Cina, condanne per i segreti di iPad 2

Tre gli arrestati per le informazioni trafugate prima dell'esordio della tavoletta

Roma – Un tribunale cinese ha condannato tre persone ritenute responsabili della fuga di notizie e segreti industriali relativi a iPad 2, qualche mese prima che facesse il suo esordio sul mercato.

Xiao Chengsong, general manager di Shenzhen MacTop Electronics è stato condannato per aver pagato all’impiegato Foxconn Hou Pengna 3mila dollari più una serie di sconti su prodotti MacTop per informazioni sul prodotto Apple prossimo venturo. Hou avrebbe a sua volta pagato Lin Kecheng, addetto alla divisione Ricerca e Sviluppo di Foxconn per il download delle immagini della cover posteriore del dispositivo.

Changsong voleva le informazioni in anteprima per battere la concorrenza e arrivare sul mercato prima di tutti con una custodia per il nuovo tablet Apple.
Il case pensato per iPad 2 era dunque arrivato “in anteprima” sul sito cinese di e-commerce Alibaba.com , da dove è stato rimosso in seguito ad una “legittima richiesta” probabilmente arrivata da Cupertino.

Xiao è stato condannato per violazione di segreti industriali a 18 mesi di carcere e a pagare 16mila euro di multa; Hou a un anno di prigione, multato di 3mila euro; Lin a 14 mesi e 10mila euro di multa.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • bubba scrive:
    un modo "carino" per farsi pubblicita'
    a basso prezzo (basso per un hotel extralusso) a spese di Google e della net neutrality e robe simili.Con tutto poi che l'autosuggest lo trovo un po noioso (io fossi in google lo terrei disabilitato di default).
    • giacche scrive:
      Re: un modo "carino" per farsi pubblicita'
      - Scritto da: bubba
      a basso prezzo (basso per un hotel extralusso) a
      spese di Google e della net neutrality e robe
      simili.

      Con tutto poi che l'autosuggest lo trovo un po
      noioso (io fossi in google lo terrei disabilitato
      di default).La pubblicità gratuita la fanno peraltro i giornali (come PI) che evidentemente non hanno di meglio da scrivere.Se digitando sulla ricerca il nome dell'azienda per cui lavori, in automatico google suggerisse il termine 'delinquenti', non te la prenderesti pure tu?
      • bubba scrive:
        Re: un modo "carino" per farsi pubblicita'
        - Scritto da: giacche
        - Scritto da: bubba

        a basso prezzo (basso per un hotel extralusso) a

        spese di Google e della net neutrality e robe

        simili.



        Con tutto poi che l'autosuggest lo trovo un po

        noioso (io fossi in google lo terrei
        disabilitato

        di default).

        La pubblicità gratuita la fanno peraltro i
        giornali (come PI) che evidentemente non hanno di
        meglio da
        scrivere.Si, ovviamente. Perche per loro uno che fa causa a google (= colosso) e' notizia gustosa. E appunto si tira su della pubblicita' gratuita.
        Se digitando sulla ricerca il nome dell'azienda
        per cui lavori, in automatico google suggerisse
        il termine 'delinquenti', non te la prenderesti
        pure
        tu?Beh in astratto sarei seccato, chiaramente. Ma la colpa non sarebbe certo di google search, visto che lui fa indexing di siti terzi. Puo' dipendere dal fatto che la mia azienda ha fatto cose delinquenziali, per esempio (o supposte tali). Oppure da qualche carogna che sta facendo black SEO contro di me ,e a spese di google anche. O del rickrolling (ma dar del delinquente non lo metterei in questa fattispecie). O anche uno strampalato effetto collaterale/bug di google [es: http://www.giornalettismo.com/archives/94053/berlusconi-google-translate/ ]... ma nel caso di 'delinquente' mi pare poco probabile :P
    • mr_caos scrive:
      Re: un modo "carino" per farsi pubblicita'
      Ma com'è che l'aura di santità di Google ha lobotomizzato tutti?Secondo te questa grande notizia dove uscirà? Ovviamente, sui soliti 4 magazine online per nerd informatici. Ti pare che questi siano il target di clientela per un albergo di lusso?Allora invece di parteggiare sempre e comunque per Google per partito preso, ti renderai conto che al giorno d'oggi, per una persona o un'attività commerciale, l'essere associati dai suggerimenti di Google a un termine negativo puo' rappresentare un serio problema?Sto cercando un hotel 5 stelle per un matrimonio. Mi procuro la lista di tutti quelli che ci sono nella zona che mi interessa. Poi vado a vedere uno per uno il sito. Se inizio a digitare il nome di uno e Google suggerisce "Nome fallimento", non continuo neanche e passo al successivo.Ora, il problema è tutt'altro che banale da risolvere. Pero' capisco che l'hotel faccia causa in quanto viene oggettivamente danneggiato.
      • bubba scrive:
        Re: un modo "carino" per farsi pubblicita'
        - Scritto da: mr_caos
        Ma com'è che l'aura di santità di Google ha
        lobotomizzato
        tutti?Probabilmente gli unici lobotomizzati siete voi due assieme alle sposine che piangevano :)Invece di piangere sarebbe piu' utile capire cos'e' google search.
        Secondo te questa grande notizia dove uscirà?
        Ovviamente, sui soliti 4 magazine online per nerd
        informatici. Ti pare che questi siano il target
        di clientela per un albergo di
        lusso?Ad ora google stesso da' "139'000 risultati" . Domani forse saranno il doppio. Hai presente il rickrolling ?
        Allora invece di parteggiare sempre e comunque
        per Google per partito preso, ti renderai conto
        che al giorno d'oggi, per una persona o
        un'attività commerciale, l'essere associati dai
        suggerimenti di Google a un termine negativo puo'
        rappresentare un serio
        problema?Per le societa' di marketing, i SEO e i 'ripulitori di reputazione' forse. Per la gente col cervello non dovrebbe rappresentare alcun problema. Se c'e' l'associazione a un termine negativo, un motivo c'e'. L'omino intelligente guarda le voci "incriminate" e capisce se e' una questione di rilievo o no.
        Sto cercando un hotel 5 stelle per un matrimonio.
        Mi procuro la lista di tutti quelli che ci sono
        nella zona che mi interessa. Poi vado a vedere
        uno per uno il sito. Se inizio a digitare il nome
        di uno e Google suggerisce "Nome fallimento", non
        continuo neanche e passo al
        successivo.Beh cavoli tuoi, cioe, no? Se io vado al bar e chiedo del suddetto hotel a 5 stelle e uno mi dice che fa schifo e io mi fido e chiudo la cosa li', sara' mica colpa dello spirito santo , no?
        Ora, il problema è tutt'altro che banale da
        risolvere. Pero' capisco che l'hotel faccia causa
        in quanto viene oggettivamente
        danneggiato.Beh e' una moda imperante minacciare di far causa a google, come puoi vedere anche solo dal P.I. di oggi. Minacciare tra l'altro non sempre vuol dire fare.
        • giacche scrive:
          Re: un modo "carino" per farsi pubblicita'
          Ma non occorre che ti offendi se qualcuno la pensa diversamente da te!A mio avviso i suggerimenti così come sono, sono totalmente inutili, mantre hanno senso su un portale specifico, che tratta uno specifico argomento.Ad esempio se sono su un portale che si occupa di medicina, inizio a digitare il nome di un medicinale e questo mi suggerisce i nomi corrispondenti.Quando io scrivo "forz", vedermi comparire "forza nuova" mi fa solo fastidio...
          • bubba scrive:
            Re: un modo "carino" per farsi pubblicita'
            - Scritto da: giacche
            Ma non occorre che ti offendi se qualcuno la
            pensa diversamente da
            te!Ma se ho messo pure lo smiley ,nonostante mi abbia dato del lobotomizzato :)
            A mio avviso i suggerimenti così come sono, sono
            totalmente inutili, mantre hanno senso su un
            portale specifico, che tratta uno specifico
            argomento.
            Ad esempio se sono su un portale che si occupa di
            medicina, inizio a digitare il nome di un
            medicinale e questo mi suggerisce i nomi
            corrispondenti.

            Quando io scrivo "forz", vedermi comparire "forza
            nuova" mi fa solo
            fastidio...A me personalmente un po seccano perche' rallentano la connessione, principalmente.Cionondimeno le prendo, fondamentalmente, per quello che sono : ossia un "divertissement" ... Per es talvolta gioco al "berlusconi " + "1 lettera dell'alfabeto" per vedere i suggest ... Capisco che se uno digita il proprio nome e cognome e trova come suggest "XXXXXXX" o simile, nei primi 30 secondi si inalberi... (o anche il nome della propria azienda) ,ma poi conviene riflettere un attimo. Su come funziona google search e tutto il resto, senza lanciare subito strali con gli avvocati contro google e fare hype sui giornali, col classico gioco "davide vs golia"
          • AnX scrive:
            Re: un modo "carino" per farsi pubblicita'
            È da poco che segue PI, ma scusate una cosa... è da tempo che la gente si accanisce contro l'autosuggest o è una cosa recente? Anche perchè google è un organo neutrale che indicizza i siti e usa algoritmi statistici per ottimizzare le ricerche. Dovrebbe essere parecchio dispendioso per loro bloccare o mostrare selettivamente certe cose. Dovrebbe dipendere tutto da come si muove il web. Un pò il caso di quel articolo del corriere della sera che qualche politico voleva che fosse rimosso. A questo punto i tedeschi potrebbero chiedere la rimozione delle vicende hitleriane dai libri di storia dato che non credo che li faccia piacere sentirli...
          • lukax scrive:
            Re: un modo "carino" per farsi pubblicita'
            Vabè, che Google sia "un organo neutrale" in generale forse è un pò troppo... cmq in questo caso lo è certamente. Anche io credo che le persone dovrebbero considerare con un pò più di buon senso l'autosuggest, tenendo a mente che alle volte può essere fuorviante. Temo che ci vorrà del tempo, a giudicare dal numero di amici che mi girano le catene che bastano due click per capire che sono bufale!
Chiudi i commenti