Cisco spinge sul (DSL)wireless

L'azienda spinge sul suo nuovo WT-2750, una soluzione che consente ai provider di portare la wideband là dove il cavo e le tecnologie DSL tradizionali non arrivano
L'azienda spinge sul suo nuovo WT-2750, una soluzione che consente ai provider di portare la wideband là dove il cavo e le tecnologie DSL tradizionali non arrivano


Santa Clara (USA) – Cisco pare determinata a puntare molto sul suo “WT-2750 Multipoint Broadband Wireless System”, per gli amici WT-2750, una soluzione point-to-multi-point a banda larga pensata per portare la connettività wireless là dove il cavo e le tecnologie DSL non possono arrivare.

Il WT-2750, che il colosso del networking ha appena presentato alla conferenza SUPERnet 2001, funziona inviando e trasmettendo segnali multipath attraverso antenne radio sfruttando un’architettura basata su router a banda larga e unità EAD.

L’offerta del sistemone è per ora pensata per i provider statunitensi che hanno la necessità di allargare la propria offerta in aree del paese, come le zone rurali, dove non sempre l’infrastruttura telefonica o il cavo offrono possibilità di sviluppo.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

18 01 2001
Link copiato negli appunti