Cloud Girlfriend, se il flirt è volatile

Cloud Girlfriend è un sito nel quale è possibile creare account fake e flirtare col proprio partner ideale. Malgrado lo scetticismo, c'è chi ammette di aver incassato un appuntamento già dopo la prima navigazione

Roma – Si chiama Cloud Girlfriend ed è un sito neonato che offre agli utenti la possibilità di vivere una relazione sentimentale online. Facendo della finzione la sua peculiarità.

Descritto come “un mix tra Match.com e Second Life”, la peculiarità della nuova piattaforma risiede nell’opportunità di creare dei profili immaginari senza l’obbligo di presentarsi con la propria reale identità. Così, dopo aver creato il proprio profilo cliccando sul tasto “chi vorresti essere” invece di “chi sei”, il sito, per mezzo di un algoritmo, procede alla ricerca dei caratteri compatibili . Ovviamente, la persona trovata potrebbe non esistere nella realtà rimanendo, in questo modo, totalmente privi di informazioni circa la vera identità del proprio interlocutore.

“Noi permettiamo alle persone di creare il proprio ideale, di trovare la perfetta fidanzata o il perfetto fidanzato, connettersi e interagire come se quella persona esistesse davvero. Potrebbe essere utile per imparare come gestire una reale relazione”, spiega David Fuhriman, fondatore del servizio.

Quest’ultimo non corrisponde esattamente al progetto di partenza basato, invece, sul reclutamento di un esercito di ragazze che, scrivendo post sulla bacheca Facebook di profili maschili, avrebbero dovuto attestare il loro successo e la loro popolarità presso le “amicizie” femminili.

Il sito utilizza un tasto di connessione al sito in blu come dispositivo di sicurezza per verificare il sesso e la lingua dei profili appena inseriti. Secondo Fuhriman, i navigatori sceglieranno di interagire con i propri “cloud partner” secondo la propria reale identità.

Le prospettive di monetizzazione non mancano: con la vendita di beni virtuali come “fiori cloud”, “diamanti cloud” e “vacanze cloud”.

Cristina Sciannamblo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • LROBY non loggato scrive:
    Ora che sta arrivando Asus
    Con il suo Transformer, non ce ne sarà più per nessuno!! :)
  • MacBoy scrive:
    Il Tablet giusto...
    l'ha già fatto Apple, infatti ne sta vendendo una vagonata.Dell può fare solo noiosi PC aziendali, appena si cimenta in cose cui la gente normale deve mettere mano al SUO portafoglio per comprare, fallisce sempre (chi si ricorda il clone dell'iPod?? Ahah).
    • Papple scrive:
      Re: Il Tablet giusto...
      - Scritto da: MacBoy
      l'ha già fatto Apple, infatti ne sta vendendo una
      vagonata.

      Dell può fare solo noiosi PC aziendali, appena si
      cimenta in cose cui la gente normale deve mettere
      mano al SUO portafoglio per comprare, fallisce
      sempre (chi si ricorda il clone dell'iPod??
      Ahah).Noiosi PC aziendali?Perché il tuo ti racconta le barzellette?Mamma mia non ve se pò sentì :|
    • poiuy scrive:
      Re: Il Tablet giusto...

      l'ha già fatto Apple, infatti ne sta vendendo una vagonata.Ci posso guardare streaming in flash? Ci posso mettere una memoria SSD? Posso attaccarci il microfono con jack che già uso nel pc?Quando vado su internet, ho la stessa capacità di un PC? Riesco a telefonarci? Ho uscite video HDMI? Posso evitare di comprare mille adattatori e usare i cavi standard che già ho?Perché comprare un iPad, quando posso comprarne uno con Android che costa meno e da di più?Posso seguire fremente l'evoluzione del support a flash per sapere se potrò mai giocare a machinarium sul mio tablet? Esiste per caso qualche smanettone che ha già portato machinarium su Android?Per non parlare della libertà di scelta... che non ha prezzo.
      • MacBoy scrive:
        Re: Il Tablet giusto...
        Sta di fatto che gli altri ancora stanno pensando a come reagire (vedi Dell), e quando lo fanno se ne escono con prodotti immaturi e feature (annunciate) mancanti (vedi Xoom, RIM, ecc)...E se cerchi in rete Google Honeycomb pare stia deludendo abbastanza, ancora non ha la maturità di iOS e nessuno pare sia molto disposto a spendere 600-700 per fare il beta-tester.Senza contare che non sembra proprio nato benissimo a livello d'interfaccia. A mio avviso troppo complessa e pasticciata per l'utenza di massa a cui si rivolgono i tablet.Insomma per quest'anno Apple è ancora MOLTO avanti.Il prossimo anno si vedrà. Magari permetteranno di leggere le pennette USB e memory card senza adattatori (sarebbe ora, lo dico anche io).
      • pietro scrive:
        Re: Il Tablet giusto...
        - Scritto da: poiuy

        l'ha già fatto Apple, infatti ne sta vendendo
        una
        vagonata.

        Ci posso guardare streaming in flash? Ci posso
        mettere una memoria SSD? Posso attaccarci il
        microfono con jack che già uso nel
        pc?
        Quando vado su internet, ho la stessa capacità di
        un PC? Riesco a telefonarci? Ho uscite video
        HDMI? Posso evitare di comprare mille adattatori
        e usare i cavi standard che già
        ho?

        Perché comprare un iPad, quando posso comprarne
        uno con Android che costa meno e da di
        più?

        Posso seguire fremente l'evoluzione del support a
        flash per sapere se potrò mai giocare a
        machinarium sul mio tablet? Esiste per caso
        qualche smanettone che ha già portato machinarium
        su
        Android?

        Per non parlare della libertà di scelta... che
        non ha
        prezzo.quello che sfugge qui è che l'iPad non è un laptop senza tastiera, quelli ci sono già da 10 anni almeno e non se li fila nessuno, il tablet che ha progettatao apple è un'altra cosa, serve per fare altre cose, se uno ha bisogno di un portatile si compra un portatile.p.s. l'iPad non ha un file system, che te ne fai di una SSD?
        • pluto scrive:
          Re: Il Tablet giusto...
          Quello che ti sfugge è che i tablet con android fanno tutto ciò che ho scritto.
          • pietro scrive:
            Re: Il Tablet giusto...
            - Scritto da: pluto
            Quello che ti sfugge è che i tablet con android
            fanno tutto ciò che ho
            scritto. sono dei laptop senza tastiera, come gli altri, quale è il loro target?Se è lo stesso di chi vuole un laptop ne venderanno pochini.Il sucXXXXX dell' iPad sta nelle app, "c'è un app per ogni cosa".Le app (per un utente esperto (ma neanche tanto )) sono inutili, con un browser qualsiasi vai su internet e bypassi l'app, eppure la gente lo compra per le app.., conclusione: dato che di utenti esperti ( ma neanche tanto) ce ne sono pochi ipad continuerà a vendere alla grande. P.S. la presenza di un file system (uno qualsiasi) disorienta un utente inesperto.
          • poiuy scrive:
            Re: Il Tablet giusto...
            Quale è il senso di dire che un tabled (iPad) più limitato è meglio di uno meno limitato?Di app in Android ce ne sono tante, il chi ce l'ha più lungo non funziona più. Inoltre andorid avrebbe anche la possibilità di accedere a più market...Per quanto riguarda la semplicità, Android è semplice e più personalizzabile di iOS.Per quanto riguarda la storia del file system... se la scrivi per dire che una SSD non serve... ti arrampichi veramente sugli specchi. Mi rifiuto di spiegarti a che può servire un lettore SSD. Se non ci arrivi, pazienza.Inoltre quando vai su internet e la maggior parte dei siti non ti funziona, anche un utente medio si chiede il perché.
          • pietro scrive:
            Re: Il Tablet giusto...
            - Scritto da: poiuy
            Quale è il senso di dire che un tabled (iPad) più
            limitato è meglio di uno meno
            limitato?quando quello meno limitato è molto più complesso da usare la gente si limiterà a usarne poche funzioni, a questo punto se quello più limitato avrà un maggior numero di funzioni molto semplici da usare va da sè che usando quello più limitato sarà possibile per una persona normale fare più cose che con l'altro (senza studiare) Quanta gente conosci che programma un forno a microonde per scaldare il pollo a una data ora?
          • poiuy scrive:
            Re: Il Tablet giusto...
            E "quando quello meno limitato" è ugualmente semplice da usare?
          • pietro scrive:
            Re: Il Tablet giusto...
            - Scritto da: poiuy
            E "quando quello meno limitato" è ugualmente
            semplice da
            usare?dipende sempre da chi è il target se tu o mia zia di 65 anni
          • Alcolemic AKA Il Solito scrive:
            Re: Il Tablet giusto...
            - Scritto da: poiuy
            Quale è il senso di dire che un tabled (iPad) più
            limitato è meglio di uno meno
            limitato?Qual è il senso di un tablet (che alla fine è un netbook + limitato)?
          • poiuy scrive:
            Re: Il Tablet giusto...

            Qual è il senso di un tablet (che alla fine è un netbook + limitato)?Questa è un'altra domanda e tra l'altro concordo.Ad ogni modo, per provare a dare senso, io ho già un portatile, e quindi non comprerei un netbook.Viceversa un tablet mi incuriosice... ma non a 600 euro e a patto che quando vado su internet non abbia grosse limitazioni.
          • Alcolemic AKA Il Solito scrive:
            Re: Il Tablet giusto...
            - Scritto da: poiuy

            Qual è il senso di un tablet (che alla fine è un
            netbook +
            limitato)?

            Questa è un'altra domanda e tra l'altro concordo.
            Ad ogni modo, per provare a dare senso, io ho già
            un portatile, e quindi non comprerei un
            netbook.
            Viceversa un tablet mi incuriosice... ma non a
            600 euro e a patto che quando vado su internet
            non abbia grosse
            limitazioni.Beh, la mia ipotese di risposta è che un tablet sia1- più leggero2- più facile da usare3- meno costosoX la cronaca, io ho un portatile, me piuttosto ingombrante, mi son preso un netbook perchè viaggio spesso in treno ed è + comodo e PER LE MIE esigenze un tablet era troppo limitato o troppo costoso...
          • pietro scrive:
            Re: Il Tablet giusto...
            - Scritto da: Alcolemic AKA Il Solito
            - Scritto da: poiuy


            Qual è il senso di un tablet (che alla fine è
            un

            netbook +

            limitato)?



            Questa è un'altra domanda e tra l'altro
            concordo.

            Ad ogni modo, per provare a dare senso, io ho
            già

            un portatile, e quindi non comprerei un

            netbook.

            Viceversa un tablet mi incuriosice... ma non a

            600 euro e a patto che quando vado su internet

            non abbia grosse

            limitazioni.



            Beh, la mia ipotese di risposta è che un tablet
            sia

            1- più leggero
            2- più facile da usare
            3- meno costoso

            ..dimenticate il meno costoso, vale sempre che più è piccolo più è difficile da produrre/progettare più costa.E' un prodotto raffinato che ha richiesto grandi investimenti in R&D e utilizza soluzioni non standard, non può costare poco, se costa poco vale poco.
          • Alcolemic AKA Il Solito scrive:
            Re: Il Tablet giusto...
            - Scritto da: pietro

            1- più leggero

            2- più facile da usare

            3- meno costoso




            ..

            dimenticate il meno costoso, vale sempre che più
            è piccolo più è difficile da produrre/progettare
            più
            costa.
            E' un prodotto raffinato che ha richiesto grandi
            investimenti in R&D e utilizza soluzioni non
            standard, non può costare poco, se costa poco
            vale
            poco.eppure sui netbook ha funzionato.
          • pietro scrive:
            Re: Il Tablet giusto...
            - Scritto da: Alcolemic AKA Il Solito
            - Scritto da: pietro


            1- più leggero


            2- più facile da usare


            3- meno costoso







            ..



            dimenticate il meno costoso, vale sempre che più

            è piccolo più è difficile da produrre/progettare

            più

            costa.

            E' un prodotto raffinato che ha richiesto grandi

            investimenti in R&D e utilizza soluzioni non

            standard, non può costare poco, se costa poco

            vale

            poco.


            eppure sui netbook ha funzionato.come ho detto se costa poco vale poco
          • Rover scrive:
            Re: Il Tablet giusto...
            Stai tranquillo che il prezzo non è congruo rispetto al contenuto tecnologico e ai costi di ricerca.Apple è sull'orlo del fallimento?Chiediti il perchè!Comunque, anche solo per la fruizione di contenuti, i tablet sono prodotti ampiamente incompleti.Credo ci vorranno ancora parecchi mesi e meno furbate da pare dei produttori, a cominciare dalla mela.
          • pietro scrive:
            Re: Il Tablet giusto...
            - Scritto da: Alcolemic AKA Il Solito...
            Qual è il senso di un tablet (che alla fine è un
            netbook + limitato)?no, se pensi sia quello lascia perdere, prenditi un notebook di quelli piccoli che è meglio.Il tablet (l'iPad almeno) è uno strumento adatto per fruire di contenuti in modo semplice, non per produrli.Film, libri, musica, riviste, giornali, giochi, TV. magari un nuovo tipo di prodotto multimediale complesso (che non esiste ancora nonostante i netbook) con filmati, testi, immagini, musica, registrazioni sonore, siti web etc.E' uno strumento per quelli che non sanno cosa sia un file e non vogliono neanche saperne di impararlo ma che comunque desiderano utilizzare internet e le nuove tecnologie, magari senza leggere le istruzioni.Non è certo uno strumento per utenti evoluti che magari mentre stanno guardando un film cercano di editarlo.
  • Marco scrive:
    Brava Apple
    Non sono un fan di Apple (anche se poi non ho capito che vuol dire essere fan di un'azienda; se fa cose buone compro i prodotti, altrimenti niente), però bisogna dire che ha aperto nuovi segmenti di mercato, per quanto ci fossero già in giro qualcosa simile agli smartphone o ai tablet, è solo grazie ai prodotti Apple che il settore è esploso!Inoltre grazie al fatto di aver messo in piedi un app store, molti sviluppatori indipendenti hanno potuto mettere a frutto (monetizzare) le loro conoscenze ed abilità.E ora tutti si trovano a dover rincorrere :-)
    • panda rossa scrive:
      Re: Brava Apple
      - Scritto da: Marco
      Non sono un fan di Apple (anche se poi non ho
      capito che vuol dire essere fan di un'azienda;Semplice: ti pagano e tu vai in giro a far propaganda.
      se
      fa cose buone compro i prodotti, altrimenti
      niente),Nessuna azienda fa cose buone, altrimenti non sarebbe una azienda, sarebbe una fondazione di software libero (FSF)
      però bisogna dire che ha aperto nuovi
      segmenti di mercato, per quanto ci fossero già in
      giro qualcosa simile agli smartphone o ai tablet,
      è solo grazie ai prodotti Apple che il settore è
      esploso!Si chiama "pubblicita'"
      Inoltre grazie al fatto di aver messo in piedi un
      app store, molti sviluppatori indipendenti hanno
      potuto mettere a frutto (monetizzare) le loro
      conoscenze ed abilità.Hai capito tutto di come funziona l'app store, tu.Lo sviluppatore "indipendente" per poter mettere software sull'app store, deve diventare "dipendentissimo", dotarsi di hardware apple, software apple, licenze apple, pagare apple per poter ospitare il software sullo store e riconosce ad apple un notevole pizzo per ogni app venduta.In cambio apple puo' cancellare l'app in qualunque momento solo sulla base dell'umore del giorno di Jobs.
      E ora tutti si trovano a dover rincorrere :-)Si, a rincorrere brandendo un bel bastone nodoso...
      • pietro scrive:
        Re: Brava Apple
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: Marco..

        Inoltre grazie al fatto di aver messo in piedi
        un

        app store, molti sviluppatori indipendenti hanno

        potuto mettere a frutto (monetizzare) le loro

        conoscenze ed abilità.

        Hai capito tutto di come funziona l'app store, tu.
        Lo sviluppatore "indipendente" per poter mettere
        software sull'app store, deve diventare
        "dipendentissimo", dotarsi di hardware apple,
        software apple, licenze apple, pagare apple per
        poter ospitare il software sullo store e
        riconosce ad apple un notevole pizzo per ogni app
        venduta.

        In cambio apple puo' cancellare l'app in
        qualunque momento solo sulla base dell'umore del
        giorno di
        Jobs.ma ti mette a disposizione un mercato potenziale di decine di milioni di clienti, se il tuo programmino che vendi a 1 $ ha appena il minimo sucXXXXX diventi milionario in un paio di settimane e poi puoi anche smettere di programmare..
        • panda rossa scrive:
          Re: Brava Apple
          - Scritto da: pietro
          ma ti mette a disposizione un mercato potenziale
          di decine di milioni di clienti, se il tuo
          programmino che vendi a 1 $ ha appena il minimo
          sucXXXXX diventi milionario in un paio di
          settimane e poi puoi anche smettere di
          programmare..Questo e' un discorso insulso.Perche' dovrei smettere di fare una cosa che mi piace?Perche' dovrei chiedere delle monete posando il cappello per terra sul marciapiede?Io voglio programmare perche' mi piace farlo.Voglio che la gente possa usare i miei programmi perche' mi gratifica il fatto che li usino e che sono soddisfatti. Non mi gratifica certo l'eventuale euro.L'euro se me lo vogliono dare non lo rifiuto, ma non lo chiedo, ed e' una libera scelta.NESSUN INTERMEDIARIO DEVE METTERSI IN MEZZO E PRETENDERE UNA CRESTA!
          • pietro scrive:
            Re: Brava Apple
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: pietro..

            L'euro se me lo vogliono dare non lo rifiuto, ma
            non lo chiedo, ed e' una libera
            scelta.

            NESSUN INTERMEDIARIO DEVE METTERSI IN MEZZO E
            PRETENDERE UNA
            CRESTA!appunto è una libera scelta, gli altri che invece perogrammano e si fanno pagare, utilizzano il servizio (che si paga, come altri servizi del resto) di Apple e probabilmente ne sono contenti (altrimenti programmerebbero per Android)
          • PincoPallin o scrive:
            Re: Brava Apple
            Dai non diciamo cavolate, va bene essere cantinari ma nella vita si deve mangiare... quello che fa apple non è niente di diverso da quello che fa il fruttivendolo, o tu vai a comprare le banane in africa?
          • panda rossa scrive:
            Re: Brava Apple
            - Scritto da: PincoPallin o
            Dai non diciamo cavolate, va bene essere
            cantinari ma nella vita si deve mangiare...E il mangiare che cosa c'entra con il fare le cose che piacciono e gratificano?E' chiaro che prima si mangia e poi ci si diverte.Si assume che abbiamo gia' mangiato altrimenti non saremmo qua.
            quello che fa apple non è niente di diverso da
            quello che fa il fruttivendolo, o tu vai a
            comprare le banane in africa?Con la non trascurabile differenza che:1) il fruttivendolo non vende solo banane2) le banane non sono vendute solo da quel fruttivendolo3) le banane sono comunque liberamente coltivabiliRispiegami un attimo il ruolo di apple alla luce di questo
  • ruppolo scrive:
    L'abuso di posizione dominante
    Perché Dell, e prima di lei HP, immettono nel mercato sia tablet PC Windows che tablet Android, dopo che l'esperienza degli ultimi 10 anni con i tablet PC si è rivelata un totale fallimento?La risposta non può che essere una: "Vi diamo il permesso di commercializzare un tablet con Android solo se commercializzerete anche un tablet con il nostro sistema operativo".
    • nome e cognome scrive:
      Re: L'abuso di posizione dominante
      - Scritto da: ruppolo
      Perché Dell, e prima di lei HP, immettono nel
      mercato sia tablet PC Windows che tablet Android,
      dopo che l'esperienza degli ultimi 10 anni con i
      tablet PC si è rivelata un totale
      fallimento?

      La risposta non può che essere una: "Vi diamo il
      permesso di commercializzare un tablet con
      Android solo se commercializzerete anche un
      tablet con il nostro sistema
      operativo".Dici che microsoft domina nel settore dei tablet?
      • Pel scrive:
        Re: L'abuso di posizione dominante

        Dici che microsoft domina nel settore dei tablet?No, ma nei PC sì. E mi ricordo che alcuni anni fa Dell aveva annunciato che avrebbe installato Linux sui PC, salvo fare marcia indietro dopo poche settimane. Il motivo? Semplice, Microsoft avvisò "informalmente" Dell che se avesse messo in vendita PC con Linux, non gli avrebbe più venduto le licenze di Windows. Dell fece due conti e tornò all'ovile...
        • nome e cognome scrive:
          Re: L'abuso di posizione dominante

          No, ma nei PC sì. E mi ricordo che alcuni anni fa
          Dell aveva annunciato che avrebbe installato
          Linux sui PC, salvo fare marcia indietro dopo
          poche settimane. Il motivo? Semplice, Microsoft
          avvisò "informalmente" Dell che se avesse messo
          in vendita PC con Linux, non gli avrebbe più
          venduto le licenze di Windows. Dell fece due
          conti e tornò
          all'ovile...Dell installa ancora linux, e forse quella minaccia è stata fatta nel mondo dei sogni visto che di certo Microsoft non può permettersi di non vendere licenze windows a Dell...Al massimo Microsoft può aver applicato l'accordo commerciale di esclusiva, facendo uno sconto per essere l'unico fornitore di sistemi operativi... se Dell ha accettato significa che lo sconto è più conveniente del margine portato da linux. Considerando che linux è gratis quindi tutto margine significa che non lo voleva proprio nessuno.
          • panda rossa scrive:
            Re: L'abuso di posizione dominante
            - Scritto da: nome e cognome
            Al massimo Microsoft può aver applicato l'accordo
            commerciale di esclusiva, facendo uno sconto per
            essere l'unico fornitore di sistemi operativi...
            se Dell ha accettato significa che lo sconto è
            più conveniente del margine portato da linux.
            Considerando che linux è gratis quindi tutto
            margine significa che non lo voleva proprio
            nessuno.Tu li sai i termini dell'accordo?Linux e' gratis, quindi zero.Winsozz e' commerciale, quindi M$ puo' anche essersi permessa di offrirlo a prezzo negativo, pur di eliminare la concorrenza libera.Linux e' ovunque, non dimenticarlo.
          • nome e cognome scrive:
            Re: L'abuso di posizione dominante

            Tu li sai i termini dell'accordo?
            Linux e' gratis, quindi zero.
            Winsozz e' commerciale, quindi M$ puo' anche
            essersi permessa di offrirlo a prezzo negativo,
            pur di eliminare la concorrenza
            libera.Si certo, poi ha dato una mela all'antitrust e gli ha detto zitta zitta... gli accordi commerciali sono regolati e un leader di mercato ha delle limitazioni enormi. Costa tanto ammettere che linux è una XXXXX che nessuno vuole nemmeno regalato? Get the facts, è gratis, chiunque può scaricarlo, eppure non si schioda dall'1% ...
            Linux e' ovunque, non dimenticarlo.Infatti oggi abbiamo dovuto riavviare il router 12 volte... grazie linux.
          • panda rossa scrive:
            Re: L'abuso di posizione dominante
            - Scritto da: nome e cognome
            Costa tanto ammettere che linux è una XXXXX che
            nessuno vuole nemmeno regalato? Certo.500 mosche non possono mica essersi sbagliate.http://www.top500.org/
            Get the facts, è
            gratis, chiunque può scaricarlo, eppure non si
            schioda dall'1%
            ...


            Linux e' ovunque, non dimenticarlo.

            Infatti oggi abbiamo dovuto riavviare il router
            12 volte... grazie
            linux.Se invece di sbatter via soldi in licenze winsozz e poi affidare il sistema all'amico del cuggino che ne sa, aveste dato quei soldi ad un vero sistemista, le vostre macchine sarebbero stabilissime e io avrei qualcuno in piu' con cui passare le mie giornate sul forum di PI invece che con un antipatico come te.
          • nome e cognome scrive:
            Re: L'abuso di posizione dominante
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: nome e cognome


            Costa tanto ammettere che linux è una XXXXX che

            nessuno vuole nemmeno regalato?

            Certo.
            500 mosche non possono mica essersi sbagliate.
            http://www.top500.org/Hai mai visto cosa succede al +1 quando x tende ad infinito?
            Se invece di sbatter via soldi in licenze winsozz
            e poi affidare il sistema all'amico del cuggino
            che ne sa, aveste dato quei soldi ad un vero
            sistemista, le vostre macchine sarebbero
            stabilissime e io avrei qualcuno in piu' con cui
            passare le mie giornate sul forum di PI invece
            che con un antipatico come
            te.Ma il nostro (ex)sistemista linux ora ha un sacco di tempo libero per discutere con te sul forum... noi riavviamo il bidone ogni tanto e risparmiamo una quarantina di migliaia di euro di stipendio lordo.
  • panda rossa scrive:
    Al solito, il confronto diretto fa paura
    Perche' i tablet basati su intel devono avere windows e quelli basati su arm linux?Perche' non mettere linux anche su quelli con intel?Semplice. Perche' poi il consumatore si dovra' interrogare sulla differenza di 100 euro tra due modelli con hardware perfettamente identico.E allora si mette linux sull'hardware piu' costoso per nascondere il costo di licenza di winsozz.
    • Picchiatell o scrive:
      Re: Al solito, il confronto diretto fa paura
      - Scritto da: panda rossa
      Perche' i tablet basati su intel devono avere
      windows e quelli basati su arm
      linux?

      Perche' non mettere linux anche su quelli con
      intel?

      Semplice. Perche' poi il consumatore si dovra'
      interrogare sulla differenza di 100 euro tra due
      modelli con hardware perfettamente
      identico.

      E allora si mette linux sull'hardware piu'
      costoso per nascondere il costo di licenza di
      winsozz.Passi i notebook ma mettere windows allo stato attuale su un qualsiasi "touch coso" non lo capisco proprio... e se parliano di Dell che in tutte le maniere ha cercato di affossare linux negli ultimi anni ancora meno...
      • IlTester scrive:
        Re: Al solito, il confronto diretto fa paura
        Quei modelli di tablet con windows sono tablet-pc, ovvero sono anche portatili a tutti gli effetti, ma con un doppio digitalizzatore (in questo caso n-trig). E sono in commercio da una decina d'anni. Perché i tablet non li ha certo inventati Apple con iPad, questa al massimo ha aperto il mercato di massa. Non che windows sia meglio, oltre a tutti i suoi difetti intrinsechi soffre soprattutto la carenza di applicazioni ottimizzate per il touchscreen e lo stilo. Perché in fondo i tablet-pc restano prodotti di nicchia a prezzi poco accessibili.
        • ruppolo scrive:
          Re: Al solito, il confronto diretto fa paura
          - Scritto da: IlTester
          Quei modelli di tablet con windows sono
          tablet-pc, ovvero sono anche portatili a tutti
          gli effetti, ma con un doppio digitalizzatore (in
          questo caso n-trig). E sono in commercio da una
          decina d'anni. Perché i tablet non li ha certo
          inventati Apple con iPad,Intendi i tablet fallimentari prodotti negli ultimi 10 anni? No, quelli lì non li ha inventati Apple.
          questa al massimo ha
          aperto il mercato di massa.Non direi, il tablet di Apple non ha nulla a che spartire con i tablet PC fallimentari degli ultimi 10 anni, anche se la forma è simile (ma anche un quadro ha una forma simile).
          Non che windows sia meglio, oltre a tutti i suoi
          difetti intrinsechi soffre soprattutto la carenza
          di applicazioni ottimizzate per il touchscreen e
          lo stilo. Perché in fondo i tablet-pc restano
          prodotti di nicchia a prezzi poco
          accessibili.Restano prodotti inutili, ora che c'è iPad.
          • pippO scrive:
            Re: Al solito, il confronto diretto fa paura
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: IlTester

            Quei modelli di tablet con windows sono

            tablet-pc, ovvero sono anche portatili a tutti

            gli effetti, ma con un doppio digitalizzatore
            (in

            questo caso n-trig). E sono in commercio da una

            decina d'anni. Perché i tablet non li ha certo

            inventati Apple con iPad,

            Intendi i tablet fallimentari prodotti negli
            ultimi 10 anni? No, quelli lì non li ha inventati
            Apple.
            Il newton? :D
          • pietro scrive:
            Re: Al solito, il confronto diretto fa paura
            - Scritto da: pippO
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: IlTester


            Quei modelli di tablet con windows sono


            tablet-pc, ovvero sono anche portatili a tutti


            gli effetti, ma con un doppio digitalizzatore

            (in


            questo caso n-trig). E sono in commercio da
            una


            decina d'anni. Perché i tablet non li ha certo


            inventati Apple con iPad,



            Intendi i tablet fallimentari prodotti negli

            ultimi 10 anni? No, quelli lì non li ha
            inventati

            Apple.


            Il newton? :Da quei tempi no c'era Jobs, se ci fosse stato forse le cose sarebbero andate diversamente
          • Il Solito scrive:
            Re: Al solito, il confronto diretto fa paura
            - Scritto da: ruppolo

            Restano prodotti inutili, ora che c'è iPad.beh, non che l'Ipad sia in effetti granchè utile...
          • IlTester scrive:
            Re: Al solito, il confronto diretto fa paura
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: IlTester

            Quei modelli di tablet con windows sono

            tablet-pc, ovvero sono anche portatili a tutti

            gli effetti, ma con un doppio digitalizzatore
            (in

            questo caso n-trig). E sono in commercio da una

            decina d'anni. Perché i tablet non li ha certo

            inventati Apple con iPad,

            Intendi i tablet fallimentari prodotti negli
            ultimi 10 anni? No, quelli lì non li ha inventati
            Apple.Taci trollone, non hai nemmeno idea di cosa si possa fare con un digitalizzatore wacom o n-trig (e che non si può certo fare con un iCoso). Basta citare la Apple e subito gli unti di zio Steve sparano all'impazzata.

            questa al massimo ha

            aperto il mercato di massa.

            Non direi, il tablet di Apple non ha nulla a che
            spartire con i tablet PC fallimentari degli
            ultimi 10 anni, anche se la forma è simile (ma
            anche un quadro ha una forma
            simile).Fallimentare e patetico sei tu. Ma è inutile risponderti, tanto si vede lontano un miglio che stai trollando. Ma almeno ti pagano dalla Apple? Perché se lo fai gratis vuol dire che sei proprio...L'unica cosa veramente fallimentare dei tablet-pc negli ultimi 10 anni è stato il marketing, ma non c'è da stupirsi visto che se ne è occupata principalmente la microsoft.

            Non che windows sia meglio, oltre a tutti i suoi

            difetti intrinsechi soffre soprattutto la
            carenza

            di applicazioni ottimizzate per il touchscreen e

            lo stilo. Perché in fondo i tablet-pc restano

            prodotti di nicchia a prezzi poco

            accessibili.

            Restano prodotti inutili, ora che c'è iPad.Veramente in molti ambiti professionali un iCoso può ben poco contro il mio tablet-pc. Avrà altra utilità, per navigare, multimedia, sarà anche più comodo in mobilità per via di peso e dimensioni ridotte, ma non ha certo le funzionalità di un tablet pc.
          • pietro scrive:
            Re: Al solito, il confronto diretto fa paura
            - Scritto da: IlTester..
            Veramente in molti ambiti professionali un iCoso
            può ben poco contro il mio tablet-pc. Avrà altra
            utilità, per navigare, multimedia, sarà anche più
            comodo in mobilità per via di peso e dimensioni
            ridotte, ma non ha certo le funzionalità di un
            tablet
            pc.strano iPad vende e gli altri no, evidentemente alla gente serve quello che fa iPad mentre invece quello che potrebbero fare con gli altri tablet lo preferiscono fare con un normale laptop
          • IlTester scrive:
            Re: Al solito, il confronto diretto fa paura
            - Scritto da: pietro
            - Scritto da: IlTester
            ..

            Veramente in molti ambiti professionali un iCoso

            può ben poco contro il mio tablet-pc. Avrà altra

            utilità, per navigare, multimedia, sarà anche
            più

            comodo in mobilità per via di peso e dimensioni

            ridotte, ma non ha certo le funzionalità di un

            tablet

            pc.

            strano iPad vende e gli altri no, evidentemente
            alla gente serve quello che fa iPad mentre invece
            quello che potrebbero fare con gli altri tablet
            lo preferiscono fare con un normale
            laptopCerto, è una questione di esigenze. Allo stesso modo in cui quello che faccio io con il tablet-pc non potrei farlo con iPad. Non a caso i tablet-pc sono sempre stati per vocazione un prodotto di nicchia (che non vuol dire fallimentare). Sono stati sempre trattati come prodotti business, basta pensare che molti modelli non vengono nemmeno venduti al dettaglio o ai privati e per acquistarli è necessaria la partita IVA. In Italia i tablet-pc sono praticamente sconosciuti (basta guardare questa discussione, dove anche molti addetti ai lavori li confondono con i tablet generici), all'estero sono un po' più diffusi anche tra gli studenti (per gli universitari sono una manna).Imho il vero fallimento è il fatto che in 10 anni nei quali non esisteva concorrenza microsoft con le aziende partner non sia riuscita a far lanciare dei modelli non professionali a prezzi accessibili ai privati e agli studenti. Apple invece è stata maestra nel conquistare il mercato mainstream con iPad. Sia chiaro che non ce l'ho con iPad, è un device con i suoi vantaggi e i suoi limiti, semplicemente non risponde alle mie esigenze ma a quanto pare torna utile a molta altra gente. Ma non venite a dirmi che iPad è la soluzione ai problemi del mondo. Basta pensare (e lo cito perché mi diverte troppo) ai giornalisti che usano iPad per lavoro: quando devono scrivere a mano al massimo l'iPad torna utile come supporto per i fogli di carta (mentre io col digitalizzatore wacom ho l'inchiostro digitale e il riconoscimeto calligrafico).
          • pietro scrive:
            Re: Al solito, il confronto diretto fa paura
            - Scritto da: IlTester... Basta pensare (e lo cito
            perché mi diverte troppo) ai giornalisti che
            usano iPad per lavoro: quando devono scrivere a
            mano al massimo l'iPad torna utile come supporto
            per i fogli di carta (mentre io col
            digitalizzatore wacom ho l'inchiostro digitale e
            il riconoscimeto
            calligrafico).imbranati, con l'iPad se devi prendere appunti non scrivi, detti.
          • IlTester scrive:
            Re: Al solito, il confronto diretto fa paura
            Sicuro, voglio proprio vedere qualche centinaio di persone dettando ad una conferenza o durante una lezione universitaria. Vai a trollare altrove, che è meglio.
          • Il Solito scrive:
            Re: Al solito, il confronto diretto fa paura
            - Scritto da: IlTester

            L'unica cosa veramente fallimentare dei tablet-pc
            negli ultimi 10 anni è stato il marketing, ma non
            c'è da stupirsi visto che se ne è occupata
            principalmente la
            microsoft.
            veramente se c'è una cosa in cui alla Microsoft sono dei maestri assoluti è proprio il marketing...
          • Doh scrive:
            Re: Al solito, il confronto diretto fa paura
            - Scritto da: Il Solito
            - Scritto da: IlTester



            L'unica cosa veramente fallimentare dei
            tablet-pc

            negli ultimi 10 anni è stato il marketing, ma
            non

            c'è da stupirsi visto che se ne è occupata

            principalmente la

            microsoft.



            veramente se c'è una cosa in cui alla Microsoft
            sono dei maestri assoluti è proprio il
            marketing...Sottoscrivo in pieno... sono riusciti addirittura a far credere che Windows sia un sistema operativo... :-)
    • nome e cognome scrive:
      Re: Al solito, il confronto diretto fa paura
      - Scritto da: panda rossa
      Perche' i tablet basati su intel devono avere
      windows e quelli basati su arm
      linux?

      Perche' non mettere linux anche su quelli con
      intel?Perché almeno quelli con intel li vogliono vendere.
      Semplice. Perche' poi il consumatore si dovra'
      interrogare sulla differenza di 100 euro tra due
      modelli con hardware perfettamente
      identico.E spenderà i 100 euro in più come ha già dimostrato di fare con i netbook.
      E allora si mette linux sull'hardware piu'
      costoso per nascondere il costo di licenza di
      winsozz.Si ovviamente, da cosa deduci che l'hardware su cui piazzano linbidone è più costoso?
      • Doh scrive:
        Re: Al solito, il confronto diretto fa paura


        E allora si mette linux sull'hardware piu'

        costoso per nascondere il costo di licenza di

        winsozz.

        Si ovviamente, da cosa deduci che l'hardware su
        cui piazzano linbidone è più
        costoso?A me risultava che ARM costasse meno di Atom... 25 dollari circa il chip A5 di Apple, 15 dollari circa il Tegra 2 di Nvidia. Qualcuno sa quanto costa il nuovo Atom per tablet (in quantità ovviamente)?
  • il signor rossi scrive:
    Per forza...
    I primi tablet usciti avevano prezzi astronomici: chi paga 800 euro per uno xoom quando c'è l'ipad2 che è un prodotto su una piattaforma matura e costa meno? I primi tablet usciti poi erano basati su android 2, che non era adatto ai tablet, e solo ora iniziamo a vedere il 3.0.La verità è che Apple era veramente ma veramente in vantaggio, tanto che anche un gigante come Google ci ha messo un anno per recuperare.Per il futuro può darsi che Android recuperi e sorpassi ios. Forse in futuro avremo per smartphone e tablet un panorama simile a quello dei PC ma con Android al posto di Windows: una percentuale alta, tipo l'80%, di dispositivi di varie marche, caratteristiche e prezzi con Android, e una nicchia di utenti che non badano al prezzo con iphone/ipad. Apple avrà una nicchia sua, proprio come nel settore pc.Il grande cambiamento secondo me sarà il ruolo di Windows... che verrà soppiantato da Android, con uno scenario per il futuro tutto da vedere (cosa accadrà se Google deciderà di promuovere il suo OS anche ai desktop?).
    • banca scrive:
      Re: Per forza...
      - Scritto da: il signor rossi
      I primi tablet usciti avevano prezzi astronomici:
      chi paga 800 euro per uno xoom quando c'è l'ipad2
      che è un prodotto su una piattaforma matura e
      costa meno? I primi tablet usciti poi erano
      basati su android 2, che non era adatto ai
      tablet, e solo ora iniziamo a vedere il
      3.0.
      La verità è che Apple era veramente ma veramente
      in vantaggio, tanto che anche un gigante come
      Google ci ha messo un anno per
      recuperare.
      Per il futuro può darsi che Android recuperi e
      sorpassi ios.

      Forse in futuro avremo per smartphone e tablet un
      panorama simile a quello dei PC ma con Android al
      posto di Windows: una percentuale alta, tipo
      l'80%, di dispositivi di varie marche,
      caratteristiche e prezzi con Android, e una
      nicchia di utenti che non badano al prezzo con
      iphone/ipad. Apple avrà una nicchia sua, proprio
      come nel settore
      pc.
      Il grande cambiamento secondo me sarà il ruolo di
      Windows... che verrà soppiantato da Android, con
      uno scenario per il futuro tutto da vedere (cosa
      accadrà se Google deciderà di promuovere il suo
      OS anche ai
      desktop?).eppure android non mi convince, se fosse nato prima (e meglio) magari meego avrebbe avuto più speranze..
    • Picchiatell o scrive:
      Re: Per forza...
      - Scritto da: il signor rossi
      Il grande cambiamento secondo me sarà il ruolo di
      Windows... che verrà soppiantato da Android, con
      uno scenario per il futuro tutto da vedere (cosa
      accadrà se Google deciderà di promuovere il suo
      OS anche ai
      desktop?). piu' che altro cosa accadrebbe se google cominciasse a pensare e produrre in "proprio" l'hardware ?
      • nome e cognome scrive:
        Re: Per forza...

        piu' che altro cosa accadrebbe se google
        cominciasse a pensare e produrre in "proprio"
        l'hardware
        ?Quello che è sucXXXXX col nexus?
    • hermanhesse scrive:
      Re: Per forza...
      Sono d'accordo pressochè su tutto, ma credo che Windows si affiancherà ad Android. Penso che anche Linux "non android" possa avere non dico nell'immediato ma a breve uno sbocco su questi sistemi.
Chiudi i commenti