Città Intelligenti e Smart Mobility al MISE

Andato in scena questa settimana presso il Ministero dello Sviluppo Economico un workshop sui temi di smart city e mobilità intelligente.
Andato in scena questa settimana presso il Ministero dello Sviluppo Economico un workshop sui temi di smart city e mobilità intelligente.

Unione di forze istituzionali per un appuntamento sui temi smart city e smart mobility: ne è scaturito un workshop organizzato e ospitato questa settimana dal Ministero dello Sviluppo Economico in collaborazione con AgID e Ministero per l’Innovazione. Riuniti intorno al tavolo anche rappresentanti del Ministero dell’Istruzione e dell’Università, del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, della Consip e di alcune città che già stanno sperimentando i vantaggi del 5G.

Città e mobilità smart: un workshop al MISE

“Città Intelligenti, Smart Mobility e Logistica”, questo il nome dell’incontro. Tre i principali temi affrontati: predisposizione di un terreno di gioco comune tra amministrazioni per garantire una convergenza di risorsecondivisione delle esperienze più significative avviate in Italia su questi settori e definizione di strategie per la costruzione di ecosistemi pilota dedicati a mobilità e logistica intelligente nelle aree apripista per l’introduzione del 5G. Queste le parole di della sottosegretaria Alessandra Todde.

Il MiSE ha voluto organizzare questo workshop per farsi promotore della costruzione di un ecosistema basato sul partenariato pubblico e privato, funzionale allo sviluppo di una mobilità e di una logistica intelligente, autonoma e a impatto zero – ha dichiarato la Sottosegretaria Todde durante il suo intervento di apertura.

Prenderà corpo ora la linea di intervento per quanto concerne gli appalti di innovazione con 50 milioni di euro già stanziati. Da definire le aree entro le quali condurre le sperimentazioni. Prosegue Todde.

La mobilità nelle Città Intelligenti necessita di un forte indirizzo pubblico. Per il loro sviluppo non possiamo prescindere da una Economia Circolare che è peculiare nel nostro Paese, povero di materie prime e dipendente dalle importazioni, quindi naturalmente votato al riciclo.

Fonte: MISE
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti