Chi non vorrebbe un router wireless nel cervello?

Amano Internet come un partner, ma vorrebbero che il governo intervenisse a regolare i contenuti che vi circolano: un ritratto contrastante e semiserio dei netizen americani

Roma – Osserva i netizen da ogni punto di vista l’originale poll indetto da 463 Communications e Zogby International per sondare l’umore degli americani nei confronti di Internet.

I risultati stupiscono, segnala cnet : uno dei generi di conforto preferiti è la Rete, considerata un surrogato di partner e amici da un quarto dei quasi 10mila netizen d’oltreoceano che hanno risposto al sondaggio. Uomini e donne riversano affetto ed emozioni sul web in proporzioni uguali, mentre è l’orientamento politico a fare la differenza: il 31 per cento di coloro che si sono dichiarati “progressisti” abbraccia Internet come fosse un compagno amorevole, mentre i “conservatori” si sono dimostrati più rigidi e freddi.

L’atteggiamento degli americani potrebbe essere influenzato dall’utilizzo che fanno degli strumenti per il social networking: più di un quarto dei rispondenti ha dichiarato di gestire un profilo su portali quali Facebook o MySpace, una tendenza che coinvolge il 78 per cento dei giovani fino ai 24 anni.

Il sondaggio si spinge a sfiorare anche la sfera spirituale dei netizen : Internet avvicina alla santità? Se il 6 per cento dei rispondenti ha considerato Internet un tentatore strumento del demonio, c’è chi vede nella rete un viatico che accompagna al divino, di qualunque natura esso sia. Sono addirittura il 20 per cento i militanti di alcune frange della cristianità protestante a ritenere che Internet conduca alla salvezza.

Molti degli intervistati amano la rete come il prossimo loro: c’è chi, addirittura, si dichiara disposto a farsi impiantare un modemino nel cervello . Se il corpo estraneo non ponesse alcun rischio per la salute, il 17 per cento degli uomini e il 7 per cento delle donne sarebbe disposto a convivere con un chippetto che consentisse loro di essere always on .

Sono ancora pochi gli americani che desiderano farsi impiantare un pezzo di tecnologia nel cervello, se confrontati con coloro che con un chippetto marchierebbero i propri pargoli: un quinto degli intervistati auspica di poter affidare la vigilanza dei figli a sistemi di tracciamento che, come un guinzaglio retrattile, dispensino libertà e richiamino i piccoli all’ordine, qualora il mondo là fuori diventasse troppo pericoloso.

Ma anche la rete può dimostrarsi un ambiente irto di pericoli: se matura la consapevolezza del mezzo da parte dei genitori, se sono sempre più numerose le ricerche che dimostrano come tra le famiglie si stiano sopendo gli istinti censori nei confronti della Rete, ci sono ancora molti americani che invocano una regolamentazione governativa del web. Più della metà degli intervistati vorrebbe che i contenuti che circolano in Rete fossero controllati dal governo, mentre solo il 36 per cento ritiene che l’ingerenza delle autorità abbia un che di incostituzionale.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • massimilian o manno scrive:
    ho sbagliato l'e-mail questa è giusta
    sono un ragazzo dinamico volenteroso e sicuro di se cerco lavoro all'estero x riuscire a guadagnare qualche soldino in più, dato che qui in Italia lo stipendio base è basso, spero di riuscire nel mio intento,spero di ricevere risposte o consigli.la mia e-mail è: massym_83@yahoo.it ringrazio per l'attenzione e salutoMassimiliano Manno
  • massimilian o manno scrive:
    cerco lavoro
    sono un ragazzo dinamico volenteroso e sicuro di se cerco lavoro all'estero x riuscire a guadagnare qualche soldino in più, dato che qui in Italia lo stipendio base è basso, spero di riuscire nel mio intento,spero di ricevere risposte o consigli.la mia e-mail è: massym.83@yahoo.it ringrazio per l'attenzione e salutoMassimiliano Manno
  • Nicola ... da Zurigo scrive:
    Tristezza Italiana
    Ciao, hai ragione...non nego che il legacy software sia molto diffuso in banca, ma accanto ad esso si lavora al top, almeno dove sono io, giusto per spiegarmi... J2EE/STRUTS/SPRING, JDK 6, ,NET etc... Il fatto ü che qui c'ü molta competizione tra employers, come e' giusto che sia...in Italia, si fa la fame perche' c'e il monopolio e le aziende prima di assumere personale direttamente si rivolgono ad head hunters secondo catene gerarchiche che fan si che lo stipendio dell'assunto sia il 20% di quello effettivamente pagato dall'employer. Da cio' ne consegue che il livello medio degli informatici italiani (non conosco il ticino) sia basso...chi puo' e sa di potercela fare emigra cosi' come ho fatto io...troppa miseria in Italia. Ciao Nicola
  • uno_che_ass ume_a_luga no scrive:
    povera ITalia, oltre al danno la beffa
    IL DANNOcredo si sia tutti d'accordo nel constatare le difficolta dell'IT in Italia. qualcosa succede, qualche progetto degno di nota, ma sono i soliti noti che arraffano tutto (ibm, accenture, atos...) per poi subcontrattare lasciando poche speranze di uno stipendio - ed un contratto - decente a chi deve fare effettivamente il lavoro. aggiungi una legge del lavoro troppo ripensata e contorta, indecisa tra mercato ed assistenzialismo, sempre in attesa di tempi migliori, ed il pasticcio e servito. chi sa di avere le competenze e puo scegliere lo fa e cambia aria, di solito emigra, qualche volta diventa freelance perche conosce chi gli potra garantire un contratto almeno per un po, e pensa di non dovere andare in banca prossimamente a chiedere un mutuo per la casa.LA BEFFA"ricerche" come quella publicata in questo articolo non si accontentano del posto di cenerentola dell'IT italiano, ma fanno sentire chi lavora nell'IT in Italia un vero brutto anatroccolo. vabbene che il 2.0 mette il bottone di "publish" in mano alla community, ma cosi e' prendere in giro la propria audience.io sono un datore di lavoro IT in Cantone Ticino, Svizzera. faccio colloqui per assunzione a ragazzi che vengono anche da Zurigo, ma sviluppatori a 71000 euro non ne ho ancora visti! e' vero che nell'IT si prende bene, ma non credo proprio che la media possa davvero essere 71000 euro...chiaramente chi lavora in banca ha buoni salari (e pessima tecnologia) ed alza la media, ma resta vero che 71000 euro (circa CHF 115,000) e' uno stipendio da manager IT, con qualche decina di persone da gestire e riporto alla Direzione, probabilmente in tedesco :-)
    • Nicola ... da Zurigo scrive:
      Re: povera ITalia, oltre al danno la beffa
      Ciao, io lavoro a zurigo in una banca d'investimento. Ingegnere informatico, assunto a tempo indeterminato 6+ esp. Sono in media con lo stipendio di 71000 lordi annui extra esclusi.Posso solo dirti che in banca lavoriamo al top della tecnologia, le seleyioni sono durissime e le banche pagano tanto perchü vogliono avere solo il meglio. Ecco spiegato l'alto salario. In generale a zurigo i salari per le figure senior sono questi, per le figure junior di poco piu bassi.
      • uno_che_ass ume_a_luga no scrive:
        Re: povera ITalia, oltre al danno la beffa
        ciao Nicola, come ho scritto, le banche sono un discorso a parte. le banche di investimento poi sono un discorso a parte all'interno dell'industry bancaria. se infine stiamo parlando di banche di investimento zurighesi, capisci bene che si tratta di un caso che non puo essere preso a MEDIA delle retribuzioni. non entro nel merito della tecnologia usata "in banca", e bisognerebbe definire cosa si intende per tecnologia al top.parlo per esperienza diretta e posso dirti che il legacy la fa da stra-padrone. mi fa piacere pero che ci siano eccezioni come la tua.
        • Nicola ... da Zurigo scrive:
          Re: povera ITalia, oltre al danno la beffa
          Ciao, hai ragione...non nego che il legacy software sia molto diffuso in banca, ma accanto ad esso si lavora al top, almeno dove sono io, giusto per spiegarmi... J2EE/STRUTS/SPRING, JDK 6, ,NET etc... Il fatto ü che qui c'ü molta competizione tra employers, come e' giusto che sia...in Italia, si fa la fame perche' c'e il monopolio e le aziende prima di assumere personale direttamente si rivolgono ad head hunters secondo catene gerarchiche che fan si che lo stipendio dell'assunto sia il 20% di quello effettivamente pagato dall'employer. Da cio' ne consegue che il livello medio degli informatici italiani (non conosco il ticino) sia basso...chi puo' e sa di potercela fare emigra cosi' come ho fatto io...troppa miseria in Italia. Ciao Nicola
  • Lillo scrive:
    Ci stanno gabbando
    ATTENZIONE CHE CI VOGLIONO GABBARE!Queste ricerche come l'invettiva del FMI contro i "tecnologhi" sono un attacco contro l'importanza e il potere raggiunto da personaggi e professionisti dell'IT.Nella classifica dei più ricchi al mondo ci sono una maggioranza di dirigenti di aziende IT (Bill Gates, Steve Jobs, Larry Ellison, e i ragazzi di Google).È iniziata un'offensiva contro coloro le cui competenze tengono in piedi le infrastrutture del terzo millennio quello della conoscenza e delle comunicazioni.Non dico che ci vogliano demonizzare come coi talebani o gli integralisti musulmani, ma di certo vogliono ridimensionarci per toglierci potere.Credo che certe ricerche siano mirate a renderci antipatici agli occhi della gente e a colpirci a livello economico e/o politico con tassazioni, vessazioni, onerose iscrizioni ad albi e censimenti con regolamentazioni varie.Sono dell'idea che questi attacchi provengano dal mondo della finanza che vuole ridurre i nostri costi, e da quell'industria dell'energia e ancora dal mondo della giurisprudenza che ha visto scalzate le proprie posizioni di potere nel millennio della comunicazione globale.
    • MegaJock scrive:
      Re: Ci stanno gabbando
      Potere? Voi siete nerd. Non avete potere.Noi vi picchiamo, vi maltrattiamo, vi paghiamo due soldi e vi costringiamo anche a pulire i cessi. :DVola basso prima che venga lì a portarti via i soldi per il pranzo.
      • che comicita' scrive:
        Re: Ci stanno gabbando
        - Scritto da: MegaJock
        Potere? Voi siete nerd. Non avete potere.

        Noi vi picchiamo, vi maltrattiamo, vi paghiamo
        due soldi e vi costringiamo anche a pulire i
        cessi.
        :D

        Vola basso prima che venga lì a portarti via i
        soldi per il
        pranzo.vieni a togliermelo in california i soldi per il pranzo che qui ci sono le leggi sulla liberta' di poter comprare le armi per difendere la propria proprieta' appena vedo il tuo muso di venditore di fumo e cacca spuntare dal mio steccato un paio di colpi col winchester non te li toglie nessuno.http://www.winchesterguns.com/prodinfo/catalog/detail.asp?cat_id=513&type_id=052&cat=007Cbello eh? e fa pure male :DS
        • Number 6 scrive:
          Re: Ci stanno gabbando
          Bello, ma la mia preferenza personale va al Remington 870.Se poi ti piacciono le carabine, hai visto la Beretta Cx4 Storm 9mm? Si chiama STILE, signori.
        • massimilian o manno scrive:
          Re: Ci stanno gabbando
          6 un figo grande xla presa di posizzione...ma come 6 finito in california e li cercano xlavorare e se é si cone si fa? max
  • che comicita' scrive:
    Re: emigrate!
    Mi pare un buon consiglio.Certo ovviamente per tutti quelli che sanno lavorare e che hanno le competenze.Per chi "vivicchia" facendosi passare per quello che non e' (molti, troppi in italia) da li' viene rispedito a calci nel sedere dalla manica alla zona di confine italiano meno distante.
  • Marco scrive:
    Giacca e cravatta
    Se vuoi un buono stipendio devi lavorare in una grande ditta con un organizzazione, quindi, giacca e cravatta, la camicia a fiori con i pantaloni corti e le scarpe da ginnastica ti permetto uno stipendio di una ditta che ripara i PC nel garage di casa...
    • che comicita' scrive:
      Re: Giacca e cravatta
      - Scritto da: Marco
      Se vuoi un buono stipendio devi lavorare in una
      grande ditta con un organizzazione, quindi,
      giacca e cravatta, ancora la tua inutile supponenza e profonda ignoranza non solo del tuo settore ma nel settore delle grandi aziende
      la camicia a fiori con i
      pantaloni corti e le scarpe da ginnastica ti
      permetto uno stipendio di una ditta che ripara i
      PC nel garage di
      casa...Cominciamo a dire di che ditta si parla?Di ditte estere o di ditte italiane? Alle ditte estere io che ci ho lavorato e ci lavoro di come vesti se ne sbattono altamente, puoi andare vestito da pulcinella, se produci se ne fregano di come vesti.Per quelle italiane forse puo' servire al colloquio e nella prima settimana di lavoro, poi se sei capace, se ti vesti da pulcinella sono affari tuoi, basta che lavori.Quelli che invece fanno caso (come te) a come si vestono e gente che per coprire la profonda ignoranza informatica si vestono a festa come gli zotici la domenica. Normalmente si vestono come gli zotici in giacca e cravatta per la messa, per comprire le mostruose lacune che hanno nel loro settore, pensando che un po di scenografia possa coprire il loro deficit informatico. Questo sicuramente puo' avvenire per aziende che vendono tubi di stagno e che gli serve un mysql e un sitarello, allora per imbastirgli che sei un professionista ti vesti a festa. Ma se lavori con le aziende Che l'informatica la fanno per profitti, duri poco.Gosling in SV gira in maglietta e con la barba lunga, cox sembra un homeless da come veste, eppure non ho mai sentito commentare "quello deve installare pc in cantina"Ah aggiungo ancora di piu' si vede la tua profonda ignoranza informatica da questo commento"WOZ E JOBS INSTALLAVANO PC NEL LORO GARAGE". Sono profondamente fiero che io e te non abbiamo nulla da spartireSaluti
      • garabombo scrive:
        Re: Giacca e cravatta
        - Scritto da: che comicita'
        - Scritto da: Marco

        Se vuoi un buono stipendio devi lavorare in una

        grande ditta con un organizzazione, quindi,

        giacca e cravatta,

        ancora la tua inutile supponenza e profonda
        ignoranza non solo del tuo settore ma nel settore
        delle grandi
        aziende


        la camicia a fiori con i

        pantaloni corti e le scarpe da ginnastica ti

        permetto uno stipendio di una ditta che ripara i

        PC nel garage di

        casa...

        Cominciamo a dire di che ditta si parla?
        Di ditte estere o di ditte italiane?
        Alle ditte estere io che ci ho lavorato e ci
        lavoro di come vesti se ne sbattono altamente,
        puoi andare vestito da pulcinella, se produci se
        ne fregano di come
        vesti.
        Per quelle italiane forse puo' servire al
        colloquio e nella prima settimana di lavoro, poi
        se sei capace, se ti vesti da pulcinella sono
        affari tuoi, basta che
        lavori.
        Quelli che invece fanno caso (come te) a come si
        vestono e gente che per coprire la profonda
        ignoranza informatica si vestono a festa come gli
        zotici la domenica. Normalmente si vestono come
        gli zotici in giacca e cravatta per la messa, per
        comprire le mostruose lacune che hanno nel loro
        settore, pensando che un po di scenografia possa
        coprire il loro deficit informatico. Questo
        sicuramente puo' avvenire per aziende che vendono
        tubi di stagno e che gli serve un mysql e un
        sitarello, allora per imbastirgli che sei un
        professionista ti vesti a festa. Ma se lavori con
        le aziende Che l'informatica la fanno per
        profitti, duri
        poco.
        Gosling in SV gira in maglietta e con la barba
        lunga, cox sembra un homeless da come veste,
        eppure non ho mai sentito commentare "quello deve
        installare pc in
        cantina"

        Ah aggiungo ancora di piu' si vede la tua
        profonda ignoranza informatica da questo
        commento
        "WOZ E JOBS INSTALLAVANO PC NEL LORO GARAGE".
        Sono profondamente fiero che io e te non abbiamo
        nulla da
        spartire
        SalutiMa questo e' un grande!!!!!!Non solo straquoto, ma aggiungo questo parla da uno con le palle cubiche fumanti!!!
      • Lillo scrive:
        Re: Giacca e cravatta
        Io sto mettendo su il sistema di diagnostica per un enorme sistema di fatturazione di una grande TLC, l'altro giorno ero al lavoro con gli stivali a punta, il cappello da cow boy e il cravattino a stringhe di cuoio texano con la placca d'argento.La settimana prima ero col chiodo e gli anfibi.Quando faceva bello ero con l'abbigliamento da motociclista.Mai nessuno mi ha fatto storie, anzi li vedo più incuriositi dalle mie moto e dal mio modo di lavorare dove su un grande tavolo in sala riunione faccio gigantografie divise su fogli A4 della disposizione delle macchine nella rete e gli attacco i postit con commenti e note tecniche e spezzoni di codice Perl per la diagnostica via SNMP o altre tecniche.
      • Stufo scrive:
        Re: Giacca e cravatta
        quoto il tuo commento. però piantiamola col dire che woz&jobs sono partiti da un garage. è una palla, inventata, che vale quel che vale.1. è una leggenda metropolitana, dai, lo sanno perfino i sassi. 2. questo falso mito continua ad esistere solo perché che ci piace cullarci nella (pur lecita) idea che chiunque possa far fortuna partendo da poco. 3. sarebbero partiti da un garage. dici niente. hai la seppur vaga idea di quanto ti costerebbe un garage?
        • il gonfiasacc occe scrive:
          Re: Giacca e cravatta

          3. sarebbero partiti da un garage. dici niente.
          hai la seppur vaga idea di quanto ti costerebbe
          un
          garage?Figurati, magari la vera spesa fosse il garage. Sono tutti gli adeguamenti 626, regole, leggine e cose varie per dire che quella è un'attività in regola.Io lo pago 70 euro al mese il mio garage. Con luce e acqua potremmo arrivare a 110 - 120... Se avessi il tempo e i soldi ce l'aprirei un'attività nel garage, però non siamo più negli anni 70. :DTAD
  • Marco scrive:
    Basta darsi da fare...
    Io lavoro da anni nel settore IT, di "finti professionisti" ne vedo tanti troppi, per considerarsi un professionista IT non basta saper installare windows e un antivirus.. io ho la partita IVA, faccio il consulente e prendo di base 36.000 anno con un contratto di assistenza per una società è poi per arrotondare faccio anche consulenze esterne e cosi si arriva a 45-50 mila annue, ovviamente non mancano i sacrifici con alcuni sabati e domeniche a lavorare o notti, ma per me non per altri, se mi facevo assumere normalente mi facevano un bel contratto di collaborazione con 1.000 al mese...Come scritto nel oggetto basta darsi da fare, e soprattutto essere dei veri professionisti.Se hai le palle guadagni altrimenti è giusto che non guadagni.
    • che comicita' scrive:
      Re: Basta darsi da fare...
      - Scritto da: Marco
      Io lavoro da anni nel settore IT, di "finti
      professionisti" ne vedo tanti troppi, per
      considerarsi un professionista IT non basta saper
      installare windows e un antivirus.. io ho la
      partita IVA, faccio il consulente e prendo di
      base 36.000 anno con un contratto di assistenza
      per una società è poi per arrotondare faccio
      anche consulenze esterne e cosi si arriva a 45-50
      mila annue, ovviamente non mancano i sacrifici
      con alcuni sabati e domeniche a lavorare o notti,
      ma per me non per altri, se mi facevo assumere
      normalente mi facevano un bel contratto di
      collaborazione con 1.000 al
      mese...
      Come scritto nel oggetto basta darsi da fare, e
      soprattutto essere dei veri
      professionisti.
      Se hai le palle guadagni altrimenti è giusto che
      non
      guadagni.Ma ti viene naturale questa comicita' oppure le battute te le studi?1) se un consulente prende 36000 annue lo ritengo scusa ma un morto di fame, per poter arrivare alle 40000 lorde devi pure lavorare nei weekend? Mi dispiace, ma io conosco DIPENDENTI IN ITALIA! DIPENDENTI CHE GUADAGUANO 40000 EURO ANNUI senza ESSERE consulenti.Invece di dispensare queste perle di saggezza, dove chi non dedica 56 ore alla settimana e' uno che installa antivirus e dal pulpito dare degli incompetenti al resto, (cosa che ti posso assicurare non sai e non puoi sapere visto che non sai quanto guadagnano tutti) Io ti do una notizia un consulente che a 56 ore settimanali arriva a 40000 euro lordi annui, e meglio che cambi lavoro. Altro che dare degli installatori di antivirus. Vedi tu che sei tanto bravo, e noi tanto incompetenti, ancora non ti e' entrata nella testolina una cosuccia.Che il consulente a 40k euro l'anno (una fame aggiungo) lo potrai continuare a fare quando potrai permetterti un portafoglio clienti, Quando questo portafoglio clienti, come normalmente succede comincera' a scemare (o pensi che ti manterranno a contratto a vita?) e quando passeranno ad uno che magari fino al giorno prima installava antivirus che ormai (con qualche corsetto fara' le stesse cose tue) e chiedera' meno di te, tu finirai in mezzo ad una strada.La soluzione consulente, vale se ti puoi permettere contratti al lordo di 450 lordi giornalieri ovvero piu' di 87 mila euro annui (come avviene all'estero) Perche' un consulente come te tra qualche decina di anni dovra' cominciare a pensare al futuro della pensione, senza pero' avere i soldini o il denaro messo via per potersi permettere una vita adeguata.Mi dispiace dirtelo, ma con il lavoro che fai e i soldi che guadagni, mi fai un pochino pena.
      • Loris Batacchi scrive:
        Re: Basta darsi da fare...
        Beh, proprio pena no, ma è anche vero che in giro per l'europa i consulenti prendono 500 euro al giorno, quelli veramente bravi arrivano a 800, i guru o quelli che tengono corsi arrivano a 1500. Ah, ovviamente + le spese.
        • Loris Batacchi scrive:
          Re: Basta darsi da fare...
          Ho scritto consulenti e volevo dire contractor.Nell'ufficio accanto al mio c'è un programmatore ASP che fino a 5 anni fa faceva il gelataio e ora prende 400 euri al giorno.
        • che comicita' scrive:
          Re: Basta darsi da fare...
          - Scritto da: Loris Batacchi
          Beh, proprio pena no, ma è anche vero che in giro
          per l'europa i consulenti prendono 500 euro al
          giorno, quelli veramente bravi arrivano a 800, i
          guru o quelli che tengono corsi arrivano a 1500.
          Ah, ovviamente + le
          spese.No, confermo fa pena. Uno che per lavorare guadagna 40k euro lordi annui facendo anche 56 ore settimanali e' da compatire. Senza fare nomi io vedo Tm e Sspec che in filiali italiane da dipendenti guadagnano 45k annui lordi, dipendenti (pensione tredicesima e quattordicesima, straordinari etc etc) Se confronti a questi fortunati (certo non al resto dei tecnici strafruttati) e praticamente uno che fa tristezza. Il problema come e' stato ribadito da molti qui e' sempre il medesimo: I soldi ci sono (se ci sono in uk in irlanda in germania e in svizzera) non e' che gli altri sono piu' furbi, ma hanno leggi sulla flessibilita' che garantiscono ad esempio possibilita' economiche e di garanzia maggiori.Qui invece si e' voluto applicare quelle regole con un mercato tutto italiano. Va da se che quelle regole con un mercato nostro NON POTEVANO FUNZIONARE, troppi furbi e troppo clientelismo nepotistico.Il risultato e' questo. Le soluzioni sono due:O si ritorna a come era prima con qualche possibilita' in piu' per il datore di lavoro di mandare a casa i fannulloni (cosa che ci sarebbe tutta) togliendo qualsiasi ingerenza dei sindacati che oltre ad essere ormai inutili in italia (visto che sono corporativisti) sono anche dannosi. o si applica la flessibilita' anglosassone con le regole anglosassoniRitengo che entrambe le soluzioni siano impossibili nel nostro paese.Questo ci porta ad una sola soluzione la catastrofe da qui a poco tempo.
          • Stufo scrive:
            Re: Basta darsi da fare...
            catastrofista. pensa che potrebbe and peggio di come hai descritto. vale a dire che continui questo governo con la triade tps+visco+bersani. o peggio, che torni quello di primache iddio ce ne scampi da entrambe le soluzioni.
        • Stufo scrive:
          Re: Basta darsi da fare...
          si e babbo natale a natale si cala dal camino.chi piglia gli 800 euri al di bisogna vedere se li prende per tutti i 20/25 dì che ci sono in un mesetutti son capaci al cedimento della propria mascella a sentire guadagni di si fatta proporzione. ma togli le spese, pagati i servizi, fà felice visco con le tasse (che qui in italia sono un massacro), togli i caffè, togli i mancati introiti (se i clienti pagano a 180 gg, o peggio non ti pagano affatto) che ti devi sparare cosa ti resta di quei 800 euri?fatti due conti e smettiamola di sbavare.
          • Loris Batacchi scrive:
            Re: Basta darsi da fare...
            Beh, facciamo i pessimisti e diciamo che te ne rimangono 400? Fai conti e vedrai che e' cmq un ottimo stipendio.
      • saxabar scrive:
        Re: Basta darsi da fare...
        Quei soldi i dipendenti non li vedono neanche lordi almeno di non fare quintali di straordinari- Scritto da: che comicita'
        Mi dispiace, ma io conosco DIPENDENTI IN ITALIA!
        DIPENDENTI CHE GUADAGUANO 40000 EURO ANNUI senza
        ESSERE
        consulenti.
  • for the person outside eu scrive:
    ragazzi dobbiamo davvero organizzarci
    una bella birrata alla faccia della marea di aziende incompetenti, body rental e a progettino che infestano l'Italia.Cosi' ci si beve su anche alla faccia dei fessi che continuano a farsi sfruttare in italia:D
  • Ciccio Pasticcio scrive:
    ma hanno ragione a pagare poco
    In Italia il grosso dell'informatica rappresenta servizi per lo stato o enti statali mascherati da SPA che con i soldi delle nostre tasse decidono che è arrivato il momento di regalare un pò di soldi a chi di dovere.Così il grosso ente organizza la gara d'appalto per un progetto che 9 volte su 10 è inutile. Ovviamente il dirigente di turno chiederà requisiti che solo le grandi aziende fornitrici di servizi possono offrire e che scavando si scopre sempre avere un rapporto di amicizia con il dirigente. Firmato il contratto è fatta, l'azienda X prende i soldi e si passa a nuovi progetti. Manca qualcosa dite? Ah si, il software.Ormai il contratto è fatto e salvo faccia proprio schifo qualsiasi cosa si consegna va bene. La grande azienda X ovviamente prenderà i programmatori dall'aziendina Y (così si sta buona perchè mangio io, mangi te, mangiamo tutti). L'azienda Y poi passerà la palla a Z e poi a W e poi ad U, insomma, caporalato. In tutto questo giro, serve un programmatore bravo secondo voi?No, quindi qualsiasi pivello è più che sufficiente. All'estero invece vogliono risultati e per risultati ci vuole gente competente ed i più competenti riescono a farsi pagare.Tutto quiLa soluzione? Privatizzare tutto in modo che ci sia veramente un privato a guadagnare soldi e che abbia interesse a far funzionare bene le cose. Lo stato dovrebbe limitarsi a far esistere una vera concorrenza.Finchè ci sarà tutto questo statale la gente brava non servirà mai
    • primo avvio scrive:
      Re: ma hanno ragione a pagare poco
      il tuo nick spiega molto meglio di te la tua posizione e gli effetti della stessa.
      • Lorenzo scrive:
        Re: ma hanno ragione a pagare poco
        Forse non lavora nell'IT, e la sua idea di SW è windows 3.1
      • Loris Batacchi scrive:
        Re: ma hanno ragione a pagare poco
        La questione dei subappalti purtroppo è verissima, ci sono aziende che prendono progetti di grosse dimensioni e poi assumono da aziende piu' piccole la manovalanza (programmatori), mentre si tengono la parte di management.
    • ma dove? scrive:
      Re: ma hanno ragione a pagare poco
      - Scritto da: Ciccio Pasticcio
      In Italia il grosso dell'informatica rappresenta
      servizi per lo stato o enti statali mascherati dabravo hai ragione, cambia lavoro e lascia il lavoro ai professionisti che vanno pagati
      • Ciccio Pasticcio scrive:
        Re: ma hanno ragione a pagare poco
        QI alto in questo posto eh.Ma se quello che sto dicendo è quello di privatizzare in modo che le aziende lavorino seriamente e selezionino gente in gamba invece della gentaglia che gira adesso.Sparasiti PHP a quanto vedo eh
        • eccone un altro scrive:
          Re: ma hanno ragione a pagare poco
          - Scritto da: Ciccio Pasticcio
          QI alto in questo posto eh.Il bue che dice cornuto all'asino, hai proprio un bel coraggio a ricommentare...Ti sei letto? Spari enormi minchiate, dicendo che l'it costa poco perche' non si fa niente,Ma da te farai finta di lavorare, vai a gestire un Datacenter con 900 server e 4 storage da 500 mila euro l'uno. Parla per te, che sei uno dei tanti che si fa passare per professionista ITprofessionista il mio scroto!
          Ma se quello che sto dicendo è quello di
          privatizzare in modo che le aziende lavorino
          seriamente e selezionino gente in gamba invece
          della gentaglia che gira
          adessoAltra cosa intelligente, privatizziamo, cosi assumiamo professionisti seri AHAHAHHADifatti si vede quanto sono bravi... Le aziendine di venditori di carne umana, non sono privati? Bell'esempio di Meritocrazia.Non hai ancora capito che se privatizzi il cervello non cambia?

          Sparasiti PHP a quanto vedo ehNo no io sono supporto di terzo livello in un Datacenter di 1000 MQ e tu che fai? Php.ini? aaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhh assssssssssppppppp! :D
          • Ciccio Pasticcio scrive:
            Re: ma hanno ragione a pagare poco
            offeso nell'orgoglio?Se non riesci a vedere che nelle aziende italiane c'è una persona competente ogni 1000 e che quasi sempre si dà importanza solo alla firma dei contratti mi sa che i tuoi datacenter li sa gestire anche una scimmietta.Ho lavorato su progetti importanti a livello nazionale e sono veramente stufo di tale livello di incompetenza. Creare un DBMS come Oracle è un lavoro da programmatore, fare che so, il software di gestione per il tracciamento dei pacchi in Poste è lavoro da scimmietta.Della gestione dei tuoi millemila Data Center sento noia solo a parlarne.
    • che comicita' scrive:
      Re: ma hanno ragione a pagare poco
      - Scritto da: Ciccio Pasticcio
      In Italia il grosso dell'informatica rappresenta
      servizi per lo stato o enti statali mascherati da
      SPA che con i soldi delle nostre tasse decidono
      che è arrivato il momento di regalare un pò di
      soldi a chi di
      dovere.Vero
      Così il grosso ente organizza la gara d'appalto
      per un progetto che 9 volte su 10 è inutile.
      Ovviamente il dirigente di turno chiederà
      requisiti che solo le grandi aziende fornitrici
      di servizi possono offrire e che scavando si
      scopre sempre avere un rapporto di amicizia con
      il dirigente.Vero
      Firmato il contratto è fatta,
      l'azienda X prende i soldi e si passa a nuovi
      progetti. Manca qualcosa dite? Ah si, il
      software.beh non sempre nella maggiorparte dei casi molte di queste aziende deve gestire e fare manutenzione.Tralasciando le grandi aziende estere, che i Tecnici li hanno, ma per far contento qualcuno vanno a prendere sempre i soliti. Esistono aziende tutte italiane che non producono Assolutamente nulla, ne' hw ne' software e vivono con fatturati milionari sulle consulenze a subbappalto e sulle amicizie come hai ga detto
      Ormai il contratto è fatto e salvo faccia proprio
      schifo qualsiasi cosa si consegna va bene. La
      grande azienda X ovviamente prenderà i
      programmatori dall'aziendina Y (così si sta buona
      perchè mangio io, mangi te, mangiamo tutti).Ma diciamo che se si tratta della GRANDE AZIENDA ESTERA X lo fa perche' e' costretta molte volte se invece E' LA GRANDE E FINTA AZIENDA ITALIANA Y (perche' in italia vi ricordo che non esistono aziende che producono tecnologia informatica software o hw per davvero e non sulla carta) A quel punto la azienda Y e' obbligata a prendere dei tecnici perche' il 99% dei dipendenti di quella azienda sa solo riempire slides e fa finta di sapere qualcosa, ma a conti fatti non ne sanno nulla (tutto management ma di cosa poi nessuno lo sa)
      L'azienda Y poi passerà la palla a Z e poi a W e
      poi ad U, insomma, caporalato. In tutto questo
      giro, serve un programmatore bravo secondo
      voi?
      No, quindi qualsiasi pivello è più che
      sufficiente.Ma diciamo che qualcosa anche una demo poco funzionante devi averla per cui qualcuno che sa programmare lo devi avere magari 1 o 2 e il resto guarda quelli che lavorano.
      All'estero invece vogliono risultati e per
      risultati ci vuole gente competente ed i più
      competenti riescono a farsi
      pagare.Si anche non solo "i piu'" ma anche quelli abbastanza competenti
      Tutto qui
      La soluzione? Privatizzare tutto in modo che ci
      sia veramente un privato a guadagnare soldi e che
      abbia interesse a far funzionare bene le cose. Lo
      stato dovrebbe limitarsi a far esistere una vera
      concorrenza.
      Finchè ci sarà tutto questo statale la gente
      brava non servirà
      maiCONFERMO
  • uno_che_lav ora_a_Luga no scrive:
    tutte balle
    ...ma quali 71 mila euro all'anno....non vi dico qui in ufficio gli insulti che sono volati...ma come le fanno queste analisi?
    • Skaven scrive:
      Re: tutte balle
      Il ticino è un caso a parte rispetto al resto della svizzera, noi qui abbiamo stipendi leggermente piu bassi, per loro siamo "i terroni" :)
    • Nicola scrive:
      Re: tutte balle
      Ciao, io lavoro a Zurigo e posso dirti che è tutto vero, 71000 euro penso sia lo stipendio medio di un informatico senior (+3Y) almeno nella zona piu ricca della svizzera.
  • gftigerjack scrive:
    Re: emigrate!
    Il problema è sempre il solito: SOLDI, SOLDI e ancora SOLDI. A causa del dio danaro i favolosi manager che compongono le grandi società IT italiane pur di cumularne sempre di più spacciano dei poveri cristi per dei geni e ci lucrano più che possono.In italia non esistono manager IT. Dopo 10 anni di lavoro in IT mi permetto di emettere questa sentenza. Io purtroppo non ne ho mai visti e dall'andazzo che vedo non credo che ne vedrò mai. Quelli che si spacciano come tali sono dei falsi. Si tratta di venditori di fumo. Per colpa di questi disgraziati gente in gamba che sa fare il proprio mestiere viene messa a fare dei lavori scimmieschi o da lobotomia solo per il maledetto dio danaro, mentre dei decerebrati vengono messi in posizioni di responsabilità.Nel mondo della consulenza, i manager che dovrebbero coordinare questi gruppi di lavoro sono persone che di IT non ha mai saputo nulla (alcuni non sanno neanche accendere il pc). E loro dovrebbero coordinare dei gruppi di sviluppo. E se uno si permette di dire: Forse quello che dici è sbagliato!; ti denigrano e sfottono come non mai. Emigrare non è la soluzione, almeno secondo il mio modo di pensare. Perchè me ne devo andare io da casa mia? per far si che questi deficienti l'abbiano vinta? Di emigranti nella mia famiglia ce ne sono troppi. E' ora di finirla.
    • thecommitme nts scrive:
      Re: emigrate!


      Emigrare non è la soluzione, almeno secondo il
      mio modo di pensare. Perchè me ne devo andare io
      da casa mia? per far si che questi deficienti
      l'abbiano vinta? Di emigranti nella mia famiglia
      ce ne sono troppi. E' ora di
      finirla.ah si e come la finisci?Vuoi farla finita? Bene questa e' l'unica soluzione.Non vuoi emigrare, allora stai zitto e fatti sfruttare.Mi sono proprio rotto i Maroni di sentire gente che si lamenta in italia e non fa mai niente.Non hai ancora capito che finche' resterai la' darai biada per le persone che come giustamente hai detto non valgono nulla?
      • The Punisher scrive:
        Re: emigrate!
        - Scritto da: thecommitme nts
        Mi sono proprio rotto i Maroni di sentire gente
        che si lamenta in italia e non fa mai
        niente.
        Non hai ancora capito che finche' resterai la'
        darai biada per le persone che come giustamente
        hai detto non valgono
        nulla?Ti appoggio in pieno (Da una uggiosa Londra).
      • Abusivo scrive:
        Re: emigrate!
        A malincuore, ma concordo.Oltre una certa soglia di sopportazione si smette di lottare contro i mulini a vento e si va a fare il vero IT dove non solo te lo fanno fare, ma guadagni e impari pure qualcosa.Ma che ci facciamo tutti in UK? Non potevamo andare in Svizzera? ;)
        • Dublin sacco and vanzetti scrive:
          Re: emigrate!
          - Scritto da: Abusivo
          A malincuore, ma concordo.
          Oltre una certa soglia di sopportazione si smette
          di lottare contro i mulini a vento e si va a fare
          il vero IT dove non solo te lo fanno fare, ma
          guadagni e impari pure
          qualcosa.
          Ma che ci facciamo tutti in UK? Non potevamo
          andare in Svizzera?
          ;)Guarda io ti dico che gente che per non far venire la concorrenza qui in IRLANDA scrive: Piove sempre, si mangia male... che ci venite a fare?Che grandissimi figli di una M.... Matricolata :D:D :D
          • Loris Batacchi scrive:
            Re: emigrate!
            Anch'io a Dublino, ma non piove cosi' tanto (o meglio fino a luglio e' stato bruttissimo, poi e' migliorato).Il cibo pero' fa veramente pena.Ah, tanto per darvi un'idea, qui un cameriere in un ristorante di medio livello arriva a 3000 euri al mese (mance incluse)... fate un po' voi!Io sono qui in trasferta per una società italiana, quindi lo stipendio e' italiano, ma se vi trasferite qui il lavoro si trova facilmente (ovviamtne non il posto fisso, qui non esiste, e la gente non ne sente la mancanza), se siete lesti in un paio di settimane riuscite a trovare casa e lavoro (non sto scherzando).Cheers!
          • Alessandro, Dublino scrive:
            Re: emigrate!
            Mah, io sono a Dublino e ho il posto fisso...
          • Loris Batacchi scrive:
            Re: emigrate!
            Pensavo non esistessero piu'... fortunato te. Pero' puoi essere lasciato a casa piu' facilmetne che in italia o sbaglio? (davvero, non lo so)
          • vbrother scrive:
            Re: emigrate!
            Ciao, sto cercando di emigrare, sono un tecnico installatore macchine Apple & Pc-IBM, specializzato in progettazione CAD edilizia e meccanica, per favore contattami che ti passo il mio curriculum in inglese (parlo e scrivo a livello madrelingua) vbrother@gmail.comCheers to U all!
        • The Punisher scrive:
          Re: emigrate!
          - Scritto da: Abusivo
          Ma che ci facciamo tutti in UK? Non potevamo
          andare in Svizzera?
          ;)Taci che e' il mio sogno, soprattutto per via delle montagne (sono un montanaro): mi faccio un po' piu' di esperienza qui e poi comincio a cercare li.P.S.Visto che a quanto pare non sono il solo in UK, se siamo abbastanza vicini perche' non organizziamo una birrata?
          • Nicola ... da Zurigo scrive:
            Re: emigrate!
            - Scritto da: The Punisher
            - Scritto da: Abusivo

            Ma che ci facciamo tutti in UK? Non potevamo

            andare in Svizzera?

            ;)

            Taci che e' il mio sogno, soprattutto per via
            delle montagne (sono un montanaro): mi faccio un
            po' piu' di esperienza qui e poi comincio a
            cercare
            li.

            P.S.
            Visto che a quanto pare non sono il solo in UK,
            se siamo abbastanza vicini perche' non
            organizziamo una
            birrata?In Svizzera, io vivo e lavoro a Zurigo, c'ü molta richiesta di figure ad alta specializzazione informatica. Il problema ü che in questo periodo le banke (employers di maggiore qualitä qui in svizzera) sono un po in soffereza per via del turmoil mutui sub-prime...cmq penso sia il migliore posto per vivere, alta qualitä della vita, sicurezza sociale...
          • vbrother scrive:
            Re: emigrate!
            Ciao, sto cercando di emigrare, sono un tecnico installatore macchine Apple & Pc-IBM, specializzato in progettazione CAD edilizia e meccanica, per favore contattami che ti passo il mio curriculum in inglese (parlo e scrivo a livello madrelingua) vbrother@gmail.comGrazie!- Scritto da: Nicola ... da Zurigo
            - Scritto da: The Punisher

            - Scritto da: Abusivo


            Ma che ci facciamo tutti in UK? Non potevamo


            andare in Svizzera?


            ;)



            Taci che e' il mio sogno, soprattutto per via

            delle montagne (sono un montanaro): mi faccio un

            po' piu' di esperienza qui e poi comincio a

            cercare

            li.



            P.S.

            Visto che a quanto pare non sono il solo in UK,

            se siamo abbastanza vicini perche' non

            organizziamo una

            birrata?
            In Svizzera, io vivo e lavoro a Zurigo, c'ü molta
            richiesta di figure ad alta specializzazione
            informatica. Il problema ü che in questo periodo
            le banke (employers di maggiore qualitä qui in
            svizzera) sono un po in soffereza per via del
            turmoil mutui sub-prime...cmq penso sia il
            migliore posto per vivere, alta qualitä della
            vita, sicurezza
            sociale...
          • vbrother scrive:
            Re: emigrate!
            Ciao, sto cercando di emigrare, sono un tecnico installatore macchine Apple & Pc-IBM, specializzato in progettazione CAD edilizia e meccanica, per favore contattami che ti passo il mio curriculum in inglese (parlo e scrivo a livello madrelingua) vbrother@gmail.comCheers to U all!
      • gftigerjack scrive:
        Re: emigrate!
        - Scritto da: thecommitme nts



        Emigrare non è la soluzione, almeno secondo il

        mio modo di pensare. Perchè me ne devo andare io

        da casa mia? per far si che questi deficienti

        l'abbiano vinta? Di emigranti nella mia famiglia

        ce ne sono troppi. E' ora di

        finirla.

        ah si e come la finisci?
        Vuoi farla finita? Bene questa e' l'unica
        soluzione.
        Non vuoi emigrare, allora stai zitto e fatti
        sfruttare.
        Mi sono proprio rotto i Maroni di sentire gente
        che si lamenta in italia e non fa mai
        niente.
        Non hai ancora capito che finche' resterai la'
        darai biada per le persone che come giustamente
        hai detto non valgono
        nulla?Non è l'unica soluzione. Bisogna fare qualcosa. Io sono riuscito a cacciare un incompetente. Il mio l'ho fatto e continuo a farlo. Se anche gli altri lo fanno le cose migliorano. :) A parlare son buoni tutti. A fare son buoni pochi.Non sono l'unico a pensarla così. Ci parlo anche io con la gente (e non solo nei forum, ma anche di persona).
  • santantonio abbate scrive:
    Ahime' anche io come molti
    Ho preso la strada dell'estero.Diciamola tutta...Fare la valigia, per finire lontani piu' di 2000 kilometri non fa piacere, ma e' l'unica strada possibile e percorribile, per chi ha acquisito anni di esperienza e non vuole fare la fame, per far guadagnare aziendine fumo e body rental, che non sanno la differenza tra il loro forno di casa e uno storage in fibra, e che vogliono a "uffo" la loro parte di guadagni.Finche' esistera' una situazione del genere in italia non si potra' lavorare PUNTO E BASTA.Per adesso prendo l'ombrello e vado a lavorare a 3000 euro al mese.ciao.
    • Christian - Rimini scrive:
      Re: Ahime' anche io come molti
      ciao, mi dici in quale paese? Inghilterra o nord della germania?Perchè sei triste nel dire che sei andato via?dovresti essere contento... probabilmente avrai un futuro.. e questo ti deve essere di forza per affrontare la momentanea solitudine che puoi provare. Sei li da poco?Ricorda, se uno è socevole ed educato con gli altri, all'estero, verrà sempre apprezzato e si farà nuove amicizie... quindi non avere problemi.Ciao.Please, rispondi alle mie domande ;-)
      • santantonio abbate scrive:
        Re: Ahime' anche io come molti
        - Scritto da: Christian - Rimini
        ciao, mi dici in quale paese? Inghilterra o nord
        della
        germania?si tratta di un isola dopo la germania....
        Perchè sei triste nel dire che sei andato via?
        dovresti essere contento... probabilmente avrai
        un futuro.. e questo ti deve essere di forza per
        affrontare la momentanea solitudine che puoi
        provare. Sei li da
        poco?E' triste pensare che il mio paese non possa offrimi niente...ma sono qui da circa 7 mesi.
        Ricorda, se uno è socevole ed educato con gli
        altri, all'estero, verrà sempre apprezzato e si
        farà nuove amicizie...Si ma che tristezza pensare che il nostro paese fa talmente schifo dal punto di vista lavorativo che bisogna emigrare.Lo trovo squallidissimo.
        quindi non avere problemi.
        Ciao.

        Please, rispondi alle mie domande ;-)
        • Abusivo scrive:
          Re: Ahime' anche io come molti

          E' triste pensare che il mio paese non possa
          offrimi
          niente...
          ma sono qui da circa 7 mesi.Già, è triste. Ma se ti piace questo mestiere e hai la sfiga di essere nato in Italia, non vedo altre soluzioni.
    • vbrother scrive:
      Re: Ahime' anche io come molti
      Ciao, sto cercando di emigrare, sono un tecnico installatore macchine Apple & Pc-IBM, specializzato in progettazione CAD edilizia e meccanica, per favore contattami che ti passo il mio curriculum in inglese (parlo e scrivo a livello madrelingua) vbrother@gmail.comCheers to U all!
  • Loris Batacchi scrive:
    India
    Veramente, da testimonianza diretta di una ragazza indiana con cui lavoro, la' un neolaureato in ingegneria informatica prende 2000 euri al mese, e il costo della vita e' molto minore che in Italia dove la media degli stipendi e' 1200.Ora come ora stiamo facendo concorrenza agli indiani sui prezzi.
  • Ale scrive:
    "IT manager" ?
    ma _esattamente_ cosa intendono per "IT manager" ? i soliti tizi incompetenti in giacca e cravatta ? commerciali arroganti che credono di sapere/fare tutto ?No perche' a casa mia "professionista IT" e "manager" sono cose ben separate...
    • Ale scrive:
      Re: "IT manager" ?
      quanta supponenza e quanta ignoranza.. sono 8 anni che vivo con mia moglie, torna in cantina ragazzino...
      • ma dove? scrive:
        Re: "IT manager" ?
        - Scritto da: Ale
        quanta supponenza e quanta ignoranza.. sono 8
        anni che vivo con mia moglie, torna in cantina
        ragazzino...a casa dei tuoi... mi sa che il ragazzino sei tu
    • brabra scrive:
      Re: "IT manager" ?
      "IT manager"A me sembra chiarissima la definizione, l'IT manager è colui che in ambito IT ha un ruolo manageriale, ovvero un ruolo con poteri imprenditoriali e decisionali, in poche parole chi ha il compito di fare le scelte per raggiungere obbiettivi prefissati e prendere i meriti se li raggiunge e i ca**i se non li raggiunge.Insomma chi decide, che poi ovviamente sarà il capo di chi fa.
  • picchiatello scrive:
    Tristezza
    1) oramai quando si parla di articoli di stampa internazionale IT il nostro paese non e' minimamente conteggiato, segno che gli altri non ci tengono in alcuna considerazione.d'altra non ha senso raffrontarsi con gli altri paesi per i quali esiste la possibilità di migliorarsi nell'ambito lavorario ( e pecuniario) quando nel nostro paese l'unico modo di migliorare il posto lavorativo e' diventare uno statale.....
    • soto majooooooo r scrive:
      Re: Tristezza
      - Scritto da: picchiatello
      1) oramai quando si parla di articoli di stampa
      internazionale IT il nostro paese non e'
      minimamente conteggiato, segno che gli altri non
      ci tengono in alcuna
      considerazione.Ma perche' tu prenderesti in considerazione una nazione che vive cercando di metterla nel posto agli stessi tecnici IT che la fanno funzionare.E' giusto cosi' L'IT in Italia fa schifo. Guarda monster, di offerta seria ne trovi una su 100. azienda in forte espansione... bla bla blapoi vai li' contratto a progetto, a 1200 euro al mese.Ma andassero a caga'E la colpa e anche di quella gente (perche' chiamarli colleghi ce ne vuole) che accetta tutto, tanto... meglio di niente... e intanto le aziende da 10 dipendenti in forte espansione (nel portafoglio loro) vivono alla grandeUEEEEEEEE SVEGLIA.Questa gente se domani trovasse piu' convienente vendere geometri, aprirebbe un Body rental per geometri.SVEGLIAAAAAAAAAAA prima che vi svegliate tutti con il cetriolo nel sedere.
      d'altra non ha senso raffrontarsi con gli altri
      paesi per i quali esiste la possibilità di
      migliorarsi nell'ambito lavorario ( e pecuniario)
      quando nel nostro paese l'unico modo di
      migliorare il posto lavorativo e' diventare uno
      statale.....Comincia tu per primo a chiedere piu' soldi e a farti rispettare, invece di pensare che la soluzione e come al solito farsi raccomandare da qualche parte.
  • ... scrive:
    L'ultima riga dice tutto...
    ...tanti blabla su chi paga di più e chi meno poi ci si dimentica di fare i dovuti confronti con il costo della vita.111000 euro in Svizzera e magari affittare un monolocale costa 2000 euro al mese, 12000 euro in Thailandia e con 2000 euro lo affitti lo per 2 anni...
    • Lando G. scrive:
      Re: L'ultima riga dice tutto...
      - Scritto da: ...
      ...tanti blabla su chi paga di più e chi meno poi
      ci si dimentica di fare i dovuti confronti con il
      costo della
      vita.Infatti, viene trascurato proprio l'aspetto più importante. Ma non c'è da sorprendersi, la stessa cosa la fanno in Italia quando ci dicono che "i prezzi sono allineati a quelli degli altri paesi europei": ad esempio, in Germania i prezzi sono molto simili a quelli italiani quasi in tutto. Peccato che ci si dimentica di dire che un tedesco mediamente guadagna quasi il doppio di un italiano, col risultato che là il vero costo della vita è quasi la metà che da noi...
      • markoer scrive:
        Re: L'ultima riga dice tutto...
        - Scritto da: Lando G.[...]
        ad esempio, in Germania i prezzi sono
        molto simili a quelli italiani quasi in tutto."Simili" ma tendenti ad essere più bassi :-)
        Peccato che ci si dimentica di dire che un
        tedesco mediamente guadagna quasi il doppio di un
        italiano, col risultato che là il vero costo
        della vita è quasi la metà che da
        noi...:-)
    • giusto scrive:
      Re: L'ultima riga dice tutto...
      ma rimani in europa, i giochi degli estremi van bene per quei sondaggisti che critichi.Prendi Belgio (bruxelles 80mq molto vicino al centro 10 min a piedi, 700 euro tutte le spese comprese, gas, elettricita', riscaldamento) ed Italia (compara la capitale)Prendi Olanda (Amsterdam 75mq meno vicino al centro, 750 senza spese) ed Italia (prendi ancora roma se ne hai il coraggio)
    • guast scrive:
      Re: L'ultima riga dice tutto...
      Non posso che quotare commento e risposte.Per fare un altro esempio gli stipendi indiani sono talmente più alti del reddito medio che si possono premettere: governante/cameriera a tempo pieno, cuoco e qualcuno anche l'autista (sapete il traffico lì è molto stressante).Vengono a lavorare in europa giusto perchè con gli stipendi europei (non italiani) si mettono da parte più soldi.Come e già stato detto se si calcola il costo della vita gli stipendi italiani sono tra i più bassi al mondo
    • LOL scrive:
      Re: L'ultima riga dice tutto...
      "Magari"? Tante chiacchiere sull' "era dell'informazione" e poi spari baggianate?http://tinyurl.com/2g7flcEcco qui qualche esempio. Io ho abitato in 3 monolocali (Vaud, Zurigo, Ticino), mai pagato più di 900 SFr al mese (600 Euro). Sono riuscito a trovare un appartamento di 3 locali e mezzo a 850 Euro al mese nel Luganese, e non è che sia qualcosa di raro.Costa qualcosa di più il cibo, magari, e costa l'assicurazione malattia, ma già con lo stipendio base (2000 Euro ca al mese) vivi più che dignitosamente in Svizzera.Certo, però, qui non puoi fare l'ingegnere improvvisato: ci sono corsi e diplomi per ogni cosa, quindi scordati di trovare posto senza qualifiche solide.
      • Nicola ... da Zurigo scrive:
        Re: L'ultima riga dice tutto...
        Ciao, scusa ma hai preso un monolocale di 15 metri quadrati a Zurigo con quella cifra? In che zona scusa?
    • gianni pinotto scrive:
      Re: L'ultima riga dice tutto...
      sì, è la solita classifica di dati da "metro",che non tiene conto di altri fattori...fosse stata una statistica rapportata al costo della vita avrebbe avuto un senso, ma è una delle solite classifiche creata ad hoc per dire "in italia tutto fa schifo". Tuttavia a fin dei conti dubito che in vietnam stiano meglio di noi
    • Marlenus scrive:
      Re: L'ultima riga dice tutto...
      - Scritto da: ...
      ...tanti blabla su chi paga di più e chi meno poi
      ci si dimentica di fare i dovuti confronti con il
      costo della
      vita.
      111000 euro in Svizzera e magari affittare un
      monolocale costa 2000 euro al mese, 12000 euro in
      Thailandia e con 2000 euro lo affitti lo per 2
      anni...Tieni conto che chi fa queste ricerche ha come clienti gli HR dept delle grandi aziende e non certo i dipendenti.E' chiaro che all'azienda di quale sia il tenore di vita non importa più di tanto. Il bilancio si fa in euro (o in dollari). Quanto valgono è problema di un altro, relazioni industriali a parte.
    • markoer scrive:
      Re: L'ultima riga dice tutto...
      La vita costa molto meno in Germania che in Italia, eppure prendiamo più soldi. Quindi fai tu...
Chiudi i commenti