Cisco spinge sul (DSL)wireless

L'azienda spinge sul suo nuovo WT-2750, una soluzione che consente ai provider di portare la wideband là dove il cavo e le tecnologie DSL tradizionali non arrivano


Santa Clara (USA) – Cisco pare determinata a puntare molto sul suo “WT-2750 Multipoint Broadband Wireless System”, per gli amici WT-2750, una soluzione point-to-multi-point a banda larga pensata per portare la connettività wireless là dove il cavo e le tecnologie DSL non possono arrivare.

Il WT-2750, che il colosso del networking ha appena presentato alla conferenza SUPERnet 2001, funziona inviando e trasmettendo segnali multipath attraverso antenne radio sfruttando un’architettura basata su router a banda larga e unità EAD.

L’offerta del sistemone è per ora pensata per i provider statunitensi che hanno la necessità di allargare la propria offerta in aree del paese, come le zone rurali, dove non sempre l’infrastruttura telefonica o il cavo offrono possibilità di sviluppo.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Prego?
    Ma visual Studio non è la suite di tutti gli strumenti visuali?
    • Anonimo scrive:
      Re: Prego?
      - Scritto da: Diggo
      Ma visual Studio non è la suite di tutti gli
      strumenti visuali?Sì, ma nella nuova versione è tutto sotto un unico programma praticamente... quindi quando fai un nuovo progetto puoi scegliere se aprire un progetto per vb, o c++ o quel che è... (detto un po' a grandi linee, non l'ho potuto provare più di tanto)
Chiudi i commenti