Compaq mette a dieta i suoi server

Compaq, con la partnership di Intel, tenta la via di un mercato nascente: quello dei server ultradensi. L'obiettivo è comprimere gli attuali server a cluster in spazi molto esigui, tagliando nel contempo il consumo di energia


Houston (USA) – L’inasprirsi dei costi dell’energia elettrica, un problema che ormai interessa molte parti del mondo – fra cui la stessa Silicon Valley – e la continua fame di spazio delle aziende moderne, hanno portato alla nascita di un nuovo mercato: quello dei server “ultradensi”.

Questo nuova nicchia, fiutata inizialmente da start-up come RLX Technologies e Rebel.com , ha attratto da qualche tempo l’interesse dei big, fra cui Compaq ed Intel. I due colossi stanno infatti collaborando per lo sviluppo di una nuova linea di server ultradensi, denominata QuickBlade, che si prefigge l’obiettivo di “comprimere” centinaia di CPU in un mobile che occupi, a terra, una superficie poco più grande di mezzo metro quadrato.

Questi server hanno una configurazione a rack molto compatta, somigliante alla disposizione di una serie di libri su di uno scaffale. Una delle priorità, in questi sistemi, è ridurre il consumo di energia, e di conseguenza l’emissione di calore: un obiettivo che se Rebel e RLX hanno raggiunto adottando CPU Transmeta, Compaq raggiungerà adottando le imminenti CPU mobile Tualatin di Intel.

Tualatin è la nuova linea di processori con core a 0,13 micron che rimpiazzeranno l’attuale famiglia di Pentium III e si rivolgeranno, in modo particolare, al mercato mobile. Sempre che non subiscano il ritardo temuto da Intel (vedi notizia relativa di oggi).

Compaq adotterà solo architetture made in Intel per la sua linea di server QuickBlade, scartando da subito le CPU Crusoe di Transmeta perché, a suo avviso, l'”emulazione e il code-morphing è una smisurata tassa da pagare sulle prestazioni”.

Per i suoi server ultradensi,Compaq è interessata a due chipset di Intel: il 440GX, che supporta fino a 2 GB di memoria, ed il 440BX, che supporta fino a 1 GB di memoria. Inizialmente, e proprio per le attuali limitazioni a cui sono soggetti questi chipset, i computer che formeranno un server QuickBlade saranno formati da macchine a singolo processore: in seguito, e con la collaborazione di Intel, l’azienda conta di commercializzare sistemi ultradensi costituiti da macchine dual-processor.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Sarò un corvo bianco.,..
    Ho richiesto la linea ISDN e l'ho avuta in 48 ore.Con tutti i difetti che può avere Telecom, io non mi posso lamentare. Anche questo è dovere di cronaca.
  • Anonimo scrive:
    Per disdire telecoz quanto ci vuole( un pò OT)
    LunghinoVorrei sapere per poter troncare definitivamente con telecoz quanto tempo mi fanno attendere?Vi chiede questo perche oggi mi e arrivata la bolletta telocoz con £77.000 di addebito, ma io ormai telecoz non la uso più gli pago solo il canone ma sta volta ce una misteriosa telefonata di 8 minuti 10 secondi di ben 20.234+IVA.Ma un altro strano fatto si e verificato che anche mio zio che pure lui paga solo il canone A TELECOZ a fatto la stessa identica telefonata di 8minuti e 10 secondi per la bellezza di 20.234+IVA , bha le concidenze della vita.Il mio operatore alternativo mi ha detto che gente che ha fatto disdetta ad aprile ancora attende.grazie anticiapate
  • Anonimo scrive:
    I fatti parlano
    I fatti parlano:15 gioni per attivarmi la linea telefonica7 giorni per attivarmi l'isdn22 giorni per attivarmi la linea aggiuntiva all'isdn (per l'adsl) Più le complicazioni che si sono verificate dopo sempre per causa della telecom (guasti che nn sapevano manco loro che esistevano)E voi dite che ci attivano il telefono in 10 gg?E che i guasti sono risolti addirittura in 24 ore? ahahahhahahaharidere per non piangere.
    • Anonimo scrive:
      Re: I fatti parlano: non sempre ...
      - Scritto da: Dark
      I fatti parlano:
      15 gioni per attivarmi la linea telefonica
      7 giorni per attivarmi l'isdn
      22 giorni per attivarmi la linea aggiuntiva
      all'isdn (per l'adsl) Più le complicazioni
      che si sono verificate dopo sempre per causa
      della telecom (guasti che nn sapevano manco
      loro che esistevano)

      E voi dite che ci attivano il telefono in 10
      gg?E che i guasti sono risolti addirittura
      in 24 ore?
      ahahahhahahaha

      ridere per non piangere.Secondo me dipende dalle zone: io chiesi l'attivazione della linea il primo giorno lavorativo del 1994 (quindi il 2 o il 3 Gennaio) e il giorno prima dell'epifania avevo la linea attiva e funzionante! :-)Uee'!Non voglio difendere la scellerata Telecoz: e' solo "dovere di cronaca".
    • Anonimo scrive:
      Re: I fatti parlano
      - Scritto da: Dark
      I fatti parlano:
      15 gioni per attivarmi la linea telefonica
      7 giorni per attivarmi l'isdn
      22 giorni per attivarmi la linea aggiuntiva
      all'isdn (per l'adsl) Più le complicazioni
      che si sono verificate dopo sempre per causa
      della telecom (guasti che nn sapevano manco
      loro che esistevano)Per moi 54 gg. x il servizio CHI è.Che poi mi hanno addebitato 2 volte sulla stessa bolletta.
  • Anonimo scrive:
    Magari attivassero la linea in dieci giorni.
    Io ho richiesto una linea analogica tramite il 187 e mi è stata attivata dopo 21 giorni.
  • Anonimo scrive:
    la linea in 10 giorni??
    ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahhahahahe i guasti in un giorno?ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahhahahahnegli ultimi sei mesi telecom me ne ha fatte tante e così bizzarre da scriverci sopra un libro..ma mi consolo..so di non essere solo
  • Anonimo scrive:
    Il guasto in un giorno ??????
    Provate a chiamare il 182: a me hanno chiesto, per la mia linea ISDN che mi costa ben 64.000 lire a bimestre (!) più di un mese.L'operatore 182 può solo segnalare il malfunzionamento nel "database", poi quando richiami dopo UNA SETTIMANA, inkazzato NERO perchè il telefono non va, ti mandano due IGNORANTI che ritengono che la linea è in corto. Maccome in corto: sento un segnale di occupato, posso ricevere ma non trasmettere, come può essere in corto? "Certo che può!". Allora ecco la solita frase che non voglio mai dire, "lei non sa chi sono io" e gli sfavello anni di studi e di insegnamenti, a richiesta posso anche fare un ripassino sulle leggi di Kirckoff. ma tant'è. 2 gg, il problema si ripresenta. Ho pazienza perchè il difetto va e viene, ma sono arcistufo.Finalmente il SABATO, dopo telefonate minatorie mi arriva un tecnico alle ore 13.25, che dà dei somari ai colleghi, si dimostra competente e umile per i guasti.Armeggia con la borchia (?) isdn, mi spiega in DUE parole cosa può essere, senza fronzoli o balle varie, senza sapere che ha davanti qlc che capisce anche i termini tecnici. Il problema c'è ancora, sembra più rado, ma almeno abbiamo escluso una parte dell'impianto.A gennaio ho chiamato perchè la linea era COMPLETAMENTE ferma, in entrambe i sensi.MI hanno richiesto UNA SETTIMANA/15 GG ALMENO!Allora ho minacciato di pagare la FLAT che avevo sottoscritto ridotta di 15 gg, poi ho gentilmente richiesto un intervento urgente per un grave probl. di salute di un famigliare. Sono arrivati subuito, hanno capito che il guasto era in centrale (come da me suggerito) ed hanno cambiato "una scheda". Lavoro di poche ore (meno di 2 penso).E qui parliamo di 1 Giorno?????
Chiudi i commenti