Cina, morto per troppi videogiochi

Lo dicono i genitori: è accaduto ad un ragazzo di 26 anni perito dopo una settimana di maratona videoludica. A colpire secondo i medici il sovrappeso e l'eccesso di gioco

Pechino – Nella Cina che si dibatte nei problemi della cosiddetta dipendenza da Internet piomba una notizia riportata dal China Daily secondo cui un ragazzo di 26 anni è morto nel corso di una lunghissima sessione videoludica.

Stando a quanto riferito, si tratta di un 26enne noto come Zhang della provincia di Jinzhou, che avrebbe passato gran parte del proprio tempo nella settimana delle festività primaverili impegnandosi in videogiochi online per tutti quei giorni fino ad un infarto fatale che lo ha colto durante l’ultimo giorno della festa.

I genitori del ragazzo hanno confermato quante ore effettivamente passasse con il videogaming online e i medici locali hanno dichiarato che la morte è avvenuta sia per le troppe ore spese in quel modo sia per la condizione di sovrappeso del giovane che pesava quasi 150 chili. Secondo i medici, all’obesità si sono sommati uno “stile di vita irregolare”, pochissimo sonno, l’assenza di esercizio fisico e un eccesso di cibi e bevande nel corso di quella settimana.

Il China Daily riporta la notizia sottolineando quanto l’accaduto abbia colpito la comunità locale, una sottolineatura che non dispiacerà alle autorità ormai da lungo tempo impegnate a combattere la dipendenza tollerando anche nuovi metodi di cura , peraltro costosissimi e riservati solo a chi può permetterseli. Non è un caso che il quotidiano cinese riprenda i pareri di diversi esperti, alcuni dei quali esortano le autorità a proporre, nella settimana delle feste, passatempi “più tradizionali”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Stefano Emme scrive:
    Rullino digitale
    Non capisco cosa ci sia di interessante!!!Bocciato in pieno...
  • Anonimo scrive:
    Chi è per SI legga qui
    Chi è per il SI della SanDisk legga qui:Stiamo esagerando a tal punto da compromettere ogni cosa,signori! Non cambiera nulla qualitativamente... il sensore scrive sempre in digitale!!! o su una memoria o su una pera avariata si scrive sequenze di 1 oppure 0 !!! Diaciamoci la verità: i laboratori di stampe con l'avvento delle digitali non lavorano piu come una volta, e la loro imposizione delle nuove card impone me a dover pagare schede e stampe!!Beh, mi ordino dal giappone 50 schede e mi risolvo il problema a VITA !!! Non penso Nikon metterà il vincolo Hardware per scrivere solo sulle schede registrabili 1 volta sola... se cosi fosse si comprano da subito altri corpi macchina professionali e via. Il mercato dovrebbe uccidere la proposta dovrebbero andarci sotto con le spese e tutto.. il computer deve rimanere!!! E' un nostro vantaggio... già paghiamo l'aria che respiriamo!Ecco le mie argomentazioni:Si pensa che il costo al MB sarà inferiore: Domanda: Ma io che eseguo 5000 scatti l'anno, con un'unica memoria di 20 euro da un giga, quante schede da 4 euro dovrei comprare??Domanda: Io che uso il mio UNICO TOCCO PERSONALE di fotoritocco (IN RAW) devo rinunciarci??Domanda: IO CHE PAGO LA MIA DIGITALE, non posso avere il mio file sul pc da integrare sui documenti????Risposta: Se diverrà realta del blocco delle digitali, dovrebbe esserci un blocco del mercato e/o mano alle modifiche per leggere senza i chioschi fotografici!
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi è per NO legga quo
      - Scritto da:
      Chi è per il SI della SanDisk legga qui:Nessuno è per il SI, così come nessuno dovrebbe essere per il NO... non si può essere né per il si ne per il no, finché non si conoscono gli estremi (tecnici ed economici) del prodotto
      Stiamo esagerando a tal punto da compromettere
      ogni cosa,signori! "Stiamo esagerando"... chi?"compromettere" cosa?"signori" a chi?
      Non cambiera nulla qualitativamente...
      il sensore scrive sempre in digitale!!!wow... un genio... qualcuno ha forse detto il contrario?
      Diaciamoci la verità: i laboratori di stampe con
      l'avvento delle digitali non lavorano piu come
      una volta,infatti lavorano di più, perché ci sono tanti allocchi che con la digitale scattano centinaia di foto inutili e se le stamapano tutte
      e la loro imposizione delle nuove card
      impone me a dover pagare schede e stampe!!"loro"? di chi? i laboratori di stampa stanno imponendo qualcosa?
      Beh, mi
      ordino dal giappone 50 schede e mi risolvo il
      problema a VITA !!! ???
      Non penso Nikon metterà il
      vincolo Hardware per scrivere solo sulle schede
      registrabili 1 volta sola...Checc'entra Nikon? non sono mica i produttori di apparecchi fotografici a realizzare vincoli: è il supporto stesso ad essere registrabile una sola volta
      se cosi fosse si
      comprano da subito altri corpi macchina
      professionali e via. supporto... supporto... supporto...
      Il mercato dovrebbe uccidere
      la proposta dovrebbero andarci sotto con le spese
      e tutto.. il computer deve rimanere!!! E' un
      nostro vantaggio... già paghiamo l'aria che
      respiriamo!sei in preda al panico...
      Ecco le mie argomentazioni:

      Si pensa che il costo al MB sarà inferiore:

      Domanda: Ma io che eseguo 5000 scatti l'anno, con
      un'unica memoria di 20 euro da un giga, quante
      schede da 4 euro dovrei
      comprare??magari una sola...pensa, con soli 4 Euro all'anno (poco più di un centesimo al giorno) avresti tutti i tuoi 5000 scatti backuppati e al sicuro per 100 anni
      Domanda: Io che uso il mio UNICO TOCCO PERSONALE
      di fotoritocco (IN RAW) devo
      rinunciarci??non è che nominare il RAW ti rende automaticamente professionale... comunque, checc'entra?
      Domanda: IO CHE PAGO LA MIA DIGITALE, non posso
      avere il mio file sul pc da integrare sui
      documenti????non è ancora chiara questa cosa, ma mi pare ovvio che sia quasi impossibile quello che dici
      Risposta: Se diverrà realta del blocco delle
      digitali, dovrebbe esserci un blocco del mercato
      e/o mano alle modifiche per leggere senza i
      chioschi fotografici!il "blocco delle digitali"???ma chi ha mai parlato di una simile cosa?sei un attimino paranoico...
      • Anonimo scrive:
        Re: Chi è per NO legga quo
        Allora, rispondo a chi obiettava su tutte le mie frasi:1)- Il "signori" era rivolto a tutti quelli che leggevano;- "compromettere" significa che: SICURAMENTE, e spero di avere davvero torto, le nuove schede registrabili 1 volta diventeranno l'unico supporto inseribile nei corpi macchina! Non dire che sono paranoico.. la storia ce lo insegna! Lo imporranno, vedrai.2)Ho i miei dubbi che avro 5000 scatti l'anno selezionati al solo costo di 4 euro... scommettiamo?3)Maneggiare il RAW, sicuramente come dici tu, non mi renderà professionale... anche se qualche rivista potrebbe dire il contrario!4)Senza la possibilità di ritoccare le mie foto sono tornato a piu di 10anni fa con l'unica differenza che non posso piu fabbricarmi una camera oscura.5) Non posso fare i MIEI backup delle schede come dici tu... backuppate!6)Intanto mi son messo al sicuro per i MIEI prossimi 100 anni... ;-)
        • Anonimo scrive:
          Re: Chi è per NO legga quo
          - Scritto da:
          Allora, rispondo a chi obiettava su tutte le mie
          frasi:esiste anche il quoting... e cmq ti ha risposto una persona sola, quindi non è che rischiavi di essere frainteso
          1)

          - Il "signori" era rivolto a tutti quelli che
          leggevano;compresi queslli d'accordo con te?
          - "compromettere" significa che: SICURAMENTE, e
          spero di avere davvero torto, le nuove schede
          registrabili 1 volta diventeranno l'unico
          supporto inseribile nei corpi macchina!sarà difficile, visto che (per quello che ne sappiamo ora) sarà solo SanDisk a produrle... sarà ancora più dura se (al di là del tipo di tecnologia utilizzata) manterrà lo stesso "formato"... o forse sei convinto che tutti i produttori di macchine digitali modificheranno i loro apparecchi per poter ospitare solo un formato proprietario, di cui per ora non si sa nulla?
          Non dire che sono paranoico.. che io lo dica o meno, non cambia la sostanza.
          la storia ce lo insegna!dai facci qualche esempio...
          Lo imporranno, vedrai."chi" lo imporrà?Parli senza soggetti rivolgendoti a entità superiori... è un chiaro sintomo di paranoia
          2)Ho i miei dubbi che avro 5000 scatti l'anno
          selezionati al solo costo di 4 euro...
          scommettiamo?io non scommetto niente: dico solo che finché non si saprà nulla di concreto, non puoi tirare alcuna conclusione
          3)Maneggiare il RAW, sicuramente come dici tu,
          non mi renderà professionale... anche se qualche
          rivista potrebbe dire il
          contrario!ti sfugge il nesso causa-
          effettoI professionisti usano sicuramente il RAW, ma chi usa il RAW non è per niente detto che sia un professionista...Soprattutto non sta scritto da nessuna parte che utilizzando il RAW escano foto migliori: se sai fare il "fotografo", puoi ottenere ottime foto anche se salvi in JPG... ovvio che il RAW ti dà maggiori possibilità di intervento dopo lo scatto
          4)Senza la possibilità di ritoccare le mie foto
          sono tornato a piu di 10anni fa con l'unica
          differenza che non posso piu fabbricarmi una
          camera oscura.E chi te l'ha detto che non potrai ritoccare le foto? Mostrami il comunicato stampa della SanDisk, o un link al loro sito, dove sta scritto che non puoi accedere in alcun modo alle foto
          5) Non posso fare i MIEI backup delle schede come
          dici tu...
          backuppate!il backup non serve: è già insito nel supporto
          • Anonimo scrive:
            Re: Chi è per NO legga quo

            esiste anche il quoting... e cmq ti ha risposto
            una persona sola, quindi non è che rischiavi di
            essere
            fraintesoVisto che mi stai già facendo simpatia, comincio col salutarti e col presentarmi, mi chiamo Luca. Piacere.


            1)



            - Il "signori" era rivolto a tutti quelli che

            leggevano;

            compresi queslli d'accordo con te?Già.. :-pp proprio tutti!!
            sarà difficile, visto che (per quello che ne
            sappiamo ora) sarà solo SanDisk a produrle...
            sarà ancora più dura se (al di là del tipo di
            tecnologia utilizzata) manterrà lo stesso
            "formato"... o forse sei convinto che tutti i
            produttori di macchine digitali modificheranno i
            loro apparecchi per poter ospitare solo un
            formato proprietario, di cui per ora non si sa
            nulla?[..]
            Lo imporranno, vedrai.

            "chi" lo imporrà?
            Parli senza soggetti rivolgendoti a entità
            superiori... è un chiaro sintomo di
            paranoiaGià.. vedrai che lo imporrano sul mercato, con la scusa che tutto sarà piu economico... togliendo alle persone che volgiono avere il computer nella loro equazione la possibilità di far da se!Vuoi un esempio su come la storia ci insegna questo? Beh.. visto che adesso sn a lavoro e ho solo 2 minuti (quando avro piu tempo ti scrivero) accontentati di questo: Ricordi l'idea FRANCESE della patente a punti?? Chissà perché lo hanno cominciato ad adottare molti stati compreso noi... ops... L'inghilterra molti anni fa ha lanciato l'idea delle autovelox ... che strano!! Ce le abbiamo anche sotto il cu*** adesso! Ops... Halloween.. festa AMERICANA... abbiamo importato anche quella che adesso è diventata routine! Cosi anche per le strumentazioni elettronioche. La tecnlogia prende la stessa piega qundo dietro ci sono entrate commerciali/Fiscali.

            2)Ho i miei dubbi che avro 5000 scatti l'anno

            selezionati al solo costo di 4 euro...

            scommettiamo?

            io non scommetto niente: dico solo che finché non
            si saprà nulla di concreto, non puoi tirare
            alcuna
            conclusioneEhehehe... che ridere...
            se sai
            fare il "fotografo", puoi ottenere ottime foto
            anche se salvi in JPG... ovvio che il RAW ti dà
            maggiori possibilità di intervento dopo lo
            scattoE' come dire ad un bravissimo pescatore... "Pesca dal molo la barca non ti serve tanto sei bravo :-) "
            E chi te l'ha detto che non potrai ritoccare le
            foto? Mostrami il comunicato stampa della
            SanDisk, o un link al loro sito, dove sta scritto
            che non puoi accedere in alcun modo alle foto
            Leggi l'articolo di PI... non hai letto bene??? Solo i "chioschi" quindi solo i laboratori previa strumentazione apposita potranno "aprire" le foto!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Chi è per NO legga quo
            - Scritto da:

            sarà difficile, visto che (per quello che ne

            sappiamo ora) sarà solo SanDisk a produrle...

            sarà ancora più dura se (al di là del tipo di

            tecnologia utilizzata) manterrà lo stesso

            "formato"... o forse sei convinto che tutti i

            produttori di macchine digitali modificheranno i

            loro apparecchi per poter ospitare solo un

            formato proprietario, di cui per ora non si sa

            nulla?

            [..]interessante il fatto che non commenti questa parte...


            Lo imporranno, vedrai.



            "chi" lo imporrà?

            Parli senza soggetti rivolgendoti a entità

            superiori... è un chiaro sintomo di paranoia

            Già.. vedrai che lo imporrano sul mercato, con
            la scusa che tutto sarà piu economico...non hai ancora risposto: "chi" lo imporrà?
            Vuoi un esempio su come la storia ci insegna
            questo? Beh.. visto che adesso sn a lavoro e ho
            solo 2 minuti (quando avro piu tempo ti scrivero)
            accontentati di questo: Ricordi l'idea FRANCESE
            della patente a punti?? Chissà perché lo hanno
            cominciato ad adottare molti stati compreso
            noi... ops... eccerto... molto pertinente come esempio...
            L'inghilterra molti anni fa ha
            lanciato l'idea delle autovelox ... che strano!!
            Ce le abbiamo anche sotto il cu*** adesso! Ops...ce l'hai nel cu** se infrangi la legge
            Halloween.. festa AMERICANA... abbiamo importato
            anche quella che adesso è diventata routine! e allora? C'è qualcuno che ti "impone" di festeggiare halloween?
            Cosi anche per le strumentazioni elettronioche. stra-ROTFL..
            La tecnlogia prende la stessa piega qundo dietro ci
            sono entrate commerciali/Fiscali.hai detto una sacco di baggianate, ma non mi hai ancora fatto nessun esempio di tecnologia "imposta"


            2)Ho i miei dubbi che avro 5000 scatti l'anno


            selezionati al solo costo di 4 euro...


            scommettiamo?



            io non scommetto niente: dico solo che finché

            non si saprà nulla di concreto, non puoi tirare

            alcuna conclusione

            Ehehehe... che ridere...E' il secondo sintomo della paranoia: il primo era parlare di entità astratte superiori (quelli che impongono) e il secondo è ridere a spoposito... occhio che il terzo passo è la pazzia

            se sai

            fare il "fotografo", puoi ottenere ottime foto

            anche se salvi in JPG... ovvio che il RAW ti dà

            maggiori possibilità di intervento dopo lo

            scatto


            E' come dire ad un bravissimo pescatore... "Pesca
            dal molo la barca non ti serve tanto sei bravo
            :-)
            "Sei bravo a tagliare i messaggi come più ti fa comodo

            E chi te l'ha detto che non potrai ritoccare le

            foto? Mostrami il comunicato stampa della

            SanDisk, o un link al loro sito, dove sta

            scritto che non puoi accedere in alcun modo alle foto

            Leggi l'articolo di PI... non hai letto bene???Non mi risulta che PI sia l'azionista di maggioranza di SanDisk, e nemmeno che faccia da portavoce ufficiale per le tecnologie sviluppate da SanDisk... attendo link ufficiali
            Solo i "chioschi" quindi solo i laboratori previa
            strumentazione apposita potranno "aprire" le
            foto!!!sta tranquillo che sarà davvero così la SanDisk andrà incontro ad un bel flop
  • Anonimo scrive:
    Re: Sono l'unico...
    - Scritto da:
    ...a pensre che sia un'ottima idea per
    applicazioni che vanno al di la del semplice
    utilizzo domestico?no... anzi, per me andrebbero bene anche a livello domestico, basta che il prezzo sia ragionevolmente basso e che non ci sia l'obbligo di rivolgersi a strutture specializzate per poter leggere questi "rullini"
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono l'unico...
      - Scritto da:

      - Scritto da:

      ...a pensre che sia un'ottima idea per

      applicazioni che vanno al di la del semplice

      utilizzo domestico?

      no... anzi, per me andrebbero bene anche a
      livello domestico, basta che il prezzo sia
      ragionevolmente basso e che non ci sia l'obbligo
      di rivolgersi a strutture specializzate per poter
      leggere questi
      "rullini"Se vuoi diventiamo soci e ci inventiamo la "camera oscura digitale" e facciamo i soldi!Anzi, mi prendo avanti e annuncio ufficialmente che "C.O.D" è un mio brevetto!!!! 8)
  • Anonimo scrive:
    vantaggio
    Qual'è il vantaggio principale di una macchina digitale rispetto ad una tradizionale? Che posso scattare 10 foto delo stesso soggetto, scegliere quella che è venuta meglio, e cancellare le altre; inoltre posso tenermele su computer, posso stamparle io, posso fare correzioni, composizioni, portare a stampare solo quello che voglio, ecc... ecc...Ora SanDisk se ne esce con questa "genialata" per cui le foto scattate possono essere "sviluppate" solo in negozi o chioschi specializzati. Se questo significa che non posso scaricarle direttamente su computer, o addirittura nemmeno vederle sulla display della macchina fotografica, hanno già cannato tutto in partenza.Se invece queste cose posso comunque farle, allora OK, va tutto bene... anzi, ho il vantaggio di avere un supporto "indelebile" (almeno per 100 anni) che mi fa da backup preservandomi da eventuali incidenti al computer. Ma a questo punto sarà determinante il prezzo: oggi con 30 Euro (anche meno) mi compro una card da 1GB dove grossomodo possono starci 200 foto da 8Mpixel in formato JPG ad alta qualità. Per essere vantaggioso, IMHO, un supporto NON riscrivibile della stessa capacità dovrebbe costare non più di 2 o 3 Euro oppure, allo stesso prezzo, offrire capacità decisamente superiori, diciamo almeno 16GB. Se così non sarà, SanDisk si prepari ad un bel flop.
  • Guybrush scrive:
    Boni.
    Se l'interfaccia fisica e' quella di una normale SD Card, allora il controller della macchina fotografica mostrera' al PC un disco contenente file di sola lettura.Chiaro che il PC puo' essere tranquillamente messo da parte, ma questo e' possibile gia' adesso con le nuove stampanti dotate di lettore di SD-Card.Viceversa se il nuovo "disco" richiede una macchina "tutta sua", questo sistema andra' bene solo per delle macchine fotografiche "usa e riconsegna". La compri, la usi e poi la "infili" nel chiosco per avere le tue foto cartacee.
    GT
    • Anonimo scrive:
      Re: Boni.
      Spero che sia come dici tu, ma se così fosse che senso avrebbe la frase (presa dall'articolo)"...potranno essere "sviluppate" solo in negozi specializzati o per mezzo di appositi chioschi..."?
  • Anonimo scrive:
    te credo... garanzia a vita...
    se dai garanzia a vita come SanDisk (mi pare, oppure 20000 scritture?) e come Kingston...
  • Anonimo scrive:
    Re: Sono l'unico...
    Se ne facciamo una questione di informatica forense, con una tecnologia del genere non certifichi nulla, la non riscrivibilità del supporto non garantisce la certificazione del contenuto, ti ci vorrebbe una catena di certificazioni che qui non hai. Comodissima per gli iper che ti vendono il servizio di stampa per il resto è del tutto inutile.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono l'unico...
      Beh e allora se proprio vogliamo anche la posta elettronica certificata è legale solo perchè lo dice la legge.Basta solo una leggiuncola ad hoc anche per i "negativi digitali" e tutto si risolverebbe.Anzi, a dirla tutta potrebbe aprirsi un nuovo mercato per i produttori di aggeggi informatici...sarebbe il caso di farci un pensierino!
      • Anonimo scrive:
        Re: Sono l'unico...
        - Scritto da:
        Beh e allora se proprio vogliamo anche la posta
        elettronica certificata è legale solo perchè lo
        dice la
        legge.
        Basta solo una leggiuncola ad hoc anche per i
        "negativi digitali" e tutto si
        risolverebbe.

        Anzi, a dirla tutta potrebbe aprirsi un nuovo
        mercato per i produttori di aggeggi
        informatici...sarebbe il caso di farci un
        pensierino!Non è una questione di "se lo dice la legge" è una questione di certificazione dei contenuti, nel senso di certezza dell'originalità e del timestamp degli stessi, non nel senso del dover esser passati dall'ente certificatore pinco palla.Il contenuto che metti su queste memorie non puoi dimostrare che non sia stato manipolato, sono foto che valgono quanto quelle di una comune CF.
        • Anonimo scrive:
          Re: Sono l'unico...
          beh ma non è vero, visto che siamo solo agli inizi non puoi dire che sicuramente si potranno manipolare come comuni memorie CF o SD.Se alla fine copia (leggi originali) delle foto rimane nel nuovo "rullino digitale" che sarà in sola lettura, non vedo perchè le specifiche non potranno essere considerate valide e autorizzate come "prova".Un rullino digitale che permette solo l'estrazione di foto e non il copia-incolla-taglia e quant'altro, a mio avviso, sembra un'idea geniale...chiaro che poi il piratozzo di turno troverà il modo di bypassare le protezioni ma questo è un altro discorso!
          • Anonimo scrive:
            Re: Sono l'unico...
            - Scritto da:
            beh ma non è vero, visto che siamo solo agli
            inizi non puoi dire che sicuramente si potranno
            manipolare come comuni memorie CF o
            SD.
            Se alla fine copia (leggi originali) delle foto
            rimane nel nuovo "rullino digitale" che sarà in
            sola lettura, non vedo perchè le specifiche non
            potranno essere considerate valide e autorizzate
            come
            "prova".

            Un rullino digitale che permette solo
            l'estrazione di foto e non il
            copia-incolla-taglia e quant'altro, a mio avviso,
            sembra un'idea geniale...chiaro che poi il
            piratozzo di turno troverà il modo di bypassare
            le protezioni ma questo è un altro
            discorso!Un po' ingenuo come discorso :), un contenuto digitale certificato deve seguire una catena trusted di autenticazione sia dei dispositivi che dei contenuti, dire non è cancellabile non vuol dir niente perchè potrei benissimo manipolare il contenuto prima che questo venga messo sul supporto.Chi mi garantisce che prima che venisse impresso non abbia cambiato la data o taroccato la foto ? Nessuno e questo rende il dispositivo inutile.
          • Anonimo scrive:
            Re: Sono l'unico...
            Ingenuo perchè davo l'idea di non sapere come funzionano le "cose" digitali? Io però davo per scontato che la tecnologia applicata ai rullini fosse di un certo livello.Forse non sono stato chiaro ma ritengo scontato che le macchine fotografiche DEVONO essere in grado di "firmare" nel rullino informazioni univoche, non la semplice foto. Se poi tu sei in grado di copiare e incollare nuovi dati bisogna (sempre il rullino!) che ci sia il modo di timbrare quanti dati sono passati in entrata e in uscita, un esempio pratico di come poter validare l'univocità delle foto.Ripeto: il taroccatore di turno troverà sicuramente il modo di bypassare il tutto, ma forse sta poprio nella bravura dei produttori delle memorie trovare la soluzione.In fondo non si tratta, come per il DRM o simile, di impedirne la copia: semplicemente di imperdire di modificare il contenuto originario.Siamo solo agli inizi, la tecnologia ci ha spesso stupiti per cose spesso più stupide!
          • Anonimo scrive:
            Re: Sono l'unico...
            - Scritto da:
            Ingenuo perchè davo l'idea di non sapere come
            funzionano le "cose" digitali? Io però davo per
            scontato che la tecnologia applicata ai rullini
            fosse di un certo
            livello.
            Forse non sono stato chiaro ma ritengo scontato
            che le macchine fotografiche DEVONO essere in
            grado di "firmare" nel rullino informazioni
            univoche, non la semplice foto. Se poi tu sei in
            grado di copiare e incollare nuovi dati bisogna
            (sempre il rullino!) che ci sia il modo di
            timbrare quanti dati sono passati in entrata e in
            uscita, un esempio pratico di come poter validare
            l'univocità delle
            foto.
            Ripeto: il taroccatore di turno troverà
            sicuramente il modo di bypassare il tutto, ma
            forse sta poprio nella bravura dei produttori
            delle memorie trovare la
            soluzione.
            In fondo non si tratta, come per il DRM o simile,
            di impedirne la copia: semplicemente di imperdire
            di modificare il contenuto
            originario.
            Siamo solo agli inizi, la tecnologia ci ha spesso
            stupiti per cose spesso più
            stupide!Qui di processi di certificazione non c'è manco l'ombra, del resto per poter fare una cosa del genere minimo dovresti avere avere la possibilità di collegare la macchina fotografica ad un ente certificatore che attesti l'ora in cui scatti la foto ed il contenuto della stessa. Una cosa del genere significa buttare a mare tutte le macchine attuali e riprogettarne di nuove che siano trusted e gestiscano i drm. Qui,invece, stanno facendo invece una banalissima operazione commerciale legata all'abbassamento del costo delle memorie e al servizio di stampa che viene offerto in abbinamento, potrà avere successo solo se la singola memoria costerà più o meno quanto un dvd e avrà una capienza sul GB, tanto per tagliar fuori i cd.
          • Anonimo scrive:
            Re: Sono l'unico...
            - Scritto da:
            beh ma non è vero, visto che siamo solo agli
            inizi non puoi dire che sicuramente si potranno
            manipolare come comuni memorie CF o
            SD.
            Se alla fine copia (leggi originali) delle foto
            rimane nel nuovo "rullino digitale" che sarà in
            sola lettura, non vedo perchè le specifiche non
            potranno essere considerate valide e autorizzate
            come
            "prova".

            Un rullino digitale che permette solo
            l'estrazione di foto e non il
            copia-incolla-taglia e quant'altro, a mio avviso,
            sembra un'idea geniale...chiaro che poi il
            piratozzo di turno troverà il modo di bypassare
            le protezioni ma questo è un altro
            discorso!Non ci vuole nessun piratone. Basta leggere il contenuto, manipolarlo a piacere e scrivere una nuova scheda monouso, spacciandola per quella su cui sono state orginariamente scattate le foto. Non ha senso dire che le schede potranno essere 'sviluppate' solo da appositi operatori. Che significa? se la fotocamera legge e scrive (una volta) la scheda, perché non posso avere nel PC lo stesso componente che svolge questa funzione nella mfotocamera? conteresti semplicemente sul fatto che nessuno lo produca ? vogliamo scherzare? (rotfl)Asvero
          • Anonimo scrive:
            Re: Sono l'unico...
            Esatto! lo stesso dispositivo che legge-scrive sui rullini sicuramente sarà disponibile anche per pc; il punto è che, una volta fatte le foto, la macchina fotografica dovrebbe essere in grado di marchiare a fuoco il rullino per renderlo univoco, deve essere questa la cosa originale e che rende ogni rullino non modificabile, se no tanto vale.Devono riuscire a rendere unico d irripetibile il collegamento tra macchina e rullino che è stato utilizzato. punto. tutto il resto è fuffa.
          • Anonimo scrive:
            Re: Sono l'unico...
            Cosa rende unica la mia risposta al tuo post e, anche se copiata e incollata su un nuovo messaggio da un altro anonimo, non sarà di certo uguale?Il semplice fatto che la mia risposta è stata messa online dopo aver digitato un codice e aver premuto INVIA che ha salvato, in modo automaico, il mio indirizzo IP.Indirizzo IP e CODICE rendono ogni post unico ed irriproducibile.Vuoi dirmi che una soluzione tanto banale (non dico uguale, ma qualcosa del genere) non è applicabile a alla fotografia digitale?
  • Anonimo scrive:
    Che idiozia....
    permettetemi di dirlo.Ma scusatemi, quali sono gli acclamati pregi delle fotocamere digitali odierne??Permettono di fotografare un soggetto, ti permettono di vedere immediatamente il risultato, e se non ti piace, cancelli e ripeti la foto!E non solo!Ci hanno liberato dal fastidioso dover "sviluppare" la pellicola!Adesso colleghiamo la fotocamera al pc, e ci scarichiamo le nostre foto.Ma perchè vogliono sempre complicare le cose?A chi giova questa "trovata"? Alla categoria morente dei "fotografi"?
    • Anonimo scrive:
      Re: Che idiozia....
      - Scritto da:
      permettetemi di dirlo.
      Ma scusatemi, quali sono gli acclamati pregi
      delle fotocamere digitali
      odierne??
      Permettono di fotografare un soggetto, ti
      permettono di vedere immediatamente il risultato,
      e se non ti piace, cancelli e ripeti la
      foto!
      E non solo!
      Ci hanno liberato dal fastidioso dover
      "sviluppare" la
      pellicola!
      Adesso colleghiamo la fotocamera al pc, e ci
      scarichiamo le nostre
      foto.

      Ma perchè vogliono sempre complicare le cose?
      A chi giova questa "trovata"? Alla categoria
      morente dei
      "fotografi"?se la metti in questo modo l'idiozia è solo la tua.il virgolettato te lo potevi proprio risparmiare.la marmaglia continua a produrre schifo, che abbiano o meno la pellicola dentro le loro scatolette.i F otografi sono qui per farvi le scarpe, a voi dilettanti che vi credete che solo perchè "costa poco" allora voi siete diventati competenti.chi sa fare, farà.tutto qui.Gli altri produrranno dellammerda senza spendere tanto, ecco tutto.cui prodest dunque? bastava leggere l'articolo: c'è scritto.5 secondi fa: mi chiama la collega che ha preso su la nostra digitale (non reflex, una compatta qualsiasi) perchè "son finite le batterie".invece di premere per scattare la spegneva.Ecco il genere di gente che c'è in giro.I Fotogragfi di oggi apprezzano sia la tecnica di ieri che quella di oggi. Ma restano sempre Fotografi, a differenza dellagente che crede di fare roba decente con il telefonino.
      • Anonimo scrive:
        Re: Che idiozia....
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        permettetemi di dirlo.

        Ma scusatemi, quali sono gli acclamati pregi

        delle fotocamere digitali

        odierne??

        Permettono di fotografare un soggetto, ti

        permettono di vedere immediatamente il
        risultato,

        e se non ti piace, cancelli e ripeti la

        foto!

        E non solo!

        Ci hanno liberato dal fastidioso dover

        "sviluppare" la

        pellicola!

        Adesso colleghiamo la fotocamera al pc, e ci

        scarichiamo le nostre

        foto.



        Ma perchè vogliono sempre complicare le cose?

        A chi giova questa "trovata"? Alla categoria

        morente dei

        "fotografi"?


        se la metti in questo modo l'idiozia è solo la
        tua.

        il virgolettato te lo potevi proprio risparmiare.

        la marmaglia continua a produrre schifo, che
        abbiano o meno la pellicola dentro le loro
        scatolette.

        i F otografi sono qui per farvi le scarpe,
        a voi dilettanti che vi credete che solo perchè
        "costa poco" allora voi siete diventati
        competenti.

        chi sa fare, farà.

        tutto qui.

        Gli altri produrranno dellammerda senza spendere
        tanto, ecco
        tutto.

        cui prodest dunque? bastava leggere l'articolo:
        c'è
        scritto.

        5 secondi fa: mi chiama la collega che ha preso
        su la nostra digitale (non reflex, una compatta
        qualsiasi) perchè "son finite le
        batterie".

        invece di premere per scattare la spegneva.

        Ecco il genere di gente che c'è in giro.

        I Fotogragfi di oggi apprezzano sia la tecnica di
        ieri che quella di oggi. Ma restano sempre
        Fotografi, a differenza
        della
        gente che crede di fare roba decente con il
        telefonino.Tu identifichi come F otografo chiunque abbia un negozio che sviluppa foto, vende fotocamere, fa foto tessera e poco più? Perché è a questo che si riferiva il post, credo (non è mio). Non confondete la categoria merceologica con la competenza tecnica e artistica. I Fotografi che sanno fare i F otografi continueranno a campare bene facendo F otografie. Gli altri forse sperano nel rullino digitale.
  • Anonimo scrive:
    Sono matti
    Adesso uso la macchina fotografica così: su un soggetto faccio anche 20 pose a scatto continuo, poi torno indietro e scelgo quella da tenere e cancello le altre 19. Sono matti se pensano che comprerò mai un supporto che non mi permetta di cancellare foto e di riutilizzarlo per altre.Certo, capisco bene che possano essere preoccupati da un declino del fatturato una volta che il mercato delle SD sarà saturo, ma di nuovo, sono matti se pensano che io e gli altri clienti torneremo mai a dover pagare i rullini.Per l'archiviazione vanno benissimo gli hard disk o i DVD (mi raccomando, spendete un po' di più e girate al largo da tutto ciò che non sia made in Taiwan o made in Japan) o, se proprio vogliamo, le stampe.
  • Anonimo scrive:
    Se pensano
    che riprendermo a farci spennare si sbagliano !
  • Enjoy with Us scrive:
    Che Cagata!
    Scusate ma quando ci vuole ci vuole!Ma come, ci sono ottime schede SD da 1Gb reperibili a meno di 15 euro e questi propongono un nuovo formato non riscrivibile? a costi paragonabili ad un vecchio rullino? Non gestibili direttamente dall'utente?Ma si rendono conto che il grande boom del digitale è stato proprio il superamento di detti limiti?Esiste già un sistema di archiviazione garantito 100 anni non modificabile e dal costo irrisorio.... si chiama CD Rom (ne esistono appunto di varie marche certificati per 50 o 100 anni). E credo che anche alcuni DVD Ram offrano la stessa resistenza agli insulti del tempo
    • Anonimo scrive:
      Re: Che Cagata!
      ocio che proprio 3 giorni fa volevo leggere delle cose che ho masterizzato 6 anni fa (nel 2001) e metà dei cd erano illeggibili .... tra i supporti c'erano anche dei verbatim.... non aggiungo altrocomunque sottoscrivo che quest'invenzione è una cagataciao!
      • Anonimo scrive:
        Re: Che Cagata!
        - Scritto da:
        ocio che proprio 3 giorni fa volevo leggere delle
        cose che ho masterizzato 6 anni fa (nel 2001) e
        metà dei cd erano illeggibili .... tra i supporti
        c'erano anche dei verbatim....Mah... non so come conserviate voi i CD, ma io continuo a leggere tranquillamente vecchi CD Princo o simili masterizzati nel 1999 che ho buttato in un armadio senza particolare cura.
    • Anonimo scrive:
      Re: Che Cagata!

      Esiste già un sistema di archiviazione garantito
      100 anni non modificabile e dal costo
      irrisorio.... si chiama CD Rom (ne esistono
      appunto di varie marche certificati per 50 o 100
      anni). E credo che anche alcuni DVD Ram offrano
      la stessa resistenza agli insulti del
      tempoConcordo con il fatto che "l'invenzione" in questione sia una cagata pazzesca, ma è una cagata pazzesca anche questa affermazione. *NON* esiste alcuna certificazione di durata dei dati memorizzati su cdrom. (e non vedo come potrebbe, data l'assenza di "storia" di questa tecnologia)E peggio che mai, quand'anche il tuo supporto resistesse 100 anni, tra 100 anni pensi ancora di trovare un lettore CD? (ammesso che il pianeta, la razza umana e i computers esistano ancora, ovviamente)
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Che Cagata!
        Guarda che esistono delle tecnologie di invecchiamento artificiale con cui testare i prodotti:CD, DVD, DVD Ram, Stampe digitali ecc...Che poi tali sistemi siano attendibili al 100% è un altro discorso.Comunque se fra 100 anni non ci saranno dispositivi compatibili con i CD (che comunque sono sul mercato dal 1980, cioè 26 anni!), certo non ce ne saranno per una schifezza come quella proposta da SanDisk
        • Anonimo scrive:
          Re: Che Cagata!

          Guarda che esistono delle tecnologie di
          invecchiamento artificiale con cui testare i
          prodotti:
          CD, DVD, DVD Ram, Stampe digitali ecc...
          Che poi tali sistemi siano attendibili al 100% è
          un altro
          discorso.Nessun fenomeno fisico è prevedibile così a lungo termine tramite simulazione. Sono tutte supposizioni. Praticamente come le previsioni di rendimento dei nuovi fondi di investimento :(
          Comunque se fra 100 anni non ci saranno
          dispositivi compatibili con i CD (che comunque
          sono sul mercato dal 1980, cioè 26 anni!), certo
          non ce ne saranno per una schifezza come quella
          proposta da
          SanDiskMa infatti ho premesso che questa invenzione è una cagata... ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Che Cagata!
      Concordo con te che si tratti di una boiata.Non vedo perche' si debba rinunciare alla flessibilita' e tornare a qualcosa di simile allo sviluppo fotografico. Tanto vale tenersi le macchine fotografiche analogiche tradizionali, se non altro si basano su una tecnologia consolidata.Sarebbe molto meglio che si ceracasse di sviluppare tecnologie di archiviazione piu' affidabili di DVD e CDROM.
    • Anonimo scrive:
      Re: Che Cagata!
      Chi se ne frega quanto durano i supporti di archiviazione. 100 anni? Saremo morti tutti quanti tra 100 anni. A chi importerà?Se anche tutto quello che quest'"era dell'informazione" ha prodotto dovesse scomparire senza lasciare traccia, non sarebbe una gran perdita.Sparisca pure tutto e al diavolo!
      • Anonimo scrive:
        Re: Che Cagata!
        - Scritto da:
        Chi se ne frega quanto durano i supporti di
        archiviazione. 100 anni? Saremo morti tutti
        quanti tra 100 anni. A chi
        importerà?

        Se anche tutto quello che quest'"era
        dell'informazione" ha prodotto dovesse scomparire
        senza lasciare traccia, non sarebbe una gran
        perdita.

        Sparisca pure tutto e al diavolo!Ho delle foto della mia famiglia di fine 800... evidentemente a qualcuno importa ;)
        • Anonimo scrive:
          Re: Che Cagata!


          Sparisca pure tutto e al diavolo!

          Ho delle foto della mia famiglia di fine 800...
          evidentemente a qualcuno importa
          ;)Eh, ma l'800 era un'altra cosa. Il XXI secolo è una ca#ata.
  • Anonimo scrive:
    Non ci posso credere...
    ... che ci sia qualcuno così ottuso da pensare che questo "invenzione" non dico abbia successo, ma che almeno ripaghi i costi... uauaua da morire dal ridere..come idea mi ricorda la DCC (gia' il nome è brutto vero?), chi se la ricorda? era una fatta come una vecchia cassetta analogica, che poteva essere registrata in digitale senza testine rotanti (come era il DAT). Peccato che avevano gia' inventato il CD masterizzabile e il DAT (anche se di quest'ultimo nessuno se ne è mai accorto)forza con altre idee.. ci sono un sacco di cose da "inventare"...
    • ishitawa scrive:
      Re: Non ci posso credere...
      concordo anche perchè il bello della macchian digitale è che vedi quel numerino "ancora 536 foto" e giù a scattare ovunquepoi a casa butti via le peggiori, STAMPI con Photocity o equivalenti quelle che vuoi tenere e metti in cd o dvd quelle che "magari un giorno le riguardo"
  • Anonimo scrive:
    ottttttttimissima idea!!!!
    mancava nel mondo! ormai non mi fido più dei cd e soprattutto dei dvd per archiviare le foto.. ho visto amici che compravano hard disk al solo scopo di archiviare foto, video, musica... in fondo che sia scrivibile una sola volta non è un male, anche i cd e i dvd funzionano così. insomma è un ottima idea se veramente la durata è di 100anni!!! ogni volta che archivio le foto in un cd penso che on dureranno più di 5 anni e dovrò fare un nuovo backup. insomma ci voleva!!!! (e poi occupano pure meno spazio dei cd)
    • Anonimo scrive:
      Re: ottttttttimissima idea!!!!
      Io archivio le foto in 3 HD e in DVD x anno... i costi oramai sono irrisori (Gli HD da 30/80 GB te li tirano) Ho circa 25 GB di foto e 15 di filmati così posso affermare di essere sicuro quasi al 100% che non perderò nulla.. catastrofi nucleari permettendo... Ok sarò un pò troppo malfidato, ma sono certo che anche questi nuovi supporti non saranno infallibili.. la storia digitale m'insegna che di certo e affidabile non c'è nulla.
      • Anonimo scrive:
        Re: ottttttttimissima idea!!!!
        Ma tu sei così sicuro che fra 15 anni ci sarà una scheda madre alla quale poter collegare i tuoi hard disk di back'up?Probabilmente l'interfaccia EIDE (quella degli "HD da 30/80 GB te li tirano") sparirà a breve, SATA e PATA potranno durare un po' di più, ma fino a quando?
        • Anonimo scrive:
          Re: ottttttttimissima idea!!!!
          - Scritto da:
          Ma tu sei così sicuro che fra 15 anni ci sarà una
          scheda madre alla quale poter collegare i tuoi
          hard disk di
          back'up?non è che tutto sparisce di colpo... se sei abitudinario del backup ti aggiorni mano a mano che escono nuove soluzioni... e cmq di solito lo fai su un disco esterno... io ora ho tutto su un HD firewire. Se tra 10 anni non ci sarà più la firewire, visto che il backup lo faccio comunque, avrò un nuovo dispositivo... e ci sarà pur stato un istante in cui potevo usare sia firewire che il nuovo dispositivo... oppure pensi che di colpo tutto ciò che è firewire cesserà di poter essere utilizzato?
    • Anonimo scrive:
      Re: ottttttttimissima idea!!!!
      ...pensa che in vendita c'è ancora il floppy disk!!!non spariranno certo di colpo quegli hard disk
  • Anonimo scrive:
    Io in ufficio.... (olderrimia inside)
    ... in un armadio ho trovato una risma di floppy 5.25" datati 1992.ESERCIZIO:Scrivere, nel minor numero di passaggi possibile, come trasferire i file in esso contenuti su un computer moderno, assumendo che anche nei cassoni del supermercato il floppy 3.5" è finalmente scomparso.Scrivere inoltre come covertire quie file in un formato oggi in uso, minimzzando l'uso di vecchi OS/programmi/macchine_virtuali/mulo_per_cercare_tale_software_OLDERRIMOMorale: 15 anni echemmefrega se sono ancora leggibili? (rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: Io in ufficio.... (olderrimia inside)
      Che ti hanno fatto di male i floppy? Hai 12 anni?
      • Anonimo scrive:
        Re: Io in ufficio.... (olderrimia inside
        - Scritto da:
        Che ti hanno fatto di male i floppy?Sicuri, affidabili, veloci, pratici, grande capienza.Mi pare oggettivo che oggi debbano estinguersi.
        Hai 12 anni?No, ma non sarai tu che pecchi di nostalgia rimpiangendoli?Tutto ha un suo tempo, (c64) e ci fu anche il tempo in cui erano preferibili all'uso di nastri e cartucce (c64)
        • Anonimo scrive:
          Re: Io in ufficio.... (olderrimia inside
          Bha! Io li uso e mi trovo benissimo. Non sono un nostalgico, ma non vedo il motivo per cui dovrei buttare via floppy, LP, vhs, cassette audio...Scusa se insisto...ma hai 8 anni?
          • Anonimo scrive:
            Re: Io in ufficio.... (olderrimia inside
            - Scritto da:
            Bha! Io li uso e mi trovo benissimo. Non sono un
            nostalgico, ma non vedo il motivo per cui dovrei
            buttare via floppy, LP, vhs, cassette
            audio...E io li stò tutti convertendo... sarà che ho paura che le VHS di 15 anni fà da un giorno all'altro me le trovo inservibili...
            Scusa se insisto...ma hai 8 anni?E allora è chiaro, sei un nostalgico.Io mi riservo invece il diritto di bestemmiare quando ancora oggi mi capita di vedermi arrivare una raccomandata con un floppy :| Sarei io il bimbominkia o qualcun'altro dovrebbe scoprire le email?Te lo ripeto, sul C64 (maledetto il giorno che l'ho dato via) alla parola floppy avrei risposto SIA TU VENERATO, oggi no, no e poi no.Hai tutto il diritto di essere nostalgico, sempre che non sia un'etichetta infamante, e anch'io ho le mie nostalgie da tecnologie passate, ma vediamo di non essere ottusi ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Io in ufficio.... (olderrimia inside


            Te lo ripeto, sul C64 (maledetto il giorno che
            l'ho dato via) alla parola floppy avrei risposto
            SIA TU VENERATO, oggi no, no e poi
            no.Il mitico floppone da usarsi al posto delle cassettine , bei tempi che furono, almeno 25 anni fa... Son d'accordo con te non bisogna essere ottusi, ogni cosa ha il suo tempo. Ps. Il c128 ce l'ho ancora :D :D :D :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Io in ufficio.... (olderrimia inside
            Guardate che io non rifiuto la nuova tecnologia! Dico solo che se mi viene un mio amico con un floppy perchè gli devo stampare un .doc da qualche K, certo non mi metto ad insultarlo e a deriderlo perchè usa un floppy! La sua funzione la svolge, quindi perchè dovrei dirgli:"No, torna a casa e riportamelo su una pendrive da 2GB?"
          • Anonimo scrive:
            Re: Io in ufficio.... (olderrimia inside
            - Scritto da:
            Guardate che io non rifiuto la nuova tecnologia!
            Dico solo che se mi viene un mio amico con un
            floppy perchè gli devo stampare un .doc da
            qualche K, certo non mi metto ad insultarlo e a
            deriderlo perchè usa un floppy! La sua funzione
            la svolge, quindi perchè dovrei dirgli:"No, torna
            a casa e riportamelo su una pendrive da
            2GB?"Io al tuo amico consiglieri di mandartelo via email. Sto per smontare il floppy dal portatile causa inutilizzo...
          • Anonimo scrive:
            Re: Io in ufficio.... (olderrimia inside
            Se non ha Internet?? Perchè date tutto per scontato? Siccome tu hai una connessione super veloce e non te ne fai più nulla del floppy, per tutti deve essere così??
          • Anonimo scrive:
            Re: Io in ufficio.... (olderrimia inside
            - Scritto da:
            Se non ha Internet?? Perchè date tutto per
            scontato? Siccome tu hai una connessione super
            veloce e non te ne fai più nulla del floppy, per
            tutti deve essere
            così??Capirai il problema a mandare il contenuto di un floppy, se non altro si risparmia i costi di trasporto acquisto supporto etc... Se poi proprio vuol venirti a trovare una chiavina usb da 1GB costa 14 , le memorie a stato solido di piccolo taglio le trovi a 6-7...
          • Anonimo scrive:
            Re: Io in ufficio.... (olderrimia inside
            E allora? Ho capito dai, quando mi capiterà lo manderò a quel paese dicendogli che su P.I. gente intelligente come voi spaccherebbe il cranio a chi ancora usa i floppy!Andate a far merenda che è meglio!
          • Anonimo scrive:
            Re: Io in ufficio.... (olderrimia inside

            E allora? Ho capito dai, quando mi capiterà lo
            manderò a quel paese dicendogli che su P.I. gente
            intelligente come voi spaccherebbe il cranio a
            chi ancora usa i
            floppy!Questi di PI sono nerd. Non potrebbero spaccare il cranio a una formica, sono loro in realtà ad essere pestati selvaggiamente appena mettono il naso nel Mondo Reale.
            Andate a far merenda che è meglio!Ho appunto finito le patatorchette.
          • Anonimo scrive:
            Re: Io in ufficio.... (olderrimia inside
            - Scritto da:
            Bha! Io li uso e mi trovo benissimo. Non sono un
            nostalgico, ma non vedo il motivo per cui dovrei
            buttare via floppy, LP, vhs, cassette
            audio...

            Scusa se insisto...ma hai 8 anni?Perchè sono inutilizzabili, che non uso un floppy saranno 6 anni buoni,lasciamo perdere il resto.Ps Sono un altro
    • borg_troll scrive:
      Re: Io in ufficio.... (olderrimia inside
      Una parola sola: Catweasel.http://www.jschoenfeld.de/products/catweasel.htmSi può fare. E non puoi impedirlo. Fattene una ragione.
    • Anonimo scrive:
      Re: Io in ufficio.... (olderrimia inside)
      e quindi?
  • Anonimo scrive:
    Sempre in ritardo!!
    Dai ragazzi, sempre in ritardo! Il mondo ormai sa già da un giorno che Sandisk, Apple e Samsung sono sotto accusa (ovviamente sempre per questione di brevetti) e voi ancora non ne accennate??
  • Anonimo scrive:
    100 anni ?!!!!
    Si come no, sembra ci siano solo le porte logiche dentro, voglio vedere come son ridotti i contatti dopo 10 anni...questo sempre che tra 10 anni ci siano ancora dispositivi capaci di leggerle. Se volete che vi durino le foto vanno stampate e con macchinari professionali, lasciate perdere le stampantine domestiche. Il resto è backup se sopravvive meglio altrimenti pace, ma non fateci troppo affidamento.
  • Anonimo scrive:
    Idea forse geniale, forse pessima
    Putroppo non si capiscono due cose: 1) il prezzo, 2) la compatibilità.Se il prezzo al GB sarà paragonabile a quello di un DVD-R, unito alla durata di cent'anni che ad oggi qualsiasi supporto ottico o magnetico (salvo il nastro) si sognano, potrebbe essere una grande idea, ed avere campi applicativi anche esterni alla fotografia.Anche la compatibilità però sarà importante; se sfruttera uno standard già rodato (tipo SD o compactflash) potrebbe essere MOLTO interessante; se utilizzerà uno standard nuovo ma potenzialmente aperto sarà meno interessante. Se utilizzerà uno standard chiuso e proprietario, è probabilmente destinato al fallimento.Alan
    • Anonimo scrive:
      SICURAMENTE pessima

      Se il prezzo al GB sarà paragonabile a quello di
      un DVD-R, unito alla durata di cent'anni che ad
      oggi qualsiasi supporto ottico o magnetico (salvo
      il nastro) si sognano, potrebbe essere una grande
      idea, ed avere campi applicativi anche esterni
      alla
      fotografia.Peccato che essendo usa e getta continui a ripetere la spesa... un supporto riscrivibile invece lo paghi di più all'inizio, ma poi dura molto tempo a costo zero.Inoltre, l'affidabilità secolare non interessa in questa forma.Io le foto le metto sul computer e ne faccio backup come mi pare e piace, anche nastro se sono paranoico.Con questi cosi cosa faccio, mi tengo una cassa con migliaia di schedine?E se devo cercarne una con una foto che ho perso, passo una settimana a riguardarmi tutta la mia vita? :|Ecco, indubbiamente questa affidabilità secolare potrebbe interessare in altri ambiti d'uso, ma non qui :D
      Anche la compatibilità però sarà importante; se
      sfruttera uno standard già rodato (tipo SD o
      compactflash) potrebbe essere MOLTO interessante;
      se utilizzerà uno standard nuovo ma
      potenzialmente aperto sarà meno interessante. Se
      utilizzerà uno standard chiuso e proprietario, è
      probabilmente destinato al
      fallimento.Ti è sfuggito un particolare: potranno essere "sviluppate" solo in negozi specializzati o per mezzo di appositi chioschi. Ora pensaci: se non puoi stamparle in casa, è palese che non puoi metterle sul computer (idea)Qui ci sono tutti, e ripeto tutti, gli svantaggi del rullino analogico! :|
      • Anonimo scrive:
        Re: SICURAMENTE pessima

        Inoltre, l'affidabilità secolare non interessa in
        questa
        forma.
        Io le foto le metto sul computer e ne faccio
        backup come mi pare e piace, anche nastro se sono
        paranoico.
        Con questi cosi cosa faccio, mi tengo una cassa
        con migliaia di
        schedine?
        E se devo cercarne una con una foto che ho perso,
        passo una settimana a riguardarmi tutta la mia
        vita?
        :|

        Ecco, indubbiamente questa affidabilità secolare
        potrebbe interessare in altri ambiti d'uso, ma
        non qui
        :D
        sempre meglio guardare tra mille schedine che tra mille dvd (forse logorati dal tempo) o scorrere qualche chilometro di nastro alla ricerda della foto della comunione.(geek)




        Anche la compatibilità però sarà importante; se

        sfruttera uno standard già rodato (tipo SD o

        compactflash) potrebbe essere MOLTO
        interessante;

        se utilizzerà uno standard nuovo ma

        potenzialmente aperto sarà meno interessante. Se

        utilizzerà uno standard chiuso e proprietario, è

        probabilmente destinato al

        fallimento.

        Ti è sfuggito un particolare:
        potranno essere "sviluppate" solo in negozi
        specializzati o per mezzo di appositi chioschi.


        Ora pensaci: se non puoi stamparle in casa, è
        palese che non puoi metterle sul computer
        (idea)


        Qui ci sono tutti, e ripeto tutti, gli svantaggi
        del rullino analogico!
        :|problema? faccio un dvd (o metto su penna per risparimare) e lo porto a masterizzare da qualche parte a costi ragionevoli. 100anni di durata e senza l'incubo dei backup sono molto appetibili per chiunque. (geek)
      • Anonimo scrive:
        Re: SICURAMENTE pessima
        - Scritto da:
        Peccato che essendo usa e getta Non è "usa e getta", è "scatta e _archivia_"
        continui a ripetere la spesa... che non sappiamo ancora di quant'è, quindi potrebbe anche essere conveniente...
        un supporto riscrivibile
        invece lo paghi di più all'inizio, ma poi dura
        molto tempo a costo zero.però quello che scarichi lo devi comunque archiviare in qualche modo, se non vuoi rischiare di perderlo...
        Inoltre, l'affidabilità secolare non
        interessa in questa forma.
        Io le foto le metto sul computer e ne faccio
        backup come mi pare e piace, anche nastro se
        sono paranoico.ogni scelta ha i suoi pro e contro
        Con questi cosi cosa faccio, mi tengo una
        cassa con migliaia di
        schedine?scusa, ma con i negativi cosa facevi? O sei uno di quelli che hanno iniziatoa fotografare solo col digitale?
        Ecco, indubbiamente questa affidabilità
        secolare potrebbe interessare in altri ambiti
        d'uso, ma non qui
        :D"qui" dove? In questo forum? Sei tu a decidere in quale ambito lavora la gente che frequenta questo forum?in ogni caso, da quel che ho letto altrove, queste memorie potrebbero avere, a parità di costi, capacità fino a 10 volte superiori. Se fosse veramente così io la troverei una cosa molto vantaggiosa a patto che... (*)
        Ti è sfuggito un particolare:
        potranno essere "sviluppate" solo in negozi
        specializzati o per mezzo di appositi chioschi.


        Ora pensaci: se non puoi stamparle in casa, è
        palese che non puoi metterle sul computer
        (idea)...(*) infatti questa è l'unica cosa che mi lascia perplesso, ma può anche essere che chi ha scritto l'articolo abbia commesso un errore o abbia mal interpretato qualche specifica... cioè, se io collego la mia reflex al computer, è la macchina fotografica che si occupa di farmi vedere quello che c'è registrato sulla memory card, e credo che la macchina fotografica possa aver accesso senza problemi alle foto, altrimenti prepariamoci a fare un passo indietro eliminando tutti i display. Credi che ci siano produttori di macchine digitali disposti a fare un passo indietro di questo tipo? Oppure ad aumentare i costi aggiungendo una sorta di memoria tampone che possa far vedere, per esempio, solo le ultime 10 foto?
    • avvelenato scrive:
      Re: Idea forse geniale, forse pessima
      - Scritto da:
      Putroppo non si capiscono due cose: 1) il prezzo,
      2) la
      compatibilità.

      Se il prezzo al GB sarà paragonabile a quello di
      un DVD-R, unito alla durata di cent'anni che ad
      oggi qualsiasi supporto ottico o magnetico (salvo
      il nastro) si sognano, potrebbe essere una grande
      idea, ed avere campi applicativi anche esterni
      alla
      fotografia.

      Anche la compatibilità però sarà importante; se
      sfruttera uno standard già rodato (tipo SD o
      compactflash) potrebbe essere MOLTO interessante;
      se utilizzerà uno standard nuovo ma
      potenzialmente aperto sarà meno interessante. Se
      utilizzerà uno standard chiuso e proprietario, è
      probabilmente destinato al
      fallimento.

      Alan
      Le tecniche di produzione attuale non permettono di commoditizzare a un prezzo equivalente a quello di un cd/dvd una flash di pari capienza, ed è per questo che i tagli più piccoli vengono semplicemente rimossi dal mercato (chi comprerebbe una scheda SD da 128mb che costa quanto una da 256?), permettimi di dubitare che un nuovo solid state media che mantenga compatibilità a livello fisico con gli esistenti, riesca a soddisfare minimamente le tue speranze.E' lo stesso discorso che impedisce la commercializzazione di dischi rigidi dal taglio basso, es 20gb per il formato 3,5". Tu magari dici: "a me serve un 20gb max, perché devo pagare X per un 60 o un 80gb? Voglio pagare la metà o un terzo o un quarto ma avere un 20gb", però ci sono costi fissi che impediscono la messa in commercio di determinati prodotti a certi prezzi. Se il prezzo minimo attuabile non è concorrenziale si rinuncia alla commercializzazione, e via.Quindi secondo me questa di sandisk è una puttanata.
    • Anonimo scrive:
      Re: Idea forse geniale, forse pessima
      Al di là di ambiti specifici (es. fotografia digitale sulla scena di un crimine) un supporto digitale *non modificabile* da usare durante la fase di ripresa non sembra un particolare vantaggio, se non per produttori e rivenditori. Anzi, per il traget più probabile (fotografi occasionali), la non-possibilità di cancellare le foto venute male/inutili è un ulteriore svantaggio, vista la maggior probabilità di errori rispetto ad appassionati e professionisti.Potrebbe essere più utile a posteriori come supporto di archiviazione,
      • Anonimo scrive:
        Re: Idea forse geniale, forse pessima
        - Scritto da:
        Al di là di ambiti specifici (es. fotografia
        digitale sulla scena di un crimine) un supporto
        digitale *non modificabile* da usare durante la
        fase di ripresa non sembra un particolare
        vantaggio, se non per produttori e rivenditori.
        Anzi, per il traget più probabile (fotografi
        occasionali), la non-possibilità di cancellare le
        foto venute male/inutili è un ulteriore
        svantaggio, vista la maggior probabilità di
        errori rispetto ad appassionati e
        professionisti.

        Potrebbe essere più utile a posteriori come
        supporto di
        archiviazione,infatti servirà solo comoda unità di backup di dvd e quindi sarà utilissima data la nota durata limitati di questri
  • Anonimo scrive:
    eliminano il computer dall'equazione
    "Per utilizzarle non è necessario possedere un computer."O cavolo che gran progresso, ma peccato che anche gli utonti sanno che esistono le stampanti con integrato il lettore SD/MMC/MS/SM/XD/CF/cacchio_ce_ne_sono_pure_troppe(rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • Anonimo scrive:
    Scelta suicida
    Ho appena comprato una reflex digitale proprio per non avere più a che fare con negozi ed intermediari. Resto innamorato della pellicola che dal punto di vista visivo IMO resta insuperabile ma la comodità del digitale è innegabile. Queste "pellicole" digitali riescono in un sol colpo a unire gli svantaggi del digitale e dell'analogico. Dovessi usare un aggeggio del genere me ne resterei sulle pellicole tradizionali. Perché le vogliono è chiaro, perché le si dovrebbero acquistare non lo è per nulla.
    • Anonimo scrive:
      Re: Scelta suicida
      La pellicola è superiore...ma chi l'ha detto! è come dire che le auto a carbutatori sono meglio di quelle a iniezione...ok il vintage, la pellicola è stata una bella scoperta...ma non diciamo fesserie! I limiti delle pellicole sono noti da tempo, ma purtroppo/menomale "esistevano solo quelle"....ora le cose sono cambiate! benvenuti nell'era digitale! non abbiatene paura e non fate i "retrò" solo perchè fa figo ricordare i bei tempi andati!
      • Anonimo scrive:
        Re: Scelta suicida
        - Scritto da:
        La pellicola è superiore...ma chi l'ha detto! è
        come dire che le auto a carbutatori sono meglio
        di quelle a iniezione...ok il vintage, la
        pellicola è stata una bella scoperta...ma non
        diciamo fesserie! I limiti delle pellicole sono
        noti da tempo, ma purtroppo/menomale "esistevano
        solo quelle"....ora le cose sono cambiate!
        benvenuti nell'era digitale! non abbiatene paura
        e non fate i "retrò" solo perchè fa figo
        ricordare i bei tempi
        andati!Non diciamo scempiaggini la pellicola ti da una morbidità e plasticità dell'immagine che con il digitale non hai, son due mondi e due modi di fare fotografia completamente diversi. Il vantaggio del reflex digitale è nella postproduzione, ma le fotografie manipolate le riconosci al volo, questo per non parlare delle orride aberrazioni cromatiche che si hanno con le reflex digitali.
        • Anonimo scrive:
          Re: Scelta suicida

          Non diciamo scempiaggini la pellicola ti da una
          morbidità e plasticità dell'immagine che con il
          digitale non hai, son due mondi e due modi di
          fare fotografia completamente diversi.Non perdere tempo con i dodicenni innamorati della tecnologia per cui tutto quello che è esistito prima della loro data di nascita è da buttare...
          • Anonimo scrive:
            Re: Scelta suicida
            - Scritto da:


            Non diciamo scempiaggini la pellicola ti da una

            morbidità e plasticità dell'immagine che con il

            digitale non hai, son due mondi e due modi di

            fare fotografia completamente diversi.

            Non perdere tempo con i dodicenni innamorati
            della tecnologia per cui tutto quello che è
            esistito prima della loro data di nascita è da
            buttare...
            Commento profondo, eccone un altro che fa le foto col cellulare....
          • Anonimo scrive:
            Re: Scelta suicida
            - Scritto da:

            - Scritto da:




            Non diciamo scempiaggini la pellicola ti da
            una


            morbidità e plasticità dell'immagine che con
            il


            digitale non hai, son due mondi e due modi di


            fare fotografia completamente diversi.



            Non perdere tempo con i dodicenni innamorati

            della tecnologia per cui tutto quello che è

            esistito prima della loro data di nascita è da

            buttare...



            Commento profondo, eccone un altro che fa le foto
            col
            cellulare....Ed eccone un altro che si tromba la playstation...
          • Anonimo scrive:
            Re: Scelta suicida
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:






            Non diciamo scempiaggini la pellicola ti da

            una



            morbidità e plasticità dell'immagine che con

            il



            digitale non hai, son due mondi e due modi
            di



            fare fotografia completamente diversi.





            Non perdere tempo con i dodicenni innamorati


            della tecnologia per cui tutto quello che è


            esistito prima della loro data di nascita è da


            buttare...






            Commento profondo, eccone un altro che fa le
            foto

            col

            cellulare....

            Ed eccone un altro che si tromba la playstation...(troll2)(troll2)(troll2)(troll2)(troll2)torna a studiare che ricreazione è finita. :D :D :D :D
        • Anonimo scrive:
          Re: Scelta suicida


          La pellicola è superiore...

          ma chi l'ha detto! è
          Non diciamo scempiaggini la pellicola
          ti da una morbidità e plasticità
          dell'immagine che con il
          digitale non haiMorbidita' e plasticita'?Non sono argomenti convincenti.Secondo me la fotografia digitale e' oramai indistinguibile dall'analogico.Guardate un libro di fotografie. Potete affermare "Ah, questa e' fatta sicuramente con una macchina analogica!" ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Scelta suicida
            - Scritto da:


            La pellicola è superiore...


            ma chi l'ha detto! è


            Non diciamo scempiaggini la pellicola

            ti da una morbidità e plasticità

            dell'immagine che con il

            digitale non hai

            Morbidita' e plasticita'?
            Non sono argomenti convincenti.
            Non sono convincenti se non sei un appassionato e non distingui la differenza. Non sono un cultore di vini ma che un chianti è diverso da un Tavernello me ne accorgo pure io.
            Secondo me la fotografia digitale e' oramai
            indistinguibile
            dall'analogico.Si vabbè e un cellulare fotografa come una reflex... :)
            Guardate un libro di fotografie. Potete affermare
            "Ah, questa e' fatta sicuramente con una macchina
            analogica!"
            ?Codesto è un discorso come quello del cellulare , dipende dai processi di stampa dalla carta etc... Se vai a una mostra di fotografia la differenza è chiara.Per le digitali esistono proprio tecniche di fotografia e strumenti diversi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Scelta suicida


            Secondo me la fotografia digitale e' oramai

            indistinguibile

            dall'analogico.
            Si vabbè e un cellulare fotografa come una
            reflex... :)No. Ma una Reflex digitale fotografa come una Reflex analogica.

            Guardate un libro di fotografie.

            Potete affermare

            "Ah, questa e' fatta sicuramente

            con una macchina analogica!" ?
            Codesto è un discorso
            come quello del cellulare,
            dipende dai processi di stampa
            dalla carta etc...Questo non e' molto chiaro. Vuoi dire che ci sono certi processi di stampa con i quali si capisce che una fotografia e' stata fatta con una macchina digitale mentre con altri no?
            Se vai a una mostra di fotografia
            la differenza è chiara.
            Per le digitali esistono proprio tecniche
            di fotografia e strumenti diversi.Sei sicuro?Tu vai ad una mostra e dici "Digitale...digitale...analogica..."Io non ci riesco. Forse perche' non sono un esperto. Pero' la differenze fra il tavernello e il chianti la capisco.
          • Anonimo scrive:
            Re: Scelta suicida
            - Scritto da:


            Secondo me la fotografia digitale e' oramai


            indistinguibile


            dall'analogico.


            Si vabbè e un cellulare fotografa come una

            reflex... :)

            No. Ma una Reflex digitale fotografa come una
            Reflex
            analogica.Non le dire queste cose, perchè manifesti di non conoscere il campo. La fotografia digitale è una cosa quella su pellicola un'altra. Se fai ritrattistica ma anche foto astronomiche ottieni risultati radicalmente opposti.



            Guardate un libro di fotografie.


            Potete affermare


            "Ah, questa e' fatta sicuramente


            con una macchina analogica!" ?


            Codesto è un discorso

            come quello del cellulare,

            dipende dai processi di stampa

            dalla carta etc...

            Questo non e' molto chiaro. Vuoi dire che ci sono
            certi processi di stampa con i quali si capisce
            che una fotografia e' stata fatta con una
            macchina digitale mentre con altri
            no?
            Accidenti se esistono :). Guarda che la resa di stampa di una foto su carta di grana e peso diverso può stravolgere completamente il risultato di un lavoro.

            Se vai a una mostra di fotografia

            la differenza è chiara.

            Per le digitali esistono proprio tecniche

            di fotografia e strumenti diversi.

            Sei sicuro?
            Tu vai ad una mostra e dici
            "Digitale...digitale...analogica..."Certo non solo te ne accorgi ma lo vedi anche anche bene....
            Io non ci riesco. Forse perche' non sono un
            esperto. Pero' la differenze fra il tavernello e
            il chianti la
            capisco.Allora uno di questi giorni dobbiamo andare a vedere una mostra di fotografia nel Chianti, così apprezzerai anche la differenza tra la pellicola ed il digitale :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Scelta suicida




            Secondo me la fotografia digitale e'



            oramai indistinguibile



            dall'analogico.


            Si vabbè e un cellulare fotografa


            come una reflex... :)

            No. Ma una Reflex digitale fotografa

            come una Reflex analogica.
            Non le dire queste cose, perchè manifesti
            di non conoscere il campo.In effeti non conosco molto il campo, si e' capito?
            La fotografia
            digitale è una cosa quella su pellicola
            un'altra. Se fai ritrattistica ma anche
            foto astronomiche ottieni risultati
            radicalmente opposti.L'altro giorno un fotografo professionista e' venuto a fare fotografie nella mia azienda (in Giappone), specialmente ritratti. E' arrivato con tre macchine digitali e una polaroid.Alla fine della giornata ha scaritato tutto sui computer dei nostri graphic designer e se ne e' andato.
          • Anonimo scrive:
            Re: Scelta suicida
            - Scritto da:




            Secondo me la fotografia digitale e'




            oramai indistinguibile




            dall'analogico.




            Si vabbè e un cellulare fotografa



            come una reflex... :)



            No. Ma una Reflex digitale fotografa


            come una Reflex analogica.


            Non le dire queste cose, perchè manifesti

            di non conoscere il campo.

            In effeti non conosco molto il campo, si e'
            capito?
            Questo l'avevamo capito. :)

            La fotografia

            digitale è una cosa quella su pellicola

            un'altra. Se fai ritrattistica ma anche

            foto astronomiche ottieni risultati

            radicalmente opposti.

            L'altro giorno un fotografo professionista e'
            venuto a fare fotografie nella mia azienda (in
            Giappone), specialmente ritratti. E' arrivato con
            tre macchine digitali e una
            polaroid.

            Alla fine della giornata ha scaritato tutto sui
            computer dei nostri graphic designer e se ne e'
            andato.In quel caso l'avrei fatto anch'io tanto più che 9/10 quel tipo di foto finiscono compresse in jpeg su qualche sito aziendale o su brochure con dimensioni lillipuzziane La praticità del digitale come detto fin dall'inizio non la discute nessuno.
          • Anonimo scrive:
            Re: Scelta suicida

            In quel caso l'avrei fatto anch'io tanto più che
            9/10 quel tipo di foto finiscono compresse in
            jpeg su qualche sito aziendale o su brochure con
            dimensioni lillipuzziane La praticità del
            digitale come detto fin dall'inizio non la
            discute
            nessuno.Su brochure di dimensioni normali e poster.Quindi in quali settori l'analogico va ancora per la maggiore?
          • Anonimo scrive:
            Re: Scelta suicida
            - Scritto da:

            In quel caso l'avrei fatto anch'io tanto più che

            9/10 quel tipo di foto finiscono compresse in

            jpeg su qualche sito aziendale o su brochure con

            dimensioni lillipuzziane La praticità del

            digitale come detto fin dall'inizio non la

            discute

            nessuno.

            Su brochure di dimensioni normali e poster.

            Quindi in quali settori l'analogico va ancora per
            la
            maggiore?Aspetta poster di che dimensioni e stampati su cosa ? Sopra un 75/50 la vedo dura anche con macchine di ultima generazione e comunque la resa cromatica è quella che è i soggetti ripresi sembrano di plastica.Sulle brochure mi torna.
          • Anonimo scrive:
            Re: Scelta suicida

            Aspetta poster di che dimensioni e stampati su
            cosa ? Sopra un 75/50 la vedo dura anche con
            macchine di ultima generazione e comunque la resa
            cromatica è quella che è i soggetti ripresi
            sembrano di
            plastica.
            Sulle brochure mi torna."I soggetti sembrano di plastica"?Qusto va insieme ai "bianchi freddi", "colori morbidi" ed altre belle definizioni.Possibile che in tutti questi messaggi sul forum nessuno sia riuscito a dare un solo motivo ragionevole per il quale l'analogico e' superiore del digitale.L'unico intervento intelligente e' stato quello sulle diapositive quando vengono proiettate.Sembra che i fotografi professionisti non facciamo parte dell'audience di PI
          • Anonimo scrive:
            Re: Scelta suicida
            - Scritto da:

            Aspetta poster di che dimensioni e stampati su

            cosa ? Sopra un 75/50 la vedo dura anche con

            macchine di ultima generazione e comunque la
            resa

            cromatica è quella che è i soggetti ripresi

            sembrano di

            plastica.

            Sulle brochure mi torna.

            "I soggetti sembrano di plastica"?
            Qusto va insieme ai "bianchi freddi", "colori
            morbidi" ed altre belle
            definizioni.
            Se non hai sensibilità cromatica non è colpa nostra,basta guardare un cartellone pubblicitaria e una mostra di foto "artistiche" e la cosa risulta chiara a chiunque.
            Possibile che in tutti questi messaggi sul forum
            nessuno sia riuscito a dare un solo motivo
            ragionevole per il quale l'analogico e' superiore
            del
            digitale.Perchè le foto vengono meglio, te la faccio semplice perchè non sembri un palato fine.

            L'unico intervento intelligente e' stato quello
            sulle diapositive quando vengono
            proiettate.

            Sembra che i fotografi professionisti non
            facciamo parte dell'audience di
            PIIn compenso c'è un sacco di gente che scatta foto con un cellulare ed è convinta che siano uguali ad una reflex analogica :D :D :D :D :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Scelta suicida


            Possibile che in tutti questi messaggi sul forum

            nessuno sia riuscito a dare un solo motivo

            ragionevole per il quale l'analogico e'
            superiore

            del

            digitale.
            Perchè le foto vengono meglio, te la faccio
            semplice perchè non sembri un palato
            fine.Forse non mi ero spiegato bene. Sono stanco delle risposte tipo "perche' vengono meglio". Cercavo qualcosa di piu' circostanziato.Vabbe', non importa, mi arrendo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Scelta suicida
            - Scritto da:


            Possibile che in tutti questi messaggi sul
            forum


            nessuno sia riuscito a dare un solo motivo


            ragionevole per il quale l'analogico e'

            superiore


            del


            digitale.


            Perchè le foto vengono meglio, te la faccio

            semplice perchè non sembri un palato

            fine.

            Forse non mi ero spiegato bene. Sono stanco delle
            risposte tipo "perche' vengono meglio". Cercavo
            qualcosa di piu'
            circostanziato.leggi sopra quanto hai scritto"I soggetti sembrano di plastica"?Qusto va insieme ai "bianchi freddi", "colori morbidi" ed altre belle definizioni.
            Vabbe', non importa, mi arrendo.Pazienza, dedicati a qualcos'altro
          • Anonimo scrive:
            Re: Scelta suicida


            Forse non mi ero spiegato bene.

            Sono stanco delle

            risposte tipo "perche' vengono meglio". Cercavo

            qualcosa di piu'

            circostanziato.Questo articolo puo' mettere la parola fine a questa (vecchia) discussione: http://www.photographical.net/canon_1ds_35mm.html"Digital versus film. Still a hot topic, although there seems to be a growing acceptance that digital belongs to the future while film is a thing of the past."L'articolo e' del 2003. In pratica adesso non vale nemmeno la pena discuterne. Il digitale ha sorpassato l'analogico (35mm) almeno dal 2003.Digitale:[img]http://www.photographical.net/small/1ds_16_8.jpg[/img]Analogico[img]http://www.photographical.net/small/35mm_16_8.jpg[/img]
          • Anonimo scrive:
            Re: Scelta suicida

            Morbidita' e plasticita'?
            Non sono argomenti convincenti.
            Per gli ignoranti di sicuro.
            Secondo me la fotografia digitale e' oramai
            indistinguibile
            dall'analogico.
            Se sei orbo non è colpa nostra.
            Guardate un libro di fotografie. Potete affermare
            "Ah, questa e' fatta sicuramente con una macchina
            analogica!"
            ?Si, specie quelle in bianco e nero.
          • Anonimo scrive:
            Re: Scelta suicida
            - Scritto da:


            La pellicola è superiore...


            ma chi l'ha detto! è


            Non diciamo scempiaggini la pellicola

            ti da una morbidità e plasticità

            dell'immagine che con il

            digitale non hai

            Morbidita' e plasticita'?
            Non sono argomenti convincenti.

            Secondo me la fotografia digitale e' oramai
            indistinguibile
            dall'analogico.

            Guardate un libro di fotografie. Potete affermare
            "Ah, questa e' fatta sicuramente con una macchina
            analogica!"
            ?No, la fotografia digitale ormai non ha nulla da ividiare a quella analogica. Anzi, in termini di nitidezza l'ha superata. Il problema è: come si fa a proiettare una fodo digitale? con i sistemi di videoproiezione digitale il risultato è penoso: proiettori con 1Megapix quando le foto ne hanno almeno 6 quando non 8 o 10. Luminosità modesta, problemi di resa del colore e messa a fuoco. L'unico modo di proiettare un afoto rimane la diapositiva. Questo è l'unico motivo per cui continuo a fare foto analogiche. Trovo tra l'altro improbabile che qualcuno riesca a sviluppare un videoproiettore con risoluzione 4000x3000 e luminosità adeguata. E' un prodotto troppo di nicchia. Più facile al limite che si facciano maxischermi conquesta resa, che saranno costosi ma alla lunga accessibili almeno per una struttura pubblica.
          • Anonimo scrive:
            Re: Scelta suicida

            Il problema è: come si fa a proiettare
            una fodo digitale?Questo e' un buon argomento. L'analogico e' superiore al digitale (almeno per ora) se le foto devono essere proiettate.Ci sono sistemi laser per impressionare un negativo con una fotografia digitale?
          • Anonimo scrive:
            Re: Scelta suicida
            - Scritto da:

            Il problema è: come si fa a proiettare

            una fodo digitale?

            Questo e' un buon argomento. L'analogico e'
            superiore al digitale (almeno per ora) se le foto
            devono essere
            proiettate.

            Ci sono sistemi laser per impressionare un
            negativo con una fotografia
            digitale?(idea) ehi! com'è che non ci ho pensato prima?? :D Dubito...La produzione di maxischermi con risoluzione paragonabile a quella di una foto digitale "buona" è l'unica strada. Certo che tutti i pasticci che si possono fare su luce e colore in tutti i passaggi dallo scatto alla proiezione faranno del risultato più un quadro che una foto, ma è l'unica...
      • MandarX scrive:
        Re: Scelta suicida

        La pellicola è superiore...ma chi l'ha detto! la risoluzione nella pellicola è a livello molecolare
        • Anonimo scrive:
          Re: Scelta suicida
          - Scritto da: MandarX

          La pellicola è superiore...ma chi l'ha detto!
          la risoluzione nella pellicola è a livello
          molecolarerisoluzione a livello molecolare = foto piu' belle?
          • Anonimo scrive:
            Re: Scelta suicida
            - Scritto da:

            - Scritto da: MandarX


            La pellicola è superiore...ma chi l'ha detto!


            la risoluzione nella pellicola è a livello

            molecolare

            risoluzione a livello molecolare = foto piu'
            belle?Sostanzialmente sì, le foto risultano meno fredde, c'è più continuità del colore e non c'è l'orrido "effetto neon" che più o meno danno tutte le digitali.
          • Anonimo scrive:
            Re: Scelta suicida


            risoluzione a livello molecolare = foto piu'

            belle?

            Sostanzialmente sì, le foto risultano meno
            fredde, c'è più continuità del colore e non c'è
            l'orrido "effetto neon" che più o meno danno
            tutte le
            digitali.Meno fredde? Continuita' di colore? Mmmmhhh.Con "effetto neon" intendi il "purple fringing"?http://en.wikipedia.org/wiki/Purple_fringing
          • Anonimo scrive:
            Re: Scelta suicida
            - Scritto da:


            risoluzione a livello molecolare = foto piu'


            belle?



            Sostanzialmente sì, le foto risultano meno

            fredde, c'è più continuità del colore e non c'è

            l'orrido "effetto neon" che più o meno danno

            tutte le

            digitali.

            Meno fredde? Continuita' di colore? Mmmmhhh.

            Con "effetto neon" intendi il "purple fringing"?

            http://en.wikipedia.org/wiki/Purple_fringingNo il Purple fringing è un'ulteriore problema che viene accentuato dall'uso del digitale ma come problema ottico è presente anche nell'analogico, dipende spesso dalla qualità dell'ottica, dalle sue modalità costruttive (numero e distanza lenti) e dall'apertura che usi.Nel digitale anche per foto che non presentano problemi eclatanti se guardi il bianco è freddo, rispetto alla pellicola, da proprio un effetto neon.
        • Anonimo scrive:
          Re: Scelta suicida
          - Scritto da: MandarX

          La pellicola è superiore...ma chi l'ha detto!

          la risoluzione nella pellicola è a livello
          molecolare?? Molecolare? fammi capire. Cioè la risoluzione sarebbe nell'ordine di densità delle molecole nella pellicola?che io sappia, le pellicole fotografiche hanno una grana, che concettualmente è assimilabile alla matrice di punti di un sensore anche se non disposta in griglia quadrata, ovviamente. Una pellicola 50 asa, a quanto mi risulta, dovrebbe avere una densità di circa 120 punti per millimetro lineare. Cioè paragonabile ad un sensore da 12Mpix. Ovviamente ci sono altri fattori e tu avrai certamente più occhio di me, ma parlare di risoluzione "a livello molecolare" mi pare un po' strano
          • Anonimo scrive:
            Re: Scelta suicida
            - Scritto da:

            - Scritto da: MandarX


            La pellicola è superiore...ma chi l'ha detto!



            la risoluzione nella pellicola è a livello

            molecolare

            ?? Molecolare? fammi capire. Cioè la risoluzione
            sarebbe nell'ordine di densità delle molecole
            nella
            pellicola?
            che io sappia, le pellicole fotografiche hanno
            una grana, che concettualmente è assimilabile
            alla matrice di punti di un sensore anche se non
            disposta in griglia quadrata, ovviamente.

            Una pellicola 50 asa, a quanto mi risulta,
            dovrebbe avere una densità di circa 120 punti per
            millimetro lineare. Cioè paragonabile ad un
            sensore da 12Mpix.

            Ovviamente ci sono altri fattori e tu avrai
            certamente più occhio di me, ma parlare di

            risoluzione "a livello molecolare" mi pare un po'
            stranoCon una 12Mpixel alla qualità della pellicola non ti ci avvicini neanche, di solito si dice 30 ma son discorsi. Comunque lui fa un discorso diverso di continuità e resa cromatica , con il digitale fai un campionamento cromatico che, ti piaccia o meno, con l' "analogica" non fai e questo sulla resa cromatica finale incide pesantemente. Non a caso se devi fare un 75x50 tendi ad usare un'analogica anziché una digitale non tanto per una questione di chiarezza dell'immagine ma di resa cromatica, salvo tu non voglia intervenire pesantemente in fase di postproduzione, cosa che peraltro si fa, ma che non è più fotografia ma grafica pubblicitaria.
          • Anonimo scrive:
            Re: Scelta suicida
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da: MandarX



            La pellicola è superiore...ma chi l'ha
            detto!






            la risoluzione nella pellicola è a livello


            molecolare



            ?? Molecolare? fammi capire. Cioè la risoluzione

            sarebbe nell'ordine di densità delle molecole

            nella

            pellicola?

            che io sappia, le pellicole fotografiche hanno

            una grana, che concettualmente è assimilabile

            alla matrice di punti di un sensore anche se
            non

            disposta in griglia quadrata, ovviamente.



            Una pellicola 50 asa, a quanto mi risulta,

            dovrebbe avere una densità di circa 120 punti
            per

            millimetro lineare. Cioè paragonabile ad un

            sensore da 12Mpix.



            Ovviamente ci sono altri fattori e tu avrai

            certamente più occhio di me, ma parlare di



            risoluzione "a livello molecolare" mi pare un
            po'

            strano

            Con una 12Mpixel alla qualità della pellicola non
            ti ci avvicini neanche, di solito si dice 30 ma
            son discorsi. Comunque lui fa un discorso
            diverso di continuità e resa cromatica , con il
            digitale fai un campionamento cromatico che, ti
            piaccia o meno, con l' "analogica" non fai e
            questo sulla resa cromatica finale incide
            pesantemente. Non a caso se devi fare un 75x50
            tendi ad usare un'analogica anziché una digitale
            non tanto per una questione di chiarezza
            dell'immagine ma di resa cromatica, salvo tu non
            voglia intervenire pesantemente in fase di
            postproduzione, cosa che peraltro si fa, ma che
            non è più fotografia ma grafica
            pubblicitaria.Sulla risoluzione: il dato di 30Mpix come risoluzione equivalente non l'ho mai trovato da nessuna parte, sinceramente. Sarebbero quasi 200 punti per mm lineare. Non so, mi documenterò.Sulla resa cromatica. Ho chiara la differenza concettuale tra digitale ed analogico. La variazione di colore in una pellicola non è un campionamento ma una variazione continua, vero. Però l'immagine è comunque fatta di puntini, anche se non sono pixel in senso stretto, e non puoi rappresentare in uno spazio linenare più sfumature dei punti che contiene. Quindi la natura discreta della rappresentazione dell'immagine, a rigor di logica, rende discreta anche la rappresentazione del colore. Non so se mi sono spiegato. Non sono un esperto di fotografia, la mia è solo un'astrazione teorica. PSMa a prescindere dal confronto pellicola/sensore... ehm... qualcuno sa che capacità di risoluzione cromatica ha l'occhio umano? non è che magari è minore di entrambe?
          • Anonimo scrive:
            Re: Scelta suicida
            - Scritto da: da fotoamatore quale sono, mi intrometto anch'io
            Sulla risoluzione: il dato di 30Mpix come
            risoluzione equivalente non l'ho mai trovato da
            nessuna parte, sinceramente. Sarebbero quasi 200
            punti per mm lineare. Non so, mi
            documenterò.Difatti io sapevo 60Mp, anche se poi dipende da quanti ISO vogliamo considerare (maggiore è la sensibilità, più grossolana è la grana della pellicola)
            Sulla resa cromatica. Ho chiara la differenza
            concettuale tra digitale ed analogico. La
            variazione di colore in una pellicola non è un
            campionamento ma una variazione continua, vero.
            Però l'immagine è comunque fatta di puntini,
            anche se non sono pixel in senso stretto, e non
            puoi rappresentare in uno spazio linenare più
            sfumature dei punti che contiene. Quindi la
            natura discreta della rappresentazione
            dell'immagine, a rigor di logica, rende discreta
            anche la rappresentazione del colore.Ma proprio per niente, e lo possiamo vedere subito estremizzando la situazione: supponi, per assurdo, che il tuo sensore possa discretizzare il colore con un solo bit: o è bianco o è nero... se anche avessi 100Mpixel, non vedresti alcuna sfumatura di colore.L'analogico ha una sola discretizzazione, che è quella data dalla grana delle pellicola. Il digitale ha due discretizzazioni, una data dalla grana e una data dal campionamento del colore.Tutto questo senza considerare altri elementi... per esempio, la dimensione tipica del sensore di una digitale, è più piccola del fotogramma di un'analogica (a parte una reflex della Canon, che è full frame). Questo implica maggiori disturbi sulla rilevazione dell'immagine, proprio per questioni ottiche... lascimo poi perdere le compatte con sensori dalla dimensione ridicola e ottiche forzatamente scarse, quantomeno per luminosità e dimensione (con tutto quello che ne consegue)
            Non so se mi sono spiegato. Non sono un esperto
            di fotografia, la mia è solo un'astrazione
            teorica.e parziale, per cui fallace...Questo non significa che il digitale faccia schifo... io stesso sono passato (da poco) ad una reflex digitale, e ne apprezzo molte cose, ma la pellicola è comunque diversa e generalmente migliore (ovviamente facendo il confronto a parità di apparecchiatura...)
            PS
            Ma a prescindere dal confronto
            pellicola/sensore... ehm... qualcuno sa che
            capacità di risoluzione cromatica ha l'occhio
            umano? non è che magari è minore di entrambe?sicuramente è
          • Anonimo scrive:
            Re: Scelta suicida

            Questo non significa che il digitale faccia
            schifo... io stesso sono passato (da poco) ad una
            reflex digitale, e ne apprezzo molte cose, ma la
            pellicola è comunque diversa e generalmente
            migliore (ovviamente facendo il confronto a
            parità di
            apparecchiatura...)Come mai tutti gli articoli che ho trovato su internet dicono che il digitale e' migliore dell'analogico?Solamente gli utenti di PI sostengono il contrario. Mah!
          • Anonimo scrive:
            Re: Scelta suicida
            - Scritto da:
            Come mai tutti gli articoli che ho trovato su
            internet dicono che il digitale e' migliore
            dell'analogico?Dipende da che siti frequenti... il digitale dà indubbiamente molti vantaggi, quindi può essere considerato migliore sotto molti aspetti.Se però parliamo esclusivamente di "qualità del risultato finale", l'analogico può dare risultati molto migliori, sia a livello di risoluzione/nitidezza, che a livello di risposta cromatica. Ovviamente tutto è in funzione della pellicola utilizzata per fare il confronto, delle caratteristiche del corpo macchina, e soprattutto dell'obbiettivo (ma anche di chi fa la foto...); fare un paragone non è facile, soprattutto se non sei esperto del settore, e affidarsi a quello che leggi senza capire cosa ti viene detto, non ha senso.Tanto per essere chiari, tu hai mai fotto foto in analogico? Con un Reflex? E in digitale (sempre con una Reflex)? Sai giudicare la bontà di un'ottica? Che parametri prendi in considerazione? Ecc...E' logico che una buona reflex digitale permetta di ottenere risultati migliori di una macchina analogica di medio livello, soprattutto se alla qualità del corpo macchina, ci aggiungi la qualità dell'obbiettivo. E' altrettanto logico che non ha senso confrontare una foto scattata in digitale con una foto stampata e scannerizza, ecc... ecc...Poi è quasi scontato che il futuro sarà quasi esclusivamente digitale: anche Nikon ha annunciato che produrrà solo macchine digitali... però, guardacaso, ha preservat il modello al top della gamma tradizionale, e non è una questione di mercato per nostalgici...
    • Anonimo scrive:
      Re: Scelta suicida

      la pellicola dal punto di
      vista visivo resta insuperabilePerche?Potresti darne una spiegazione scientifica e non affettiva?
      • Anonimo scrive:
        Re: Scelta suicida
        - Scritto da:

        la pellicola dal punto di

        vista visivo resta insuperabile

        Perche?
        Potresti darne una spiegazione scientifica e non
        affettiva?E' una questione più che altro "artistica", la fotografia su pellicola è più morbida, la rese dei colori è più reale. Spesso le digitali utilizzano in modo barbaro la compensazione cromatica, per farti un esempio pratico su macchine note prendi la eos 10d e la eos 30d della canon e guarda le immagini che danno, la 30d ti sembrerà più "chiara", in realtà sovraespone il bianco, se sei un novizio magari la foto ti sembrerà anche meglio , in realtà è quello che la macchina è stata programmata per fotografare non quello che tu volevi fotografare. Con la pellicola questo non avviene anche se la praticità del digitale non la discute nessuno.
      • ufo1 scrive:
        Re: Scelta suicida
        Reparto radiologia:Una semplice TAC che imprime la sue scansioni in formato digitale, deve avere 256*256 maschere di grigi per immagine, per arrivare ad una definizione quasi uguale ma non paragonabile, alla qualità ottenuta per definizione alle immagini su pellicola radiologica. Per pellicola radiologica intendo l'originale, quella che resta in archivio e non il controtipo che vi danno in busta.Per chi a prima vista dica, non mi pare stò granchè visivo, provate a guardare la pellicola con un cromatigrafo e vi renderete conto di quante tonalità all'occhio sconosciute, vi siano presenti come informazione nei granuli d'argentana presenti anche in una semplice ASA 100, di fin poco fa, uso comune.Con una pellicola si posso estrarre a stampa, informazioni che nessuna digitale commerciale, riuscirà mai ad avere. Provate a fare un poster da una digitale e provate a farlo da una 35 millimetri.Scientificamente, la quantità di memoria per gestire tutte le informazioni impresse dai granuli d'argentana presenti sulla pellicola, è tale da creare programmi appositi per essere gestita da un sitema digitale, come per l'appunto più maschere di contrasto per contenere le informazioni.Se ogni pixel deve contenere 16M colori e l'immagine viene composta da "n" pixel dove "n" è il numero che si relaziona al detettore ottico della macchina digitale, questo deve essere ancora moltiplicato per n al fine di ottenere tutte le layer ottiche a disposizione nel campo fotonico che la pellicola può rilevare.Di solito le nostre "fighe" immagini digitali, vengono invece salvate compresse proprio per risparmiare memoria.Per la stessa qualità invece, la scienza vorrebbe la loro moltiplicazione.Se parliamo di comodità d'uso allora il tutto cambia aspetto, ma che me ne faccio di un supporto che simula in peggiorativo, la caratteristica del rullino, dato che vado a perdere proprio la funzione della sua possibile riscrittura, che la pellicola non può darmi, una volta usata?- Scritto da:

        la pellicola dal punto di

        vista visivo resta insuperabile

        Perche?
        Potresti darne una spiegazione scientifica e non
        affettiva?
        • Anonimo scrive:
          Re: Scelta suicida
          Secondo me in molte famiglie andrà a finire così:Paolino: "Mamma, guarda, con la nuova digitale ho fatto 300 foto, belle, ma per sicurezza ho portato anche la vecchia col rullino e, attenta, guarda che differenza!"Mamma:" Eh si Paolino, queste della macchina nuova sono proprio più luminose, impressionante, sei stato proprio bravo!"P:" ma no mamma, guarda che il rullino acquisisce molte più informazioni della digitale, non vedi che la foto è più MORBIDA? Guarda che è di molto migliore sai!"M:"beh ma la luce di questo paesaggio è bellissima, e si vedono molto bene tutti i soggetti, perchè dici che è peggiore questa, della digitale?"P:"Ma mamma, lo so che non puoi capire, ma una semplice TAC che imprime la sue scansioni in formato digitale, deve avere 256*256 maschere di grigi per immagine, per arrivare ad una definizione quasi uguale ma non paragonabile, alla qualità ottenuta per definizione alle immagini su pellicola radiologica. Per pellicola radiologica intendo l'originale, quella che resta in archivio e non il controtipo che ti danno in busta.Per chi a prima vista ti dice "non mi pare stò granchè visivo" prova a guardare la pellicola con un cromatigrafo e ti renderai conto di quante tonalità all'occhio sconosciute vi siano presenti come informazione nei granuli d'argentana presenti anche in una semplice ASA 100, di fin poco fa, uso comune. Con una pellicola si possono estrarre a stampa informazioni che nessuna digitale commerciale, riuscirà mai ad avere. Prova a fare un poster da una digitale e prova a farlo da una 35 millimetri"M:"paolino ti ho fatto il pasticcio, se vuoi è già pronto. Ah e quanto hai risparmiato in stampa con la nuova digitale? 150 euro? Bravo, e visto che le stampi sempre 10x15 credo che la differenza non la noteremo mai. Su, a tavola!!!"
          • Anonimo scrive:
            Re: Scelta suicida
            - Scritto da:
            M:"paolino ti ho fatto il pasticcio, se vuoi è
            già pronto. Ah e quanto hai risparmiato in stampa
            con la nuova digitale? 150 euro? Bravo, e visto
            che le stampi sempre 10x15 credo che la
            differenza non la noteremo mai. Su, a
            tavola!!!"Ah Ah! Mitica mamma di Paolino!!! :D
          • ciko scrive:
            Re: Scelta suicida
            sei un troll...il tizio anonimo aveva chiesto una spiegazione tecnica, e ufo gliel'ha data...tu la contestualizzi in modo sbagliato, alla famigliola e' OVVIO che interessi piu' il risparmio/flessibilita' della digitale, ma le qualita' tecniche citate dall'autore del post originario sono indubbie.E' un po' come dire che una ferrari e' meglio di una yaris... indubbio, ma se le usi nel traffico cittadino a 25Km/h meglio usare la yaris (minori costi/piu' parcheggio/minori consumi/piu' meneggevolezza).
          • Anonimo scrive:
            Re: Scelta suicida
            - Scritto da:
            Secondo me in molte famiglie andrà a finire così:

            Paolino: "Mamma, guarda, con la nuova digitale ho
            fatto 300 foto, belle, ma per sicurezza ho
            portato anche la vecchia col rullino e, attenta,
            guarda che
            differenza!"

            Mamma:" Eh si Paolino, queste della macchina
            nuova sono proprio più luminose, impressionante,
            sei stato proprio
            bravo!"

            P:" ma no mamma, guarda che il rullino acquisisce
            molte più informazioni della digitale, non vedi
            che la foto è più MORBIDA? Guarda che è di molto
            migliore
            sai!"

            M:"beh ma la luce di questo paesaggio è
            bellissima, e si vedono molto bene tutti i
            soggetti, perchè dici che è peggiore questa,
            della
            digitale?"

            P:"Ma mamma, lo so che non puoi capire, ma una
            semplice TAC che imprime la sue scansioni in
            formato digitale, deve avere 256*256 maschere di
            grigi per immagine, per arrivare ad una
            definizione quasi uguale ma non paragonabile,
            alla qualità ottenuta per definizione alle
            immagini su pellicola radiologica. Per pellicola
            radiologica intendo l'originale, quella che resta
            in archivio e non il controtipo che ti danno in
            busta.
            Per chi a prima vista ti dice "non mi pare stò
            granchè visivo" prova a guardare la pellicola con
            un cromatigrafo e ti renderai conto di quante
            tonalità all'occhio sconosciute vi siano presenti
            come informazione nei granuli d'argentana
            presenti anche in una semplice ASA 100, di fin
            poco fa, uso comune. Con una pellicola si possono
            estrarre a stampa informazioni che nessuna
            digitale commerciale, riuscirà mai ad avere.
            Prova a fare un poster da una digitale e prova a
            farlo da una 35
            millimetri"

            M:"paolino ti ho fatto il pasticcio, se vuoi è
            già pronto. Ah e quanto hai risparmiato in stampa
            con la nuova digitale? 150 euro? Bravo, e visto
            che le stampi sempre 10x15 credo che la
            differenza non la noteremo mai. Su, a
            tavola!!!"(troll4)(troll4)(troll4)(troll4)(troll4)(troll4)(troll4) :) Vabbè torna a fare le fotografie col cellulare tanto che vuoi che sia , son proprio belle !!!!! :D :D :D :D :D
        • Anonimo scrive:
          Re: Scelta suicida

          Una semplice TAC che imprime la
          sue scansioni in formato digitale,
          deve avere 256*256 maschere di
          grigi per immagine, per arrivare ad una
          definizione quasi uguale ma non paragonabile,
          alla qualità ottenuta per definizione alle
          immagini su pellicola radiologica.Questo potrebbe essere un valido argomento. Hai qualche fonte?Comunque parli di TAC e non di fotografia normale.Avevo letto da qualche parte che i sensori ccd delle macchine digitali e le pellicole hanno la stessa dinamica di sensibilita' alla luce.In poche parole, cio' che viene sovraesposto nell'analogico, viene sovraesposto anche nel digitale e viceversa.Quello che dici tu invece e' la maggiore capacita di distinguere livelli vicini di luminosita'. Non basterebbe aumentare il numero di byte per pixels? Attualmente penso ne vengono usati tre per un totale di 2**24 colori.
          • Anonimo scrive:
            Re: Scelta suicida
            - Scritto da:

            Una semplice TAC che imprime la

            sue scansioni in formato digitale,

            deve avere 256*256 maschere di

            grigi per immagine, per arrivare ad una

            definizione quasi uguale ma non paragonabile,

            alla qualità ottenuta per definizione alle

            immagini su pellicola radiologica.

            Questo potrebbe essere un valido argomento. Hai
            qualche
            fonte?
            Comunque parli di TAC e non di fotografia normale.

            Avevo letto da qualche parte che i sensori ccd
            delle macchine digitali e le pellicole hanno la
            stessa dinamica di sensibilita' alla
            luce.
            Orrore :s :s :s :s :s :s non le fare queste affermazioni
            In poche parole, cio' che viene sovraesposto
            nell'analogico, viene sovraesposto anche nel
            digitale e
            viceversa.
            Ieeeehhhhh. :) Con le digitali all'aberrazione cromatica delle lenti devi aggiungere quelle dei sensori che combinano veri orrori, praticamente le esaltano per non parlare di quello che succede quando entrano in gioco i vari meccanismi di compensazione.
            Quello che dici tu invece e' la maggiore capacita
            di distinguere livelli vicini di luminosita'. Non
            basterebbe aumentare il numero di byte per
            pixels? Attualmente penso ne vengono usati tre
            per un totale di 2**24
            colori.La continuità cromatica che hai con la pellicola con le tecnologie attuali non l'avrai mai. Tutto ,comunque, dipende da cosa devi fare con la foto che scatti. In alcuni casi il compromesso è accettabile in altri no.
          • Anonimo scrive:
            Re: Scelta suicida


            Avevo letto da qualche parte che

            i sensori ccd delle macchine digitali

            e le pellicole hanno la

            stessa dinamica di sensibilita' alla

            luce.
            Orrore :s :s :s :s :s :s non le
            fare queste affermazioniDispiace vedere certa arroganza su questo forum... comunque... questo e' la fonte:http://www.clarkvision.com/imagedetail/film.vs.digital.summary1.htmlDove si dice che "I sensori elettronici hanno maggiore dinamica di sensibilita' alla luce (quantomeno i sensori migliori)"In inglese: "Electronic sensors have a larger dynamic range than film (at least the better sensors do)"
          • Anonimo scrive:
            Re: Scelta suicida
            - Scritto da:


            Avevo letto da qualche parte che


            i sensori ccd delle macchine digitali


            e le pellicole hanno la


            stessa dinamica di sensibilita' alla


            luce.


            Orrore :s :s :s :s :s :s non le

            fare queste affermazioni

            Dispiace vedere certa arroganza su questo
            forum... comunque... questo e' la
            fonte:

            http://www.clarkvision.com/imagedetail/film.vs.dig

            Dove si dice che "I sensori elettronici hanno
            maggiore dinamica di sensibilita' alla luce
            (quantomeno i sensori
            migliori)"

            In inglese: "Electronic sensors have a larger
            dynamic range than film (at least the better
            sensors
            do)"E ti dicono male... o meglio leggi ma no guardi perchè altrimenti quelle campionature nello spettro luminoso dovrebbero dirti tante cose. L'arroganza è parlare di cose di cui non si ha esperienza facendo affermazioni assurde.Vai in un grosso studio di fotografia e poi chiediti come mai si continui ad usare l'analogico. Poi prenditi una reflex digitale e una analogica e inizia a fare un po' di foto astronomiche e ne riparliamo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Scelta suicida


            Dispiace vedere certa arroganza su questo

            forum... comunque...

            Dove si dice che "I sensori elettronici hanno

            maggiore dinamica di sensibilita' alla luce

            (quantomeno i sensori

            migliori)"
            E ti dicono male... o meglio leggi ma
            no guardi perchè altrimenti quelle
            campionature nello spettro luminoso
            dovrebbero dirti tante cose.Non ho capito molto questa ultima cosa... comunque se e' vero, come dici tu, che la dinamica e' migliore nel digitale che nell'analogico, ci dovrebbe essere qualche documento che ne parla.Io non ne ho trovati.Se hai tempo... mi farebbe piacere dare un'occhiata alle tue fonti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Scelta suicida
            Per i pigri...Nel diagramma sotto si confronta la qualita' di pellicole digitali 35mm con sensori di camere digitali.Alle alte sensibilita' (
            200 asa) le digitali sono in genere tutte migliori. La macchina digitale Canon 1Ds Mark II (http://en.wikipedia.org/wiki/Canon_EOS-1Ds_Mark_II) e' migliore di qualunque tipo di pellicola, anche della Velvia (http://en.wikipedia.org/wiki/Velvia).[img]http://www.clarkvision.com/imagedetail/film.vs.digital.35mm-d.gif[/img]
          • Anonimo scrive:
            Re: Scelta suicida
            - Scritto da:
            Per i pigri...

            Nel diagramma sotto si confronta la qualita' di
            pellicole digitali 35mm con sensori di camere
            digitali.

            Alle alte sensibilita' (
            200 asa) le digitali
            sono in genere tutte migliori. La macchina
            digitale Canon 1Ds Mark II
            (http://en.wikipedia.org/wiki/Canon_EOS-1Ds_Mark_I

            [img]http://www.clarkvision.com/imagedetail/film.vQuando hai un attimo cerca di capire la differenza tra spettro continuo e spettro campionato così capirai come mai una reflex analogica ha una resa cromatica nettamente superiore ad un reflex digitale. Affermare che una digitale è superiore ad un'analogica significa non aver alcun tipo di conoscenza pratica della materia. Tra l'altro se bastasse una Canon EOS 1Ds (costo 7000 16 Mpixel) non ci sarebbe alcuna necessità di comprare una Phase One P45 (costo 30.000 39 Mpixel) . Il ccd ammazza le prestazioni cromatiche e questo lo sanno pure i sassi. Non a caso quello che linki ti mostra chiaramente che si tratta di una campionatura come già ti hanno detto e non di un spettro continuo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Scelta suicida
            Anche secondo me quello della TAC e' un argomento valido, pero' solamente se applicato alla medicina.Ci sono molti dettagli nella lastra che non sono nemmeno visibili all'occhio umano, ma alcuni di questi dettagli possono salvare la vita delle persone.Ma le foto vengono viste dalle persone. Puo' una stampa riprodurre cosi' tanti livelli di grigio come una lastra? Inoltre, puo' l'occhio umano distingure tutti i livelli di grigio della lastra?Se la risposta e' no ad una delle domande sopra, sarebbe uno spreco per la fotografia digitale memorizzare tanti livelli di grigio.O no?
    • MandarX scrive:
      Re: Scelta suicida

      Queste "pellicole" digitali riescono
      in un sol colpo a unire gli svantaggi del
      digitale e dell'analogico. Dovessi usare un
      aggeggio del genere me ne resterei sulle
      pellicole tradizionali. ti straquotosta cosa è pensata solo per aumentare il consumismo e l'inquinamento.
      • Anonimo scrive:
        Scelta buona se...
        Sarebbe una scelta alternativaaccettabile se fossero cmq lettedal pc di casa, avendo i vantaggidi un supporto non deteriorabilee recuperabile nel tempoe la possibiltà elaborarle in casa !
        • MandarX scrive:
          Re: Scelta buona se...
          - Scritto da:
          Sarebbe una scelta alternativa
          accettabile se fossero cmq lette
          dal pc di casa, avendo i vantaggi
          di un supporto non deteriorabile
          e recuperabile nel tempo
          e la possibiltà elaborarle in casa !al momento con le memorie tradizionali non lo puoi fare?le memorie tradizionali sono deteriorabili?
      • Anonimo scrive:
        Re: Scelta suicida

        sta cosa è pensata solo per aumentare il
        consumismo e
        l'inquinamento.Invece a me sembra una buona idea. Alla fine comunque le foto le devi salvare da qualche parte. Pensi che un DVD non inquini?
        • Anonimo scrive:
          Re: Scelta suicida
          - Scritto da:

          sta cosa è pensata solo per aumentare il

          consumismo e

          l'inquinamento.

          Invece a me sembra una buona idea. Alla fine
          comunque le foto le devi salvare da qualche
          parte. Pensi che un DVD non
          inquini?Meno del processo di produzione di una memory card di sicuro....
    • Anonimo scrive:
      Re: Scelta suicida
      - Scritto da:
      Perché le vogliono è
      chiaro, perché le si dovrebbero acquistare
      non lo è per nulla.L'unico vantaggio è quello, già detto da qualcuno, di avere una foto "certificata originale"... così com'è scattata ce l'hai a disposizione sul "rullino digitale", sicuramente senza manomissioni(polizia, cause legali, ecc...)ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Scelta suicida
        - Scritto da:

        - Scritto da:


        Perché le vogliono è

        chiaro, perché le si dovrebbero acquistare

        non lo è per nulla.

        L'unico vantaggio è quello, già detto da
        qualcuno, di avere una foto "certificata
        originale"... così com'è scattata ce l'hai a
        disposizione sul "rullino digitale", sicuramente
        senza
        manomissioni
        (polizia, cause legali, ecc...)

        ciaoDa quel punto di vista non certifichi niente :) , andrebbe certificato il contenuto prima che venga impresso.
        • Anonimo scrive:
          Re: Scelta suicida
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:




          Perché le vogliono è


          chiaro, perché le si dovrebbero acquistare


          non lo è per nulla.



          L'unico vantaggio è quello, già detto da

          qualcuno, di avere una foto "certificata

          originale"... così com'è scattata ce l'hai a

          disposizione sul "rullino digitale", sicuramente

          senza

          manomissioni

          (polizia, cause legali, ecc...)



          ciao

          Da quel punto di vista non certifichi niente :) ,
          andrebbe certificato il contenuto prima che venga
          impresso.In effetti, se c'è (non può non esserci) un dispositivo che legge e scrive le schede nella macchina, finirà pe esisterne anche uno collegabile al PC. Quindi, sebbene la scheda non sia riscrivibile, sarà sempre possibile leggerla col PC, manomettere il contenuto e riscriverlo su una nuova scheda vergine. Se il costo sarà di pochi euro la cosa è fattibile. Non si certifica nulla, tranne i casi in cui sia possibile consegnare al fotografo una scheda vuota di cui si è registrato il numero di serie ed esigere indietro la stessa.Ma questo può andare per un concorso fotografico, non certo per questioni legali.Inoltre, anche se la scheda non è riscrivibile sarà sempre possibile sfruttare la memoria interna della fotocamera per ripetere N volte lo scatto fino a risultato ottimale prima di salvarlo. Se la memoria interna delle fotocamere attuali non basta, se ne faranno con una memoria leggermente più ampia. Comunque l'immediatezza e la non manomissibilità dello scatto analogico non si recuperano.
  • Anonimo scrive:
    buone per la polizia
    in tutte quelle applicazioni in cui serve una foto ...CERTIFICATA ORIGINALE
    • voss63 scrive:
      Re: buone per la polizia
      - Scritto da:
      in tutte quelle applicazioni in cui serve una
      foto
      ...
      CERTIFICATA ORIGINALEEsatto: tribunali, assicurazioni, perizie varie.E' davvero indispensabile.
      • MandarX scrive:
        Re: buone per la polizia

        Esatto: tribunali, assicurazioni, perizie varie.
        E' davvero indispensabile.LOL
        • Anonimo scrive:
          Re: buone per la polizia
          - Scritto da: MandarX

          Esatto: tribunali, assicurazioni, perizie varie.

          E' davvero indispensabile.


          LOLsai, è LOL anche per me, ma purtroppo è così.che ci vuoi fare, abbiamo dei governanti cerebromedioevali...
    • Anonimo scrive:
      Re: buone per la polizia
      - Scritto da:
      in tutte quelle applicazioni in cui serve una
      foto
      ...
      CERTIFICATA ORIGINALEQuesta tecnica non ti certifica niente il fatto che la memoria non sia riscrivibile non vuol dire avere un contenuto certificato.
      • MandarX scrive:
        Re: buone per la polizia

        Questa tecnica non ti certifica niente il fatto
        che la memoria non sia riscrivibile non vuol dire
        avere un contenuto
        certificato.esattamente, ok posso scrivere una volta sola?ma cosa posso scrivere? qualsisasi cosa
  • Anonimo scrive:
    SANDISK ALLA FRUTTA
    Scusate il titolo alla troll... ma chi le vuole queste cose? Alla SanDisk evidentemente si sono bevuti il cervello...
    • Anonimo scrive:
      Re: SANDISK ALLA FRUTTA
      Vai a nanna che è meglio!
      • Anonimo scrive:
        Re: SANDISK ALLA FRUTTA
        Sono andato a nanna e stamattina resto della stessa idea, e scopro che altri condividono il mio pensiero.Mi sa che il problema è tuo e della SanDisk...
        • Anonimo scrive:
          Re: SANDISK ALLA FRUTTA
          Torna a nanna che è meglio...se no argomenta approfonditamente la tua tesi!
          • Anonimo scrive:
            Re: SANDISK ALLA FRUTTA
            Come dicevo, anche altri condividono il mio pensiero.Per esempio, leggi:http://punto-informatico.it/pms.aspx?id=1910058&m_id=1910461&r=PIMi sa che passi troppo tempo a dormire...
          • Anonimo scrive:
            Re: SANDISK ALLA FRUTTA
            Sto ancora aspettando le tue argomentazioni! Non ne hai?Argomentami la frase "Sandisk alla frutta".Se non riesci, la prossima volta, prima di scrivere, pensa!
Chiudi i commenti