Citizendium batte Wikipedia. Lo dice Larry Sanger

Il co-fondatore di Wikipedia si scaglia di nuovo contro la sua stessa creazione. L'enciclopedia libera è troppo libera: anche di sbagliare. Repetita iuvant?

Roma – Wikipedia: la democratizzazione della conoscenza o il trionfo degli amatori? : questo l’argomento della conferenza tenuta da Larry Sanger alla Eastern Michigan University . “Chiunque può collaborare a Wikipedia, indipendentemente da quanto disinformato sia – ha ironizzato Larry durante il suo discorso – La mancanza di controllo lascia incorretti un gran numero di errori. Mi sono separato da quel tipo di organizzazione e quel tipo di gente. Noi facciamo davvero di meglio”.

Larry Sanger È stato nel 2002 che Larry Sanger, co-fondatore di Wikipedia, ha deciso di abbandonare il progetto che lui e Jimmy Wales avevano fondato nel 2001: si era poi dedicato ad una nuova impresa che, a suo dire, avrebbe dovuto sopperire ai limiti e colmare le lacune dell’esperienza precedente.

Nasceva nel settembre 2006 Citizendium , un’enciclopedia libera ma non troppo. Esteticamente quasi identica all’originale, essendo un “fork” del software MediaWiki , la differenza fondamentale di Citizendium è che per dare il proprio contributo è indispensabile fornire le proprie credenziali affinché siano verificate. Altra elemento di distinzione è la fase di approvazione: gli articoli devono essere controllati prima di poter essere pubblicati.

Pregi e virtù dell’una e dell’altra vanno analizzati in un’ottica globale. Al di là delle militanze di Sanger già nel 2005 Nature metteva a confronto Wikipedia e l’Enciclopedia Britannica, per svolgere un’analisi comparativa che finiva per attribuire alle due opere quasi la stessa affidabilità. Evidentemente a Sanger non basta.

Gli studi sembrano peraltro confermare la bontà del modello di revisione adottato da Wikipedia. Quest’ultimo è un meccanismo che opera a posteriori: una collaudata vasta community controlla l’inserimento delle nuove voci e la modifica di quelle esistenti, interpellando collaboratori, moderatori ed amministratori nella risoluzione di dubbi e controversie. Un lavoro in fieri con numerosi casi di eccellenza.

Di contro, non sono rari i casi di vandalismo tra le pagine dell’enciclopedia libera, soprattutto quando si parla di attualità e personaggi noti e meno noti ad essa legati. E qualche volta capita anche che sedicenti professori si rivelino in realtà poco più che studenti.

“Wikipedia sarà sempre irrispettosa dell’esperienza. L’uso intelligente degli studiosi in progetti collaborativi come Citizendium non può che accrescere la qualità finale del risultato – ha continuato Larry – Gli esperti possono essere selezionati facilmente attraverso una dimostrazione pratica di competenza riguardo un particolare argomento”. Certo, i risultati ottenuti da Wikipedia senza l’aiuto degli esperti sono notevoli: “Ma è altrettanto vero che con il contributo degli esperti possono essere fatte cose ancora più grandi”. Si vedrà, per ora stiamo alle parole.

Enrico “Fr4nk” Giancipoli

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Banana Joe scrive:
    Da linaro: boh.
    Premessa: inutile preoccuparsi di un possibile cavallo di troia nel bios se ne fai girare un altro sopra chiamato windows... Detto questo a un linaro, che oltre al classico live cd si può mettere una partizione di ripristino con tutti i tools che gli servono in una chiavetta USB e avviare da lì, cosa gli frega di avere una distro nel bios? A me quello che dava openfirmware coi mac del 2001 andrebbe già piu' che bene.
  • lellykelly scrive:
    kernel panic all'avvio
    magari questo no, ma come accade alle volte nei router, un linux o quello che è che si impalla non va bene. ovvio che non è colpa dell'os, ma della gente che spande il caffè nella tastiera mentre scrive il firmware.
    • fab scrive:
      Re: kernel panic all'avvio
      scusa ma cosa stai dicendo?
    • AtariLover scrive:
      Re: kernel panic all'avvio
      A me non è mai successo di vedere un kernel panic in un router, ammetto però che se accendo il pc e dopo il POST mi da questo:[img]http://slashboot.free.fr/blog/images/linux/kernel-panic.png[/img]Un pelino mi incazzerei :DAd ogni modo spero che stia in una rom, quindi credo che il rischio kernel panic sia veramente minimo, tanto quanto quello di fare crashare un firmware di un masterizzatore...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 febbraio 2008 15.07-----------------------------------------------------------
      • zio scrive:
        Re: kernel panic all'avvio
        - Scritto da: AtariLover
        A me non è mai successo di vedere un kernel panic
        in un router, ammetto però che se accendo il pc e
        dopo il POST mi da
        questo:

        [img]http://slashboot.free.fr/blog/images/linux/ke

        Un pelino mi incazzerei :D

        Ad ogni modo spero che stia in una rom, quindi
        credo che il rischio kernel panic sia veramente
        minimo, tanto quanto quello di fare crashare un
        firmware di un
        masterizzatore...
        Tranquillo è praticamente impossibile, salvo che la memoria non sia bacata, o altro difetto grave hardware.Ciao
        • AtariLover scrive:
          Re: kernel panic all'avvio
          - Scritto da: zio
          - Scritto da: AtariLover

          A me non è mai successo di vedere un kernel
          panic

          in un router , ammetto però che se accendo il pc
          e

          dopo il POST mi da

          questo:




          [img]http://slashboot.free.fr/blog/images/linux/ke



          Un pelino mi incazzerei :D



          Ad ogni modo spero che stia in una rom, quindi

          credo che il rischio kernel panic sia veramente

          minimo, tanto quanto quello di fare crashare un

          firmware di un

          masterizzatore...



          Tranquillo è praticamente impossibile, salvo che
          la memoria non sia bacata, o altro difetto grave
          hardware.

          CiaoMa le leggete tutte le risposte? : Non mi sembra così difficile vedere che è la stessa cosa che ho detto io...
      • picard12 scrive:
        Re: kernel panic all'avvio
        in base a questo principio dovremmo evitare di usare windows.....Ma che discorsi sono!! I problemi che hanno i bios attuali dovremmo eliminarli?Ma siete cosi impauriti del futuro?ciaoo
        • AtariLover scrive:
          Re: kernel panic all'avvio
          Ehm... Stavo scherzando :DAttualmente sto usando Gentoo, pensavo si capisse che ero sarcastica, anche perchè le prime righe dove dicevo che non ho mai visto un router andare in kernel panic e le ultime dove dicevo che la probabilità che succedesse equivaleva a quella di far crashare un firmware di un masterizzatore non le ha lette nessuno? : :Saluti(atari)
      • Flavioweb scrive:
        Re: kernel panic all'avvio
        - Scritto da: AtariLover
        A me non è mai successo di vedere un kernel panic
        in un router,http://forum.mikrotik.com/viewtopic.php?f=3&t=21857&hilit=kernel+panic(su hw dedicato)=)(PS:Se posso uso solo Linux sulle mie macchine, perchè casi come questo sono, comunque, eccezioni simpatiche perfino da segnalare.)
    • iRoby scrive:
      Re: kernel panic all'avvio
      Io ho avuto parecchi apparati con Linux ed hanno funzionato sempre egregiamente. Non per lodare Linux sempre e comunque, ma un dispositivo embedded è quello, non subisce smanettamenti da parte dell'utente (oltre quanto previsto dall'interfaccia e dalle varie funzioni) e quando viene prodotto si lavora per rendere Linux stabile e ben ripulito.Poi eventuale carenza di features o funzionamento non al top non sono da imputare a Linux ma a cosa il produttore ha voluto includere come funzioni e ad eventuali limiti fisici ed elettronici dell'apparato in questione.
    • logicaMente scrive:
      Re: kernel panic all'avvio
      Più di un kernel panic (improbabile, via...) mi preoccupa il rischio di qualche baco di sicurezza che permetta di bypassare i controlli del S.O. che sta "sopra".
  • Mr.Mechano scrive:
    Cavallo di troia
    Un bel cavallo di troia...Se c'è Linux in EPROM si potrà avere un sistema Linux già utilizzabile per funzioni basilari (ma neanche tanto) e un computer potrà teoricamente essere venduto "vuoto".Se poi si può flashare ed aggiornare, si apre l'era dei sistemi operativi in ROM come fu negli anni '70-'80... Ma molto più potente.Windows con Vista ha perso totalmente la bussola, e Linux richiede risorse minime tanto che un'installazione quasi completa compressa sta in 256M. E coi costi attuali delle memorie una flash di 256/512 si può integrare facilmente anche in una motherboard di 50 euro.
    • clic scrive:
      Re: Cavallo di troia
      - Scritto da: Mr.Mechano
      Windows con Vista ha perso totalmente la bussola,
      e Linux richiede risorse minime tanto che
      un'installazione quasi completa compressa sta in
      256M. Haiku (ex BeOS) ne pesa solamente 60
      • Mr.Mechano scrive:
        Re: Cavallo di troia
        Anche Linux lo puoi ridurre a pochi megabyte, io parlavo di installazione compresa di X e molti programmi utili per navigare, scrivere email e documenti...
        • Il Pinguino scrive:
          Re: Cavallo di troia
          Ma Linux può fare di meglio anche in versione "tutto compreso" (mentre Haiku è un progetto troppo giovane ed immaturo, meglio lasciarlo perdere): ad esempio con Damn Small Linux ;)
          • next scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: Il Pinguinomentre Haiku è un progetto
            troppo giovane ed immaturo, meglio lasciarlo
            perdereTi piacerebbe è?Un pò di concorrenza farà bene anche a linux, magari qualcuno si sveglia.
          • Nome e cognome scrive:
            Re: Cavallo di troia
            Credo che il punto non sia migliore/peggiore, ma adatto/inadatto.Una distribuzione più giovane necessiterebbe sicuramente di più attenzioni (e forse anche di più soluzioni)...
          • next scrive:
            Re: Cavallo di troia
            Non è una distriubuzione e neanche nasce dal nulla.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Cavallo di troia
            Haiku non centra nulla con Linux, qui si confondono troppo.Comunque Haiku è ancora in sviluppo quindi meglio non paragonarlo con Linux per ora.
          • next scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: Sgabbio
            Haiku non centra nulla con Linux, qui si
            confondono
            troppo.

            Comunque Haiku è ancora in sviluppo quindi meglio
            non paragonarlo con Linux per
            ora.Che non sia linux è chiaro a tutti.E poi scusa, a voi piacciono tanto i paragoni dove gli altri sono munnezza e linux e fico!Comunque hai ragione, meglio non paragonarlo, potresti avere spiacevoli sorprese!
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: next
            Che non sia linux è chiaro a tutti.C'è ancora qualcuno che non capisce la differenza. Ma non è qui, pare.
            E poi scusa, a voi piacciono tanto i paragoni
            dove gli altri sono munnezza e linux e fico!
            Comunque hai ragione, meglio non paragonarlo,
            potresti avere spiacevoli sorprese!Haiku è davvero spettacolare, per prestazioni e stabilità oltre che per la grafica. Come il progenitore, del resto.Ma il supporto hardware è ancora agli esordi ed effettivamente ci sarà da attendere (spero poco poco) per vederlo far concorrenza a GNU/Linux.
          • next scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: www.aleksfalcone.org
            - Scritto da: next

            Che non sia linux è chiaro a tutti.

            C'è ancora qualcuno che non capisce la
            differenza. Ma non è qui,
            pare.


            E poi scusa, a voi piacciono tanto i paragoni

            dove gli altri sono munnezza e linux e fico!

            Comunque hai ragione, meglio non paragonarlo,

            potresti avere spiacevoli sorprese!

            Haiku è davvero spettacolare, per prestazioni e
            stabilità oltre che per la grafica. Come il
            progenitore, del
            resto.
            Ma il supporto hardware è ancora agli esordi ed
            effettivamente ci sarà da attendere (spero poco
            poco) per vederlo far concorrenza a
            GNU/Linux.Ti quoto perchè ieri era s.valentino
          • Sgabbio scrive:
            Re: Cavallo di troia
            Next, poi la convinzione che chi usa linux denigri Haiku, c'è l'hai solo tu.
          • next scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: Sgabbio
            Next, poi la convinzione che chi usa linux
            denigri Haiku, c'è l'hai solo
            tu.Ti sbagli e per dimostrartelo quoto anche te
          • andrea scrive:
            Re: Cavallo di troia
            e io quoto entrambi !
          • Pino Pignolo scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: Il Pinguino
            Ma Linux può fare di meglio anche in versione
            "tutto compreso" (mentre Haiku è un progetto
            troppo giovane ed immaturo, meglio lasciarlo
            perdere): ad esempio con Damn Small Linux
            ;)Perché lasciarlo perdere? Se nel 1992 qualcuno l'avesse pensata come te, Linux non avrebbe dovuto fare molta strada. Lasciamo che cresca, invece.
          • next scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: Pino Pignolo
            Perché lasciarlo perdere? Se nel 1992 qualcuno
            l'avesse pensata come te, Linux non avrebbe
            dovuto fare molta strada. Lasciamo che cresca,
            invece.Ti quotosospettavo già da molto che la filosofia di certi utenti linux non fosse a favore del software libero ma all'imposizione di linux.
          • pippo lacoca scrive:
            Re: Cavallo di troia
            Come in ogni cosa ci vuole equilibrio tra le due cose. Per esempio chiunque parli anche dei BSD e' bene accetto, ma quelli che tirano fuori reactos mica li capisco....
          • next scrive:
            Re: Cavallo di troia
            Perchè react no?
          • pippo lacoca scrive:
            Re: Cavallo di troia
            Perche' visto l'obbiettivo che si prefigge non avra' mai un futuro IMHO
          • next scrive:
            Re: Cavallo di troia
            Non so, però come idea non mi sembrava poi tanto male e qualcosa di funzionante lo avevano tirato fuori
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: next
            Non so, però come idea non mi sembrava poi tanto
            male e qualcosa di funzionante lo avevano tirato
            fuoriL'idea di ReactOS è ottima, ma obbiettivamente è lontana dalla realizzazione e molto indietro rispetto alla compatibilità con Windows. Non è ancora minimamente usabile e lo sviluppo non avanza granché.
          • zio scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: pippo lacoca
            Perche' visto l'obbiettivo che si prefigge non
            avra' mai un futuro
            IMHOsostituirà Windows !Dimmi se è poco !
          • Tuxer scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: next
            Ti quoto
            sospettavo già da molto che la filosofia di certi
            utenti linux non fosse a favore del software
            libero ma all'imposizione di
            linux.Ma smettila. :D :DIl tuo odio nei confronti di Linux è peggio di quello di "certi" utenti per windows, che però, a differenza del tuo, è per molti versi motivato.Perché "cotanto" rancore?Forse perché Linux non è e non sarà mai un windows open source?Ragazzo, mettiti a studiare se vuoi usare Linux: leggi e impara a usare anche e sopratutto la console. Se non ne hai voglia. rimani con Winzozz, coi suoi bei programmi crakkati e il formattone ciclicoPer il resto, ben venga Haiku. ;)
          • next scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: Tuxer
            Il tuo odio nei confronti di Linux è peggio di
            quello di "certi" utenti per windows, che però, a
            differenza del tuo, è per molti versi
            motivato.Già...Perchè siete voi a decidere chi è il male (microsoft) e chi è il bene (linux=
            Perché "cotanto" rancore?Quale rancore?Io auguro sinceramente a linux tanti anni felici ma non certo il bordello inconcludente che c'è ora.
            Forse perché Linux non è e non sarà mai un
            windows open
            source?Dell'open source mi frega relativamente poco. A me interessa la qualità. Il freeware e il software commerciale sono alternative validissime.
            Ragazzo, mettiti a studiare se vuoi usare Linux:
            leggi e impara a usare anche e sopratutto la
            console. Probabilmente la uso meglio di te visto che ho 20 anni di esperienza in ambito unix e cloni!
            Se non ne hai voglia. rimani con
            Winzozz, coi suoi bei programmi crakkati e il
            formattone
            ciclicoSi chiama windows e cmq non lo uso.
            Per il resto, ben venga Haiku. ;)L'unica cosa intelligente che hai detto
          • Mr.Mechano scrive:
            Re: Cavallo di troia
            'azzz quel bordello inconcludente sta nelle Server Farm di tutto il mondo ed occupa la percentuale più alta di tutti i sistemi installati nelle macchine all'interno della Farm...
          • next scrive:
            Re: Cavallo di troia
            E che centra il lato server. Non mi pare di aver detto nulla in proposito.Le persone che usano il pc non hanno una server farm a casa!
          • krane scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: next
            E che centra il lato server. Non mi pare di aver
            detto nulla in proposito.Invece lato server anche se e' un bordello inconcludente va bene ?(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
            Le persone che usano il pc non hanno una server
            farm a casa!In compenso c'e' chi ha un bordello inconcludente nella testa... Avra' preso neuroni da distribuzioni diverse e incompatibili ?
          • next scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: next

            E che centra il lato server. Non mi pare di aver

            detto nulla in proposito.

            Invece lato server anche se e' un bordello
            inconcludente va bene
            ?Lato server ci sono esigenze diverse da un uso desktop!

            Le persone che usano il pc non hanno una server

            farm a casa!

            In compenso c'e' chi ha un bordello inconcludente
            nella testa... Avra' preso neuroni da
            distribuzioni diverse e incompatibili
            ?Ah ok, siamo passati come al solito agli insulti.
          • krane scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: next
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: next


            E che centra il lato server. Non mi pare di


            aver detto nulla in proposito.

            Invece lato server anche se e' un bordello

            inconcludente va bene ?
            Lato server ci sono esigenze diverse da un uso
            desktop!No dimmelo con parole tue : lato server anche se e' un bordello inconcludente va bene ?


            Le persone che usano il pc non hanno una


            server farm a casa!

            In compenso c'e' chi ha un bordello

            inconcludente nella testa... Avra' preso

            neuroni da distribuzioni diverse e incompatibili ?
            Ah ok, siamo passati come al solito agli insulti.Ma cosa vuoi dire a uno che sostiene che lato serve il SO puo' essere un bordello ? E' gia' tanto che non sel'e' gia' portato via la neuro !
          • next scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: krane
            Ma cosa vuoi dire a uno che sostiene che lato
            serve il SO puo' essere un bordello ? E' gia'
            tanto che non sel'e' gia' portato via la neuro
            !Semplicemente che un dispositivo mobile, workstation , server hanno esigenze diverse e linux.Però il tono della discussione, se buttata sulle offese personali, non mi va quindi ti saluto bello.
          • Tuxer scrive:
            Re: Cavallo di troia
            Amico, puoi usarlo anche da 20 anni, e sei + bravo di me di sicuro.Ma ho l'impressione che sei a libro paga di qualcuno per scrivere la smadonnate che dici- Scritto da: next
            - Scritto da: Tuxer


            Il tuo odio nei confronti di Linux è peggio di

            quello di "certi" utenti per windows, che però,
            a

            differenza del tuo, è per molti versi

            motivato.

            Già...
            Perchè siete voi a decidere chi è il male
            (microsoft) e chi è il bene
            (linux=


            Perché "cotanto" rancore?

            Quale rancore?
            Io auguro sinceramente a linux tanti anni felici
            ma non certo il bordello inconcludente che c'è
            ora.


            Forse perché Linux non è e non sarà mai un

            windows open

            source?

            Dell'open source mi frega relativamente poco. A
            me interessa la qualità. Il freeware e il
            software commerciale sono alternative
            validissime.


            Ragazzo, mettiti a studiare se vuoi usare Linux:

            leggi e impara a usare anche e sopratutto la

            console.

            Probabilmente la uso meglio di te visto che ho 20
            anni di esperienza in ambito unix e
            cloni!


            Se non ne hai voglia. rimani con

            Winzozz, coi suoi bei programmi crakkati e il

            formattone

            ciclico

            Si chiama windows e cmq non lo uso.


            Per il resto, ben venga Haiku. ;)

            L'unica cosa intelligente che hai detto
          • next scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: Tuxer
            Amico, puoi usarlo anche da 20 anni, e sei +
            bravo di me di
            sicuro.E sbagli di nuovo nostradamus.Non sono pagato da nessuno e , a differenza di te, ho la libertà di usare windows, os x, linux, usare software free o decidere di pagarlo.Questa è libertà, non certo quella che dici tu.
          • Tuxer scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: next
            - Scritto da: Tuxer

            Amico, puoi usarlo anche da 20 anni, e sei +

            bravo di me di

            sicuro.

            E sbagli di nuovo nostradamus.
            Non sono pagato da nessuno e , a differenza di
            te, ho la libertà di usare windows, os x, linux,
            usare software free o decidere di
            pagarlo.
            Questa è libertà, non certo quella che dici tu.Uhuh... nostradamus Io? AHAHAHAIn cosa sbaglio? sul libro paga o sulle SMADONNATE che dici?Inconcludente? Chi cosa?Tu sei inconcludente.Libertà?E chi te la toglie la libertà di usare quello che ti pare e di come spendere il tuo denaro? io? Linux? Bill Gates? Stallman=???AhahaCiao ciao, espertone :)
          • next scrive:
            Re: Cavallo di troia

            Inconcludente? Chi cosa?Dove lo hai letto inconcludente?Non è che devi auto-insultarti per creare un flame!
          • Tuxer scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: next

            Inconcludente? Chi cosa?

            Dove lo hai letto inconcludente?
            Non è che devi auto-insultarti per creare un
            flame!Tu hai parlato di bordello includente.Ma vedo che il bordello inconcludente è nella tua testa ;)
          • next scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: Tuxer
            - Scritto da: next


            Inconcludente? Chi cosa?



            Dove lo hai letto inconcludente?

            Non è che devi auto-insultarti per creare un

            flame!

            Tu hai parlato di bordello includente.Si 40 post..Lo hanno messo per quello il pulsante di quote!
          • Tuxer scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: next
            - Scritto da: Tuxer

            - Scritto da: next



            Inconcludente? Chi cosa?





            Dove lo hai letto inconcludente?


            Non è che devi auto-insultarti per creare un


            flame!



            Tu hai parlato di bordello includente.

            Si 40 post..
            Lo hanno messo per quello il pulsante di quote!Interessante....ti devo ricordare io quello che scrivi? :)Su .. dai che ci siamo capiti... ;)
          • next scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: Tuxer
            Interessante....ti devo ricordare io quello che
            scrivi?
            :)Si, anche perchè tu non hai l'esclusiva su di me!
          • Mr.Mechano scrive:
            Re: Cavallo di troia
            Tutti siamo quindi liberi di trovare Linux o software libero preinstallato su un PC nuovo?Tutti siamo liberi di non avere MSOffice per aprire i documenti generati dai nostri Enti Locali?E siamo liberi di usare qualsiasi OS e qualsiasi browser per accedere a tutte le pagine e tutti i servizi su Internet?Se sei non sei in grado di rispondere affermativamente alle tre domande sopra ci renderemo tutti conto che le tue affermazioni sono palesemente false.
          • next scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: Mr.Mechano
            Tutti siamo quindi liberi di trovare Linux o
            software libero preinstallato su un PC
            nuovo?Si, infatti c'è chi lo fa.
            Tutti siamo liberi di non avere MSOffice per
            aprire i documenti generati dai nostri Enti
            Locali?Si e c'è anche ora questa libertà.Poi se si vuole utilizzare a tuti i costi office è diverso.
            E siamo liberi di usare qualsiasi OS e qualsiasi
            browser per accedere a tutte le pagine e tutti i
            servizi su
            Internet?Si, lo siamo già da anni.
            Se sei non sei in grado di rispondere
            affermativamente alle tre domande sopra ci
            renderemo tutti conto che le tue affermazioni
            sono palesemente
            false.A parte che non sei tu con tre domande che puoi dare una valutazione a quello che dico.E cmq non mi è molto chiaro dove volevi arrivare perchè io sono d'accordo con te.
          • anonimo01 scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: next
            - Scritto da: Mr.Mechano

            Tutti siamo quindi liberi di trovare Linux o

            software libero preinstallato su un PC

            nuovo?

            Si, infatti c'è chi lo fa.ma quando mai (rotfl)

            Tutti siamo liberi di non avere MSOffice per

            aprire i documenti generati dai nostri Enti

            Locali?

            Si e c'è anche ora questa libertà.
            Poi se si vuole utilizzare a tuti i costi office
            è
            diverso.si, come no,vallo a dire alla PA che usa ancora word'97

            E siamo liberi di usare qualsiasi OS e qualsiasi

            browser per accedere a tutte le pagine e tutti i

            servizi su

            Internet?

            Si, lo siamo già da anni.(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)certo, infatti i siti che scrivno "solo per IE7" sotto sono una leggenda
            E cmq non mi è molto chiaro dove volevi arrivare
            perchè io sono d'accordo con
            te.lol
          • next scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: anonimo01
            - Scritto da: next

            - Scritto da: Mr.Mechano


            Tutti siamo quindi liberi di trovare Linux o


            software libero preinstallato su un PC


            nuovo?



            Si, infatti c'è chi lo fa.

            ma quando mai (rotfl)Perchè dell non lo fa? o gli eepc di asus con xandros?Se lo fanno loro possono fare anche gli altri.


            Tutti siamo liberi di non avere MSOffice per


            aprire i documenti generati dai nostri Enti


            Locali?



            Si e c'è anche ora questa libertà.

            Poi se si vuole utilizzare a tuti i costi office

            è

            diverso.

            si, come no,
            vallo a dire alla PA che usa ancora word'97Le PA possono scegliere.Non è certo Microsoft che impone alle nostre pa di usare i loro prodotti.


            E siamo liberi di usare qualsiasi OS e
            qualsiasi


            browser per accedere a tutte le pagine e
            tutti
            i


            servizi su


            Internet?



            Si, lo siamo già da anni.

            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
            certo, infatti i siti che scrivno "solo per IE7"
            sotto sono una
            leggendaMa che stai a di?Sarà colpa di quelli che fanno i siti.Vogliamo parlare dell'aids?Colpa di microsft anche quella?

            E cmq non mi è molto chiaro dove volevi arrivare

            perchè io sono d'accordo con

            te.

            lolMa quale lol, qui c'è davvero da piangere
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: Mr.Mechano
            Le P.A. non possono scegliere.
            Le P.A. non hanno potuto scegliere per molti anni.
            E lo sai benissimo, negare questo è semplicemente
            ridicolo!

            Le P.A. sono accerchiate su più fronti, dal
            lavoro di lobbing dei pretoriani M$ che pagano
            tangenti e fanno regalie
            varie.
            Dalle aziende M$-certified partner che vendono
            solo quello. Che sviluppano con i tool di
            sviluppo di M$ che hanno API per manipolare
            soltanto i formati di
            MSOffice.Dai sta buonino.Non esiste una valida altrnativa nel 2008 a Office.Non dirmi OO perchè è una ciofeca.Le PA devono interagire e scambiarsi i file tra di loro.Sono già lente di loro, pensa se sorgono i problemi di non leggere i file per i sw che usano.E 10 anni fa dammi un alternativa user friendly che non fosse windows che poteva usare anche l'impiegato non esperto.
          • ceppa scrive:
            Re: Cavallo di troia

            Le PA devono interagire e scambiarsi i file tra
            di
            loro.
            Sono già lente di loro, pensa se sorgono i
            problemi di non leggere i file per i sw che
            usano.Appunto meglio iniziare ad usare ODT.E' ridicolo continuare a dire che OO non compete con MS Office. E' ridicolo solo pensarlo.E' ridicolo anche pensare che i nostri impiegati della PA sappiano andare oltre l'uso di un computer tipo macchina da scrivere.OO sarebbe l'ideale per le PA e con esso ODF.Un stato decente le fa certe leggi per la PA : vedere Giappone, Olanda, germania e molti altri compresi la russia.La PA deve utilizzare formati aperti ISO e software OS riciclabile.Ma prima o poi ci si arrivera'.
          • NEMESI scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: Renji Abarai
            E 10 anni fa dammi un alternativa user friendly
            che non fosse windows che poteva usare anche
            l'impiegato non
            esperto.AmigaOS
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Cavallo di troia
            Amiga era molto carina concordo.Però win era molto più funzionale.E qua ci metto a mio parere perchè anche amiga mi piaceva assai
          • NEMESI scrive:
            Re: Cavallo di troia
            OK ..ma... vorrei farti notare che win non esisteva ancora..... quindi difficilmente poteva essere più funzionale.
          • anonimo01 scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: Renji Abarai
            Amiga era molto carina concordo.
            Però win era molto più funzionale.(rotfl)(rotfl)(rotfl) A miga(amiga), 1992[img]http://www.gameasylum.com/Images/museum/1992/amiga1200/amigaworkbenchbig.gif[/img]micro$oft, 1992:[img]http://www.guapacho.net/wp-content/uploads/2007/08/msdos.gif[/img]moooooolto più funzionale, si (rotfl)
          • Pongo scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: anonimo01Ehm... la schermate dell'Amiga è *almeno* del 97 ;)E già a quel tempo c'era Win95.(Lungi da me sostenere la superiorità di Win rispetto ad Amiga, parlo per "dovere di cronaca")
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: Renji Abarai
            Non esiste una valida altrnativa nel 2008 a
            Office. Non dirmi OO perchè è una ciofeca.Falso. Palesemente e ridicolmente falso. Solo un ignorante potrebbe credere ad una tale sciempiaggine.
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Cavallo di troia
            non sololo credo ma lo ribadisco pure.OO è una ciofeca a confronto di office.
          • kIOSK scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: Renji Abarai
            non sololo credo ma lo ribadisco pure.
            OO è una ciofeca a confronto di office.Si ma Mazinga aveva i pugni perforanti più potenti di Goldrake.... tiè tiè tie ciccabum ciccabum....
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Cavallo di troia
            no vince Jeeg Robot tra tutti.Ma che c'entra con l'affermazione sopra?
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: Renji Abarai
            no vince Jeeg Robot tra tutti.
            Ma che c'entra con l'affermazione sopra?Pensaci, magari ti sovviene...
          • Petengy scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: Renji Abarai
            non sololo credo ma lo ribadisco pure.
            OO è una ciofeca a confronto di office.ma cosa ti sta succedendo abarai ?? non ti ho mai visto scadere così in basso... pekkato ...
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Cavallo di troia
            intanto impara a scrivere come l'italiano insegna.Ti aiuto con un suggerimento: la "C" sta tra la "X" e la "V".pikkolo anarkiko ;)
          • Petengy scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: Renji Abarai
            intanto impara a scrivere come l'italiano insegna.
            Ti aiuto con un suggerimento: la "C" sta tra la
            "X" e la
            "V".
            pikkolo anarkiko ;)Appunto ..... non ti ho mai visto ridotto così... che ti succede ?
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Cavallo di troia
            beh è venerdì dopo una settimana di lavoro, ieri portafoglio svuotato dalla donna a S.Valentino, piccoli anarchici insurrezionalisti e idealisti che dicono cazzate.... il solito tram tram
          • kIOSK scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: Renji Abarai
            beh è venerdì dopo una settimana di lavoro, ieri
            portafoglio svuotato dalla donna a S.Valentino,
            piccoli anarchici insurrezionalisti e idealisti
            che dicono cazzate.... il solito tram
            tramragazzo mio lasciatelo dire, si vede che sei imberbe, se i tuoi problemi sono questi ci metto la firma...non ti guastare il carattere per queste sciocchezze .... TI GARANTISCO che le cose serie, purtroppo, sono ben altre (come avrai modo di vedere)..
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Cavallo di troia
            beh stress da 10 ore di lavoro al giorno e portafoglio vuoto un po di problema lo danno :(
          • Petengy scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: Renji Abarai
            beh è venerdì dopo una settimana di lavoro, ieri
            portafoglio svuotato dalla donna a S.Valentino,
            piccoli anarchici insurrezionalisti e idealisti
            che dicono cazzate.... il solito tram
            tramè la prima ragazza vero ? eh ehe he vedrai che poi ti fai più furbo....per quello che riguarda la parte "offensiva" non ti rispondo, non ne vale la pena... Solo che non ti avevo mai visto offendere nessuno prima d'ora, mi spiace molto anche perchè così fai scadere tutto quello che scrivi, anche se fosse di una certa consistenza...Vabbè pace, ti passerà.
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Cavallo di troia
            macchè prima e prima!siamo assieme da 11 anni.Ma ci vediamo così poco che almeno a S. Valentino...Le offese non sono nominali.Se ti senti tirato in mezzo non è colpa mia.Ieri si parlava con un utente linux che ha capito tutto dalla vita.Io non è che odio linux. Odio i suoi evangelizzatori e non i suoi utenti.Se ti sono scaduto poco male.
          • andrea scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: Petengy
            nel mio "ramo" si dice che sei a pH 1 ...quindi sei un chimico.. ?pH 1 e' stra-super-acido..
            forza e coraggio che per win è tutt'altro che
            finita, c'è ancora molto da
            dire...speriamo
          • Tuanonna scrive:
            Re: Cavallo di troia

            Ma ho l'impressione che sei a libro paga di
            qualcuno per scrivere la smadonnate che
            diciEcco un altro teorico della cospirazione per cui se uno ha idee diverse dev'essere senz'altro pagato dalle malvage corporazioni...
          • Mr.Mechano scrive:
            Re: Cavallo di troia
            Una cosa è avere idee, un'altra è cercare di sostenerle con la menzogna o con la faziosità...
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: next
            Perchè siete voi a decidere chi è il male
            (microsoft) e chi è il bene Nessuno si è espresso in questi termini, mi pare.
            il bordello inconcludente che c'è ora.A me pare che sia tutt'altro che inconcludente.
            Dell'open source mi frega relativamente poco.Per questo non vedi il senso dello sviluppo libero e multiforme che hai sopra definito in modo improprio.
            me interessa la qualità. Il freeware e il
            software commerciale sono alternative
            validissime.L'open source presenta generalmente software qualitativamente ben scritto.

            Per il resto, ben venga Haiku. ;)

            L'unica cosa intelligente che hai dettoMi pare che su questo siamo tutti concordi. In pieno spirito 'open'. :D
          • next scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: www.aleksfalcone.org
            Mi pare che su questo siamo tutti concordi. In
            pieno spirito 'open'.
            :DAnche qui ce la dovevi piazzare la menata dell'open? :-)
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: next
            Anche qui ce la dovevi piazzare la menata
            dell'open?
            :-)L'intendo come sinonimo dello spirito di collaborazione tra persone. Comunque è in fondo, puoi fingere che non ci sia. :D
          • stark scrive:
            Re: Cavallo di troia

            sospettavo già da molto che la filosofia di certi
            utenti linux non fosse a favore del software
            libero ma all'imposizione di
            linux.quoto e aggiungo: la parte peggiore di Linux è sicuramente la sua comunità utenti. Sinora mai incontrato uno che nn si sentisse in obbligo di sancire l'equazione Linux=figo - Windows=winzoz. Fa tanto cool sentirsi nell'elite di chi ci capisce veramente... ;) Tutti piccoli Torvalds.
          • AtariLover scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: stark

            sospettavo già da molto che la filosofia di
            certi

            utenti linux non fosse a favore del software

            libero ma all'imposizione di

            linux.
            quoto e aggiungo: la parte peggiore di Linux è
            sicuramente la sua comunità utenti. Sinora mai
            incontrato uno che nn si sentisse in obbligo di
            sancire l'equazione Linux=figo - Windows=winzoz.
            Fa tanto cool sentirsi nell'elite di chi ci
            capisce veramente... ;) Tutti piccoli
            Torvalds.Sebbene frequenti un bel po di gente che usa Windows, devo dire che non mi sembre corretta al giorno d'oggi la tua valutazione.Certo, anni fa quando per installare linux dovevi essere DAVVERO esperto, chi aveva faticato (e si faticava) per averlo, si sentiva parte di una elite come dici tu. Oggi la parola migliore è "moda"... Intendo, senza accezzione negativa, ma oggi è alla portata di tutti installare una Ubuntu o una Mandriva... Non credo quindi che si possa parlare di elite... Al massimo chi c'è riuscito, si vanta con gli amici perchè ancora oggi linux gode della fama di essere ostico.Diciamo che la stessa cosa la vedo in chi, magari sottovalutando le capacità degli altri, fa il "superiore" perchè sa come trattare bene win e come difendersi da virus quando va a sverminare i pc altrui...Per il resto, ti assicuro che la comunità linux è abbastanza ben disposta verso chi vuole imparare, un po emno verso chi pretende che tutto funzioni come su win...Saluti!(atari)
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: AtariLover
            Per il resto, ti assicuro che la comunità linux è
            abbastanza ben disposta verso chi vuole imparare,
            un po emno verso chi pretende che tutto funzioni
            come su win...E' vero.Io stesso sono molto felice quando posso spiegare e mostrare cosa sia il software libero, come e perché esista ed aiutare chi chiede consiglio.Allo stesso modo altri aiutarono me quando ignoravo del tutto cosa fosse un kernel.
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: stark
            mai incontrato uno che nn si sentisse in obbligo di
            sancire l'equazione Linux=figo - Windows=winzoz.Cattive compagnie?
          • andrea scrive:
            Re: Cavallo di troia

            cattive compagnie?si, probabile.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Cavallo di troia
            ma stiamo trollando ? Mica ha detto che Haiku fa schivo! A solo detto che è ancora troppo immaturo inquando E ANCORA IN SVILUPPO.
          • next scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: Sgabbio
            ma stiamo trollando ? Mica ha detto che Haiku fa
            schivo! A solo detto che è ancora troppo immaturo
            inquando E ANCORA IN
            SVILUPPO.Puoi elencare quali sistemi operativi hanno terminato invece lo sviluppo? :-)
          • Sgabbio scrive:
            Re: Cavallo di troia
            non rigirardi i discorsi, era ben inteso che mi riferivo che tale sistema possa essere considerato "stabile".
          • andrea scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: Sgabbio
            non rigirardi i discorsi, era ben inteso che mi
            riferivo che tale sistema possa essere
            considerato
            "stabile".cmq basta guardare il kernel numb, se e' pari o dispariovvio, no ?
          • Luther Blisset scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: Il Pinguino
            Haiku è un progetto
            troppo giovane ed immaturo, meglio lasciarlo
            perdereMeno male che su comp.os.minix non ragionarono come te
        • Overture scrive:
          Re: Cavallo di troia
          Guarda che quando si parla di haiku ci si riferisce al sistema completo non al solo kernel
      • clic scrive:
        Re: Cavallo di troia
        Parlando di Haiku lo segnalavo non in sostituizioneconcorrenza con linux...Non era un "invece di" ma "anche" ;)saluti a tutti
    • kattle87 scrive:
      Re: Cavallo di troia
      tra un po' se ne accorgerà anche l'utente... se si va avanti così avremo tutti almeno un marchio "LINUX inside" da qualche parte del PC...
    • Mr.Mechano scrive:
      Re: Cavallo di troia
      Mi piace la definizione di paradosso!Ma a che serve Vista? Ma soprattutto cosa potrà mai fare di più per l'utente comune, che non faccia già una versione anche minimale di Linux?Immagino un siffatto Linux dovrà già avere integrati i driver per tutto l'hardware della motherboard che comprende di certo VGA integrata (almeno il VESA) sia uscita VGA/DVI che svideo per la TV, lan, bus, sata/ide, audio, usb, ecc.
    • pabloski scrive:
      Re: Cavallo di troia
      - Scritto da: Nifft
      Ma allora perché non usare direttamente Linux
      come OS completo, mi chiedo... Questa tecnologia
      è sicuramente interessante, ma sta palesando
      alcuni paradossi dello sviluppo dell'informatica
      ormai difficili da nascondere: se windows non
      serve perchè si da per scontato che debba sempre
      essere
      omnipresente?perchè il brand conta....se vai al mercato e vedi una TV al plasma da 52" a 900 con marchio "Anonymous Corporation" e un'altra da 4000 con marchio Sony quale compri?sicuramente la Sony, senza nemmeno informarti sulla Anonymous Corporationpoi c'è il discorso dei giochi che su Linux non vanno, il fatto che molti utenti ( la maggioranza ) sanno fare giusto due cose in croce e si gli cambi le icone non capiscono più nientee infine ci sono le pressioni che Microsoft esercita sui produttori di PC
      • LeoLinux scrive:
        Re: Cavallo di troia
        - Scritto da: pabloski
        se vai al mercato e vedi una TV al plasma da 52"
        a 900 con marchio "Anonymous Corporation" e
        un'altra da 4000 con marchio Sony quale
        compri?

        sicuramente la Sony, senza nemmeno informarti
        sulla Anonymous
        CorporationMah, io se ho solo 1000 euri da spendere torno a casa senza TV e comincio a visitare www.anonymouscorporation.com... e anche se ne ho 4000 ci penso su a lungo!!!
      • Infatti scrive:
        Re: Cavallo di troia
        - Scritto da: pabloski
        se vai al mercato e vedi una TV al plasma da 52"
        a 900 € con marchio "Anonymous Corporation" e
        un'altra da 4000 € con marchio Sony quale
        compri?

        sicuramente la Sony, senza nemmeno informarti
        sulla Anonymous
        Corporation
        Bhe dai, sarei un pò fesso...almeno mi informo prima, guardo su internet chi è questa Anonymous Corporation, vedo se qualcuno ha già comprato tale prodotto ed eventualmente che recensione ne fa, cerco qualche sito specializzato in TV e vedo se ne hanno fatto una recensione.Insomma, cerco di avere più info possibili sui due prodotti per fare un confronto serio.
    • pentolino scrive:
      Re: Cavallo di troia
      quoto, qualcosa si sta muovendo, per una volta penso proprio a vantaggio dell' utente e non di chissà quale corporation
      • Mr.Mechano scrive:
        Re: Cavallo di troia
        Ma ci si pensa che se si diffondessero questi BIOS Linux diventerebbe, a mani basse, il sistema operativo più diffuso al mondo? Perché in un certo senso sarebbe pre-installato, e se fosse pienamente funzionale addirittura i computer sarebbero completi e utilizzabili.Ci sarebbe una nuova era di quei sistemi compatibili tra loro che facevano girare tutti i CPM, o quella famosa serie di computer di cui facevano parte i Philips MSX e tutti gli MSX compatibili partecipanti al consorzio.
        • pentolino scrive:
          Re: Cavallo di troia
          non lo so, mi sembra fin troppo bello per essere vero. Certo se succedesse, non mi stancherò mai di dirlo, sarebbe un mondo migliore, in un ambito certo ristretto (non risolverà la fame nel mondo per esempio), ma io sono del parere che il mondo non si cambia tutto d' un botto, si cambia con piccoli passi così (e magari ogni tanto anche con una bella rivoluzione!), una persona alla volta.Io sono uno di quelli che fino a due anni fa usava Windows, ora uso Linux ed ho convinto la mia morosa a fare altrettanto, tanto che mi ha chiesto di installarglielo sul suo portatile; insomma due in più che adesso hanno la possibilità di scegliere!
        • next scrive:
          Re: Cavallo di troia
          Lo sai di chi era msx basic? :-)
          • ---- scrive:
            Re: Cavallo di troia
            Quindi immediatamente da cosa bella diventa cosa brutta?- Scritto da: next
            Lo sai di chi era msx basic? :-)
          • next scrive:
            Re: Cavallo di troia
            Quindi immediatamente da cosa bella diventa cosa
            brutta?

            - Scritto da: next

            Lo sai di chi era msx basic? :-)No. Ma sei tu quello fissato con l'equazione microsoft=merda?Da, di la verità, tu manco lo sapevi altrimenti non lo avresti mai tirato in ballo msx basic (che tra l'altro non è neanche sta gran cosa).
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: next
            No. Ma sei tu quello fissato con l'equazione
            microsoft=merda?Guardati in giro: qui sei l'unico a scrivere cose del genere.
          • next scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: www.aleksfalcone.org
            - Scritto da: next

            No. Ma sei tu quello fissato con l'equazione

            microsoft=merda?

            Guardati in giro: qui sei l'unico a scrivere cose
            del
            genere.Forse è meglio che vai da un oculista o passi meno tempo chiuso in bagno...
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: next
            Forse è meglio che vai da un oculista o passi
            meno tempo chiuso in bagno...Spiegati meglio.
          • next scrive:
            Re: Cavallo di troia
            Cosa devo spiegarti?Devo fare copia & incolla di quelli che sostengono che microsoft=melma o te li cerchi da solo?O ti riferivi alla storia del bagno?
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: next
            Cosa devo spiegarti?
            Devo fare copia & incolla di quelli che
            sostengono che microsoft=melma o te li cerchi da
            solo?
            O ti riferivi alla storia del bagno?C'è differenza?
          • next scrive:
            Re: Cavallo di troia
            Si. E se mi avessi risposto avresti anche chiarito i tuoi dubbi.
          • andrea scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: next
            Si. E se mi avessi risposto avresti anche
            chiarito i tuoi
            dubbi.straquoto
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: next
            Si. E se mi avessi risposto avresti anche
            chiarito i tuoi dubbi.Preferisco restare in argomento piuttosto che degenerare in scatologie senza attinenze
          • Mr.Mechano scrive:
            Re: Cavallo di troia
            Micro$oft faceva solo BASIC ai tempi...Ha scelto il mercato hobbistico/casalingo per vocazione. :)Poi nel 97 è venuta fuori con NT e voleva il mondo dei server... Ha preso solo quello delle piccole aziende e di quelle sprovvedute. Oggi si compra Windows Server soprattutto per poca competenza e ignoranza.
          • next scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: Mr.Mechano
            Micro$oft faceva solo BASIC ai tempi...
            Ha scelto il mercato hobbistico/casalingo per
            vocazione.
            :)

            Poi nel 97 è venuta fuori con NT e voleva il
            mondo dei server... Ha preso solo quello delle
            piccole aziende e di quelle sprovvedute. Oggi si
            compra Windows Server soprattutto per poca
            competenza e
            ignoranza.L'importante è crederci!Microsoft ai tempi faceva già ms-dos!Poi la storia uno se vuole può anche modificarla ma quella si chiama favola!
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Cavallo di troia
            next fai più bella figura a non rispondere.Questi sono i soliti trolloni che sono convinti di cambiare il mondo dalla cantina e provocano come tutti i giorni.Digli di si e lasciali nelle loro convinzioni.
          • Mr.Mechano scrive:
            Re: Cavallo di troia
            Micro$oft non FACEVA MS-DOS!Micro$oft ha COMPRATO MS-DOS.
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Cavallo di troia
            rosiki perchè l'idea non è venuta a te?
          • krane scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: Renji Abarai
            rosiki perchè l'idea non è venuta a te?Non credo: secondo me rosica perche' microsoft non essendo stata fermata dall'antitrust ha rallentato il mercato dell'informatica per 10 anni.Come fanno tutti i monopoli del resto.
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Cavallo di troia
            già già se aspettavamo i cantinari sai quanta gente si avvicinava al mondo dell'informatica?Già Già....Un unico OS che ha permesso a tutti di poter usare il computer in modo intuitivo.Ah il monopolio che schifo!Dai esci dalle 4 mura da cui ti senti protetto dai tuoi ideali e inizia a capire come gira il mondo.
          • AtariLover scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: Renji Abarai
            già già se aspettavamo i cantinari sai quanta
            gente si avvicinava al mondo
            dell'informatica?
            Già Già....Commodore, Amiga e Atari erano usai solo da cantinari? (newbie)
            Un unico OS che ha permesso a tutti di poter
            usare il computer in modo
            intuitivo.Intuitivo? Quando l'Amiga avva l'interfaccia grafica e l'audio con MIDI i pc ibm e compatibili facevano ancora beep e che smadonnare per fare le cose più banali...
            Ah il monopolio che schifo!Questo, indipendentemente da chi è il monopolista, è vero.Facci caso, anche le più grandi "innovazioni" MS le ha fatte mentre c'era qualcun'altro che gli faceva concorrenza, seppur minima...Non dico che ora non innovi più, ma le innovazioni che porta ora sono marginali.Win 95 e il 2000 erano grandemente innovativi... Adesso in 5 anni le innovazioni sono pochissime... Non credi?
            Dai esci dalle 4 mura da cui ti senti protetto
            dai tuoi ideali e inizia a capire come gira il
            mondo.Come gira è una cosa, come DOVREBBE GIRARE è un'altra. Certo, se nessuno fa qualcosa, le cose andranno sempre così... ;)Saluti!(atari) e aggiungo (amiga) e (c64) ;)
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Cavallo di troia
            Non sono poche le innovazioni.E' il campo informatico che ha subito una notevole accelerazione.500Gb anni fa erano un utopia. 3Ghz! ci stupivamo già per il 486....Secondo la vostra idea tutti dovrebbero essere in grado di visionare il codice sorgente dei programmi, riscriverlo, ricompilarlo.Io invece penso che ci sia gente che deve essere pagata per il prodotto e se piace bene, se non piace amen.L'avere il prodotto UGUALE in tutto e pertutto nelle funzioni aiuta chi ci deve lavorare, il supporto, l'assistenza.Portare 30/40 distro è carina come idea ma per ciappinare in cantina. Non si può pensare che ognuno si faccia il proprio OS e poi lamentarsi perchè non ci fanno i driver.Basta che qualcuno cambi una virgola e sputtana tutto.Poi ci sono le nuove leve dell'informatica.Che scoprono Linux e pensano che scrivere "sudo" li trasformi in programmatori. Allora tutte le volte che abbiamo scritto noi c: cd.. copy a: ....
          • ceppa scrive:
            Re: Cavallo di troia

            Portare 30/40 distro è carina come idea ma per
            ciappinare in cantina. Non si può pensare che
            ognuno si faccia il proprio OS e poi lamentarsi
            perchè non ci fanno i
            driver.Ma quante cazzate spari tutte insieme?Sei ridicolo, ignorante e pure arrogante.Va bene che non ti piace linux ma da qui a sparare sentenze alla cieca mi sembra un po' esagerato anche per te che non perdi occasione per dimostrare la tua ignoranza e faziosita'.Ancora non hai capito la differenza che passa tra un KERNEL e una DISTRIBUZIONE.Lascia perdere.
          • Luigi scrive:
            Re: Cavallo di troia

            Ma quante cazzate spari tutte insieme?
            Sei ridicolo, ignorante e pure arrogante.
            Va bene che non ti piace linux ma da qui a
            sparare sentenze alla cieca mi sembra un po'
            esagerato anche per te che non perdi occasione
            per dimostrare la tua ignoranza e
            faziosita'.

            Ancora non hai capito la differenza che passa tra
            un KERNEL e una
            DISTRIBUZIONE.

            Lascia perdere.Però diverse distribuzioni fanno modifiche al kernel... tantè vero che alcuni driver funzionano solo su specifiche distribuzioni. Tanto per farti un esempio, tempo fa comprai una USB WiFi per la quale Asus rilasciava i driver per Linux... ma funzionavano solo su Fedora, RedHat e SuSE!
          • ceppa scrive:
            Re: Cavallo di troia

            Però diverse distribuzioni fanno modifiche al
            kernel... tantè vero che alcuni driver funzionano
            solo su specifiche distribuzioni. Tanto per farti
            un esempio, tempo fa comprai una USB WiFi per la
            quale Asus rilasciava i driver per Linux... ma
            funzionavano solo su Fedora, RedHat e
            SuSE!Il punto e' diverso.I produttori di HW scelgono di fare drivers binari per le distribuzioni commerciali non rilasciando il codice sorgente (cosa che sinceramente faccio fatica a capire).Ogni distribuzione quando esce ha una versione di kernel che e' stata decisa per l'uscita della versione.Il problema non e' il kernel di linux ma i soliti produttori che se facessero drivers open invece che closed potrebbero ampliare il loro parco a TUTTE le distro linux.
          • Luigi scrive:
            Re: Cavallo di troia

            Il punto e' diverso.
            I produttori di HW scelgono di fare drivers
            binari per

            le distribuzioni commerciali non rilasciando il
            codice sorgente (cosa che sinceramente faccio
            fatica a
            capire).
            Ogni distribuzione quando esce ha una versione di
            kernel che e' stata decisa per l'uscita della
            versione.Usando però la stessa versione di kernel il driver non funzionava, anzi nemmeno si installava perchè non compatibile. L'unico modo per far funzionare il tutto era installare il kernel modificato di Fedora sulla propria distribuzione...

            Il problema non e' il kernel di linux ma i soliti
            produttori che se facessero drivers open invece
            che closed potrebbero ampliare il loro parco a
            TUTTE le distro
            linux.E chi glielo fa fare di creare driver open? E che supporto potrebbero dare su dei driver open, senza avere quindi alcuna garanzia che l'utente che chiama il call center stia usando la versione originale?
          • patton73 scrive:
            Re: Cavallo di troia

            Usando però la stessa versione di kernel il
            driver non funzionava, anzi nemmeno si installava
            perchè non compatibile. L'unico modo per far
            funzionare il tutto era installare il kernel
            modificato di Fedora sulla propria
            distribuzione...Ti do il beneficio del dubbio visto che un caso del genere ancora non mi e' capitato.Non e' che fai confusione tra rpm, deb e tar.gz?Oppure hai tentato di installare un RPM di Redhat su SUSE e robe del genere (con kernel diversi e librerie diverse magari)? Io personalmente le distro basate su RPM le evito come la peste proprio perche' le dipendenze tra pacchetti sono limitanti.
            E chi glielo fa fare di creare driver open? E che
            supporto potrebbero dare su dei driver open,
            senza avere quindi alcuna garanzia che l'utente
            che chiama il call center stia usando la versione
            originale?Ma chi li dovrebbe modificare i driver se tutto funziona correttamente? Non vedo sinceramente il problema.Se tu mi dai un driver open che funziona con la tua periferica io me lo devo al massimo solo ricompilare per la mia versione di kernel. In piu' magari ti spedisco 2-3 patch se per caso le nuove versioni di kernel non compilano piu' il driver a causa di qualche cambio di api.
          • Luigi scrive:
            Re: Cavallo di troia

            Ti do il beneficio del dubbio visto che un caso
            del genere ancora non mi e'
            capitato.
            Non e' che fai confusione tra rpm, deb e tar.gz?
            Oppure hai tentato di installare un RPM di Redhat
            su SUSE e robe del genere (con kernel diversi e
            librerie diverse magari)?


            Io personalmente le distro basate su RPM le evito
            come la peste proprio perche' le dipendenze tra
            pacchetti sono
            limitanti.Non erano pacchetti da installare. Erano moduli da caricare con insmodule (mi sembra fosse questo il comando).
            Ma chi li dovrebbe modificare i driver se tutto
            funziona correttamente? Non vedo sinceramente il
            problema.
            Se tu mi dai un driver open che funziona con la
            tua periferica io me lo devo al massimo solo
            ricompilare per la mia versione di kernel. In
            piu' magari ti spedisco 2-3 patch se per caso le
            nuove versioni di kernel non compilano piu' il
            driver a causa di qualche cambio di
            api.Ma all'azienda che gliene importa perchè uno dovrebbe modificare un driver? La domanda è: qualcuno potrebbe modificare un driver? Se si, allora devo trovare il modo di gestire quella situazione.Inoltre un motivo per modificare un driver l'hai già scritto tu. Fare una patch significa modificare un driver. Così come ricompilarlo significa modificare un driver, o pretendi che il produttore lo testi su tutte le versioni di un sistema operativo?
          • patton73 scrive:
            Re: Cavallo di troia

            Ma all'azienda che gliene importa perchè uno
            dovrebbe modificare un driver? La domanda è:
            qualcuno potrebbe modificare un driver? Se si,
            allora devo trovare il modo di gestire quella
            situazione.
            Inoltre un motivo per modificare un driver l'hai
            già scritto tu. Fare una patch significa
            modificare un driver. Così come ricompilarlo
            significa modificare un driver, o pretendi che il
            produttore lo testi su tutte le versioni di un
            sistema
            operativo?Bho forse non capisco.Ad un'azienda conviene in ogni caso rilasciare il driver open perche' trovera' sicuramente qualcuno che poi lo prende in consegna e alla fine lo propone con driver da inserire direttamente nel kernel tree in sviluppo.L'azienda spende poco per fare il driver e poi non spende altro.Mi pare conveniente.Non mi sembra sia un caso che ATI abbia rilasciato le specifiche dei suoi chipset ( fare i drivers efficienti costa un sacco di soldi se trovi qualcuno che li fa per te a gratis mi pare meglio).Tra le altre cose ha incredibilmente preferito rilasciare le specifiche invece che le sorgenti del driver. (cosa francamente incomprensibile).
          • Luigi scrive:
            Re: Cavallo di troia

            Bho forse non capisco.
            Ad un'azienda conviene in ogni caso rilasciare il
            driver open perche' trovera' sicuramente qualcuno
            che poi lo prende in consegna e alla fine lo
            propone con driver da inserire direttamente nel
            kernel tree in
            sviluppo.E chi dà supporto per un driver gestito autonomamente da altri?

            L'azienda spende poco per fare il driver e poi
            non spende
            altro.Certo, se non garantisce supporto non spende niente. Se non offri un servizio non spendi niente.
            Mi pare conveniente.
            Non mi sembra sia un caso che ATI abbia
            rilasciato le specifiche dei suoi chipset ( fare
            i drivers efficienti costa un sacco di soldi se
            trovi qualcuno che li fa per te a gratis mi pare
            meglio).

            Tra le altre cose ha incredibilmente preferito
            rilasciare le specifiche invece che le sorgenti
            del driver. (cosa francamente
            incomprensibile).Incredibilmente? Rilasciare le specifiche significa dire che di quei driver ATI se ne frega. Che sia qualcun altro a svilupparli, testarli e darne supporto, a loro non interessa. Questo certo è un modello che funziona bene per l'azienda perchè costa poco. Ma il supporto tecnico e il rilascio di patch è affidato a privati che lo fanno con i loro tempi e i loro modi.
          • patton73 scrive:
            Re: Cavallo di troia

            Incredibilmente? Rilasciare le specifiche
            significa dire che di quei driver ATI se ne
            frega. Che sia qualcun altro a svilupparli,
            testarli e darne supporto, a loro non interessa.
            Questo certo è un modello che funziona bene per
            l'azienda perchè costa poco. Ma il supporto
            tecnico e il rilascio di patch è affidato a
            privati che lo fanno con i loro tempi e i loro
            modi.Si e' se ne frega anche dei suoi CHIP?le SPECIFICHE del chip sono oro colato. E ATI ha preferito rilasciare le specifiche open (che anche quelli di NVIDIA possono leggere) piuttosto che dare i sorgenti dei drivers.Saranno piu' importanti le specifiche o i drivers?
          • Luigi scrive:
            Re: Cavallo di troia

            Si e' se ne frega anche dei suoi CHIP?
            le SPECIFICHE del chip sono oro colato. E ATI ha
            preferito rilasciare le specifiche open (che
            anche quelli di NVIDIA possono leggere) piuttosto
            che dare i sorgenti dei
            drivers.

            Saranno piu' importanti le specifiche o i drivers?Ma cosa stai dicendo? Mica hanno detto come è fatto il driver internamente??? Le specifiche indicano come interfacciarsi con l'hardware, mica come è fatto l'hw internamente!!!Ci manca altro che ora te ne vieni fuori a dire che hanno fatto fare il tour dello stabilimento di produzione a quelli di nvidia!
          • patton73 scrive:
            Re: Cavallo di troia

            Ma cosa stai dicendo? Mica hanno detto come è
            fatto il driver internamente??? Le specifiche
            indicano come interfacciarsi con l'hardware, mica
            come è fatto l'hw
            internamente!!!Se hai le interfacce hai moltissimo.Se poi pensi che invece quelle informazioni siano irrilevanti allora ok abbiamo poco da argomentare.
          • Luigi scrive:
            Re: Cavallo di troia

            Se hai le interfacce hai moltissimo.
            Se poi pensi che invece quelle informazioni siano
            irrilevanti allora ok abbiamo poco da
            argomentare.Questo dimostra che veramente non sai nulla dell'argomento. Le interfacce sono necessarie per far comunicare un componente con l'esterno e in molti casi possono essere ottenute tramite analisi del componente, test, reverse engineering, ecc ecc. Se di un'automobile sai come funzionano i pedali e il cambio, non è come avere i disegni progettuali. Evita di avventurarti in discorsi troppo complessi per le tue evidentemente scarse conoscenze.
          • patton73 scrive:
            Re: Cavallo di troia

            Questo dimostra che veramente non sai nulla
            dell'argomento. Le interfacce sono necessarie perHai perso l'occazione per evitare di insultare.Grazie delle delucidazioni assolutamente per me idispensabili.
          • Luigi scrive:
            Re: Cavallo di troia

            Hai perso l'occazione per evitare di insultare.
            Grazie delle delucidazioni assolutamente per me
            idispensabili.Giusto per dimostrarti che stai sostenendo l'insostenibile. Se un produttore rilascia dei driver open source, è facile per chiunque abbia le dovute conoscenze tecniche leggersi il codice e derivarne le specifiche. In questo modo però l'azienda deve sostenere i costi di sviluppo del driver. Se invece rilascia le specifiche, lascia che sia qualcun altro a occuparsene, risparmiando soldi. Per il resto driver e specifiche sono sostanzialmente intercambiabili, visto che dagli uni si ottengono le altre e viceversa.Non vorrei offenderti, ma stai insistendo su un discorso in cui dimostri di non sapere nulla...
          • ceppa scrive:
            Re: Cavallo di troia
            Se hai un processore e hai le sue interfacce, puoi a tutti gli effetti ricostruire una cosa simile che si comporti allo stesso identico modo.Ovviamente l'architettura interna sara' diversa ma le funzionalita' saranno uguali (a messo di implementare tutte le interfacce).Non so se ad una ditta gli conviene avere dei cloni del loro HW a basso costo.
          • Luigi scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: ceppa
            Se hai un processore e hai le sue interfacce,
            puoi a tutti gli effetti ricostruire una cosa
            simile che si comporti allo stesso identico
            modo.
            Ovviamente l'architettura interna sara' diversa
            ma le funzionalita' saranno uguali (a messo di
            implementare tutte le
            interfacce).

            Non so se ad una ditta gli conviene avere dei
            cloni del loro HW a basso
            costo.Ma che cloni??? Se internamente non funziona allo stesso modo non è in nessun modo un clone. Semplicemente sono due processori compatibli. Com'è che AMD è compatibile con Intel secondo te?
          • ceppa scrive:
            Re: Cavallo di troia

            Ma che cloni??? Se internamente non funziona allo
            stesso modo non è in nessun modo un clone.
            Semplicemente sono due processori compatibli.
            Com'è che AMD è compatibile con Intel secondo
            te?Non penso che ad Intel faceva piacere che gli althlon XP facessero il clo ai suoi P4.
          • Luigi scrive:
            Re: Cavallo di troia

            Non penso che ad Intel faceva piacere che gli
            althlon XP facessero il clo ai suoi
            P4.Nemmeno io lo credo. Ma che c'entra?
          • Luigi scrive:
            Re: Cavallo di troia

            Se le interfacce sono identiche il processore fa
            le stesse identiche operazioni ed ha le stesse
            identiche
            funzionalita'.
            sichhe' dicasi CLONE.Un clone è una cosa identica. Un compatibile è una cosa che ha le stesse interfacce. Lo scopo della standardizzazione in tutti i settori è quello di unificare le interfacce, allo scopo di aumentare la compatibilità e quindi la concorrenza, visto che vengono abbattuti i costi di switching da un prodotto a un concorrente.
          • andrea scrive:
            Re: Cavallo di troia

            puoi a tutti gli effetti ricostruire una cosa
            simile che si comporti allo stesso..si, ma a che pro?e a che costi?conviene?
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: Luigi
            Le interfacce sono necessarie per
            far comunicare un componente con l'esterno e in
            molti casi possono essere ottenute tramite
            analisi del componente, test, reverse
            engineering, ecc ecc. Le interfacce sono informazioni banali. Le specifiche di un chip sono tutt'altro che banalità. Informati, ed eviterai altre figure come questa.
            avventurarti in discorsi troppo complessi per le
            tue evidentemente scarse conoscenze.Non hai mostrato di saperne di più. Solo più supponenza.
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: Luigi
            E chi glielo fa fare di creare driver open? E che
            supporto potrebbero dare su dei driver open,
            senza avere quindi alcuna garanzia che l'utente
            che chiama il call center stia usando la versione
            originale?I produttori avrebbero il supporto per lo sviluppo di intere comunità. Vuol dire drivers per qualunque distribuzione praticamente senza lavoro di sviluppo, feedback sui bug e patch di correzione a velocità altissima. A quel punto investire di più sull'assistenza sarebbe d'obbligo: mai provato a chiedere all'assistenza Red Hat? Li ho visti risolvere problemi relativi a software proprietari solo dall'analisi dei log ed indicando agli stessi sviluppatori di quei software dove fosse il bug. AMD/ATI ha compreso questo potenziale. Altri stanno seguendo l'esempio.
          • Luigi scrive:
            Re: Cavallo di troia

            I produttori avrebbero il supporto per lo
            sviluppo di intere comunità. Vuol dire drivers
            per qualunque distribuzione praticamente senza
            lavoro di sviluppo, feedback sui bug e patch di
            correzione a velocità altissima. A quel punto
            investire di più sull'assistenza sarebbe
            d'obbligo: mai provato a chiedere all'assistenza
            Red Hat? Li ho visti risolvere problemi relativi
            a software proprietari solo dall'analisi dei log
            ed indicando agli stessi sviluppatori di quei
            software dove fosse il bug.Guarda che un'azienda seria le patch dovrebbe comunque valutarle, testarle e solo alla fine rilasciarle ufficialmente, quindi non è che avrebbe solo del lavoro gratis...Se poi RedHat è contenta di spendere soldi per dare supporto su software non loro... mah si vede che i soldi gli avanzano. In generale dare supporto su ciò che non si conosce costa, porta solo raramente a trovare la soluzione e fa fare brutte figure con il cliente (che se decidi di dargli assistenza pretende che poi tu gliela dia veramente).Io con il codice sorgente di un driver non so che fare, mentre un supporto adeguato e del software testato opportunamente mi fanno molto comodo. Per cui preferisco questo modello. E ritengo che il problema sia delle mille versioni di Linux e del relativo kernel, che ognuno modifica come gli pare e piace.
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: Luigi
            Guarda che un'azienda seria le patch dovrebbe
            comunque valutarle, testarle e solo alla fine
            rilasciarle ufficialmenteNon ho detto il contrario. Ma ne arriverebbero dall'esterno più di quante potrebbero fisicamente scriverne da soli.
            quindi non è che avrebbe solo del lavoro gratis...avrebbe ANCHE del lavoro svolto dalla comunità, non lavoro gratis. Già molte grandi aziende sono entrate nel free software per questo motivo.
            Se poi RedHat è contenta di spendere soldi per
            dare supporto su software non loro...Non è esattamente così. Il problema è nato nell'interazione tra il kernel Linux Red Hat ed un modulo software proprietario di una terza parte (una grande azienda leader nel settore del clustering). I log sono stati inviati ad entrambi, per capire quale fosse il problema. Red Hat ha contattato direttamente l'altra azienda fornendo una ipotesi di soluzione al problema. Quest'ultima ha fornito a noi la soluzione sotto forma di patch al proprio software, manifestando meraviglia per la preparazione del personale Red Hat. Si trattava di un problema già noto e risolto ma che non erano riusciti a rilevare dai log. Noi, clienti, abbiamo avuto un servizio impeccabile.
            Io con il codice sorgente di un driver non so che fareAltri, invece, si. L'integrazione nelle distribuzioni, per esempio, e l'integrazione durante l'installazione del sistema, non sono certo dettagli di poco conto.
            un supporto adeguato e del software
            testato opportunamente mi fanno molto comodo. Per
            cui preferisco questo modello. Non sono alternativi. Si possono avere i vantaggi di entrambi.
            E ritengo che il
            problema sia delle mille versioni di Linux e del
            relativo kernel, che ognuno modifica come gli
            pare e piace.Non credo. Vedi i drivers di nVidia: c'è un unico binario per tutte le distribuzioni. La certificazione può essere emessa solo per poche, ma per ragioni buracratiche, non certo perché ci siano delle incompatibilità.
          • Luigi scrive:
            Re: Cavallo di troia

            Non ho detto il contrario. Ma ne arriverebbero
            dall'esterno più di quante potrebbero fisicamente
            scriverne da soli.Facendo quindi aumentare addirittura i costi, perchè ogni patch che arriva dall'esterno deve essere in qualche modo gestita.
            Non credo. Vedi i drivers di nVidia: c'è un unico
            binario per tutte le distribuzioni. La
            certificazione può essere emessa solo per poche,
            ma per ragioni buracratiche, non certo perché ci
            siano delle
            incompatibilità.Una distro non certificata è una distro non supportata. E visto che non è supportata, significa che il produttore non ha speso soldi per testarla. Se poi ti funziona tanto meglio... evidentemente però la certificazione e quindi il supporto devono essere limitati soltanto ad alcune distribuzioni per motivi di costo.
          • krane scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: Luigi

            Non ho detto il contrario. Ma ne arriverebbero

            dall'esterno più di quante potrebbero
            fisicamente

            scriverne da soli.

            Facendo quindi aumentare addirittura i costi,
            perchè ogni patch che arriva dall'esterno deve
            essere in qualche modo
            gestita.


            Non credo. Vedi i drivers di nVidia: c'è un
            unico

            binario per tutte le distribuzioni. La

            certificazione può essere emessa solo per poche,

            ma per ragioni buracratiche, non certo perché ci

            siano delle

            incompatibilità.

            Una distro non certificata è una distro non
            supportata. E visto che non è supportata,
            significa che il produttore non ha speso soldi
            per testarla. Se poi ti funziona tanto meglio...
            evidentemente però la certificazione e quindi il
            supporto devono essere limitati soltanto ad
            alcune distribuzioni per motivi di
            costo.Dici che la Nvidia sta sbagliando tutto ?Falliranno presto ?(rotfl)
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: Luigi
            Facendo quindi aumentare addirittura i costi,
            perchè ogni patch che arriva dall'esterno deve
            essere in qualche modo gestita.O cestinata, o modificata, o persino utilizzata. Come fai a quantificare i costi di gestione? Come fai a sostenere che un maggiore apporto di informazioni faccia aumentare i costi? La pratica di molte aziende dimostra il contrario.
            Una distro non certificata è una distro non
            supportata. E visto che non è supportata,
            significa che il produttore non ha speso soldi
            per testarla. Se poi ti funziona tanto meglio...I fatti dimostrano che funziona quasi in tutti i casi.
            evidentemente però la certificazione e quindi il
            supporto devono essere limitati soltanto ad
            alcune distribuzioni per motivi di costo.La certificazione non è possibile per molte distribuzioni per il semplice fatto che non ci sono aziende a svilupparle. Il supporto ufficiale serve per l'assistenza. Se nessuno vende l'assistenza per una distribuzione, che senso avrebbe la certificazione?Ed in ambito aziendale avrebbe senso utilizzare distribuzioni come Sabayon o Kanotix? Su, siamo seri.
          • andrea scrive:
            Re: Cavallo di troia

            La certificazione non è possibile per molte
            distribuzioni per il semplice fatto che non ci
            sono aziende a svilupparle. ed e' per questo che ci sono una marea di update anche core che non passano all'osservazione ma non funziona
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: andrea
            una marea di update
            anche core che non passano all'osservazione ma
            non funzionaFrase incompleta oppure concordanza sballata?Che vuol dire?Cosa non funziona?
          • krane scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: Renji Abarai
            Non sono poche le innovazioni.
            E' il campo informatico che ha subito una
            notevole accelerazione.Non mi sembra: stiamo andando avanti con la legge di moore come previsto, anzi al confronto di quei tempi la concorrenza e l'innovazione nei processori sembra scomparsa.
            500Gb anni fa erano un utopia. 3Ghz! ci stupivamo
            già per il 486....Processori piu' veloci, ma sempre 386 e dischi che aumentano di dimensioni secondo te sono innovazione ?L'amica era qualcosa che stupiva se lo mettevi di fianco ad un pc, ora di paragonabile non c'e' niente si stanno ancora ad usare le stesse architetture.
            Secondo la vostra idea tutti dovrebbero essere in
            grado di visionare il codice sorgente dei
            programmi, riscriverlo, ricompilarlo.Quotare aiuta: il tuo interlocutore parlava di Amiga e Atari... Ricordi ???Cosa c'e' mai stato da compilare con quei 2 SO ? Erano gia' perfetti cosi' ;)
            Io invece penso che ci sia gente che deve essere
            pagata per il prodotto e se piace bene, se non
            piace amen.Infatti Amiga e' stato il computer piu' venduto per 2 anni di seguito, poi microsoft ha cominciato ad usare mezzi illegali ed e' stato facile vincere.
            L'avere il prodotto UGUALE in tutto e pertutto
            nelle funzioni aiuta chi ci deve lavorare, il
            supporto, l'assistenza.Quando c'erano diversi computer in concorrenza tra loro la gente poteva sciegliere quello che sentiva piu' congeniale a se', tanto la maggior parte dei programmi venivano portati da una piattaforma all'altra.
            Portare 30/40 distro è carina come idea ma per
            ciappinare in cantina. Non si può pensare che
            ognuno si faccia il proprio OS e poi lamentarsi
            perchè non ci fanno i driver.I driver fanno parte del kernel, quindi non c'entrano nulla con il discorso distribuzioni. Le due cose sono gestite da gente completamente diversa.
            Basta che qualcuno cambi una virgola e sputtana
            tutto.Ci fai qualche esempio pratico di quando si sia mai realizzata la tua ipotesi ?
            Poi ci sono le nuove leve dell'informatica.
            Che scoprono Linux e pensano che scrivere "sudo"
            li trasformi in programmatori. Allora tutte le
            volte che abbiamo scritto noi c: cd.. copy a:
            ....Io con Amiga spostavo le icon, mica come voi primitivi del dos (rotfl)
          • Luigi scrive:
            Re: Cavallo di troia

            I driver fanno parte del kernel, quindi non
            c'entrano nulla con il discorso distribuzioni. Le
            due cose sono gestite da gente completamente
            diversa.Interessante questa! Ma cosa dici? I driver sono un layer che si appoggia al kernel, poi ovviamente puoi pure distribuirli insieme come un unico pacchetto, ma sono due cose ben distinte. Infatti anche su Linux è possibile installare driver aggiuntivi come moduli esterni...
            Io con Amiga spostavo le icon, mica come voi
            primitivi del dos
            (rotfl)Amiga era un gran bel computer per giocarci... e poco più. Ora evitiamo di confrontarlo con i PC, indipendentemente dal sistema operativo che vuoi usare.
          • krane scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: Luigi

            I driver fanno parte del kernel, quindi non

            c'entrano nulla con il discorso distribuzioni.
            Le

            due cose sono gestite da gente completamente

            diversa.

            Interessante questa! Ma cosa dici? I driver sono
            un layer che si appoggia al kernel, poi
            ovviamente puoi pure distribuirli insieme come un
            unico pacchetto, ma sono due cose ben distinte.
            Infatti anche su Linux è possibile installare
            driver aggiuntivi come moduli
            esterni...


            Io con Amiga spostavo le icon, mica come voi

            primitivi del dos

            (rotfl)

            Amiga era un gran bel computer per giocarci... e
            poco più. Ora evitiamo di confrontarlo con i PC,
            indipendentemente dal sistema operativo che vuoi
            usare.Sara' per quello che con Impulse Imagine ci hanno fatto il film Babylon5 ?Sara che tutte le reti Tv lo usavano per la videotitolazione.Sara' che lo usavano gli enti spaziali e tutti quelli che avevano bisogno di un computer che facesse calcoli in realtime.Sara' che non conoscevi i piratonzoli giusti.
          • Luigi scrive:
            Re: Cavallo di troia

            Sara' per quello che con Impulse Imagine ci hanno
            fatto il film Babylon5
            ?E allora?
            Sara che tutte le reti Tv lo usavano per la
            videotitolazione.Tutte ma proprio tutte?
            Sara' che lo usavano gli enti spaziali e tutti
            quelli che avevano bisogno di un computer che
            facesse calcoli in
            realtime.Nemmeno uno ne mancava? eheheh
            Sara' che non conoscevi i piratonzoli giusti.Sarà che per avviare il workbench ci volevano 7 cambi di dischetto? eheheh
          • krane scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: Luigi

            Sara' per quello che con Impulse Imagine ci

            hanno fatto il film Babylon5 ?
            E allora????

            Sara che tutte le reti Tv lo usavano per la

            videotitolazione.
            Tutte ma proprio tutte?Si, alcune anche fino a pochi anni fa.

            Sara' che lo usavano gli enti spaziali e tutti

            quelli che avevano bisogno di un computer che

            facesse calcoli in realtime.
            Nemmeno uno ne mancava? ehehehNo, non che ce ne fossero molte...

            Sara' che non conoscevi i piratonzoli giusti.
            Sarà che per avviare il workbench ci volevano 7
            cambi di dischetto?
            ehehehMa dillo se non hai mai avuto un Amiga.Si avviava talmente in fretta che potevi fare il riavvio senza andare in timeout con il modem : quando era partito gli davi un PPPOE e tornavi in rete con la memoria pulita e lo stesso ip di prima.
          • Luigi scrive:
            Re: Cavallo di troia

            Ma dillo se non hai mai avuto un Amiga.

            Si avviava talmente in fretta che potevi fare il
            riavvio senza andare in timeout con il modem :
            quando era partito gli davi un PPPOE e tornavi in
            rete con la memoria pulita e lo stesso ip di
            prima.Veramente si, un Amiga 500. Certo che si avviava in fretta, ti mostrava solo una schermata per chiederti di inserire il dischetto!Poi si lo so, hanno fatto le versioni più complete, ma quando già le vendite erano in declino...E cmq chi ha mai usato Amiga per scrivere documenti? fogli di calcolo? non discuto, non sapendo niente del settore, che per mettere i sottotitoli fosse eccezionale, ma mi sembra un campo un tantino ristretto.
          • krane scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: Luigi

            Ma dillo se non hai mai avuto un Amiga.

            Si avviava talmente in fretta che potevi fare il

            riavvio senza andare in timeout con il modem :

            quando era partito gli davi un PPPOE e tornavi

            in rete con la memoria pulita e lo stesso ip

            di prima.
            Veramente si, un Amiga 500. Certo che si avviava
            in fretta, ti mostrava solo una schermata per
            chiederti di inserire il dischetto!Guarda che parlavo di essere al workbench !
            Poi si lo so, hanno fatto le versioni più
            complete, ma quando già le vendite erano in
            declino...Sai di cosa parli ? No vero ?
            E cmq chi ha mai usato Amiga per scrivere
            documenti? fogli di calcolo? non discuto, non
            sapendo niente del settore, che per mettere i
            sottotitoli fosse eccezionale, ma mi sembra un
            campo un tantino ristretto.C'erano diversi negozi ci si appoggiavano per i programmi di contabilita', c'erano ottimi editor di testo usati anche in ambiti professionali.Vai dal tipo che ti passava i floppy a suo tempo e picchialo a sangue: ti ha fatto sfuggire un universo.
          • Luigi scrive:
            Re: Cavallo di troia

            Vai dal tipo che ti passava i floppy a suo tempo
            e picchialo a sangue: ti ha fatto sfuggire un
            universo.Un universo MOLTO bello per giocare. Per il resto peccato che sia declinato così in fretta..........
          • krane scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: Luigi

            Vai dal tipo che ti passava i floppy a suo tempo

            e picchialo a sangue: ti ha fatto sfuggire un

            universo.
            Un universo MOLTO bello per giocare. Per il resto
            peccato che sia declinato così in fretta..........E' declinato piu' in fretta l'uso ludico : nel 1999 lo usavano ancora per fare dei calcoli : http://obligement.free.fr/articles/amiganasa.phpAnche i videotoaster lo usava ancora La7 fino a pochi anni fa.
          • andrea scrive:
            Re: Cavallo di troia

            nel
            1999 lo usavano ancora per fare dei calcoli stra-quoto a manetta !
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: Luigi
            Amiga era un gran bel computer per giocarci... e
            poco più. Probabilmente non sei mai stato in grado di usarlo. Oppure non sai cosa fosse se dici tali sciocchezze.
          • Luigi scrive:
            Re: Cavallo di troia

            Probabilmente non sei mai stato in grado di
            usarlo. Oppure non sai cosa fosse se dici tali
            sciocchezze.Quando io avevo un Amiga 500 che per avviare workbench richiedeva 7 cambi di disco e altri 10+ per caricare il programma di videoscrittura, un mio amico aveva un 386 con Windows 3.1 (forse, sono passati diversi anni) che nemmeno lo vedeva l'Amiga per un uso da ufficio. Se poi mi dici che graficamente era molto avanti rispetto al PC sono d'accordo, ma evidentemente non è la grafica a determinare il successo di un computer.
          • krane scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: Luigi

            Probabilmente non sei mai stato in grado di

            usarlo. Oppure non sai cosa fosse se dici tali

            sciocchezze.
            Quando io avevo un Amiga 500 che per avviare
            workbench richiedeva 7 cambi di disco e altri 10+
            per caricare il programma di videoscrittura, Succedeva solo a te (rotfl)(rotfl)(rotfl)Qualcuno ti ha fatto qualche scerzone di cui non ti sei mai accorto.Se vuoi ti mostro come l'amiga parte da 1 floppy di workbench e senza altri dischi, gli editor di testo piu' professionali al massimo stavano su 3 dischi.
            un mio amico aveva un 386 con Windows 3.1 (forse,
            sono passati diversi anni) che nemmeno lo vedeva
            l'Amiga per un uso da ufficio. Se poi mi dici che
            graficamente era molto avanti rispetto al PC sono
            d'accordo, ma evidentemente non è la grafica a
            determinare il successo di un computer.Se il tuo amico non lo vedeva per uso ufficio mi dispiace per lui: ha speso un sacco di soldi che poteva risparmiarsi.
          • Luigi scrive:
            Re: Cavallo di troia

            Se il tuo amico non lo vedeva per uso ufficio mi
            dispiace per lui: ha speso un sacco di soldi che
            poteva
            risparmiarsi.Il successo dell'Amiga in ambito business è dimostrato dai numerosi famosissimi programmi che ci giravano sopra :)Però ribadisco, per giocarci era eccezionale, molto avanti rispetto ai PC di allora.
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: Luigi
            Però ribadisco, per giocarci era eccezionale,
            molto avanti rispetto ai PC di allora.Vero.Ma per il gioco anche il C=64 era molto avanti ai PC di allora.
          • AtariLover scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: Renji Abarai
            Non sono poche le innovazioni.
            E' il campo informatico che ha subito una
            notevole
            accelerazione.
            500Gb anni fa erano un utopia. 3Ghz! ci stupivamo
            già per il
            486....Verissimo. Ancora ho nello scaffale un HD da 20 MEGA! Una cosa bellissima, ci stava Windows e basta :D Se penso che era un decennio fa mi viene da ridere...Oppure ho una scheda di acquisizione video ISA! Una bellezza pagata all'epoca 12 milioni da uno studio di registrazione... L'ho recuperata perchè era troppo bella per essee gettata... Chissà se va ancora...
            Secondo la vostra idea tutti dovrebbero essere in
            grado di visionare il codice sorgente dei
            programmi, riscriverlo,
            ricompilarlo.Ehi calma, uso linux, ma non per questo faccio parte di una mente superiore e collettiva come le api :D (in ogni caso so che i linuxiani hanno ideae spesso simili, ma penso sia dovuto solo alla soddisfazione che gli da usare tale sistema)La mia personale idea è che Linux sia stupendo, che funzioni abbastanza bene e che per me in particolare sia PERFETTO. Certamente poi ammetto che per l'utene "base" odierno (che non è l'utente "base" di 10 anni fa) linux ancora non è pronto out-of-the-box.Chi lo vuole conoscere deve volersi sbattere e qui sta il bello e il brutto di questo SO.Il bello perchè io ho imparato molto più in 3 installazioni di Gentoo che in 3 anni di windows, il brutto perchè naturalmente questo limita la diffusione.Linux non è per tutti, così come Windows non è per tutti. In base alle esigenze si deve scegliere.Forse una cosa che era per tutti (e qui da atariana mi scazza ammetterlo) era l'amiga :D Veramente stupendo e all'avanguardia.Peccato che poi sia morta come tutti gli altri, a causa di mezzi illegalil usati da MS (e sono documentati)...Forse è per questo che tanti linuxiani provano astio per MS (me compresa)...
            Io invece penso che ci sia gente che deve essere
            pagata per il prodotto e se piace bene, se non
            piace
            amen.Su questo siamo d'accordo. Il grande problema oggi non è tanto il preinstallato (che comunque è una cosa a mio parere odiosa), quanto il fatto che moltissimi usano copie piratate di Windows, esponendosi così a più falle, e a meno sicurezza.In questo senso spero che si trovi il modo di controllare la pirateria senza rompere le balle all'utente ;)
            L'avere il prodotto UGUALE in tutto e pertutto
            nelle funzioni aiuta chi ci deve lavorare, il
            supporto,
            l'assistenza.
            Portare 30/40 distro è carina come idea ma per
            ciappinare in cantina. Non si può pensare che
            ognuno si faccia il proprio OS e poi lamentarsi
            perchè non ci fanno i
            driver.Hai ragiuone per quanto riguarda il supporto, nessuna azienda certifica i propri prodotti per "linux", ma solo per "SuSE, RHEL ecc", e questo è un grande limite io credo.In questo senso vedo bene l'opera di standardizzazione di Linux Base. C'è anche da considerare qualcosa di diverso però... Molto software scritto per una distro funziona senza problemi su altre, magari non sarà supportato dalla casa produttrice, ma va.Altro no.Però per i driver sviluppatori si sono offerti di creare driver gratuitamente in cambio delle specifiche... E purtroppo pochi hanno accettato...
            Basta che qualcuno cambi una virgola e sputtana
            tutto.
            Poi ci sono le nuove leve dell'informatica.
            Che scoprono Linux e pensano che scrivere "sudo"
            li trasformi in programmatori. Allora tutte le
            volte che abbiamo scritto noi c: cd.. copy a:
            ....Beh questo è inevitabile, si è andati sempre più verso "il pc per la gente comune" sia da parte MS, Apple e Linux... E quindi se un tempo per fare vedere un mega di ram al DOS dovevi avere una certa competenza, ora tutto è facile e chiunque si sente "figo" perchè riesce a fare cose del genere...Credo però che alla lunga si tornerà a una informatica "alta"... Mentre i meno esperti useranno sistemi semplici ma limitati.Sinceramente ti avevo considerato male, credevo fossi un fanboy e basta, mentre vedo che discutere con te può portare a discussioni interessanti.Saluti!(atari)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 febbraio 2008 14.59-----------------------------------------------------------
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: AtariLover
            L'ho recuperata perchè
            era troppo bella per essee gettata... Chissà se
            va ancora...Magari provando a convertire voltaggio e connessioni di uno slot PCI con i piedini ISA (erano quegli slot 'lunghissimi' se non ricordo male, vero?)Rileggo: mi pare una sciocchezza. Probabilmente sarebbe necessario un controller ad hoc. Ammesso che si possano realizzare dei drivers adatti alla scheda. Sarebbe un bel progetto, però...
            alla soddisfazione che gli da usare tale sistemaSoddisfazione 'superiore'! Sembra uno slogan pubblicitario. Ma effettivamente a volte è quella la sensazione.
            per l'utene "base" odierno (che non è
            l'utente "base" di 10 anni fa) linux ancora non è
            pronto out-of-the-box.Non credo sia vero, almeno non sempre. Ho visto io stesso persone del tutto ignare di informatica trovarsi in breve a proprio agio con SO liberi.
            Forse una cosa che era per tutti (e qui da
            atariana mi scazza ammetterlo) era l'amiga :D
            Veramente stupendo e all'avanguardia.Io ricomprerei volentieri un C=64.Fu la mia iniziazione all'informatica. Se penso che da lì è nato il mio lavoro di oggi, m'emoziono.L'amiga fu un sogno proibito tra il C=128 ed il mio primo PC (Olivetti M240): potevo trafficare solo su quello di mio cugino che lo usava per lavoro (giornalista).
            Forse è per questo che tanti linuxiani provano
            astio per MS (me compresa)...Più in generale è la visione dei rapporti umani legata a principi di libertà e solidarietà che si porta dietro il software libero a rendere inaccettabili i comportamenti arroganti ed egoistici di molte multinazionali. Difetti che in Microsoft hanno raggiunto vertici quasi inenarrabili.
            Hai ragiuone per quanto riguarda il supporto,
            nessuna azienda certifica i propri prodotti per
            "linux", ma solo per "SuSE, RHEL ecc", e questo è
            un grande limite io credo.Ma non potrebbe essere diverso. Gran parte delle distribuzioni non ha un'azienda che le produce e che possa garantire il rispetto di determinati canoni di sviluppo stabili nel tempo. Risulta quindi impossibile 'certificare' drivers per tali distribuzioni. E' pur vero, però, che è piuttosto infrequente che drivers certificati non funzionino con una distribuzione minore. Basta vedere il caso di nVidia, i cui drivers sono di buona qualità e praticamente compatibili con tutte le distribuzioni.
            Però per i driver sviluppatori si sono offerti di
            creare driver gratuitamente in cambio delle
            specifiche... E purtroppo pochi hanno
            accettato...Penso sia questione di tempo. Ho idea che entro un anno i drivers ATI raggiungano livelli qualitativi altissimi. Altri produttori seguiranno l'esempio di AMD.
          • Luigi scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: Renji Abarai

            rosiki perchè l'idea non è venuta a te?

            Non credo: secondo me rosica perche' microsoft
            non essendo stata fermata dall'antitrust ha
            rallentato il mercato dell'informatica per 10
            anni.

            Come fanno tutti i monopoli del resto.Non è che MS è diventata monopolista dall'oggi al domani, nè è stata fatta qualche legge che le garantiva il monopolio (infatti la sua è una posizione dominante, non un monopolio). Perchè le altre aziende non si sono mosse per farle concorrenza all'inizio, prima che diventasse leader indiscussa di mercato? E cmq nel dire che MS ha rallentato lo sviluppo dell'informatica di sfugge il fatto che MS è la società al mondo che investa la percentuale maggiore del proprio fatturato in R&D...
          • krane scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: Luigi
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: Renji Abarai


            rosiki perchè l'idea non è venuta a te?

            Non credo: secondo me rosica perche' microsoft

            non essendo stata fermata dall'antitrust ha

            rallentato il mercato dell'informatica per 10

            anni.

            Come fanno tutti i monopoli del resto.
            Non è che MS è diventata monopolista dall'oggi al
            domani, nè è stata fatta qualche legge che le
            garantiva il monopolio (infatti la sua è una
            posizione dominante, non un monopolio). Perchè le
            altre aziende non si sono mosse per farle
            concorrenza all'inizio, prima che diventasse
            leader indiscussa di mercato? Cioe' avrebbero dovuto usare mezzi illegali anche loro ?Ti ricordo che ms ha subito processi multe e condanne ! Allora perche' IBM non ha affittato 2 carri armati per andare a radere al suolo la sede di microsoft a Redmond ?
            E cmq nel dire che MS ha rallentato lo sviluppo
            dell'informatica di sfugge il fatto che MS è la
            società al mondo che investa la percentuale
            maggiore del proprio fatturato in
            R&D...IBM, ha registrato il triplo dei brevetti e spende meno... Evidentemente la quantita' di spesa non e' proporzionale ai risultati.
          • Luigi scrive:
            Re: Cavallo di troia

            Cioe' avrebbero dovuto usare mezzi illegali anche
            loro
            ?
            Ti ricordo che ms ha subito processi multe e
            condanne ! Allora perche' IBM non ha affittato 2
            carri armati per andare a radere al suolo la sede
            di microsoft a Redmond
            ?Le multe dell'antitrust le conosco, tu di quali stai parlando? E mi spieghi come faceva MS a comportarsi da monopolista quando era nata da poco e doveva concorrere con aziende che erano sul mercato da anni?
            IBM, ha registrato il triplo dei brevetti e
            spende meno... Evidentemente la quantita' di
            spesa non e' proporzionale ai
            risultati.Oppure il numero di brevetti registrati non è un indice della qualità della ricerca e sviluppo?E poi cosa c'entra? Hai detto che MS non innova e io ti ho detto che invece spende un sacco di soldi in ricerca e sviluppo, cioè proprio per innovare. Se poi vuoi proprio considerare il numero di brevetti il driver per valutare l'innovazione (cosa che non condivido) beh allora cmq MS è seconda proprio dopo IBM, quindi anche così confermi che è un grande innovatore.
          • krane scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: Luigi

            Cioe' avrebbero dovuto usare mezzi illegali

            anche loro ?

            Ti ricordo che ms ha subito processi multe e

            condanne ! Allora perche' IBM non ha affittato 2

            carri armati per andare a radere al suolo la

            sede di microsoft a Redmond ?
            Le multe dell'antitrust le conosco, tu di quali
            stai parlando? http://www.groklaw.net/staticpages/index.php?page=2005010107100653ùhttp://www.kuro5hin.org/story/2001/10/23/13219/110http://natonelbronx.wordpress.com/2007/03/10/storia-di-un-ingiustizia-che-paghiamo-tutti-opengl-vs-directx/
            E mi spieghi come faceva MS a comportarsi da
            monopolista quando era nata da poco e doveva
            concorrere con aziende che erano sul mercato
            da anni?Rileggi quello che ho scritto: "ha usato mezzi illegali", che fosse monopolista prima di esserlo l'hai inventato tu !

            IBM, ha registrato il triplo dei brevetti e

            spende meno... Evidentemente la quantita' di

            spesa non e' proporzionale ai

            risultati.
            Oppure il numero di brevetti registrati non è un
            indice della qualità della ricerca e sviluppo?Bhe, vedi tu...
            E poi cosa c'entra? Hai detto che MS non innova e
            io ti ho detto che invece spende un sacco di
            soldi in ricerca e sviluppo, cioè proprio per
            innovare. Evidentemente sono soldi buttati, del resto a te viene in mente qualcosa di nuovo prodotto da microsoft ?
            Se poi vuoi proprio considerare il
            numero di brevetti il driver per valutare
            l'innovazione (cosa che non condivido) beh allora
            cmq MS è seconda proprio dopo IBM, quindi anche
            così confermi che è un grande innovatore.Che pero' stranamente non tira mai fuori qualcosa di nuovo (rotfl)
          • Luigi scrive:
            Re: Cavallo di troia

            http://www.groklaw.net/staticpages/index.php?page=
            http://www.kuro5hin.org/story/2001/10/23/13219/110
            http://natonelbronx.wordpress.com/2007/03/10/storiMi sembrava che stessimo parlando di ben altri tempi, non degli ultimi anni, a cui invece si riferiscono questi link.
            Bhe, vedi tu...E dove sta scritto? Un'innovazione non brevettabile non è innovazione?
            Evidentemente sono soldi buttati, del resto a te
            viene in mente qualcosa di nuovo prodotto da
            microsoft
            ?Ti contraddici da solo... interessante. Dici che i brevetti sono indice di innovazione, MS è il secondo "brevettatore" al mondo, tu dici che MS non innova... mi sono perso qualcosa? MS ha creato alcuni prodotti con scarsa concorrenza di pari livello qualitativo, quali Office e SharePoint, tanto per nominarne un paio. Per creare prodotti di questo tipo c'è dell'innovazione alla base. Se poi tu per innovazione intendi tirare fuori l'idea rivoluzionaria, beh allora non so, peccato che questo succeda molto raramente e che è difficile che un'azienda investa su qualcuno che pensa tutto il giorno per poi venirsene fuori con quest'ideona. Ragion per cui le ideone di solito vengono ai privati (che poi fondano le aziende e fanno i veri soldi) e non alle aziende.
          • krane scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: Luigi


            http://www.groklaw.net/staticpages/index.php?page=


            http://www.kuro5hin.org/story/2001/10/23/13219/110


            http://natonelbronx.wordpress.com/2007/03/10/stori
            Mi sembrava che stessimo parlando di ben altri
            tempi, non degli ultimi anni, a cui invece si
            riferiscono questi link.Hai guardato solo la data degli articoli e non ne hai letto il contenuto vero ?Ammettilo...

            Bhe, vedi tu...
            E dove sta scritto? Un'innovazione non
            brevettabile non è innovazione?Cosi' come

            Evidentemente sono soldi buttati, del resto a te

            viene in mente qualcosa di nuovo prodotto da

            microsoft ?
            Ti contraddici da solo... interessante. Dici che
            i brevetti sono indice di innovazione, MS è il
            secondo "brevettatore" al mondo, tu dici che MS
            non innova... mi sono perso qualcosa? Si: l'italiano... Io ho portato a dimostrazione il numero di brevetti proprio allo scopo di smontare la tua ipotesi per cui basta investire in ricerca e sviluppo per innovare: provo a rispiegartelo...Microsoft NON ha mai tirato fuori niente di innovativo, questo e' evidente a tutti quelli che conoscono il mondo e la storia dell'informatica; e chissene di quanto possano spendere in ricerca, cosi' come non e' un indice di paragone il numero di brevetti.
            MS ha
            creato alcuni prodotti con scarsa concorrenza di
            pari livello qualitativo, Certo, si e' anche preoccupata di far fuori la concorrenza con mezzi illegali prima di entrare in competizione.Gia' dimenticato il caso Netscape ?
          • Luigi scrive:
            Re: Cavallo di troia

            Hai guardato solo la data degli articoli e non ne
            hai letto il contenuto vero
            ?
            Ammettilo...Certo OpenGL vs DirectX è roba di 20 anni fa....
            Si: l'italiano... Io ho portato a dimostrazione
            il numero di brevetti proprio allo scopo di
            smontare la tua ipotesi per cui basta investire
            in ricerca e sviluppo per innovare: provo a
            rispiegartelo...

            Microsoft NON ha mai tirato fuori niente di
            innovativo, questo e' evidente a tutti quelli che
            conoscono il mondo e la storia dell'informatica;
            e chissene di quanto possano spendere in ricerca,
            cosi' come non e' un indice di paragone il numero
            di
            brevetti.Quindi MS non solo è riuscita a diventare leader di mercato e poi a mantenere questa posizione e a espandersi in diversi altri settori (dai soli sistemi operativi a suite da ufficio, IM, database, ...) ottenendo in molti settori considerevoli quote di mercato, ma è riuscita a farlo solo copiando? E' sempre arrivata almeno seconda eppure ha una posizione così rilevante nell'IT. Non ti suona strano?E poi cmq tu avevi portato ad esempio IBM che brevetta più di MS spendendo meno per dire che MS spende male i suoi soldi... dal che sembra che tu consideri il numero di brevetti importante per capire quanto un'azienda innova.Spendere un sacco di soldi in ricerca e sviluppo indica che un'azienda è propensa all'innovazione. Poi ovviamente stando a sentire te in MS lavorano solo dei mentecatti incapaci di innovare nonostante i lauti finanziamenti. Hai una visione del mondo proprio coerente sai?
            Certo, si e' anche preoccupata di far fuori la
            concorrenza con mezzi illegali prima di entrare
            in
            competizione.

            Gia' dimenticato il caso Netscape ?Mi sembra che nel settore dei browser MS abbia molta più conocorrenza che in altri settori...
          • krane scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: Luigi

            Hai guardato solo la data degli articoli e non

            ne hai letto il contenuto vero ?

            Ammettilo...
            Certo OpenGL vs DirectX è roba di 20 anni fa....E infatti tu dicevi : "Mi sembrava che stessimo parlando di ben altri tempi, non degli ultimi anni, a cui invece si riferiscono questi link."

            Si: l'italiano... Io ho portato a dimostrazione

            il numero di brevetti proprio allo scopo di

            smontare la tua ipotesi per cui basta investire

            in ricerca e sviluppo per innovare: provo a

            rispiegartelo...

            Microsoft NON ha mai tirato fuori niente di

            innovativo, questo e' evidente a tutti quelli

            che conoscono il mondo e la storia dell'informatica;

            e chissene di quanto possano spendere in

            ricerca, cosi' come non e' un indice di paragone il

            numero di brevetti.
            Quindi MS non solo è riuscita a diventare leader
            di mercato e poi a mantenere questa posizione e a
            espandersi in diversi altri settori (dai soli
            sistemi operativi a suite da ufficio, IM,
            database, ...) ottenendo in molti settori
            considerevoli quote di mercato, ma è riuscita a
            farlo solo copiando? E' sempre arrivata almeno
            seconda eppure ha una posizione così rilevante
            nell'IT. Non ti suona strano?Si, la cosa strana e' che l'antitrust avrebbe dovuto fermarla e non e' successo; comunque non sono solo io a dirlo ma :http://www.fabioruini.eu/unimore/net_cas/monopolio_microsoft.pdfUniversità degli Studi di Modena e Reggio Emilia Facoltà di Scienze della Comunicazione (Comunicazione, Economia, Informazione)http://www.malatempora.com/catalogo/microsoft.htmGiornalisti

            Certo, si e' anche preoccupata di far fuori la

            concorrenza con mezzi illegali prima di entrare

            in competizione.

            Gia' dimenticato il caso Netscape ?
            Mi sembra che nel settore dei browser MS abbia
            molta più conocorrenza che in altri settori...Ho capito: la risposta e' si, hai dimenticato il caso Netscape.Per giudicare il presente e' sempre meglio conoscere la storia.
          • Luigi scrive:
            Re: Cavallo di troia


            Certo OpenGL vs DirectX è roba di 20 anni fa....

            E infatti tu dicevi : "Mi sembrava che stessimo
            parlando di ben altri tempi, non degli ultimi
            anni, a cui invece si riferiscono questi
            link."Forse non ho reso evidente il tono ironico della mia frase. Magari se aggiungo qualche faccina buffa lo capisci...
            Si, la cosa strana e' che l'antitrust avrebbe
            dovuto fermarla e non e' successo; comunque non
            sono solo io a dirlo ma
            :

            http://www.fabioruini.eu/unimore/net_cas/monopolio
            Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
            Facoltà di Scienze della Comunicazione
            (Comunicazione, Economia,
            Informazione)

            http://www.malatempora.com/catalogo/microsoft.htm
            GiornalistiIn tutti quei settori? Guarda che forse ti sbagli...
            Ho capito: la risposta e' si, hai dimenticato il
            caso
            Netscape.

            Per giudicare il presente e' sempre meglio
            conoscere la
            storia.Il caso Netscape dimostra da un lato che MS ha avuto in diverse occasioni comportamenti anti-concorrenziali, come evidenziato anche in diverse occasioni dall'antitrust. Dall'altro lato dimostra anche che in quel caso il tentativo di eliminare la concorrenza non ha avuto gli esiti sperati...
          • Petengy scrive:
            Re: Cavallo di troia
            La genesi.....Nel 1990, in una causa intentata contro la Microsoft a causa di una sospetta violazione di copyright, che riguardava il Codice Amado, la società viene riconosciuta colpevole di uno dei dieci capi d'accusa e condannata a pagare una multa di 8,96 milioni di dollari.Nel 1994 Microsoft perde la causa intentata dalla Stac Electronics per violazione di copyright di un software incluso nel sistema operativo MS-DOS.Nel 2000 è stata citata in giudizio e censurata dall'antitrust americano per i suoi tentativi di monopolizzare il mercato dell'informatica attraverso l'integrazione irreversibile di prodotti gratuiti e commerciali in sede di preinstallazione sui PC di tipo IBM-compatibile.Nell'aprile 2004 è stata condannata in primo grado dall'antitrust dell'Unione Europea al pagamento di una multa di 497 milioni di dollari (sulla quale è in corso l'appello), e dal Dipartimento di Giustizia, nella persona di Bill Gates, ad altri 800.000 dollari di multa per aver riacquistato azioni proprie.Il 1° marzo 2007 la società è stata nuovamente richiamata dall'antitrust europea. Secondo l'antitrust la società starebbe cercando di aggirare le imposizioni della commissione. L'antitrust ha minacciato di commissionare una nuova multa alla società se questa non modificherà il suo comportamento e non si adeguerà alle disposizione dell'antitrust.[5]Nel luglio 2007 la società ha annunciato di aver raggiunto un accordo amichevole con la società Eolas per la violazione di un brevetto legato al browser Internet Explorer. Inizialmente Eolas aveva richiesto un risarcimento di 521 milioni di dollari, ma la cifra finale dell'accordo non è stata resa nota.[6]Il 17 settembre 2007 il tribunale europeo ha confermato la multa di 497 milioni di dollari inflitta alla società nel 2004 dall'antitrust.[7]Il 29 novembre 2007 la società è stata condannata per violazione di brevetti nei confronti di z4 technologies. I brevetti contestati riguardavano la tecnologia di attivazione di Windows XP e Office 2003, la multa commissionata alla società è stata di 115 milioni per l'infrazione dei brevetti e di ulteriori 25 milioni per aver infranto intenzionalmente i brevetti.[8]
          • Luigi scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: Petengy
            La genesi.....

            Nel 1990, in una causa intentata contro la
            Microsoft a causa di una sospetta violazione di
            copyright, che riguardava il Codice Amado, la
            società viene riconosciuta colpevole di uno dei
            dieci capi d'accusa e condannata a pagare una
            multa di 8,96 milioni di
            dollari.

            Nel 1994 Microsoft perde la causa intentata dalla
            Stac Electronics per violazione di copyright di
            un software incluso nel sistema operativo
            MS-DOS.

            Nel 2000 è stata citata in giudizio e censurata
            dall'antitrust americano per i suoi tentativi di
            monopolizzare il mercato dell'informatica
            attraverso l'integrazione irreversibile di
            prodotti gratuiti e commerciali in sede di
            preinstallazione sui PC di tipo
            IBM-compatibile.

            Nell'aprile 2004 è stata condannata in primo
            grado dall'antitrust dell'Unione Europea al
            pagamento di una multa di 497 milioni di dollari
            (sulla quale è in corso l'appello), e dal
            Dipartimento di Giustizia, nella persona di Bill
            Gates, ad altri 800.000 dollari di multa per aver
            riacquistato azioni
            proprie.

            Il 1° marzo 2007 la società è stata nuovamente
            richiamata dall'antitrust europea. Secondo
            l'antitrust la società starebbe cercando di
            aggirare le imposizioni della commissione.
            L'antitrust ha minacciato di commissionare una
            nuova multa alla società se questa non
            modificherà il suo comportamento e non si
            adeguerà alle disposizione
            dell'antitrust.[5]

            Nel luglio 2007 la società ha annunciato di aver
            raggiunto un accordo amichevole con la società
            Eolas per la violazione di un brevetto legato al
            browser Internet Explorer. Inizialmente Eolas
            aveva richiesto un risarcimento di 521 milioni di
            dollari, ma la cifra finale dell'accordo non è
            stata resa
            nota.[6]

            Il 17 settembre 2007 il tribunale europeo ha
            confermato la multa di 497 milioni di dollari
            inflitta alla società nel 2004
            dall'antitrust.[7]

            Il 29 novembre 2007 la società è stata condannata
            per violazione di brevetti nei confronti di z4
            technologies. I brevetti contestati riguardavano
            la tecnologia di attivazione di Windows XP e
            Office 2003, la multa commissionata alla società
            è stata di 115 milioni per l'infrazione dei
            brevetti e di ulteriori 25 milioni per aver
            infranto intenzionalmente i
            brevetti.[8]Questo dimostra (come nessuno ha mai messo in dubbio) ha violato la legge in alcune occasioni.Vorrei farti notare che la prima condanna dell'antitrust in merito all'abuso di posizione dominante avviene nel 2000, quando MS ha già da molto tempo conquistato il mercato e sta cercando (illegalmente) di tenerne fuori i competitor.Stavamo però parlando dell'innovazione e del fatto che, secondo qualcuno su questo forum, MS non ha mai innovato. Al che io ho chiesto come ha fatto, senza innovare, a diventare leader o cmq detentore di consistente market share in diversi mercati del settore IT. Quello che mi hai risposto non dimostra assolutamente nulla a riguardo...
          • kIOSK scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: Luigi
            - Scritto da: Petengy

            La genesi.....



            Nel 1990, in una causa intentata contro la

            Microsoft a causa di una sospetta violazione di

            copyright, che riguardava il Codice Amado, la

            società viene riconosciuta colpevole di uno dei

            dieci capi d'accusa e condannata a pagare una

            multa di 8,96 milioni di

            dollari.



            Nel 1994 Microsoft perde la causa intentata
            dalla

            Stac Electronics per violazione di copyright di

            un software incluso nel sistema operativo

            MS-DOS.



            Nel 2000 è stata citata in giudizio e censurata

            dall'antitrust americano per i suoi tentativi di

            monopolizzare il mercato dell'informatica

            attraverso l'integrazione irreversibile di

            prodotti gratuiti e commerciali in sede di

            preinstallazione sui PC di tipo

            IBM-compatibile.



            Nell'aprile 2004 è stata condannata in primo

            grado dall'antitrust dell'Unione Europea al

            pagamento di una multa di 497 milioni di dollari

            (sulla quale è in corso l'appello), e dal

            Dipartimento di Giustizia, nella persona di Bill

            Gates, ad altri 800.000 dollari di multa per
            aver

            riacquistato azioni

            proprie.



            Il 1° marzo 2007 la società è stata nuovamente

            richiamata dall'antitrust europea. Secondo

            l'antitrust la società starebbe cercando di

            aggirare le imposizioni della commissione.

            L'antitrust ha minacciato di commissionare una

            nuova multa alla società se questa non

            modificherà il suo comportamento e non si

            adeguerà alle disposizione

            dell'antitrust.[5]



            Nel luglio 2007 la società ha annunciato di aver

            raggiunto un accordo amichevole con la società

            Eolas per la violazione di un brevetto legato al

            browser Internet Explorer. Inizialmente Eolas

            aveva richiesto un risarcimento di 521 milioni
            di

            dollari, ma la cifra finale dell'accordo non è

            stata resa

            nota.[6]



            Il 17 settembre 2007 il tribunale europeo ha

            confermato la multa di 497 milioni di dollari

            inflitta alla società nel 2004

            dall'antitrust.[7]



            Il 29 novembre 2007 la società è stata
            condannata

            per violazione di brevetti nei confronti di z4

            technologies. I brevetti contestati riguardavano

            la tecnologia di attivazione di Windows XP e

            Office 2003, la multa commissionata alla società

            è stata di 115 milioni per l'infrazione dei

            brevetti e di ulteriori 25 milioni per aver

            infranto intenzionalmente i

            brevetti.[8]

            Questo dimostra (come nessuno ha mai messo in
            dubbio) ha violato la legge in alcune
            occasioni.
            Vorrei farti notare che la prima condanna
            dell'antitrust in merito all'abuso di posizione
            dominante avviene nel 2000, quando MS ha già da
            molto tempo conquistato il mercato e sta cercando
            (illegalmente) di tenerne fuori i
            competitor.
            Stavamo però parlando dell'innovazione e del
            fatto che, secondo qualcuno su questo forum, MS
            non ha mai innovato. Al che io ho chiesto come ha
            fatto, senza innovare, a diventare leader o cmq
            detentore di consistente market share in diversi
            mercati del settore IT. Quello che mi hai
            risposto non dimostra assolutamente nulla a
            riguardo...anche la SKODA ogni tanto nei suoi modelli tirava fuori qualche innovazione....
          • Collagene scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: Luigi
            Vorrei farti notare che la prima condanna
            dell'antitrust in merito all'abuso di posizione
            dominante avviene nel 2000, quando MS ha già da
            molto tempo conquistato il mercato e sta cercando
            (illegalmente) di tenerne fuori i competitor.Infatti, prima la condannavano per altro infatti, e quindi ??Sempre in modo illegale si e' battuta ed ha raggiunto la sua posizione.In fondo anche AlCapone era un poveraccio con alcuni banali problemi di tasse no ?
            Stavamo però parlando dell'innovazione e del
            fatto che, secondo qualcuno su questo forum, MS
            non ha mai innovato. Al che io ho chiesto come ha
            fatto, senza innovare, a diventare leader o cmq
            detentore di consistente market share in diversi
            mercati del settore IT. Nello stesso modo in cui AlCapone e' diventato un importatore.
            Quello che mi hai
            risposto non dimostra assolutamente nulla a
            riguardo...Ma se queste innovazioni sono cosi' tante perche' non ce ne snoccioli una decina ?
          • logicaMente scrive:
            Re: Cavallo di troia
            L'amico di prima ti ha indicato solo alcuni esempi, relativamente recenti, per una lista più completa:http://www.groklaw.net/article.php?story=20041228040645419Saluti.
          • andrea scrive:
            Re: Cavallo di troia
            grazie del linkandrea
          • iRoby scrive:
            Re: Cavallo di troia
            M$ ha innovato lo stretto indispensabile a gettare fumo negli occhi degli investitori e dell'antitrust.Si chiama roadmap, e M$ come azienda quotata in borsa doveva averne una.Certamente XP non aveva nulla di particolare rispetto a Win2000. E di Vista, beh lasciamo perdere perché è semplicemente un sistema operativo vergognoso.Office 97 non aveva molto di più rispetto al 95 a parte cambiare il formato di registrazione e obbligare la gente ad aggiornare.E così nulla di particolarmente irrinunciabile hanno avuto Office2000/XP/2003/ Office XP in particolare era solo una parvenza di innovazione perché l'uscita di Windows XP doveva far credere che anche Office avesse avuto un'evoluzione.E non stiamo a parlare dei tool di sviluppo e di come M$ ha creato scompiglio nel Web con il mancato rispetto di standard. O di come molte sue librerie per Visual Studio lavorano bene con Word/Excel/Access/MSSQL ma non supportano altri formati di documenti e strumenti simili di altri produttori, ma comunque diffusi. Come ha spiegato bene Mr.Mechano in alcuni suoi post.
          • pippo75 scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: Renji Abarai

            rosiki perchè l'idea non è venuta a te?

            Non credo: secondo me rosica perche' microsoft
            non essendo stata fermata dall'antitrust ha
            rallentato il mercato dell'informatica per 10
            anni.rallentato, ha ipervelocizzato.E' grazie a OS come Vista che oggi computer molto più potenti del Cray 1 oggigiorno vengono buttati al vento.MS avrà fatto di tutto, ma una spinta cosi' forte per lo sviluppo dell'HW nessuna ditta lo ha mai fatto, con tutti i pro e tutti i contro.Per quanto riguarda lo sviluppo dell'informatica, posso dirti che è continuato indipendentemente dalla presenza della MS.
          • Il Pinguino scrive:
            Re: Cavallo di troia
            Secondo me sei tu che rosichi :) Difendi la M$ a spada tratta ignorando (volutamente o meno) alcuni importanti fatti negativi che la riguardano. Se vuoi rispondermi bene, magari evita di darmi del cantinaro come fai di solito e come hai fatto anche oggi con Mr.Mechano ;)
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Cavallo di troia
            e col tuo collega qua sopra.Il reply sopra vale anche per te.
          • Il Pinguino scrive:
            Re: Cavallo di troia
            Allora stai rosicando di brutto, visto che una risposta seria non sai proprio cosa sia :)
          • Petengy scrive:
            Re: Cavallo di troia
            bestia ragazzi mai vista Abarai cosi selvaggia e scatenata.. mi sa che ha raggiunto il punto di ebollizione a forza di difendere la sua M$ contro un numero ormai straripante persone in grado di pensare in maniera "alternativa". Solo in mezzo all'orda.... ma va bene così tieni duro...
          • ceppa scrive:
            Re: Cavallo di troia

            Solo in mezzo all'orda.... ma va bene così tieni
            duro...Si Si pero' io voglio sapere quando iniziera' a dire che linux lo usava da anni e che lo ha sempre apprezzato etc etc...Gli italiani sono fenomenali nel saltare come la quaglia.
          • Petengy scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: ceppa

            Solo in mezzo all'orda.... ma va bene così tieni

            duro...

            Si Si pero' io voglio sapere quando iniziera' a
            dire che linux lo usava da anni e che lo ha
            sempre apprezzato etc
            etc...

            Gli italiani sono fenomenali nel saltare come la
            quaglia....quando passerà il punto di rottura, dopo un periodo di silenzio, si riproporrà come strenuo difensore del Linux di turno (o BEOS o vattelapesca)... oltretutto lui parrebbe che con i prodotti di M$ ci campi... quindi per lui è più dura allargare il paraocchi (senza offesa ovviamente).Per quello che mi riguarda uso tranquillamente e senza traumi sia linux che win (nelle loro varie esternazioni), ma, "politicamente parlando" mi fa molto molto piacere che l'alternativa open e free si stia facendo strada... vedremo cosa accadrà....
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Cavallo di troia
            non direi senza traumi...
          • next scrive:
            Re: Cavallo di troia
            Devi ripeterlo utilizzando le parolewinzozm$utontowinschifo, cospirazioni e matrixaltrimenti mica capisce!
          • kIOSK scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: next
            Devi ripeterlo utilizzando le parole
            winzoz
            m$
            utonto
            winschifo, cospirazioni e matrix
            altrimenti mica capisce!AH AH AH HA.....
          • Leo scrive:
            Re: Cavallo di troia
            non so ma avevo il sospetto che sarebbe finita così...strano di solito non accade mai
          • zio scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: Mr.Mechano
            Micro$oft non FACEVA MS-DOS!

            Micro$oft ha COMPRATO MS-DOS.Per la precisione si chiamava Q/DOS ed era della Quantum software, ed era un derivato del OS CP/M .. Se quelli della DR (produttrice del CP/M) non avessero alzato troppo la posta con IBM, Bill Gates sarebbe rimasto ad oggi un semplice fallito !Ciao
          • TADsince1995 scrive:
            Re: Cavallo di troia
            - Scritto da: next
            Lo sai di chi era msx basic? :-)Se è per questo anche Amiga Basic era di Microsoft, brrr.... Infatti fu soppiantato da Amos Basic a opera di un francese solitario...TAD
    • pentolino scrive:
      Re: Cavallo di troia
      quoto in pieno! E' assurdo che buona parte dell' hardware di molti PC sia impegnato semplicemente per fare girare il SO! Ma dove siamo? Il SO dovrebbe essere un aiuto, non un peso per il software che ci gira!
    • pippo75 scrive:
      Re: Cavallo di troia

      Windows con Vista ha perso totalmente la bussola,
      e Linux richiede risorse minime tanto che
      un'installazione quasi completa compressa sta in
      256M. E coi costi attuali delle memorie una flash
      di 256/512 si può integrare facilmente anche in
      una motherboard di 50
      euro.qualcosa di simile a MenuetOS e sta tutto in un dischetto da 1.44MB.
    • andrea scrive:
      Re: Cavallo di troia
      quoto in pieno.Solo.. linux e' troppo instabile e in continua evoluzione per diventare la base del nuovo bios.Ci saranno update del bios ogni 6 mesi con patch per quel linux?non e' credibile
    • Categorico scrive:
      Re: Cavallo di troia
      Ah, ho pensato anch'io la stessa cosa, la prima impressione è importante, senza contare che un principiante che per prima cosa si ritrova davanti linux, una volta abituatosi, se non è un appassionato d'informatica, ma usa il PC come un qualsiasi strumento, poi per anni troverebbe proprio linux il sistema più facile, proprio come succede a chi per la prima volta si trova davanti Windows.
    • www.aleks falcone.or g scrive:
      Re: Cavallo di troia
      - Scritto da: krane
      Ma a questo punto a che mi serve che il SO sia
      sul disco ?
      Tanto vale avere solo i programmi che possano
      essere lanciati dal SO in romQuindi nessuna possibilità d'installare altro?Mi pare troppo limitato.
  • blogtecnico scrive:
    Anche il bios ormai è troppo vecchio!
    HyperSpace è sicuramente un'ottima innovazione, permette di fare cose che prima si potevano solo immaginare o fare con alcuni trick eseguiti da software molto leggeri (che permettevano il cambio di sistema operativo in esecuzione da Linux Win e viceversa con una combinazioni di tasti). Ciò che mi rallegra vereamente di questa nuova tecnologia è l' HyperCore, che permette di avere una sicurezza in più nell'esecuzione di applicazioni pericolose per il sistema. Staremo a vedere evoluzioni, prezzi, soprattutto i vantaggi reali
    • rockroll scrive:
      Re: Anche il bios ormai è troppo vecchio!
      Condivido, spero da tempo in questi sviluppi (che mi sambrano lapalissiani, cosa aspettano?) e rincaro la dose: ben venga tutto ciò, anche perchè molti faranno a meno di Windows...
    • Salvatore Di Sante scrive:
      Re: Anche il bios ormai è troppo vecchio!
      Mi ha molto incuriosito il tuo accenno a programmi che permettono di passare da Win a Linux e viceversa addirittura quando uno dei due sistemi è in esecuzione. (se ho capito bene...)Me ne indichi qualcuno? Sono un grande appassionato di Linux.Grazie Salva
    • pippo75 scrive:
      Re: Anche il bios ormai è troppo vecchio!
      - Scritto da: blogtecnico
      HyperSpace è sicuramente un'ottima innovazione,mettere programmi dentro il PC precaricati è roba vecchia, che poi oggi li facciano più raffinati visto le caratteristiche HW, ma per il resto pè roba abbandonata a metà anni 80 ( per un certo periodo sembrava andare bene ).
      vedere evoluzioni, prezzi, soprattutto i vantaggi
      realivantaggi reali: quasi nessuno.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 febbraio 2008 12.29-----------------------------------------------------------
Chiudi i commenti