Ci sarà un po' di XP Starter in Vista

Microsoft ha deciso di portare anche in Windows Vista il sistema di aiuto basato su contenuti video introdotto con XP Starter Edition. Quest'ultima edizione sarà presto rimpiazzata da Vista Starter, con qualche novità
Microsoft ha deciso di portare anche in Windows Vista il sistema di aiuto basato su contenuti video introdotto con XP Starter Edition. Quest'ultima edizione sarà presto rimpiazzata da Vista Starter, con qualche novità

Redmond (USA) – Mutuando l’idea dall’attuale XP Starter , l’edizione di Windows indirizzata ai paesi in via di sviluppo, Microsoft includerà in tutte le versioni di Windows Vista un certo numero di tutorial video.

Oltre a testo, hyperlink e immagini, il sistema di help di Vista fornirà anche diversi filmati che aiuteranno gli utenti inesperti ad apprendere le funzionalità base del nuovo sistema operativo. A quanto pare questi contenuti video sono stati molto apprezzati dagli utenti di Windows XP Starter, nella maggior parte dei casi totalmente digiuni di informatica.

Microsoft ha confermato che l’edizione Starter di Windows Vista debutterà sul mercato il prossimo anno a ridosso delle altre edizioni. A differenza di XP Starter, che consente l’apertura di un massimo di tre finestre contemporanee, la versione “lite” di Vista non porrà più vincoli in questo senso : rimarrà invece valido il limite, fissato a tre, dei programmi che possono girare simultaneamente nel sistema.

Con il rilascio di Vista, Microsoft conta inoltre di ampliare significativamente le lingue supportate dall’attuale edizione Starter, portandole da 25 a 79.

Pur se lanciata in sordina, questa versione di Windows sta assumendo sempre più importanza nelle strategie di Microsoft: basti pensare che oggi XP Starter viene venduto in circa 140 paesi , e che dal novembre del 2004 ne sono state vendute oltre un milione di copie. Ad una prima analisi quest’ultimo dato potrebbe apparire modesto, ma va considerato che si tratta di copie vendute in paesi dove il tasso di pirateria supera spesso il 90%.

Con la Starter Edition Microsoft sta tentando di diffondere in modo legale la propria piattaforma anche là dove le edizioni standard di Windows semplicemente non hanno mercato: in molti paesi ad economia emergente, infatti, il costo di un sistema operativo commerciale va al di là delle possibilità economiche della gran parte della popolazione e delle piccole imprese. Semplificare Windows, e renderlo decisamente più economico, è anche un modo per contrastare l’ascesa di Linux: questo vale soprattutto in paesi come la Cina, dove l’open source viene appoggiato massicciamente anche a livello governativo.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

09 10 2006
Link copiato negli appunti