Cina, Google disereda la sorellina

Diffidata dall'utilizzo di un marchio fin troppo simile a quello di Mountain View la sedicente versione cinese del motore di ricerca. Il surrogato non può sfruttare l'originale, dicono da Mountain View

Roma – Ora che la notorietà del suo epigono è stata veicolata dai media, Mountain View non sembra volerci stare e con una lettera di un suo legale ha intimato a Goojje di non utilizzare un marchio che può indurre in errore gli utenti: troppo simile a quello originale.

Il sito era nato , subito dopo l’annuncio da parte di Google dell’intenzione di lasciare la Cina, da un’idea di una giovane studentessa universitaria. Il gioco ora sembra diventare serio, con Google a minacciarla di azioni legali: il marchio (veramente simile a quello originale, con l’aggiunta di un elemento dell’altro motore di ricerca cinese Baidu) rischia, secondo l’accusa, di veicolare l’idea sbagliata, ovvero che il sito sia in qualche modo collegato o avallato da Mountain View.

Sembrerebbe anche che Goojje abbia intenzione di resistere alle pressioni del fratello maggiore , costringendolo ad arrivare alle vie legali.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Silvan scrive:
    Quesito etico
    Nessuno vuole penalizzare le persone già nate, con analisi del loro DNA, bensì, se abbiamo la possibilità di farlo, evitare di creare dolore ed infelicità a persone che devono ancora nascere. O vogliamo avere tanti poveri e tanti malati da aiutare e compatire per poterci egoisticamente meritare il paradiso e sentirsi fortunati a non essere come loro. Personalmente quando vedo sofferenza negli altri ne provo anch'io e mi chiedo quanta se ne potrebbe evitare. La Natura è bella ma anche molto crudele.
  • Franky scrive:
    Il fatto che uno abbia una .............
    Il fatto che uno abbia una predisposizione genetica alla malattia non vuol dire che sviluppera' la stessa...ma se le assicurazioni sanitarie vengono in possesso di questi dati...il mal capitato rischia di trovarsi senza assicurazione sanitaria...(anche se magari si ammalera' di un'altra patologia...)...per quanto riguarda il crimine inutile dire che e' sbagliato schedare le persone a priori...si rischia di falsare un'indagine e di renderla piu' complicata...il test va fatto a coloro che rischiano di ereditare una malattia congenita con il consenso dei genitori...e sui sospettati nei casi di indagine per omicidio...o simili...La prevenzioni a priori produce danni...innanzitutto al "malato immaginario" che magari non sviluppera' mai quella patologia...per quanto riguarda la giustizia invece...questo rischia di far girare i pollici a procure e detective...che anzicche' fare le indagini complete e meticolose di oggi...potrebbero limitarsi a rivelare la presenza del dna sul luogo del delitto e fare una banale ricerca su un database..rischiando di coinvolgere persone che non c'entrano niente e magari complicando le indagini anzicche' semplificarle....
    • Rainheart scrive:
      Re: Il fatto che uno abbia una .............
      - Scritto da: Franky
      Il fatto che uno abbia una predisposizione
      genetica alla malattia non vuol dire che
      sviluppera' la stessa...ma se le assicurazioni
      sanitarie vengono in possesso di questi dati...il
      mal capitato rischia di trovarsi senza
      assicurazione sanitaria...(anche se magari si
      ammalera' di un'altra patologia...)...per quanto
      riguarda il crimine inutile dire che e' sbagliato
      schedare le persone a priori...si rischia di
      falsare un'indagine e di renderla piu'
      complicata...il test va fatto a coloro che
      rischiano di ereditare una malattia congenita con
      il consenso dei genitori...e sui sospettati nei
      casi di indagine per omicidio...o
      simili...

      La prevenzioni a priori produce
      danni...innanzitutto al "malato immaginario" che
      magari non sviluppera' mai quella
      patologia...
      per quanto riguarda la giustizia invece...questo
      rischia di far girare i pollici a procure e
      detective...che anzicche' fare le indagini
      complete e meticolose di oggi...potrebbero
      limitarsi a rivelare la presenza del dna sul
      luogo del delitto e fare una banale ricerca su un
      database..rischiando di coinvolgere persone che
      non c'entrano niente e magari complicando le
      indagini anzicche'
      semplificarle....Basta fare una leggina che impedisca alle assicurazioni di ottenere i dati dello screening. Mi è parso comunque di capire dalla cronaca recente che con la riforma sanitaria che è intenzionato a fare Obama, benchè molto menomata rispetto alla versione iniziale, le assicurazioni avranno l'obbligo di stipulare le polizze per il cittadino. Ovviamente devono anche impedire all'assicurazione di gonfiare quanto vogliono il premio per scoraggiare il malato cronico alla stipula.Se io non faccio la schedatura prima dell'omicidio mi ci posso pulire il sedere coi dati, a meno che non ho qualcuno di sospettato con cui confrontarli. Ma se non ce l'ho? Ecco che avendo un database completo ed esaustivo vado a cercare le corrispondenze.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 febbraio 2010 18.40-----------------------------------------------------------
  • Silvan scrive:
    Diritto di nascere sani
    Secondo la mia opinione un bambino ha il diritto sacrosanto di nascere sano. Chi lo vuole far nascere anche sapendo che sarà gravemente menomato è un sadico che vuole far soffrire una creatura per tutta la vita.
    • angros scrive:
      Re: Diritto di nascere sani
      Se tu vedessi una donna che si trova in stato interessante, che hagià otto figli, tre dei quali sono sordi, due sono ciechi, uno e'ritardato mentale e lei stessa ha la sifilide, le consiglieresti di abortire?
      • Silvan scrive:
        Re: Diritto di nascere sani
        Caro Angros, le avrei consigliato di abortire anche per i precedenti, non solo per l'ultimo. Speriamo che in futuro di questi ipotetici genitori ce ne siano il meno possibile, perchè la stupidità e l'incoscienza non sono qualità apprezzabili.
        • angros scrive:
          Re: Diritto di nascere sani
          Hai appena ucciso Beethoven, allora.
          • KaoKao scrive:
            Re: Diritto di nascere sani
            E se invece fosse stato Jack lo squartatore? Scusami ma come ragionamento non regge molto.
          • Silvan scrive:
            Re: Diritto di nascere sani
            Caro Angros forse è meglio che ti documenti prima di fare commenti, in quanto Beethoven non è nato sordo, lo è diventato in seguito. Se lo fosse stato dalla nascita non sarebbe diventato un compositore, ma un poveraccio qualsiasi. Ma tu, potendo scegliere, avresti preferito nascere sano o gravemente menomato?
          • angros scrive:
            Re: Diritto di nascere sani
            Beethoven è diventato sordo in seguito, ma tu guarda il resto della sua famiglia, prima di parlare
          • Silvan scrive:
            Re: Diritto di nascere sani
            Caro Angros non hai risposto alla mia domanda.
  • kooper scrive:
    Giustissimo
    Anche da noi andrebbe fatto. Per tutti, non solo per i neonati.
    • angros scrive:
      Re: Giustissimo
      Se era una trollata, mettici più impegno; se era un argomento serio, perchè non cerchi di motivarlo un po' di più?
  • Undertaker scrive:
    Aborto
    Non é molto utile fare un test genetico per la fibrosi cistica a bambino giá nato.Bisognerebbe farlo al feto prima della nascita, per procedere all'aborto in caso di malattie ereditarie.
    • angros scrive:
      Re: Aborto
      Mai sentito parlare di prelievo di villi coriali? Si può fare il test prima della nascita, ma ci sono dei rischi (il prelievo dei villi coriali rischia, in una piccola percentuale dei casi, di provocare l'aborto). Comunque, perchè il feto abbia la fibrosi cistica, è necessario che entrambi i genitori siano portatori della mutazione.Il test alla nascita può servire per sapere se il neonato è portatore o no: se lo è, quando cresce gli verrà detto, in modo che possa decidere se vuole comunque avere dei figli o no.
  • Rainheart scrive:
    Smettetela di guardare troppi film
    E' un'ottima idea invece, consente di vedere se si hanno malattie genetiche o predisposizioni a sviluppare certe patologie. Inoltre con l'obbligo della schedatura se in futuro sarà commesso un delitto sarà sufficiente confrontare il DNA trovato col database per trovare una corrispondenza.Non iniziate a fare isterismi stile discriminazione sul luogo di lavoro sulla base di predisposizioni genetiche, andate a togliere Gattaca dal lettore DVD. (cylon)
    • Fiamel scrive:
      Re: Smettetela di guardare troppi film
      - Scritto da: Rainheart
      E' un'ottima idea invece, consente di vedere se
      si hanno malattie genetiche o predisposizioni a
      sviluppare certe patologie.Questa é la parte sicuramente buona della questione.Come dice l'articolo, peró, anche le assicurazioni possono saperlo e chiedere premi piú alti. É una sorta di discriminazione. A ognuno la propria opinione giusto/sbagliato.
      Inoltre con l'obbligo
      della schedatura se in futuro sarà commesso un
      delitto sarà sufficiente confrontare il DNA
      trovato col database per trovare una
      corrispondenza.Sbagliato. L'analisi del DNA non é infallibile e vi sono giá stati casi di persone innocenti arrestate sulla sola base della prova del DNA. É famoso il caso di (non ricordo il nome - credo di averlo letto proprio su P.I.) un tizio inglese arrestato per un omicidio in Italia, dove non era mai stato.
      • Rainheart scrive:
        Re: Smettetela di guardare troppi film
        Come ho detto sopra è estremamente improbabile trovare una falsa corrispondenza, è sufficiente confermare di avere un alibi a quel punto.
        • Fiamel scrive:
          Re: Smettetela di guardare troppi film
          - Scritto da: Rainheart
          Come ho detto sopra è estremamente improbabile
          trovare una falsa corrispondenza, è sufficiente
          confermare di avere un alibi a quel
          punto.Mah, mi lascia perplesso. Non é sempre possibile avere un alibi. Le persone con il piú simile DNA sono i parenti, che tipicamente vivono nella stessa zona. Basta che passino una giornata da soli in casa come faccio io e sono XXXXXXX. Poi sará "estremamente improbabile", ma é capitato con una percentuale di persone schedate di... diciamo... 1%? Vuol dire che c'é un centinaio di persone nel mondo che potenzialmente combaciano, la maggior parte nel continente del delitto, per questioni etniche e statistiche. Quanti italiani non schedati avrebbero potuto corrispondere a quel DNA? Quanti avevano un alibi? Probabilmente tutti, ma secondo me, se l'analisi del DNA non migliora (si basa su parti credo piccole delle sequenze), non puó essere preso come prova, ma solo come forte indizio.Se peró mi stai dicendo meglio un falso positivo su 1000 che un sacco di omicidi non risolti... beh... direi che hai ragione.
  • colore scrive:
    Idiozia pura!
    Bisogna proprio essere idioti ad approvare la schedatura di tutti del DNA.Questo non serve a risolvere meglio casi giudiziari, ma solo ad incastrare i cittadini scomodi nel momento in cui lo Stato vuole fregarti.Leggetevi 1984 oppure i libri di Graham Greene!
  • ephestione scrive:
    prima il pericolo era solo muoversi...
    ...muoversi da e per gli USA, passare la dogana in qualunque direzione significava essere considerati terroristi e/o cospiratori, e vagliati ai raggi X a discrezione degli organi di controllo.Adesso anche chi nasce e rimane lì viene "munto" della propria dignità umana e ammucchiato in database relazionali, grazie ai quali chiunque vi abbia acXXXXX, e chiunque sia amico di chiunque vi abbia acXXXXX, potrà farsi i c@%%i di tutti gli altri a loro discapito, per gli interessi personali più ovvi e per quelli meno ovvi o che devono ancora essere inventati.
  • binho scrive:
    E' giusto
    Non capisco che problema c'è, io darei subito il mio sangue. Tanto di guadagnato per la polizia. Già immagino... madre: noo non dobbiamo dare il dna di nostro figlio! Creeranno degli ibridi alieni come in X-Files noooo. Madre, dopo 25 anni il figlio viene ucciso, venono rilevate tracce di sangue MA è stato abolito l'archivio dna... e la madre cambiò idea sull'archivio! insomma che male c'è non lo so, sarebbe una rivoluzione nell'investigazione, quasi una rivoluzione per la scoperta del DNA... visto che averlo di tutte le persone è secondo me come risolvere il 50% di casi in più.. se non di più!
    • binho scrive:
      Re: E' giusto
      - Scritto da: binho
      Non capisco che problema c'è, io darei subito il
      mio sangue. Tanto di guadagnato per la polizia.
      Già immagino... madre: noo non dobbiamo dare il
      dna di nostro figlio! Creeranno degli ibridi
      alieni come in X-Files noooo. Madre, dopo 25 anni
      il figlio viene ucciso, venono rilevate tracce di
      sangue MA è stato abolito l'archivio dna... e la
      madre cambiò idea sull'archivio! insomma che male
      c'è non lo so, sarebbe una rivoluzione
      nell'investigazione, quasi una rivoluzione per la
      scoperta del DNA... visto che averlo di tutte le
      persone è secondo me come risolvere il 50% di
      casi in più.. se non di
      più!Senza parlare delle impronte digitali... perchè non le prendono di tutti? BhoNon credo che il fatto di essere schedatidebba essere prerogativa dei delinquenti... Una persona che è stata in carcere dovrebbe aver TEORICAMENTE capito quindi E' un controsenso irrazionale il fatto che sia schedato.Tutto non ha senso, non posso vivere in qesto mondo.
      • iRoby scrive:
        Re: E' giusto
        Negli USA l'assicurazione sanitaria è privata. Se i dati sul DNA diventano accessibili alle assicurazioni, una persona con un DNA che mostra predisposizione a certe patologie sarà discriminato dalle compagnie di assicurazione che potrebbero fargli prezzi più alti o non assicurarli affatto.Sarebbe l'inizio della selezione come quella della razza pura nazista...Senza tenere conto che il Prof. Bruce H. Lipton con la epigenetica ha dimostrato che non c'è nessuna relazione tra DNA e malattie ereditarie. Nel senso che anche fosse scritta una predisposizione, non necessariamente l'individuo svilupperà quella malattia.
        • Roby scrive:
          Re: E' giusto
          - Scritto da: iRoby
          Negli USA l'assicurazione sanitaria è privata. Se
          i dati sul DNA diventano accessibili alle
          assicurazioni, una persona con un DNA che mostra
          predisposizione a certe patologie sarà
          discriminato dalle compagnie di assicurazione che
          potrebbero fargli prezzi più alti o non
          assicurarli
          affatto.o, peggio ancora, fargli pagare prezzi piu' alti per assicurarli su tutto ad esclusione della patologia predisposta, in quanto "condizione preesistente". In poche parole, se ti ammali, sei rovinato.bella roba le assicurazioni... ti coprono solo per quello che e' virtualmente garantito non verificarsi, e quando si verifica sono "cause di forza maggiore" che non sono coperte.
    • hulu J scrive:
      Re: E' giusto
      consegnando il tuo DNA puoi aiutare le forze dell'ordine ad accusare i tuoi figli e i tuoi genitorise sei un giustizialista il problema non si pone, se invece credi nella legislazione sia USA sia italiana, che ti permette di non testimoniare contro i prossimi congiunti, allora il problema sussiste!(in sudtirolo un caso di stupro è stato risolto grazie al DNA del padre dell'accusato)
    • n0nam3 scrive:
      Re: E' giusto
      - Scritto da: binho
      Non capisco che problema c'è, io darei subito il
      mio sangue. Tanto di guadagnato per la polizia.
      Già immagino... madre: noo non dobbiamo dare il
      dna di nostro figlio! Creeranno degli ibridi
      alieni come in X-Files noooo. Madre, dopo 25 anni
      il figlio viene ucciso, venono rilevate tracce di
      sangue MA è stato abolito l'archivio dna... e la
      madre cambiò idea sull'archivio! insomma che male
      c'è non lo so, sarebbe una rivoluzione
      nell'investigazione, quasi una rivoluzione per la
      scoperta del DNA... visto che averlo di tutte le
      persone è secondo me come risolvere il 50% di
      casi in più.. se non di
      più!E' per la gente come te che ogni giorno ci vengono strappati pezzi di libertà.Quindi tu sottoscrivi l'affermazione "chi non ha nulla da nascondere non ha nulla da temere" immagino......se la tua risposta è sì (come immagino che sia vedendo ciò che scrivi)....sarai curioso (forse,se non sei ancora del tutto accecato da una bieca sudditanza) anche di sapere chi l'ha detta!.....bene...Adolf Hitler..........se questa è giustizia.........
      • Rainheart scrive:
        Re: E' giusto
        Avvolgiti la testa con la carta stagnola altrimenti i satelliti del governo ti leggono nella mente. (rotfl)
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: E' giusto
      - Scritto da: binho
      Non capisco che problema c'è, io darei subito il
      mio sangue. Tanto di guadagnato per la polizia.
      Già immagino... madre: noo non dobbiamo dare il
      dna di nostro figlio! Creeranno degli ibridi
      alieni come in X-Files noooo. Madre, dopo 25 anni
      il figlio viene ucciso, venono rilevate tracce di
      sangue MA è stato abolito l'archivio dna... e la
      madre cambiò idea sull'archivio! insomma che male
      c'è non lo so, sarebbe una rivoluzione
      nell'investigazione, quasi una rivoluzione per la
      scoperta del DNA... visto che averlo di tutte le
      persone è secondo me come risolvere il 50% di
      casi in più.. se non di
      più!Bellissimo così possono in caso di delitto avere un database per il confronto del DNA?No grazie! Questi sono sistemi pericolosi... l'indagine sul DNA non è infallibile, giunge a livelli di circa 10.000-50.000 riconoscimenti corretti per ogni errore, se la estendono a tappeto su milioni di esami, ci sarebbero diverse centinaia di errori!
      • Rainheart scrive:
        Re: E' giusto
        Basta fare dei controlli incrociati, a parte che è più precisa di come hai riportato tu, se ho un'alibi perchè quel giorno mi trovavo da un'altra parte non posso essere incriminato.
        • Fulmy(nato) scrive:
          Re: E' giusto
          - Scritto da: Rainheart
          Basta fare dei controlli incrociati, a parte che
          è più precisa di come hai riportato tu, se ho
          un'alibi perchè quel giorno mi trovavo da
          un'altra parte non posso essere
          incriminato.e se l'alibi non ce l'hai perché quel giorno eri a da solo casa sul divano davanti alla TV?
          • Rainheart scrive:
            Re: E' giusto
            Bhe se crei un database mondiale e il DNA dell'assassino mi da una corrispondenza di una persona che abita distante gia quello è un alibi, poi puoi ripetere il test del DNA sul campione a meno che esso non sia in minima quantità. Cosa che credo attualmente non venga fatta per i costi del test e per l'alta affidabilità dello stesso. Un altro sistema ancora è aumentare la porzione di DNA che viene testata per la corrispondenza, la ricerca attualmente viene fatta su regioni chiamate microsatelliti. Credimi di queste cose me ne intendo, non parlo come fanno molte persone che scrivono, di cose che ha sentito dire al bar.
Chiudi i commenti