Cisco, milioni di router a rischio crack

Un numero elevato di router e switch Cisco contengono una seria vulnerabilità che li potrebbe mettere alla mercé di un cracker


San Francisco (USA) – Un numero davvero preoccupante di router e switch Cisco sono afflitti da un grave bug che può consentire ad un cracker di guadagnare il pieno controllo del dispositivo.

Il bug affligge il server HTTP integrato in numerosi dispositivi di rete Cisco e consente ad un assalitore di eseguire dei comandi da remoto attraverso l’invio di un particolare URL, prendendo così il completo controllo dell’appliance.

La vulnerabilità affligge tutti i prodotti equipaggiati con il sistema operativo IOS 11.3 e successivi, il che equivale a dire la stragrande maggioranza dei router e degli switch rilasciati da circa 3 anni a questa parte.

Nonostante il servizio HTTP sia disabilitato per default, il CERT sostiene che questo è un mezzo molto utilizzato, soprattutto nelle piccole e medie aziende, per avere accesso da remoto alla configurazione del router, una funzionalità che Cisco aggiunse ai suoi prodotti dietro forte richiesta dei clienti, ma che è sempre stata criticata dagli esperti di sicurezza come possibile ed ulteriore punto debole del sistema.

In attesa di aggiornamenti software, nel suo bollettino di sicurezza Cisco consiglia agli amministratori dei sistemi afflitti dalla falla di disabilitare il server HTTP.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    www.yahoo.com -
    cerca: +hosting +provider
    www.yahoo.com -
    cerca: +hosting +provider
  • Anonimo scrive:
    hosting italiano? Bleah
    Io ho una pessima esperienza con hosting italiani.Assistenza = incompetentiuptime = da pazzi, avevo circa una decina di siti su un noto provider, il sito è stato giù per un fine settimana intero ( mi hanno detto che negli uffici no c'era nessuno di domenica...)Insomma, uno schifo.Da due anni sono da pair networks. vado da dio.Siti sempre disponibili, veloci, assistenza professionale, mai un problema.Lo consiglio vivamente a tutti. Non lavoro per loro, ma sono bravi.Inoltre il loro network è ben connesso e non mi pare ci siano problemi di latenze. E' vero che devi arrivare fino a pittsburgh, ma la velocità è elevata.Ripeto, non voglio fare pubblicità, voglio solo condividere con il forum la mia soddisfazione.grazie
    • Anonimo scrive:
      Re: hosting italiano? Bleah
      - Scritto da: coccige
      Da due anni sono da pair networks.www.pairnetworks.com ?fisicamente il tuo hosting dov'e' ?TIA
    • Anonimo scrive:
      Re: hosting italiano? Bleah
      beh, ma quanti provider italiani hai provato ? Magari uno soltanto e si chiama hosting italia ? In America ci sono truffatori o incompententi come in Italia (anzi di piu' vista la dimensione). Sono rivenditore di StSoft.net (ora diventata sps-host.it) da 2 anni e non ho mai e sottolineo mai, avuto un problema di network. Qualunque mia richiesta e' stata risolta in meno di 2 ore. E pago anche meno di Pairs. Non distruggiamo una categoria per colpa di qualcuno.
  • Anonimo scrive:
    Hosting Italia srl non risponde e non reaggisce
    Ho tuttora anch'io gli stessi problemi di cui fa cenno karl Voltolini: HOSTING ITALIA srl non ha risolto ad oggi nulla dopo aver minacciato di oscurare il sito perchè c'era da rinnovare il pagamento ha preso la somma e di fatto ha oscurato il sito in quanto ad oggi non sono in grado di ripubblicarlo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Hosting Italia srl non risponde e non reaggisce
      Non capisco bene il tuo problema (hanno oscurato anche te con la scusa del cambio dei servers?), comunque ribadisco :Se ci raggruppiamo in una ventina di utenti colpiti dallo stesso episodio fare una causa diventa attuabile!!!!!Karl Voltolini- Scritto da: p.grillo
      Ho tuttora anch'io gli stessi problemi di
      cui fa cenno karl Voltolini: HOSTING ITALIA
      srl non ha risolto ad oggi nulla dopo aver
      minacciato di oscurare il sito perchè c'era
      da rinnovare il pagamento ha preso la somma
      e di fatto ha oscurato il sito in quanto ad
      oggi non sono in grado di ripubblicarlo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Hosting Italia srl non risponde e non reaggisce
        Io ho avuto un problema simile nel senso che scaduto il contratto, senza dirmi nulla, hanno disabilitato il mio account. Io ero anche disposto a rinnovare ma nonostante abbia scritto loro più volte, non ho ricevuto nessuna risposta.Vi sembra un atteggiamento serio? A me pare proprio di no.Saluti
  • Anonimo scrive:
    Scegliere bene è importante
    A titolo di esempio per tutti, vi descrivo brevemente la mia (e di molti altri) esperienza con hostingitalia (www.hostingitalia.it)Avevo da più di un'anno 3 domini presso questo provider, tutto bene fino allo scorso 2 giugno.Hostingitalia decide di abbandonare i server presso una web-farm negli Stati Uniti per passare a servers in Italia, e come gestisce questo?Prevede un periodo di affiancamento dei servers?Avvisa tutti gli utenti? NO!!!!La notte del 2 giugno gli americani cancellano tutti i domini di hostingitalia, questo vuol dire trovarsi senza servizio sia web che di e-mail, hostingitalia non aveva avvisato nessuno e si rifà viva solo 3 giorni dopo (al telefono o per e-mail non si sentiva anima viva)per dire : cari utenti stiamo spostando i vostri domini su nuovi servers, vi faremo sapere appena attivi.Ma cosa avrei dovuto fare (io e tutti gli altri)?Avrei trovato tutto già pronto?No, oramai il contenuto dei siti era cancellato dagli americani, ed ognuno doveva farsi carico di ricaricare sui nuovi servers tutto il contenuto dei propri web.Alla mia domanda : ma le condizioni del servizio di hosting prevedevano che VOI dovevate effettuare i backup giornalieri, mi sono sentito rispondere : la cassetta ce l'hanno gli americani e non ce la danno.Risultato, ho cambiato provider (ora sono con Ospitare.com recensito anche in questo articolo) e mi trovo bene. Ho dovuto però perdere diverse giornate a ricostruire i 3 siti dato che avevo i files qua e la sul mio hd utilizzati anche per delle prove. Tutto questo perchè chi doveva fare il backup non lo ha fatto, e se comunque avvisava qualche giorno prima me lo sarei fatto sicuramente.Non auguro a nessun'altro una simile esperienza, state attenti quando scegliete provider.
    • Anonimo scrive:
      Re: Scegliere bene è importante
      hostingitalia.it a detta di molti è una società con zero assistenza.Io al tuo posto avrei contattato un legale, se non l'hai fatto, fallo adesso, non esiste una cosa del genere, roba da denuncia ai carabinieri.- Scritto da: Karl Voltolini
      A titolo di esempio per tutti, vi descrivo
      brevemente la mia (e di molti altri)
      esperienza con hostingitalia
      (www.hostingitalia.it)

      Avevo da più di un'anno 3 domini presso
      questo provider, tutto bene fino allo scorso
      2 giugno.
      Hostingitalia decide di abbandonare i server
      presso una web-farm negli Stati Uniti per
      passare a servers in Italia, e come gestisce
      questo?
      Prevede un periodo di affiancamento dei
      servers?
      Avvisa tutti gli utenti? NO!!!!
      La notte del 2 giugno gli americani
      cancellano tutti i domini di hostingitalia,
      questo vuol dire trovarsi senza servizio sia
      web che di e-mail, hostingitalia non aveva
      avvisato nessuno e si rifà viva solo 3
      giorni dopo (al telefono o per e-mail non si
      sentiva anima viva)per dire : cari utenti
      stiamo spostando i vostri domini su nuovi
      servers, vi faremo sapere appena attivi.

      Ma cosa avrei dovuto fare (io e tutti gli
      altri)?
      Avrei trovato tutto già pronto?

      No, oramai il contenuto dei siti era
      cancellato dagli americani, ed ognuno doveva
      farsi carico di ricaricare sui nuovi servers
      tutto il contenuto dei propri web.
      Alla mia domanda : ma le condizioni del
      servizio di hosting prevedevano che VOI
      dovevate effettuare i backup giornalieri, mi
      sono sentito rispondere : la cassetta ce
      l'hanno gli americani e non ce la danno.

      Risultato, ho cambiato provider (ora sono
      con Ospitare.com recensito anche in questo
      articolo) e mi trovo bene. Ho dovuto però
      perdere diverse giornate a ricostruire i 3
      siti dato che avevo i files qua e la sul mio
      hd utilizzati anche per delle prove. Tutto
      questo perchè chi doveva fare il backup non
      lo ha fatto, e se comunque avvisava qualche
      giorno prima me lo sarei fatto sicuramente.

      Non auguro a nessun'altro una simile
      esperienza, state attenti quando scegliete
      provider.
      • Anonimo scrive:
        Re: Scegliere bene è importante
        Il problema sono i costi ed i tempi. Il contratto di hosting, che a suo tempo ho sottoscritto elettronicamente, prevede che il foro competente è quello di Reggio Calabria, quindi molto distante da me (altre spese).Se trovo altri utenti che hanno avuto la mia stessa recente esperienza sul cambio servers (vedi il mio primo post) sono però pronto ad avviare una causa di gruppo, sarebbe un buon modo per risparmiare e far valere comunque i nostri diritti.Se c'è qualcun'altro che ha vissuto la stessa cosa mi contatti!!!!!Karl Voltolini- Scritto da: Mambo
        hostingitalia.it a detta di molti è una
        società con zero assistenza.

        Io al tuo posto avrei contattato un legale,
        se non l'hai fatto, fallo adesso, non esiste
        una cosa del genere, roba da denuncia ai
        carabinieri.
    • Anonimo scrive:
      Re: Scegliere bene è importante
      - Scritto da: Karl Voltolini
      A titolo di esempio per tutti, vi descrivo
      brevemente la mia (e di molti altri)
      esperienza con hostingitalia
      (www.hostingitalia.it)

      Avevo da più di un'anno 3 domini presso
      questo provider, tutto bene fino allo scorso
      2 giugno.
      Hostingitalia decide di abbandonare i server
      presso una web-farm negli Stati Uniti per
      passare a servers in Italia, e come gestisce
      questo?
      Prevede un periodo di affiancamento dei
      servers?
      Avvisa tutti gli utenti? NO!!!!
      La notte del 2 giugno gli americani
      cancellano tutti i domini di hostingitalia,
      questo vuol dire trovarsi senza servizio sia
      web che di e-mail, hostingitalia non aveva
      avvisato nessuno e si rifà viva solo 3
      giorni dopo (al telefono o per e-mail non si
      sentiva anima viva)per dire : cari utenti
      stiamo spostando i vostri domini su nuovi
      servers, vi faremo sapere appena attivi.a questo punto mi pare piu' che evidente che il trasferimento sia stato tutt'altro che volontario: non hanno pagato l'outsourcing negli States e gli americani (sicuramente dopo un lungo preavviso che loro hanno ignorato) gli hanno bloccato il servizio.Al che sono corsi ai ripari mettendo su dei nuovi server (e questo spiega i tre giorni: anche solo per reperire l'hw e trovare un ISP per l'housing)
      [...]
      sono sentito rispondere : la cassetta ce
      l'hanno gli americani e non ce la danno.conferma di quanto ho detto sopra, altrimenti i backup glieli avrebbero dati

      Risultato, ho cambiato provider (ora sono
      con Ospitare.com recensito anche in questo
      articolo) e mi trovo bene. Ho dovuto però====% telnet www.ospitare.comTrying 216.74.79.100...Connected to ospitare.com.Escape character is '^]'.Red Hat Linux release 6.2 (Zoot)Kernel 2.4.3 on an i686====tanti auguri...
      perdere diverse giornate a ricostruire i 3
      siti dato che avevo i files qua e la sul mio
      hd utilizzati anche per delle prove. Tutto
      questo perchè chi doveva fare il backup non
      lo ha fatto, e se comunque avvisava qualche
      giorno prima me lo sarei fatto sicuramente.un'altra conferma...IMNSHO non hanno pagato il provider americanio

      Non auguro a nessun'altro una simile
      esperienza, state attenti quando scegliete
      provider.per questo e' importante la garanzia "soddisfatti o rimborsati", ma diventa inutile se non si approfitta del "periodo di prova" per verificare il funzionamento del servizio (OS usato e come viene gestito, competenza degli admin ecc...)
  • Anonimo scrive:
    HOSTING
    SI SCRIVE IL HOSTING E NON L'HOSTING !!!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: HOSTING
      Esattamente comeIl HotelIl HamburgerIl HubMa come parli (o scrivi)? ;)))- Scritto da: Davide
      SI SCRIVE IL HOSTING E NON L'HOSTING
      !!!!!!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: HOSTING
        ESATTO!!ESATTAMENTE COME IL HOTEL IL HAMBURGER E IL HUB!IN INGLESE LA LETTERA H VA PRONUNCIATA!- Scritto da: Michele
        Esattamente come

        Il Hotel
        Il Hamburger
        Il Hub

        Ma come parli (o scrivi)? ;)))


        - Scritto da: Davide

        SI SCRIVE IL HOSTING E NON L'HOSTING

        !!!!!!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: HOSTING
          siamo in Italia Marco, dai sveglia.- Scritto da: Marco
          ESATTO!!
          ESATTAMENTE COME IL HOTEL IL HAMBURGER E IL
          HUB!

          IN INGLESE LA LETTERA H VA PRONUNCIATA!


          - Scritto da: Michele

          Esattamente come



          Il Hotel

          Il Hamburger

          Il Hub



          Ma come parli (o scrivi)? ;)))





          - Scritto da: Davide


          SI SCRIVE IL HOSTING E NON L'HOSTING


          !!!!!!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: HOSTING
            MA COSA CENTRA SE SIAMO IN ITALIA??????DISTORCERE UNA LINGUA?DAI SVEGLIA!!UNA LINGUA VA' PRONUNCIATA COME SI DEVE.LO STESSO VALE PER L'ITALIANO ALL'ESTERO.CERTO CHE LA TUA IGNORANZA NON HA LIMITI!- Scritto da: ma guarda te
            siamo in Italia Marco, dai sveglia.

            - Scritto da: Marco

            ESATTO!!

            ESATTAMENTE COME IL HOTEL IL HAMBURGER E
            IL

            HUB!



            IN INGLESE LA LETTERA H VA PRONUNCIATA!





            - Scritto da: Michele


            Esattamente come





            Il Hotel


            Il Hamburger


            Il Hub





            Ma come parli (o scrivi)? ;)))








            - Scritto da: Davide



            SI SCRIVE IL HOSTING E NON
            L'HOSTING



            !!!!!!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: HOSTING
            - Scritto da: MARCO

            MA COSA CENTRA SE SIAMO IN ITALIA??????
            DISTORCERE UNA LINGUA?DAI SVEGLIA!!

            UNA LINGUA VA' PRONUNCIATA COME SI DEVE.LO
            STESSO VALE PER L'ITALIANO ALL'ESTERO.CERTO_cutuna lingua VA pronunciata, ma anche scritta, perlappunto, come si deve. cordialmente
  • Anonimo scrive:
    Un consiglio
    Consiglio fortemente a tutti coloro intenzionati ad usufruire di un servizio di hosting/housing di acquistarlo all'estero (specie negli Stati Uniti).Saluti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Un consiglio
      Mi spieghi anche il perchè?- Scritto da: JP
      Consiglio fortemente a tutti coloro
      intenzionati ad usufruire di un servizio di
      hosting/housing di acquistarlo all'estero
      (specie negli Stati Uniti).
      Saluti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Un consiglio

        Mi spieghi anche il perchè?Esterofilia rampante.Oppure un fossile rimasto ai tempi di quando non c'erano provider decenti in Italia.Se il pubblico principale di un sito vi accedera' dall'Italia, non ha senso costringerlo a giri viziosi, e conseguenti ritardi, per arrivare a un server negli States.E se il pubblico e' internazionale, un provider italiano con buona connettivita' garantisce comunque buoni tempi di risposta anche dall'estero.Potrebbero esserci casi particolari in cui e' necessario un servizio lato server che non e' molto diffuso in Italia, come Zope, ma sono piuttosto rari.Disclaimer: si, lavoro per un provider italiano.
        • Anonimo scrive:
          Re: Un consiglio
          - Scritto da: tekNico

          Mi spieghi anche il perchè?

          Esterofilia rampante.[cut]d'accordo tek. ma il nostro igno-rante mi fa rimpiangere i tempi in cui hostavo alcune paginette su geocities. mai, mai un down. ftp sempre perfetto. veloce. affidabile. serio.certo, per gli usi un po' piu' "pesanti" sappiamo i limiti. ma mi domando: come mai non si riesce ad avere altrettanta affidabilita' (gratuita, come sai) da host italiani (che ho pagato)?disclaimer: si, sono stato una vittima di hosting italia.peace and love --
          • Anonimo scrive:
            Re: Un consiglio
            - Scritto da: Lock One
            [cut]

            disclaimer: si, sono stato una vittima di
            hosting italia.Stai parlando di hostingitalia.it? Aiuto! alcuni miei amici stanno pensando di prendere un server da loro. Tu che guai hai avuto?(Se vuoi rispondermi in privato... wup@iol.it)
        • Anonimo scrive:
          Re: Un consiglio
          Scusa, ma non ci siamo!Lavorerai anche x un provider, ma lo conosci lo stato attuale di interbussines? latenze mostruose da e fuori italia! da evitare come la peste!!- Scritto da: tekNico

          Mi spieghi anche il perchè?

          Esterofilia rampante.

          Oppure un fossile rimasto ai tempi di quando
          non c'erano provider decenti in Italia.

          Se il pubblico principale di un sito vi
          accedera' dall'Italia, non ha senso
          costringerlo a giri viziosi, e conseguenti
          ritardi, per arrivare a un server negli
          States.

          E se il pubblico e' internazionale, un
          provider italiano con buona connettivita'
          garantisce comunque buoni tempi di risposta
          anche dall'estero.

          Potrebbero esserci casi particolari in cui
          e' necessario un servizio lato server che
          non e' molto diffuso in Italia, come Zope,
          ma sono piuttosto rari.

          Disclaimer: si, lavoro per un provider
          italiano.
    • Anonimo scrive:
      Re: Un consiglio
      Confermo, negli gli Usa per prezzi, assistenza e potenza servers, non c'è paragone con l'Italia, paese di ladri e navigatori- Scritto da: JP
      Consiglio fortemente a tutti coloro
      intenzionati ad usufruire di un servizio di
      hosting/housing di acquistarlo all'estero
      (specie negli Stati Uniti).
      Saluti.
Chiudi i commenti