CompAmerica snobba Linux, sceglie VMS

Il grande rivenditore statunitense ha deciso di preinstallare su alcuni suoi PC un sistema operativo con licenza gratuita basato su OpenVMS. Una scelta anticonformista?
Il grande rivenditore statunitense ha deciso di preinstallare su alcuni suoi PC un sistema operativo con licenza gratuita basato su OpenVMS. Una scelta anticonformista?


Roma – Su alcuni futuri modelli di PC venduti dal noto retailer americano CompAmerica non girerà né Windows né Linux, bensì una variante del sistema operativo OpenVMS che integra l’ambiente grafico desktop KDE.

CompAmerica non ha fornito molti dettagli sul “nuovo” sistema operativo, limitandosi a dire che ha un aspetto “molto simile a Windows XP” e che comprende un nutrito numero di applicazioni desktop: tra queste una suite per l’ufficio (OpenOffice?) in grado di aprire e modificare i file di Word 2003, il browser Mozilla, un player multimediale, un client e-mail e di instant messaging. La società afferma che gli utenti avranno accesso, on-line, ad una libreria di oltre 2.000 applicazioni scaricabili.

AX5, questo il nome dell’OS, dovrebbe supportare nativamente il file-system NTFS di Microsoft e, pertanto, interagire con le partizioni di Windows NT, 2000, XP e 2003.

Insieme ai propri PC, CompAmerica fornirà anche un CD contenente una versione “live” di AX5 che potrà essere utilizzata senza la necessità di installarla su hard disk.

Non è chiaro perché CompAmerica abbia deciso di snobbare Linux, ma è ovvio che sulla singolare iniziativa si focalizzi una certa attenzione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

14 12 2005
Link copiato negli appunti