows vs Linux

        Ma nemmeno posso montare dischi formattati in
        ext2, in reiser, in XFS,
        ...Perchè quelle XXXXXXXte le usate solo voi cantinari!
        E, per favore, lascia stare la storia "ma ci sono
        software per Windows che fanno più o meno le
        stesse cose", perché è quello che i "Linuxari"
        dicono da anni, e i "Windowsari" rispondono
        sempre "ma non è la stessa
        cosa".Si dice "linari" e "winari"...
        • Antonio Macchi scrive:
          Re: Windows vs Linux
          - Scritto da: Antonio Macchi

          Ma nemmeno posso montare dischi formattati in

          ext2, in reiser, in XFS,

          ...

          Perchè quelle XXXXXXXte le usate solo voi
          cantinari!


          E, per favore, lascia stare la storia "ma ci
          sono

          software per Windows che fanno più o meno le

          stesse cose", perché è quello che i "Linuxari"

          dicono da anni, e i "Windowsari" rispondono

          sempre "ma non è la stessa

          cosa".

          Si dice "linari" e "winari"...??
        • Shu scrive:
          Re: Windows vs Linux
          - Scritto da: Antonio Macchi

          Ma nemmeno posso montare dischi formattati in

          ext2, in reiser, in XFS,

          ...

          Perchè quelle XXXXXXXte le usate solo voi
          cantinari!XFS è il filesystem delle Silicon Graphics. Sono cantinari anche loro?Voto troll: 2.
      • Stein Franken scrive:
        Re: Windows vs Linux
        In realtà non sto parlando di software per smanettoni.Guarda tutti i campi, per esempio il multimedia. Troveremo software su Linux, ma su Windows hai dannatamente molta più scelta.Non dico che Linux non ha scelte, ma su Windows è molto più semplice.
    • maremma scrive:
      Re: Windows vs Linux
      Questo purtroppo è sempre il solito discorso "bacato", trito e ritritoIl punto del ragionamento che non torna è che si vuole per forza fare X e Y in Linux nello stesso modo con cui lo si fa in Windows.Qui sta l'errore madornale. E sulla base di questo si dice: Linux non è ancora maturo.Bhà, io Linux invece lo trovo invece maturo al punto giusto.Questo non vuol dire che Linux sia un OS adatto a tutti gli usi. Ma questo vale per tutti i sistemi operativi.
    • Gix scrive:
      Re: Windows vs Linux
      ho un videogioco, il Padrino che su xp girava e su Vista no. devo usare wine per farlo girare. la potenza di winzozz.
    • Ash scrive:
      Re: Windows vs Linux
      Che su windows la disponibilità di software è maggiore, è vero, ma quello che mi chiedo io è: cosa avrà mai da fare questa gente con tutti questi programmi? Io che uso computer da 20 anni e ora li uso per lavoro ho coperto tutte le mie esigenze con software free.Capisco chi ci lavora in certi ambiti, ma gli altri? Che bisogno hanno?
      • Stein Franken scrive:
        Re: Windows vs Linux
        Un esempio lampante: vuoi fare della musica.Sotto Linux devi configurarti il jack per avere latenze basse (non è banale) e la scelta di software non è molto varia.Su Windows? A parte che ne hai per tutti i gusti (vari sequencer, emulatori hardware e cosi via) per installare un driver comune a bassa latenza ASIO (asio4all) bastano pochi click.La differenza è abissale.
    • flamer scrive:
      Re: Windows vs Linux
      - Scritto da: Stein Franken
      Mi chiedo se è così difficile far capire alla
      gente che dopotutto su Windows fai girare TUTTO
      quello che ti pare, mentre su Linux sei più
      limitato nelle
      scelte.

      Chi vuole comunque Linux li fa comodo avere sottoLI FA COMODO???
      una licenza di XP per il solo fatto che se liLI CAPITA?
      capita di dover usare qualcosa di particolare o
      fare qualcosa che non può/troppo
      complicato/abitudine/etc non rimane
      bloccato.???Si capisce il concetto, ma è faticoso.

      Non mi sembra poi difficile da comprendere. Linux
      ha fatto molti passi avanti ma non siamo al punto
      dove dico: voglio fare X, ma anche Y, scarico e
      voilà. C'è spesso ancora dei passi di
      configurazione, e nel peggiore dei casi,
      "smanettamento" dei file di
      configurazione.

      Windows è attualmente la piattaforma con la
      maggior parte di software
      disponibile.Va bene che non siamo all'Accademia della Crusca e che il linguaggio si "evolve" divenendo meno rigido, ma uccidere una lingua rappresenta già un passo successivo.
      • Stein Franken scrive:
        Re: Windows vs Linux
        Potrei dirti che il contenuto vale di più della forma, o che a scuola non mi hanno insegnato bene l'italiano :)Però mi aspettavo almeno che mi correggevi tutto invece che piagnucolare :DTra l'altro non hai aggiunto niente al discorso, e secondo le regole di PI, non è consentito criticare la scrittura tanto per farlo...
        • flamer scrive:
          Re: Windows vs Linux
          - Scritto da: Stein Franken
          Potrei dirti che il contenuto vale di più della
          forma, o che a scuola non mi hanno insegnato bene
          l'italiano
          :)Possibile.
          Però mi aspettavo almeno che mi correggevi tutto
          invece che piagnucolare
          :DPiagnucolare? Poi meglio "mi correggessi"...

          Tra l'altro non hai aggiunto niente al discorso,
          e secondo le regole di PI, non è consentito
          criticare la scrittura tanto per
          farlo...Chi lo dice?
          • Stein Franken scrive:
            Re: Windows vs Linux
            Policy dei commenti: evitare come da netiquette di puntualizzare eventuali errori di sintassi o battitura in un post Leggere le regole mi sembra il minimo ;) non credi?
          • Petengy scrive:
            Re: Windows vs Linux
            - Scritto da: Stein Franken
            Policy dei commenti:

            evitare come da netiquette di puntualizzare
            eventuali errori di sintassi o battitura in un
            post



            Leggere le regole mi sembra il minimo ;) non
            credi?Hai ragione, anche se io al posto dell'emoticons ci avrei messo una virgola... ;)
          • Stein Franken scrive:
            Re: Windows vs Linux
            (rotfl)
          • Petengy scrive:
            Re: Windows vs Linux
            :) ! 
          • flamer scrive:
            Re: Windows vs Linux
            - Scritto da: Stein Franken
            Policy dei commenti:

            evitare come da netiquette di puntualizzare
            eventuali errori di sintassi o battitura in un
            post



            Leggere le regole mi sembra il minimo ;) non
            credi?Hai ragione: la grammatica non conta, tanto lo dice la policy di PI. La faccina non poteva ovviamente mancare...
          • Stein Franken scrive:
            Re: Windows vs Linux
            Un conto è scrivere in stile "sms", un altro è fare degli errori che non pregiudicano la lettura.Dopotutto non siamo sotto esame, anche se la correttezza dell'italiano non è qualcosa da sottovalutare. Ma tieni conto che non tutti hanno avuto una formazione simile o la volontà di sopperire a certe mancanze.Spesso è quello che c'è "sotto" nel discorso, che lo rende interessante. Ecco come mai si cerca di evitare di puntualizzare gli errori grammaticali che comunque non darebbero fastidio alla maggior parte delle persone.Dopotutto il discorso era incentrato sul fatto che Windows ha più disponibilità di software rispetto agli altri OS. E la maggior parte della gente ha comunque capito il succo del discorso e risposto di conseguenza.Se proprio devi puntualizzare, fallo con chi scrive in stile "ragazzino adolescente - sms maniaco" :D li avresti pienamente ragione.Ps. qui non è il posto ideale per trovare scritti impeccabili. Quindi la tua critica rimane in ogni caso fuori luogo.
          • Petengy scrive:
            Re: Windows vs Linux
            senza contare chi, come me, per la fretta semplicemente infila un sacco di errori di battitura.
          • flamer scrive:
            Re: Windows vs Linux
            Meno male. Decidi tu se una critica, su forma o sostanza, sia fuori luogo o meno. Molto berlusconiano, oserei dire.
    • tell scrive:
      Re: Windows vs Linux

      su Windows fai girare TUTTO quello che ti pareAh sì sì come openoffice che si avvia su un desktop windows più lentamente di quanto fa su un portatile con linux che ha metà del proXXXXXre e hard disk piu' lento.Ah sì sì come gimp 2.2 che si fermava per un po' a caricare i fonts, solo su windows, e non aveva le opzioni di stampa che aveva la versione su linux.Parliamo dei minuti su minuti di ricerca di freeware o shareware? del tuo vecchio scanner che su vista il driver non va? di sei minuti e un centinaio di mega di installazione per la stampante di rete su windows, mentre su linux si usa un file .ppd da 36kb?
      • Stein Franken scrive:
        Re: Windows vs Linux
        Ah sì sì come openoffice che si avvia su un desktop windows più lentamente di quanto fa su un portatile con linux che ha metà del proXXXXXre e hard disk piu' lento. Forse perchè sotto Linux le librerie sono precaricate dall'avvio dell'OS? Da qualche parte devi metterci il tempo per caricarli... Ah sì sì come gimp 2.2 che si fermava per un po' a caricare i fonts, solo su windows, e non aveva le opzioni di stampa che aveva la versione su linux. Siamo a GIMP 2.6 ... e GTK+ sotto Windows è stato sviluppato un po' malino (ai tempi). Tra l'altro non sono ancora riusciti a fare un selettore di file decente, con anteprime LEGGIBILI. Parliamo dei minuti su minuti di ricerca di freeware o shareware? del tuo vecchio scanner che su vista il driver non va? di sei minuti e un centinaio di mega di installazione per la stampante di rete su windows, mentre su linux si usa un file .ppd da 36kb? Si stava parlando di XP.E se cerchi un driver leggero, basta che usi la variante "for Business/Enterprise" o simile. Si, TUTTI hanno i driver leggeri (se ti va).Insomma hai sparato solo FUD.
  • panda rossa scrive:
    Il bicchiere mezzo pieno
    Proviamo a leggere la notizia in questo modo invece:nell'ambito dei netbook, linux si e' assestato ad un buon 10%, domostrando che al di la' di utontaggini radicate, boicottaggi commerciali, e una installazione non proprio friendly, tanto da richiedere un po' di tempo per poter sostituire il desktop e mettere a disposizione l'interprete di comandi, la persona intelligente sceglie linux.
    • gambop scrive:
      Re: Il bicchiere mezzo pieno
      Possiamo anche leggerla così: grande passo in avanti di linux. Da una percentuale di mercato inferiore all'1%, nello specifico segmento dei netbook spunta un buon 10%.Il fatto è che un anno fa ci si sarebbe aspettati almeno un 30%.
  • anonimo scrive:
    in italia
    in italia si vendono piu netbook con windows perche' nelle grandi distribuzioni tengono solo quelli non per altro...oltretutto i netbook con win sono di una lentezza disarmantepresto i netbook useranno solo proXXXXXri arme dopo ciao ciao uindows...uinari presto al tappeto
  • Fulmy(nato) scrive:
    netbook linux
    "Dopo un avvio deciso - ha spiegato - i netbook con Linux sono stati superati dai netbook con Windows, e Linux sta gradualmente restando sempre più indietro nelle vendite"non è che sta cosa è un po' pilotata dai produttori e/o dalla grande distribuzione?Questo weekend in un centro commerciale di Milano, ho notato un netbook, mi pare fosse un Dell, che era presente nelle due versioni Windows e Linux.Curiosamente, nonostante l'hardware fosse esattamente lo stesso, la versione Linux costava 10 euro in più dell'altra.
  • Lepaca scrive:
    interfaccia
    Se il problema e' l'interfaccia diversa, perche' non fare un'interfaccia identica a quella di windows?cosi' non ci si dovrebbe neanche sbattere troppo nella creazione di nuove e mirabolanti interfacce...
    • Andreabont scrive:
      Re: interfaccia
      C'è già, si chiama "KDE"....(te lo dice uno che usa come interfaccia "Gnome")E' un'interfaccia che nasce per essere simile a quella di windows... successivamente è stata così migliorata che ora è lei ad "inspirare" l'interfaccia di windows... avete visto Windows Seven??? Non notate alcune somiglianze con KDE?? XD
      • Lepaca scrive:
        Re: interfaccia
        Non mi sembra che KDE assomigli a windows...
      • Funz scrive:
        Re: interfaccia
        - Scritto da: Andreabont
        C'è già, si chiama "KDE"....(te lo dice uno che
        usa come interfaccia
        "Gnome")

        E' un'interfaccia che nasce per essere simile a
        quella di windows... successivamente è stata così
        migliorata che ora è lei ad "inspirare"
        l'interfaccia di windows... avete visto Windows
        Seven??? Non notate alcune somiglianze con KDE??
        XDA me pare nascesse più per somigliare al Mac, più che a Windows... per il resto concordo, due buontemponi della TV australiana sono andati in giro per strada con un portatile con KDE 4.2, e lo mostravano dicendo "come vi pare il nuovo Windows?"Nessuno che abbia riconosciuto Linux (o non l'hanno fatto vedere), giusto uno ha detto "somiglia al Mac" :D
    • advange scrive:
      Re: interfaccia

      Se il problema e' l'interfaccia diversa, perche'
      non fare un'interfaccia identica a quella di windows?
      cosi' non ci si dovrebbe neanche sbattere troppo
      nella creazione di nuove e mirabolanti
      interfacce...Perché il problema non è affatto l'interfaccia: provato e sperimentato su decine di utonti super abituati a Windows XP. E' semplicemente la tesi dell'articolo che è sbagliata: i problemi sono altri...
  • Linaro scrive:
    Sul mio Eee...
    Quando ho comprato il mio Eee 900, ovviamente ho comprato la versione con Linux. Ovviamente perché a parità di prezzo la versione con Linux aveva un SSD più capiente. Dopo avere giocato qualche giorno con il Linux preinstallato, ho concluso che l'interfaccia stile "smartphone dei poveri" messa da ASUS proprio non faceva per me e ho provato, in sequenza, Windows XP (di cui avevo una licenza retail inutilizzata) e Ubuntu.Alla fine, l'esperienza "meno peggio" era quella con Windows, ma la realtà dei fatti è che l'usabilità del sistema era scarsa in tutti i casi: troppo limitata sulla Xandros originale; troppo lenta con Ubuntu e Windows XP. Ora il mio Eee sta prendendo la polvere...
    • attonito scrive:
      Re: Sul mio Eee...

      Alla fine, l'esperienza "meno peggio" era quella
      con Windows, ma la realtà dei fatti è che
      l'usabilità del sistema era scarsa in tutti i
      casi: troppo limitata sulla Xandros originale;
      troppo lenta con Ubuntu e Windows XP. Ora il mio
      Eee sta prendendo la polvere...Varie alternative:A. cerca una distro espressamente pensata per eeepcB. installa distro preferita e cofigurala a modo per l'eeepcC. regalamelo e lo spolverero' tutti i giorni :-)
      • Ash scrive:
        Re: Sul mio Eee...
        AHAHAHAMitica la 3! :DSecondo me è colpa della memoria interna. So che su alcuni netbook ci mettono delle ssd XXXXXse.Domanda: non è che per caso l'installazione viene fatta sulla SD rimovibile?Se così fosse è normale che sia lento
    • xxxxxxxxxx scrive:
      Re: Sul mio Eee...

      casi: troppo limitata sulla Xandros originale;
      troppo lenta con Ubuntu e Windows XP. Ora il mio
      Eee sta prendendo la
      polvere...Il mio 900A con ubuntu non e' un fulmine di guerrama per le cose che ci si aspetta si facciano con unnetbook e' usabilissimo.
    • Danilo scrive:
      Re: Sul mio Eee...
      Significa che il tuo eeepc non ti serviva realmente ma lo hai preso per moda... contribuendo, insieme alla massa di modaioli, a distruggere l'idea originaria (e secondo me geniale) dei netbook.Ora tutti vogliono netbook con Vista, touch screen, scheda video dedicata, hd magnetico, ecc. ecc. ma così non sono più dei netbook!Per tornare in topic: se non ti piace la Xandros cerca un'altra distro che ti soddisfi, ce ne sono tantissime ottimizzate per gli eeepc: basta cercare e non aspettarsi la pappa pronta nel piatto... anche se è difficile da far capire agli utenti Windows.
    • Conformista informatico scrive:
      Re: Sul mio Eee...
      Ho provato il cd live con gnome di Sabayon (quello da un giga e mezzo)e ho scoperto che c è l opzione per installare anche sui netbook, quindi ti consiglio di provare quello per iniziare, oppure la versione di Ubuntu, che dovrebbe esserci, per netbook.
    • Cameo scrive:
      Re: Sul mio Eee...
      - Scritto da: Linaro
      Ora il mio
      Eee sta prendendo la
      polvere...Me lo vendi? ;-)
    • Silenx scrive:
      Re: Sul mio Eee...
      Prova con archlinux .. e' bella leggera e veloce ed anche aggiornata, sui pc con poche risorse hardware è ottima
  • Mr. X scrive:
    Esperienza con un netbook
    ho preso, in attesa del macbook, un acer aspire one usato da un amico.il netbook in questione ha una ssd da 8gb e 1.5gb di ram, il mio amico ci faceva girare XP... ora ho capito perchè gli utenti preferiscono XP... per la lentezza con cui ci gira, li deve far sentire a casa, propongo agli OEM di preinstallare anche qualche spyware che mostra popup XXXXX o di casinò per migliorare la user experience... inutile dire che installandovi una distribuzione dedicata (tra l'altro italiana) quella macchinetta vola... peccato per il difetto tipico dei netbook... una batteria scarsissima, ma questo è un'altro discorso
    • Francesco scrive:
      Re: Esperienza con un netbook
      - Scritto da: Mr. X
      ho capito perchè gli utenti preferiscono XP...
      per la lentezza con cui ci gira, li deve far
      sentire a casa, propongo agli OEM di
      preinstallare anche qualche spyware che mostra
      popup XXXXX o di casinò per migliorare la user
      experience... Fantastico! :)
      il difetto
      tipico dei netbook... una batteria scarsissima,Ho comprato da poco, dopo aver valutato bene le varie opzioni e dopo averlo cercato a lungo, un EEE PC 901 senza Windows (e 9 negozi su 10 ce l'avevano solo con Wim... E ho detto tutto). Ho installato Kubuntu 8.10 con il kernel apposito. La batteria dura così tanto che non mi ricordo neanche più l'ultima volta che l'ho ho caricata...Francesco
      • nome e cognome scrive:
        Re: Esperienza con un netbook

        l'avevano solo con Wim... E ho detto tutto). Ho
        installato Kubuntu 8.10 con il kernel apposito.
        La batteria dura così tanto che non mi ricordo
        neanche più l'ultima volta che l'ho ho
        caricata...

        FrancescoAccendilo ogni tanto...
        • advange scrive:
          Re: Esperienza con un netbook

          Accendilo ogni tanto...Dai su, non rosicare: potevi scrivere che se ci metteva Vista bootava in 10 secondi, era più divertente.
  • scettico scrive:
    bah
    "Dopo un avvio deciso - ha spiegato - i netbook con Linux sono stati superati dai netbook con Windows, e Linux sta gradualmente restando sempre più indietro nelle vendite". Si tratta senz'altro di un giudizio espresso basandosi sulle proprie analisi, ma che trova riscontro nelle stime fatte qualche mese fa da Asus."la smettete di fare sparate e portate una tesi confermata da dati CERTI e non da voci del primo che capita?Per forza poi in Italia l'informazione in genere fa XXXXXX, non si approfondisce.
  • baum scrive:
    Netbook in Italia
    Personalmente ho notato che i (pochi) netbook con un Linux a bordo qui da noi sono macchine con HW inferiore rispetto ai corrispettivi con XP; vero che questi ultimi costano di più, ma il costo maggiorato dovrebbe riguardare la licenza di XP e non i componenti. Se ci fosse la possibilità di scelta a *parità* di HW tra i due sistemi, con la sola differenza del costo effettivo della licenza di XP, forse anche sui netbook Linux potrebbe dire la sua; mi rendo conto che a causa di una posizione di mercato dominante da parte di MS nel settore dei SO domestici e dei produttori ivi operanti, il segmento dei netbook è ad ogni modo molto appetibile e difficilmente una concorrenza a vantaggio del consumatore (cioè nostra) si possa verificare.
    • nico scrive:
      Re: Netbook in Italia
      - Scritto da: baum
      Personalmente ho notato che i (pochi) netbook con
      un Linux a bordo qui da noi sono macchine con HW
      inferiore rispetto ai corrispettivi con XP; vero
      che questi ultimi costano di più, ma il costo
      maggiorato dovrebbe riguardare la licenza di XP e
      non i componenti. Se ci fosse la possibilità di
      scelta a *parità* di HW tra i due sistemi, con la
      sola differenza del costo effettivo della licenza
      di XP, forse anche sui netbook Linux potrebbe
      dire la sua; mi rendo conto che a causa di una
      posizione di mercato dominante da parte di MS nel
      settore dei SO domestici e dei produttori ivi
      operanti, il segmento dei netbook è ad ogni modo
      molto appetibile e difficilmente una concorrenza
      a vantaggio del consumatore (cioè nostra) si
      possa
      verificare.Recentente mi è capitato di parlare con un dirigente di una grossa catena di distribuzione. Ebbene, mi ha raccontato una storia alquanto diversa.Non è assolutamente vero che comprano più netbook con Windows, perché gli altri non si vendono. La verità è che, quelli con Linux, spesso e volentieri vengono bloccati nelle varie dogane per i più disparati e assurdi motivi.Quelli con Windows, mai.Quindi sono costretti a comprare questi ultimi solo perché hanno la necessità di smerciarli nel più breve tempo possibile.Sarebbe bene che qualcuno cominciasse a verificare cosa succede nelle varie dogane, qui non si parla più di posizione dominante. Questi sono reati. E gravi!
      • Renji Abarai scrive:
        Re: Netbook in Italia
        Che cavolata.Le grandi catene e la grande distribuzione vengono spesso rifornite dagli importatori ufficiali autorizzati quindi il materiale ordinato gli arriva direttamente già dall'EU se non dall'Italia.Ci sono le dogane tra milano e quarto oggiaro?E te lo dice uno che in distribuzione ci lavora.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 20 marzo 2009 11.33-----------------------------------------------------------
      • nome e cognome scrive:
        Re: Netbook in Italia

        Recentente mi è capitato di parlare con un
        dirigente di una grossa catena di distribuzione.
        Ebbene, mi ha raccontato una storia alquanto
        diversa.
        Non è assolutamente vero che comprano più netbook
        con Windows, perché gli altri non si vendono.

        La verità è che, quelli con Linux, spesso e
        volentieri vengono bloccati nelle varie dogane
        per i più disparati e assurdi
        motivi.
        Quelli con Windows, mai.Palla gigante. Le grandi catene si riforniscono dai distributori italiani delle marche che vendono: non gliene frega niente delle dogane.
    • AlbertoPd scrive:
      Re: Netbook in Italia
      - Scritto da: baum
      Personalmente ho notato che i (pochi) netbook con
      un Linux a bordo qui da noi sono macchine con HWIo sto' cercando da alcune settimane un asus eeepc 901 linux con hd da 20gb.E' in tutti i listini e cataloghi ufficiali asus, ma nei negozi non ce ne è traccia.Il piu' simile è il 904HA e qualche versione linux la si trova.Ma se vado a guardare un qualunque catalogo di un negozio (online o meno) le versioni linux degli eeepc le trovo con una certa difficoltà (xp 8, linux 2).Sono gli utenti che non comprano i netbook linux, o sono i negozi che piu' di tanto non li rendono disponibili, e quindi gli utenti, non trovando di piu' confacente, si accontentano della versione xp (stroncata sotto il profilo hd) ?
    • TADsince1995 scrive:
      Re: Netbook in Italia
      - Scritto da: baum
      Personalmente ho notato che i (pochi) netbook con
      un Linux a bordo qui da noi sono macchine con HW
      inferiore rispetto ai corrispettivi con XP;Io ho un'esperienza diversa, quando comprai l'eeepc 900 c'era sia in versione Linux che Windows, il costo era identico, ma la versione con Linux aveva l'ssd da 20 giga invece che dei 12 della versione Windows, dove con gli 8 giga in meno gli si pagava la licenza a Microsoft. Ora non so se è ancora così onestamente, di netbook ormai ce n'è in tutte le salse.TAD
      • zaur scrive:
        Re: Netbook in Italia
        - Scritto da: TADsince1995
        - Scritto da: baum

        Personalmente ho notato che i (pochi) netbook
        con

        un Linux a bordo qui da noi sono macchine con HW

        inferiore rispetto ai corrispettivi con XP;

        Io ho un'esperienza diversa, quando comprai
        l'eeepc 900 c'era sia in versione Linux che
        Windows, il costo era identico, ma la versione
        con Linux aveva l'ssd da 20 giga invece che dei
        12 della versione Windows, dove con gli 8 giga in
        meno gli si pagava la licenza a Microsoft. Ora
        non so se è ancora così onestamente, di netbook
        ormai ce n'è in tutte le
        salse.

        TADNo. Purtroppo adesso le versioni con Linux sono sempre inferiori a livello di hardware; logicamente costano di meno ma non puoi scegliere il corrispettivo netbook con xp senza xp e con linux con il costo della licenza di xp decurtata ovviamente, non si può.
    • Alessio scrive:
      Re: Netbook in Italia
      Diciamola tutta però...Non è che vengano bloccati da qualche parte, è che ora i produttori scelgono di vendere più quelli con windows, il motivo è il fatto che le persone comprano di più questi modelli...Ma qual è la causa?Io ho acquistato un AspireOne con linux, ma...Avete visto che versione c'è dentro? Praticamente mi sono ritrovato davanti ad un Sapientino della Clementoni..Magari sono presenti la maggior parte dei programmi che sono necessari, ma non sembra affatto una cosa seria..(per questo ho piallato subito e installato la mitica linux4one)Se venisse inserita una versione di linux con una interfaccia grafica degna di questo nome, da gnome a KDE a perchè no, anche fluxbox, la gente sarebbe molto più attratta e il livello di usabilità sarebbe pari (se non superiore) a quello di windows...
  • cogito ergosum scrive:
    Linux è pronto?
    Chiunque abbia installato e USATO linux, dovrebbe convenire che non è certo l'interfaccia "diversa" da Windows a scoraggiare la gente. Semmai il fatto che il 99% delle volte, hai bisogno di "ravanare" in qualche parte del kernel/drivers/codice per avere la tua amata periferica funzionante. Ma non è solo questione di hardware: anche le aziende che producono applicativi "proprietari" ci mettono del loro. A che mi serve avere un netbook con Linux "per l'uso comune: Internet, Office..." e poi non riuscire a navigare siti "comuni" perchè non il FlashPlayer linux è solo versione 7, Skype non manda messaggi ne' supporta i video. Insomma se voglio un netbook che faccia quello che deve fare... devo prendere PER FORZA XP.
    • baum scrive:
      Re: Linux è pronto?
      - Scritto da: cogito ergosum
      Chiunque abbia installato e USATO linux..appunto USATO.Difficilmente trova una qualche coerenza con quello che dici.Ma a te che ti viene in tasca?
    • AndyCapp scrive:
      Re: Linux è pronto?
      - Scritto da: cogito ergosum mettono del loro.

      A che mi serve avere un netbook con Linux "per
      l'uso comune: Internet, Office..." e poi non
      riuscire a navigare siti "comuni" perchè non il
      FlashPlayer linux è solo versione 7, Skype non
      manda messaggi ne' supporta i video. Ehm sei rimasto un filo indietro, flash è alla versione 10 e skype supporta il video da mo (non manda gli SMS, che mi pare una funzione utile il giusto)
    • advange scrive:
      Re: Linux è pronto?

      Chiunque abbia installato e USATO linux, dovrebbe
      convenire che non è certo l'interfaccia "diversa"
      da Windows a scoraggiare la gente.Infatti, qui Annunziata ha toppato alla grande.
      Semmai il
      fatto che il 99% delle volte, hai bisogno di
      "ravanare" in qualche parte del
      kernel/drivers/codice per avere la tua amata
      periferica funzionante.Davvero? A me è capitato solo per una webcam, che per altro con XP non andava (driver Vista only!!!)
      Ma non è solo questione di hardware: anche le
      aziende che producono applicativi "proprietari"
      ci mettono del loro.VERO

      A che mi serve avere un netbook con Linux "per
      l'uso comune: Internet, Office..."
      e poi non
      riuscire a navigare siti "comuni" perchè non il
      FlashPlayer linux è solo versione 7,????? Guarda, che siamo alla 10, e da un bel po'...
      Skype non
      manda messaggi ne' supporta i video.Ma di cosa parli? Io faccio video chiamate ogni giorno..
      Insomma se
      voglio un netbook che faccia quello che deve
      fare... devo prendere PER FORZA XP.Ok, è chiaro che Linux non l'hai mai visto...
    • Marco scrive:
      Re: Linux è pronto?
      - Scritto da: cogito ergosum
      Chiunque abbia installato e USATO linux, dovrebbe
      convenire che non è certo l'interfaccia "diversa"
      da Windows a scoraggiare la gente. Semmai il
      fatto che il 99% delle volte, hai bisogno di
      "ravanare" in qualche parte delNon solo.Attualmente risultano incompatibilità anche sull'installazione di software all'interno delle distribuzioni.Sempre più spesso devono specidficare che il software funziona, ad esempio, su linux FC9 altrimenti bisogna perdere giornate a sistemare, aggiungere, modificare ciò che manca.
      • TheScare scrive:
        Re: Linux è pronto?
        Perchè vista/xp non è la stessa cosa?
        • Marco scrive:
          Re: Linux è pronto?
          Ci sei o ci fai?Ti sembra forse che installare un applicazione sotto windows sia complesso quanto sotto linux?
          • LuNa scrive:
            Re: Linux è pronto?
            no, infatti è molto più facile :D
          • cvb scrive:
            Re: Linux è pronto?
            sudo apt-get installe non devi neanche fare la fatica di cercare il sito o mettere il cd.... e sì... molto più complicato di windows....
          • Marco scrive:
            Re: Linux è pronto?
            - Scritto da: cvb
            sudo apt-get install
            e non devi neanche fare la fatica di cercare il
            sito o mettere il
            cd....
            e sì... molto più complicato di windows....AHAHAHAHLa schiavo di redhat. Prega che il pacchetto sia all'interno dei loro repository o qualcuno lo abbia preparato per te.Povera italia
          • O_o scrive:
            Re: Linux è pronto?
            - Scritto da: Marco
            AHAHAHAH
            La schiavo di redhat.
            Prega che il pacchetto sia all'interno dei loro
            repository o qualcuno lo abbia preparato per
            te.
            Povera italiaVeramente, povera Italia, l'ignoranza va di moda!http://it.wikipedia.org/wiki/Advanced_Packaging_ToolAdvanced Packaging Tool, conosciuto con l'acronimo APT, è il gestore standard di pacchetti software della distribuzione DebianQuello che più gli va vicino è apt-rpm che è stato prontamente sostituito da yum.Prima di spararle, meglio informarsi.
          • advange scrive:
            Re: Linux è pronto?

            Ci sei o ci fai?
            Ti sembra forse che installare un applicazione
            sotto windows sia complesso quanto sotto linux?No, è infinitamente più complesso sotto Windows. Applicazioni -
            Aggiungi / Rimuovi -
            selezioni il programma -
            fatto. Ora che mi sono abituato con Linux mi trovo in difficoltà con Windows: cerca su internet, scarica l'exe, spera che non contenga spazzatura, installa, speriamo non scombini il registro, riavvii, vai a capire dove è andato a finire il programma: un incubo.
    • Ortolano scrive:
      Re: Linux è pronto?
      - Scritto da: cogito ergosum
      Chiunque abbia installato e USATO linux,
      .... hai bisogno di
      "ravanare" in qualche parte del
      kernel/drivers/codice per avere la tua amata
      periferica funzionante.

      .... Insomma se
      voglio un netbook che faccia quello che deve
      fare... devo prendere PER FORZA
      XP.Chiunque abbia installato e USATO un Windows (o quasi chiunque) a un certo punto e' pieno di virus, trojan e compagnia e deve reinstallare tutto da zero o meglio farlo fare a qualcuno che ci capisce, anche piu' volte all'anno. Chiunque abbia installato e USATO un Windows si e' trovato un BSOD, a un certo punto numerose volte ogni giorno e si e' dovuto reinstallare tutto da zero.Il sistema operativo lo accendo e funziona per 10 anni senza fare niente non lo hanno ancora inventato purtroppo. E nemmeno quello 5 anni, e nemmeno quello 1 anno.Io piuttosto che pagare per avere dei problemi preferisco non pagare ed avere dei problemi che ci sono SEMPRE e comunque.Questo in linea generale, poi valgono i discrosi fatti un miliardo di volte, ma io sono un videogiocatore incallito e va bene tieniti un Win, oppure io uso Autocad e va bene tieniti un Win, l'applicazione XYZ e va bene tieniti un Win. Ma se navighi, posta elettronica, quattro documenti di testo e due di foglio di calcolo mese/anno un Linux non ha niente di meno di un Win circa possibilita' d'uso, hai un problemuccio con la scheda xy e capirai in compenso ti risparmi circa un milioncino e piu' di malware win che ti mettono in ginocchio il computer e non tiri fuori soldi.
    • pabloski scrive:
      Re: Linux è pronto?
      - Scritto da: cogito ergosum
      Chiunque abbia installato e USATO linux, dovrebbe
      convenire che non è certo l'interfaccia "diversa"
      da Windows a scoraggiare la gente. Semmai il
      fatto che il 99% delle volte, hai bisogno di
      "ravanare" in qualche parte del
      kernel/drivers/codice per avere la tua amata
      periferica funzionante.
      bah non mi pare, il supporto hardware negli ultimi 3 anni è decuplicato...
      Ma non è solo questione di hardware: anche le
      aziende che producono applicativi "proprietari"
      ci mettono del loro.
      questo è vero
      A che mi serve avere un netbook con Linux "per
      l'uso comune: Internet, Office..." e poi non
      riuscire a navigare siti "comuni" perchè non il
      FlashPlayer linux è solo versione 7, Skype nonma che stai addì??? per linux c'è flash 10, compresa la versione a 64 bit
      manda messaggi ne' supporta i video. Insomma se
      voglio un netbook che faccia quello che deve
      fare... devo prendere PER FORZA
      XP.
    • Fai il login o Registrati scrive:
      Re: Linux è pronto?
      - Scritto da: cogito ergosum
      Chiunque abbia installato e USATO linux, dovrebbe
      convenire che non è certo l'interfaccia "diversa"
      da Windows a scoraggiare la gente. Semmai il
      fatto che il 99% delle volte, hai bisogno di
      "ravanare" in qualche parte del
      kernel/drivers/codice per avere la tua amata
      periferica funzionante.Non mi succede, perché prima di comprare una periferica guardo se è compatibile. Esempio: mi serviva una multifunzione per Debian, ho guardato su internet ed ho acquistato da Expert per la folle cifra di 89 eurini una HP Officejet J4580. Arrivato a casa l'ho attaccata, ho installato i driver (Synaptic, hpoj, Applica) e tutto ha funzionato al primo colpo.
      A che mi serve avere un netbook con Linux "per
      l'uso comune: Internet, Office..." e poi non
      riuscire a navigare siti "comuni" perchè non il
      FlashPlayer linux è solo versione 7, Skype non
      manda messaggi ne' supporta i video.Flashplayer per linux è alla versione 10 come su Win, guardo i programmi Rai che usa Silverlight e videochiamo con Skype quasi quotidianamente. Insomma se
      voglio un netbook che faccia quello che deve
      fare... devo prendere PER FORZA
      XP.Come vedi, non è vero.Ciao
    • picard12 scrive:
      Re: Linux è pronto?
      - Scritto da: cogito ergosum
      Chiunque abbia installato e USATO linux, dovrebbe
      convenire che non è certo l'interfaccia "diversa"
      da Windows a scoraggiare la gente. Semmai il
      fatto che il 99% delle volte, hai bisogno di
      "ravanare" in qualche parte del
      kernel/drivers/codice per avere la tua amata
      periferica funzionante.

      Ma non è solo questione di hardware: anche le
      aziende che producono applicativi "proprietari"
      ci mettono del loro.

      A che mi serve avere un netbook con Linux "per
      l'uso comune: Internet, Office..." e poi non
      riuscire a navigare siti "comuni" perchè non il
      FlashPlayer linux è solo versione 7, Skype non
      manda messaggi ne' supporta i video. Insomma se
      voglio un netbook che faccia quello che deve
      fare... devo prendere PER FORZA
      XP.O sei un troll o sei male informato:1. flashplayer è alla vs 10 e pure a 64bit.2.skype funziona benissimo in audio-video-chat.Se avessi letto o seguito o cercato anche sul sito di skype, sapresti che stanno lavorando alla vs 4 di skype anche per linux e dovrebbe uscire, se non erro entro fine primavera..Se devi fare esempi negativi, falli giusti...
    • Ash scrive:
      Re: Linux è pronto?
      Skype a me va alla grande anche coi video.Il plugin flash invece anche a me qualche problemino lo da.
  • Enjoy with Us scrive:
    Leggendo fra le righe...
    1. allora nel 2008 vi è stato un forte incremento dell'installato Linux2. E' prevista una sempre più forte adozione aziendale3. Nel 2009 paventano una riduzione dei netbook con Linux preinstallato........ ma sarà proprio così? Intanto dovrebbe debuttare Seven anche sui netbook e bisogna vedere se M$ continuerà a praticare prezzi di licenza simbolici, è proprio da quando ha tagliato i prezzi di XP per netbook che si è presa tale mercato, con un'operazione da abuso di posizione dominante che nessuna autority ha condannato, come al solito!Altra cosa da osservare è che nel corso del 2009 debutteranno nuovi netbook basati su proXXXXXri ARM e li M$ è tagliata fuori, se come sembra verranno proposti a prezzi molto accessibili, (sotto i 250 euro per intenderci) è evidente che conquisteranno un'ampia fetta di mercatoUltima considerazione, Seven sarà anche più agile di Vista, ma in confronto a Ubuntu e ad altre distro di Linux rimane nettamente più pesante ed affamato di risorse e il mercato dei netbook non sembra destinato a breve a rivoluzioni nella potenza di elaborazione... ergo potrebbe risultare nonostante gli sforzi di M$ inadatto alla missione... oh M$ lo farà preinstallare garantirà che i requisiti minimi sono più che soddisfatti.... ma vi siete già dimenticati come è andata a finire con Vista un paio di anni fa su computer decisamente più potenti?Staremo a vedere, quelloche è certo è che come ho sempre detto nel 2008 per Linux è stato un anno estremamente positivo, il 2009 forse non crescerà altrettanto velocemente in ambito consumer, ma certo non perderà posizioni e già nel 2010 se i netbook adotteranno proXXXXXri Arm assisteremo ad una esplosione della sua diffusione.
  • Shiba scrive:
    La gente ha paura del cambiamento
    Io linux (in particolare ubuntu o fedora) lo consiglio senza problemi a gente che ha bisogno di usare il computer per un uso comune (internet, posta, chat, foto, ecc). A uno che deve lavorare in un ambito specifico (tipo mio padre) non direi mai di installarlo sul suo pc :Tra l'altro, essendo che ogni tanto mi capita di portare il pc a scuola, il mio compagno di banco mi ha visto giocare qualche volta con compiz. Quando siamo stati al mediaworld a fare un giro e ha dato un'occhiata a un pc con vista, mia ha detto: "Oh ma quanto è diventato brutto il linux?".PS (che non c'entra niente): L'utente medio, il mio amico, con office 2007 ci mette 5 minuti la prima volta a capire come si salva un documento, e 10 a trovare il menu (quello con nuovo, apri, ecc).
    • uomo comune scrive:
      Re: La gente ha paura del cambiamento
      Quoto tutto, aggiungerei che a parte noi appassionati che stiamo qui a leggere e a scrivere su PI, l'utente medio vuole un netbook dove ritrovi già quello che sa usare senza dover perdere tempo a capire un nuovo sistema. Questo significa Windows XP e Office 2003.La maggioranza di tutti quelli che conosco, esperti compresi, non digeriscono Office 2007 perchè si perde un'infinità di tempo a capire "dovè finita la funzione che stava qui!". Sembra impossibile ma molta gente usa i PC per lavorare e non per crearsi dei nuovi problemi.
    • Shu scrive:
      Re: La gente ha paura del cambiamento
      - Scritto da: Shiba
      Io linux (in particolare ubuntu o fedora) lo
      consiglio senza problemi a gente che ha bisogno
      di usare il computer per un uso comune (internet,
      posta, chat, foto, ecc).Io l'ho installato a un amico (me l'ha chiesto lui perché stanco di virus e di blocchi), perdendo tutto il pomeriggio per personalizzarglielo come voleva, e due giorni dopo l'ha tolto rimettendo XP."Sì, era bello, non crashava, era anche più veloce di prima, solo che non andava la webcam con msn"...Da allora in avanti io ho una politica secca:- Vuoi Linux? Ecco il DVD di Ubuntu, installatelo.- Vuoi Windows? Arrangiati a sistemarti i tuoi XXXXXX con driver e virus e a reinstallartelo.- Se paghi, ti installo e configuro quello che vuoi.C'è gente che ha comprato un PC nuovo piuttosto che ammettere di non riuscire a formattare (e reinstallare i driver giusti) il suo con XP...Bye.
      • Ash scrive:
        Re: La gente ha paura del cambiamento
        Vorrei dire: ho comprato una webcam che funziona benissimo su linux, windows e persono macosx.Costo: 5 euro.L'avesse pagata anceh 15 non pensa che forse una vita più serena vale quella cofra?
        • Shu scrive:
          Re: La gente ha paura del cambiamento
          - Scritto da: Ash
          Vorrei dire: ho comprato una webcam che funziona
          benissimo su linux, windows e persono
          macosx.La webcam ce l'aveva e Ubuntu (8.04) l'ha riconosciuta da solo. L'hardware funzionava tutto.Solo che non c'erano client MSN che supportassero webcam e microfono, solo chat testuale.AMSN mi pare che ora la supporti, ma all'epoca era in CVS... :/Bye.
      • Silenx scrive:
        Re: La gente ha paura del cambiamento
        - Scritto da: Shu
        - Scritto da: Shiba


        Io linux (in particolare ubuntu o fedora) lo

        consiglio senza problemi a gente che ha bisogno

        di usare il computer per un uso comune
        (internet,

        posta, chat, foto, ecc).

        Io l'ho installato a un amico (me l'ha chiesto
        lui perché stanco di virus e di blocchi),
        perdendo tutto il pomeriggio per
        personalizzarglielo come voleva, e due giorni
        dopo l'ha tolto rimettendo
        XP.

        "Sì, era bello, non crashava, era anche più
        veloce di prima, solo che non andava la webcam
        con
        msn"...

        Da allora in avanti io ho una politica secca:
        - Vuoi Linux? Ecco il DVD di Ubuntu, installatelo.
        - Vuoi Windows? Arrangiati a sistemarti i tuoi
        XXXXXX con driver e virus e a
        reinstallartelo.
        - Se paghi, ti installo e configuro quello che
        vuoi.

        C'è gente che ha comprato un PC nuovo piuttosto
        che ammettere di non riuscire a formattare (e
        reinstallare i driver giusti) il suo con
        XP...Dei Bei SOMARI ecco cosa sono ... che tristezza ... meno male che gente così non ne conosco

        Bye.
  • Antonio Macchi scrive:
    Ve la sentireste di consigliare Linux?
    ad un vostro amico, che vede che usate linux, ve la sentireste di consigliargli di usarlo?io proprio no... solitamente quello che dico e': se sei un appasionato, e' una cosa meravigliosa.ma se non lo sei, puo' diventare un incuboa cominciare dal primo file mp3 o midi che cerchi di ascoltaredalla chiavetta USB/WiFi che non viene riconosciuta dal kerneli problemi che potresti avere sono infinitinormale che sul server abbia piu' sucXXXXXchi lavora sui server e' un esperto che ha dedicato la vita ai computer.pretendere altrettanta esperienza da un utente appassionato di altro, mi sembra assai stupidoo linux diventera' piu' user/friendly (ma molto, molto di piu')o i desktop se li sogna
    • Alvaro Vitali scrive:
      Re: Ve la sentireste di consigliare Linux?
      - Scritto da: Antonio Macchi

      o linux diventera' piu' user/friendly (ma molto,
      molto di
      piu')
      o i desktop se li sognaMa a quel punto Linux diventerebbe un nuovo Windows a misura di utonto!In ogni caso, molte delle cose che hai scritto non corrispondono a verità; i recenti kernel Linux riconoscono una quantità abnorme di hardware, pari a quella riconosciuta da tutti gli altri SO messi assieme.Le uniche periferiche non riconosciute da Linux sono quelle per le quali il produttore vieta lo sviluppo di driver open, minacciando pure il ricorso ai tribunali; che colpa ne ha Linux in un caso del genere?
      • picard12 scrive:
        Re: Ve la sentireste di consigliare Linux?
        io linux lo installo, lo consiglio e ci faccio anche dei corsi e la gente è felice.Ciò che è purtroppo vero è che la gente è fossilizzata su win e incatenata a certi formati proprietari.Anche la pirateria gioca un bel ruolo, da microsoft a tutti gli altri lo hanno sempre saputo.La pirateria è la migliore pubblicità.Un esempio pratico di pirateria opensource:ho conosciuto gente che scaricava la versione di mandriva powerpack dal mulo, pensando che fosse l'unico modo di ottenere mandriva, oltre al fatto di credere che fosse diversa dalla versione dvdfree. La differenza sta nell'opera manuale per completarla e basta.ciao-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 20 marzo 2009 06.15-----------------------------------------------------------
        • Antonio Macchi scrive:
          Re: Ve la sentireste di consigliare Linux?

          io linux lo installo, lo consiglio e ci faccio
          anche dei corsi e la gente è
          felice.felice finche' non compra la nuova fotocamera che salva i video in formato MOV, o che usa un filesystem FAT di nuovo tipo che non viene riconosciuto dal vecchio dosfstools... ecc...
          ho conosciuto gente che scaricava la versione di
          mandriva powerpack dal mulo, pensando che fosse
          l'unico modo di ottenere mandriva, oltre al fatto
          di credere che fosse diversa dalla versione
          dvdfree. La differenza sta nell'opera manuale perin certe cose Linux e' addirittura al di sopra delle aspettative della gentepensa che io, appena iniziato ad usare linux, ho continuato per un sacco di tempo a compilare i sorgenti (con infiniti problemi) perche' non sapevo dell'esistenza dei repositorysoftware installabile con un click, senza dover scaricare/piratare/compilare... per chi ha windows e' troppo anche solo immaginarlo.per non parlare degli antiviruschi non si e' messo a cercare un antivirus per linux, appena finito di installare?
          • picard12 scrive:
            Re: Ve la sentireste di consigliare Linux?
            vedi le cattive abitudini...Ma quale sarebbe il filesystem FAT di nuovo tipo?se va benissimo anche ntfs con ntfs-3g.Capisco che hai avuto tristi esperienze con ubuntu e debian che fanno fatica a riconoscere hw nuovo o seminuovo, ma io da diverso tempo uso mandriva e diversi miei conoscenti stufi delle magagne di ubuntu, sono passati anche loro a mandriva.Purtroppo hai anche tu colto il problema di base, che a causa del mancato supporto hw di alcuni produttori hw, si deve fare attenzione all'hw.Ho una wifi atheros AR5212/AR5213 che anche prima dei driver intergrati nel kernel, mandriva me l'ha sempre configurata con i driver madwifi.Ora non servono più, lo stesso vale per la webcam,che saggiamente ho scelto un modello di un produttore molto supportato. Siamo sempre li, ma sti problemi sono facilmente superaribili.
      • Antonio Macchi scrive:
        Re: Ve la sentireste di consigliare Linux?

        non corrispondono a verità; i recenti kernel
        Linux riconoscono una quantità abnorme di
        hardware, pari a quella riconosciuta da tutti gli
        altri SO messi
        assieme.BUM!!!ti racconto la mia esperienzaho un Pentium 4, Compaq Presarioappena inserito il disco linux, neanche parte l'installazione forse perche' il mio ACPI non e' perfettamente conforme... fattosta' che devo dare acpi=offquindi andare a rovistare tra i kernel alla ricerca di uno che vada, e in effetti, compilando il 2.6.24.3 posso avere le mie ventole che girano di nuovo regolarmente(cosa curiosa, con kernel successivi il problema ricompare...)poi, poco tempo fa, compro un Acer Aspire 5315 con Linux Linpusovviamente cambio distribuzione, metto Debian (Lenny, che era ancora testing, visto che Etch usava un X vecchio che non riconosceva la scheda video)pero' Debian non mi vede la chievetta WiFi (Atheros 5000)il driver e' ancora in testing, quindi non l'hanno inseritoallora provo ad inserire la chiavetta in dotazione con il mio router(router Belkin, chiavetta che poi ho scoperto avere il chipset Zydas)niente... allora provo Ubuntu... e Ubuntu la chiavetta Atheros me la vede, ma la Belkin/Zydas no... pero' scopro che il supporto c'e' per entrambequindi ricompilo il kernel, impostando il supportopoi ho preso un hard disk Sata... e quando lo faccio partire, se uso Debian mi compaiono a video degli strani messaggi... tutto funziona ma ogni volta che uso l'hard disk vedo scritte a video che scorronocosa curiosa, con Ubuntu i messaggi non li vedocos'era?Ubuntu usava un valore piu' basso su /proc/sys/kernel/printk...poi provo ad inserire la mia web-camprima di comprarla pero' mi devo leggere la lista di quelle supportate, per non fare acquisti inutiliah... poi lo scanner...
        • AranBanjo scrive:
          Re: Ve la sentireste di consigliare Linux?
          Eh, la sfiga...http://risposte.ponchio.ithttp://blog.ponchio.it
        • ITA84 scrive:
          Re: Ve la sentireste di consigliare Linux?
          Come hai fatto notare in altre parti, uno dei problemi principali di Linux è la percezione; un altro è lo scarso supporto da terze parti. Poiché per quanto riguarda i driver, tutti questi problemi non si avrebbero se:- la distribuzione Linux fosse preinstallata nel proprio PC (quanti utenti hanno mai eseguito l'installazione di Windows?)- driver di periferiche aggiuntive fossero inclusi nei dischi driver assieme a quelli per Windows (dato che anche in Win molte periferiche non funzionerebbero senza di essi)
          • Antonio Macchi scrive:
            Re: Ve la sentireste di consigliare Linux?

            - driver di periferiche aggiuntive fossero
            inclusi nei dischi driver assieme a quelli per
            Windows (dato che anche in Win molte periferiche
            non funzionerebbero senza di
            essi)a parte il fatto che i driver devono essere compilati col kernel, e quindi la faccenda e' piu' complessa che con windows.resta comunque la dura verita'.a me non me ne frega niente se la colpa e' di linux, o dei programmatori, o delle aziende a 90°, o di quello che vuoi.resta il fatto che il problema esistee se ti installi linux ci sbatti per forza la testa.quindi inutile far finta che non ci sia.
          • picard12 scrive:
            Re: Ve la sentireste di consigliare Linux?
            abbiamo capito che sei un patito di debian che di recente ha si e no 1 pacchetto, ma caro mio nelle distro più moderne e più attente i driver vengono foriniti già compilati.se scegli debian che per aggiornarsi ci mette 5 anni non venire a brontolare qui che su linux non funziona nulla.Debian va bene ma non è certo la distro per gli utonti...
          • Antonio Macchi scrive:
            Re: Ve la sentireste di consigliare Linux?
            - Scritto da: picard12
            abbiamo capito che sei un patito di debian che di
            recente ha si e no 1 pacchetto, ma caro mio nelle
            distro più moderne e più attente i driver vengono
            foriniti già
            compilati.
            se scegli debian che per aggiornarsi ci mette 5
            anni non venire a brontolare qui che su linux non
            funziona
            nulla.
            Debian va bene ma non è certo la distro per gli
            utonti...ma no... con Ubuntu e' lo stessoho un Acer Aspire 5315, e la sua cheda WiFi Ubunti non l'ha riconosciutama non diciamo XXXXXXXquale sarebbe questa famosa distro su cui gira tutto l'hardware esistente?
          • picard12 scrive:
            Re: Ve la sentireste di consigliare Linux?
            prova la mandriva one.. con le atheros si comporta bene.Se configuri anche i repo dovresti installarla automaticamente qualora non fosse outofthebox, dal tools gestione interfaccia di rete-wifiora però non flammare perchè tutte le periferiche che colleghi a win.mac se non c'è il driver non vanno na mazza!!!O vuoi negare anche questo pur di trollare?La questione di base è sempre quella: TU non vuoi imparare.Non ti vuoi distinguere dalle famose scimmie ammestrate di bill gates di qualche anno fa?ok sono fatti tuoi, ma a continuare così ti rendi solo ridicolo.E ricordati che nessuno "nasce imparato" come dicono da qualche parte...o vuoi negare che nasci già con il preinstallato culturale nel pannolone?E' bella la vita del preinstallato vero?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 marzo 2009 13.14-----------------------------------------------------------
    • gianiaz scrive:
      Re: Ve la sentireste di consigliare Linux?
      - Scritto da: Antonio Macchi
      ad un vostro amico, che vede che usate linux, ve
      la sentireste di consigliargli di
      usarlo?Ho comprato un dell mini 9 a mia moglie, a parte qualche incertezza perchè era da un po' che non usava un computer in genere, ho trovato ubuntu eccezionale anche per l'utente inesperto. Poi se mia moglie ha un problema ci sono io, ad un amico non so se lo consiglierei solo per il fatto che poi mi chiamerebbe per ogni problema (anche se gli consigliassi windows :P)
      • advange scrive:
        Re: Ve la sentireste di consigliare Linux?

        Ho comprato un dell mini 9 a mia moglie, a parte
        qualche incertezza perchè era da un po' che non
        usava un computer in genere, ho trovato ubuntu
        eccezionale anche per l'utente inesperto.

        Poi se mia moglie ha un problema ci sono io, ad
        un amico non so se lo consiglierei solo per il
        fatto che poi mi chiamerebbe per ogni problema
        (anche se gli consigliassi windows :P)Wow, la stessa mia esperienza: chi (e parlo solo degli inesperti) l'ha usato si è trovato a meraviglia, salvo qualche piccola incertezza (niente comunque in confronto a quelle avute con Windows). Essendo, però, io pigro per natura evito proprio di consigliarlo e stare appresso alla miriade di problemi legati quasi esclusivamente al mancato supporto dei driver.E, infatti, men che mai mi sognerei di consigliare Windows: è finita l'epoca in cui perdevo il mio tempo a sverminare, formattare, cracckare...
        • gianiaz scrive:
          Re: Ve la sentireste di consigliare Linux?
          Rincaro la dose, ho una stampante hp psc (non ricordo la sigla, ma sono quelle all in one con scanner e stampa ink jet) con windows xp devo installare tramite 2 cd 700 mega di software e driver, ci mette una buona mezz'ora. Con ubuntu ho attaccato l'usb ed è andato al volo. Ora non voglio dire che windows è meglio di linux (anche se lo penso), ad ognuno il suo, magari anche con windows vista ci sono i drivers di questa stampante già installati, ma provate a mettere windows vista su un netbook :-)
          • Antonio Macchi scrive:
            Re: Ve la sentireste di consigliare Linux?

            Ora non voglio dire che windows è meglio di linux
            (anche se lo penso), ad ognuno il suo, magari???hai hai hai... lapsus freudiano?
          • gianiaz scrive:
            Re: Ve la sentireste di consigliare Linux?
            - Scritto da: Antonio Macchi

            Ora non voglio dire che windows è meglio di
            linux

            (anche se lo penso), ad ognuno il suo, magari


            ???

            hai hai hai...
            lapsus freudiano?ahahah, è talmente strana come cosa che si capisce subito che è un errore :PSi in effetti io penso il contrario :-)
        • di passaggio scrive:
          Re: Ve la sentireste di consigliare Linux?
          craccare?dovrebbero arrestarti!cmq, nn vedo tutti sti problemi...si compra un pc cn windows (anche vista)...si installa un antivirus...stop... 1 anno e mezzo che vado avanti tranquillo, nn ho mai formattato e nn perdo nemmeno tempo con programmetti di altro tipo che alle volte sento nominare (anti spyware e compagnia cantando)...no problemi.che ci si creda o no.(e nn guardo solo testate giornalistiche o PI sul web)
    • Mr. X scrive:
      Re: Ve la sentireste di consigliare Linux?
      Guarda io l'ho installato ad alcuni amici che si possono tranquillamente definire "utonti" nel senso che non hanno grosse conoscenze informatiche, e me lo hanno chiesto loro, traumatizzati da Vista...L'ho installato sui loro notebook (come gli reinstallavo io windows del resto) e a parte qualche domanda (principalmente sull'installazione del software) viaggiano lisci... e non ho ancora dovuto fargli il tipico "formattone primaverile" :-D
    • gambop scrive:
      Re: Ve la sentireste di consigliare Linux?
      Oggi Linux è senz'altro più semplice di Windows da utilizzare. Il grande problema sono i driver, specie per gli scanner. Come si può abbandonare del tutto windows se poi non posso utilizzare lo scanner?Detto questo io penso che il grande ostacolo al passaggio a linux lo creiamo proprio noi informatici. Bisogna smettere di sistemare gratuitamente il computer all'amico reinstallandogli windows, eliminandogli i virus etc...Se non svolgessimo più quest'opera di carità gratis la gente smetterebbe di usare windows se ogni sei mesi dovesse pagare 60-100 euro di assistenza.Consiglierei linux a un amico? Si. Decisamente.Forse lui non riuscirà a far funzionare la fotocamera o lo scanner o la chiavetta umts, però almeno io non verrei disturbato ogni sei mesi.
      • nome e cognome scrive:
        Re: Ve la sentireste di consigliare Linux?
        - Scritto da: gambop
        Oggi Linux è senz'altro più semplice di Windows
        da utilizzare. Il grande problema sono i driver,
        specie per gli scanner. Come si può abbandonare
        del tutto windows se poi non posso utilizzare lo
        scanner?
        Detto questo io penso che il grande ostacolo al
        passaggio a linux lo creiamo proprio noi
        informatici. Bisogna smettere di sistemare
        gratuitamente il computer all'amico
        reinstallandogli windows, eliminandogli i virus
        etc...
        Se non svolgessimo più quest'opera di carità
        gratis la gente smetterebbe di usare windows se
        ogni sei mesi dovesse pagare 60-100 euro di
        assistenza.
        Consiglierei linux a un amico? Si. Decisamente.
        Forse lui non riuscirà a far funzionare la
        fotocamera o lo scanner o la chiavetta umts, però
        almeno io non verrei disturbato ogni sei
        mesi.Ho come il sospetto che se non gli funzionerà lo scanner e la chiavetta umts non avrà molta voglia di usare linux...
        • Pippo Lacoca scrive:
          Re: Ve la sentireste di consigliare Linux?
          Bene, smetta di usare il PC. un utonto in meno.
          • nome e cognome scrive:
            Re: Ve la sentireste di consigliare Linux?
            Eh, magari fosse così facile liquidare gli utonti... :)
    • usabilita scrive:
      Re: Ve la sentireste di consigliare Linux?

      o linux diventera' piu' user/friendly (ma molto,
      molto di
      piu')
      o i desktop se li sognaHai citato due "problemi":- formati coperti da brevetti (mp3): sono scelte della singala distro, alcune (ubuntu) si cautelano, altre (mint) se ne fregano, altre ancora (linspire) pagano le royalities...- chiavetta wifi non letta: è un problema di drver non presenti e non rilasciati dal produttore a cui solo in parte si può rispondere con reverse engeneering...entrambi i problemi non attengono all'usabilità
    • TADsince1995 scrive:
      Re: Ve la sentireste di consigliare Linux?
      Io installai ubuntu a mio fratello sul suo eeepc e lo ha usato felice nonostante lui non abbia mai toccato un computer in vita sua. Certo, il caso dell'eeepc è un caso limite perchè comunque ha un hardware che di sicuro è supportato.Idem per la sua ragazza, alla quale ho installato Kubuntu e lo usa ogni giorno senza alcun problema, dice che si è abituata e che Windows non lo fa partire da mesi.Io penso che non bisogna forzare nessuno a usare linux, dipende dal tipo di persona che hai davanti, se vedi che è una persona curiosa e intelligente vai tranquillo ormai, se vedi che è uno che appena gli sposti un'icona dal desktop non sa più cosa fare, lascia stare... Un mio amico lo installò alla sua ragazza e fu costretto a fargli un link alla home nel desktop chiamandolo "C:", perchè se no lei non capiva...TAD
    • Cheeta scrive:
      Re: Ve la sentireste di consigliare Linux?
      - Scritto da: Antonio Macchi
      ad un vostro amico, che vede che usate linux, ve
      la sentireste di consigliargli di
      usarlo?
      Si', almeno dopo che l'ho configurato per benino la smette di chiamare che e' impestato di trojan e virus e devo puntualmente riformattare tutto e reinstallare. Il computer oggi nasce soprattutto per andare in rete e in questo linux non lo batte nessuno, e' una variante unix risale alla notte dei tempi ed e' secoli avanti, inoltre con il solo discorso root e' pensato per non far suicidare l'utente da solo.Senza contare che l'alternativa e' spesso richiedermi di fare un reato: non avresti mica un cd di office ... Non si potrebbe provare Vista ... Posso installare sempre l'ultimissimo software senza fare il pirata cattivone o dover cambiare il pc per avere un SO OEM, almeno quello ...
    • pabloski scrive:
      Re: Ve la sentireste di consigliare Linux?
      invece installare windows è alla portata di un utonto vero?che c'entra questo "userfriendly" con il supporto hardware??? quello è compito dei produttori di hardware non di linuxho una scanner e una webcam non supportati da Vista, quindi secondo il tuo ragionamento dovrei concludere che Vista fa schifo e non è userfriendly?compra periferiche compatibili con Linux e vedrai che non avrai mai probleminon venirmi a dire che distribuzioni come Ubuntu o SuSE o Fedora non sono userfriendly
    • Pippo Lacoca scrive:
      Re: Ve la sentireste di consigliare Linux?
      Io ai miei amici il computer sonsigio di non comprarlo proprio, perche' sono stufo di essere chiamato per ogni XXXXXXXta...
    • lele scrive:
      Re: Ve la sentireste di consigliare Linux?
      Lìho installato circa 2 anni fa ad un mio ex collegha che ha fatto la terza media. Ha sempre usato Windows XP. Dopo aver provato Ubuntu 7.04 si è trovato benissimo. Ora con la 8.04 o 8.10 le chiavette wi-fi e altre periferiche fanno praticamente in automatico. Ovviamente se usi del software propietario che gira solo sotto xp non ci sono alternative ti tieni xp e vai avanti così. Dopo se tu proponi distro linux "complicate" tipo la Slackware o Arch Linux hai perfettmente ragione troppo complicate da usare.
    • THe_ZiPMaN scrive:
      Re: Ve la sentireste di consigliare Linux?
      - Scritto da: Antonio Macchi
      ad un vostro amico, che vede che usate linux, ve
      la sentireste di consigliargli di usarlo?Se la scelta è tra Windows e Linux certamente sì.
      io proprio no... solitamente quello che dico e':
      se sei un appasionato, e' una cosa meravigliosa.
      ma se non lo sei, puo' diventare un incuboMio padre usa Linux dal 2002/2003 e per lui l'incubo era Windows. Dopo due mesi di fatica per abituarsi non tornerebbe indietro nemmeno se lo pagassero... e prende per il XXXX i suoi amici che almeno un paio di volte l'anno debbono portare il PC in assistenza sborsando un paio di centoni per far reinstallare il S.O.In genere non mi chiama mai per assistenza, salvo un paio di volte che a seguito di aggiornamenti si è ritrovato il browser in inglese (due minuti per scegliere l'italiano).
      a cominciare dal primo file mp3 o midi che cerchi di ascoltarePerché invece è semplice con Windows per esempio guardarsi un file MP4? Ieri sera ho dovuto spiegare a mia cugina come fare con Windows per guardarsi offline i filmati di youtube...Con Linux basta solo installare mplayer la prima volta e poi leggo quel che voglio.
      dalla chiavetta USB/WiFi che non viene
      riconosciuta dal kernel
      i problemi che potresti avere sono infinitiPerché, tutti i problemi che hai con scanner USB, chiavette e simili con XP e Vista non sono la stessa cosa? Mi pare chiaramente un problema platform independent, e personalmente ho riscontrato meno problemi con Ubuntu rispetto a Vista, almeno fino ad oggi.
      normale che sul server abbia piu' sucXXXXX
      chi lavora sui server e' un esperto che ha
      dedicato la vita ai computer.Magari fosse vero.
      o linux diventera' piu' user/friendly (ma molto,
      molto di piu') o i desktop se li sognaE la marmotta incartava la cioccolata
    • Ash scrive:
      Re: Ve la sentireste di consigliare Linux?
      Installato sul netbook della mia ragazza e sul fisso che ho regalato ad un mio amico.Penso che, dato che a loro i programmi professionali non interessano minimamente e che ci ho installato anche i plugin giusti etc, penso che non si lamenteranno proprio, anzi! molti meno problemi con virus e XXXXXte varie.Quello che si lamenta sono io, di firefox. Sarà il plugin flash ma sotto linux qualche problema me lo da.
    • tell scrive:
      Re: Ve la sentireste di consigliare Linux?
      - Scritto da: Antonio Macchi
      ad un vostro amico, che vede che usate linux, ve
      la sentireste di consigliargli di
      usarlo?
      Si fa così. Si prende l'amico e gli si dice: libertà o sicurezza?Se dice libertà, linux. Se dice sicurezza, mac e dual boot con linux.A un nemico consiglierei windows.
  • Alvaro Vitali scrive:
    La pirateria è il segreto del sucXXXXX!
    Inutile fare gli ipocriti affermando pateticamente che la maggiornaza degli utenti è ormai abituata all'interfaccia di Windows e non riesce a compiere lo sforzo mentale necessario per passare a Linux; la realtà è che, anche nei prossimi anni, Windows continuerà ad imperversare proprio grazie ad una enorme disponibilità di potentissimi programmi, tutti rigorosamente pirata.Chi è, tra gli utenti Windows, che non ha installato AutoCad, MS-Office, MathCad, Photoshop, FIFA 2008 e tutta la marea di programmi famosi che, se acquistati legalmente, verrebbero a costare migliaia e migliaia di Euro?Ecco perché M$ si guarda bene dal combattere la pirateria; ed ecco perché milioni di utenti, in tutto il mondo, preferiscono installare un rottame come Windows pur di non rinunciare a tutta quella serie di programmi pirata.
    • Dario Caruso scrive:
      Re: La pirateria è il segreto del sucXXXXX!
      - Scritto da: Alvaro Vitali
      Inutile fare gli ipocriti affermando
      pateticamente che la maggiornaza degli utenti è
      ormai abituata all'interfaccia di Windows e non
      riesce a compiere lo sforzo mentale necessario
      per passare a Linux; la realtà è che, anche nei
      prossimi anni, Windows continuerà ad imperversare
      proprio grazie ad una enorme disponibilità di
      potentissimi programmi, tutti rigorosamente
      pirata.

      Chi è, tra gli utenti Windows, che non ha
      installato AutoCad, MS-Office, MathCad,
      Photoshop, FIFA 2008 e tutta la marea di
      programmi famosi che, se acquistati legalmente,
      verrebbero a costare migliaia e migliaia di
      Euro?

      Ecco perché M$ si guarda bene dal combattere la
      pirateria; ed ecco perché milioni di utenti, in
      tutto il mondo, preferiscono installare un
      rottame come Windows pur di non rinunciare a
      tutta quella serie di programmi
      pirata.quoto perchè vero, è un pò come la prima playstation che con l'arrivo dei cd pirata portò alla ribalta il mondo delle console e procurò un sacco di soldi. Lì fu chiaro che le copie pirata fecero la fortuna di sony (ma anche di alcuni colssi di videogame che ebbero un indotto indiretto). Penso e sono sicuro che se linux avesse la possibilità di far girare photoshop, fifa 2009 e autocad surclasserebbe windows. Per questo installo ubuntu su tutti gli utenti che usano il pc per scrivere e navigare e usare le tonnellatew di programmi di qualità "ma non professionali", spero di costringere anche autodesk e adobe a passare a linux in futuro. Beninteso: linux è un sistema operativo, come sistema operativo è "migliore" di windows, ma non ha gli accordi giusti per sfondare (OGGI)
    • MAH scrive:
      Re: La pirateria è il segreto del sucXXXXX!
      Se Adobe non combatte la pirateria,che colpa ne ha Microsoft?
      • pabloski scrive:
        Re: La pirateria è il segreto del sucXXXXX!
        in pratica tra tutti i software che lui hai citato, tu hai letto solo Photoshop?mah.....comunque non mi pare che MS faccia poi tanto contro la pirateria
    • shevathas scrive:
      Re: La pirateria è il segreto del sucXXXXX!
      - Scritto da: Alvaro Vitali
      Inutile fare gli ipocriti affermando
      pateticamente che la maggiornaza degli utenti è
      ormai abituata all'interfaccia di Windows e non
      riesce a compiere lo sforzo mentale necessario
      per passare a Linux; o non ne ha voglia. Interfacce e versioni "usabili da niubbi" di linux sono comparse relativamente da poco.
      la realtà è che, anche nei
      prossimi anni, Windows continuerà ad imperversare
      proprio grazie ad una enorme disponibilità di
      potentissimi programmi, tutti rigorosamente
      pirata.non è solo quello. E' anche attenzione all'usabilità e all'essere utont friendly. Infatti linux va fortissimo sui server dove quello che ti interessa è avere un sistema stabile e robusto e non ti importa niente se devi andare a configurarlo editando file di testo con VI, dove una buona shell come la bash e il supporto nativo a linguaggi di scripting come il PERL è preminente rispetto all'avere iconcine carine.La ubuntu pur essendo un prodotto valido paga il volersi affermare in un mercato dove gli standard "de facto" piaccia o meno sono stati dettati dalla M$.
      Chi è, tra gli utenti Windows, che non ha
      installato AutoCad, MS-Office, MathCad,
      Photoshop, FIFA 2008 e tutta la marea di
      programmi famosi che, se acquistati legalmente,
      verrebbero a costare migliaia e migliaia di
      Euro?Rovescio la domanda, perché devo avere linux se GIMP, Open Office, Octave li posso avere anche in versione Windows ? ;)

      Ecco perché M$ si guarda bene dal combattere la
      pirateria; ed ecco perché milioni di utenti, in
      tutto il mondo, preferiscono installare un
      rottame come Windows pur di non rinunciare a
      tutta quella serie di programmi
      pirata.Sinceramente se volete affermare linux evitate di ripetere eternamente il matra M$ pirata e cercate un minimo di standardizzazione fra le diverse distribuzioni, anche dal punto di vista delle interfaccie e dei programmi.
    • pippo75 scrive:
      Re: La pirateria è il segreto del sucXXXXX!

      Chi è, tra gli utenti Windows, che non ha
      installato AutoCad, MS-Office, MathCad,
      Photoshop, FIFA 2008 e tutta la marea di
      programmi famosi che, se acquistati legalmente,
      verrebbero a costare migliaia e migliaia di
      Euro?Volevo chiederti, allora se un giorno Adobe dovesse sfornare Photoshop per Ubuntu, pensi che tutti lo prenderebbero originale o si orienterebbero su Soluzioni gratis.Mentre usando windows uno si è autoimposto di copiarlo.
      Ecco perché M$ si guarda bene dal combattere la
      pirateria; Cosa centra MS con i programmi sopra menzionati?
      tutto il mondo, preferiscono installare un
      rottame come Windows pur di non rinunciare a
      tutta quella serie di programmi
      pirata.Se la gente vuole copiare, per maggiori info, vedi gli articoli riguardanti il P2P.
    • anonimo scrive:
      Re: La pirateria è il segreto del sucXXXXX!
      - Scritto da: Alvaro Vitali
      Inutile fare gli ipocriti affermando
      pateticamente che la maggiornaza degli utenti è
      ormai abituata all'interfaccia di Windows e non
      riesce a compiere lo sforzo mentale necessario
      per passare a Linux; la realtà è che, anche nei
      prossimi anni, Windows continuerà ad imperversare
      proprio grazie ad una enorme disponibilità di
      potentissimi programmi, tutti rigorosamente
      pirata.

      Chi è, tra gli utenti Windows, che non ha
      installato AutoCad, MS-Office, MathCad,
      Photoshop, FIFA 2008 e tutta la marea di
      programmi famosi che, se acquistati legalmente,
      verrebbero a costare migliaia e migliaia di
      Euro?
      Certo, tutti hanno installato Autocad e Photoshop, come no!!!Anche come troll sei abbastanza scadente.
      • Dario Caruso scrive:
        Re: La pirateria è il segreto del sucXXXXX!
        magari non tutti autocad e non tutti photoshop, ma con microsoft office come la mettiamo? che poi è uno dei punti cardine.....
        • anonimo scrive:
          Re: La pirateria è il segreto del sucXXXXX!
          - Scritto da: Dario Caruso
          magari non tutti autocad e non tutti photoshop,
          ma con microsoft office come la mettiamo? che poi
          è uno dei punti
          cardine.....mai sentito parlare di Open Office?ma fammi il piacere
          • Dario Caruso scrive:
            Re: La pirateria è il segreto del sucXXXXX!
            - Scritto da: anonimo
            - Scritto da: Dario Caruso

            magari non tutti autocad e non tutti photoshop,

            ma con microsoft office come la mettiamo? che
            poi

            è uno dei punti

            cardine.....

            mai sentito parlare di Open Office?
            ma fammi il piacereguardate che volevo dire che uno che usa windows è troppo abituato a crackarsi microsoft office anzichè scaricare openoffice, cosa che poi si porta dietro quando arriva su linux e non c'è microsoft office da crackare...... !!!!io ho smesso di usare microsoft office da 4 anni (e se ci pensavo anche prima era meglio)
        • advange scrive:
          Re: La pirateria è il segreto del sucXXXXX!

          magari non tutti autocad e non tutti photoshop,
          ma con microsoft office come la mettiamo? che poi
          è uno dei punti cardine.....No, mai, a cosa serve?
  • Dario Caruso scrive:
    Linux è patrimonio dell'umanità
    anche se è vero che molta gente lo rifiuta, anche se è vero che viene ostacolato e perciò in certi casi è meno usabile (specialmente sui pc desktopo su cui servono programmi professionali), anche se è vero che alcuni che hanno trovato linux sul netbook lo hanno tolto: Linux che potete provare oggi con ubuntu, ha fatto passi enormi in ambito desktop ENORMI. Questo significa che se prima linux era semplicemente NON utilizzabile per un utente "comune", oggi non è così. Io l'ho fatto installare a decine di persone e molte ne sono veramente contente, se lo avessi fatto 2 anni fa non sarebbe stato lo stesso. E tutti prima di provarlo e per i primi 5 minuti avevano semplicemente PAURA di provarlo e trovarsi male. E anche se Linux non è ancora allo stato dell'arte (in ambito desktop), tutti dovrebbero capire che a prescindere da tutto 1) prima ha invaso i server, dopo sta passando a desktop e cellulari, mentre sul desktop CRESCE A DISMISURA in qualità ed esperienza d'uso aspettando di essere adottato E 2) LINUX è rilasciato sotto licenza GNU per cui è PATRIMONIO DELL'UMANITA'. Significa che usandolo, sviluppandolo, promuovendolo fai IL TUO interesse, paghi le spese di 100000 piccolissimi bill gates (e non 1 solo) e dai un esempio di civiltà.
    • _kaiser_ scrive:
      Re: Linux è patrimonio dell'umanità
      la foresta amazzonica è un patrimonio dell'umanità, non ubanto mi dispiace.io il mio interesse lo faccio usando quello che mi pare, senza bisogno di esere evangelizzato su un forum.
      • di passaggio scrive:
        Re: Linux è patrimonio dell'umanità
        quoto.
      • OldDog scrive:
        Re: Linux è patrimonio dell'umanità
        - Scritto da: _kaiser_
        la foresta amazzonica è un patrimonio
        dell'umanità, non ubanto mi
        dispiace.

        io il mio interesse lo faccio usando quello che
        mi pare, senza bisogno di esere evangelizzato su
        un
        forum.Ubuntu Linux è un bene comune, nel senso che è messo a disposizione gratuita di tutti. Un "patrimonio dell'umanità" in effetti aggiunge l'esigenza di essere tutelato e non dissipato (concetto non necessariamente pertinente Ubunto).Il tuo interesse (come il mio) non necessariamente si può ancora definire "fare quello che mi pare", nel mondo moderno. Bisogna aggiungere "purché con impatto sostenibile, anche verso il resto della comunità". :)Non è questione di evangelizzazione, è spunto di riflessione: poi ognuno coniuga secondo possibilità.Se decido che investire in un progetto Open ha benefici che vanno oltre il mio giardino personale, non è che devo diventare un illuminato sulla via di Damasco e bruciare ogni scatola Microsoft che incontro... :D
        • Ash scrive:
          Re: Linux è patrimonio dell'umanità
          Anche io sono contrario ai fanatici che vorrebbero imporre linux e considerano windows uno schifo.Windows non è uno schifo, Vista a me piace molto (lo usa mio padre). Secondo me sono delle opere titaniche e chi le ha sviluppate merita il massimo rispetto.Detto questo OldDog e Dario Caruso hanno ragione.GNU-Linux e tanti altri software liberi sono qualcosa di inconcepibile fino a pochi anni fa.Anche se fossero delle mezze ciofeche amatoriali, sarebbe comunque bellissimo pensare a come persone di tutto il mondo collaborano a dei progetti comuni per poter usare IL PROPRIO software, per essere liberi nell'usarlo e nel darlo agli altri, e questi software non sono delle ciofeche: sono delle meraviglie tecnlogiche!Ho installato linux su un portatile, su un netbook (Jumpc) e addirittura su un xbox dove mi funge da ftp server, file server, server ssh, e in futuro chissà cos'altro. Provate a fare lo stesso con un altro sistema operativo.Ci sono delle scelte in linux che secondo me sono discutibili, ma resta comunque qualcosa di fantastico.I passi in avanti che ha fatto negli ultimi anni in ambito desktop sono enormi. Fino a poco fa non lo usavo. Adesso non potrei assolutamente farne a meno, e parlo per lavoro, non solo per svago.
  • millant at ore scrive:
    Allora il 2008...
    è stato l'anno di linux! 8)shame on tutti quelli che dicevano di no!
    • LuNa scrive:
      Re: Allora il 2008...
      infatti è stato il NON anno di linux. e forse non lo sarà il 2009 ne il 2010, se escludiamo Android ed altri progetti che comunque non sono ancora un vero sucXXXXX, anche se hanno le carte in regola per potercela fare.lo dico da linaro, e mi dispiace :(
      • pabloski scrive:
        Re: Allora il 2008...
        beh da linaro dovresti sapere che a noi linari non frega un tubo di avere un linux in ogni pc ( anche se splashtop pare che stia facendo proprio questo e si parla solo in Italia di mezzo milione di schede madri con splashtop solo nel 2008 )noterai che la vera guerra e cioè quella dei formati la stiamo vincendo, visto che il draga è stato costretto ad aprirsi dopo 25 anni di totale e dispotico controllo sui PCquesta a mio avviso è una vittoria significativa, senza contare che nel lungo periodo linux sarà presente in tutte le nuove tecnologie hardware, non fosse altro che tutti i colossi dell'hardware lo supportano...vedi IBM, Intel, Freescale, Xilinx
        • LuNa scrive:
          Re: Allora il 2008...
          ops .. anche io ho bisogno di caffè mi sa :D"linaro" non va bene ... avrei dovuto dire "linuser" in questo contesto.io lo uso perchè Mi piace, mi affascina, mi fa sbattere, mi fa imparare.Della filosofia che ci sta dietro condivido molto poco perchè secondo il mio personalissimo punto di vista è una delle cause della sua poca diffusione, considerati i tempi che corrono.
          • pabloski scrive:
            Re: Allora il 2008...
            dipende, Stallman e la filosofia della FSF ha permesso a linux di crescere senza essere depredato com'è sucXXXXX ai suoi fratelli BSDc'è chi definisce la GPL virale, ma è l'unico modo per proteggersi dall'ingordigia delle multinazionali che non si scandalizzano a ficcare codice BSD o MIT nei loro software, salvo poi denigrarlo quando quello stesso codice viene distribuito come parte di software opensourcecon questa gente non si può scendere a patti, bisogna fare il muro contro muro, visto che peraltro il movimento opensource ha alleati potenti e cioè coloro che per decenni hanno prodotto hardware e software e si sono visti spodestare da un'azienda da 2 bit chiamata MSnon è un mistero che IBM nutre un odio profondo per Gates e la sua azienda e li ritiene responsabili dei ritardi nell'evoluzione IT....Intel ad esempio è stata costretta ad abortire UDI e ritardare di quasi 10 anni EFI solo perchè alla MS non volevano sapernee infatti non a caso queste due aziende sono le più agguerrite sostenitrice di Linux....per esempio Moblin è un OS linux-based serio, alla stregua di Android, non certo di quella XXXXXXX di Linpus usato sui netbook della Acer
  • gigio scrive:
    crescita lenta ma costante
    Io penso che la crescita di Linux sia lenta per tantissimi motivi (abitudine, ignoranza, i media che sono degli incompetenti, interessi in gioco e via dicendo) però è costante e nel lungo periodo l'affermazione è inevitabile
    • LuNa scrive:
      Re: crescita lenta ma costante
      la questione è che di questo passo, se è vero quello che dici (e probabilmente lo è) non farò in tempo a vederlo perchè allora sarò morto da anni :(
      • mah scrive:
        Re: crescita lenta ma costante
        - Scritto da: LuNa
        la questione è che di questo passo, se è vero
        quello che dici (e probabilmente lo è) non farò
        in tempo a vederlo perchè allora sarò morto da
        anni
        :(e a te che interessa?io una volta che vedo gnu/linux arrivare ad una soglia da non poter essere ignorato dai produttori hw e sw (tipicamente quella del mac...intono al 5%) me ne fregherei abbastanza della sua diffuzionecosì come, hai tempi, mi interessavo poco della diffusione di firefox una volta giunto alla soglia da non farlo ignorare dai web developer
        • mah scrive:
          Re: crescita lenta ma costante
          - Scritto da: mah
          - Scritto da: LuNa

          la questione è che di questo passo, se è vero

          quello che dici (e probabilmente lo è) non farò

          in tempo a vederlo perchè allora sarò morto da

          anni

          :(

          e a te che interessa?
          io una volta che vedo gnu/linux arrivare ad una
          soglia da non poter essere ignorato dai
          produttori hw e sw (tipicamente quella del
          mac...intono al 5%) me ne fregherei abbastanza
          della sua
          diffuzione

          così come, hai tempi, mi interessavo poco della
          diffusione di firefox una volta giunto alla
          soglia da non farlo ignorare dai web
          developerops ai tempi...ah il caffé dov'è il mio caffé ^_^
      • Funz scrive:
        Re: crescita lenta ma costante
        - Scritto da: LuNa
        la questione è che di questo passo, se è vero
        quello che dici (e probabilmente lo è) non farò
        in tempo a vederlo perchè allora sarò morto da
        anni
        :(Mavalà, basa che lo scarichi e te lo installi, e lo vedi anche subito :DPer me il problema è non vedere più Windows su ogni PC che vendono...
  • jonbonjovi scrive:
    si converge
    direi che col tempo si converge verso un equilibrio: windows sull'home computing e Linux sui server (pur rimanendoci una buona quota di Win Server). Proprio la compatibilità di un netbook con il pc "principale" è il tallone d'achille di Linux. un esempio banale: una sincronizzazione cartelle diventa non troppo immediata per un niubbio (tipico utente da netbook) se i due S.O sono diversi e, dato che il 90% ha già su windows, il resto purtroppo si deve adeguare. gli standard closed di MS le pagano parecchio in queste battaglie.detto ciò, spero di non scatenare flame assassini.ciao
  • Inventore scrive:
    La User Experience e il pinguino...
    Le analisi riportate nell'articolo sono concordi con quella che è la mia personalissima percezione dell'evoluzione che coinvolge il pinguino: non lo ammazzi manco sparando, ma la sua percezione di usabilità è molto bassa.in passato se non sbaglio, qualcuno aveva creato una skin che rendeva Gnome o Kde identico all'interfaccia di Windows XP... possibile che i produttori di Netbook non cerchino di ripescare quel progetto? Possibile che non cerchino di rendere omogenee le esperienze d'uso dei due sistemi?Personalmente, credo che costi di meno comprare le licenze di Xp per Netbook a 7$ l'una, che pagare un team di programmatori/usabilisti/grafici che tirino fuori qualcosa di degno/innovativo (o che almeno riciclino quel vecchio progetto...).Lato server, penso che Linux sia uno dei sistemi meglio riusciti, e che se la batta con Bsd, Solaris e, in alcuni frangenti, possa anche sostituire i sistemi Qnx nel settore delle macchine Mission Critical (ad esempio nel settore della medicina).Questi erano i miei 2 Cents.
    • THe_ZiPMaN scrive:
      Re: La User Experience e il pinguino...
      - Scritto da: Inventore
      in passato se non sbaglio, qualcuno aveva creato
      una skin che rendeva Gnome o Kde identico
      all'interfaccia di Windows XP... possibile che i
      produttori di Netbook non cerchino di ripescare
      quel progetto? Possibile che non cerchino di
      rendere omogenee le esperienze d'uso dei due
      sistemi?Ma perché rendere inusabile un sistema che allo stato attuale è usabilissimo? La differenza è ricchezza e quindi ben vengano sistemi differenti, Windows, Linux e tutte le loro varie interfacce.Sul desktop Linux deve combattere la pigrizia dell'utonto, ma non è un problema; non si deve per forza dominare il mercato, c'è posto per tutti. Difatti IMHO Linux sul desktop si diffonderà solo quando l'utonto sarà obbligato ad usarlo sul luogo di lavoro e allora, sempre grazie alla sua pigrizia, dovrà installarsi anche a casa il pinguino perché non vorrà cambiare modo di lavorare.Ma tanto il ruolo principale lo giocheranno i browser e che ci sia Linux, Windows o BeOS poco importa, basta che il browser installato funzioni bene.
      • Antonio Macchi scrive:
        Re: La User Experience e il pinguino...

        Sul desktop Linux deve combattere la pigrizia
        dell'utonto, ma non è un problema; non si deve
        per forza dominare il mercato, c'è posto per
        tutti. Difatti IMHO Linux sul desktop si
        diffonderà solo quando l'utonto sarà obbligato ad
        usarlo sul luogo di lavoro e allora, sempre
        grazie alla sua pigrizia, dovrà installarsi anche
        a casa il pinguino perché non vorrà cambiare modo
        di
        lavorare.soliti bofh... l'utonto, come dici tu, e' semplicemente un utente che si e' occupato nella vita di cose diverse.tutti gli utenti vogliono la semplicita', semplicemente perche' non vogliono perdere tempo con cose che non li riguardano.quando a casa spingo un pulsante, voglio che si accenda la luce.non devo essere un elettricista per farlo.e quando mi faccio la doccia, non devo essere un idraulico.i veri tonti son quelli che non hanno capito una cosa cosi' semplice.
        • Mr. X scrive:
          Re: La User Experience e il pinguino...
          - Scritto da: Antonio Macchi

          Sul desktop Linux deve combattere la pigrizia

          dell'utonto, ma non è un problema; non si deve

          per forza dominare il mercato, c'è posto per

          tutti. Difatti IMHO Linux sul desktop si

          diffonderà solo quando l'utonto sarà obbligato
          ad

          usarlo sul luogo di lavoro e allora, sempre

          grazie alla sua pigrizia, dovrà installarsi
          anche

          a casa il pinguino perché non vorrà cambiare
          modo

          di

          lavorare.


          soliti bofh... l'utonto, come dici tu, e'
          semplicemente un utente che si e' occupato nella
          vita di cose
          diverse.

          tutti gli utenti vogliono la semplicita',
          semplicemente perche' non vogliono perdere tempo
          con cose che non li
          riguardano.

          quando a casa spingo un pulsante, voglio che si
          accenda la
          luce.
          non devo essere un elettricista per farlo.
          e quando mi faccio la doccia, non devo essere un
          idraulico.

          i veri tonti son quelli che non hanno capito una
          cosa cosi'
          semplice.No i veri tonti son quelli che si lamentano quando vedono che il bottone per accendere la luce è di un colore diverso
        • Antonio Macchi scrive:
          Re: La User Experience e il pinguino...

          e per guidare una macchina non devi essere un
          meccanico, ma avere la
          patente...il discorso no regge...la macchina e' "pericolosa"... per questo e' richiesta la patente.infatti non ti serve la patente per usare un frigorifero, o una televisionedimmi tu se la maggiorparte della gente userebbe una TV che ti costringe ad aprirla e a modificare dei circuiti interni per sintonizzarla su qualche stazione.linux funziona bene, ma e' ancora troppo complicato per la massa di gente che non vuole "farsi la patente".
          • panda rossa scrive:
            Re: La User Experience e il pinguino...
            - Scritto da: Antonio Macchi

            e per guidare una macchina non devi essere un

            meccanico, ma avere la

            patente...


            il discorso no regge...

            la macchina e' "pericolosa"... per questo e'
            richiesta la
            patente.Anche la rete e' pericolosa, e non lo dico io, lo dice la Carlucci a nome del governo italiano.Invece i fucili sono meno pericolosi, visto che vogliono darli in mano ai sedicenni, mentre per la patente ci vogliono minimo 18 anni, e la rete stanno pensando di chiuderla a tutti, vista la sua pericolosita'.
            infatti non ti serve la patente per usare un
            frigorifero, o una
            televisionePer il frigorifero per adesso no, ma per la tv gia' ti serve il decoder.
            dimmi tu se la maggiorparte della gente userebbe
            una TV che ti costringe ad aprirla e a modificare
            dei circuiti interni per sintonizzarla su qualche
            stazione.E' quello che si faceva con i primi decoder a scheda prima che introdussero la pena di morte per chi li modificasse per accettare schede tarocche.
            linux funziona bene, ma e' ancora troppo
            complicato per la massa di gente che non vuole
            "farsi la patente".Invece windows e' semplice, vero?Ma ci hai mai sviluppato sopra tu?Non in visual basic, intendi dire...
          • Antonio Macchi scrive:
            Re: La User Experience e il pinguino...


            Invece windows e' semplice, vero?
            Ma ci hai mai sviluppato sopra tu?
            Non in visual basic, intendi dire...ah, ecco un'altra cosa che mancail mitico VisualBasic!!!!mi manca tanto.... :(
          • Pippo Lacoca scrive:
            Re: La User Experience e il pinguino...
            Allora non stai messo bene...
          • cvb scrive:
            Re: La User Experience e il pinguino...
            Ricordo che l'avevano fatto....Gambas mi pare!
          • Mr. X scrive:
            Re: La User Experience e il pinguino...
            - Scritto da: Antonio Macchi

            e per guidare una macchina non devi essere un

            meccanico, ma avere la

            patente...


            il discorso no regge...

            la macchina e' "pericolosa"... per questo e'
            richiesta la
            patente.

            infatti non ti serve la patente per usare un
            frigorifero, o una
            televisione

            dimmi tu se la maggiorparte della gente userebbe
            una TV che ti costringe ad aprirla e a modificare
            dei circuiti interni per sintonizzarla su qualche
            stazione.

            linux funziona bene, ma e' ancora troppo
            complicato per la massa di gente che non vuole
            "farsi la
            patente".Ti ho risposto sopra, linux può essere piu complicato per certe operazioni, ma quando ti scontri con gente che non riesce a lavorare perchè gli sposti un'icona da destra a sinistra del desktop, capisci che non c'è sistema operativo che tenga, puoi dargli anche in mano un mac, che quanto a semplicità d'uso è persino superiore a windows che ti senti rispondere "computer fa schifo non riesco a lavorare" per poi vedere l'utente trottare di nuovo al suo windows stracarico di virus e spyware che ci mette 15 minuti ad avviarsi
          • cvb scrive:
            Re: La User Experience e il pinguino...
            Beh ad essere pignoli è il tuo discorso a non reggere...Compri un pc con linux(trovandolo) e trakkete funziona tutto per fare quello che ti fa fare.Esattamente come un televisore.o come una lavatrice.Se vuoi aggiungere funzionalità al televisore ti ci voglio vedere se è facile come linux!Comunque, XXXXX, continuate a lagnarvi che linux è difficile solo perchè linux non funziona come windows.E questo spesso è un bene, altre volte no.Non ti funziona la webcam per windows sotto linux? che c'è di strano? è per windows! Ti funziona l'hardware SOLO per OsX sotto windows? NO! E io ho una webcam per windows 98 e uno scanner che non funzionano sotto xp...quindi? xp è meno usabile di windows98? E poi... ho comprato una webcam per xp e... toh! non mi funziona sotto vista64 bit... queste invece sono situazioni migliori?La cosa più ridicola è lagnarsi dell'installazione dei sw.se voglio Openoffice sotto windows vado sul sito, lo scarico aspetto, lo installo, ecc ecc....sotto linux apro un terminale scrivo apt-get install openoffice premo invio e vado a bermi un caffècos'è più facile?La differenza dei files di configurazione:se sotto windows una cosa non funziona che fai?RIAVVI! E RIAVVI ANCORA!!! Come se fosse un rito magicose poi non funziona disinstalli quella cosa e... bastanon puoi fare altroSotto linux puoi andare a mettere le mani nei files di configurazione e provare a sistemare le cose....Puoi... non è che devi.Come puoi ricompilare il kernel... non è che deviprova a modificare il kernel di windows e ricompilarlo!è una possibilità, non una necessitàDetto questo... l'usabilità è un problema di DE piu che di linux in se....E Gnome e kde3 sono chilometri avanti a XP e anni luce davanti a vista.KDE4 è ancora traballante, ma è già una meraviglia!Ma linux NON E' windows.....E' spesso più facile, ma E' differentePUNTO
          • abst scrive:
            Re: La User Experience e il pinguino...
            - Scritto da: Antonio Macchi
            la macchina e' "pericolosa"... per questo e'
            richiesta la
            patente.

            infatti non ti serve la patente per usare un
            frigorifero, o una
            televisione
            Per fortuna non serve la patente per un televisore, però è fornita con un manuale di istruzioni che in pochi leggono e va a finire che quelle stesse persone non sanno memorizzare un canale sulla nuova tv ma pretendono di usare un computer
        • THe_ZiPMaN scrive:
          Re: La User Experience e il pinguino...
          Vedo che i NG non sono gli unici posti dove dici cretinate...- Scritto da: Antonio Macchi
          la macchina e' "pericolosa"... per questo e'
          richiesta la patente.Perché utilizzare un PC non è forse pericoloso?Per esempio usare in modo scorretto un PC ospedaliero portando nella rete un'infezione può comportare rischi per la vita dei pazienti.Compromettere un PC che partecipa alla gestione di una centrale elettrica può comportare un blackout e pericoli per le persone.I documenti trafugati recentemente da PC militari americani a causa di un software P2P possono compromettere la sicurezza di uno stato...Un banale PC connesso a internet che venga infettato e partecipi ad una botnet può generare DDoS che possono comportare pericoli.Solo una persona estremamente narrow minded può reputare non pericoloso l'uso improprio di un PC.
          infatti non ti serve la patente per usare un
          frigorifero, o una televisioneNon mi risulta che frigorifero e televisione siano connessi ad Internet di default.
          dimmi tu se la maggiorparte della gente userebbe
          una TV che ti costringe ad aprirla e a modificare
          dei circuiti interni per sintonizzarla su qualche
          stazione.Non mi pare che oggi nessuno sia obbligato a fare nulla di complicato con alcun PC per usarlo comunemente.
          linux funziona bene, ma e' ancora troppo
          complicato per la massa di gente che non vuole
          "farsi la patente".E questo è il classico luogo comune che saltuariamente viene riproposto come XXXXXXX del giorno. Che sia Windows o Linux o MacOSX o BeOS, ecc.ecc. l'utente sa fare qualcosa o non lo sa fare. Oggi non è il sistema operativo che rende le cose semplici o difficili ma è l'abitudine.Conosco vecchietti di 70 anni che usano con profitto Linux e sono totalmente inetti su Windows; analogamente moltissime persone sono utenti provetti con Windows XP ma utonti imbranati con Windows Vista (che teoricamente è più user friendly).Io stesso quando metto mano a Windows ho attacchi di orticaria perché non trovo le cose dove sarebbe logico trovarle per uno abituato a Gnome.Poi ci sono persone che sanno usare magnificamente qualsiasi sistema.
          • Antonio Macchi scrive:
            Re: La User Experience e il pinguino...

            non è il sistema operativo che rende le cose
            semplici o difficili ma è
            l'abitudine.ma ci credi davvero?assurdo... ma siete ciechi?ma leggiti quante richieste ci sono, tanto per dire, su Yahoo Answer (anche li scrivo un po' di XXXXXXX ogni tanto...) di gente che si e' comprata un portatile con linux, e che s'e' dovuta comprare e installare windows.se poi volete mettere la testa sotto la sabbia, e sognare il mondo che non c'e'... ok.
          • THe_ZiPMaN scrive:
            Re: La User Experience e il pinguino...
            - Scritto da: Antonio Macchi

            non è il sistema operativo che rende le cose

            semplici o difficili ma è

            l'abitudine.

            ma ci credi davvero?

            assurdo... ma siete ciechi?Beh, se tu non riesci a guardare al di là del tuo orticello mica è colpa degli altri...Io ho riscontrato DECINE di casi di persone che sono passate da Windows a Linux, e dopo un periodo di circa 2 mesi per prendere confidenza con il sistema non hanno più avuto problemi.
            ma leggiti quante richieste ci sono, tanto per
            dire, su Yahoo Answer (anche li scrivo un po' di
            XXXXXXX ogni tanto...) di gente che si e'
            comprata un portatile con linux, e che s'e'
            dovuta comprare e installare windows.DOVUTA per che motivo? Per l'inadeguatezza di Linux o della persona? Ho appena comprato un Acer Veriton X270 per un'altra persona (un pensionato) e non ci ho messo Windows... eppure non mi è ancora arrivata alcuna telefonata...Sarà che conosco solo geni...
        • iRoby scrive:
          Re: La User Experience e il pinguino...
          Il problema è che Windows ormai non è affatto semplice!Hai presente la scarsa produttività di XP rispetto alle mille comodità di KDE?Hai presente la presenza e il dover imparare ad usare firewall, antivirus, antiphishing, antiadware, antipulci, antimuffa ecc.?Le ultime interfacce per Linux come la KDE4 e la Netbook Remix sono ormai secoli avanti a XP. Tanto che Windows 7 sta copiando parecchio da KDE4.
      • di passaggio scrive:
        Re: La User Experience e il pinguino...

        Difatti IMHO Linux sul desktop si
        diffonderà solo quando l'utonto sarà obbligato ad
        usarlo sul luogo di lavoro spero questo non avverrà mai... ovviamente è una visione sfacciatamente di parte la mia, visto che il mio business si basa esclusivamente su win attualmente.Inoltre sarebbe, al di la' dell'aspetto lavorativo, una cosa abbastanza seccante per me.
        • THe_ZiPMaN scrive:
          Re: La User Experience e il pinguino...
          - Scritto da: di passaggio

          Difatti IMHO Linux sul desktop si

          diffonderà solo quando l'utonto sarà obbligato ad

          usarlo sul luogo di lavoro

          spero questo non avverrà mai...E' abbastanza probabile che invece ciò avvenga, almeno per una parte consistente di aziende.
          ovviamente è una
          visione sfacciatamente di parte la mia, visto che
          il mio business si basa esclusivamente su win
          attualmente.Se si diffondesse Linux il tuo business si espanderebbe anche in quella direzione, come è avvenuto per parecchie altre aziende che si sono trovate a dover soddisfare le richieste dei suoi clienti.
          Inoltre sarebbe, al di la' dell'aspetto
          lavorativo, una cosa abbastanza seccante per me.Vendi licenze Microsoft?
          • di passaggio scrive:
            Re: La User Experience e il pinguino...
            - Scritto da: THe_ZiPMaN
            - Scritto da: di passaggio


            Difatti IMHO Linux sul desktop si


            diffonderà solo quando l'utonto sarà
            obbligato
            ad


            usarlo sul luogo di lavoro



            spero questo non avverrà mai...

            E' abbastanza probabile che invece ciò avvenga,
            almeno per una parte consistente di
            aziende.finchè sono aziende private, quasi quasi me ne frego pure... spero non per enti pubblici.Ancora aggiungo: sta a vedere a che livelli... io mi dedico principalmente ad applicazioni "da scrivania" per la produttività individuale... vedo più difficile che linux si diffonda anche in quell'ambito.


            ovviamente è una

            visione sfacciatamente di parte la mia, visto
            che

            il mio business si basa esclusivamente su win

            attualmente.

            Se si diffondesse Linux il tuo business si
            espanderebbe anche in quella direzione, come è
            avvenuto per parecchie altre aziende che si sono
            trovate a dover soddisfare le richieste dei suoi
            clienti.Sempre che io ne abbia voglia... magari decido di dedicarmi ad altro :-D


            Inoltre sarebbe, al di la' dell'aspetto

            lavorativo, una cosa abbastanza seccante per me.

            Vendi licenze Microsoft?no... assolutamente no.
    • Shu scrive:
      Re: La User Experience e il pinguino...
      - Scritto da: Inventore
      in passato se non sbaglio, qualcuno aveva creato
      una skin che rendeva Gnome o Kde identico
      all'interfaccia di Windows XP... possibile che i
      produttori di Netbook non cerchino di ripescare
      quel progetto? Possibile che non cerchino di
      rendere omogenee le esperienze d'uso dei due
      sistemi?Perche` non c'entra niente l'usabilità (maggiore in Linux) o l'esperienza omogenea (altrimenti Vista dovrebbe essere un flop... ops... lo e`! :) e anche OSX dovrebbe esserlo, e invece molti lo osannano).Il problema e` che AutoCAD e Photoshop non ci girano.Attenzione, non che manchino le alternative, ma proprio quei software non ci girano.Se anche metti una skin XP su Linux, la gente tenta di installare Photoshop.Non importa che gli possa bastare Gimp o PS Elements o anche solo Paint. Vogliono PS, e se non si installa, il sistema fa schifo.Bye.
      • iRoby scrive:
        Re: La User Experience e il pinguino...
        AutoCAD e Photoshop in un netbook! (newbie)
        • Shu scrive:
          Re: La User Experience e il pinguino...
          Era un discorso generale sull'interfaccia di Linux vs il software che la gente vuole.Ma sì, qualcuno vedendo il mio Eee900 mi ha chiesto se ci gira Photoshop. Per fortuna nessuno mi ha chiesto di AutoCAD. :/Bye.
  • LuNa scrive:
    chiudete i commenti
    come da titolo, avete appena creato un bel trollone.migliaia di "linux al tappeto" in arrivo e XXXXXte di ogni sorta e tipo. quando uscite con questi pezzi che PI avesse la decenza di mettere il lucchettino in partenza. IMHO
    • Tasslehoff Burrfoot scrive:
      Re: chiudete i commenti
      - Scritto da: LuNa
      come da titolo, avete appena creato un bel
      trollone.
      migliaia di "linux al tappeto" in arrivo e
      XXXXXte di ogni sorta e tipo. quando uscite con
      questi pezzi che PI avesse la decenza di mettere
      il lucchettino in partenza.
      IMHOQuoto, ormai questo spazio per i commenti non ha più senso di esistere.E' semplicemente un repository immenso di flame dove i più miserabili troll della rete vengono a dare sfogo ai loro bisogni...Spiace ammetterlo perchè seguo il sito fin dagli albori ma ormai imho i casi sono due, o inserire una moderazione fatta come si deve oppure chiudere i commenti.
    • Giuseppe C scrive:
      Re: chiudete i commenti
      - Scritto da: LuNa
      come da titolo, avete appena creato un bel
      trollone.
      migliaia di "linux al tappeto" in arrivo e
      XXXXXte di ogni sorta e tipo. quando uscite con
      questi pezzi che PI avesse la decenza di mettere
      il lucchettino in partenza.
      IMHOGuardacaso, questo genere di articoli esce sempre il Venerdì... Chissà perchè...
      • jonbonjovi scrive:
        Re: chiudete i commenti
        mi illumini tu? mi sfugge proprio....(newbie)
        • Nome e cognome scrive:
          Re: chiudete i commenti
          - Scritto da: jonbonjovi
          mi illumini tu? mi sfugge proprio....(newbie)Così, anche se PI non viene aggiornato il sabato e la domenica; gli utenti "mandrie di troll" arrivano per postare e i banner fanno la loro parte nel gioco ;)
          • jonbonjovi scrive:
            Re: chiudete i commenti
            era quello che avevo pensato io, ma volevo la conferma da chi si intende di pubblicità su internet meglio di me ;)ciao
          • Dario Caruso scrive:
            Re: chiudete i commenti
            io proprio dai commenti imparo un sacco di cose, perchè chiuderli..... se non ti piacciono i commenti negativi non prestare ascolto...
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: chiudete i commenti
      - Scritto da: LuNa
      come da titolo, avete appena creato un bel
      trollone.
      migliaia di "linux al tappeto" in arrivo e
      XXXXXte di ogni sorta e tipo. quando uscite con
      questi pezzi che PI avesse la decenza di mettere
      il lucchettino in partenza.
      IMHOEcco che arriva il democratico liberista.... mi da fastidio leggere certi commenti ergo imbavagliate tutti troll e non!Complimenti!Io ho un suggerimento ancora più semplice e perfettamente attuabile... non ti piacciono certi tipi di commenti... benissimo non li leggere, non è che nessuno ti obbliga!Secondo me vanno censurati solo quelli a contenuto volgare od offensivo, tutto il resto deve rimanere, al più potrebbe essere utile un sistema di votazione dei singoli commenti per dare più rilievo a quelli ritenuti più interessanti dal pubblico di PI!
    • James Kirk scrive:
      Re: chiudete i commenti
      Potresti aver ragione, ma ti suggerico questo paragone (leggermente trollato):Se tengono in onda le trasmissioni della De Filippi allora c'è anche posto per i commenti di tutti in PI.Ai troll, fanbooys & C basta non farci troppo caso.
Chiudi i commenti