Chip: accordo UE-USA per evitare la corsa ai sussidi

Chip: accordo UE-USA per evitare la corsa ai sussidi

Durante il secondo incontro del Trade and Technology Council, Unione europea e Stati Uniti hanno concordato di evitare la corsa ai sussidi per i chip.
Durante il secondo incontro del Trade and Technology Council, Unione europea e Stati Uniti hanno concordato di evitare la corsa ai sussidi per i chip.

Secondo Intel, la crisi dei chip durerà almeno fino al 2024. La carenza di semiconduttori verrà in parte risolta con la realizzazione di nuovi impianti produttivi (anche in Italia). Durante il secondo meeting del Trade and Technology Council (TTC), Unione europea e Stati Uniti hanno trovato un accordo per evitare la corsa ai sussidi.

Investimenti coordinati, non sussidi

Il Trade and Technology Council (TTC) è stato istituito il 15 giugno 2021. Durante il primo incontro di Pittsburgh erano state poste le basi per una cooperazione transatlantica su tecnologie, economia e commercio. I dieci gruppi di lavoro, che si occupano di altrettanti obiettivi, hanno illustrato i risultati durante il secondo meeting di Parigi del 15-16 maggio. Uno dei problemi da risolvere riguarda la carenza di chip in vari settori industriali.

Unione europea e Stati Uniti hanno riaffermato l’obiettivo di cooperare per promuovere la resilienza delle catene di approvvigionamento, impegnandosi nel contempo ad astenersi da azioni unilaterali che potrebbero incidere negativamente sulle opportunità di produzione o esportazione.

Unione europea e Stati Uniti concordano inoltre sull’importanza di garantire la sicurezza dell’approvvigionamento di semiconduttori attraverso ecosistemi rafforzati e investimenti. È stato istituito un sottogruppo di lavoro dedicato sui semiconduttori per presentare un’intesa comune sulla carenza di semiconduttori. Durante l’incontro, il TTC ha deciso di:

  • Sviluppare un meccanismo comune di preallarme e monitoraggio della catena del valore dei semiconduttori e scambiare informazioni al fine di cercare soluzioni collaborative alle interruzioni della catena di approvvigionamento
  • Aumentare la trasparenza nella catena del valore dei semiconduttori per anticipare le carenze e collaborare con l’industria per promuovere la trasparenza della domanda di semiconduttori
  • Evitare le corse ai sussidi, fornire reciprocamente informazioni sugli incentivi concessi e limitarli a quanto necessario, appropriato e proporzionato al raggiungimento degli obiettivi di politica pubblica

Thierry Breton, Commissario per il mercato interno, ha dichiarato:

La collaborazione transatlantica sulle catene di approvvigionamento e sulle tecnologie digitali è fondamentale per difendere i nostri interessi e valori comuni. Avendo lavorato con successo con gli Stati Uniti sui colli di bottiglia della catena di approvvigionamento per gli ingredienti dei vaccini, sono lieto di vedere l’ambizione comune di rafforzare la resilienza della catena di approvvigionamento in altre aree, dalle materie prime ai semiconduttori. Il vertice di Parigi è un momento importante per il Trade and Technology Council per trasformare il dialogo transatlantico in risultati concreti.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 16 mag 2022
Link copiato negli appunti