Chippetti cracca-PS2 allo sbando

Il tribunale inglese ha dato ragione a Sony e ha ordinato ad un noto produttore di modchip di cessare le attività
Il tribunale inglese ha dato ragione a Sony e ha ordinato ad un noto produttore di modchip di cessare le attività


Londra – Poche settimane fa Sony Computer Entertainment Europe (SCCE) ha intimato a due dei maggiori produttori europei di modchip, quei chippetti che permettono alla Playstation di leggere CD d’importazione e/o copiati, di cessare immediatamente le loro attività legate alla vendita e alla promozione di tali prodotti.

Sia Neo Technologies , produttore del celebre NEO4, e Channel Technology , produttore di Messiah, hanno prontamente sospeso le loro attività commerciali eliminando dai rispettivi siti ogni riferimento ai loro modchip. Al contrario di Neo, Channel si era però appellata in tribunale contestando la liceità dell’azione di Sony.

Lo scorso fine settimana SCCE è però riuscita a far ufficializzare l’ingiunzione a Channel dall’Alta Corte inglese ottenendo così che l’azienda cessi immediatamente la pubblicazione, la vendita e la promozione di modchip e obbligandola a consegnarle tutte le informazioni ed i progetti relativi ai suoi chip.

Sony ha dichiarato guerra ai produttori ed ai distributori di modchip presenti su tutto il territorio europeo, un attacco che potrebbe rendere incerto anche il futuro del noto modchip italiano prodotto dai fratelli Origa . Non resta che attendere gli eventi.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

27 12 2001
Link copiato negli appunti