Chi il porno ferisce di porno perisce

Prima che la Rete britannica venga castrata dai filtri antiporno, un rigurgito hacker sul sito della apprensiva sostenitrice di uno stato tutore della morale. Scandalizzata, mostra di avere le idee poco chiare sul funzionamento dei link

Roma – L’indignazione ha accecato la parlamentare Claire Perry, in prima linea nel rilancio di un Regno Unito ripulito dal porno a favore di tutti i cittadini, ad eccezione di coloro che si vogliano esporre chiedendo al proprio provider di aprire le cateratte per tornare a far fluire i contenuti inopportuni. Il suo sito, nel quale ora è tornato a campeggiare il plauso al recente annuncio del Primo Ministro Cameron in materia di filtri antiporno , è stato violato, imbrattato con del materiale osceno.

A catturare un brandello del sito violato (un semplice, beffardo screenshot), il noto blogger Guido Fawkes.


Perry non esita a gridare allo scandalo: il blogger avrebbe “ospitato un link capace di distribuire porno attraverso il mio sito”. E l’intera operazione di defacement, Perry lo cinguetta con sicurezza, sarebbe stata sponsorizzata dallo stesso Fawkes. La differenza tra uno screenshot e un link , che Fawkes assicura di non aver postato, pare non essere chiara alla parlamentare che è stata la prima relatrice della proposta che cambierà volto alla Rete del Regno Unito.


Lo scambio di battute tra Perry e Fawkes è fiammeggiante. Il blogger consulta i propri lettori: ci sarebbero tutti gli estremi per la denuncia per diffamazione . I lettori, aizzati, si esprimono affinché Fawkes adisca le vie legali.

Quella condotta sul sito della parlamentare è una intrusione che ha dell’ironico, a pochi giorni dal discorso di Cameron, che chiamava a raccolta tutti gli smanettoni britannici invitandoli a prestarsi per risolvere gli evidenti problemi di implementazione di un sistema di castrazione della Rete la cui responsabilità di sviluppo e gestione ricadrà sui fornitori di connettività e sugli operatori del Web.

Gaia Bottà

fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • $printscreen scrive:
    ma abbiamo gli occhi chiusi???
    Allora, prendiamo la cosa da un altro aspetto magari si riesce ad essere più chiari.da 12 anni, gli stati uniti sono in guerra continua tra terrorismo e controllo del petrolio.Non è gratis nemmeno per loro, queste guerre costano tantissimo.il ritorno c'è in termini di contratti per lo sfruttamento di risorse in territori prima ostili.il ritorno per ora comunque è minimo, infatti il rapporto pil-debito è molto alto negli states, da noi più alto ma per loro che hanno leggi molto più restrittive in merito è eccessivo.ora, chi metterebbe la mano sul fuoco riguardo al fatto che informazioni economiche non vengano divulgate a chi paga le varie campagne elettorali, a chi crea posti di lavoro e contribuisce a risanare i conti specie in tempo di crisi?se voi lavoraste in un impresa che deve partecipare ad una gara, e per caso conosceste l'offerta del concorrente più agguerrito stareste zitti? se la Fed sapesse che per effetto di un accordo i bound greci con rendimenti mostruosi, da domani fossero coperti a livello europeo, cosa fareste?se poi questa situazione, fosse creata ad arte? cioè se a truccare i conti di una nazione fosse stata una società certificatrice di bilanci che a sua volta lavora sotto la FED? (oppsss è sucXXXXX in grecia)...signori svegliamoci, qui siamo a giocarci l'euro loro sono li a specularci sopra con sistemi più o meno legali (st & poor ha giusto declassificato il nostro debito il giorno prima del collocamento di 15 miliardi da parte del nostro tesoro) e pensiamo ancora che loro giochino pulito? il problema più grande è che in europa siamo ciechi, per piccole sovranità nazionali e incomprensioni stupide non riusciamo a contrastare questa situazione e a caXXXXX. risultato? le loro guerre le paghiamo noi.
    • iRoby scrive:
      Re: ma abbiamo gli occhi chiusi???
      È dai tempi di Echelon che industriali europei o di altri paesi si lamentano di avere avuto soffiati affari in sudamerica dagli USA, con offerte misteriosamente e provvidenzialmente un pelino migliori e con un tempismo perfetto.Di questo se ne parla dal 2003 all'incirca.Le aziende più grandi hanno uffici anche piccoli nei vari paesi, e i commerciali si muovono localmente. Ma le trasmissioni tra la casa madre e gli uffici locali coi commerciali avvengono in VPN criptate.Le grandi multinazionali come GE per esempio hanno delle VPN globali ma che escono su Internet con dei proxy blindatissimi. I dipendenti devono avere una chiave che genera codici univoci come quelle per fare i bonifici, e un software sui laptop che permetta questo accoppiamento di credenziali. A quel punto le comunicazioni sono dentro la VPN.Le banche fanno all'incirca la stessa cosa.Chi sa di queste cose, si è dotata di infrastrutture apposta.
      • krane scrive:
        Re: ma abbiamo gli occhi chiusi???
        - Scritto da: iRoby
        È dai tempi di Echelon che industriali
        europei o di altri paesi si lamentano di avere
        avuto soffiati affari in sudamerica dagli USA,
        con offerte misteriosamente e provvidenzialmente
        un pelino migliori e con un tempismo perfetto.
        Di questo se ne parla dal 2003 all'incirca.
        Le aziende più grandi hanno uffici anche piccoli
        nei vari paesi, e i commerciali si muovono
        localmente. Ma le trasmissioni tra la casa madre
        e gli uffici locali coi commerciali avvengono in
        VPN criptate.Alcune altre, dove lavora gente che conosco, si stanno invece per consegnare mani e piedi a gmail...
        • iRoby scrive:
          Re: ma abbiamo gli occhi chiusi???
          - Scritto da: krane
          Alcune altre, dove lavora gente che conosco, si
          stanno invece per consegnare mani e piedi a
          gmail...La GMail e le Google Apps hanno senso solo per piccole aziende locali magari che non commerciano con l'estero. Web agency per esempio, che fanno i soliti sitini con Joomla e Wordpress. Di quelle alla NSA e a Google gli interessa molto relativamente.
          • krane scrive:
            Re: ma abbiamo gli occhi chiusi???
            - Scritto da: iRoby
            - Scritto da: krane

            Alcune altre, dove lavora gente che conosco,
            si

            stanno invece per consegnare mani e piedi a

            gmail...

            La GMail e le Google Apps hanno senso solo per
            piccole aziende locali magari che non commerciano
            con l'estero. Web agency per esempio, che fanno i
            soliti sitini con Joomla e Wordpress. Di quelle
            alla NSA e a Google gli interessa molto
            relativamente.E gia... Invece qua si parla di multinazionali che fanno affari con spazio e militari di mezzo pianeta tra gli altri...
          • iRoby scrive:
            Re: ma abbiamo gli occhi chiusi???
            Solo una parola li identifica "idioti"...
          • krane scrive:
            Re: ma abbiamo gli occhi chiusi???
            - Scritto da: iRoby
            Solo una parola li identifica "idioti"...Gia...
          • $printscreen scrive:
            Re: ma abbiamo gli occhi chiusi???
            beh tutto questo conferma solo il mio pensiero.per quanto riguarda le "blindature" con chiavi univoche, ricordo che i russi sono passati alla carta poco tempo fà.rimane il punto precedente, i conti li stiamo pagando noi.un po per ingenuità, un po per stupidità...ma li paghiamo noi.la cosa bella e che i nostri beneamati governanti, han capito tutto al volo e adesso investiranno in una dorsale tlc migliore e più sicura.......prendo per il XXXX......comunque, meno male che il voto è cartaceo!!!
          • prova123 scrive:
            Re: ma abbiamo gli occhi chiusi???
            Voto cartaceo ... sono entrambi al governo, e da vent'anni fanno ammuina ... sei consapevole che in questo modo hanno annullato il tuo voto cartaceo o meno ?
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: ma abbiamo gli occhi chiusi???
            contenuto non disponibile
          • $printscreen scrive:
            Re: ma abbiamo gli occhi chiusi???
            beh, non posso darti torto...
  • mspts scrive:
    provate
    check it out! i got a Microsoft Points card code that worked from http://microsoftpoints.freegiftcode.com
  • $printscreen scrive:
    paranoia?
    non è paranoia, leggetela in questo modo:sicurezza nazionale vuole anche dire spiare comunicazioni tra banche, grossi gruppi esteri e poi tramite lobby far sapere dati sensibili a concorrenti?o comunicazioni di altri governi per poter giocare d'anticipo (accordi commerciali)?il governo americano è a guida lobby, pensano solo al profitto e passare la sottile linea a mio avviso è molto semplice.
  • winter scrive:
    Curiosità per privacy
    Scusate la domanda ingenua, ma è mai sucXXXXX che qualche cittadino "normale" abbia mai subito abusi o ripercussioni da dati privati in mano al governo?Non voglio aprire una questione se è giusto o meno, tantomeno leggere per l'ennesima volta la storia della libertà che se ne rinunci ad una parte allora non hai diritto a tutta ecc ecc, è solo una curiosità tecnica.Parlo di casi conclamati, non di ipotesi, ad esempio "se un hacker ruba il database del DNA poi sa tutto" ecc ecc, proprio di casi certi.Grazie a chi sarà paziente da rispondermi
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Curiosità per privacy
      contenuto non disponibile
      • antiscrocconi scrive:
        Re: Curiosità per privacy
        Questa è Paranoia allo stato dell'Arte.
        • krane scrive:
          Re: Curiosità per privacy
          - Scritto da: antiscrocconi
          Questa è Paranoia allo stato dell'Arte.Secondo me e' aver letto un libro di storia in vita propria.
          • tucumcari scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: antiscrocconi

            Questa è Paranoia allo stato dell'Arte.

            Secondo me e' aver letto un libro di storia in
            vita
            propria.che non fa di certo male alla salute... anzi...
          • Albo pretorio scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            Detto in altre parole:"Come dicevo...Natura matrigna!Come vanno le mele e le scimmie?(rotfl)(rotfl)"http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3445322&m=3446586#p3446586
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: Curiosità per privacy
          contenuto non disponibile
        • prova123 scrive:
          Re: Curiosità per privacy
          - Scritto da: antiscrocconi
          Questa è Paranoia allo stato dell'Arte.Assulutamente no. Cerca di prendere consapevolezza che nessun regime dittatoriale si presenta come tale, ma la politica che adotta è mettertela in quel posto un millimetro al giorno giustificando l'azione. Allora sono dell'idea che fare il paranoico non serve a niente, è molto più utile fare il pazzo paranoico così con la certezza di ricevere un calcio nei maroni (almeno un paio iniziali servono per fare il punto della situazione in maniera corretta) vedrai che questo qualcuno eviterà di avvicinarsi alle tue spalle sempre in nome del tuo bene. :)
        • iRoby scrive:
          Re: Curiosità per privacy
          E la tua è ingenuità da bambino cresciuto nella bambagia.Oltre che ignoranza della storia degli imperi e delle loro evoluzioni...
      • ale75 scrive:
        Re: Curiosità per privacy
        Di fatto queesto e' una tua ipotesi, mai nessuno ha denucniato quanto da te ipotizzato, quindi rispondo io al signore, no di fatto non è mai sucXXXXX nulla di quanto ipotizzati da questi teorici del complotto, in compenso centinai di attentati sono stati sventati, e se questo controllo fosse stato efficace avremmo evitato anche l'ultima tragedia del treno spagnolo, ove a quanto pare il macchinista si vantava di correre...se il controllo fosse stato piu' efficace forse avremmo salvato 70 persone!
        • panda rossa scrive:
          Re: Curiosità per privacy
          - Scritto da: ale75
          Di fatto queesto e' una tua ipotesi, mai nessuno
          ha denucniato quanto da te ipotizzato, quindi
          rispondo io al signore, no di fatto non è mai
          sucXXXXX nulla di quanto ipotizzati da questi
          teorici del complotto, in compenso centinai di
          attentati sono stati sventati, e se questo
          controllo fosse stato efficace avremmo evitato
          anche l'ultima tragedia del treno spagnolo, ove a
          quanto pare il macchinista si vantava di
          correre...se il controllo fosse stato piu'
          efficace forse avremmo salvato 70
          persone!Invece e' proprio l'esatto contrario di quello che dici tu.L'incidente del treno, l'attentato a Boston, quell'altro pazzo che ha fatto la strage nella scuola...Tutte situazioni largamente anticipate in rete da chi le ha commesse, e che prevenzione hanno fatto i governi? ZERO.La sicurezza e' solo una patetica scusa e non fanno niente per prevenire.Invece le informazioni per rapire la moglie e la figlia del dissidente, quelle vengono utilizzate.
          • anon scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: panda rossa
            L'incidente del treno, l'attentato a Boston,
            quell'altro pazzo che ha fatto la strage nella
            scuola...

            Tutte situazioni largamente anticipate in rete da
            chi le ha commesse, e che prevenzione hanno fatto
            i governi?


            ZERO.Ovvio, perché tutti quegli "incidenti" in un certo senso dovevano accadere. Era necessario che accadessero. In modo da avere poi la "scusa" per poter giustificare controlli e leggi liberticide a manetta.
          • Voice of Reason scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: anon

            Ovvio, perché tutti quegli "incidenti" in un
            certo senso dovevano accadere. Era necessario che
            accadessero. In modo da avere poi la "scusa" per
            poter giustificare controlli e leggi liberticide
            a
            manetta.Hai delle prove per sostenere le stupidaggini che racconti?Posso quasi vederti mentre sudi nel tuo impermeabilino nero, sentendoti tanto cool e matrix. ;)
          • tucumcari scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: Voice of Reason
            Posso quasi vederti mentre sudi nel tuo
            impermeabilino nero, sentendoti tanto cool e
            matrix.
            ;)Il cinema non è adatto a menti deboli salvo qualche contenuto selezionatoQuesto è ciò che fa per te.[yt]MrzzXIiST1A[/yt]
          • anon scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: Voice of Reason
            Hai delle prove per sostenere le stupidaggini che
            racconti?http://it.wikipedia.org/wiki/Argumentum_ad_ignorantiamTradotto in parole povere: solo perché non sono grado di fornire prove, non vuol dire che non ce ne siano; ma, soprattutto, la mancanza di prove non rende le mie affermazioni necessariamente false.Ad ogni modo, non sarebbe la prima volta nella storia degli USA: basti pensare a tutti quei casi sospetti e poco chiari come Pearl Harbor, l'11 settembre, etc.
          • Crivel scrive:
            Re: Curiosità per privacy

            Tradotto in parole povere: solo perché non sono
            grado di fornire prove, non vuol dire che non ce
            ne siano; Se ci sono, perché non le cerchi? Nessuno ti fa fretta. Sta a chi fa un'affermazione provarla.
            ma, soprattutto, la mancanza di prove
            non rende le mie affermazioni necessariamente
            false.Le rende solo fanfaronate, chiacchiere di chi parla a vanvera.Ma contento tu...
            Ad ogni modo, non sarebbe la prima volta nella
            storia degli USA: basti pensare a tutti quei casi
            sospetti e poco chiari come Pearl Harbor, l'11
            settembre,
            etc.I casi sospetti e poco chiari erano chiari quando sono avvenuti, e lo sono ancora. In futuro non so, io parlo per l'oggi. Ma ci sono alcuni che per lavoro creano una ricca letteratura di false prove e di false interviste: tanto di gente che acquista i loro libri e DVD, o semplicemente che va ai loro convegni a pagamento, ce n'è sempre. C'è sempre gente che ama sentire le affermazioni di cui è già convinto, e perciò dà ascolto esclusivamente a quelle.
          • krane scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: Crivel

            Tradotto in parole povere: solo perché

            non sono grado di fornire prove, non vuol

            dire che non ce ne siano; Se ci sono, perché

            non le cerchi? Nessuno ti fa fretta.
            Sta a chi fa un'affermazione provarla. E' come dire: e' appena stata tratta agli arresti una persona e tu pretendi di avere gia' prove e sentenza del tribunale.(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)

            ma, soprattutto, la mancanza di prove

            non rende le mie affermazioni

            necessariamente false.
            Le rende solo fanfaronate, chiacchiere di
            chi parla a vanvera.
            Ma contento tu...Stai dicendo che le affermazioni dell'unione europea sono fanfaronate ?Liberissimo di renderti ridicolo.

            Ad ogni modo, non sarebbe la prima

            volta nella storia degli USA: basti

            pensare a tutti quei casi sospetti e

            poco chiari come Pearl Harbor, l'11

            settembre, etc.
            I casi sospetti e poco chiari erano chiari
            quando sono avvenuti, e lo sono ancora. In
            futuro non so, io parlo per l'oggi.Oggi e' evidente che gli usa hanno intercettato politici stranieri al G8 usando microspie, quindi ?
            Ma ci sono alcuni che per lavoro creano una ricca
            letteratura di false prove e di false interviste:
            tanto di gente che acquista i loro libri e DVD, o
            semplicemente che va ai loro convegni a
            pagamento, ce n'è sempre. C'è sempre gente che
            ama sentire le affermazioni di cui è già
            convinto, e perciò dà ascolto esclusivamente a
            quelle.Ma non e' questo il caso, le evidente ci sono.
          • Crivel scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: krane


            non le cerchi? Nessuno ti fa fretta.


            Sta a chi fa un'affermazione provarla.

            E' come dire: e' appena stata tratta agli arresti
            una persona e tu pretendi di avere gia' prove e
            sentenza del
            tribunale.
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(In attesa, si tace. Non si sghignazza in faccia all'interlocutore, e non si fanno accuse a vuoto.Tutto qui.

            Le rende solo fanfaronate, chiacchiere di

            chi parla a vanvera.

            Ma contento tu...

            Stai dicendo che le affermazioni dell'unione
            europea sono fanfaronate
            ?Quali affermazioni scusa?Non parlare per allusioni. Dimmi a che ti riferisci, e ti rispondo.
            Liberissimo di renderti ridicolo.Tu l'hai appena fatto. "Risus abundat in ore stultorum".

            I casi sospetti e poco chiari erano chiari

            quando sono avvenuti, e lo sono ancora. In

            futuro non so, io parlo per l'oggi.

            Oggi e' evidente che gli usa hanno intercettato
            politici stranieri al G8 usando microspie, quindi
            ?Io veramente mi aspettavo una risposta su Pearl Harbor e sull'11 settembre. Se avessi voluto parlare dei fatti recenti, mi sarei attaccato ad un'altra discussione, ti pare?
            Ma non e' questo il caso, le evidente ci sono.E anche gli strafalcioni, se è per questo.
          • anon scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: Crivel
            Se ci sono, perché non le cerchi? Nessuno ti fa
            fretta.Non è compito mio, c'è già altra gente che lo fa/può farlo.
            Sta a chi fa un'affermazione provarla. Vero.Ma se credi che lo scopo della domandina retorica "Dove sono le prove?" fatta da Voice of Reason fosse quello, ti sbagli. Con quella stupida domandina lui mirava solamente ad ottenere un "non ho prove" come risposta da me; per poi trarre erroneamente da quel "non ho prove" la conclusione che le mie affermazioni fossero automaticamente false.Il che ci porta al fatto che 'Voice of Reason' ha commesso la fallacia logica conosciuta come "ad ignorantiam" da me prontamente disinnescata come tale.
            Le rende solo fanfaronate, chiacchiere di chi
            parla a vanvera.No. Le rende, molto semplicemente, affermazioni prive di prove.Definirle "fanfaronate" o "chiacchiere a vanvera" solo perché mancanti di prove a supporto, equivale a cadere di nuovo nella trappola dell'ad ignorantiam. :)
            I casi sospetti e poco chiari erano chiari quando
            sono avvenuti, e lo sono ancora.No, non lo erano allora e non lo sono nemmeno oggi. Altrimenti non sarebbero sorti tutti quei dubbi/sospetti che sono sorti nel corso del tempo in merito a quelle vicende, se erano così chiare ed inequivocabili come dici.
          • Crivel scrive:
            Re: Curiosità per privacy


            Se ci sono, perché non le cerchi? Nessuno ti fa

            fretta.

            Non è compito mio, c'è già altra gente che lo
            fa/può
            farlo.Non esiste una professione riconosciuta di "cercatore di prove", con un albo a numero chiuso e severi esami d'ammissione. Chiunque può mettersi al lavoro, se davvero interessato.

            Sta a chi fa un'affermazione provarla.

            Vero.
            Ma se credi che lo scopo della domandina retorica
            "Dove sono le prove?" fatta da Voice of Reason
            fosse quello, ti sbagli. Con quella stupida
            domandina lui mirava solamente ad ottenere un
            "non ho prove" come risposta da me; per poi
            trarre erroneamente da quel "non ho prove" la
            conclusione che le mie affermazioni fossero
            automaticamente
            false.Io qui non vedo una contestazione, casomai una difesa personale.Gioca pure alla vittima, ma ricorda che hai iniziato la risposta con "vero".
            Il che ci porta al fatto che 'Voice of Reason' ha
            commesso la fallacia logica conosciuta come "ad
            ignorantiam" da me prontamente disinnescata come
            tale.Non sarebbe male se oltre a disinnescare le fallacie logiche ti mettessi anche a studiare le prove e le indagini già svolte (da altri). Si possono fare entrambe le cose, e scopriresti un mondo di dettagli già indagati e già chiariti che probabilmente nemmeno sospetti.

            Le rende solo fanfaronate, chiacchiere di chi

            parla a vanvera.

            No. Le rende, molto semplicemente, affermazioni
            prive di
            prove.Francamente la differenza fra le due mi sfugge.Ti ricordo che non stai parlando degli intrecci di letto di qualche diva di Hollywood, un po' di pettegolezzo non ha mai fatto male a nessuno, stai facendo accuse piuttosto pesanti. In questi casi si parla con qualcosa in mano.
            Definirle "fanfaronate" o "chiacchiere a vanvera"
            solo perché mancanti di prove a supporto,
            equivale a cadere di nuovo nella trappola dell'ad
            ignorantiam.
            :)Questo contraddice l'affermazione "vero" da te scritta poche righe sopra. Deciditi: se A, non B. E se B, non A. Dalla logica non si sfugge.

            I casi sospetti e poco chiari erano chiari
            quando

            sono avvenuti, e lo sono ancora.

            No, non lo erano allora e non lo sono nemmeno
            oggi. Altrimenti non sarebbero sorti tutti quei
            dubbi/sospetti che sono sorti nel corso del tempo
            in merito a quelle vicende, se erano così chiare
            ed inequivocabili come
            dici.Vediamo di allargare l'ambito di applicazione di questa affermazione:- Le prove della sfericità della Terra non sono così chiare, altrimenti non sarebbero sorti tutti quei dubbi già avanzati dal greco Cosma Indicopleuste e riportati puntualmente dalla società della Terra piatta:http://theflatearthsociety.org/cms/- Il preteso carattere letterario e di pura invenzione degli esseri rettiliani non è così evidente e pacificamente accettato, se molte persone, soprattutto negli Usa, credono che questi esseri siano fra noi e adottano precauzioni per evitarne lo sguardo:http://usahitman.com/fbatro/- Il certificato di morte e le contestuali testimonianze sulla fine di Elvis Presley nel 1977 non sono molto convincenti, se esistono persone pronte a giurare di averlo visto vivo e vegeto:http://www.youtube.com/watch?v=vpZBGCWCR1shttp://canovaccio.forumcommunity.net/?t=25028693E potrei andare avanti oltre i 7000 caratteri, se fosse possibile.Se vuoi ti dico anche come si chiama la fallacia logica che hai appena espresso. Nel frattempo, fossi in te starei attento a non scambiare persone come questa[img]http://1.bp.blogspot.com/-0oyATLsNWRw/T3usj5rzQnI/AAAAAAAADw4/SwESaGEuYOQ/s640/2012-04-01-FestFools+169.JPG[/img]con premi Nobel per la fisica, la chimica o la biologia. Come dire, il rischio di essere scambiate per loro è palpabile.
          • anon scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: Crivel
            Non esiste una professione riconosciuta di
            "cercatore di prove", con un albo a numero chiuso
            e severi esami d'ammissione.Questa è un'ovvietà che potevi benissimo anche risparmiarti, ma vabbeh...
            Chiunque può mettersi al lavoro,
            se davvero interessato.Certo, e allora? Anche tu potresti farlo, se è per questo.Purtroppo io non ho né il tempo materiale, né la voglia di impelagarmi in simili ricerche.Visto e considerato, poi, il fatto che c'è già una marea di gente che lo fa al posto mio, sarebbe oltremodo sciocco da parte mia mettermi a fare ciò che altri stan già facendo...
            Io qui non vedo una contestazione, casomai una
            difesa personale.
            Gioca pure alla vittima, ma ricorda che hai
            iniziato la risposta con "vero".Libero di vederla come un gioco se la cosa ti aggrada.
            Non sarebbe male se oltre a disinnescare le
            fallacie logiche ti mettessi anche a studiare le
            prove e le indagini già svolte (da altri). Si
            possono fare entrambe le cose, e scopriresti un
            mondo di dettagli già indagati e già chiariti che
            probabilmente nemmeno sospetti.Già fatto (in parte). Ma alcuni dubbi permangono ugualmente.
            Francamente la differenza fra le due mi sfugge.La differenza è che tu stai rigettando le mie affermazioni, etichettandole come "fanfaronate" (e quindi false) solo sulla base della mancanza di prove a sostegno della loro veridicità. (rotfl)
            Ti ricordo che non stai parlando degli intrecci
            di letto di qualche diva di Hollywood, un po' di
            pettegolezzo non ha mai fatto male a nessuno,
            stai facendo accuse piuttosto pesanti. In questi
            casi si parla con qualcosa in mano.Accuse? Quali accuse? Io mi sto limitando a riportare il parere e le affermazioni fatte da altri.Molta gente, tra cui anche sedicenti esperti e studiosi, hanno espresso dubbi e sottolineato incongruenze/stranezze in avvenimenti come Pearl Harbor e simili. Io mi limito a segnalare ciò.Ergo: non sto accusando nessuno, e non è nemmeno mio interesse farlo.
            Questo contraddice l'affermazione "vero" da te
            scritta poche righe sopra.Non vedo come. E' vero che sta a chi afferma portare le prove a supporto delle proprie affermazioni, ma è altrettanto vero che -in mancanza di prove- è errato rigettare tali affermazioni come false (o fanfaronate) solo per quello.Non sono necessariamente vere, ma nemmeno per forza false.
            Vediamo di allargare l'ambito di applicazione di
            questa affermazione:A parte il fatto che portare un "ragionamento all'estremo" e "porlo fuori dal proprio ambito di applicazione" è una fallacia logica anche quella, vediamo un po':
            - Le prove della sfericità della Terra non sono
            così chiare, altrimenti non sarebbero sorti tutti
            quei dubbi già avanzati dal greco Cosma
            Indicopleuste e riportati puntualmente dalla
            società della Terra
            piatta:
            http://theflatearthsociety.org/cms/Direi che di prove a sostegno della sfericità della Terra ce ne sono bizzeffe, e mi sembrano tutte chiarissime.Poi, oh, uno è sempre libero di dubitare, eh ;)
            - Il preteso carattere letterario e di pura
            invenzione degli esseri rettiliani non è così
            evidente e pacificamente accettato, se molte
            persone, soprattutto negli Usa, credono che
            questi esseri siano fra noi e adottano
            precauzioni per evitarne lo
            sguardo:
            http://usahitman.com/fbatro/E infatti non si può dire per certo che i Rettiliani non esistano. E' poco probabile, mancano le prove, etc. Ma potrebbero comunque esistere ed essere ugualmente tra noi.Non sto difendendo chi crede nei rettiliani, né ci credo. Ma l'assenza di prove della loro esistenza non significa necessariamente che non esistano.Ad ogni modo, il punto è: dove sorgono dubbi, dove i conti non tornano, dove le cose suonano strane... un motivo [di solito] c'è.Non si può fare affidamento solo su prove/fatti/etc. proprio perché a volte le prove e i fatti sono inconcludenti/non soddisfacenti. L'essere umano è anche dotato di una cosa che si chiama intuizione , che aiuta proprio a far "tornare i conti" dove le prove e la ragione non bastano.Certo, spesso e volentieri l'intuizione sbaglia. Ma questo non è motivo sufficiente per rifiutarla a priori...
          • Crivel scrive:
            Re: Curiosità per privacy

            Non si può fare affidamento solo su
            prove/fatti/etc. Questo spiega tutto. :|Dovevi dirlo fin dall'inizio, ed esplicitamente "le prove non contano nulla: Anon, col suo Dubbio Cosmico, spiega tutto".Dichiarato questo, non valeva nemmeno la pena intervenire. (rotfl)
          • anon scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: Crivel

            Non si può fare affidamento solo su

            prove/fatti/etc.

            Questo spiega tutto. :|Ma hai letto quello che ho scritto? -
            Non si può fare affidamento solo su prove/fatti/etc."Solo" è la parola chiave.Le prove sono importanti, sì certo. Ma da sole non bastano, e spesso -quando sono poche e/o assenti- possono condurre a grossolani errori, come nel famoso caso del celacanto.Tutte le "prove" sembravano indicare che fosse completamente estinto, fino a che, un bel giorno, ecco che ne spunta fuori uno ancora vivo e vegeto dalle profondità degli abissi!
            Dovevi dirlo fin dall'inizio, ed esplicitamente
            "le prove non contano nulla: Anon, col suo Dubbio
            Cosmico, spiega tutto".https://yourlogicalfallacyis.com/strawmanA fraintendere e travisare sei un maestro, di questo te ne do atto.
          • Crivel scrive:
            Re: Curiosità per privacy



            Non si può fare affidamento solo su


            prove/fatti/etc.



            Questo spiega tutto. :|

            Ma hai letto quello che ho scritto? -
            Non si può
            fare affidamento <b
            solo </b
            su
            prove/fatti/etc.No, guarda, aggravi solo la situazione.Che su questioni gravi e basilari come i rapporti internazionali ci si affidi a concetti romantici come l'intuito e il sentimento è cosa che non sta né in cielo né in terra. E non esistono attenuanti.
            "Solo" è la parola chiave.
            Le prove sono importanti, sì certo. Ma da sole
            non bastano, Quando non bastano, si sta zitti. Non si inventano prove a XXXXX. Che è esattamente quello che hai fatto tu, e altri "cercatori di verità" prima di te, malgrado adesso cerchi di metterci una pezza.Forse non ci hai pensato, ma anche entità che ai comuni mortali sembrano così lontane come i capi di stato possono sporgere querele per diffamazione. Lo ha fatto di recente Alberto di Monaco contro un giornale scandalistico inglese:http://multimedia.quotidiano.net/video/gossip/accordo-principe-di-monaco-sunday-times-risarcimento-per-diffamazione-qn-32058Non accadrà mai con le autorità Usa, ma non importa: la diffamazione è tale anche se non viene punita.
            e spesso -quando sono poche e/o
            assenti- possono condurre a grossolani errori,
            come nel famoso caso del
            celacanto.Se nel caso del celacanto qualche paleontologo ha scritto di avere le prove della sua estinzione, ha scritto un'idiozia. Dubito ce ne siano stati veramente, perché i peleontologi sono scienziati, non sono autori di blog contro gli Usa. E dire che il celacanto si ritiene estinto è diverso da dire di avere le prove della sua estinzione, anzi, le prove della non-esistenza.Non si può dimostrare l'inesistenza. Si può al massimo dimostrare che una teoria è sbagliata.
            Tutte le "prove" sembravano indicare che fosse
            completamente estinto, fino a che, un bel giorno,
            ecco che ne spunta fuori uno ancora vivo e vegeto
            dalle profondità degli
            abissi!Meno male che lo hai messo fra virgolette.Come detto, non esistono prove della non esistenza. Ma se tu mi citi qualche paleontologo che prima del 1938 l'ha messa in termini di prove, posso discutere del caso in particolare.

            Dovevi dirlo fin dall'inizio, ed esplicitamente

            "le prove non contano nulla: Anon, col suo
            Dubbio

            Cosmico, spiega tutto".

            https://yourlogicalfallacyis.com/strawman

            A fraintendere e travisare sei un maestro, di
            questo te ne do
            atto.O magari, capisco dove tu vuoi andare a parare abbastanza in fretta e mi porto avanti col lavoro. Non dovresti sottovalutare quest'ipotesi.Che ti piaccia o no il succo delle tue affermazioni è quello, e ho solo reso il concetto esplicito: quando si snobbano le prove, rimane come criterio di giudizio solo lo smisurato ego.
          • anon scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: Crivel
            Che su questioni gravi e basilari come i rapporti
            internazionali ci si affidi a concetti romantici
            come l'intuito e il sentimento è cosa che non sta
            né in cielo né in terra.Sembra che il concetto d'intuito non ti sia familiare...http://it.wikipedia.org/wiki/IntuizioneCoi sentimenti e col romanticismo c'entra ben poco.

            "Solo" è la parola chiave.

            Le prove sono importanti, sì certo. Ma da
            sole

            non bastano,

            Quando non bastano, si sta zitti. Non si
            inventano prove a XXXXX.Fai 'na breve ricerca di Pearl Harbor su google, e vedrai che i prerequisiti a sostegno di alcune mie affermazioni ci sono tutti.
            Forse non ci hai pensato, ma anche entità che ai
            comuni mortali sembrano così lontane come i capi
            di stato possono sporgere querele per
            diffamazione. Lo ha fatto di recente Alberto di
            Monaco contro un giornale scandalistico
            inglese:
            http://multimedia.quotidiano.net/video/gossip/acco
            Non accadrà mai con le autorità Usa, ma non
            importa: la diffamazione è tale anche se non
            viene punita.Ah, quindi il solo fatto che qualcuno mi possa querelare per diffamazione vuol dire che ha automaticamente ragione? (rotfl)

            e spesso -quando sono poche e/o

            assenti- possono condurre a grossolani
            errori,

            come nel famoso caso del

            celacanto.
            Non si può dimostrare l'inesistenza.Mmh...Mettiamo caso che io voglia dimostrare l'inesistenza "dell'orco dilaniante con 8 braccia, 10 gambe e denti aguzzi che viene fuori dal monitor ogni volta che accendo il PC"Tutto quello che devo fare per provarne l'inesistenza è... manco a crederci, accendere il PC!
            Meno male che lo hai messo fra virgolette.
            Come detto, non esistono prove della non
            esistenza. Ma se tu mi citi qualche paleontologo
            che prima del 1938 l'ha messa in termini di
            prove, posso discutere del caso in
            particolare.Puoi benissimo andarti a informare da solo. Non sono mica al tuo servizio, eh.
            O magari, capisco dove tu vuoi andare a parare
            abbastanza in fretta e mi porto avanti col
            lavoro. Non dovresti sottovalutare
            quest'ipotesi.
            Che ti piaccia o no il succo delle tue
            affermazioni è quello, e ho solo reso il concetto
            esplicito: quando si snobbano le prove, rimane
            come criterio di giudizio solo lo smisurato
            ego.Eh certo, se lo dici tu... non può che essere così? ;)
          • Crivel scrive:
            Re: Curiosità per privacy


            Che su questioni gravi e basilari come i
            rapporti

            internazionali ci si affidi a concetti romantici

            come l'intuito e il sentimento è cosa che non
            sta

            né in cielo né in terra.

            Sembra che il concetto d'intuito non ti sia
            familiare...

            http://it.wikipedia.org/wiki/IntuizioneGrazie, non ho bisogno della wikipedia italiana. Per intenderci quella della CIA a Pont-Saint-Esprit:http://wikiperle.blogspot.dk/2013/06/la-cia-pont-saint-esprit-e-i-cereali.htmlHo a disposizione fonti, come dire, più stabili (mentalmente). Anche una definzione rigorosa di intuizione non sposta i termini del problema: l'intuizione è ottima quando si devono formulare ipotesi, tuttavia non deve sovrapporsi o sostituirsi alle prove e alle verifiche.


            "Solo" è la parola chiave.


            Le prove sono importanti, sì certo. Ma da

            sole


            non bastano,



            Quando non bastano, si sta zitti. Non si

            inventano prove a XXXXX.

            Fai 'na breve ricerca di Pearl Harbor su google,
            e vedrai che i prerequisiti a sostegno di alcune
            mie affermazioni ci sono
            tutti.Magari sulla wikipedia italiana, vero?!? Secondo me, in un giorno fortunato, su quella pagina trovo l'aggiunta che a Pearl Harbor c'erano i marzianini a rapire gente. :-D Se vuoi indicarmi dei dubbi in particolare sull'attacco a Pearl Harbor, discutiamo di quelli. L'argomento in sé è un po' troppo vasto per le 7000 battute del forum.
            http://multimedia.quotidiano.net/video/gossip/acco

            Non accadrà mai con le autorità Usa, ma non

            importa: la diffamazione è tale anche se non

            viene punita.

            Ah, quindi il solo fatto che qualcuno mi possa
            querelare per diffamazione vuol dire che ha
            automaticamente ragione?
            (rotfl)Non automaticamente. Diciamo che è un esito plausibile. E in ogni caso riguarda te, e l'eventuale figura che fai tra coloro che questi fatti li conoscono bene, e meglio di me. Come detto, non è l'America a doversi difendere da accuse su un forum.

            Non si può dimostrare l'inesistenza.

            Mmh...
            Mettiamo caso che io voglia dimostrare
            l'inesistenza "dell'orco dilaniante con 8
            braccia, 10 gambe e denti aguzzi che viene fuori
            dal monitor ogni volta che accendo il
            PC"Sentiamo.
            Tutto quello che devo fare per provarne
            l'inesistenza è... manco a crederci, accendere il
            PC!Sul tuo, sì.Davvero hai i mezzi e le risorse per controllare tutti i monitor sulla faccia della terra? Io non credo proprio.Con affermazioni di questo tipo si ricorre in genere al rasoio di Occam (in senso lato): si tagliano le ipotesi considerate più lambiccate e contraddittorie, per concentrarsi solo su quelle plausibili. Il che non significa dimostrare l'inesistenza, ma risparmiare tempo.

            Meno male che lo hai messo fra virgolette.

            Come detto, non esistono prove della non

            esistenza. Ma se tu mi citi qualche paleontologo

            che prima del 1938 l'ha messa in termini di

            prove, posso discutere del caso in

            particolare.

            Puoi benissimo andarti a informare da solo. Non
            sono mica al tuo servizio,
            eh.È nel tuo interesse mostrare che qualcuno ha provato l'inesistenza del celacanto, nei termini in cui lo descrivi tu.Io sostengo che un paleontologo non può aver detto un'idiozia del genere. Magari un giornalista da stampa sensazionalistica sì, ma per fortuna la scienza (e la logica) non la tracciano loro.

            O magari, capisco dove tu vuoi andare a parare

            abbastanza in fretta e mi porto avanti col

            lavoro. Non dovresti sottovalutare

            quest'ipotesi.

            Che ti piaccia o no il succo delle tue

            affermazioni è quello, e ho solo reso il
            concetto

            esplicito: quando si snobbano le prove, rimane

            come criterio di giudizio solo lo smisurato

            ego.

            Eh certo, se lo dici tu... non può che essere
            così?
            ;)Vado per esclusione, non sparo affermazioni come palline di carta nella penna Bic, tanto per il gusto di.Poiché qui non parliamo di teologia o di filosofia morale, ma di fatti, e anche relativamente recenti, far galoppare la fantasia è un esercizio da farsa teatrale: una barzelletta. Le prove e le testimoninze sono lì, basta andarsele a leggere, pazientemente.
          • anon scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: Crivel
            Grazie, non ho bisogno della wikipedia italiana.
            Per intenderci quella della CIA a
            Pont-Saint-Esprit:
            http://wikiperle.blogspot.dk/2013/06/la-cia-pont-s
            Ho a disposizione fonti, come dire, più stabili
            (mentalmente).Se hai a disposizione fonti migliori, allora perché chiedi a me di fornirti prove/informazioni?
            Anche una definzione rigorosa di intuizione non
            sposta i termini del problema: l'intuizione è
            ottima quando si devono formulare ipotesi,
            tuttavia non deve sovrapporsi o sostituirsi alle
            prove e alle verifiche.Così come le prove/verifiche non devono prevalere sull'intuizione.Un'unione dei due metodi è auspicabile.
            Se vuoi indicarmi dei dubbi in particolare
            sull'attacco a Pearl Harbor, discutiamo di
            quelli. L'argomento in sé è un po' troppo vasto
            per le 7000 battute del forum.Appunto, è troppo vasto. Per questo ti ho consigliato di informarti per conto tuo.

            Tutto quello che devo fare per provarne

            l'inesistenza è... manco a crederci,
            accendere
            il

            PC!

            Sul tuo, sì.
            Davvero hai i mezzi e le risorse per controllare
            tutti i monitor sulla faccia della terra? Io non
            credo proprio.Non è necessario, perché ciascuno può replicare la stessa procedura e verificare da sé relativamente al proprio PC.Comunque, il succo era: sì, si può dimostrare l'inesistenza di qualcosa. E' possibile. Contrariamente a quanto affermato da te prima.Non è peccato ammettere di aver sbagliato, eh? ;)
            È nel tuo interesse mostrare che qualcuno ha
            provato l'inesistenza del celacanto, nei termini
            in cui lo descrivi
            tu.
            Io sostengo che un paleontologo non può aver
            detto un'idiozia del genere. Magari un
            giornalista da stampa sensazionalistica sì, ma
            per fortuna la scienza (e la logica) non la
            tracciano loro.Il caso del celacanto è un chiaro esempio di quanto possa essere fuorviante basarsi <b
            solo </b
            sulle prove materiali per arrivare ad una determinata conclusione.Tutto indicava che il celacanto fosse estinto, ma poi si è scoperto che così non era. Il che significa che le 'prove', in quel caso, hanno condotto ad una conclusione errata.
          • anon scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: Crivel
            Ti chiedo di fornire fonti perché le affermazioni
            le hai fatte tu.Arieccoce!!Vuoi dei links a tutti i costi? Non puoi proprio farne a meno?Toh: https://www.google.it/search?q=pearl+harbor+roosevelt+knewGuarda quanti bei links! Comincia da quelli che ti sembrano più credibili/convincenti, informati, poi torna da me e dimostrami per filo e per segno il perché e per come siano tutte falsità.Ora le "prove" a sostegno delle mie affermazioni te le ho fornite, quindi la passa a te.
            Viceversa, non ho bisogno di sapere che cosa
            pensa quella XXXXXXccia di wikipedia,
            indipendentemente dall'argomento.E qui commetti un grossolano errore.Solo perché alcune voci della wikipedia italiana si sono rivelate "pura invenzione" non significa che TUTTA la wikipedia italiana sia da rigettare come falsa e/o non degna di credibilità.
            Finché si gioca al piccolo chimico, forse sì.
            È necessario eccome, se intendi fare
            un'affermazione valida scientificamente, per
            enunciare una legge, o un
            principio.Ognuno verifica da sé e poi comunica i risultati agli altri che li verificano a loro volta. E' alla base del metodo scientifico.
            Che ognuno lo possa fare, non ci sono dubbi. Che
            ogni possessore di computer lo faccia davvero, e
            mandi una relazione firmata a te, è decisamente
            improbabile.Non stai al gioco. Devi supporre che lo facciano.Stiamo facendo un'ipotesi qui, e devi seguirla.
            Ci sono problemi di comunicazione a
            far arrivare la richiesta a ognuno, e problemi di
            connessione rapida, non tutti i possessori di PC
            hanno internet.Quelli che non hanno internet comunicheranno in altri modi.
            No, anche se per assurdo riuscissi ad avere le
            relazioni di ogni possessore di PC, non hai
            dimostrato l'inesistenza. Hai dimostrato solo che
            il giorno in cui il fenomeno è stato controllato
            non si è verificato. È un dato statistico
            importante, quando il campione è così grande, ma
            non esclude che il fenomeno si presenterà un
            altro giorno.Guarda che mi basta riformulare il tutto come segue:voglio dimostrare l'inesistenza "dell'orco dilaniante con denti aguzzi che, all'accensione del PC, uscirà dal mio monitor venerdì prossimo alle ore 06:14 e che NON tornerà mai più"Fatto, ora non c'è più bisogno di replicare l'esperimento, perché l'avvenimento avverrà una ed una sola volta ed esclusivamente sul mio PC.
            Te lo sei messo in mente tu. Dalle tue parole
            sembra che un principio fondamentale della
            scienza prima del 1938 fosse che il celacanto
            fosse estinto, un po' come la costante di
            gravitazione universale, cosa che non
            è.No, non era ovviamente un principio fondamentale. Ma in tutti i libri e articoli prima di allora il celacanto figurava così: <i
            celacanto = estinto </i
            Cosa su cui anche gli studiosi dell'epoca erano d'accordo.

            Tutto indicava che il celacanto fosse
            estinto,

            Di nuovo, ti prego di specificare questa
            affermazione, che messa così non significa nulla:
            "tutto" cosa?"Tutto" = tutte le evidenze allora disponibili - (mi pare ovvio...)
            E chi ha detto che c'erano
            "indicazioni" di questo tipo?Era l'opinione condivisa dai paleontologi/studiosi dell'epoca.---------------------------------------------------------------Non ti piace l'esempio del celacanto? Allora facciamone un altro, questa volta ipotetico:"Supponiamo ci sia un assassino che, dopo aver commesso il suo ennesimo omicidio, vuole che non si possa risalire a lui. Così fa in modo che tutte le prove riconducano a qualcun altro (un innocente)."Ed eccoci davanti ad un altro caso in cui le "prove" da sole -senza un lavoro d'interpretazione/intuizione alle spalle- porterebbero a condannare un innocente al posto del vero colpevole.In altre parole, le "prove" da sole, hanno nuovamente condotto ad una conclusione errata. (rotfl)
          • Crivel scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: anon

            Ti chiedo di fornire fonti perché le
            affermazioni

            le hai fatte tu.

            Arieccoce!!
            Vuoi dei links a tutti i costi? Non puoi proprio
            farne a
            meno?
            Toh:
            https://www.google.it/search?q=pearl+harbor+roosevPrendo atto che tu non ragioni con la tua testa, ma con quella di Google (e talvolta di wikipedia).Spiacente per te, ma le contestazioni a ciò che sostiene Google le faccio eventualmente a Google. Alla fine, tu che c'entri?
            Ora le "prove" a sostegno delle mie affermazioni
            te le ho fornite, quindi la passa a
            te.Sarà pure una barzellletta, ma non fa ridere.

            Viceversa, non ho bisogno di sapere che cosa

            pensa quella XXXXXXccia di wikipedia,

            indipendentemente dall'argomento.

            E qui commetti un grossolano errore.
            Solo perché alcune voci della wikipedia italiana
            si sono rivelate "pura invenzione" non significa
            che TUTTA la wikipedia italiana sia da rigettare
            come falsa e/o non degna di
            credibilità.Sul concetto di "affidabilità", questo sconosciuto...Non esistono in natura persone che mentono sempre. Periodicamente la verità, per puro caso, la dicono per forza.E così è wikipedia. Che me ne faccio di una fonte che fornisce informazioni giuste per pura questione statistica?

            Finché si gioca al piccolo chimico, forse sì.

            È necessario eccome, se intendi fare

            un'affermazione valida scientificamente, per

            enunciare una legge, o un

            principio.

            Ognuno verifica da sé e poi comunica i risultati
            agli altri che li verificano a loro volta. E'
            alla base del metodo
            scientifico.Mai detto il contrario.Sono le conclusioni di questa verifica che sono un filino diverse da quelle che vorresti tu. La sottile differenza tra "fenomeno non riscontrato" e "fenomeno inesistente".

            No, anche se per assurdo riuscissi ad avere
            le

            relazioni di ogni possessore di PC, non hai

            dimostrato l'inesistenza. Hai dimostrato
            solo
            che

            il giorno in cui il fenomeno è stato
            controllato

            non si è verificato. È un dato
            statistico

            importante, quando il campione è così
            grande,
            ma

            non esclude che il fenomeno si presenterà un

            altro giorno.

            Guarda che mi basta riformulare il tutto come
            segue:Ah, adesso riformuliamo. Un metodo impeccabile.
            voglio dimostrare l'inesistenza "dell'orco
            dilaniante con denti aguzzi che, all'accensione
            del PC, uscirà dal mio monitor venerdì prossimo
            alle ore 06:14 e che NON tornerà mai
            più"Altra dimostrazione di ignoranza della scienza.Alla scienza, almeno nella sua concezione attuale, i fenomeni che accadono una volta sola non interessano. Non significa automaticamente che non esistono, ma non possono essere indagati né confermati. Dura lex, sed lex.Incidentalmente è anche il motivo per cui quasi tutti i fenomeni paranormali non hanno mai ricevuto l'attenzione di studiosi affermati. Come si fa a studiare qualcosa che avviene solo quando lo dice il paragnosta, o quando lo desidera?
            No, non era ovviamente un principio fondamentale.
            Ma in tutti i libri e articoli prima di allora il
            celacanto figurava così: <i
            celacanto =
            estinto </i
            Ah! :oLa zoologia come una tabellina di animali, presente/assente.
            Cosa su cui anche gli studiosi dell'epoca erano
            d'accordo.Altra frase priva di senso. Ma mi sono stufato di segnalartele.

            Di nuovo, ti prego di specificare questa

            affermazione, che messa così non significa
            nulla:

            "tutto" cosa?

            "Tutto" = tutte le evidenze allora disponibili -
            (mi pare
            ovvio...)Grazie per la spiegazione. Ora ne so mooooolto più di prima.

            E chi ha detto che c'erano

            "indicazioni" di questo tipo?

            Era l'opinione condivisa dai
            paleontologi/studiosi
            dell'epoca.A parte che sarebbe da verificare questa tua asserzione: è noto che la scienza si fa con le opinioni. Sì sì.Questo spiega molte cose dei tuoi precedenti commenti. :-D
            Non ti piace l'esempio del celacanto? Allora
            facciamone un altro, questa volta
            ipotetico:

            "Supponiamo ci sia un assassino che, dopo aver
            commesso il suo ennesimo omicidio, vuole che non
            si possa risalire a lui. Così fa in modo che
            tutte le prove riconducano a qualcun altro (un
            innocente)."

            Ed eccoci davanti ad un altro caso in cui le
            "prove" da sole -senza un lavoro
            d'interpretazione/intuizione alle spalle-
            porterebbero a condannare un innocente al posto
            del vero
            colpevole.
            In altre parole, le "prove" da sole, hanno
            nuovamente condotto ad una conclusione errata.
            (rotfl)Non c'entra nulla.Le prove si possono falsificare, è lapalissiano. E i testimoni si possono comprare (caso molto più frequente, tra l'altro). Ma per fortuna si possono anche fare controlli incrociati, e controlli ripetuti.Uscendo dall'ambito del proXXXXX penale e tornando alla scienza: le testimonianze di terzi nella scienza non hanno alcun valore. E uno dei caposaldi del metodo scientifico è che l'esperienza sia riproducibile. Non esiste che lo studioso Tizio Tali divulghi i risultati della sua ricerca, e che si debba credergli sulla parola. Anche lo studioso Caio Nessuno deve poter svolgere lo stesso esperimento e giungere alle stesse conclusioni.
          • anon scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: Crivel
            Prendo atto che tu non ragioni con la tua testa,
            ma con quella di Google (e talvolta di
            wikipedia).Certo che ragiono con la mia testa, mi sono informato e sono giunto (grazie anche ad un pizzico d'intuizione) alle mie conclusioni.
            Spiacente per te, ma le contestazioni a ciò che
            sostiene Google le faccio eventualmente a Google.
            Alla fine, tu che c'entri?Eh sì, come no. Perché se qualcosa lo trovi con Google vuol dire che 'G' lo sostiene e lo avalla. Ma per favore... (rotfl)
            Sarà pure una barzelletta, ma non fa ridere. Dillo chiaro: non ho voglia/tempo d'informarmi, ma pretendo comunque di avere ragione! *sic*
            E così è wikipedia. Che me ne faccio di una fonte
            che fornisce informazioni giuste per pura
            questione statistica?Guarda che le tue tante osannate "fonti migliori" sono passibili d'errore esse stesse. O vuoi forse asserire che tu hai acXXXXX all'unica vera conoscenza che non sbaglia mai? (rotfl)
            Ah! :o
            La zoologia come una tabellina di animali,
            presente/assente.Certo, le cose vanno semplificate e ridotte all'osso. Se no, non si finisce più.
            A parte che sarebbe da verificare questa tua
            asserzione: è noto che la scienza si fa con le
            opinioni. Sì sì.Certo, anche in ambito scientifico non esistono certezze assolute.Giusto nel caso non lo sapessi, eh.Le evidenze puntavano in una direzione, e gli studiosi, dopo averle interpretate, sono giunti ad una conclusione. Purtroppo per loro, errata.
            Non c'entra nulla.
            Le prove si possono falsificare, è lapalissiano.
            E i testimoni si possono comprare (caso molto più
            frequente, tra l'altro).Evidentemente non era così lapalissiano, visto che per te le prove "sono tutto" e senza di quelle "non se po' fa niente".Le prove, a volte, non bastano. Punto.
          • Crivel scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: anon

            Prendo atto che tu non ragioni con la tua
            testa,

            ma con quella di Google (e talvolta di

            wikipedia).

            Certo che ragiono con la mia testa, Finora hai dimostrato esattamente il contrario. E hai pure stufato, per la cronaca.
            Eh sì, come no. Perché se qualcosa lo trovi con
            Google vuol dire che 'G' lo sostiene e lo avalla.
            Ma per favore...
            (rotfl)Questo lo affermi tu, implicitamente, dandomi i link di Google, anziché alle prove dei tuoi dubbi.Nemmeno capisci quello che scrivi tu.

            Sarà pure una barzelletta, ma non fa ridere.

            Dillo chiaro: non ho voglia/tempo d'informarmi,
            ma pretendo comunque di avere ragione!
            *sic*Anche questo, vale sicuramente per te.Ti ho chiesto gentilmente <B
            tre volte </I
            di approfondire i punti di Pearl Harbor che non sono chiari. Non l'hai fatto.Guarda che i lettori dei forum non sono sprovveduti. Al di là dell'interesse nella vicenda del caso, capiscono che se qualcuno rifiuta di rispondere è per un solo motivo. E nemmeno sto a dire qual è.
            Guarda che le tue tante osannate "fonti migliori"
            sono passibili d'errore esse stesse. O vuoi forse
            asserire che tu hai acXXXXX all'unica vera
            conoscenza che non sbaglia mai?
            (rotfl)Cominciamo a scartare la fonte più scalcinata. E partiamo dalle altre.Non foss'altro per risparmiare tempo.
            Certo, anche in ambito scientifico non esistono
            certezze
            assolute.Conosci il metodo scientifico come un cieco dalla nascita conosce i colori.Chiudo qui, inutile infierire.
          • anon scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: Crivel
            Questo lo affermi tu, implicitamente, dandomi i
            link di Google, anziché alle prove dei tuoi
            dubbi.Le prove stanno nei links. Ovviamente, si suppone tu sappia cliccarli e leggerne successivamente il contenuto.
            Ti ho chiesto gentilmente <B
            tre volte
            </I
            di approfondire i punti di Pearl
            Harbor che non sono chiari. Non l'hai
            fatto.Certo che l'ho fatto! Le prove stan là. Nei links.
            Guarda che i lettori dei forum non sono
            sprovveduti. Al di là dell'interesse nella
            vicenda del caso, capiscono che se qualcuno
            rifiuta di rispondere è per un solo motivo. E
            nemmeno sto a dire qual è.La faccenda è tra me e te. Che c'entrano gli altri lettori del forum?Se vogliono intervenire, interverranno. no?
            Cominciamo a scartare la fonte più scalcinata. E
            partiamo dalle altre.Bene. Allora linkami le tue fonti, così che possa esaminarle e vedere quanto sono o non sono "scalcinate". Se lo sono più o meno della wikipedia italiana.
            Conosci il metodo scientifico come un cieco dalla
            nascita conosce i colori.Sai cos'è una "falsa analogia"?
          • Crivel scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: anon

            Questo lo affermi tu, implicitamente,
            dandomi
            i

            link di Google, anziché alle prove dei tuoi

            dubbi.

            Le prove stanno nei links. Ovviamente, si suppone
            tu sappia cliccarli e leggerne successivamente il
            contenuto.Su, che a settembre riaprono le scuole, e non ti annoi più.Ora però vai a giocare, da bravo.

            Guarda che i lettori dei forum non sono

            sprovveduti. Al di là dell'interesse nella

            vicenda del caso, capiscono che se qualcuno

            rifiuta di rispondere è per un solo motivo. E

            nemmeno sto a dire qual è.

            La faccenda è tra me e te. Che c'entrano gli
            altri lettori del
            forum?Se fosse tra me e te, ci scriveremmo in privato.E ribadisco che dovresti trovare passatempi più formativi per la tua età.
          • anon scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: Crivel
            Su, che a settembre riaprono le scuole, e non ti
            annoi più.
            Ora però vai a giocare, da bravo.ad hominem
            Se fosse tra me e te, ci scriveremmo in privato.Non necessariamente.E' un po' come se fossimo due persone che stanno discutendo per strada. Siamo in un luogo pubblico, sì certo; ma la nostra conversazione rimane comunque privata.Analogia debole, ma rende l'idea.
          • Crivel scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: anon

            Su, che a settembre riaprono le scuole, e
            non
            ti

            annoi più.

            Ora però vai a giocare, da bravo.

            ad hominemDevi aver fatto una ricerchina sulle fallacie logiche di recente. Nei tuoi commenti sono come il prezzemolo.Il mio invito vale sempre.

            Se fosse tra me e te, ci scriveremmo in
            privato.

            Non necessariamente.
            E' un po' come se fossimo due persone che stanno
            discutendo per strada. Siamo in un luogo
            pubblico, sì certo; ma la nostra conversazione
            rimane comunque
            privata.

            Analogia debole, ma rende l'idea.Qui tutti possono leggere dall'inizio alla fine, non solo i passanti per strada in quel preciso momento. E si fanno un'idea precisa del perché non ho intenzione di andare avanti.
          • anon scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: Crivel
            Qui tutti possono leggere dall'inizio alla fine,
            non solo i passanti per strada in quel preciso
            momento.Esistono anche le telecamere per strada, eh.Comunque, l'ho ammesso io stesso fin dall'inizio che l'analogia era debole.Il punto è: che nessun altro partecipa, allora la conversazione è tra me e te.
          • Crivel scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: anon
            Esistono anche le telecamere per strada, eh.Nessuna telecamera legale registra l'audio.
            Comunque, l'ho ammesso io stesso fin dall'inizio
            che l'analogia era
            debole.
            Il punto è: che nessun altro partecipa, allora la
            conversazione è tra me e
            te.Per giudicare le tue manifestazioni di noia da avacanza, di lettore ne basta uno solo.
          • anon scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: Crivel
            Nessuna telecamera legale registra l'audio.E degli smartphones dei passanti che ne facciamo?E di tutte quelle telecamere "non legali"?La fai troppo semplice, tu.
          • Crivel scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: anon
            - Scritto da: Crivel


            Nessuna telecamera legale registra l'audio.

            E degli smartphones dei passanti che ne facciamo?Lasciagli consumare la batteria per registrare pochi secondi di razzi degli altri.Affari loro.
            E di tutte quelle telecamere "non legali"?Si segnalano all'AGCOM.
            La fai troppo semplice, tu.Ma è semplice: tu torni ai tuoi passatempi consueti, in attesa che le scuole riaprano a settembre, e non disturbi su un argomento come il progetto PRISM che per alcuni è un problema serio.
          • anon scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: Crivel
            Lasciagli consumare la batteria per registrare
            pochi secondi di razzi degli
            altri. Affari loro.Sì, e poi caricano il video su internet così che tutti "ci possono accedere".Come vedi, siamo punto a capo.Parlare qui sul forum, non è poi così diverso dal parlare apertamente per strada.Ci sono delle differenze, certo. Ma sono trascurabili.
            Ma è semplice: tu torni ai tuoi passatempi
            consueti, in attesa che le scuole riaprano a
            settembre, e non disturbi su un argomento come il
            progetto PRISM che per alcuni è un problema
            serio.Sono dell'opinione che tu la stia prendendo un po' troppo seriamente.
          • Crivel scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            Vuoi qualche titolo di film da vedere per ingannare l'attesa fino a settembre? Qualche film di spionaggio o di fantascienza? Ci vuole poco a stilare una lista. Tutto, pur di allontarnarti da questioni che non afferri e non potrai mai capire.
          • anon scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: Crivel
            Come si fa a studiare qualcosa che avviene
            solo quando lo dice il paragnosta, o quando lo
            desidera?Semplice: sii presente quando il paragnosta dice e/o desidera che avverrà l'evento.
          • Crivel scrive:
            Re: Curiosità per privacy


            Come si fa a studiare qualcosa che avviene

            solo quando lo dice il paragnosta, o quando
            lo

            desidera?

            Semplice: sii presente quando il paragnosta dice
            e/o desidera che avverrà
            l'evento.Il che equivale a dire "mai". Molti parapsicologi rifiutano semplicemente di fare dimostrazioni in condizioni controllate, alcuni addirittura rifiutano l'acXXXXX a determinate persone.Risultato: è esattamente quello che accade: questi fenomeni non si studiano <B
            mai </B
            . E non per responsabilità degli studiosi.
          • anon scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: Crivel
            Il che equivale a dire "mai". Molti parapsicologi
            rifiutano semplicemente di fare dimostrazioni in
            condizioni controllate, alcuni addirittura
            rifiutano l'acXXXXX a determinate
            persone."l'orco dilaniante con denti aguzzi che, all'accensione del PC, uscirà dal mio monitor venerdì prossimo alle ore 06:14 per tirarmi un pugno in faccia e che dopo sparirà nel nulla per non tornare mai più"Vieni a casa mia, e verifichiamone assieme l'inesistenza. Porta pure chi vuoi. Ti aspetto.
          • Crivel scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: anon
            "l'orco dilaniante con denti aguzzi che,
            all'accensione del PC, uscirà dal mio monitor
            venerdì prossimo alle ore 06:14 per tirarmi un
            pugno in faccia e che dopo sparirà nel nulla per
            non tornare mai
            più"

            Vieni a casa mia, e verifichiamone assieme
            l'inesistenza. Porta pure chi vuoi. Ti
            aspetto.Grazie, il problema dell'inesistenza di un fenomeno l'ho già affrontato, e non mi ripeterò.Mi piacerebbe dimostrare l'inesistenza di un bimbominkia qua sul forum. Ma è impossibile, esiste eccome.
          • anon scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: Crivel
            Grazie, il problema dell'inesistenza di un
            fenomeno l'ho già affrontato, e non mi
            ripeterò."Se, ad esempio, si dimostra che esiste un monte alto quanto l'everest e si dimostra che è il più alto del pianeta, allora si dimostra che NON esiste un monte più alto dell'everest sulla terra."Toh, ma guarda, abbiamo dimostrato di nuovo l'inesistenza di qualcosa.
          • Crivel scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: anon
            "Se, ad esempio, si dimostra che esiste un monte
            alto quanto l'everest e si dimostra che è il più
            alto del pianeta, allora si dimostra che NON
            esiste un monte più alto dell'everest sulla
            terra."

            Toh, ma guarda, abbiamo dimostrato di nuovo
            l'inesistenza di
            qualcosa.Risparmiami i tuoi arrampicamenti sui vetri. E trovati qualche hobby più creativo. Il subbuteo, la playstation...
          • anon scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: Crivel
            Risparmiami i tuoi arrampicamenti sui vetri. Certo, certo. Intanto ti ho fornito la dimostrazione dell'inesistenza di qualcosa. Semplice e chiara.Tu cos'hai fornito invece? A parte supponenza e insulti non tanto velati, s'intende?
          • Crivel scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            Ho mostrato l'inconsistenza delle tue argomentazioni. E capisco che per chi non capsice nemmeno ciò che scrive riconoscerlo sarà impossibile.Su, è bel tempo, va' a fare una passeggiata.
          • anon scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: Crivel
            Ho mostrato l'inconsistenza delle tue
            argomentazioni.E come? Con frasi tipo questa? <b

            Su, è bel tempo, va' a fare una passeggiata. </b
            (rotfl)
          • Crivel scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            Confermo che è il caso di fare una passeggiata. La fase in cui facevi finta di avere qualcosa di dire è terminata.
          • anon scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: Crivel
            Confermo che è il caso di fare una passeggiata.
            La fase in cui facevi finta di avere qualcosa di
            dire è terminata.Quello che dovevo dire l'ho detto, e lo ribadisco: ci sono casi ancora oggi poco chiari, dove le prove sono inconcludenti; e dove, se si vuole arrivare a capirne di più, non si può prescindere dall'usare strumenti quali l'intuizione per avvicinarsi alla verità.Tutto qui, semplice e chiaro. Che ognuno rifletta e giunga alle proprie conclusioni.
          • Crivel scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            Sí, ecco, bravo.Ora concentrati sul nuovo anno scolastico e su come passare meglio il tempo. L'umanitá ringrazia.
          • anon scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: Crivel
            Sí, ecco, bravo.
            Ora concentrati sul nuovo anno scolastico e su
            come passare meglio il tempo. L'umanitá
            ringrazia.Guarda che la scuola l'ho già terminata anni fa. (rotfl)
          • Crivel scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            No, i forum di tutti i tipi da luglio a metà settembre pullulano di persone che non hanno nulla da dire, ma a cui piace far perdere tempo con pretesti; strategia imparata con i professori a scuola. Sono studenti annoiati e privi di stimoli, come te.
          • anon scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: Crivel
            No, No, cosa?Stai forse asserendo che dico il falso quando affermo di non essere uno studente perché la scuola l'ho già finita anni fa?Siamo davvero arrivati a questi punti?!
            i forum di tutti i tipi da luglio a metà
            settembre pullulano di persone che non hanno
            nulla da dire, ma a cui piace far perdere tempo
            con pretesti; strategia imparata con i professori
            a scuola. Sono studenti annoiati e privi di
            stimoli, come te.Perché, scusa, gli articoli di PI non sono forse degli stimoli anche loro?Non si capisce perché debba per forza fare qualcos'altro, invece di commentare su PI... mah.
          • Crivel scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            Che noioso che sei, anon. Ci sono persone che non hanno mai nulla da dire, ma lo dicono con grazia. Tu non sei fra quelli. :-oI ragionamenti complessi non fanno per te. Fine del discorso.
          • anon scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            Dimenticavo...- Scritto da: Crivel
            Non esistono in natura persone che mentono
            sempre. Periodicamente la verità, per puro caso,
            la dicono per forza.
            E così è wikipedia. Che me ne faccio di una fonte
            che fornisce informazioni giuste per pura
            questione statistica?Te ne fai che la voce su 'Pearl Harbor' (e non solo) potrebbe benissimo essere, per una semplice questione statistica, corretta.Fino a prova contraria, ovviamente. Prova che, finora, ti sei guardato bene dal fornire.E non ricominciare col solito giochetto de: "l'onere della prova sta a chi afferma" - perché non solo è un'affermazione paradossale, visto che andrebbe essa stessa provata; ma non c'è nemmeno comune accordo tra i logici di professione su "a chi spetti veramente l'onere della prova". E' un dibattito ancora aperto.Steven Hales, per esempio, la mette in questi termini:"[...] <i
            However, it would be a grievous mistake <b
            to insist that someone prove all the premises of any argument </b
            they might give. Here's why: The only way to prove, say, that there is no evidence of unicorns in the fossil record, is by giving an argument to that conclusion. Of course,one would then have to prove the premises of that argumentby giving further arguments, and then prove the premises ofthose further arguments, <b
            ad infinitum </b
            . </i
            [...]"
            Ah, adesso riformuliamo. Un metodo impeccabile.Ipotesi e teorie scientifiche vengono rifolmulate di continuo.E' normale.
            Alla scienza, almeno nella sua concezione
            attuale, i fenomeni che accadono una volta sola
            non interessano.Ma davvero??Il big-bang è avvenuto una ed una sola volta (o almeno così si suppone), ma la scienza se ne interessa eccome!Tra l'altro anche Pearl Harbor è avvenuto una sola volta... (rotfl)
            Grazie per la spiegazione. Ora ne so mooooolto
            più di prima.Ne potresti sapere moooooolto di più se t'informassi. <i
            Google's your friend. </i
          • Crivel scrive:
            Re: Curiosità per privacy

            E non ricominciare col solito giochetto de:
            "l'onere della prova sta a chi afferma" - perché
            non solo è un'affermazione paradossale, visto che
            andrebbe essa stessa provata; ma non c'è nemmeno
            comune accordo tra i logici di professione su "a
            chi spetti veramente l'onere della prova". E' un
            dibattito ancora
            aperto.Me lo vedo proprio anon che segue giorno per giorno i dibattiti dei logici sull'onere della prova. (rotfl)Su, vai a ripassare il teorema di Pitagora. Quello magari ci credo, che lo conosci.
          • Voice of Reason scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: anon
            Vero.
            Ma se credi che lo scopo della domandina retorica
            "Dove sono le prove?" fatta da Voice of Reason
            fosse quello, ti sbagli.Chi fa un'affermazione deve provarla. Ma probabilmente hai la casa piena dei libercoli e dei DVD di "adam kadmon" e non ti perdi un episodio di "misteri". Mediaset commossa ringrazia.(rotfl)Taci, bamboccio, e lascia parlare gli adulti. ;)
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            contenuto non disponibile
          • Voice of Reason scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: unaDuraLezione
            Scrivere 'probabilmente' davanti serve solo a far
            capire che non hai le idee
            chiare.Lo scrivo perchè non è detto che il nostro matrixino sappia leggere. ;)
          • anon scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: unaDuraLezione
            Provalo: <b
            chi fa un'affermazione deve
            provarla </b
            (cit.).Ecco, appunto: Un paradosso... ;)
          • ... scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: anon
            Ad ogni modo, non sarebbe la prima volta nella
            storia degli USA: basti pensare a tutti quei casi
            sospetti e poco chiari come Pearl Harbor, l'11
            settembre,
            etc.Ma per favore... "poco chiari", io tra i complottisti dell'11 Settembre ho sempre sentito una caterva di fanfaronate che senza alcuna base nella realtà affermavano tutto e il contrario di tutto, sempre partendo dalla conclusione (che sia tutto un complotto ordito dall'interno) e cercando prove a sostegno del complotto invece di partire dai dati e trarne le conclusioni.E finiamola con 'ste cavolate, perché con 'sti complottismi da 4 soldi non fate altro che togliere credibilità a chi dice giustamente che queste misure anti-privacy sono pericolose.
          • prova123 scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            Su questo non c'è ombra di dubbio, gli USA l'hanno già dimostrato in maniera chiara a partire dalla seconda guerra mondiale: di Pearl Harbour sapevano tutto in anticipo ma hanno lasciato morire migliaia di americani per avere la scusa di intervenire contro il giappone. Il lupo perde il pelo ma non il vizio. Adesso ci toccherà aspettare un altra trentina di anni per sapere cosa è sucXXXXX l'11 settembre! :D
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: Curiosità per privacy
          contenuto non disponibile
          • krane scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: ale75

            in compenso centinai di

            attentati sono stati sventati
            Sono sicuro che non avrai problemi ad
            elencarne un centinaio.
            Attendo con ansia.Si, cose tipo: ma si c'era quel tipo che hanno preso prima che facesse qualsiasi cosa a cui non hanno trovato armi ne' altro, che forse parlando di GdR al telefono ha attirato l'attenzione.
      • winter scrive:
        Re: Curiosità per privacy

        E' così importante la tua domanda?
        Quando in fondo alla baia di Tokyo si trovano i
        cadaveri di gente incatenata e buttata in mare è
        un po' troppo tardi per farsi domande sul chi e
        sul
        come.

        Chi oggi è un signor nessuno, viene semplicemente
        loggato ma ovviamente non c'è un agente che lo
        controlla minuto per
        minuto.
        Quando domani quel signor nessuno sarà diventato
        il direttore della banca centrale o il ministro
        degli esteri o qualsiasi altra cosa, ALLORA verrà
        contattato da un tizio che gli dirà: " <i

        sappiamo cosa hai detto il giorno tal dei tali al
        sig. tal dei tali. O fai quello che diciamo noi,
        oppure la tua carriera è finita. </i

        "

        Non ti basta questa possiblità unita al fatto che
        le aziende extra USa saranno SEMPRE svantaggiate
        perché le loro intenzioni sono monitorate da
        queste
        spie?
        --------------------------------------------------
        Modificato dall' autore il 25 luglio 2013 17.45
        --------------------------------------------------Grazie per la risposta, tuttavia pensavo di esser stato chiaro: non mi interessa discutere sul giusto o meno, volevo solo sapere se esistevano casi accertati di dati personali usati dai Governi per nuocere delle persone "normali", non terroristi o delinquenti in poche parole. Non sto giustificando la raccolta di dati né il contrario, era solo una pura curiosità "tecnica".
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: Curiosità per privacy
          contenuto non disponibile
          • winter scrive:
            Re: Curiosità per privacy



            volevo solo sapere se esistevano

            casi accertati di dati personali usati dai

            Governi per nuocere delle persone "normali"

            Se l'azienda per cui lavori fallisce perché
            un'azienda USA vince tutti i bandi (sapendo in
            anticipo quanto la tua azienda proporrà), non
            diresti che questo 'nuoce alla persone
            normali'?Certo che si, però siamo sul campo delle ipotesi. Chiedevo casi accertati per mia curiosità personale, tutto qua, grazie lo stesso.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            contenuto non disponibile
          • winter scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: winter


            Certo che si, però siamo sul campo delle
            ipotesi.

            Se tu giocassi a poker e conoscessi le carte
            dell'avversario, sarebbe un'ipotesi pensare che
            ne
            approfitteresti?
            Davvero?


            Io dico che sarebbe un'ipotesi pensare che NON ne
            approfitteresti.
            Un'ipotesi molto azzardata.
            --------------------------------------------------
            Modificato dall' autore il 26 luglio 2013 09.29
            --------------------------------------------------E' un paragone che non calza perchè nel poker sei uno contro l'altro, tra cittadini e governo non c'è agonismo. Comunque, visto come ragioni, dovrei credere che se tu fossi un sysadmin ti approfitteresti dei dati ai quali puoi accedere, l'occasione fa l'uomo ladro in altre parole.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            contenuto non disponibile
    • Porfirio Villarosa scrive:
      Re: Curiosità per privacy
      - Scritto da: winter
      Scusate la domanda ingenua, ma è mai sucXXXXX che
      qualche cittadino "normale" abbia mai subito
      abusi o ripercussioni da dati privati in mano al
      governo?In mano a governi dittatoriali, senza dubbio. È inutile addirittura cercare esempi (anche perché di prove certe di questa intrusione non ne troveresti, non amano la trasparenza).In mano al governo Usa, e limitatamente al periodo in cui il rastrellamento è iniziato, non saprei. Direi che è un po' prestino per dirlo.In passato, invece, i dati riguardanti la vita sociale di varie persone è stata passata al setaccio dalla famigerata commissione per le attività comuniste voluta dal senatore McCarthy. Erano gli anni Cinquanta...
      • pierob scrive:
        Re: Curiosità per privacy
        infatti erano gli anni cinquanta oggi siamo nel 2013 e le procedure sono cambiate, le motivazioni e i risultati no
      • iRoby scrive:
        Re: Curiosità per privacy
        - Scritto da: Porfirio Villarosa
        In mano a governi dittatoriali, senza dubbio.
        È inutile addirittura cercare esempi (anche
        perché di prove certe di questa intrusione non ne
        troveresti, non amano la
        trasparenza).
        In mano al governo Usa, e limitatamente al
        periodo in cui il rastrellamento è iniziato, non
        saprei. Direi che è un po' prestino per dirlo.Gli USA sono oggi di fatto uno stato fascista mascherato da democrazia.E sono anche stati condannati per terrorismo dall'alta corte dell'Aja.
        • Crivel scrive:
          Re: Curiosità per privacy
          - Scritto da: iRoby
          E sono anche stati condannati per terrorismo
          dall'alta corte
          dell'Aja.Mi dici la data e il numero della sentenza, per cortesia?
          • iRoby scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            Gli USA sono stati condannati nel 1986 per i fatti accaduti in Salvador e Nicaragua.http://diversacronaca.altervista.org/blog/?page_id=94Poi questo articolo di Noam Chomsky è molto interessante:http://www.presstv.ir/detail/2013/01/29/286231/us-a-top-terrorist-state-chomsky/E poi c'è l'inchiesta di Paolo Barnard e di Report:[yt]OumTbwA07FU[/yt]
          • Crivel scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: iRoby
            Gli USA sono stati condannati nel 1986 per i
            fatti accaduti in Salvador e
            Nicaragua.
            http://diversacronaca.altervista.org/blog/?page_idNon vedo riferimenti al proXXXXX presso la Corte dell'Aja. Me li puoi indicare meglio? Magari con un link presso la corte stessa.
            Poi questo articolo di Noam Chomsky è molto
            interessante:

            http://www.presstv.ir/detail/2013/01/29/286231/us-E certo, l'articolo del guru del momemnto non manca mai.(rotfl)Io ti chiedo un dato preciso, e tu mi parli di filosofia.
            E poi c'è l'inchiesta di Paolo Barnard e di
            Report:
            [yt]OumTbwA07FU[/yt]Paolo Barnard non c'entra nulla con <I
            Report </I
            . Con la riforma dei manicomi del 1978, forse sì.
          • iRoby scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: Crivel
            - Scritto da: iRoby

            Gli USA sono stati condannati nel 1986 per i

            fatti accaduti in Salvador e

            Nicaragua.


            http://diversacronaca.altervista.org/blog/?page_id

            Non vedo riferimenti al proXXXXX presso la Corte
            dell'Aja. Me li puoi indicare meglio? Magari con
            un link presso la corte stessa.La sentenza è del 27 giugno 1986http://www.studiperlapace.it/view_news_html?news_id=nicaragua86
            E certo, l'articolo del guru del momemnto non
            manca
            mai.(rotfl)
            Io ti chiedo un dato preciso, e tu mi parli di
            filosofia.Ca%%o centra la filosofia? Chmosky è un professore dell'MIT esperto di scienze cognitive e di comunicazione ed è consulente del governo americano.
            Paolo Barnard non c'entra nulla con <I

            Report Non c'entra nulla? L'ha fondata lui insieme alla Gabanelli quella trasmissione. È stato il maggiore giornalista di inchiesta prima che gli voltassero le spalle negandogli l'assistenza legale dopo l'inchiesta sulle truffe delle aziende farmaceutiche.Ma chi sei tu?
          • Gilles de Rais scrive:
            Re: Curiosità per privacy

            http://diversacronaca.altervista.org/blog/?page_id



            Non vedo riferimenti al proXXXXX presso la
            Corte

            dell'Aja. Me li puoi indicare meglio? Magari
            con

            un link presso la corte stessa.

            La sentenza è del 27 giugno 1986
            http://www.studiperlapace.it/view_news_html?news_iPrendo atto che non sai fornire un'informazione di prima mano, e che per te il sito "Studi per la pace" è la fonte ufficiale di documenti importanti come una condanna per terrorismo.Che scemi noialtri, che pensavamo che i documenti originali li conservassero i tribunali (in questo caso quello dell'Aja)...

            Io ti chiedo un dato preciso, e tu mi parli
            di

            filosofia.

            Ca%%o centra la filosofia? Chmosky è un
            professore dell'MIT esperto di scienze cognitive
            e di comunicazione ed è consulente del governo
            americano.Cercando di smentire, confermi.Non ci sono basi biologiche o chimiche per le scienze cognitive, per ora. È tutto basato sui ragionamenti ed esperimenti sul comportamento. Legittimi, per carità, ma mi interessava un dato di fatto come una sentenza, non le opinioni di un cognitivista, sai com'è, vado al sodo...In più: Noam Chomsky non è mai stato consulente di nessun governo Usa. Caso mai un oppositore di tutti gli ultimi governi, dagli anni Sessanta in poi.

            Paolo Barnard non c'entra nulla con
            <I


            Report

            Non c'entra nulla? L'ha fondata lui insieme alla
            Gabanelli quella trasmissione.No, la fondatrice è Milena Gabanelli assieme ad Aldo Bruno. Barnard ha collaborato ad alcune puntate, ma la sua collaborazione si ferma al 2003. Dieci anni fa. Quindi correggo: Paolo Barnard non c'entra <B
            più </B
            nulla con Report. Meglio essere precisi.
          • iRoby scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: Gilles de Rais
            Prendo atto che non sai fornire un'informazione
            di prima mano, e che per te il sito "Studi per la
            pace" è la fonte ufficiale di documenti
            importanti come una condanna per
            terrorismo.
            Che scemi noialtri, che pensavamo che i documenti
            originali li conservassero i tribunali (in questo
            caso quello dell'Aja)...Certe persone fate proprio scomXXXXXXre dal ridere, quanto siete fasulle come le banconote del monopoli, astroturfer da 4 soldi bucati.Se guardavi in alto a destra nel sito che ti ho fornito c'era il link al PDF completo della sentenza.Ma bastava scorrere lo slider e scendere lungo la pagina.
            Cercando di smentire, confermi.
            Non ci sono basi biologiche o chimiche per le
            scienze cognitive, per ora. È tutto basato
            sui ragionamenti ed esperimenti sul
            comportamento. Legittimi, per carità, ma mi
            interessava un dato di fatto come una sentenza,
            non le opinioni di un cognitivista, sai com'è,
            vado al sodo...
            In più: Noam Chomsky non è mai stato consulente
            di nessun governo Usa. Caso mai un oppositore di
            tutti gli ultimi governi, dagli anni Sessanta in
            poi.Noam Chomsky lavora per il MIT e molti suoi lavori sul cognitivismo sono finanziati dall'US Army. È a tutti gli effetti un consulente del governo americano.Anzi è stato criticato per questo:"Some critics have accused Chomsky of hypocrisy when, in spite of his political criticism of American and European military imperialism, early research at the institution (MIT) where he did his linguistic research had been substantially funded by the American military.[144] More sympathetic critics, pointing to the same institutional sponsorship, have described him instead as "the conscience of America".[145] Chomsky himself makes the argument that because he has received funding from the U.S. military, he has an even greater responsibility to criticize and resist its immoral actions."
            No, la fondatrice è Milena Gabanelli assieme ad
            Aldo Bruno. Barnard ha collaborato ad alcune
            puntate, ma la sua collaborazione si ferma al
            2003. Dieci anni fa.

            Quindi correggo: Paolo Barnard non c'entra
            <B
            più </B
            nulla con Report.
            Meglio essere
            precisi.Dalla biografia di Paolo Barnard:"Sono un giornalista, o forse lo sono stato, e come tale ho lavorato per innumerevoli testate nazionali fra quotidiani e periodici, come La Stampa, Il Manifesto, Il Corriere della Sera, Il Mattino, Il Secolo di Genova, La Repubblica, La Voce di Montanelli, Il Sabato, Chorus, Oggi, Avvenimenti e altri. Per la televisione in RAI con Samarcanda di Santoro durante la Guerra del Golfo (1991) <b
            e con Report per dieci anni, avendolo co-fondato (1994-2004). </b
            "Non ne hai presa una pur di disinformare...
          • Gilles de Rais scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: iRoby
            Certe persone fate proprio scomXXXXXXre dal
            ridere, quanto siete fasulle come le banconote
            del monopoli, astroturfer da 4 soldi
            bucati.Detto da uno che non azzecca una concordanza, "certe persone fate proprio scomXXXXXXre", è un complimento. ;-)
            Se guardavi in alto a destra nel sito che ti ho
            fornito c'era il link al PDF completo della
            sentenza.E dammelo qui, no? :@Le scatole cinesi: ti do il link a un sito in cui c'é un altro link col PDF che contiene un altro link...L'ho detto dall'inizio, a me interessa la sentenza della corte dell'Aja, non il resto.
            Noam Chomsky lavora per il MIT e molti suoi
            lavori sul cognitivismo sono finanziati dall'US
            Army. È a tutti gli effetti un consulente
            del governo
            americano.L'esercito americano (chissà perché devi usare il termine inglese) non finanzia docenti singolarmente. Finanzia le università, che comunque i soldi li hanno già dalle iscrizioni, e gli studi applicati: ma questi mica li segue Chomsky da solo, spesso ci lavorano in duecento alla volta.In più dalla pagina del MIT Chomsky, per ovvie ragioni di età, risulta "professor emeritus": http://web.mit.edu/linguistics/people/faculty/chomsky/è un docente in pensione che ha ancora legami con l'università, ma non tiene più corsi in maniera regolare.Ciò ci cui parli riguarda il passato, eventualmente.

            No, la fondatrice è Milena Gabanelli assieme
            ad

            Aldo Bruno. Barnard ha collaborato ad alcune

            puntate, ma la sua collaborazione si ferma al

            2003. Dieci anni fa.



            Quindi correggo: Paolo Barnard non c'entra

            <B
            più </B
            nulla con Report.

            Meglio essere

            precisi.

            Dalla biografia di Paolo Barnard:
            "Sono un giornalista, o forse lo sono stato, e
            come tale ho lavorato per innumerevoli testate
            nazionali fra quotidiani e periodici, come La
            Stampa, Il Manifesto, Il Corriere della Sera, Il
            Mattino, Il Secolo di Genova, La Repubblica, La
            Voce di Montanelli, Il Sabato, Chorus, Oggi,
            Avvenimenti e altri. Per la televisione in RAI
            con Samarcanda di Santoro durante la Guerra del
            Golfo (1991) <b
            e con Report per dieci
            anni, avendolo co-fondato (1994-2004). </b

            "Ora capisci perché parlavo di legge Basaglia? La pagina di wikipedia su di lui è bloccata per minacce legali, assieme a quella di Filippo Facci, di Antonio Angelucci, di Roberto Fiore, e poche altre. Chiediti perché (solo quella di Barnard, gli altri non mi interessano).
            Non ne hai presa una pur di disinformare...Link alla mano, chiunque capisce chi disinforma qui.Purtroppo quando uno ha seri problemi a rapportarsi con la realtà va a dare ascolto ad ogni pazzo che si crede Napoleone. È così che la realtà diventa il nemico, mentre le fantasie, più sono assurde, più appaiono rassicuranti. :|Ma la pazzia non è un reato. Basta che ti ricordi del link.
          • iRoby scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: Gilles de Rais
            E dammelo qui, no? :@
            Le scatole cinesi: ti do il link a un sito in cui
            c'é un altro link col PDF che contiene un altro
            link...
            L'ho detto dall'inizio, a me interessa la
            sentenza della corte dell'Aja, non il
            resto.Ma nella pagina c'era un estratto della sentenza. E la versione integrale era nel link in alto:http://files.studiperlapace.it/spp_zfiles/docs/nicaragua86.pdf
            L'esercito americano (chissà perché devi usare il
            termine inglese) non finanzia docenti
            singolarmente. Finanzia le università, che
            comunque i soldi li hanno già dalle iscrizioni, e
            gli studi applicati: ma questi mica li segue
            Chomsky da solo, spesso ci lavorano in duecento
            alla volta.Questo non cambia il succo...Che l'esercito finanziasse lui insieme ad altri 200, non cambia il fatto che lui fosse un consulente stipendiato dal governo. Chomsky è emerito per ovvie ragioni di età.Come citato nel miei post Chomsky ha scritto centinaia di libri in cui cita ripetutamente la deriva fascista di quella nazione.Detto da un professore emerito ex "consulente" del governo americano...I suoi libri spiegano ogni dettaglio...
            Ora capisci perché parlavo di legge Basaglia? No non hai parlato di nessuna legge Basaglia con me.
            La pagina di wikipedia su di lui è bloccata per
            minacce legali, assieme a quella di Filippo
            Facci, di Antonio Angelucci, di Roberto Fiore, e
            poche altre. Chiediti perché (solo quella di
            Barnard, gli altri non mi interessano).Non me ne frega niente di tutti gli altri, né della pagina di wikipedia.La sua Biografia parla di co-fondazione e collaborazione per 10 anni.
            Link alla mano, chiunque capisce chi disinforma
            qui.
            ...
            Ma la pazzia non è un reato. Basta che ti ricordi
            del link.No no guarda, qua di documentazione c'è tutta quella che vuoi.Far passare me per pazzo o per uno che non è al corrente di certe cose non ti funziona...Il succo del discorso è chiaro, gli Stati Uniti si sono dimostrati già in passato uno Stato fascista e terrorista, con tanto di condanne internazionali.E da Echelon a Prism, approfittano di qualsiasi altra nazione cagandogli in testa e permettendosi di fare qualsiasi nefandezza.I suoi dissidenti interni che ci hanno lavorato, hanno visto e condannano il marcio di quel paese già da un trentennio se non oltre.Per cui è inutile che passi qui a difendere un paese come quello, pieno di oligarchi di XXXXX, che si credono di poter trattare come XXXXX il resto del mondo, quando sono loro la XXXXX per eccellenza. E chiunque li difenda emana lo stesso fetore.E mi dispiace per il popolo americano che si dimostrano dei sempliciotti senza cognizione, come dei bambini rinXXXXXXXXti dal consumismo, ingannati dal loro governo e con un sistema scolastico che li lascia in condizioni pietose:[yt]Hp4iI59BfpQ[/yt]-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 luglio 2013 22.12-----------------------------------------------------------
          • Crivel scrive:
            Re: Curiosità per privacy

            L'ho detto dall'inizio, a me interessa la

            sentenza della corte dell'Aja, non il

            resto.

            Ma nella pagina c'era un estratto della sentenza.
            E la versione integrale era nel link in
            alto:
            http://files.studiperlapace.it/spp_zfiles/docs/nicDunque, tu sopra hai scritto:"E sono anche stati condannati per terrorismo dall'alta corte dell'Aja".Ci sono 16 punti per cui gli Usa sono stati condannati dalla Corte internazionale di Giustizia (che non era né Alta né Bassa, nel 1986). Nessuno di questi punti parla di "terrorismo" o "terrore". Come la mettiamo?

            L'esercito americano (chissà perché devi
            usare
            il

            termine inglese) non finanzia docenti

            singolarmente. Finanzia le università, che

            comunque i soldi li hanno già dalle
            iscrizioni,
            e

            gli studi applicati: ma questi mica li segue

            Chomsky da solo, spesso ci lavorano in
            duecento

            alla volta.

            Questo non cambia il succo...
            Che l'esercito finanziasse lui insieme ad altri
            200, non cambia il fatto che lui fosse un
            consulente stipendiato dal governo.Adesso la FIAT finanzia il Politecnico di Torino, e automaticamente ogni professore è un consulente di Marchionne e della Confindustria. (rotfl)Sono proprio ragionamenti tirati per i capelli: le Università americane vivono sui finanziamenti molto di più di quelle europee, e non possono permettersi di fare le sdegnose, a seconda che il loro benefattore sia "buono" o "cattivo" in quel momento storico.
            Come citato nel miei post Chomsky ha scritto
            centinaia di libri in cui cita ripetutamente la
            deriva fascista di quella
            nazione.Ho mai scritto il contrario?Per ogni filosofo che critica gli Usa io te ne tiro fuori dal cappello uno che ne parla bene. Non è questo il punto.
            Detto da un professore emerito ex "consulente"
            del governo
            americano...Hai il pallino del consulente.Uno entra come insegnante all'Università, il luogo per antonomasia dell'esercizio della libertà di pensiero, e si trova appiccicate etichette strambe in base ai soldi che l'Università riceve. Mah...
            No non hai parlato di nessuna legge Basaglia con
            me.Due commenti fa: "Paolo Barnard non c'entra nulla con Report . Con la riforma dei manicomi del 1978, forse sì". Ignori che la riforma dei manicomi del '78 è stata intitolata a Franco Basaglia (malgrado non fosse né parlamentare né ministro)?
            La sua Biografia parla di co-fondazione e
            collaborazione per 10
            anni.Sì, e la biografia di Oscar Giannino parla di un master all'Università di Chicago e della partecipazione allo Zecchino d'oro. Entrambe fantasie malate.E la biografia di Daniela Santanché parla di un master alla SDA Bocconi. Idem come sopra. E io sono il proprietario della fontana di Trevi, e se sei interessato faccio un buon prezzo. Quando imparerai a non credere alle sparate del primo che passa? :|
            No no guarda, qua di documentazione c'è tutta
            quella che
            vuoi.Uh! Da quel sito, poi, te lo raccomando!
            Far passare me per pazzo o per uno che non è al
            corrente di certe cose non ti
            funziona...Ti piaccia o no, l'effetto è quello.
            Il succo del discorso è chiaro, ... che ti inventi accuse di terrorismo laddove ci sono accuse, gravi sì, ma diverse.Vedi inizio del commento.
          • iRoby scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: Crivel
            Dunque, tu sopra hai scritto:

            "E sono anche stati condannati per terrorismo
            dall'alta corte dell'Aja".

            Ci sono 16 punti per cui gli Usa sono stati
            condannati dalla Corte internazionale di
            Giustizia (che non era né Alta né Bassa, nel
            1986). Nessuno di questi punti parla di
            "terrorismo" o "terrore". Come la mettiamo?L'Alta Corte di Giustizia si definisce Alta come alcune corti sono definite Supreme, perché sono organismi sopra le altre corti di giustizia come livello di appello e sono sovranazionali o i loro verdetti sono inappellabili.E poi terrorismo è un termine recente che nel 1986 non si utilizzava. I reati per cui sono stati condannati gli USA sono più gravi del terrorismo e comprendono anche atti di terrorismo.Nella sentenza vengono chiamati coi loro nomi, assassinii, attentati, torture, finanziamento a gruppi di ribelli armati, minatura di acque territoriali di un altro stato, bombardamenti ed altre nefandezze.
            Sono proprio ragionamenti tirati per i capelli:
            le Università americane vivono sui finanziamenti
            molto di più di quelle europee, e non possono
            permettersi di fare le sdegnose, a seconda che il
            loro benefattore sia "buono" o "cattivo" in quel
            momento storico.
            Ho mai scritto il contrario?
            Per ogni filosofo che critica gli Usa io te ne
            tiro fuori dal cappello uno che ne parla bene.
            Non è questo il punto.Non me ne può XXXXXXX di meno. Chomsky ha lavorato per il governo. Ha visto dall'interno lo schifo che è il governo USA, ed ha ritenuto opportuno diventare un dissidente e denunciare quello schifo.Chomsky oggi definisce gli USA uno stato non democratico e fascista.
            Sì, e la biografia di Oscar Giannino parla di un
            master all'Università di Chicago e della
            partecipazione allo Zecchino d'oro. Entrambe
            fantasie malate.
            E la biografia di Daniela Santanché parla di un
            master alla SDA Bocconi. Idem come sopra.

            E io sono il proprietario della fontana di Trevi,
            e se sei interessato faccio un buon prezzo.

            Quando imparerai a non credere alle sparate del
            primo che passa?
            :|Sono 20 anni che si sa che Barnard è co-fondatore e reporter di primo piano di Report. Quindi per cortesia non stiamo a sminuire la gente in gamba.Paolo Barnard oggi è uno dei maggiori attivisti che denuncia il potere economico della finanza e delle oligarchie straniere che stanno rovinando l'Italia e gli altri paesi europei.L'anno scorso ha organizzato convegni di economia in cui ha portato i maggiori economisti del mondo a spiegarci le Teorie Monetarie Moderne e il modo per uscire dallo schifo in cui ci hanno infognato la Francia e la Germania.Io sono stato uno dei sostenitori e partecipanti dei convegni. Conosco personalmente Paolo Barnard e sto provando ad organizzare incontri nella mia regione per lui e l'economista Warren Mosler.
          • Crivel scrive:
            Re: Curiosità per privacy


            Dunque, tu sopra hai scritto:



            "E sono anche stati condannati per terrorismo

            dall'alta corte dell'Aja".



            Ci sono 16 punti per cui gli Usa sono stati

            condannati dalla Corte internazionale di

            Giustizia (che non era né Alta né Bassa, nel

            1986). Nessuno di questi punti parla di

            "terrorismo" o "terrore". Come la mettiamo?
            L'Alta Corte di Giustizia si definisce Alta come
            alcune corti sono definite Supreme, No: quella si chiama Corte Internazionale di Giustizia, e basta. Anche perché a differenza di una "Alta corte" autentica, non esistono istanze di grado inferiore. Guarda tu stesso l'intestazione del PDF.In maniera ufficiosa è definita "alta corte penale internazionale" quella istituita nel 2002 (in realtà si chiama solo Corte Penale Internazionale, CPI). È sempre all'Aja, ma non c'entra nulla con la Corte Internazionale di giustizia.
            E poi terrorismo è un termine recente che nel
            1986 non si utilizzava. Questa poi! (rotfl)Risoluzione del consiglio di sicurezza dell'ONU n° 579, 18 dicembre 1985: la parola terrorimo viene usata chiaramente, e più volte:http://www.refworld.org/cgi-bin/texis/vtx/rwmain?docid=3b00f17370E mi limito all'uso della parola in ambito ONU, perché nel linguaggio comune si usava fin dalla fine del Settecento.Citazione: "Far passare me per pazzo o per uno che non è al corrente di certe cose non ti funziona...". E oh!, lo hai scritto tu, iRoby, non io.
            I reati per cui sono
            stati condannati gli USA sono più gravi del
            terrorismo Adesso stili tu la scala della gravità.Andiamo bene.
            e comprendono anche atti di
            terrorismo.Nella tua testa, senz'altro.Nella sentenza, no.
            Nella sentenza vengono chiamati coi loro nomi,
            assassinii, attentati, torture, finanziamento a
            gruppi di ribelli armati, minatura di acque
            territoriali Il termine "minatura" l'hai inventato tu.Ma è nel tuo stile: inventando condanne mai avvenute, puoi permetterti anche di inventare parole.
            di un altro stato, bombardamenti ed
            altre
            nefandezze.E perché non hai scritto questo, al primo commento?Se il terrorismo non è stato nominato nella (pesante) sentenza di condanna, un motivo ci sarà. È come se dessi dello stupratore a un assassino. Se non è vero, se non è mai stato condannato per quello, è una bugia lo stesso. Che ricade su chi la dice, non sull'accusato.

            Ho mai scritto il contrario?

            Per ogni filosofo che critica gli Usa io te
            ne

            tiro fuori dal cappello uno che ne parla
            bene.

            Non è questo il punto.

            Non me ne può XXXXXXX di meno. In effetti, non avevo dubbi. :-)"Delenda Carthago, Delenda Carthago, Delenda Carthago". Tutto ciò che esula dalle tue personali ossessioni non ti interessa minimamente.
            Chomsky ha
            lavorato per il governo. Sì, faceva la spia per la CIA e per il Mossad nel tempo libero, e torturava i prigionieri. Probabilmente ha messo anche qualche bombetta qua e là, per giustificare la repressione successiva.
            Ha visto dall'interno lo
            schifo che è il governo USA, ed ha ritenuto
            opportuno diventare un dissidente e denunciare
            quello
            schifo.Mi sarebbe piaciuto leggere nei suoi libri informazioni riservate sulle schifezze compiute e dettagli sulle operazioni illegali. Tipo quelle che ha rilasciato Snowden. Purtroppo ci sono solo fatti noti a tutti, basta leggere i giornali. Che delusione! :-(
            Chomsky oggi definisce gli USA uno stato non
            democratico e
            fascista.Avevo bisogno che me lo dicessi tu!Lo scrive fin dal febbraio 1967, per completezza:http://www.chomsky.info/articles/19670223.htmCiò non gli ha impedito di lavorare per un candidato alle presidenziali, Jill Stein, del partito verde, che democraticamente è stato trombato dagli elettori: :-) http://www.jillstein.org/chomskyIl dissidente che appoggia il candidato di un partito è una figura nuova.
            Sono 20 anni che si sa che Barnard è co-fondatore
            e reporter di primo piano di Report. Sono 20 anni che lo va dicendo. È diverso.Mostrami un documento RAI che certifica che il format oppure la conduzione di Report era in condivisione con Milena Gabanelli, e mi ricrederò. Io le prove le ho cercate, e non le ho trovate. Tutti i giornali del 1997, nel presentare la trasmisione Report appena lanciata, parlano solo della Gabanelli.
            Quindi per
            cortesia non stiamo a sminuire la gente in
            gamba.
            Paolo Barnard oggi è uno dei maggiori attivisti
            che denuncia il potere economico della finanza e
            delle oligarchie straniere che stanno rovinando
            l'Italia e gli altri paesi
            europei.E se non fosse stato per Basaglia, avrebbe una cameretta ovattata tutta per sé, e inservienti in camice bianco. Peccato. :|
            L'anno scorso ha organizzato convegni di economia
            in cui ha portato i maggiori economisti del mondo
            a spiegarci le Teorie Monetarie Moderne e il modo
            per uscire dallo schifo in cui ci hanno infognato
            la Francia e la
            Germania.Si è messo anche lo scolapasta in testa?Ne è capace. Come te, del resto.
            Io sono stato uno dei sostenitori e partecipanti
            dei convegni.Non era necessario specificarlo. Ci sarei arrivato da solo.
            Conosco personalmente Paolo Barnard e sto
            provando ad organizzare incontri nella mia
            regione per lui e l'economista Warren
            Mosler.Invita anche Mamma Ebe e Vanna Marchi. Potrebbero arricchire il dibattito.
          • iRoby scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            Ma vai via, sei solo un coglionazzo anonimo che gira per forum a mettere puntini sulle i o cercando di sviare le discussioni importanti verso l'inutilità e il nulla, per sminuirle. Gentaglia come quella citata in questo articolo:http://www.francescolanza.net/un-troll-pentito-svela-come-la-ka-ta-paga-i-provocatori-onlineNon risponderò più a gente che posta in forma anonima.Ti registri lasci traccia della tua email e dell'ip, e poi discutiamo.Addio.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 27 luglio 2013 13.30-----------------------------------------------------------
          • Crivel scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            Mi aspettavo che finisse così.Brutto, vero, tornare alla realtà? Questo ti capiterà sempre più spesso, nei forum, a meno che siano forum di gente non selezionata, che per definizione è già d'accordo su tutto, e poi nelle occasioni pubbliche, quando ti confronterai con gente che la storia l'ha studiata davvero, non l'ha leggiucchiata sui siti complottisti. E lo stesso vale per i discorsi di economia. Per l'intanto, buona bile. :-)
          • Un amico scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            Ciao iroby.Hai mai fatto caso come ogni volta che parli di politica ed economia vengono fuori questi personaggi strani a trolleggiare? Vorrei anche segnalarti che stanno sparendo da questo sito molti tuoi vecchi post di politica ed economia.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: iRoby
            Gentaglia come quella citata in questo articolo:

            http://www.francescolanza.net/un-troll-pentito-sveXXXXXXX, cheXXXXXta!Come diavolo si fa ad essere presi?
    • Voice of Reason scrive:
      Re: Curiosità per privacy
      - Scritto da: winter
      Scusate la domanda ingenua, ma è mai sucXXXXX che
      qualche cittadino "normale" abbia mai subito
      abusi o ripercussioni da dati privati in mano al
      governo?No. Non succede, nonostante gli strilli di tanti bambocci che credono che "Matrix" sia un documentario. ;)Anzi, più dati sono in mano allo Stato e meglio è: aiuta a tutelare il cittadino proprio da errori giudiziari (si ecludono meglio le omonimie) ed evita al medesimo di farsi carico della ricerca di prove a discolpa.Quello che occorre è uno streamlining della burocrazia: una volta che tutte le informazioni sono a disposizione dello Stato, perchè bisogna ancora correre da uno sportello all'altro per tante inutili pratiche? Un lettore per documenti d'identità dovrebbe essere l'unica necessità.E smettiamola con gli assolutismi: la "libertà" non è un valore assoluto, non è uno scopo irrinunciabile per tutti. Bisogna puntare ad una migliore qualità di vita, e questo include la sicurezza. Tutto quello che non aiuta a conseguire questo obiettivo è da considerarsi pernicioso.Fine del discorso.
      • Sky scrive:
        Re: Curiosità per privacy
        Le auguro non le succeda mai questo: http://it.wikipedia.org/wiki/Detenuto_in_attesa_di_giudizio
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: Curiosità per privacy
        contenuto non disponibile
        • Voice of Reason scrive:
          Re: Curiosità per privacy
          - Scritto da: unaDuraLezione
          Quando in fondo alla baia di Tokyo si trovano i
          cadaveri di gente incatenata e buttata in mare è
          un po' troppo tardi per farsi domande sul chi e
          sul come
          (autocit.).Esempi reali, non tratti dal cinema? Della storia recente, non di oltre mezzo secolo fa? In Europa, non chissà dove in qualche buco lontano dalla civiltà?Ah, ecco, nessuno. Bene.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            contenuto non disponibile
          • tucumcari scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: Voice of Reason

            Ah, ecco, nessuno. Bene.Memoria labile vero?certo basta non ricordarsi di Srebrenica (e tutto il resto).
          • Primavera a Sarajevo scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            Ma che timidezza. Su con l'arroganza!"Il resto (francamente) è del tutto ininfluente oltre che da arrampicatore (e scusa se te lo dico neppure tanto provetto... probabilmente a differenza di bertuccia e altri hai ancora un barlume di buona fede che ti impedisce manovre più "spericolate")."http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3354739&m=3357600#p3357600
          • inverno a casa tua scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: Primavera a Sarajevo
            Ma che timidezza. Su con l'arroganza!Basta la tua... non c'è bisogno di aggiungere zucchero al miele.
      • tucumcari scrive:
        Re: Curiosità per privacy
        - Scritto da: Voice of Reason
        Fine del discorso.Saluti da Tonga o meglio..Nofo a or 'Alu ahttp://cypherpunks.to/[img]http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/3/3d/Nuku_Island_Vava%27u.jpg[/img]
        • Albo pretorio scrive:
          Re: Curiosità per privacy
          Troppo pacifico come augurio. Questo ha più pregnanza:"Eggià poverello indovina perchè?... ah a proposito....booombdaBOOM! (e sai perchè)...http://www.youtube.com/watch?v=5AWnwnQ-W9I"Vuoi mettere la risata di Anacleto?http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3354739&m=3354812#p3354812
    • Sky scrive:
      Re: Curiosità per privacy
      Cerco di darle una risposta meno teorica di altre.Forse ricorderà l'evento chiamato "italian crackdown" quando, nel '94, la GdF di fatto smantellò le reti di BBS esistenti in Italia (FidoNet si salvò di stretta misura ma è internazionale).Ai tempi ero utente di un BBS milanese e conoscevo bene il SysOp che mi raccontò la cosa: di fatto, semplicemente leggendo la "nodelist" (file che riporta i numeri di telefono degli uplink e, di solito, anche dei downlink, da cui è banale ricavare l'indirizzo di casa) trovata sui PC dei pirati, fecero irruzione nelle abitazioni private di gran parte dei SysOp nazionali, che gestivano nodi di reti come RingNet, VirNet, LudoNet ecc. e sequestrarono TUTTO: PC, hard disks, CD, floppy, tutto.E' come se la polizia, scoperto l'elenco del telefono in casa di malviventi, si presentasse di prima mattina a casa sua, facesse irruzione e le sequestrasse telefoni, cellulari, PC, TV e tutto quanto.Vale ricordare che alcuni di quei PC erano anche strumenti di lavoro dei relativi SysOp, che l'hardware fu dissequestrato solo anni dopo (quando valeva meno di zero) e che un procedimento penale pendette per lungo tempo sul capo di queste persone, responsabili unicamente di aver messo a disposizione le proprie macchine per un'attività hobbystica.Non lo ritengo un paragone azzardato, con tutta la faccenda del DataGate: forse oggi può far sorridere parlare di BBS e nodelist, ma di fatto i metadati non sono altro: poi si entra nel merito (perchè un merito c'è) e dai metadati si passa ai dati... e fine della privacy, e ci si trova in casa una decina di uomini SWAT o teste di cuoio solo per aver discusso al telefono con un amico i pregi della crittografia RSA...
      • pierob scrive:
        Re: Curiosità per privacy
        visto che sono piccolini la risposta è perfetta. Fatte le debite proporzioni da lei citate in chiusura
      • winter scrive:
        Re: Curiosità per privacy
        - Scritto da: Sky
        Cerco di darle una risposta meno teorica di altre.
        Forse ricorderà l'evento chiamato "italian
        crackdown" quando, nel '94, la GdF di fatto
        smantellò le reti di BBS esistenti in Italia
        (FidoNet si salvò di stretta misura ma è
        internazionale).

        Ai tempi ero utente di un BBS milanese e
        conoscevo bene il SysOp che mi raccontò la cosa:
        di fatto, semplicemente leggendo la "nodelist"
        (file che riporta i numeri di telefono degli
        uplink e, di solito, anche dei downlink, da cui è
        banale ricavare l'indirizzo di casa) trovata sui
        PC dei pirati, fecero irruzione nelle abitazioni
        private di gran parte dei SysOp nazionali, che
        gestivano nodi di reti come RingNet, VirNet,
        LudoNet ecc. e sequestrarono TUTTO: PC, hard
        disks, CD, floppy,
        tutto.

        E' come se la polizia, scoperto l'elenco del
        telefono in casa di malviventi, si presentasse di
        prima mattina a casa sua, facesse irruzione e le
        sequestrasse telefoni, cellulari, PC, TV e tutto
        quanto.

        Vale ricordare che alcuni di quei PC erano anche
        strumenti di lavoro dei relativi SysOp, che
        l'hardware fu dissequestrato solo anni dopo
        (quando valeva meno di zero) e che un
        procedimento penale pendette per lungo tempo sul
        capo di queste persone, responsabili unicamente
        di aver messo a disposizione le proprie macchine
        per un'attività
        hobbystica.

        Non lo ritengo un paragone azzardato, con tutta
        la faccenda del DataGate: forse oggi può far
        sorridere parlare di BBS e nodelist, ma di fatto
        i metadati non sono altro: poi si entra nel
        merito (perchè un merito c'è) e dai metadati si
        passa ai dati... e fine della privacy, e ci si
        trova in casa una decina di uomini SWAT o teste
        di cuoio solo per aver discusso al telefono con
        un amico i pregi della crittografia
        RSA...Ti ringrazio della testimonianza, se non sbaglio è stata anche raccontata in qualche libro.
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: Curiosità per privacy
          contenuto non disponibile
          • tucumcari scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: winter


            Ti ringrazio della testimonianza, se non
            sbaglio

            è stata anche raccontata in qualche

            libro.

            in almeno mezza dozzina, direi.
            Li lessi tutti ai tempi.Se li hai letti non ti è difficile capire come in fondo i nostri politici continuano a vedere le cose in sostanza oggi non possono permetterselo con Internet perchè il mondo intero li guarda....La sostanza?é del tutto evidente che sono più che altro loro che "hanno qualcosa da nascondere e di cui vergognarsi".
          • Primavera a Sarajevo scrive:
            Re: Curiosità per privacy
            Meglio una risposta secca, ma chiara:"è Meglio che vai a scuola (anzi a SQUOLA) dato che hai difficoltà di lettura!"http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3571085&m=3572033#p3572033
    • Skywalker scrive:
      Re: Curiosità per privacy
      Definisci "normali"... uno che già si "autouniforma", non c'è bisogno di "danneggiarlo". Si "autodanneggia"Comunque si, casi ce ne sono, ma è difficile elencarteli come vorresti tu, perché tu vorresti un elenco di casi "eclatanti".E' un po' come elencare degli errori giudiziari: tu vorresti un elenco di casi tipo Enzo Tortora, per intenderci, ma non troverai me che qualche anno fa ho pagato una multa perché il mio vicino non ha spalato la neve davanti a casa sua, il 13/b (suo ingresso secondario, il principale è su un'altra via), ma la multa l'anno fatta a me, il 13, perché "per esigenze di emergenza" i vigili hanno solo preso il numero civico ma non hanno suonato al campanello. Sono andato dai Vigili e dal Sindaco, ma, pur avendo portato un lungo elenco di testimoni, mi han detto di andare dal giudice. Siccome sono uno "normale" che non ha abbastanza tempo e risorse ho ingoiato il rospo. Che però non mi è ancora andato giù.E devo pure stare attento a lamentarmi, perché avendo pagato, ho "riconosciuto" la colpevolezza. Rischierei una denuncia per diffamazione se dicessi che quei due vigili hanno rastrellato "ad XXXXXXXm" dei metadati (il mio numero civico).Ma, date le tue premesse, non conteresti neanche un ladro che, scontata la pena, si è messo a vivere onestamente ma viene "attenzionato" perché un suo ex-collega lo cita in una email. Quello per te sarebbe "giustificato" dai precedenti penali.Se cerchi persone che hanno subito ispezioni inaspettate, hanno visto improvvisamente rifiutato l'ingresso ad eventi o visto rifiutato un posto di lavoro in una attività sensibile, di testimonianze ne trovi. In qualche caso un po' più note perché un po' più noto era il personaggio. Ma non essendo denunce non vengono elencate. E se anche venissero denunciate, "sono attività lecite" e per giunta coperte da Segreto di Stato, e quindi improcessabili. Un elenco come lo vuoi tu è tautologicamente improbabile. Perché è difficile legalmente compilarlo ed accertare ogni caso, lasciandoti inevitabilmente con il dubbio.Date queste premesse, qualche esempio riesco comunque a fartelo.Ricordo un articolo su un attivista USA che si è trovato un sistema di localizazione GPS sotto l'auto, lo ha smontato, lo ha postato in rete ed a quel punto ha ricevuto l'intimazione di cancellare tutto e restituire il GPS perché "di proprietà federale". Non lo ha fatto e si è trovato gli SWAT in casa.Ne ricordo un altro di un fotografo arabo-americano che, dopo l'11 settembre aveva deciso di fare una esposizione con le foto dei palazzi di giustizia di tutti e 52 gli stati degli USA, e che ad un certo punto ha cominciato ad essere fermato non appena si avvicinava ad uno di questi palazzi e portato al distretto ed interrogato più e più volte. In un caso persino caricato su un furgoncino, interrogato e rilasciato "caldamente raccomandato" di piantarla con la storia di fotografare i palazzi di giustizia. Da li in avanti veniva regolarmente fermato, interrogato e rilasciato, in alcuni vietandogli comunque di fotografare il palazzo di giustizia, in altri, capendo, diventavano simpatetici. Fino a che uno gli ha finalmente spiegato che il tutto era conseguente ad una segnalazione arrivata dall'FBI che aveva raccolto informazioni su un arabo che fotografava i palazzi di giustizia che, in una occasione, aveva risposto in modo vago ad un altro passeggero su uno dei voli. Perché era annoiato dall'insistenza di questo e voleva dormire.Restando in Italia, è diventata nota la sistematica attività di tracciatura fatta dalla Security di Telecom Italia, nota come "Scandalo Telecom-Sismi" per cui di recente è stato condannato Marco Tronchetti Provera, ma sulla quale invece è stato posto il Segreto di Stato per la parte relativa a Marco Mancini (Sismi). Quindi sappiamo della parte "privata" del dossieraggio, ma non sapremo mai di quella "pubblica".Visto che diversi personaggi erano gli stessi, si potrebbe citare quello che è passato alla cronaca come "L'Archivio Segreto di Via Nazionale" del Sismi di Pio Pompa. Sempre che tu consideri fare il giornalista o l'attivista "normale" e non, come disse qualcuno morto di recente, gente che "se l'andava cercando".Non so se la sorveglianza che la DSGE fracese fece (Mururoa) e fa (Total) sugli attivisti di Greenpeace, per te rientri tra le "accettabili" o invece siano "inaccettabili". Sta di fatto che poi la Rainbow Warrior fu colata a picco dagli agenti della DSGE ed un fotografo ci rimise le penne.Guantanamo è un altro buon esempio. I "fortunati" sono stati rastrellati sulla base di informazioni rastrellate abbastanza all'ingrosso. Ed hanno portato al caso del turco-tedesco Murat Kurnaz.https://en.wikipedia.org/wiki/Murat_KurnazMa anche al gruppo degli Uiguri.Come vedi fare un "elenco di torti" su qualcosa che è "legale e segreto" per definizione è difficile. Soprattutto di microtorti a carico di persone non in grado di pubblicizzarli e/o difendersi. Malgrado questo qualcosa ogni tanto, più che altro come effetto secondario di scandali nati per altro, si trova. Ed è poco ragionevole pensare che siano tutti e solo quelli.Ma il danno più grave, e quello lo subiscono tutti i "normali" è la "paura" di fare qualcosa di "anormale".Il fatto stesso che tu chiedi una lista di abusi solo sui "normali", involontariamente sottoindente che per tutti quelli che "pensano diverso" in fondo "se l'andava cercando", è già questo è un grosso danno.
    • Skywalker scrive:
      Re: Curiosità per privacy
      Sfogliando i casi dei rilasciati di Guantanamo Bay, mi sono imbattuto in quello di Lakhdar Boumediene. Il suo caso è interessante perché è finito a Guantanamo, rapito da Sarajevo come "consegna straordinaria" mentre usciva dal Tribunale Bosniaco che lo aveva appena assolto dalle accuse per cui è stato deportato.L'accusa ("Organizzazione di attentato all'Ambasciata USA a Sarajevo") era nata dopo che gli US aveva affermato che ci fossero 70 chiamate via cellulare in Afghanistan nel mese successivo all'11 Settembre, da parte di un altro deportato, Bensayah Belkacem, anch'esso prosciolto in Bosnia e tutt'ora a Guantanamo, che Boumediene incontrava spesso.https://en.wikipedia.org/wiki/Algerian_SixSarebbe curioso sapere come facessero gli USA ad avere i metadati di 70 telefonate tra Bosnia ed Afghanistan, a causa delle quali 6 cittadini bosniaci nati in Algeria, cinque dei quali sicuramente innocenti sia per i Tribunali della Bosnia che per quelli USA, si sono fatti 7 anni a Guantanamo.Direi che questo è ALMENO UN CASO di quelli eclatanti come cercavi tu.
      • Crivel scrive:
        Re: Curiosità per privacy
        - Scritto da: Skywalker
        L'accusa ("Organizzazione di attentato
        all'Ambasciata USA a Sarajevo") era nata dopo che
        gli US aveva affermato che ci fossero 70 chiamate
        via cellulare in Afghanistan nel mese successivo
        all'11 Settembre, da parte di un altro deportato,
        Bensayah Belkacem, anch'esso prosciolto Usare esso al posto di egli è voluto o un lapsus? "Esso" si riferisce ad animali... :|
        in Bosnia
        e tutt'ora a Guantanamo, che Boumediene
        incontrava
        spesso.
        https://en.wikipedia.org/wiki/Algerian_Six

        Sarebbe curioso sapere come facessero gli USA ad
        avere i metadati di 70 telefonate tra Bosnia ed
        Afghanistan, a causa delle quali 6 cittadini
        bosniaci nati in Algeria, cinque dei quali
        sicuramente innocenti sia per i Tribunali della
        Bosnia che per quelli USA, si sono fatti 7 anni a
        Guantanamo.Gli atti del proXXXXX in Bosnia, no?
        • Skywalker scrive:
          Re: Curiosità per privacy
          - Scritto da: Crivel
          - Scritto da: Skywalker

          anch'esso prosciolto

          Usare esso al posto di egli è voluto o un lapsus?
          "Esso" si riferisce ad animali...
          :|Sarebbe stata una finezza, ma è stato solo un laspus dovuto alla riscrittura della frase. In origine esso si riferiva al "gruppo dei sei Algerini". Poi è stato modificato il soggetto, ma non il pronome.
          Gli atti del proXXXXX in Bosnia, no?Ti ringrazio per la fiducia, ma non ho acXXXXX alla Cancelleria di Sarajevo e avrei ancora qualche problema con il Bosniaco.Oltretutto, non è detto che rispondano alla mia domanda. Perché è ragionevole che la Polizia Bosniaca abbia potuto chiedere alla Telecom locale l'estrazione dei metadati relativi alle telefonate partite da un certo specifico cellulare qualche settimana prima. Senza per questo dover spiegare come facessero ad averle gli USA e PRIMA della denuncia...
          • Crivel scrive:
            Re: Curiosità per privacy


            Gli atti del proXXXXX in Bosnia, no?
            Ti ringrazio per la fiducia, ma non ho acXXXXX
            alla Cancelleria di Sarajevo e avrei ancora
            qualche problema con il
            Bosniaco.Nemmeno io. Però credo che siamno stai tradotti in inglese, almeno in parte, in quanto c'è stato un proXXXXX davanti a una corte Usa e si trova il PDF (che non ho letto).
            Oltretutto, non è detto che rispondano alla mia
            domanda. Perché è ragionevole che la Polizia
            Bosniaca abbia potuto chiedere alla Telecom
            locale l'estrazione dei metadati relativi alle
            telefonate partite da un certo specifico
            cellulare qualche settimana prima. Senza per
            questo dover spiegare come facessero ad averle
            gli USA e PRIMA della
            denuncia...Mah, difficile pronunciarsi prima di sapere qualcosa di più preciso. Tieni presente però che gli Usa occupano militarmente l'Afghanistan dal 13 novembre 2001, e che le informazioni della polizia locale erano quindi a loro disposizione. I dati si possono estrarre anche da lì, come elenco di chiamate ricevute.
    • Skywalker scrive:
      Re: Curiosità per privacy
      A volte basta aspettare.Questi a quanto si legge hanno ricevuto una perquisizione in casa perché per curiosità si sono messi a cercare su internet come funziona una bomba fatta con una pentola a pressione...http://www.corriere.it/esteri/13_agosto_03/usa-cerca-pentola-pressione-web-blitz-polizia_5ce5f166-fc20-11e2-a7f2-259c2a3938e8.shtmlE leggendo gli articoli linkati sembra che gli agenti gli abbiano detto che di perquisizioni del genere ne fanno 1l 99%00 a settimana, e nel 99% dei casi non trovano nulla.
Chiudi i commenti