Computer che apprendono, by Intel

Il chipmaker rilascia sotto licenza open source il codice di una serie di software utilizzabili per consentire ai computer di imparare dalle proprie esperienze e dalle interazioni con l'utente


Vancouver (Canada) – Con l’obiettivo di diffondere l’uso delle tecnologie che consentono ai computer di poter “apprendere” dalle proprie esperienze, Intel ha rilasciato sotto licenza open source il codice di una suite di software, chiamata Probabilistic Network Library (PNL), fondata sui principi matematici bayesiani, gli stessi utilizzati nei metodi di apprendimento di concetti basati sul calcolo delle probabilità.

Intel sostiene che le sue tecnologie possono aiutare i computer a prevedere certi eventi e comportamenti calcolando quanto spesso questi si sono verificati nel passato. La logica di Bayes è ad esempio utilizzata da molti programmi antispam per decidere, sulla base delle precedenti selezioni fatte dall’utente, quali messaggi vanno scartati e quali no.

Il colosso californiano ha spiegato che la propria libreria può essere utilizzata in una grande varietà di ambiti applicativi, quali ad esempio la ricerca di informazioni, la selezione delle proteine in biologia, la creazione di modelli comportamentali e la definizione di algoritmi in grado di rispondere a certi eventi nel modo più corretto. E’ ad esempio possibile, secondo i ricercatori di Intel, creare giocattoli che reagiscano al comportamento dei bambini.

La PNL va ad affiancarsi ad altre due librerie open source rilasciate da Intel negli scorsi anni: la Computer Vision Library e l’ Audio-Visual Speech Recognition . Insieme, questi software fanno parte della Open Source Machine Learning Library (OpenML), un insieme di strumenti sviluppati con l’obiettivo di aiutare i ricercatori a creare applicazioni in grado di apprendere dalle interazioni con l’utente e con l’ambiente circostante.

“Intel vuole che i computer siano maggiormente capaci di compiere azioni preventive”, ha affermato David Tennenhouse, vice president del Corporate Technology Group e director of research di Intel. “Per far questo hanno bisogno di imparare dalle proprie esperienze con gli utenti e il mondo attorno a loro. Utilizzando nuovi metodi statistici per identificare certi modelli chiave, questi sistemi inizieranno ad anticipare i bisogni dei propri utenti e pre-calcolare le risposte alle domande più comuni (…)”.

Attraverso la diffusione di tali tecnologie il gigante dei chip spera di spingere la domanda di processori e di componenti hardware sempre più potenti e sofisticati.

Come le precedenti librerie, anche la PNL è stata rilasciata da Intel sotto una licenza open source che si rifà a quella BSD e che, al pari di questa, consente l’utilizzo del codice anche all’interno di applicazioni commerciali.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • visik7 scrive:
    Considerazioni
    Salve a tuttiLeggo PI ormai da diversi anni, e purtroppo noto che molto spesso le discussioni su un dato articolo sfociano in flame, (500 commenti su una notizia che x lo + sfociano sempre su windows vs linux (veramente patetico)) poi ho letto questo articolo e mi son detto :" cissà quante persone lo hanno commentato?", beh il risultato lo vedete anche voi. Il numero di utenti che commenta articoli seri e veramente esiguo rispetto a chi scrive tanto x flammare.con questo cosa voglio dire ? non lo so pero' ci ho ragionee i fatti ... mi cosano vala vala==================================Modificato dall'autore il 10/12/2003 22.26.28
    • DarKStaR scrive:
      Re: Considerazioni
      - Scritto da: visik7
      Salve a tutti
      Leggo PI ormai da diversi anni, e purtroppo
      noto che molto spesso le discussioni su un
      dato articolo sfociano in flame, (500
      commenti su una notizia che x lo + sfociano
      sempre su windows vs linux (veramente
      patetico)) poi ho letto questo articolo e mi
      son detto :" cissà quante persone lo hanno
      commentato?", beh il risultato lo vedete
      anche voi. Il numero di utenti che commenta
      articoli seri e veramente esiguo rispetto a
      chi scrive tanto x flammare.
      con questo cosa voglio dire ?
      non lo so io ho una mia idea: il fatto che le discussioni "linux vs Windows" siano così accese, è dato dal fatto che i contorni della questione siano NETTI, NITIDI, e le due parti si possono mettere in contrapposizione TOTALMENTE. Closed contro GPL, business contro passione, monopolio contro "anarchia" (tra tante virgolette che lo so che non è così, ma non mi veniva un'altra parola). è facile scegliersi una parte e attaccare l'altra..Ma qua chi sono i cattivi? i portavoce delle multinazionali che si fanno gli affari loro, ma ti portano (a volte) il cavo ADSL sotto casa o questi di RSF che hanno legami con la CIA per screditare cuba ma che SICURAMENTE hanno anche qualcosa da dire di importante?qui, penso un sacco di persone si ritrova a dire: "che cos'ho IO da dire che non sia "checcevuoifatantosonolorochehannoilpower"" oppure "Boh..mahhh.."?
      pero' ci ho ragione
      e i fatti ... mi cosano ti COSANO???? EHHHHH??? :-)))))
      vala vala
      Hola,Dark
  • Anonimo scrive:
    ancora su rsf
    Confermo le perplessità su rsf. menard è legato alla Federazione cubano americana di Miami, alias braccio della Cia e da cui provengono assassini e terroristi come i fratelli Novo Sampoll, Posada carriles, che da nuovi studi sembra anche implicato nell'assassinio di JfK e altri tremendi personaggi. A chi fa comodo menard? E chi lo finanzia è la domanda che bisogna porsi. A proposito di Cuba (che è sotto embargo, anche per il settore informatico, visto chi detiene la tecnologia nel mondo) lo sapete che ci sono corsi di computer e Internet per vecchi e bambini, che stanno introducendo computer e uso di Internet nelle scuole e che ci sono centri appositi per imparare a usare Internet e a collegarsi? Chiaro, con le possibilità economiche dell'isola, che sono poche, ma sono sempre di più che nella vicina Haiti, mai citata come esempio di non democrazia.occhio ai media, voce alla vera informazione e al pensiero
  • UmAnOiDe/69 scrive:
    RSF: paladini di chi?
    Prima di lanciarsi in una difesa tanto accorata di RSF, sarà bene ricordare per dovere di completezza i motivi di tale "assenza" e cioè che questa organizzazione era stata precedentemente sospesa dal ruolo di membro consultivo dell'ONU (specificamente dalla Commissione ONU per i Diritti Umani) per decisione del Comitato delle Nazioni Unite per le Organizzazioni non Governative (ONG).Questo a seguito delle dimostrate e confesse connivenze del leader di RSF, Robert Menard, con alcune organizzazioni governative statunitensi - tra cui a quanto pare la CIA - a cui avevano fatto seguito anche diversi finanziamenti: tutto ciò allo scopo di portare avanti una violenta propaganda unilaterale anticubana. Questo è quello che io so. Ben venga naturalmente qualsiasi chiarimento, aggiunta o precisazione in merito. Certo che se le cose stessero effettivamente così non griderei tanto allo scandalo per l'esclusione di una organizzazione tanto "obiettiva".P.S.aggiungo qualche link:http://www.italy.indymedia.org/news/2003/11/427541.phphttp://www.granma.cu/italiano/junio03/mar3/22menard-it.htmlhttp://www.granma.cu/italiano/abril03/lun28/17menard-it.htmlhttp://bellaciao.org/it/collettivo/menard.php==================================Modificato dall'autore il 10/12/2003 18.01.16
    • DarKStaR scrive:
      Re: RSF: paladini di chi?
      mmm.. ho dato una scorsa veloce ai tuoi link e mi sembra che questo tipo non sia in effetti lo stinco di santo di cui si dice......ma non vorrei che questa esclusione, alla fine, fosse controproducente. Soprattutto ad un summit dove (e fin qui pare sia chiaro) TUTTE le voci in ballo hanno qualche scheletro da nascondere.
  • zanac scrive:
    [OT] foto :D
    ma non fa un po' troppo lolita quella foto? :D
  • meksONE scrive:
    paura...TANTA PAURA...
    e un minimo di speranza, ovviamente!Sono tutti i presupposti per rendere la Rete blindata: collegate tutti i fatti: il sistema Palladium, le license per la musica e il video, Windows XP, le connessioni ADSL e in fibra always-on che vanno a sostituire il vecchio, fido 56K (quando è spento, è spento!!!)...Tutto questo porterà al controllo totale di Internet da parte delle multinazionali, e il futuro cyberpunk di ipotizzato da Blade Runner e compagnia non è così lontano.Non voglio essere catastrofico, ma l'unica speranza la ripongo nel mondo Open Source. A quando un progetto di infrastruttura di rete alternativa, completamente Open? Auspicabilmente, presto...
    • Anonimo scrive:
      Re: paura...TANTA PAURA...
      le connessioni ADSL
      e in fibra always-on che vanno a sostituire
      il vecchio, fido 56K (quando è spento, è
      spento!!!)...be' anche le adsl o la fibra quando il filo è staccato è staccato
    • Anonimo scrive:
      Re: paura...TANTA PAURA...

      Non voglio essere catastrofico, ma l'unica
      speranza la ripongo nel mondo Open Source. A
      quando un progetto di infrastruttura di rete
      alternativa, completamente Open?
      Auspicabilmente, presto...Per infrastruttura intendi proprio linee/cavi/fibre ottiche/doppini ecc.. differenti rispetto a quelle attuali?Se è questo che intendi costicchiano un pochettino...però vi potete sempre offrire per badilare durante i week-end per scavare le tracce nei marciapiedi o stendere le dorsali oceaniche.Ragazzi rimaniamo coi piedi per terra se si fanno voli pindarici veramente le major/multinazionali ecc.. ci si fanno con tutti i calzoni.P.s.Stacca il cavo o spegni il pc.
  • Anonimo scrive:
    Ringrazio...
    Tutti i miei amici che sputavano sulla GPL e sulla libera circolazione delle idee.Ringrazio i fanatici MSianai che avrebbero dato la loro parte migliore al loro zio Billy e che avrebbero fatto carte false per far vincere la gara contro quel cattivone del software libero.Ringrazio sentitamente tutti quelli che passandogli vicino il carro del più forte non hanno esitato a salirci sopra senza preoccuparsi troppo di pensare... (pensare? ma che fatica!)Ringrazio, in ordine sparso: m$, coke, mcdonald, gm, l'amerika tutta, giovanni cespuglio (presidente dell'onorata amerika e [onoris causa] padrone del mondo, di tutte le idee e dell'ordine costituito), la philipsmorris, la nato, il petrolio rubato agli iracheni con la scusa della "onorabile-causa-pro-popoli-soppressi", la kraft, la nestlé, etc, etcGrazie, sono commosso.Adesso sono pronto per il chip sottocutaneo, datemi solo un secondo per salutare la mia gente......sempre peggio...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ringrazio...
      - Scritto da: Anonimo
      giovanni cespuglio (presidente dell'onorata amerika e
      [onoris causa] padrone del mondo, di tutte
      le idee e dell'ordine costituito)Per l'esattezza e' Giorgio Cespuglio...
  • Anonimo scrive:
    Davvero curioso
    In pratica di questa cosa non parla nessuno, ho visto un paio d'ansa qualche giorno fa (le solite menate ministeriali) e poi il vuoto. Complimenti a PI per averne dato notizia ma certo questo Summit si apre malissimo, nell'assoluto menefreghismo dei media.
  • Anonimo scrive:
    Cancellatemi
    Ok ok lo so verro' cancellato, giustamente.Ma volevo solo dire:Evviva le codine!! :)(vedi immagine dell'articolo)
  • Anonimo scrive:
    perchè...
    perchè non si ubriacano, si fanno fare un bel ponp°°°° dalla gnoc°°°° con la maglietta a strisce e se ne vanno a fare in cu°°°° a casetta loro? (abbastanza trash?)
  • Anonimo scrive:
    trash online
    vogliono far diventare la rete come la tv...pubblicità, telenovelas e talk show da cortile.Peccato, per coloro che non hanno navigato quando era libera e la connessione cadeva ogni 1/2 ora.(linux)
    • DarKStaR scrive:
      Re: trash online
      - Scritto da: Anonimo
      vogliono far diventare la rete come la tv...
      pubblicità, telenovelas e talk show da
      cortile.
      Peccato, per coloro che non hanno navigato
      quando era libera e la connessione cadeva
      ogni 1/2 ora.(linux)Forse è questo lo scotto da pagare: vogliamo la "banda larga", vogliamo fare con la rete ciò che vogliamo, vogliamo una marea di servizi... ma il cavo? chi lo tira? ... lo tirano LORO: le varie telecom, le multinazionali che le appoggiano, e tutto ciò mica per fini di solidarietà. è pure nata la nuova parola fika del momento: @-Business.. no?peccato... internet era nata per permettere di condividere conoscenze.. almeno credo..(ps: ma perchè ultimamente, quando leggo PI sono sempre + triste e disilluso?)
  • Anonimo scrive:
    Coca cola ? Vodafone ? Exxon ?
    E' davvero difficile essere ottimisti ......Quando mai le corporations (trad. corporazioni) hanno mai avuto a cuore l' individuo ?Che io sappia, mai, anzi. al contrario !Vebbe'...non ci si stupisce piu' di nulla... speriamo solo finisca in una bolla di sapone ...
    • Anonimo scrive:
      Re: Coca cola ? Vodafone ? Exxon ?
      - Scritto da: Anonimo

      E' davvero difficile essere ottimisti ......

      Quando mai le corporations (trad.
      corporazioni) hanno mai avuto a cuore l'
      individuo ?

      Che io sappia, mai, anzi. al contrario !Si vede che non sei attento: lo slogan pubblicitario della Vodafone è "tutto intorno a te", vedi che hanno a cuore l'individuo? :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Vodafone ?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo



        E' davvero difficile essere ottimisti
        ......



        Quando mai le corporations (trad.

        corporazioni) hanno mai avuto a cuore l'

        individuo ?



        Che io sappia, mai, anzi. al contrario !

        Si vede che non sei attento: lo slogan
        pubblicitario della Vodafone è "tutto
        intorno a te", vedi che hanno a cuore
        l'individuo? :)Comincio ad pensare di essere malato.... a me quello slogan claustrofogeno fa venire in mente una gabbia (dorata?)
        • Anonimo scrive:
          Re: Vodafone ?
          Proprio oggi stavo pensando che la pubblicità della Vodafon fa proprio schifo, soprattutto quella attuale con i bambini che cantano una versione natalizia dell'ultima porcheria di Dido....A dire la verità Vodafon e prima Omnitel ha sempre fatto pubblicita' con colonne sonore un po' indigeste...E' un mio singolo e anomalo parere o gli spot in questione danno un certo fastidio anche a voi?!- Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo





          E' davvero difficile essere ottimisti

          ......





          Quando mai le corporations (trad.


          corporazioni) hanno mai avuto a cuore
          l'


          individuo ?





          Che io sappia, mai, anzi. al contrario
          !



          Si vede che non sei attento: lo slogan

          pubblicitario della Vodafone è "tutto

          intorno a te", vedi che hanno a cuore

          l'individuo? :)

          Comincio ad pensare di essere malato.... a
          me quello slogan claustrofogeno fa venire in
          mente una gabbia (dorata?)
Chiudi i commenti