Chrome incontra Linux, Mac e le estensioni

Google ha messo a disposizione degli sviluppatori un'anteprima di Chrome per le piattaforme Linux e Mac OS X, promettendo il rilascio di una beta in tempi brevi. Nel frattempo, sul fronte Windows si continua a lavorare sulle estensioni

Google è ormai vicina a cancellare quella che molti considerano una delle più importanti limitazioni di Chrome: il supporto alla sola piattaforma Windows. La scorsa settimana il team di sviluppo del giovane browser ha reso disponibili, sul development channel , versioni preliminari di Chrome per Linux e Mac OS X, promettendo il rilascio di versioni beta nel più breve tempo possibile.

Sebbene le versioni di Chrome disponibili sul development channel siano spesso usabili, Google avverte che quelle per Linux e Mac OS X sono ancora zeppe di bug e mancano di parti importanti , quali il supporto a Flash (dunque niente YouTube), la possibilità di modificare le impostazioni relative alla privacy e la funzione di stampa delle pagine web.

“A meno che tu non sia uno sviluppatore o non tragga grande piacere dal provare cose incomplete, imprevedibili e potenzialmente instabili, per favore, non scaricarle!”, si legge nel succitato post di Chromium Blog in riferimento alle versioni di sviluppo di Chrome per Linux e Mac OS X.

Le attuali implementazioni non-Windows di Chrome, quindi, sono ancora da considerarsi pane per tester e sviluppatori. Il team di sviluppo di Google, tuttavia, ha già più volte dimostrato di saper procedere verso i nuovi traguardi ad ampie falcate: non sorprenderebbe, dunque, se le attuali anteprime per sviluppatori si trasformassero in beta già entro la fine dell’estate.

Chrome 3 e le estensioni
Google è al lavoro per colmare anche un’altra delle più grandi lacune del suo browser: l’assenza di estensioni à la Firefox. Il supporto sperimentale agli add-on è già presente da mesi nelle build di sviluppo di Chrome per Windows, ma ora lo si può testare in una forma più completa e matura nelle versioni 3.0.x del browser, rilasciate sul development channel la scorsa settimana.

Per attivare il motore delle estensioni occorre avviare Chrome dalla linea di comando come segue: “chrome.exe –enable-extensions” (questo può essere fatto anche cliccando col tasto destro sullo shortcut di Chrome, selezionando Proprietà e aggiungendo il parametro –enable-extensions al campo Destinazione ). Per disinstallare un’estensione è sufficiente digitare la stringa chrome://extensions/ nella barra degli indirizzi e premere invio : comparirà un elenco di tutte le estensioni installate con vicino il relativo tasto uninstall .

Google ha pubblicato già da tempo un sintetico tutorial che mostra come sviluppare una semplice estensione per Chrome, ed ha rilasciato alcune estensioni di esempio qui . A queste se ne sono recentemente aggiunte altre, decisamente più sofisticate delle precedenti, elencate in questo post di Geektechnica : vale la pena citare Cleeki , che l’autore definisce “un’alternativa più potente agli Accelerator di Internet Explorer 8”, e Adsweep , un filtro blocca-banner che fornisce alcune delle funzionalità base del celebre Adblock Plus per Firefox.

Come avvertono gli sviluppatori, il supporto alle estensioni si trova ancora nella fase iniziale dello sviluppo, pertanto errori e crash sono all’ordine del giorno.

Come molti dei componenti di Chrome, anche il sistema per gli add-on gira in un processo indipendente , con tutti i benefici che la tal cosa porta con sé in termini di stabilità (se un’estensione crasha, il browser rimane in piedi), di sicurezza (se il sistema delle estensioni viene compromesso, per un cracker sarà più difficile prendere il controllo dell’intero browser) e di ottimizzazione delle risorse (la memoria RAM può essere gestita in modo più dinamico ed efficiente).

Firefox 3.5, tempo di RC
I lavori fervono anche in casa Mozilla, dove gli sviluppatori stanno sistemando gli ultimi bug in previsione del rilascio, recentemente posticipato alla seconda metà di questa settimana, della release candidate di Firefox 3.5.

Lo scorso mese Mozilla aveva pianificato il debutto della RC di Firefox 3.5 per la prima settimana di giugno, ma alcuni problemi dell’ultima ora ne hanno fatto slittare il rilascio ai prossimi giorni. Gli sviluppatori confidano ancora nella possibilità di riuscire a completare il testing del browser entro la fine del mese. Lo scorso anno tra il rilascio della RC di Firefox 3.0 e quello della versione finale trascorsero circa due settimane: anche all’epoca il mese del debutto fu giugno.

Alessandro Del Rosso

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • SONO IO scrive:
    proprio adesso che..
    le elezioni UE si sono dimostrate un fallimento, ma tanto lo avevano previsto.... AHAHAHAHAHAHAHma stiamo scherzando?! comunque questo è solo l'inizio del vero volto capitalista-comunista, dove;nell'ex urrs era tutto gestito dallo stato, oggi, da noi, sarà gestito tutto dalle banche (che sono pericolosamente enti privati) e la fine delle LIBERTA' è servita in un piatto freddo come le banche stesse.AUGURI!!
  • MegaJock scrive:
    A proposito di Logistep...
    L'indirizzo della ditta é: Sennweidstrasse 45, 6312 Steinhausen. Il direttore é Leszek Krzysztof Oginski da Baar ma l'indirizzo di registrzione é Haendelstrasse 25, Karlsruhe (Germania) e il membro principale del consiglio d'amministrazione è Richard Martin Schneider di Reigoldswil.Anche loro devono tornare a casa la sera e possono capitare tante brutte cose...
    • Number 6 scrive:
      Re: A proposito di Logistep...
      Schneider sull'elenco non c'è, ma prima o poi lo troviamo. Dopo, foto su rotten.com. ;)
  • Pruffolo scrive:
    Negazione dei diritti
    Il P2P è "unaXXXXXta" e su questo penso ci siano pochi a non essere d'accordo. Però rimane il fatto che scaricare file "pirate" è illegale. E' vero che CD, DVD e concerti sono troppo cari, ma è anche vero che sono cmq un prodotto in cui qcuno ci ha messo dei soldi. In line a di principio non è giusto usarli "aggratis". Certo non è un grosso crimine perché non si arreca danno diretto, come se si ruba un hi-fi, perché cisascuna copia digitale costa 0 a chi ha prodotto i contenuti. Sui potenziali guadagni non realizzati da parte dell industrie discografiche c'è parecchio da rifletterci. Perché se io voglio comprare una copia di mettiamo "Occhio, malocchio, prezzemolo e finocchio" magari devo girarmi 4-5 negozi prima di trovarla, perché chi lo vende non ha una rete distribuitiva adeguata. Poi, pagare 30 auro (o quello che è) per il DVD dell'ultimo filmone pieno di effetti speciali, attoroni e milioni di dollari di budget, io non lo farei mai, piuttosto scelgo di non vedere un prodotto di bassissimo progilo aritistico. Chi davvero è appassionato del genere, e magari apprezza anche l'alta fedeltà della registrazione, probabilmente non rinuncerà all'acqusito del DVD.In fondo è un po' come la storia del povero che "ruba" il fumo dalla cucina del nobile che sta arrostendo il cinghile. Il povero ne trae giovamento, ma non arreca danno al nobile.La cosa pericolosa è che si sta chiedendo ai provider di diventare "autrità". Prima di tutto perché dovrebbero andare contro gli interessi di chi li paga (ma questo è abbastanza comune nel mondo delle TLC e delle mega compagnie in genere). In secondo luogo perché si darebbe a soggetti non qualificati il compito di far rispettare la legge. Per fare un'analogia è come se si chiedesse a chi fa coltelli di dotarli di una "scatola nera" per poter raccogliere prove in caso il coltello venga usato per commettere un reato.
    • lll scrive:
      Re: Negazione dei diritti
      - Scritto da: Pruffolo..
      prodotto i contenuti. Sui potenziali guadagni non
      realizzati da parte dell industrie discografiche
      c'è parecchio da rifletterci....c'è poco da riflettere. Se tutti scarichiamo un opera di qualcuno significa che nessuno lo compra, anche se in pratica non è cosi'!Cmq, le perdite ci sono ma non possono essere calcolate.ps:ti scrive uno che scarica dal p2p qualsiasi tipo di materiale, sopratutto libri di informatica...
      • dont feed the troll scrive:
        Re: Negazione dei diritti
        - Scritto da: lll
        - Scritto da: Pruffolo
        ..

        prodotto i contenuti. Sui potenziali guadagni
        non

        realizzati da parte dell industrie discografiche

        c'è parecchio da rifletterci....

        c'è poco da riflettere. Se tutti scarichiamo un
        opera di qualcuno significa che nessuno lo
        compra, anche se in pratica non è
        cosi'!Se vogliamo metterla su questo piano "teorico", allora "teroicamente" le opere non si comprano.
        Cmq, le perdite ci sono ma non possono essere
        calcolate.Esiste qualcosa che non si può quantificare?
        • lll scrive:
          Re: Negazione dei diritti
          - Scritto da: dont feed the troll
          - Scritto da: lll

          - Scritto da: Pruffolo

          ..


          prodotto i contenuti. Sui potenziali guadagni

          non


          realizzati da parte dell industrie
          discografiche


          c'è parecchio da rifletterci....



          c'è poco da riflettere. Se tutti scarichiamo un

          opera di qualcuno significa che nessuno lo

          compra, anche se in pratica non è

          cosi'!


          Se vogliamo metterla su questo piano "teorico",
          allora "teroicamente" le opere non si
          comprano.



          Cmq, le perdite ci sono ma non possono essere

          calcolate.

          Esiste qualcosa che non si può quantificare?eh?
  • francososo scrive:
    la morale fatta con il deterano altrui..
    la morale (delle lobby affaristiche )fatta con il deterano altrui ossia la gente comune !
    • Pruffolo scrive:
      Re: la morale fatta con il deterano altrui..
      deretano non deterano, cmq son tutti finocchi col c**o degli altri :)
  • Ricky scrive:
    non ci sono misure...
    Qui si continua a parlare della major e dei LORO interessi ma di quelli della gente comune se ne parla di rado.Si legifera perche' "sono lesi gli interessi dei potenti" ma non si fa certo altrettanto per salvaguardare quelli dei cittadini.Perche' non iniziamo a fare qualche legge che obblighi sti ricconi schiavi del denaro a farne un po a meno?E' giusto paraculare chi sguazza nei soldi e ne vuole sempre di piu' piuttosto che chi ne ha ben pochi e ci deve terminare il mese?Il cittadino DEVE comperare al prezzo che NOI IMPONIAMO , senza lametnarsi ne farsi copie!Se le perde? SE LE RICOMPERA A NUOVO,NIETNE SCONTI (cavoli suoi insomma).INIQUO COMPENSO tanto per non sbagliare, POI VEDREMO.Se e' ingusto pazienza, avete pagato e sono cavoli vostri (ancora) se e' giusto meglio, lo alziamo pure sino a faro diventare INGIUSTO, tanto nessuno vi protegge e voi PAGARTE come al solito.Questa e' la manfrina che vediamo ogni giorno,MAI una legge che livelli le esose richieste digente che gia' ha soldi a straXXXXXXX.Noi sempre nel mezzo,accusati o meno di rubare come ladri nella notte mentre LORO possono macchiarsi di qualsiasi reato,compresi i rootkit, senza pagarne mai il prezzo.SE VOLETE COSTRINGERE LA GENETE A FARE BENE DOVRETE PER FORZA FAR BENE PRIMA VOI.A quel punto ben vengano le leggi che costringono anche i pidocchiosi a comperare se vogliono fruire invece di scroccare sempre.Questo pero' non deve assolutamente dare il potere a dei PRIVATI che perseguono interessi di parte, di poter fare quello che gli pare.Tutto DEVE passare per un organo istituzionale che vagli il PERCHE' , IL COME e il DOVE.
    • Guybrush scrive:
      Re: non ci sono misure...
      - Scritto da: Ricky
      Qui si continua a parlare della major e dei LORO
      interessi ma di quelli della gente comune se ne
      parla di
      rado.[...]
      Tutto DEVE passare per un organo istituzionale
      che vagli il PERCHE' , IL COME e il
      DOVE.Vedi, amico mio, capisco la tua inca$$atura, ma sbagli.C'e' qualcosa che spaventa le major piu' della pirateria, piu' delle leggi scritte a coda di gatto, perfino piu' di una visita delle fiamme gialle.Sei tu.Perche' il giorno in cui tu ti inca$$erai sul serio e smetterai di comprare, quel giorno loro dovranno "mollare l'osso" e abbassare veramente i prezzi.Finche' continuerai a scaricare convinto di fargli un danno, be'... semplicemente offrirai ai potenti di turno (e non si tratta delle major) l'opportunita' di scavare un po' piu' a fondo nella tua vita privata (e anche nella mia, of course) per vedere se tante volte stai scaricando illegalmente qualcosa.Non comprare DVD originali, pirata o altro.Non andare al cinema finche' non smettono di chiamarti "ladro" nei trailer iniziali.Non ascoltare musica che non sia CopyLeft o CreativeCommons o per la quale l'autore ha deciso di rinunciare ai diritti di copia....e cosi' via.Naturalmente ora mi risponderai che comunque non e' giusto pagare un DVD 15-20 euro e via.Il che, con il discorso ora fatto, c'entra quanto il due di picche quando regna bastoni.Le major sperano che tu continui a scaricare materiale pirata perche' vuol dire che la loro mercanzia ti interessa, sperano che tu continui a lamentarti dei prezzi elevati perche' vuol dire che passi davanti al materiale originale e per la legge dei grandi numeri qualcuno che compra c'e'. Se NON compri... be', si tratta di una vera mancata vendita, di veri 15-20 euro che NON finiscono nelle loro tasche. -- GT
  • Paolo scrive:
    eppure...
    basterebbe che invece di tutte queste leggi,leggette e leggine sfruttassero in modo legale il p2p (alcuni lo fanno ma devo dire che lascia un l'amaro in bocca) e soprattutto abbattessero i prezzi con la quale tirano fuori i film e le canzonette d'ultmo grido.Un paio di esempi tanto per tirare al bersaglio ? terminator 3 e paris hilton (200 milioni di $ spesi il primo, contrattino come cantante da qualche milione di $ per la seconda)
  • alex del viero scrive:
    ritorno al futuro?
    bloccate pure tutto, la pirateria tornera' agli albori!Torneranno le bancarelle con dischetti,dvd,bluray venduti da persone di colore sfruttate dalla mafia per profitti da reinvestire in droga/armi/prostituzione...Bel passo avanti...ogni passo avanti mi pare che ne facciamo 2 indietro!
  • Michele Polo scrive:
    Provare per un mese
    Salve a tutti,chiediamoci chi è il titolare del potere e a chi è stato conXXXXX.Trovata la giusta risposta, in un mese o poco più di non acquisti dei loro prodotti, dei loro servizi, quel potere a loro conXXXXX ritorna da solo nelle mani dei legittimi proprietari, il popolo sovrano, quello vero e non quello da alcuni evocato nelle formule di rito.Meditateci sopra con calma...Con rispetto,Michele Polo
    • anonimo codardo scrive:
      Re: Provare per un mese
      c'è ancora qualcuno che dice queste XXXXXXX?te lo spiego una volta sola, al 99% della gente che "acquisti dei loro prodotti, dei loro servizi" non interessa nulla della rete, la maggior parte non sa nemmeno cosa sia. ora, senza che te lo dica io, prova a pensare se la tua innovativa proposta ha un senso, se non sei veramente scemo avrai una amara sorpresa
      • pabloski scrive:
        Re: Provare per un mese
        non esagerare adesso, internet la conoscono pure i polli ormai
        • pippo scrive:
          Re: Provare per un mese

          non esagerare adesso, internet la conoscono pure
          i polli
          ormaiSi, ma come covo di: pedoXXXXXspacciatoriterroristi :D
          • pabloski scrive:
            Re: Provare per un mese
            cavolo internet è proprio cresciuta, adesso ci sono pure gli spacciatori :D
      • DarkOne scrive:
        Re: Provare per un mese
        - Scritto da: anonimo codardo
        c'è ancora qualcuno che dice queste XXXXXXX?
        te lo spiego una volta sola, al 99% della gente
        che "acquisti dei loro prodotti, dei loro
        servizi" non interessa nulla della rete, la
        maggior parte non sa nemmeno cosa sia. ora, senza
        che te lo dica io, prova a pensare se la tua
        innovativa proposta ha un senso, se non sei
        veramente scemo avrai una amara
        sorpresaCerto, perchè tu hai capito tutto della vita... perchè sony ha fatto marcia indietro con i DRM? Perchè improvvisamente sono rinsaviti e hanno deciso che open è bello?Macchè, perchè la gente non comprava più quelle schifezze blindate.Se applichi la stessa cosa a tutto il resto, le aziende DEVONO cambiare strategia altrimenti vanno a picco. Non ci vuole un genio per capire questo.
        • Valeren scrive:
          Re: Provare per un mese
          Veramente in molti non comprano più le loro schifezze, ma semplicemente non sono abbastanza.FIno a quando i dischi delle popstar bollite o della scosciata di turno o l'ennesimo remake andranno a ruba, loro sono i vincitori.Ma convincila, la massa ebete...
  • pippo scrive:
    Bella roba
    "Il ministro delle Comunicazioni parla di dissuasori, come i dossi artificiali installati per invitare gli automobilisti a moderare la velocità"Quelli che considerano TUTTI potenziali pirati della strada!Grazie :@
    • MegaJock scrive:
      Re: Bella roba
      - Scritto da: pippo
      Quelli che considerano TUTTI potenziali pirati
      della
      strada!
      Grazie :@Sfortunatamente è la politica attuale: considerare tutti i cittadini dei potenziali criminali a priori. Il risultato è la cultura del divieto, che dovrebbe essere considerato il punto più basso raggiunto dalla società civile.
      • pippo scrive:
        Re: Bella roba


        Quelli che considerano TUTTI potenziali pirati

        della

        strada!

        Grazie :@

        Sfortunatamente è la politica attuale:
        considerare tutti i cittadini dei potenziali
        criminali a priori. Il risultato è la cultura del
        divieto, che dovrebbe essere considerato il punto
        più basso raggiunto dalla società
        civile.Beh più in basso ci sono i roghi per le streghe...Almeno quelli speriamo di evitarli, ma non sono così ottimista :(
        • MegaJock scrive:
          Re: Bella roba
          - Scritto da: pippo
          Beh più in basso ci sono i roghi per le streghe...Ho detto "civile", non "monty python & the holy grail". Sfortunatamente si può avere una parvenza di "società civile" nonostante censura, controllo della popolazione ed erosione dei diritti. Vedi colonia penale in Oceania e isoletta degli hooligans oltre la Manica.
      • Pinco Pallino scrive:
        Re: Bella roba
        - Scritto da: MegaJock
        - Scritto da: pippo


        Quelli che considerano TUTTI potenziali pirati

        della

        strada!

        Grazie :@

        Sfortunatamente è la politica attuale:
        considerare tutti i cittadini dei potenziali
        criminali a priori. Il risultato è la cultura del
        divieto, che dovrebbe essere considerato il punto
        più basso raggiunto dalla società
        civile.Sarebbe il più basso, forse. In Italia chi vìola i divieti viene punito e severamente solo se si tratta di cose di poco conto.
  • Anonimo scrive:
    It's the usual cat-mouse chasing...
    Mah.. mi sembra proprio che rasentiamo il ridicolo.. uno deve essere proprio un BEOTA per pensare di sconfiggere una cosa del genere... Cioè ma di cosa parliamo? mica di un paio di utenti! Ci sono FIOR FIORE di sviluppatori in grado di trovare una soluzione ad ogni nuova malsana idea delle Majors o delle dottrine Sarkozy (-spero di averlo scritto bene - che tutti ringraziamo e ricorderemo per essere stato con la Bruni, per aver lasciato che incendiassero tutte le macchine di Parigi e per aver fatto una legge rompi¢o****ni contro il p2p.Grazie!
    • MegaJock scrive:
      Re: It's the usual cat-mouse chasing...
      Il tuo ragionamento é sbagliato. E' come dire "non importa se c'è la tirannia in superficie, ci saranno sempre delle caverne dove possiamo nasconderci": il punto é che NON deve esserci la tirannia da nessuna parte.Aspettarsi poi che il "fior fiore" di sviluppatori passi il proprio tempo a creare software per aggirare le leggi è un altro ragionamento che vale fino ad un certo punto: se la realizzazione di questi strumenti viene vietata per legge, sarà da vedersi in quanti rischieranno sanzioni pesanti solo per il gusto di sfidare le autorità.Un unico seggio al Parlamento Europeo non può certo cambiare le cose, e nel mondo moderno è molto difficile ormai andarsi a nascondere da qualunque parte.
      • fred scrive:
        Re: It's the usual cat-mouse chasing...
        Ricordo che uno sviluppatore p2p in Spagna ha subito una perquisizione, tuttavia si e' scoperto che il mandato no nera un mandato ma un documento arbitrario, che le 5 persone che hanno perquisiti i pc, la casa e si sono portati via un notebook con le minacce son orispettivamente un avvocato della Siae locale, no nricordo il nome, due dipendenti e due rimagono sconosciuti.E' evidente che la prossima strategia e' quella di colpire gli sviluppatori anche in maniera illegale.
        • MegaJock scrive:
          Re: It's the usual cat-mouse chasing...
          - Scritto da: fred
          E' evidente che la prossima strategia e' quella
          di colpire gli sviluppatori anche in maniera
          illegale.Lo stanno già facendo. Come ha fatto notare qualcun altro, da anni anche le compagnie di incasso usano metodi totalmente illegali per estorcere denaro ai cittadini, e nessuno Stato è interessato a fermarle. Come con la Logistep, la scusa è che "il metodo è discutibile ma anche l'unico efficace".Immagino che prima o poi diventerà legale spezzare le gambe agli inquilini che non pagano l'affitto in tempo, se diventa "l'unico metodo efficace".
          • Pruffolo scrive:
            Re: It's the usual cat-mouse chasing...
            Già, lo fa anche la RAI con le lettere minacciose per obbligare a pagare il canone. Io non possego alcun apparecchio TV e ovviemnte non pago il canone. Mi sono lo stesso visto recapitare un paio di tali missive in cui si faceva riferimenteo ad agenzia delle entrate e PERQUISIZIONI !!
      • lll scrive:
        Re: It's the usual cat-mouse chasing...
        importante è rilasciare le sorgenti e non fare closed source.Ci sarà sempre qualche sviluppatore(io compreso) che spenderà un pò di tempo per lo sviluppo di reti p2p.
        • MegaJock scrive:
          Re: It's the usual cat-mouse chasing...
          - Scritto da: lll
          Ci sarà sempre qualche sviluppatore(io compreso)
          che spenderà un pò di tempo per lo sviluppo di
          reti
          p2p.E quando farlo sarà punito con l'arresto cosa farai? Rischierai il posto di lavoro e la casa?Chi combatte in ritirata ha perso in partenza.
          • lll scrive:
            Re: It's the usual cat-mouse chasing...
            beh, avremmo un server tutto nostro in un paese dove queste leggi non arriveranno e la distribuzione sarà fatta senza cittare nessun nome reale ma solo i nick.cmq, i modi per farlo ce ne sono veramente tanti...
          • mattomattom atto scrive:
            Re: It's the usual cat-mouse chasing...
            - Scritto da: MegaJock
            - Scritto da: lll


            Ci sarà sempre qualche sviluppatore(io compreso)

            che spenderà un pò di tempo per lo sviluppo di

            reti

            p2p.

            E quando farlo sarà punito con l'arresto cosa
            farai? Rischierai il posto di lavoro e la
            casa?
            Chi combatte in ritirata ha perso in partenza.bastano 5 minuti di wardriving per trovace una rete wifi aperta e utilizzare quella per distribuire in rete i sorgenti sviluppati in maniera totalmente anonima
          • MegaJock scrive:
            Re: It's the usual cat-mouse chasing...
            - Scritto da: mattomattom atto
            bastano 5 minuti di wardriving per trovace una
            rete wifi aperta e utilizzare quella per
            distribuire in rete i sorgenti sviluppati in
            maniera totalmente
            anonimaFinché tutte le reti non verranno chiuse per leggi. E dopo?Ripeto: giocare alla resistenza non serve a niente. O si vince alla luce del sole o si perde in silenzio.
          • Draikan scrive:
            Re: It's the usual cat-mouse chasing...
            - Scritto da: MegaJock

            Ripeto: giocare alla resistenza non serve a
            niente. O si vince alla luce del sole o si perde
            in
            silenzio.Mi trovi perfettamente d'accordo. Il problema è che la questione è posta come problema solo dalla SIAE (e simili) che dettano i termini della discussione. Quando si riuscirà a cambiare i termini del problema queste misure semplicemente non verranno prese in considerazione.Il problema è che di democrazia si interessano in pochi (quanti hanno protestato contro il pagamento dei diritti anche per le biblioteche pubbliche? Io l'ho saputo per caso).
          • Skywalker scrive:
            Re: It's the usual cat-mouse chasing...
            - Scritto da: Draikan
            (quanti hanno protestato contro il
            pagamento dei diritti anche per le biblioteche
            pubbliche? Io l'ho saputo per
            caso).Tanti. Ma purtroppo comunque troppo pochi. Dalle mie parti è almeno dal 2006 che in biblioteca un cartello rammenta la campagna "Non Pago (di leggere)" (www.nopago.org)...
          • Draikan scrive:
            Re: It's the usual cat-mouse chasing...
            Si ma il discorso non è quanti lo sanno (comunque pochi) ma quanti rendono la cosa agenda politica. Che io lo sappia e che tu lo sappia è semplice informazione (tipo la terra è rotonda); se io ne parlo con te diventa argomento di discussione (pertanto degno di attenzione).
          • trhrthgtdeg erge scrive:
            Re: It's the usual cat-mouse chasing...
            - Scritto da: MegaJock
            - Scritto da: mattomattom atto


            bastano 5 minuti di wardriving per trovace una

            rete wifi aperta e utilizzare quella per

            distribuire in rete i sorgenti sviluppati in

            maniera totalmente

            anonima

            Finché tutte le reti non verranno chiuse per
            leggi. E
            dopo?dopo si torna a come si faceva prima della diffusione di internet; ci si passano penne usb/dvd/hd/ecc.. tra amici
      • lll scrive:
        Re: It's the usual cat-mouse chasing...
        creiamo un sito in un paese dove non c'è l0obbligo di dare gli ip a queste persone poi do una mano alla communità e rilascio il codice senza firmarlo (magari in rete p2p :)).
  • sindrome tecnologica scrive:
    Qualcuno consoce Hamachi?
    http://www.hamachi.itQualcuno lo usa? E' un software per creare VPN con protocolli p2p criptati.
    • Monsieur Duball scrive:
      Re: Qualcuno consoce Hamachi?
      - Scritto da: sindrome tecnologica
      http://www.hamachi.it

      Qualcuno lo usa? E' un software per creare VPN
      con protocolli p2p
      criptati.Va bene per scambiarsi qualche file con uno due amici, ma data la velocità in upload delle nostre ADSL, ci fai ben poco. A questo punto meglio tornare allo scambio "manuale", ultimamente molto sottovalutato, ma potrebbe tornare di gran moda se ci sarà la stretta legislativa.
      • Lepaca scrive:
        Re: Qualcuno consoce Hamachi?

        A questo punto meglio
        tornare allo scambio "manuale", ultimamente molto
        sottovalutato, ma potrebbe tornare di gran moda
        se ci sarà la stretta
        legislativa.evviva il progresso!!!
        • anonimo codardo scrive:
          Re: Qualcuno consoce Hamachi?
          ma soprattutto, evviva la mafia, che tutti finanzieranno comprando dvd pirata, come si faceva una volta.
          • Monsieur Duball scrive:
            Re: Qualcuno consoce Hamachi?
            - Scritto da: anonimo codardo
            ma soprattutto, evviva la mafia, che tutti
            finanzieranno comprando dvd pirata, come si
            faceva una
            volta.Mafioso ci sarai TU e tutti quelli che la pensano così!! Se scambio un DVD (legalmente acquistato) con un mio amico e lui mi presta il suo non commetto alcun reato, mio caro testa di rapa!
          • Monsieur Duball scrive:
            Re: Qualcuno consoce Hamachi?
            - Scritto da: anonimo codardo
            ma soprattutto, evviva la mafia, che tutti
            finanzieranno comprando dvd pirata, come si
            faceva una
            volta.Mafioso ci sarai te! Se scambio un DVD (originale) con un mio amico non commetto alcun reato! Accendere il cervello prima di scrivere cavolate!!!
          • Monsieur Duball scrive:
            Re: Qualcuno consoce Hamachi?
            - Scritto da: anonimo codardo
            ma soprattutto, evviva la mafia, che tutti
            finanzieranno comprando dvd pirata, come si
            faceva una
            volta.Ho scritto SCAMBIO MANUALE e se fatichi a capire aggiungo SCAMBIO DI CD/DVD ORIGINALI TRA AMICI, COME AVVENIVA PRIMA DEL P2P!!!
    • fred scrive:
      Re: Qualcuno consoce Hamachi?
      In autunno potrebbe arrivare una nuova legge in italia e se sara' particolarmente dura allora il p2p criptato decollera' come sta pian piano decollando in Francia in questi giorni.
      • The winner scrive:
        Re: Qualcuno consoce Hamachi?
        - Scritto da: fred
        In autunno potrebbe arrivare una nuova legge in
        italia e se sara' particolarmente dura allora il
        p2p criptato decollera' come sta pian piano
        decollando in Francia in questi
        giorni.Già.. l'importante è trovare uno standard sul protocollo e sulla rete.Però resta il problema della lentezza degli scambi p2p criptati e del reperimento delle fonti.Credo che inizialmente succederà che via p2p criptato ci si scambierà i file .torrent, da usare poi nel consueto modo molto più efficente.Mi piacerebbe anche poter assistere ad un significativo aumento dei servizi di vpn che non producano log (tipo relakks)
        • CoreDump scrive:
          Re: Qualcuno consoce Hamachi?

          Però resta il problema della lentezza degli
          scambi p2p criptati e del reperimento delle
          fonti.
          Credo che inizialmente succederà che via p2p
          criptato ci si scambierà i file .torrent, da
          usare poi nel consueto modo molto più
          efficente.
          Guarda per quello che ho potuto provare freenet e derivati vari like tipo il vecchio winny, share, perfect dark molto usati in giappone nn e sempre vero che la velocita e molto bassa, per quanto riguarda freenet l'avvio di un nodo e una operazione molto lenta in effetti e dovrebbe essere sempre tenuto aperto su un serverino ( nodo persistente ) per avere una buona velocita di ricerca chiavi, il download dipende da nmila fattori ma ho raggiunto buone velocita, per quanto invece riguarda i derivati tra cui il piu usato al momento share devo dire che va veramente bene, ho ragiunto velocita da saturazioni di linea e anche la ricerca di chiavi e nodi e molto veloce, i punti deboli sono che il materiale reperibile confronto alle reti ed2k o kademelia, torrent e minino, ma sicuramente se passano queste leggi molta gente per non rischiare ci migrera sopra con conseguente aumento di materiali/fonti e il secondo problema e la banda a disposizione in quanto e palese la superiorità di connettivita ( sopratutto in upload ) delle fibre giapponesiSaluti.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 08 giugno 2009 11.23-----------------------------------------------------------
  • achille95 scrive:
    [OT] Piratpartiet in europa
    7% in Svezia, 2 seggi.http://torrentfreak.com/pirate-party-wins-and-enters-the-european-parliament-090607http://www.dn.se/fordjupning/europa2009/piratpartisterna-pa-vag-in-i-eu-fi-nara-sparren-1.886384 p)
    • Ale scrive:
      Re: [OT] Piratpartiet in europa
      - Scritto da: achille95
      7% in Svezia, 2 seggi.

      http://torrentfreak.com/pirate-party-wins-and-ente

      http://www.dn.se/fordjupning/europa2009/piratparti

      p)ottimo come spero che ci vadano de magistris e sonia (non ricordo il cognome )per l'italia
      • etherodox scrive:
        Re: [OT] Piratpartiet in europa
        sonia fa "alfano" di cognome. Un vero lapsus freudiano vista l'omonimia con l'autore del lodo. Per fortuna non sono parenti, suo padre era un giornalista ammazzato dalla mafia.
        • Ale scrive:
          Re: [OT] Piratpartiet in europa
          - Scritto da: etherodox
          sonia fa "alfano" di cognome. Un vero lapsus
          freudiano vista l'omonimia con l'autore del lodo.
          Per fortuna non sono parenti, suo padre era un
          giornalista ammazzato dalla
          mafia.avevo pensato giusto però ricordando bene il nome del lodo non pensavo che potesse essere giustoIl nome lo ricordo perchè le 4 sonie che conosco , non si possono dimenticare
    • atamata scrive:
      Re: [OT] Piratpartiet in europa
      partito dei pirati 7,1%italia dei valori 8%ecco chi ha vinto le elezioni europee
      • fred scrive:
        Re: [OT] Piratpartiet in europa
        Sono contento anch'io di questi risultati, tuttavia spero che lo spostamento a destra del parlamento europeo non vada ad incidere sulla formulazione attuale del pacchetto telecom; credo di no, ma non si sa mai.
      • pabloski scrive:
        Re: [OT] Piratpartiet in europa
        è solo uno per ora, secondo me nemmeno Lundstrom e soci credevano di poter arrivare al parlamento europeose i governi pseudo-democratici continuano a sostenere solo ed esclusivamente le lobby finiranno con l'affondarefai caso che oltre ai vari partiti "pirata", Di Pietro, insomma quelli che potremmo per certi versi definire estrema sinistra, hanno vinto anche quelli di estrema destrail popolo è stanco della campagna elettorale 365 giorni l'anno, che poi non porta altro che più soldi nelle casse dei magnacci delle varie lobby industriali e all'impoverimento di chi lavora e manda avanti la baracca
        • Golden Boy scrive:
          Re: [OT] Piratpartiet in europa
          - Scritto da: pabloski
          ...Di
          Pietro, insomma quelli che potremmo per certi
          versi definire estrema sinistra...Di Pietro non è di sinistra, ma di destra, ed è populista.Amico di poliziotti e carcerieri.Di Pietro sta a "sinistra" solo perché dall'altra c'è il Berlusca, altrimenti andrebbe a braccetto con Fini e compagnia.
          • pabloski scrive:
            Re: [OT] Piratpartiet in europa
            beh in ogni caso è un estremista e quello che è venuto fuori dalle ultime europee è che la gente ama gli estremi, perchè non fanno solo chiacchiere, perchè agiscono sul serio, perchè non hanno paura a dire che bisogna buttare gambe all'aria le multinazionali succhiasoldi e succhiasangue
          • Josafat scrive:
            Re: [OT] Piratpartiet in europa
            Estremista?E il PCDL cos'è, allora?
          • atamata scrive:
            Re: [OT] Piratpartiet in europa
            in italia fin che c'è il berlusca chi è di destra dovrebbe votare a sinistra o per di pietro che concordo non è di sinistra
          • Linneus scrive:
            Re: [OT] Piratpartiet in europa
            Di pietro è di Destra leggi qua http://www.ciaccimagazine.org/2009/05/06/vittorio-agnoletto-sulla-politica-dellitalia-dei-valori/é allucinante che ci sia gente di Sinistra che lo vota mah...
          • Josafat scrive:
            Re: [OT] Piratpartiet in europa
            Dunque per sapere se uno è di dx o di sx, non lo si chiede a lui, ma si chiede ad un altro (che sta agli estremi) per sapere che ne pensa.Con questo principio, Fini è di sinistra perché concede il diritto all'insegnamento attivo ai gay.
          • Pinco Pallino scrive:
            Re: [OT] Piratpartiet in europa
            - Scritto da: Golden Boy
            - Scritto da: pabloski

            ...Di

            Pietro, insomma quelli che potremmo per certi

            versi definire estrema sinistra...

            Di Pietro non è di sinistra, ma di destra, ed è
            populista.
            Amico di poliziotti e carcerieri.Dovresti esserlo anche tu, vivremmo in un mondo migliore:un mondo che punisce i cattivi e forti e che premia i deboli e volenterosi.
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: [OT] Piratpartiet in europa
          - Scritto da: pabloski
          è solo uno per ora, secondo me nemmeno Lundstrom
          e soci credevano di poter arrivare al parlamento
          europeoNo, ci hanno iniziato a credere seriamente quando è arrivata la condanna contro Pirate Bay. Perché da quel momento gli iscritti al partito sono aumentate in via esponenziale, era ovvio che anche le preferenze aumentassero. Anche se nessuno poteva aspettarsi un risultato così alto (è più di quanto hanno avuto da noi tutte le formazioni di sinistra messe insieme di quelle attualmente fuori dal parlamento)
          • pabloski scrive:
            Re: [OT] Piratpartiet in europa
            Di Pietro per avere lo stesso risultato ha dovuto attaccare Berlusconi per 10 anni :Dè evidente che le tematiche della rete sono sentite almeno dai giovani e ricordiamo che le vecchie vacche moriranno oggi o domani, mentre i ragazzini raggiungeranno la soglia dei 18 anni e cominceranno a contare ai fini elettoraliabbiamo una massa critica di adolescenti che tra un detto e un fatto saranno maggiorenniper ora hanno vinto i vecchi affaristi capital-statalisti, ma è solo un fuoco di paglia che si spegnerà con lo spegnersi delle loro viteper fortuna abbiamo ancora la natura che fa giustiziacerto che il colpo per le lobby è stato duro, da oggi in poi Sarkozy e soci avranno qualche grattacapo in piùmi ha fatto sorridere l'atteggiamento di alcuni telegiornali italiani, che davano la notizia a denti stretti, quasi volessero evitare di darla :D
          • MegaJock scrive:
            Re: [OT] Piratpartiet in europa
            - Scritto da: pabloski
            abbiamo una massa critica di adolescenti che tra
            un detto e un fatto saranno
            maggiorenni
            E quando avranno una famiglia e un lavoro cambieranno idee politiche secondo quel che conviene al loro portafoglio.
            per ora hanno vinto i vecchi affaristi
            capital-statalisti, ma è solo un fuoco di paglia
            che si spegnerà con lo spegnersi delle loro
            vite
            I vecchi affaristi capital-statalisti erano quelli che nel '68 protestavano contro il "sistema".
            certo che il colpo per le lobby è stato duro, da
            oggi in poi Sarkozy e soci avranno qualche
            grattacapo in
            più
            Il partito di Sarkozy ha vinto in Francia e l'opposizione ne è uscita indebolita.
            mi ha fatto sorridere l'atteggiamento di alcuni
            telegiornali italiani, che davano la notizia a
            denti stretti, quasi volessero evitare di darla
            :D1 seggio tra tanti, non farà proprio nessuna differenza.Se queste sono le vittorie, non c'è bisogno di sconfitte.
          • pabloski scrive:
            Re: [OT] Piratpartiet in europa
            staremo a vedere, intanto il partito pirata non è l'unico ad aver conquistato seggi nel parlamento europeo e avere idee anti-sistemada queste elezioni piuttosto, ho visto che i vari Sarkozy, Berlusconi e soci sono stabili o scesi e i veri vincitori sono stati i partiti razzisti e xenofobiin Olanda, Ungheria, Austria e UK hanno fatto il pienoevidentemente a parte i borghesi che campano di concessioni pubblici, farmacie, numeri chiusi e compagnie, c'è pure una massa di gente che vuole il proprio posto al sole
      • XYZ scrive:
        Re: [OT] Piratpartiet in europa
        - Scritto da: atamata
        partito dei pirati 7,1%
        italia dei valori 8%
        ecco chi ha vinto le elezioni europeeE non una parola da mamma Mediaset o zia RAI. :)
      • Monsieur Duball scrive:
        Re: [OT] Piratpartiet in europa
        - Scritto da: atamata
        partito dei pirati 7,1%
        italia dei valori 8%
        ecco chi ha vinto le elezioni europeeHa vinto il voto di protesta, non i partiti!
        • dont feed the troll scrive:
          Re: [OT] Piratpartiet in europa
          - Scritto da: Monsieur Duball
          - Scritto da: atamata

          partito dei pirati 7,1%

          italia dei valori 8%

          ecco chi ha vinto le elezioni europee
          Ha vinto il voto di protesta, non i partiti!Diciamo che, come al solito, tutti dicono di aver vinto.La verità che a perdere siamo noi.Sempre.
  • castigo scrive:
    giurisdizione
    Al di qua dell'oceano, invece, si stanno preparando le basi per l'identificazione degli utenti: l'attività di Logistep, la società che al soldo dell'industria batte le reti P2P raccogliendo indirizzi IP a cui dare un nome, è stata legittimata da un tribunale svizzero . L'operato di Logistep era stato dichiarato illegittimo dal Garante della Privacy italiano nel quadro dell'affaire Peppermint, così come dalla Corte Costituzionale tedesca: l'azienda non aveva diritto di monitorare in maniera sistematica i circuiti del P2P a caccia di violazioni da registrare per essere impugnate contro il cittadino della rete. Ma sono numerosi, dentro e fuori dall'Italia, gli attori dell'industria che vorrebbero disporre della possibilità di tutelarsi senza doversi invischiare in tortuosi procedimenti burocratici che coinvolgano le autorità. La corte svizzera ha ammesso che l'attività di Logistep crea degli attriti in materia di diritto alla privacy, ma ha altresì decretato che le istanze dell'industria siano abbastanza rilevanti da giustificare la sorveglianza estensiva. e la giurisdizione di una corte svizzera si estende all'italia??sul nostro territorio conta qualcosa questa "legittimazione" ad operare o siamo ancora un paese che può vantare una certa sovranità??non è una domanda retorica, vorrei proprio saperlo.....
    • etherodox scrive:
      Re: giurisdizione
      La giurisdizione svizzera non si estende all'Italia, ma in materia di diritto digitale si è visto che le sperimentazioni legali di un paese aprono di solito la strada a "innovazioni" negli altri.
      • PeeBee scrive:
        Re: giurisdizione
        - Scritto da: etherodox
        La giurisdizione svizzera non si estende
        all'Italia, ma in materia di diritto digitale si
        è visto che le sperimentazioni legali di un paese
        aprono di solito la strada a "innovazioni" negli
        altri.Già, ma la Svizzera non ha la costituzione che abbiamo noi (v. Art. 15)
        • Fried Funk scrive:
          Re: giurisdizione
          - Scritto da: PeeBee
          - Scritto da: etherodox

          La giurisdizione svizzera non si estende

          all'Italia, ma in materia di diritto digitale si

          è visto che le sperimentazioni legali di un
          paese

          aprono di solito la strada a "innovazioni" negli

          altri.

          Già, ma la Svizzera non ha la costituzione che
          abbiamo noi (v. Art.
          15)..perchè, abbiamo una costituzione noi ?!?? :
          • infame scrive:
            Re: giurisdizione
            in teoria, si, anche se i vostri amichetti neofascisti che stanno al governo la vorrebbero riscrivere a modo loro...
          • dux scrive:
            Re: giurisdizione
            - Scritto da: infame
            in teoria, si, anche se i vostri amichetti
            neofascisti che stanno al governo la vorrebbero
            riscrivere a modo
            loro...E lo faremo. E già che ci siamo riscriviamo anche quella europea, visto che abbiamo stravinto pure lì.Voi potrete sempre trasferirvi nel paradiso dei proletari (la Corea del Nord), magari assieme ai circoli ANPI, ai centri sociali e ai poveri "migranti" del Terzo Mondo. E da lì continare a scaricare tutta la musica e i film che volete....se ci riuscirete.
          • lll scrive:
            Re: giurisdizione
            avete vinto perchè l'italia stà diventanto fascista.
          • Ale scrive:
            Re: giurisdizione
            - Scritto da: dux
            - Scritto da: infame

            in teoria, si, anche se i vostri amichetti

            neofascisti che stanno al governo la vorrebbero

            riscrivere a modo

            loro...

            E lo faremo. E già che ci siamo riscriviamo anche
            quella europea, visto che abbiamo stravinto pure
            lì.
            Voi potrete sempre trasferirvi nel paradiso dei
            proletari (la Corea del Nord), magari assieme ai
            circoli ANPI, ai centri sociali e ai poveri
            "migranti" del Terzo Mondo. E da lì continare a
            scaricare tutta la musica e i film che
            volete....se ci
            riuscirete.Forse ti sbagli se la situazione continua cosi' presto ci rivolteremo e vi stracciamo Ricordati che noi siamo in molti e se davvero si presuppone che presto molti posti di lavoro salteranno , fra questi sicuramente ci sarà + di qualcuno che non avrà + niente da perdere e se si coalizzano sò XXXXX (vostri)
          • MegaJock scrive:
            Re: giurisdizione
            - Scritto da: Ale
            Forse ti sbagli se la situazione continua cosi'
            presto ci rivolteremo e vi stracciamo
            See, s'è visto.
            Ricordati che noi siamo in moltiSe fosse davvero così non sareste stati SCONFITTI.
          • Ale scrive:
            Re: giurisdizione
            - Scritto da: MegaJock
            - Scritto da: Ale


            Forse ti sbagli se la situazione continua cosi'

            presto ci rivolteremo e vi stracciamo



            See, s'è visto.


            Ricordati che noi siamo in molti

            Se fosse davvero così non sareste stati SCONFITTI.ma tu devi calcolare oltre il pd anche i verdi e di pietro , perchè io ho votato de mastrigis che avete attaccato e alla fine tutti i giudici hanno detto che ciò che ha fatto lo doveva fare ai vostri voti dovete aggiungere invece quelli dei razzistiio non parlo di voti io parlo della rivolta se davvero grosse aziende chiuderannoPoi fra l'altro il voto in sardegna ve lo siete comprati con le bugie, con una telefonata a putin , perchè i cittadini hanno detto , noi abbiamo votato ugo , ma l'azienda è chiusa cmq.io spero che si rivoltano i sardi perchè quelli se cominciano non si fermano
          • Ale scrive:
            Re: giurisdizione
            correzione perchè i cittadini hanno detto , noi abbiamo votato ugo , come ci avete detto , ma l'azienda è chiusa lo stesso
          • pippo scrive:
            Re: giurisdizione


            Già, ma la Svizzera non ha la costituzione che

            abbiamo noi (v. Art.

            15)

            ..perchè, abbiamo una costituzione noi ?!?? :Si, stampata su rotoli di carta morbida, purtroppo... :'(
        • Get Real scrive:
          Re: giurisdizione
          - Scritto da: PeeBee
          Già, ma la Svizzera non ha la costituzione che
          abbiamo noi (v. Art.
          15)Non è questione di costituzione ma dell'unica legge universale: chi ha i soldi ha ragione. Quando ci sarà una Logistep italiana - molto presto - anche la costituzione non sarà più un problema.In Italia esiste il reato di "minaccia a scopo di estorsione", eppure le compagnie private di incasso come la Intrum lo commettono ogni giorno a tappeto, senza nessunissimo intervento da parte della magistratura.Denaro
          Diritto.
      • fred scrive:
        Re: giurisdizione
        La svizzera non fa parte dell'europa, l'unico accordo di collaborazione che esiste fra le relative giustizie riguarda il terrorismo, ergo, in italia e in molti paesi europei Logistep non puo' operare.
    • pabloski scrive:
      Re: giurisdizione
      no la Svizzera non è nemmeno membro a pieno titolo dell'UE, le loro leggi da noi valgono come carta straccia
Chiudi i commenti